redazionali
Redazionali

AMELIA – La morte di Marco Angeluzzi ha scatenato la polemica sulla sicurezza in città. Le parole del sindaco, Riccardo Maraga hanno provocato reazioni da parte della minoranza con Amelia Civica e Fratelli d’Italia che chiama il primo cittadino ad assumersi direttamente le sue responsabilità. Droga, alcol, slot machine. Per Amelia Civica l’allarme sociale passa da queste tre piaghe che starebbero contagiando molti giovani amerini.

“Il consumo di sostanze stupefacenti, di droghe e l’utilizzo sempre più diffuso dei video poker – dicono le opposizioni – stanno minando la stabilità dei giovani a tutto danno del loro futuro e della sicurezza cittadina”. Ed Emanuele Pasero, capogruppo di Amelia Civica dissente dalle parole di Maraga. “Lui proporrà al Consiglio comunale di aderire ad una campagna nazionale per la nuova legge contro gli incidenti? E quale risultato concreto porta questa iniziativa in città? Lui ha compiti e poteri che deve esercitare direttamente, non c’è bisogno di iter farraginosi ne poco concreti.

Emani atti e faccia azioni che sono in suo potere”. Il primo, quello che chiedono con insistenza Pasero e anche Andrea Nunzi di Fratelli d’Italia è il rispetto dell’ordinanza sul divieto di somministrare bevande alcoliche ai giovani nei dopo cena. “E’ un’ordinanza – ricordano Pasero e Nunzi – che risale all’amministrazione Sensini, ma la sua validità non è in discussione”.

 

AMELIA – Il sindaco Riccardo Maraga impone un giro di vite al consumo di sostanze alcoliche. Il primo cittadino ha infatti annunciato la prossima emissione di un’ordinanza che limiti la somministrazione di alcolici nelle ore tardo serali. La notizia è stata data dallo stesso Maraga durante il comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico convocato il 12 giugno scorso dal prefetto Gianfelice Bellesini e che ha affrontato la vicenda della morte di Marco Angeluzzi, 28 anni, ucciso da un’auto pirata pochi giorni fa (LEGGI).

“Sto anche riflettendo attentamente su cosa fare come sindaco della mia città – ha detto Maraga – oltre all’ordinanza ho pensato ad un gesto simbolico ma, credo, significativo: annoverare il Comune di Amelia tra gli enti promotori della proposta di legge sull’introduzione del reato di omicidio stradale”. “Le norme ci sono e devono essere fatte rispettare” – ha commentato il Procuratore Martellino. “La cosa più importante” – ha aggiunto – “è la prevenzione, intensificando i controlli e responsabilizzando soprattutto le polizie municipali”.

In relazione alla problematica, peraltro già all’attenzione della Prefettura impegnata ad implementare strategie volte a combattere la guida in stato di ebbrezza e a disincentivare l’assunzione smodata di alcool, sono stati pertanto pianificati controlli straordinari e mirati, soprattutto nel fine settimana, sotto il coordinamento tecnico-operativo del questore.
Al comitato hanno partecipato, insieme al questore, Carmine Belfiore, ed ai rappresentanti di tutte le forze dell’ordine, il procuratore della Repubblica di Terni, Cesare Martellino ed il sostituto, Francesco Novarese, nonché i sindaci di Terni, Leopoldo di Girolamo, di Amelia, Riccardo Maraga e di Narni, Francesco De Rebotti.

TERNI – Controlli a tappeto dei carabinieri in occasione della notte bianca “Terni On”.  Un giovane extracomunitario in evidente stato di  alterazione psicofisica nell’esibire i documenti di circolazione ai militari ha iniziato a farfugliare frasi sconnesse, barcollando vistosamente. I carabinieri hanno immediatamente chiamato il 118 che ha portato l’uomo al Pronto Soccorso dell’ospedale Santa Maria.

