Cronache 24 - Notizie Narni
Notizie Narni

NARNI - Si può ben dire che quello di martedì 17 ottobre con il segretario Pd Matteo Renzi sia stato un incontro di lavoro. Renzi, proprio in quel giorno, ha iniziato il suo viaggio in treno con Destinazione Italia per conoscere, dice lui non senza una certa enfasi retorica, com'è il nostro paese, che ovviamente lui conosce benissimo avendolo pure governato.

Lo stesso Renzi, sceso dal treno alla stazione dello Scalo, è stato subito accompagnato, insieme al sottosegretario Villanova, dai maggiorenti del Pd locale, dal sindaco, Francesco de Rebotti, dalla presidente della Regione, Catiuscia Marini e dal vice presidente, Fabio Paparelli, alla ex Sgl Carbon, la fabbrica, gli era stato spiegato durante il viaggio da Roma all'Umbria, che è un simbolo della città e in un certo senso, insieme ad altre multinazionali, della regione.

In sala mensa non si è fatto il sorteggione di fantozziana memoria ma si è parlato di lavoro. Renzi, che si è fatto serio per l'occasione, ha prima ascoltato il sindaco che ha spiegato la situazione, compresa anche la recente vendita della fabbrica, poi, insieme a Villanova, ha annunciato per mercoledì il vertice al Mise con Go Source, la nuova proprietaria della fabbrica. "L'obiettivo - hanno detto in coro il segretario del Pd e le istituzioni - è chiudere in tempi brevi e rilanciare produzione e occupazione". Ce ne sono circa 100 che ancora stanno aspettando.   

Published in Cronaca

NARNI - Mancano ancora i risultati ufficiali ma la cosa appare praticamente certa. La moria di piccioni fra Narni e Amelia sarebbe dovuta alla paramixovirosi, più comunemente conosciuta come pseudopeste aviare. Si tratta di una malattia virale conosciuta ormai da molti anni che può colpire fino a 200 specie di uccelli sia da allevamento, che da casa o, più tecnicamente definiti, ornamentali. Non si tratta di aviaria classica, né di insorgenza di virus improvvisi ma solo dell'acuirsi di una malattia sempre piuttosto diffusa e che in questo caso ha attecchito particolarmente sui piccioni vista la sua numerosità. La conferma arriva dagli esperti.

"Le colonie di volatili di questa specie - spiega il veterinario Asl, Pietro Valentini Marano - sono molto numerose sia a Narni che ad Amelia e la pseudopeste si propaga molto più facilmente quando lo scambio e la correlazione fra i volatili è più frequente, proprio come nel caso delle due cittadine". L'alto numero di piccioni insomma avrebbe favorito il diffondersi della malattia che altrimenti, in condizioni diverse, non avrebbe mietuto vittime con questa frequenza come si sta registrando ultimamente. Per l'uomo non c'è alcun pericolo, la malattia rimane diffusa fra i volatili anche se non si sa ancora quanto potrà durare. 

Published in Cronaca

NARNI - Quali risultati hanno prodotto i progetti Sprar, il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati? La Lega Nord Umbria, attraverso il capogruppo in regione, Emanuele Fiorini, ha predisposto una richiesta di accesso agli atti per avere visione di alcuni documenti relativi ai progetti elaborati per la “Zona sociale 11”, comprendente i territori di Narni (comune capofila), Amelia, Attigliano, Guardea e Lugnano in Teverina. “Anche attraverso la lettura dei verbali prodotti – afferma il capogruppo Fiorini – vogliamo capire che tipologia di percorso di inclusione sociale hanno affrontato i richiedenti asilo per essere inseriti nella società. Vogliamo avere una visione chiara in merito alla tipologia di lavoro svolto dai dipendenti, il numero di soggetti inseriti nella società e quelli che lavorano, quale grado di inclusione sociale è stato raggiunto dal progetto, ex delibera 194/2013 del Comune di Narni. Chiediamo, inoltre, di avere visione degli ordini di servizio dei dipendenti – continua il consigliere regionale – e della rendicontazione finale delle spese inviate al servizio controllo. A tale scopo abbiamo inoltrato una richiesta di accesso agli atti al Comune di Narni”.

Published in Cronaca

NARNI - Il segretario del Partito democratico, Matteo Renzi, farà tappa oggi a Narni proveniente da Roma dove è partito il suo viaggio, "Destinazione Italia" che per otto settimane farà tappa nelle 107 province italiane per conoscere il territorio nazionale. Renzi scenderà dal treno alle 17 alla stazione dello Scalo e poi andrà subito alla Sgl Carbon a parlare in sala mensa con gli operai o quel che resta di loro.

