Sport
Sport

NARNI – Samuele Bussoletti lascia la guida del circolo del Partito Democratico di Narni Centro, Testaccio e Santa Lucia, al suo posto forse andrà Maria Pia Zanda. “Le mie dimissioni – spiega Bussoletti - traggono origine da motivi strettamente personali legati soprattutto al difficile momento lavorativo che sto attraversando. Ho pertanto deciso di lasciare il passo ad un segretario che abbia la forza di rilanciare l’azione politica del nostro circolo, garantendogli fin d’ora un’ ampia collaborazione nel trasferimento delle idee costruite in questi anni, nella loro attuazione e un convinto supporto a svilupparne di nuove”.

Un cambio di guardia che verrà discusso nelle prossime riunioni.“Il cambio di un segretario – continua Bussoletti -  deve essere un momento di forte partecipazione da parte degli iscritti e per tale motivo abbiamo deciso di fissare un nuovo incontro, con un congruo anticipo, in modo di consentire la più ampia adesione degli iscritti. È necessario continuare e rilanciare fortemente la presenza del nostro partito all’interno delle vicende cittadine, di un partito capace di stimolare l’azione dell’amministrazione. Durante l’ ultimo incontro è emersa la disponibilità di Maria Pia Zanda a guidare il nostro circolo, e ritengo che tale disponibilità rappresenti una risorsa estremamente preziosa”.

Il prossimo incontro di discussione sulla vicenda si terrà lunedì 31 marzo alle 21 alla sede del circolo di piazza Pozzo della Comunità.

NARNI – E’ stata una vera e propria giornata di festa quella che si è consumata ieri presso l’azienda agricola “Leonardo Bussoletti” di Narni dove il padrone di casa ha ospitato la Ternana Calcio con tutti i suoi componenti per festeggiare la storica impresa della squadra rossoverde, culminata con la permanenza nel campionato cadetto. Dopo aver salutato i propri tifosi in occasione dell’amichevole disputata contro la Primavera di mister Siviglia allo stadio “Libero Liberati” oggi c’è stato il più classico delle sciogliete le righe, non prima però di aver visitato l’azienda narnese.

Il titolare conduce in biologico, ad oggi, sette ettari di vigna, composti principalmente da Ciliegiolo ed a seguire da Grechetto e Trebbiano. Alle 16 i giocatori con tutto lo staff tecnico e dirigenziale ad eccezion fatta di Avenatti (partito in mattina per l’Uruguay) Valjent (impegnato con la nazionale under 21 slovacca), Palombi, Monachello e Acquafresca si sono presentati nell’azienda di Leonardo Bussoletti e dopo un breve preambolo del padrone di casa nel quale c’è stato anche uno scambio di presenti con il mister Fabio Liverani, ecco la visita guidata dell’azienda. E’ stato lo stesso Bussoletti ad illustrare ai calciatori rossoverdi com’è costituita l’azienda e i vari reparti dove e come avviene la produzione dei vini.

In conclusione c’è stato un bel rinfresco a base di salumi e fritti vari accompagnati da un prestigioso calice di vino con il quale si è fatto un festante brindisi. A raccontarci della bellissima giornata trascorsa è lo stesso titolare dell’azienda (GUARDA IL VIDEO). Ci può spiegare da dov’è partita questa bellissima iniziativa? “L’iniziativa è partita due mesi fa quando ci ha chiamato la Ternana per l’evento che faceva la lega di serie B dell’eccellenze umbre, quindi ci hanno fatto visita Liverani insieme ad una delegazione, da li si è creato un bel rapporto di amicizia e il mister mi aveva promesso che sarebbe tornato a trovarci insieme a tutta la squadra e devo dire che è stato di parola”. Come ha trovato la squadra dopo la salvezza raggiunta, insperata pochi mesi fa e che giornata ha vissuto insieme a tutta la Ternana? “Credo che per me e per la mia azienda è stata una giornata importante perché poi è nato tutto in maniera inaspettata quindi è stato un onore avere come ospite la squadra della Ternana, sia da tifoso ma anche per questo territorio, di cui sono molto affezionato. La Ternana ha raggiunto un traguardo davvero insperato e credo andava festeggiato in una maniera importante”.

Riccardo Costantini

  

 

NARNI – Leonardo Bussoletti si conferma fra i più importanti produttori vinicoli emergenti a livello nazionale e ottiene due prestigiosissimi riconoscimenti. La guida Vini d’Italia del Gambero Rosso ha infatti assegnato al suo Colle Ozio Grechetto Umbria Igt 201 i Tre Bicchieri che rappresentano il massimo in fatto di qualità del prodotto. Un riconoscimento importantissimo per Bussoletti e la sua cantina e un veicolo promozionale per Narni, il suo territorio e i suoi prodotti. 

Ma i successi per Bussoletti sono proseguiti con l’ottenimento della Corona assegnata al Brecciaro Ciliegiolo di Narni Igt 2012, dalla guida Vinibuoni d’Italia 2015. Un altro grande riconoscimento arrivato al termine delle finali in base alle votazioni aperte al pubblico riunito in commissioni composte da sommellier, operatori del settore e winelover. In occasione della presentazione della Guida Vinibuoni d’Italia 2015 edita da Touring Editore che si svolgerà nell’ambito del Merano WineFestival sabato 8 novembre nel Teatro Puccini di Merano a Bussoletti verranno consegnati i diplomi che attestano il premio ottenuto. Anche l’assessore comunale Gianni Giombolini ha voluto ringraziare e fare i complimenti alla cantina Bussoletti e attraverso Twitter ha affermato che “Per Narni è una grande gioia e per Leonardo Bussoletti il giusto riconoscimento per la qualità, l’impegno e la professionalità che ha sempre dimostrato”.

