Cronache 24 - Notizie Narni
Notizie Narni

NARNI - I Lions prendono posizione a favore dei vaccini e per sostenere la loro tesi organizzano un convegno per il 30 ottobre alle 9 e 30 al teatro comunale con relatori tutti orientati verso la difesa delle vaccinazioni.

In un comunicato condannano infatti quella che secondo loro è una dilagante disinformazione anche per colpa dei giornalisti (tanto per cambiare) e spiegano gli obiettivi dell'incontro che sono quelli di "accrescere le conoscenze anche per ottenere chiarimenti, superare dubbi e preconcetti e, per questa via, contrastare la dilagante disinformazione su argomenti tanto cruciali quanto, al momento presente, sovente strumentalizzati e troppo spesso trattati – in alcuni casi anche dagli organi d’informazione - con superficialità e pressappochismo".

Published in Cronaca

NARNI - Sarà dedicato alla scoperta dell’antica abbazia di San Cassiano, nelle Gole del Nera, il trekking “Narni tra arte e fede” organizzato per domenica prossima da Sistema Museo in collaborazione con il Comune. Il tour partirà dal centro storico medievale per poi passare poi attraverso le rovine del Ponte d’Augusto. “A sentinella delle meraviglie delle Gole del Nera, l’abbazia di San Cassiano – dice Sistema Museo - spicca tra il verde del Monte Santa Croce, suscitando ammirazione di fronte alla sua monumentalità e allo stesso tempo desiderio di raccoglimento”. All’abbazia sarà anche possibile degustare prodotti del territorio.

Published in Cronaca

NARNI – Finisce l’era di Claudio Proietti, almeno quella alla guida del Partito democratico di Narni. Dopo dieci anni, quasi un record, Proietti lascia la direzione del partito e lo fa a favore di Fabio Svizzeretto, di Taizzano, 48 anni, capogruppo comunale, con ruoli di responsabilità nelle Ferrovie dello stato. Un incarico che prosegue nella falsariga dell’assenza di esponenti del capoluogo comunale (Proietti è di San Liberato) ai vertici del partito dove si sono avvicendati in passato Sergio Saleppico, di Ponte San Lorenzo, Stefano Bigaroni, anch’egli di San Liberato, il vero cuore, oggi con qualche aritmia, del potere prima Pci, poi Pds e oggi Pd.

Del resto i voti con i quali il centrosinistra si assicura da decenni la guida della città vengono in larga parte dalle periferie, dove risiede l’80 per cento degli abitanti e quindi dei votanti, buona parte dei quali vota Pd o altre forze del centrosinistra. Anche da queste vicende partitiche si percepisce ormai chiara la marginalità politica del centro storico, gigante culturale e spettacolare ma nano politico. Anche la giunta riflette gli stessi equilibri, non avendo esponenti del capoluogo. Segno dei tempi.

Intanto si sono svolti anche i congressi comunali nei vari territori. Una nota del Pd fa il quadro dei nuovi eletti. Prima di tutto, si legge nel comunicato, ha vinto la mozione Silveri (su quella Grimani, sindaco di San Gemini), che probabilmente a Narni buona parte dei votanti non sa nemmeno chi sia. Ebbene si tratta del sindaco di Ferentillo, in Valnerina, un migliaio di abitanti, un po’ meno di un quartiere di Terni, trenta volte meno di Gabelletta-Borgo Rivo, ma si vede che così va oggi la politica, sempre più distante dai numeri e sempre più vicina ai tavoli riservati.

Per la cronaca i   componenti  eletti   nei   cinque   circoli   sono   cinquanta   che   con   i   membri   di   diritto,   compresi  quelli dell’assemblea comunale, arrivano complessivamente a circa cento unità. Alla mozione Silveri sono andati cinque delegati, due alla Grimani. Questi i numeri: ha votato circa il 60% degli iscritti, a Silveri è andato il 65% dei voti mentre a Grimani   il   35%;   andranno   a   rappresentare   Narni   all’assemblea   provinciale   Daniele   Latini, Valentina   Belloni,   Franco  Aramini,   Luisella   Leonetti   e   Silvia  Tiberti   per   la   mozione   Silveri   e Andrea Picchioni e Giovanni Rubini per la mozione Grimani.

I nuovi Segretari di Circolo sono: Michele Francioli a Narni Centro, Valentina Belloni a Narni Scalo, Paolo Patassini a Narni Sud e Andrea Picchioni a Ponte San Lorenzo mentre San Liberato ha riconfermato Massimiliano Corvi.

