Cronache 24 - Notizie Terni
Notizie Terni

TERNI - Arrivano i fondi per le scuole superiori. La Regione ha infatti ripartito i soldi del' ministero dell'economia per intervenire sugli edifici scolastici ed ha stanziato poco meno di 8 milioni di euro per le due Province di Terni e Perugia.

Queste le scuole che saranno finanziate nella provincia di Terni: Per la Provincia di Terni i fondi ammontano ad oltre 3 milioni e 280mila euro su un totale, per le due Province umbre, di 7 milioni e 877mila euro. Istituto tecnologico di Terni (ex Itis, 710mila euro), Liceo classico Tacito di Terni (275.709 euro), Ipsia di Orvieto (166.942 euro), Liceo artistico Metelli di Terni (465.500 euro), Liceo Galilei di Terni (292.392 euro), Liceo artistico ex Itg di Terni (639.988 euro), Liceo Gandhi di Narni e altri edifici fra narnese e amerino (731mila euro).

Soddisfatto il presidente della Provincia Lattanzi - “E’ un fatto positivo e importante che ci permette di svolgere con maggiore certezza le funzioni fondamentali assegnate alle Province in materia di edilizia scolastica”, dice commentando la notizia.  “Sono risorse – sottolinea sempre il presidente Lattanzi – che vanno a finanziarie progetti già pronti ed approvati e che ci permetteranno di dare risposte certe e di proseguire il programma di miglioramento degli edifici scolastici sotto il profilo della sicurezza e dell’ammodernamento generale.

Altro elemento di rilievo – sottolinea ancora - è la creazione della cabina di regia a livello regionale e l’inserimento al suo interno delle due Province umbre. Fatto questo – conclude - che riconosce il ruolo dei due enti e che va nella direzione di rafforzare e mantenere il sistema istituzionale umbro in ragione delle esigenze della scuola, del suo personale, degli studenti e delle famiglie”.

 

Published in Cronaca

TERNI – La squadra mobile diretta dal commissario capo Davide Caldarozzi ha individuato e denunciato lo straniero che qualche giorno fa aveva ceduto una dose di stupefacente ad una giovane ternana che era andata in overdose. Lo rende noto la questura di Terni che rendiconta anche i risultati delle attività di controllo. Trentacinque persone controllate, 14 delle quali con precedenti di polizia, e tre espulsioni sono il risultato dell’ennesima attività della polizia che ha passato la setaccio tutta la città, dal centro storico alla periferia.

I servizi sono stati estesi anche ai parchi cittadini e durante i controlli ai giardini della Passeggiata e di Parco Ciaurro sono stati rintracciati alcuni stranieri irregolari: un minore del Senegal privo di documenti che è stato affidato ai familiari, un cittadino del Gambia di 30 anni e due marocchini di 30 e 34 anni, sono stati invece portati all’ufficio Immigrazione per l’adozione dei relativi provvedimenti espulsivi.

“L’attività di controllo intensificata, come disposto dal questore Antonino Messineo con l’impiego, già da tempo, di ulteriori equipaggi della Squadra Volante e con l’ausilio pressoché quotidiano del Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche per il pattugliamento della città – spiega una nota della questura - si è estrinsecata ieri sera con servizi ulteriormente potenziati e attuati da 7 equipaggi, che hanno controllato la città partendo da Piazza della Repubblica ed allargandosi a cerchi concentrici, muovendosi in raggio d’azione fino ad arrivare alla prima periferia”.

“Le zone non accessibili alle auto – si legge ancora nel comunicato - sono state monitorate da due pattuglie appiedate che hanno raggiunto i vicoli del centro storico, dove gli agenti sono passati tra i tavoli dei locali traboccanti di clienti in queste calde sere estive”. Tutte le operazioni, precisa la questura, sono state dirette dal dirigente dell’ufficio prevenzione e soccorso pubblico, il vice questore aggiunto Enrico Aragona, che insieme al suo personale ha identificato 35 persone, di cui 14 sono risultati con precedenti di polizia.

Published in Cronaca

TERNI - Militari del comando provinciale carabinieri di Bari hanno eseguito un provvedimento di cumulo pene, per complessi 27 anni di reclusione, emesso lo scorso 10 agosto dalla Procura generale della Repubblica di Bari, nei confronti del capo clan Savino Parisi, al quale il provvedimento è stato notificato nel carcere di Terni dove si trova rinchiuso per altra causa.
Il provvedimento è scaturito da un cumulo di condanne per reati ricomprendenti l'estorsione aggravata dal metodo mafioso, cumulo per il quale il boss era tornato in carcere dopo meno di due mesi di libertà il 9 marzo dello scorso anno.
'Savinuccio' Parisi è ritenuto a capo dell'omonimo clan operante nel quartiere Japigia di Bari dove da mesi è in atto una vera e propria guerra tra fazioni contrapposte per il controllo del territorio, che ha fatto registrare diversi gravissimi episodi di sangue, nei quali, tra l'altro, hanno perso la vita tre pregiudicati.

Published in Cronaca

TERNI – E’ durata cinque giorni la latitanza di C.G., 54 anni, fuggito dal carcere di Capanne di Perugia. L’uomo è stato rintracciato a Terni ed arrestato dai carabinieri. E’ stata, secondo una nota dell’Arma, la segnalazione relativa ad un uomo che armeggiava vicino ad una bicicletta a portare alla fine della fuga il 54enne. “Una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Terni – si legge nel comunicato - ha infatti bloccato ed arrestato C.G., 54enne originario della provincia di Caltanissetta, che, dal dicembre 2013, stava scontando una pena per rapina aggravata nel carcere perugino nel quale, 5 giorni fa, non era rientrato al termine di un permesso premio.

Il pluripregiudicato, bloccato dagli uomini dell’Arma mentre cercava di allontanarsi dalla bicicletta che stava forzando, veniva tratto in arresto per evasione, sulla scorta dell’ordinanza emessa a suo carico dopo il mancato rientro nella casa circondariale, e per tentato furto aggravato. La pronta risposta alle esigenze del territorio è il frutto del rafforzato servizio di prevenzione e repressione messo in campo dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Terni per contrastare in maniera più efficace i reati predatori e verificare la presenza di soggetti pregiudicati provenienti dalle province limitrofe”.

 

Published in Cronaca

TERNI - Verranno intensificati i servizi di controllo del territorio da parte delle forze dell'ordine, soprattutto nel centro storico, a Terni, dopo le ultime risse e violente liti che si sono verificate più volte negli ultimi giorni: è quanto è stato deciso stamani nel corso di una riunione tecnica di coordinamento delle forze di polizia che si è svolta in prefettura, presieduta dal viceprefetto vicario Andrea Gambassi, per esaminare la situazione dell'ordine pubblico.


Alla riunione hanno preso parte il vicario del questore e i comandanti provinciali dei carabinieri e della guardia di finanza. Nel corso dell'incontro è stata disposta - riferisce una nota - anche l'accentuazione di specifici controlli nei confronti degli esercizi pubblici che somministrano alcolici per verificarne le eventuali irregolarità ed adottare i conseguenti provvedimenti. Le stesse problematiche saranno oggetto di più ampio approfondimento il 17 agosto nell'ambito del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica a cui è prevista la presenza degli amministratori locali. (ANSA).

Published in Cronaca
EOF