Cronache 24 - Notizie Otricoli
Notizie Otricoli

OTRICOLI – I parchi archeologici di Carsulae e Ocricolum e i luoghi di interesse storico dell’antica Narnia saranno le tappe di Expeditio V Flaminia, l’evento promosso  dal Comune di Otricoli e dalla cooperativa Gea, in collaborazione con i Comuni di Narni e Terni e il sostegno della Fondazione Carit. L’inizioativa è in programma dal 6 all’8 ottobre e vede il coinvolgimento anche delle scuole di Acquasparta e Massa Martana per ripercorre la storia della via Flaminia in uno degli anni che la videro protagonista con il passaggio delle legioni del futuro imperatore Vespasiano, della storia dell’anno dei quattro imperatori, il 69 d.C. Giunta alla sua quinta edizione, Expeditio Flaminia è organizzato da Anticae viae insieme ad associazione culturale Ocriculum e con l a partecipazione di associazioni di rievocazione da tutta Italia: Svodales mamartei, Contubernio piceno, Leg I minervia, Leg III gallica, Leg XVI, Leg XXII ppf.

UNA STORIA DA RACCONTARE - Morto l’imperatore Nerone, con la fine della dinastia Giulio-Claudia, l’impero piombò in un’aspra guerra civile che viene definita dalla storia come “anno dei quattro imperatori”.

Nel 69 d.C. si succedettero, infatti, ben quattro principi: Galba, successore di Nerone, poi ucciso dai pretoriani; Otone sconfitto a Betriacum (nei pressi di Cremona)i; Vitellio di nuovo sconfitto a Betriacum; Vespasiano che, acclamato dalle legioni orientali, per mano del suo generale Marco Antonio Primo, scese verso Roma facendo nascere, di fatto, il tempo della dinastia Flavia.

Come attesta Tacito, una volta sconfitto il grosso delle truppe a Betriacum, passati gli appennini, Antonio Primo si fermò a Carsulae in attesa del resto delle legioni. A Narnia erano disposte le forze di Vitellio che, venute a sapere della disfatta, non crearono problemi al passaggio di Antonio il quale, giunto il tempo dei Saturnali, si fermò a Ocriculum a rendere onore agli dei di Roma.

Una storia vecchia quasi duemila anni e l’ambizione di raccontarla in tre giorni dedicati all’identità storica della nostra terra con obiettivi: promozione turistica e divulgazione culturale.

> OBIETTIVO TURISMO (E NETWORK) - L’evento, integrato nel più ampio progetto “Archeo Land For All” teso a promuovere (e a rendere inclusivo) il Parco Archeologico di Ocriculum nell’ambito del network delle città lungo la via Flaminia, intende essere un contenuto di promozione del territorio. Per questo integra anche un’attività di educational dove sono stati invitati 8 direttori didattici provenienti da tutta Italia che potranno godere, oltre che del tema della rievocazione, anche di tutte quelle che sono le eccellenze del nostro territorio (Visita guidata a Ocriculum, Visita a Bosco Cardona e Narni Sotterranea, Visita guidata a Carsulae e a Palazzo Cesi).

> OBIETTIVO CULTURA - Fulcro dell’evento sarà il passaggio delle legioni di Antonio Primo la cui ricostruzione, attraverso la marcia di alcuni tratti della via Flaminia, darà il modo per introdurre delle attività di divulgazione legate alla storia:

La Flaminia come via di passaggio delle legioni, ma anche di commercianti e semplici viaggiatori (con didattiche per grandi e bambini);

Il ruolo delle legioni: militare ma, soprattutto, civile (con il coinvolgimento di luoghi quali il Ponte d’Augusto e l’Acquedotto della Formina dove saranno realizzate delle scene teatralizzate e didattiche);

Il cibo al tempo di Roma.

L’EVENTO - Un evento che vede coinvolte (con prologo il 4 e 5 nelle scuole di Massa Martana e Acqasparta) cinque città del nostro territorio:

(il 4-5 ottobre presso le scuole di Massa Martana e Acquasparta) - un prologo didattico per le quinte elementari e le prime medie che racconterà la storia della via Flaminia e l’importanza per la nascita dei borghi di VICVS MARTIS (Massa Martana) e AD AQVAS PARTAS (Acquasparta);

(il 6 ottobre a Carsuale) - Expeditio V: Flaminia. A partire dalle 11.00, sino alle 16.00, nella parte antistante il Centro Visite U. Ciotti  - la ricostruzione di un piccolo campo romano con didattiche sul soldato romano, l’agrimensore, il viaggiatore e il commerciante lungo la via Flaminia;

(il 7 ottobre a Narni) - Expeditio V: Flaminia. La marcia delle legioni di Antonio Primo (con partenza alle 10.00 da Narni Scalo, passaggio alle 11.00 al Ponte d’Augusto, arrivo alle 12.00 presso Auditorium San Domenico); la ricostruzione di un campo romano (nella zona di fianco l’Auditorium San Domenico); l’escursione presso il ponte d’Augusto con scena teatralizzata alle 11.00; l’escursione al Bosco Cardona con scene teatralizzate alle 16.15; una incredibile Cena Romana offerta dalla Cooperativa Iride (presso la Taverna degli Anelli a Narni).