Dalle analisi rituali eseguite è risultato un valore spropositato di cocaina ingerita dal giovane ed un abuso di sostanze alcooliche per un tasso di gran lunga superiore al limite consentito.  Immediato il ritiro della patente di guida ed il sequestro amministrativo del veicolo finalizzato alla confisca. Complessivamente, nel corso del servizio sono state controllate 226 persone, 179 autoveicoli, 6 esercizi pubblici e 23 arrestati domiciliari. Sono state elevate 15 contravvenzioni al Codice della Strada per un importo complessivo di 9168,20 euro.

AMELIA – Giovedì 4 dicembre i Carabinieri della Compagnia di Amelia hanno svolto una serie di servizi specificatamente indirizzati al contrasto dell’uso degli stupefacenti ed all’abuso di alcool nei pressi dei luoghi di maggiore aggregazione. I mirati controlli hanno portato alla:

-      denuncia a piede libero per guida in stato di ebbrezza alcoolica operata dai Carabinieri di Narni nei confronti di un 28enne operaio romeno, residente in quel centro, che si poneva alla guida della sua autovettura nonostante un evidente abuso di alcool che, al controllo con l’etilometro, faceva registrare un livello di alcool nel sangue pari ad oltre 3 gr/l;

-      denuncia a piede libero per violenza a pubblico ufficiale operata dai Carabinieri di Otricoli nei confronti di un 50enne pregiudicato del posto che, sottoposto a controllo all’interno di un night del luogo, dava senza motivo in escandescenza aggredendo verbalmente e fisicamente i militari; per l’uomo, che comunque veniva bloccato senza conseguenze per alcuno, si rendeva alfine necessario il ricovero presso il servizio di psichiatria dell’Ospedale di Terni per un accertamento sanitario obbligatorio;

-      segnalazione amministrativa di tre persone alla Prefettura di Terni quali assuntori di sostanze stupefacenti inviata da parte dei Carabinieri di Narni Scalo; nel dettaglio venivano segnalati due studenti 17enni, entrambi residenti a Calvi dell’Umbria, ai quali, sottoposti a controllo nei pressi di un supermercato di Narni, venivano sequestrati pochi grammi di marijuana ed un 48enne del luogo trovato in possesso di un grammo di hashish.

AMELIA – E’ allarme alcol alla guida. Mentre torna di grandissima attualità il dibattito sul reato di omicidio stradale, l’attività dei carabinieri dimostra che sulla sicurezza lungo le strade l’allarme non si placa. Nel solo fine settimana i militari Terni e Amelia hanno ritirato sei patenti ad altrettanti automobilisti che guidavano sotto l’effetto dell’alcol o comunque con livelli superiori a quelli stabiliti dalla legge. Durante i controlli i carabinieri della radiomobile hanno trovato ad Amelia un 26enne nativo di Narni ma residente ad Orte con un tasso alcoolemico del sangue superiore ad 1 g/l.

A Montecastrilli invece è stato un 39enne di Montecastrilli a finire nella rete delle forze dell’ordine che a Castel dell’Aquila sempre ad opera della radiomobile di Amelia, è stato scoperto con un tasso alcoolemico vicino ai 2 g/l. Una volta ricoverato all’ospedale risultava positivo anche ai cannabinoidi e alle benzodiazepine. Un 26enne operaio nativo della Campania ma domiciliato a Terni è stato controllato dalla radiomobile ternana che ha registrato nel suo sangue un valore di alcol superiore a 2 g/l, anche lui positivo ai cannabinoidi.

Un 32enne amerino ne aveva oltre 2,2 g/l, mentre un 44enne di Bomarzo, controllato di notte alla Stazione di Montecchio vicino al casello dell’A1 di Attigliano, aveva un valore di circa 2,1 g/l. Un 23enne di Amelia infine controllato in viale Europa dalla radiomobile, a seguito delle analisi effettuate presso il locale ospedale dove veniva ricoverato per l’evidente stato di alterazione psicofisico, risultava positivo all’uso dei cannabinoidi.

Pagina 1 di 3
EOF