NARNI Adesso è ufficiale. Leonardo Bussoletti ha ricevuto formalmente i Tre Bicchieri 2015 del Gambero Rosso. Il premio se l'è aggiudicato grazie allo stupendo Colle Ozio Grechetto Umbria Igt 201. Un riconoscimento importantissimo per Bussoletti e la sua cantina e un veicolo promozionale per Narni, il suo territorio e i suoi prodotti. Ma i successi per Bussoletti non si fermano qui. Proseguono infatti con l’ottenimento della Corona assegnata al Brecciaro Ciliegiolo di Narni Igt 2012, dalla guida Vinibuoni d’Italia 2015. Un altro grande riconoscimento arrivato al termine delle finali in base alle votazioni aperte al pubblico riunito in commissioni composte da sommellier, operatori del settore e winelover.

In occasione della presentazione della Guida Vinibuoni d’Italia 2015 edita da Touring Editore che si svolgerà nell’ambito del Merano WineFestival sabato 8 novembre nel Teatro Puccini di Merano a Bussoletti verranno consegnati i diplomi che attestano il premio ottenuto. Anche l’assessore comunale Gianni Giombolini ha voluto ringraziare e fare i complimenti alla cantina Bussoletti e attraverso Twitter ha affermato che “Per Narni è una grande gioia e per Leonardo Bussoletti il giusto riconoscimento per la qualità, l’impegno e la professionalità che ha sempre dimostrato”.

NARNI – Tanta gente, appassionati, amanti e profondi conoscitori del vin0o si sono dati appuntamento nel week end all’auditoruim di San Domenico dove è andata in scena la secondo edizione di “Ciliegiolo d’Italia”, voluta da Leonardo Bussoletti, tra i maggiori prodotti di questo tipo di vino e dall’associazione produttori di ciliegiolo che lo stesso Bussoletti presiede. E’ stata davvero una due giorni ricca di significati, che ha portato le più importanti cantine del centro Italia a Narni mettendo ni risalto una tipologia di vino che sta sempre più affermandosi a livello nazionale. Quella di quest’anno è stata un’edizione che ha fatto un altro passettino in più verso il lancio e l’affermazione definitivi del ciliegiolo.

“Ma non possiamo ancora dire di aver raggiunto l’obiettivo finale – tiene a precisare Bussoletti – stiamo costruendo un percorso importante che deve portarci a qualificare e valorizzare quello che secondo noi è un vino che merita attenzione”. Il ciliegiolo è un’uva antica, quanto nobile e preziosa, come hanno testimoniato 40 aziende venuta da tutta Italia per far conoscere al pubblico, attraverso banchi di assaggio le loro etichette a base ciliegiolo. Tanti gli espositori ma tanti anche i visitatori ni decisa crescita rispetto alla prima edizione.

Tanti anche gli appassionati che hanno seguito i dibattiti, come quello a cura della Strada dei Vini Etrusco Romana: "Faccia a faccia tra Etruschi e Romani: un vitigno identitario per un turismo originale". Molto seguiti anche cooking show con Francesco Cocchi del ristorante Salefino di Terni, presentato dalla giornalista Roberta Perna, la degustazione guidata dal giornalista Antonio Boco "Il Ciliegiolo di Narni in anteprima: annate 2014 e 2015" a palazzo Eroli, nella Sala Camino, altro cooking show, sempre presentato dalla giornalista Roberta Perna, con lo chef Armando Beneduce del ristorante Nascostoposto di Stroncone. E poi un momento molto importante per il giornalismo umbro.

Nel pomeriggio infatti c’è stata la consegna del premio “Ciliegiolo: un piccolo grande rosso, a briglia sciolta”, in memoria del giornalista Dante Ciliani, caporedattore della redazione ternana de Il Messaggero e presidente dell’ordine dei giornalisti dell’Umbria, scomparso prematuramente lo scorso settembre. Dante era un appassionato di vino ed un grande amico e sostenitore dell’Associazione dei Produttori del Ciliegiolo di Narni che proprio in suo ricordo, da quest'anno, hanno voluto dare vita a questo premio.

Ad assaggiare i vini per decretare il vincitore, ovvero il produttore che meglio di chiunque altro ha saputo dare risalto, con la sua etichetta, a caratteristiche come l'espressività e l'originalità, è stata una giuria di esperti degustatori formata dai giornalisti Antonio Boco, Gianpaolo Gravina, Fabio Pracchia e Giampiero Pulcini. Ha vinto il produttore toscano, di Manciano, Antonio Camillo con il “Principio Maremma Toscana doc 2015. Grazie alla collaborazione con Slow Food Terre dell'Umbria Meridionale si sono potute apprezzare, degustare ed acquistare alcune piccole e rare creazioni agroalimentari del Bel Paese.  La chiusura dei banchi di assaggio è avvenuta alle 19.00 di domenica. L’appuntamento è al 2017.

Mass.Cin.

Pagina 1 di 2
EOF