(l’ 8 ottobre a Otricoli) - Expeditio V: Flaminia. La marcia delle legioni di Antonio Primo (con partenza alle 10.00 da Gualdo di Narni e arrivo al Parco Archeologico di Ocriculum alle 12.30); la ricostruzione di un campo romano e la vita di un municipio romano (nei pressi delle terme di Ocriculum); il festeggiamento dei Saturnalia nel pomeriggio.

Published in Cultura e Spettacolo
Mercoledì, 13 Settembre 2017 08:39

OTRICOLI / L'OMF E' STATO UN SUCCESSO

OTRICOLI - Sono stati migliaia, secondo Comune e associazione Culturale Umbria Music Commission, le presenze per l’Otricoli Music Fest 2017. Amministrazione e associazione tracciano il bilancio e parlano di “potenzialità future di un avvenimento che ci auguriamo possa crescere negli anni futuri diventando un elemento attrattivo dell’Umbria meridionale.

La scelta della musica acustica – aggiungono - si coniuga perfettamente con il fascino dei nostri borghi tanto da aver creato nelle serate del festival un‘atmosfera ovattata e complice tra chi ci è venuto a visitare e gli artisti che si sono esibiti, dai più acclamati e conosciuti fino ai ragazzi che hanno aderito con entusiasmo e qualità artistica al contest che ci auguriamo possa portare loro tanta fortuna.

Le migliaia di persone accorse – concludono Comune e Umbria Music Commission - siano da stimolo per noi a fare sempre meglio nella speranza che cresca anche il livello di realizzazione e promozione di un evento, come questo, che possa portare nuovi flussi turistici nelle nostre realtà”.

Ci sono diversi vantaggi di uno stile di vita sano. Ma possibile rimedi aiutarci? E 'facile per gli americani per ottenere rimedi on-line. Com'è possibile? Di solito, se avete perso l'attrazione ad un partner specifico, rimedi come Kamagra per migliorare la potenza è improbabile per aiutarlo a tornare. A proposito di "Kamagra Oral Jelly UK" e "Kamagra Oral Jelly consegna al giorno successivo"? Quello che gli esperti parlano di "Kamagra da India"? Altra domanda che dovremmo è "Kamagra consegna al giorno successivo". Una classe comune di antidepressivi, che comprendono Lexapro, può causare disfunzioni sessuali. Alcuni farmaci non sono adatti per le persone con alcune condizioni, e betweentimes un farmaco può essere usato solo se è preso cura supplementare. Se avete bisogno di consigli su Kamagra, uno dei medici farà farmaci accessibili che sono adatti per voi accettazione. Sarà quindi in grado di comprare il medicamento.

Published in Cultura e Spettacolo

OTRICOLI - E’ un grande appuntamento con la musica quello che si appresta a vivere Otricoli che dal 1 al 3 settembre ospita al centro storico l’Otricoli Music Fest 2017 (Omf). I Tiromancino, Marina Rei e Il Branco, tutti rigorosamente in versione acustica, saliranno sul palco del festival proseguendo nel solco già tracciato da altri grandi ospiti della musica italiana come Mario Venuti, Nicolò Fabi e Danilo Rea.

Il cartellone degli eventi e tutte le novità sono state presentate in una conferenza stampa a Largo Villaglori a Terni dal Comune di Otricoli e dai Comuni di Narni e Amelia che quest’anno, per la prima volta, saranno sede dell’Omf Contest. Il festival è organizzato dall’associazione Umbria Music Commission e dal Comune di Otricoli, è sostenuto anche dalla Fondazione Carit e si giova delle adesioni e della collaborazione dei Comuni di Narni e Amelia.

“E’ l’evento più importante di musica acustica di fine estate umbra”, ha detto il vice sindaco di Otricoli Nico Nunzi, presente insieme all’assessore alla cultura di Narni, Lorenzo Lucarelli, al vice sindaco di Amelia, Andrea Nunzi, e al presidente di Umbria Music Commission, Tommy Moroni.

Dopo l’anteprima di due giorni fa ad Otricoli con la Blues Brother Band, l’Omf 2017 si prepara al grande inizio. Il festival fa parte del progetto “Umbria Music Festival” e presenta quest’anno molte novità. Il 30 agosto, ad Amelia, e il 31, a Narni, si esibiranno in acustico, nei più importanti locali, gruppi emergenti con l’obiettivo di ripetersi poi a Otricoli durante le date del festival e di ambire alla vittoria dell’Omf Contest.

