Cronache 24 - Notizie Narni
Notizie Narni

NARNI – Attenti alla Tari. La tariffa sui rifiuti potrebbe infatti nascondere diverse “fregature” nelle pieghe del modello di pagamento inviato due volte l’anno dal Comune. Lo sostiene Forza Italia che con il capogruppo Sergio Bruschini chiede che venga verificata la bolletta dei narnesi per scongiurare quello che è accaduto in numerosi comuni italiani. “Il ministero delle finanze – spiega infatti Bruschini - ha chiarito che la quota variabile della Tari, cioè quella relativa al numero dei componenti della famiglia, va calcolata una sola volta per le abitazioni con pertinenze come garage, balconi, orti e così via. Molti comuni hanno però replicato il conteggio anche sulle pertinenze moltiplicando così il costo della tariffa.

Nel nostro comune – si domanda Bruschini - come ci si è organizzati rispetto a questo calcolo? Conoscerne la modalità è importante in quanto i cittadini potrebbero fare ricorso ed ottenere indietro eventualmente quanto ingiustamente richiesto”. Ma non è tutto. Ci sarebbe infatti anche altro punto che la cassazione ha chiarito ed è quello relativo alla riduzione della Tari in percentuale, se per qualsiasi motivo, sciopero o disservizi vari, la raccolta non si sia svolta o fosse risultata incompleta. “Ci sono diverse associazioni dei consumatori – precisa in merito il capogruppo forzista – che vorrebbero impugnare la sentenza nei confronti dei vari comuni. Il fatto è che questa tariffa deve essere ben monitorata onde evitare abusi, in attesa che si arrivi alla tariffa puntuale, (annunciata a Narni circa 14 anni fa ndr) ove ognuno paga per la quantità di rifiuto prodotto”.

 

Published in Ambiente

NARNI - Il consigliere comunale di Tpn Sandro Amici chiede che una via o una scuola alla figura di Anna Frank. La proposta arriva dopo l'episodio legato alla vicenda dei volantini di alcuni tifosi della Lazio. "Accolgo l’invito di Mario Calabresi - dice Amici e propongo alla città un segnale di memoria: Ricordare l’olocausto dedicando uno spazio alla sua persona. Al breve intervento di Calabresi - dice ancora Amici - voglio solo aggiungere due considerazioni: - probabilmente la maggioranza dei falsi tifosi che hanno perseguito tale azione non sapeva neanche chi era anna frank. E ciò mi sgomenta - in questo stato di confusione attuale mondiale nel quale c’è un calo profondo di valori condivisi alcune volte , come in questo caso bisogna dare dei segnali chiari e forti". 

Published in Cronaca

NARNI - Ha già registrato un notevole afflusso di famiglie il progetto “Genitori Neo … Nati”, avviato in questi giorni dal Comune di Narni grazie all’aggiudicazione di un bando regionale e con la coprogettazione fra Comune stesso, consultorio famigliare, dirigenti Usl2, Regione Umbria, Nati per Leggere, pediatre di “Libera scelta” di Narni, Sistema Museo e biblioteca comunale. Lo riferiscono gli assessori alle politiche sociali, Silvia Tiberti, e alla cultura, Lorenzo Lucarelli, che sottolineano con soddisfazione i primi risultati raggiunti. “I corsi, partiti inizialmente al consultorio famigliare – dicono i due assessori - rappresentano un’opportunità per i futuri genitori di comprendere l’importanza della pratica della lettura sin dalla gestazione.

Tra mamma e feto si instaura infatti una comunicazione precoce anche senza che essi possano toccarsi e vedersi ed intorno al quarto mese di gestazione si forma il sistema uditivo, quindi il piccolo può iniziare a sentire pian piano la voce della mamma. Iniziare già dal quarto mese di gravidanza a leggere filastrocche, perché sono semplici e ritmate, pone le basi per un’ottima relazione tra madre e bambino.

“Leggere – aggiunge poi l’assessore Tiberti - è un’abitudine che il bambino apprende, all’inizio ascoltando un racconto, una filastrocca o una favola dall’adulto con il quale per primo entra in relazione, e successivamente sfogliando e indicando le immagini, per poi in seguito leggere da solo ciò che preferisce.