Poi, prima di ripartire, si fermerà per qualche minuto anche con gli anziani di un centro sociale della zona. La tappa narnese è la prima del suo viaggio pieno di speranze alla ricerca di un nuovo rapporto con gli italiani prima delle elezioni di primavera. "Il partito in viaggio, nelle esperienze dell’Italia che lavora, che studia e che dedica con generosità una parte del proprio tempo libero agli altri, quella che si proietta verso il domani con passione, coraggio e curiosità’’, scrive Matteo Renzi nell’annunciare l’iniziativa. 

Le prime reazioni politiche - L'arrivo di Renzi non è cosa da tutti i giorni dalle parti di Narni e così la sua presenza scatena subito le opposizioni. La prima a parlare è Eleonora Pace, capogruppo di Fratelli d'Italia in Comune. "Dopo le visite della presidente della Regione Umbria Marini - dice - che tranquillizzò sul futuro dell’ospedale di Narni e pure sull’affidabilità dell’imprenditore Monachino per il rilancio della Nuova Elettrocarbonium -ricorda l’esponente di FDI- l’esperienza ci dice che i viaggi della speranza degli esponenti di primo livello del PD non portano bene perciò, tutti gli scongiuri sono consentiti e consigliati.

Chissà - conclude la Pace - se “mister promessa” oltre che contemplare ciò che resta della ex Elettrocarbonium, si farà un giro anche alla Piastra logistica Terni-Narni o nel territorio del fu “consorzio delle aree industriali” e magari anche alle acciaierie di Terni alle prese con un altro grande momento di criticità come quello del 2014, che vide però il segretario del PD, allora premier, andare in tanti luoghi colpiti dalla crisi industriale ma evitare accuratamente ogni contatto con la realtà ternana?"

Published in Cronaca

NARNI - Sono rinnovati domenica 15 ottobre i comitati dei terzieri della Corsa all'Anello che dureranno in carica per i prosismi tre anni. Non ci sono state sorprese particolari alle urne dalle quali sono usciti i nomi di coloro che guideranno i tre terzieri nel prossimo futuro. Ecco nel dettaglio votati e preferenze:

 Mezule: Serenella De Arcangelis (186), Renato Paci (159), Gianni Giombolini (153), Giulio Giombolini (152), Alessandro Carlaccini (143), Gianni Di Antonio (143), Cesare Antonini (140), Franca Fiaschini Rossi (139), Samuele Nevi (135), Matteo Laudi (132), Marco Lucci (132), Vittoria Rossi (120), Stefano Chieruzzi (119), Luka Kenno (119), Marco Della Rosa (118), Pierfrancesco Lucci (118), Antonio Giannelli (117), Alessandro Chiappalupi (114), Brian Spadini (108). Eletti con facoltà di uditori: Giuliana Fainella (103). Non eletti: Giulio Bacci (103), Simone Galletti (91), David Ricciutelli (69), Daniele Gubbioni (61).

Fraporta: Simone Trombetta (104), Edoardo Secondi (95), Federico Sernicola (95), Marina Francioli (94), Giuseppe Ratini (94), Ambra Bianconi (91), Marco Vitelli (89), Andrea Massarelli (88), Luca Saltimbanco (88), Cesare Meloni (85), Lorenzo De Florio (80), Paolo Antonini (79), Giulio Favetta (79), Eleonora Sernicola (76), Francesca Troiani (74), Federico Grillini (73), Alessio Rubini (72), Raffy Arias (67), Marco Giovannetti (61). Eletti con facoltà di uditori: Filippo Cotogni (32). Non eletti: Andrea Angelucci (31).

Santa Maria: Marco Fucina (113), Diego Cipiccia (111), Pamela Raspi (105), Raffaele Proietti (96), Matteo Veschitelli (92), Danilo Regis (92), Caterina Biagetti (77), Valeria Bizzoni (75), Federico Ruffini (70), Sacha Biagetti (66), Marina Schiavoni (65), Francesca Raspi (64), Giorgia Latini (62), Giulia Cerenzia (58), Vasco Novelli (57), Federico Brunelli (56), Marina Cirulli (56), Filippo Guazzaroni (53), Leonardo Basilotta (53). Eletti con facoltà di uditori: Paolo Cipiccia (49). Non eletti: Lorenzo Rossi (43), Gianfranco Radici (23), Francesco Brunotti (7), Maurizio Venturini (4), Marco Angeletti (3), Isabella Cola (3), Patrizia Nannini (2), Emanuele Tulli (1), Lorenzo Leonardi (1).

Published in Cronaca
EOF