Displaying items by tag: elezioni
Think Tank

Prosegue la raccolta firme per la presentazione della lista “Lega Narni”: il movimento civico, supportato dalla Lega Nord Umbria, si presenterà alle prossime elezioni amministrative sostenendo il candidato a sindaco di Narni, Gianni Daniele. L’appuntamento con i cittadini è per sabato 6 maggio, al gazebo di Narni Scalo, a partire dalle ore 16 fino alle ore 19.

AMELIA – Riccardo Maraga si ripresenterà alle elezioni amministrative della primavera 2016. L’attuale sindaco ha accettato la proposta del Pd che lo ha voluto ricandidare alla poltrona di primo cittadino offrendogli la possibilità di fare il suo secondo mandato. Una scelta compatta, stavolta, che ha unito tutte le componenti del Pd amerino evitando le divisioni di quattro anni fa.

Un segnale importante anche perché gli avversari potrebbero essere diversi rispetto all’ultima tornata elettorale. Prima di tutto Emanuele Pasero, espulso dal Pd qualche anno fa, sembra oggi più vicino. Alcune voci lo danno addirittura pronto per tornare nel partito. Forse non si poterà dietro il 37% di quattro anni fa ma una fetta del suo elettorato di sicuro lo seguirebbe. Di nuovo c’è anche il fatto che il vice sindaco Franco Santarelli ha lasciato il Psi per trasferirsi nel Pd e che la situazione generale dentro il centrosinistra sembra, almeno ad oggi, più tranquilla rispetto al recente passato. Dall’altra parte si continua a discutere sulle candidature.

C’è chi dice che Forza Italia, Fdi-An e qualche lista civica potrebbero andare ciascuno per conto proprio oppure, e questa ai più lungimiranti appare la scelta più azzeccata, unirsi e confluire in un unico candidato. Ma chi? Di nomi se ne fanno parecchi, tra questi quello di Laura Pernazza che di voti ne ha sempre presi tanti e che incarna una figura in grado di unire più che dividere, ma si vedrà. Anche perché sullo sfondo si affacciano i Cinquestelle che l’altra volta non erano presenti. 

Corrado Roversi

 

AMELIA (redazione) – Tre sicuri, più un nome grosso che potrebbe spuntare all’improvviso. Parliamo delle elezioni amministrative ad Amelia per le quali si conoscono già i nomi di tre candidati a sindaco. Si tratta di Riccardo Maraga, sindaco uscente che tenta il bis, Laura Pernazza per l’opposizione e Gianfranco Chieruzzi per il Movimento Cinquestelle. Quest’ultimo sarà presentato ufficialmente venerdì 8 aprile alle 10.00 in sala del consiglio dove ci saranno anche il senatore Stefano Lucidi e il capogruppo regionale Andrea Liberati. Lo stesso Liberati anticipa uno die temi che verranno trattati durante la presentazione.  

“Quella di Amelia – dice in una nota - è la prima tra le liste dei comuni umbri che andranno al voto nelle imminenti elezioni amministrative ad essere certificata dallo staff di Beppe Grillo. Attraverso la certificazione, un passaggio fondamentale comune a tutte le liste del Movimento 5 Stelle, vengono controllati i requisiti di candidabilità e adesione alle regole del Movimento stesso”. Poi ci potrebbe essere la sorpresa, quella cioè di una candidatura di Vittorio Sgarbi che con la città ha diversi contatti. In realtà lo stesso Sgarbi ha confermato il possibile interessamento ad una sua candidatura a sindaco ma a posto diversi paletti.

Il primo dei quali riguarda le condizioni politiche. Sgarbi vorrebbe infatti una lista unica da capeggiare e vorrebbe anche Mogol, che ha il Cet vicino ad Amelia, come suo assessore, forse anche come vice sindaco. Due questioni non da poco che diventano dirimenti nell’eventuale scelta del critico d’arte di presentarsi per le amministrative. Fermo restando che c’è in ballo anche l’offerta di Assisi dove gli offrirebbero un posto da assessore.