I bambini educati alla lettura sin da piccoli – afferma l’assessore - continueranno a sentire il bisogno di leggere anche quando saranno adulti, mantenendo aggiornate, efficienti e elastiche le proprie conoscenze e la propria mente”.

Il progetto, puntualizzano Lucarelli e Tiberti, non è rivolto solamente ai futuri genitori ma anche ai neo genitori e ai genitori con bambini piccoli, per questo motivo sono stati scelti diversi luoghi dove proporre letture, tra cui la biblioteca comunale “Eroli” che nella sezione ragazzi ha uno spazio dedicato alla fascia di età 0–6 anni. “E’ uno spazio accogliente e rilassante – spiega l’assessore Lucarelli - con moltissimi libri adatti ai bambini piccoli e piccolissimi, per ogni età ci sono testi più appropriati per aiutare il bambino a sviluppare e migliorare le sue capacità cognitive, sociali-relazionali ed emotive. Con questo progetto si vuole incentivare gli adulti e i bambini a vivere la biblioteca come uno luogo di incontro e di scambio”.

Le letture vengono proposte da Sistema Museo specializzatasi attraverso i corsi promossi a livello regionale da Nati per Leggere. L’enfasi con cui il lettore interpreta il racconto e l’interesse del bambino nell’ascoltare, riferisce l’amministrazione, dovrebbe farlo catapultare in un mondo magico, fatto di emozioni, paure, affetti, scoperte e gioie come il mondo interno del bambino. “Per questo – sottolineano ancora i due assessori - è importante leggere con il bambino e non al bambino, inoltre i genitori avranno l’opportunità di vedere quali sono i libri più adatti ai primi mesi e anni di vita del bambino”.

Altro luogo dove si svolgeranno le letture è il nido d’infanzia comunale “Il Grillo Parlante”. “La scelta di effettuare le letture presso il servizio con i bambini fruitori e coppie esterne di futuri genitori, neo genitori e genitori con bambini piccoli – conclude la Tiberti - consente di pensare e ripensare i servizi prima infanzia come luoghi educanti e promotori di una cultura dell’infanzia nel territorio aperti a tutti i cittadini”.  

Published in Giovani

NARNI – Da venerdì scatterà un restringimento di corsia in direzione Narni-Nera Montoro sulla SR 204 Ortana in prossimità della frazione di Stifone. Il provvedimento del servizio viabilità riguarda il km 41+200 ed interessa i lavori di manutenzione di un fabbricato adiacente la strada. Il restringimento durerà fino al 31 dicembre e sarà in vigore per tutte le 24 ore. In concomitanza con carico e scarico materiali potrebbe essere istituito temporaneamente un senso unico alternato regolato da movieri.

Published in Cronaca

NARNI - Oltre il 16 per cento dei giovani fra i 25 e i 40 anni hanno lasciato la città. Lo dicono i dati dell'Istat sul movimento demografico umbro segnando Narni come il territorio a più alta percentuale di emigrazione di tutta la provincia di Terni. "Un dato preoccupante - commenta il capogruppo di Forza Italia, Sergio Bruschini - in quanto esso si associa ad un invecchiamento generale della città e ad un calo continuo di popolazione che ormai da anni scende. Siamo ormai sotto i 20mila abitanti e ora scopriamo che si sta registrando anche l'esodo di chi dovrebbe rappresentare il suo futuro.

Quindi non solo saldo negativo tra nuovi nati e decessi, ma soprattutto emigrazione. Sono dati - aggiunge Bruschini - che dovrebbero far sobbalzare i nostri amministratori,i quali invece sembrano vivere una sorta di "paese delle meraviglie". 

La soluzione che propone Forza Italia è quella di "studiare la motivazioni, analizzare il contesto con un approccio scientifico affidando ad esperti uno studio su questo tema che permetta alle istituzioni di entrare dentro ai soli numeri e predisporre per ciò che di sua competenza strumenti ed atti che possano dare soluzioni".

Il problema non è nuovo. Due anni fa Cronache24 se ne occupò con la rubrica "La valigia dei sogni" che intervistava i giovani ormai lontani da Narni. Ne venne fuori uno spaccato molto interessante ed un dato comune a tutti. Chi era partito amava ancora la sua città ma non sarebbe mai tornato a viverci. 

 

Published in Giovani
EOF