“Il Pd di Narni – dice il partito stesso nel comunicato - ha dimostrato ancora una volta grande maturità e compattezza, con una proposta unitaria sia sui segretari di Circolo che sul futuro segretario comunale, considerando che Claudio Proietti, dopo dieci anni di segreteria, ha deciso di non ricandidarsi. Si tiene a sottolineare come sia stata rispettata la parità di genere in tutti gli organismi che sono andati al rinnovo, infatti il 50% di tutti gli eletti è femminile”.

Ma la stoccata arriva alla fine ed è una bella bordata senza nomi ma con destinatari ben precisi. “Siamo sicuri – dice il Pd parlando di Svizzeretto – che farà crescere un nuovo gruppo dirigente non ammorbato da scontri e divisioni che caratterizzano invece altri territori rispetto ai quali Narni ha rappresentato sempre e rappresenta una positiva eccezione. Senza che nessuno fuori da Narni possa permettersi di “mettere” il cappello o mettere in discussione lo straordinario lavoro fatto nell’innovazione del Pd narnese”.

 

Published in Cronaca

NARNI - Pericolo sulla strada provinciale dell'Aia dove i rami di un grosso pino minacciavano la sicurezza stradale. Il forte vento dei giorni scorsi ne aveva aumentato la pericolosità minacciando automobilisti e pedoni. Il fatto si è verificato a Miriano,  centro abitato a poca distanza dal capoluogo comunale e lungo la Flaminia che porta verso Terni, situazione, questa, che riversa sulla strada secondaria un gran flusso di traffico ogni giorno. Ad accorgersi dello stato precario dei grossi rami sono stati alcuni residenti che hanno chiamato i vigili del fuoco di Terni. Il pino si trova di fronte all'ingresso della chiesa di Santa Rita e Lucia, chiusa tempo fa per lesioni interne con il trasferimento delle messe nella malconcia chiesa di San Girolamo. 

La 'reclusione era stata aumentata dalle notizie provenienti da Roma dove un pino di oltre 20 metri era caduto al suolo distruggendo una vettura parcheggiata sotto e solo il caso, stavolta fortunato,  aveva voluto che al suo interno non ci fosse nessuno. Una squadra di vigili del fuoco si è messa subito al lavoro dovendo regolare necessariamente il traffico a senso unico alternato per evitare che i rami recisi potessero finire addosso a qualche mezzo.  La situazione di Miriano ha riportato in primo piano il tema della sicurezza dei tanti pini presenti sul territorio comunale e che costituiscono ormai un potenziale pericolo per la sicurezza e l'incolumità pubblica

Published in Cronaca

TERNI – Con sei voti favorevoli e un astenuto il Consiglio provinciale ha approvato ieri il piano provinciale 2018/2019 per l’offerta formativa e la programmazione territoriale della rete scolastica nell’ambito delle linee guide regionali 2018-2021. Il piano contiene proposte riguardanti gli istituti superiori e gli indirizzi formativi. Fra queste lo spostamento del Cpia di Allerona nella nuova sede di Orvieto per meglio intercettare la domanda di utilizzo.

Per l’istituto comprensivo di San Venanzo sarà invece da valutare la proposta del Comune di mantenere gli attuali assetti, mentre su Terni le proposte riguardano l’istituzione di un corso di biotecnologie sanitarie all’Itis Allievi-Itg San Gallo, uno su relazioni internazionali per marketing all’Iis Casagrande-Cesi e di un liceo coreutico all’Angeloni. Un’altra proposta contiene invece l’istituzione di un corso serale nel settore moda da attivare a cura dell’Ipsia al carcere di Terni ed uno in enogastronomia nella casa di reclusione di Orvieto a cura dell’istituto classico-artistico di Orvieto.

L’approvazione del piano prosegue l’iter iniziato con l’apertura del tavolo di concertazione provinciale e le successive conferenza d’ambito per il ternano, il narnese-amerino e l’orvietano, tutte svolte nella sala del Consiglio provinciale con la partecipazione dei sindaci e dei rappresentanti dei Comuni, dei dirigenti scolastici, dei rappresentanti dell’Usr, della Camera di Commercio, di Confindustria, dei sindacati e degli altri soggetti a vario titolo coinvolti. Giovedì prossimo la conferenza provinciale sulla scuola esaminerà il piano votato dal Consiglio ed una volta approvata invierà la documentazione alla Regione Umbria.

Published in Cronaca
EOF