Cronache 24 - Notizie Terni
Notizie Terni

TERNI - Militari del comando provinciale carabinieri di Bari hanno eseguito un provvedimento di cumulo pene, per complessi 27 anni di reclusione, emesso lo scorso 10 agosto dalla Procura generale della Repubblica di Bari, nei confronti del capo clan Savino Parisi, al quale il provvedimento è stato notificato nel carcere di Terni dove si trova rinchiuso per altra causa.
Il provvedimento è scaturito da un cumulo di condanne per reati ricomprendenti l'estorsione aggravata dal metodo mafioso, cumulo per il quale il boss era tornato in carcere dopo meno di due mesi di libertà il 9 marzo dello scorso anno.
'Savinuccio' Parisi è ritenuto a capo dell'omonimo clan operante nel quartiere Japigia di Bari dove da mesi è in atto una vera e propria guerra tra fazioni contrapposte per il controllo del territorio, che ha fatto registrare diversi gravissimi episodi di sangue, nei quali, tra l'altro, hanno perso la vita tre pregiudicati.

Published in Cronaca

TERNI – E’ durata cinque giorni la latitanza di C.G., 54 anni, fuggito dal carcere di Capanne di Perugia. L’uomo è stato rintracciato a Terni ed arrestato dai carabinieri. E’ stata, secondo una nota dell’Arma, la segnalazione relativa ad un uomo che armeggiava vicino ad una bicicletta a portare alla fine della fuga il 54enne. “Una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Terni – si legge nel comunicato - ha infatti bloccato ed arrestato C.G., 54enne originario della provincia di Caltanissetta, che, dal dicembre 2013, stava scontando una pena per rapina aggravata nel carcere perugino nel quale, 5 giorni fa, non era rientrato al termine di un permesso premio.

Il pluripregiudicato, bloccato dagli uomini dell’Arma mentre cercava di allontanarsi dalla bicicletta che stava forzando, veniva tratto in arresto per evasione, sulla scorta dell’ordinanza emessa a suo carico dopo il mancato rientro nella casa circondariale, e per tentato furto aggravato. La pronta risposta alle esigenze del territorio è il frutto del rafforzato servizio di prevenzione e repressione messo in campo dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Terni per contrastare in maniera più efficace i reati predatori e verificare la presenza di soggetti pregiudicati provenienti dalle province limitrofe”.

 

Published in Cronaca

TERNI - Verranno intensificati i servizi di controllo del territorio da parte delle forze dell'ordine, soprattutto nel centro storico, a Terni, dopo le ultime risse e violente liti che si sono verificate più volte negli ultimi giorni: è quanto è stato deciso stamani nel corso di una riunione tecnica di coordinamento delle forze di polizia che si è svolta in prefettura, presieduta dal viceprefetto vicario Andrea Gambassi, per esaminare la situazione dell'ordine pubblico.


Alla riunione hanno preso parte il vicario del questore e i comandanti provinciali dei carabinieri e della guardia di finanza. Nel corso dell'incontro è stata disposta - riferisce una nota - anche l'accentuazione di specifici controlli nei confronti degli esercizi pubblici che somministrano alcolici per verificarne le eventuali irregolarità ed adottare i conseguenti provvedimenti. Le stesse problematiche saranno oggetto di più ampio approfondimento il 17 agosto nell'ambito del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica a cui è prevista la presenza degli amministratori locali. (ANSA).

Published in Cronaca

Terni – E’ il più devastante ed esteso incendio che abbia interessato la provincia di Terni negli ultimi anni. Partito da Rocca San Zenone tre giorni fa, il fronte del fuoco avanza verso Terni, dopo aver divorato messa collina intorno alla Valserra. Moltissime le case evacuate, in pericolo anche gli animali sia quelli da allevamento che quelli selvatici, essendo la montagna popolata anche di specie particolari. I vigili del fuoco lavorano ininterrottamente da tre giorni, di notte e con la luce del sole, senza fermarsi mai. Il peggio è accaduto mercoledì pomeriggio 9 agosto.

