Sociale
Alacris
Sociale

NARNI – Gli atleti di Umbria, Lazio e Marche si sfideranno, domenica 7 luglio, nella quarta edizione del triangolare cadetti/cadette che si svolgerà al campo di atletica Bertolini di Narni scalo a partire dalle ore 16:00, evento organizzato dall’Asd Atletica Avis di Narni.

Nel corso del pomeriggio i ragazzi e le ragazze appartenenti alla categoria 14-15 anni, si daranno battaglia nelle varie discipline dell’atletica leggera: salto in alto, salto in lungo, lancio del peso, lancio del disco e poi le classiche gare di corsa sulle varie lunghezze e il salto ad ostacoli. Insomma ce ne sarà davvero per tutti i gusti.

Come detto saranno tre le regioni che parteciperanno all’evento, Umbria e Lazio si sfidano ogni anno mentre, a turno, viene invitata una terza regione e quest’anno è il turno della regione Marche. “Per il prossimo anno però - fa sapere il responsabile tecnico dell’evento, Paolo Proietti – vorremmo allargare la partecipazione a 6 regioni, stiamo già lavorando per raggiungere questo obiettivo”.

Intanto quest’anno, dal momento che saranno tre le regioni che parteciperanno, per ogni gara sarà possibile schierare due atleti in rappresentanza della squadra.

Tre i premi in palio che saranno assegnati al termine delle gare, alle 18:15 circa. Ai cadetti e alle cadette saranno riconosciuti il premio per la miglior Regione, il miglior risultato tecnico, sia maschile che femminile individuale, e il premio per la “combinata” che viene dato a chi ha la somma maggiore tra il miglior risultato maschile e il migliore femminile.

NARNI - E' stata una festa di sport e un vero successo la prima edizioine di "Velocissimi a Narni" organizzata dall'Asd Atletica Avis Narni che ha montato venerdì 10 aprile una pista di sessanta metri in Piazza dei Priori. Una gara avvincente che ha visto coinvolti gli studenti delle elementari e delle medie tutti pronti a sfidarsi sul rettilineo di Piazza dei Priori. Tanti i bambini che vi hanno preso parte e tanto il pubblico, composto prima di tutto dai genitori ma anche da parenti e gente di passaggio che si è fermata ad ammirare le corse dei giovani atleti. L'iniziativa del centro storico è solo la prima tappa dove sono stati decretati i primi sei più veloci. La prossima tappa sarà Narni Scalo dove verranno selezionati gli altri sei velocissimi. I dodici più bravi disputeranno la finale a maggio per decretare il giovane più veloce di Narni. Una bella iniziativa quella dell'Atletica Avis che ha unito sport e amicizia. E chissà che un giorno non si scopra il nuovo Mennea.

NARNI – Torna domenica 15 maggio l’atteso trofeo Fabio Bertolini di atletica leggera. L’asd Atletica Avis Narni organizza infatti l’edizione numero 27 di quella che è una delle gare più affascinanti e importanti del panorama provinciale. La corsa si snoderà per 11 chilometri e 300 metri partendo da Narni Scalo e percorrendo un tragitto che porterà fino a quasi le porte del centro storico per poi ridiscendere verso lo Scalo.

La partenza è fissata alle 10.00 e la gara di quest’anno è valida anche come primo Trofeo Damiano per l’ematologia. Un appuntamento che dopo un breve periodo di sospensione torna per esaltare lo sport come pratica di amicizia e solidarietà. La gara, tappa anche del circuito Umbria Tour, avrà diverse modalità. Una competitiva di 12 chilometri e una non competitiva di sei chilometri. Il trofeo, come noto, è dedicato alla memoria di Fabio Bertolini, l’atleta narnese grande promessa dell’atletica morto prematuramente a causa di una malattia. A lui è dedicato anche il campo di atletica dello Scalo gestito dall’Atletica Avis Narni.