AMELIA – Una delle primissime cose che salta agli occhi nella scelta del candidato sindaco del Movimento Cinquestelle è il fatto che non provenga dal web. Nessuna selezione tramite la rete infatti per Gianfranco Chieruzzi che invece è stato scelto direttamente, con un metodo più tradizionale. A presentarlo venerdì scorso c’erano il consigliere regionale Andrea Liberati e il senatore Stefano Lucidi che hanno ricordato come la lista abbia ottenuto la certificazione dello staff di Beppe Grillo, “passaggio fondamentale – hanno detto - comune a tutte le liste del Movimento 5 Stelle in cui vengono controllati i requisiti di candidabilità e adesione alle regole del Movimento stesso”. Amerino di nascita, 45 anni, Gianfranco Chieruzzi si è laureato in scienze politiche presso l'Università LUISS Guido Carli di Roma ed ha avuto varie esperienze professionali in ambito commerciale e finanziario.

"Ci presentiamo come cittadini liberi, dopo un percorso di aggregazione, ascolto, studio, proposta, sempre trasparente e aperto al contributo di tutti, con l’ambizione di mettersi a disposizione della collettività, per operare un profondo cambiamento della politica e delle modalità di amministrazione di Amelia." Queste le prime dichiarazioni di Chieruzzi che poi ha paragonato Amelia ad un microcosmo in cui le opere pubbliche, molte di dubbia utilità, sono per lo più rimaste incompiute, con cantieri che si perpetuano negli anni a costi crescenti, un centro storico divenuto un dormitorio, in parte disabitato nonostante la sua bellezza a discapito di una periferia allargata a dismisura con una cementificazione ipertrofica, che rischia di compromettere il patrimonio paesaggistico che dovrebbe invece essere una risorsa su cui puntare per il rilancio di Amelia."

Non sono mancati gli attacchi all'attuale classe politica definita autoreferenziale e chiusa in un cortocircuito delle idee, incapace anche solamente di immaginare uno sviluppo, che in passato ha utilizzato in maniera avventata i soldi dei cittadini lasciando un forte squilibrio dei conti pubblici al limite del dissesto. "Una classe politica di cortigiani rispetto a Perugia e Roma che non e in grado di rappresentarsi un futuro" ha continuato il candidato Sindaco del M5S "siamo rimasti indietro e nel frattempo abbiamo visto le nostre aziende chiudere una ad una. Noi cambieremo le carte in tavola, non sarà un'amministrazione del concedere all' amico, ma della logica del diritto che sostituirà quella del clientelismo."

Corr.Rover.

NARNI (redazione) – Tutti per Narni rompe gli indugi e con largo anticipo annuncia i voler correre per vincere le elezioni del 2017 e per farlo sgombra il campo da tutte le voci che vorrebbero la lista civica alleata di altre forze politiche. Tpn andrà da sola. “L’unica alleanza che ci interessa – dice infatti la forza politica - è quella con la coscienza dei cittadini. Per questo proponiamo un patto per Narni, alternativa di governo necessaria e salutare, con l’impegno delle persone migliori che amano la città, al di la delle ideologie ed al di fuori dei partiti. Chiediamo aiuto a chi considera la politica servizio e non interesse, a chi ha come valori irrinunciabili la trasparenza e la legalità amministrativa”.

L’obiettivo per Tutti per Narni è ridare efficienza ed economicità ai servizi comunali, quella efficienza perduta a partire dagli anni 2000. “L’obiettivo che abbiamo a mente è quasi impossibile ma comunque moralmente da perseguire: provare a salvare Narni dalla marginalizzazione e dal conseguente degrado in cui e’ stata posta negli ultimi 15 anni da una classe dirigente locale mediocre ed inetta, incapace a contrastare un regionalismo diseguale ed egemone che non ha riconosciuto e continua a non riconoscere a Narni pari dignità ed opportunità con gli altri territori regionali. Questo genera una sempre maggiore povertà che sarà sempre più difficile da contrastare”.

 

Pagina 1 di 19
EOF