Mentre in mattinata infatti sembrava che il fronte del fuoco fosse stato arginato e si cominciava a pensare alle bonifiche, nel tardo pomeriggio le fiamme si sono improvvisamente riaccese ed hanno dato vita ad un nuovo incendio ancora più violento del primo. Nessuna pioggia, nonostante qualche previsioni in questo senso, miseramente fallita, ha dato una mano. Sul posto hanno lavorato tutta la notte ancora vigili del fuoco , carabinieri forestali e protezione civile, con l’aiuto di un Canadair che dalle 9 del mattino di giovedì 10 agosto ha cominciato di nuovo i lanci.

Il fuoco che avanzava ha imposto nuovi sgomberi di abitazioni, ai piedi della collina che sta sopra Terni. Sale infatti a 193, rispetto alle iniziale 59, il numero delle persone evacuate dalla propria abitazione a causa dell'incendio che da lunedì scorso sta interessando il territorio ternano della Valserra: lo rende noto la Protezione civile del Comune, che sta coordinando le operazioni di assistenza. Sono 23 le persone sistemate in albergo dal Comune, e due dalla Asl in un centro geriatrico. Nel dettaglio 80 persone provengono dalla zona di Rocca San Zenone, 49 dalla Fontana della Mandorla, 64 da Colli Rocca. La Protezione civile, insieme al servizio veterinario della Asl, sta inoltre lavorando alla sistemazione di numerosi animali domestici che devono anch'essi essere evacuati. In prossimità del luogo dell'incendio, da questa notte, c'è anche il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo.

Le attività, mentre scriviamo sono ancora in corso, i vigili del fuoco definiscono la situazione molto difficile, ma si continua ad andare avanti cercando di avere ragione delle lingue do fuoco che cercano di avanzare, alimentate da una situazione di estrema siccità, data dalle alte temperature e dall’assenza ormai lunghissima di piogge. Nessuno puòà dire quando l’incendio verrà. In mattinata è atteso anche un elicottero per dar manforte ai soccorsi.

Il fronte di fuoco non soltanto ha lambito i tetti delle case del borgo di Rocca San Zenone, già evacuate da martedì scorso, ma con il cambio del vento si è spostato verso ovest, in particolare nella zona di Toano, costringendo allo sgombero di altre dieci famiglie. Tra le persone evacuate anche due anziani con patologie gravi, trasferiti al Centro geriatrico, mentre per gli altri è stata predisposta l'accoglienza in una struttura ricettiva cittadina. Sul posto continuano a lavorare senza sosta vigili del fuoco, Protezione civile comunale, Comunità montana, polizia municipale e carabinieri forestali. La ferrovia funziona regolarmete, mentre la SP 67 Valserra è stata chiusa dalla Provincia per motivi di sicurezza. Giovedì mattina, 10 agosto una ditta incaraicata dall'ente ha iniziato le verifiche e il disgaggio di massi pericolanti, oltre a procedere anche al taglio delle piante pericolose perchè allentate dal fuoco. Le operazioni andranno avanti almeno per tutta la giornata. 

Published in Cronaca

TERNI - I volontari della Guardia Nazionale Ambientale hanno "scovato" e segnalato alla redazione di Cronache24 una situazione di degrado presente nella zona di Maratta. Si tratta di una discarica abusiva, sita in via Carlo Marcangeli, formata principalmente da rifiuti domestici, rifiuti edili e anche rifiuti speciali come molte batterie di auto. "Ormai rifiuti e discariche abusive stanno invadendo tutto il territorio del comune di Terni - affermano i volontari - Una situazione diventata veramente insostenibile. Nonostante le difficoltà del nostro gruppo, perché paghiamo tutto di tasca nostra e siamo da mesi in attesa di una convenzione con il Comune di Terni, continuiamo a segnalare alle autorità competenti il degrado che c'è in giro nella nostra zona - proseguono - ma ormai il problema a Terni sembra essere diventato molto serio".

Published in Ambiente
Pagina 1 di 603