NARNI – Una grande emozione è il sentimento più diffuso che sta accompagnando le gare degli Special Olympics in svolgimento a Narni e Terni. Agli impianti sportivi di atletica Bertolini di Narni Scalo, magistralmente gestiti dall’Avis, si stanno disputando tutte le gare di atletica leggera che andranno avanti fino a domani, domenica 14 maggio quando termineranno le sfide che hanno tenuto in tensione 700 atleti con disabilità intellettiva impegnati in gare di atletica, canottaggio, dragon boat, golf, indoor rowing, nuoto e tennis.

Tanta gente a vedere le gare e tanto entusiasmo fra il pubblico, i parenti, le società sportive, gli allenatori al seguito degli atleti. A Narni Scalo sono state giornate di grande passione e di coinvolgimento che hanno messo l’impianto Bertolini e Narni intera al centro d’Italia per tre giorni coinvolgendo nche tanti volontari, soprattutto giovani, che hanno voluto dare una mano alla riuscita della manifestazione. Molte anche le delegazioni straniere accolte con calore e ospitalità.

 

   

NARNI - Il Comune di Narni aderisce all'iniziativa “Mennea Day”, in ricordo del campione olimpico di Mosca 1980. “Mennea Day” è un progetto della Federazione Italiana di Atletica Leggera e l’iniziativa si svolgerà il 12 settembre dalle ore 16,30 in poi, al Campo di Atletica leggera di Narni Scalo. All’evento, organizzato dall’ Asd Atletica Avis Narni, potranno partecipare tutti i tesserati Fidal, dagli esordienti ai master, i tesserati di altre federazioni, i tesserati degli enti di promozione sportiva e tutti gli appassionati che vorranno provare la distanza così cara a Pietro Mennea. La quota d’iscrizione per poter partecipazione è di 2 euro e sarà interamente devoluta alla Fondazione Pietro Mennea Onlus.

“Una grande festa aperta a tutti – hanno spiegato dalla Fidal alla presentazione dell’evento -  nel nome di Pietro Mennea. Mancano pochi giorni al Mennea Day 2014, la giornata dedicata al campione olimpico di Mosca 1980 che torna in scena in tutta Italia a dodici mesi dalla partecipatissima prima edizione e nel 35esimo anniversario del record del mondo dei 200 metri (19.72 a Città del Messico, il 12 settembre 1979). Dedizione, passione, amore per l’atletica, rispetto degli avversari e di se stessi: i valori che l’azzurro ha saputo legare al suo nome, un nome stimato e amato nel mondo, sono gli stessi che un anno fa hanno portato migliaia di persone, di tutte le età, di tutte le provenienze sportive e non, a cimentarsi sui 200 metri. Per affetto, per divertimento, per testimoniare l’adesione ai valori che mossero l’uomo e l’atleta Mennea – hanno continuato -  e per ricordare un campione di sempre che ha saputo lasciare un segno profondo nella memoria e nei cuori degli italiani. Non solo per le sue imprese sportive”.

Il 12 settembre 2013 praticamente tutta l’Italia indossò tuta e scarpe da corsa e così sarà anche quest’anno grazie all'organizzazione di Fidal e al patrocinio di Ang, l’Agenzia Nazionale per i Giovani: dalle piste di atletica ai centri storici il Mennea Day torna in pista venerdì 12 settembre con tante iniziative organizzate in tutta la penisola e con un calendario in continuo aggiornamento. “200 metri – hanno concluso dalla Fidal -  rivolti non solo ai tesserati Fidal, che potranno partecipare anche alle manifestazioni agonistiche, ma anche ai semplici appassionati che vorranno correre, ognuno al suo passo e alla sua maniera, la distanza che ha reso immortale la Freccia del Sud. La manifestazione è aperta a tutti con la quota simbolica di iscrizione, fissata in due euro, destinata come sempre all’ organizzazione voluta dal campione azzurro ed impegnata in iniziative di solidarietà sociale”.

 

EOF