Altra novità, in collaborazione con l’associazione Acart, il primo concerto nella storia del festival dedicato alla musica classica. Inoltre il pomeriggio di domenica 3 settembre sarà animato dai colori dell’Holi Summer Festival accompagnati dall’animazione dalla scatenata truppa di Scuola Zoo. “Ci stiamo preparando al meglio – hanno detto i rappresentanti dei tre comuni – un evento di questo livello è un fatto importante che aiuta a rilanciare il turismo dopo il terremoto, a promuovere l’immagine dell’Umbria Sud e a sostenere anche l’economia locale”.

Published in Cultura e Spettacolo

OTRICOLI -  I Tiromancino, Marina Rei e Il Branco, tutti rigorosamente in versione acustica, proseguono il solco tracciato da Mario Venuti, Nicolò Fabi, Danilo Rea e tanti altri artisti che hanno marcato la loro presenza all’Otricoli Music Fest (Omf) in programma quest’anno nel borgo antico di Otricoli dal 1 al 3 settembre. Il cartellone degli eventi e tutte le novità 2017 saranno presentate in conferenza stampa martedì 29 agosto alle 11 (a Largo Villaglori). Saranno presenti i membri dell’associazione Umbria Music Commission, organizzatrice del festival, i rappresentanti dei Comuni di Otricoli, Narni e Amelia, della Fondazione Carit, co-sostenitrice dell’iniziativa, e tutti coloro che collaborano all’evento. “Presenteremo l’evento più importante di musica acustica di fine estate umbra”, dicono organizzazione e Comune di Otricoli. 

LE NOVITA’ - Omf2017 fa parte del progetto “Umbria Music Festival e presenta quest’anno molte novità. Il 30, ad Amelia, e il 31 agosto, a Narni, si esibiranno in acustico, nei più importanti locali, gruppi emergenti con l’obiettivo di ripetersi poi a Otricoli durante le date del festival e di ambire alla vittoria dell’OMFcontest.

Altra novità, in collaborazione con l’associazione Acart, il primo concerto nella storia del festival dedicato alla musica classica. Inoltre il pomeriggio di domenica 3 settembre sarà animato dai colori dell’Holi Summer Festival accompagnati dall’animazione dalla scatenata truppa di Scuola Zoo.  

Published in Cultura e Spettacolo

OTRICOLI – Nel I secolo d.C, Augusto divise in regioni il territorio italiano. Tra i principali centri della Regio VI, corrispondente in buona parte all’attuale Umbria, vi era certamente “Ocriculum”, di importanza strategica vista la sua collocazione lungo le sponde del Tevere. A quell’antico nome, custode di un glorioso passato, si ispira l’iniziativa che si svolge a Otricoli l’ultimo weekend di maggio: “Ocriculum Ad 168”, promossa dall’associazione Ocriculum, con la collaborazione del Comune di Otricoli e la Pro Loco locale e il patrocinio del MiBact, la Regione Umbria, il FAI e la Fondazione CARIT.

L’evento intende valorizzare il Parco Archeologico del paese, sede dell’iniziativa, nonché grande testimonianza dei fasti antichi di quest’area. L’idea, come spiegano gli organizzatori, è quella di usare “la rievocazione storica come strumento di divulgazione culturale, promozione del territorio e accrescimento identitario locale”. Del resto il programma della manifestazione, che occupa le giornate di venerdì, sabato e domenica, è davvero ricco di appuntamenti, in grado di accontentare tutti: bambini, esperti di storia o semplici turisti.

I vari eventi cercano di ricreare l’ambientazione tipica delle città romane dell’epoca, con le loro strutture, attività quotidiane, ritualità e momenti ludici. Una vera immersione in un mondo passato che non smette, però, di appassionare e incuriosire. Non ci si deve sorprendere, dunque, se passeggiando per il Parco si può incrociare lo sguardo ammutolito di uno schiavo, oppure assistere a una partita a dadi, alle proposte di un furbo mercante o all’allenamento di valorosi gladiatori. Ma vivere come i romani a quel tempo significa anche mangiare i loro stessi cibi e comprare i loro stessi prodotti. Tappe obbligatorie diventano, così, il passaggio nelle mense allestite secondo lo stile dell’epoca e nel mercato tradizionale. Il tutto pagando rigorosamente con assi, sesterzi e aurei, le monete diffuse al tempo dell’antica Roma.

Oltre alla suggestiva rievocazione storica, l’iniziativa intende valorizzare il Parco Archeologico di Otricoli, suscitando interesse su temi di natura storico-culturale che possano anche promuovere il turismo nell’area. Non a caso, l’evento organizzato rientra quest’anno nel percorso “Anticae Viae”, un network di eventi su scala nazionale che ruotano intorno al recupero di grandi patrimoni storico-artistici in una prospettiva turistica e culturale. Legionari, botteghe artigiane, taverne tipiche e lo storico porto fluviale fanno così da cornice a un parco che fa dei resti archeologici e degli scorci naturali i suoi più apprezzati marchi di fabbrica.

Lorenzo Di Anselmo

Published in Cultura e Spettacolo
Pagina 1 di 27
EOF