Sociale
Alacris
Sociale

AMELIA - Di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate è accusato un 25enne di Amelia arrestato dai Carabinieri. Il giovane pregiudicato, a partire dal mese di maggio, aveva attuato nei confronti dei suoi genitori conviventi numerosi e reiterati atti di violenza fisica, morale e psicologica che avevano visto in alcune situazioni l'intervento di pattuglie della locale Stazione presso la loro abitazione. Discussioni originate per futili motivi e nella maggior parte dei casi provocate dallo stato di alterazione psico-fisica causata da abuso di alcol e droga. Il giovane aveva tenuto atteggiamenti aggressivi e violenti sia verso la casa familiare, distruggendo ogni oggetto che trovava, sia nei confronti dei genitori che in più di un'occasione avevano subito anche lesioni. La gravità della situazione ha spinto il Gip del Tribunale di Terni ad emettere a carico del giovane amerino un'ordinanza di custodia cautelare in carcere risultando ricorrere nei fatti accaduti gravi esigenze cautelari, compreso il concreto pericolo della reiterazione delle violenze tanto da mettere sempre più a repentaglio l'incolumità dei genitori.

AMELIA - Un 25enne di Amelia è stato arrestato dai Carabinieri per furto aggravato. Intorno alle 2.30 della notte scorsa il giovane aveva tentato di svuotare un supermercato della centralissima via I Maggio di Amelia. Dopo aver forzato la porta d’ingresso si era impossessato di una telecamera, diversi telefoni cellulari, giochi e materiale elettronico. Riposto tutto in un comune nel cestino della spesa aveva nascosto la refurtiva all'interno di un contenitore metallico di rifiuti nelle adiacenze dell'esercizio commerciale. Poco più tardi è ritornato sul posto per recuperare il “bottino” ma è stato bloccato e arrestato da una pattuglia dell'Aliquota radiomobile che in precedenza ne aveva notato i movimenti sospetti. Il 25enne non è nuovo a questo tipo di situazioni. Nel corso della serata precedente, si era reso responsabile di analogo furto ed anche in questo caso la refurtiva era stata recuperata dai Carabinieri che l'avevano rinvenuta all'interno della sua abitazione. Per tale episodio era stato deferito in stato di libertà. Questa volta, il giovane è stato tratto in arresto e sottoposto a giudizio con rito per direttissima conclusosi con la convalida dell'arresto ed il successivo rinvio dell'udienza al 10 dicembre. Il giudice, ricorrendo nei fatti e nel comportamento dell'arrestato evidenti esigenze cautelari, ha applicato nei riguardi del giovane amerino e per tutto il periodo fino all'udienza la misura della custodia cautelare in carcere.

NARNI - Il Comando provinciale Carabinieri di Terni  metterà in atto nel periodo estivo l’operazione “Estate sicura” mirata a garantire la sicurezza stradale, attraverso mirati controlli, sulle principali arterie stradali della provincia e nei centri abitati.

“Non è raro constatare – dicono in una nota dal comando provinciale - che nel nostro territorio non è diffusa l’osservanza delle regole a tutela della sicurezza sulle strade. Infatti, non tutti i conducenti indossano la cintura di sicurezza, talvolta i bambini all’interno delle autovetture non sono assicurati con i sistemi di ritenuta ed in più occasioni qualche cittadino incosciente si pone alla guida dell’autovettura parlando al cellulare senza utilizzare il vivavoce, ponendo così a repentaglio l’incolumità di incolpevoli cittadini che attraversano sulle strisce pedonali come avvenuto in più di un’occasione.

Si tratta di riprovevoli comportamenti che mettono a repentaglio l’incolumità delle persone e che i Carabinieri si propongono di contrastare con mirati controlli.

Giova ricordare che chi non indossa la cintura di sicurezza e chi non assicura i bambini con i sistemi di ritenuta  è costretto a pagare  € 76.00 di sanzione pecuniaria e si vede decurtata la patente di 5 punti; peraltro, se nell’arco di due anni reitera la violazione, subisce la sospensione della patente di guida fino a due mesi. Chi, invece, guida l’autovettura parlando al cellulare senza il vivavoce  subisce la sanzione pecuniaria   € 152.00con decurtazione di 5 punti dalla patente di guida e la sospensione della patente di guida in caso di recidiva nel biennio da 1 a 3 mesi. La gravità delle sanzioni dà la misura del pericolo connesso all’inosservanza delle citate regole”.

E’ scattata in tutta la provincia di Terni l’operazione “Estate sicura”. I Carabinieri hanno intensificato i controlli alla circolazione stradale sulle principali arterie della Provincia e nei centri abitati compresi quelli di Narni e Amelia. In totale nei giorni 15 e 16 luglio sono stati 25 gli autisti contravvenzionati per guida senza cintura e 7 per guida con il cellulare. Contestate inoltre 65 sanzioni per varie violazioni al codice della strada, due persone denunciate per guida in stato di ebrezza e 3 patenti ritirate. Decurtati in totale 187 punti dalle patenti di guida. I Carabinieri ricordano inoltre che l’operazione, che si pone tra i suoi obiettivi la tutela della sicurezza stradale nei giorni più critici, andrà avanti per tutta l’estate.

INCIDENTE A NARNI SCALO
Brutto incidente questa mattina intorno alle 11 lungo la Marattana a Narni Scalo. L'impatto è avvenuto tra una motocicletta di grossa cilindrata guidata da un uomo originario di Vigne di Narni, ma residente nel ternano e un camion carico di materiali edili. Ad avere la peggio è stato ovviamente il centauro che ha riportato varie contusioni ed è stato trasportato in ospedale dall'ambulanza. Secondo i Carabinieri sembrerebbe che il motociclista, che si stava dirigendo verso Narni Scalo, non sia riuscito ad evitare il camion che stava svoltando da una strada laterale in direzione Terni.

AMELIA - Detenzione abusiva di arma comune da sparo e delle relative munizioni. Per questo motivo i Carabinieri di Amelia hanno deferito in stato di libertà un pensionato del luogo. Gli agenti nel corso di un controllo eseguito presso l’abitazione dell’anziano, hanno trovato infatti una pistola semiautomatica calibro 6,35 di produzione belga con cinque cartucce. Nel corso dei successivi controlli e dei relativi riscontri è emerso che l’arma era detenuta dall’anziano amerino senza le prescritte autorizzazioni e pertanto immediatamente ritirata e sottoposta a sequestro insieme alle munizioni. L’uomo è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Terni.

Pagina 1 di 122
EOF