Cronache 24 - Notizie Narni
Notizie Narni

NARNI – Nuovi sistemi di video sorveglianza saranno installati nel territorio comunale per filmare eventuali abbandoni di rifiuti. Lo annuncia l’assessore all’ambiente, Alfonso Morelli, che in coordinamento con l’assessorato alla protezione civile e alla sicurezza, ha varato l’implementazione delle telecamere fisse nei punti nevralgici del comune più esposti all’abbandono di rifiuti. Oltre alle video riprese, l’assessorato all’ambiente annuncia anche altre iniziative per contrastare le discariche abusive. 

Tra queste l’arrivo di nuovi ispettori ambientali, inviati da Asm, nuove fototrappole e protocolli di intesa con altri enti “affinché – spiega Morelli - l'azione di contrasto riguardi un'area vasta di territorio e ben coordinata. Il nostro impegno – afferma l’assessore - prosegue anche grazie all'azione sinergica delle guardie volontarie,   della polizia municipale e dei carabinieri forestali. Si tratta di azioni di prevenzione, controllo e repressione grazie ad  attività di indagine, appostamenti ed utilizzo di sistemi che aiutano le operazioni”. 

I carabinieri forestali, fa sapere l’assessore Morelli, hanno elevato di recente sanzioni amministrative anche in luoghi particolarmente sensibili come Strada dei Confini, della Selva e Sant'Anna. “Il tema dell'abbandono dei rifiuti – conclude - vuoi per incoscienza, inciviltà ma anche delinquenza, in quanto parliamo anche di abbandoni di rifiuti speciali provenienti da attività illecite, necessita di azioni sempre più pressanti”.   

Published in Ambiente

NARNI – Se le discariche abusive non accennano a diminuire per colpa di chi inquina senza scrupoli, notizie positive arrivano però dalla raccolta differenziata che sfiora il 75 per cento. Lo rende noto l’assessore all’ambiente, Alfonso Morelli, pubblicando i dati relativi ai primi sette mesi di quest’anno che evidenziano un valore di 74,9 per cento, superiore di circa 9 punti al totale del 2016 (65,4 per cento). Secondo i risultati pubblicati dal Comune su https://narnirifiutizero.wordpress.com/ il trend della differenziata è stato sempre in crescita negli ultimi cinque anni.

Nel 2012 la percentuale era ferma al 39,5, nel 2013 era salita al 41,8, confermandosi anche nel 2014. Nel 2015 era salita al 50,1 per cento, attestandosi, nel 2016, al 65,4. “Il sistema funziona – dichiara l’assessore all’ambiente, Alfonso Morelli - Con ulteriori correttivi del servizio, che abbiamo già programmato, ed iniziative di promozione e comunicazione possiamo ulteriormente migliorare non escludendo di arrivare anche all'80 per cento”. Molto positivi, secondo Morelli anche gli indici di recupero. “Sono molto alti – spiega - a significare che la raccolta si fa e si fa bene. Questi risultati – conclude - ci possono già far dire di prevedere anche per il prossimo anno una ulteriore riduzione dei costi della gestione e una crescere dei servizi”.  

Published in Ambiente

NARNI – Amministrazione comunale, associazioni, realtà imprenditoriali e commerciali hanno implementato la “mappa delle buone pratiche” con oltre 30 punti di interesse ed intervento per ridurre la produzione di rifiuti e la comparsa di discariche abusive. A renderlo noto è il Comune che sul proprio sito internet istituzionale pubblica l’aggiornamento delle buone pratiche e spiega l’importanza della mappa.

“E’ una guida alle azioni ed esperienze concrete adottate sul territorio comunale – dice l’amministrazione - per ridurre i rifiuti e incrementare la sostenibilità ambientale. In questa mappa si possono trovare tutte le iniziative promosse sul territorio ognuna delle quali è catalogata e corredata da una descrizione”.

Sulla mappa sono presenti tutte le attività commerciali ed economiche che in diverse forme aderiscono a queste iniziative, oltre all’elenco dei progetti avviati dal Comune tra cui LastMinuteSottoCasa, La legacciola, il carpooling, gli ecocompattatori per raccolta di plastica e alluminio, le fontanelle pubbliche di acqua frizzante e depurata, la raccolta dei cellulari.

La mappa è stata promossa dall’assessorato all’ambiente in collaborazione con Ecologicpoint, associazione di volontariato ambientale che collabora attivamente al progetto “Narni Verso Rifiuti Zero”.
La mappa, realizzata completamente con software gratuiti, è in continuo aggiornamento ed aperta anche a tutti quei soggetti interessati a comunicare la propria buona pratica a sostegno dell’ambiente.

La mappa è disponibile on-line a https://goo.gl/xP5w5B

Published in Ambiente

NARNI - Il fenomeno dell'abbandono di rifuti comincia ad avvicinarsi anche ai centri urbani. Piuttosto difuso nelle campagne del narnese, adesso il problema delle mini discariche si comincia a fars entire anche vicino al centro storico. E' il caso, ad esempio, di Santa Margherita, quartiere della zona alta, quella del Monte, dove i cittadini lamentano il fatto che ci siano persone incuranti dell'ambiente e delle regole.

A Santa Margherita, stando ad alcuni residenti che lanciano l'allarme, ci sarebbero cumuli di rifiuti che non verrebbero smaltiti nella maniera corretta ed è da qui che i residenti chiedono l'intervento del Comune. Pochi anni fa, sempre in quel quartiere scoppiò un caso molto pesante. Nei sotterranei degli edifici di residenza pubblica furono infatti trovati molti cumuli di rifiuti di ogni genere. Il Comune intervenne per ripulire ma poco dopo il problema rispuntò, segno che i responsabili erano ancora liberi di farlo. 

Meno liberi invece sono quelli beccati in questi giorni a Nera Montoro dove le guardie ambientali di Collescipoli sono risaliti ai responsabili di un abbandono di rifiuti. Per loro è scattata la multa salata con conseguente plauso del sindaco, Francesco de Rebotti, all'operato dei controllori. "Un lavoro complicato ma che da i suoi frutti - scrive de Rebotti sul suo profilo facebook - sempre alle costole dei pochi incivili ai quali speriamo per lo meno la tasca faccia male male e che ne traggano insegnamento. Grazie alla squadra delle Guardie Eco Zoofile di Collescipoli tutti i giorni sul campo". 

Published in Ambiente

AMELIA - Asili a costi ridotti e sgravi sulla tariffa rifiuti sono le decisioni assunte dall’amministrazione comunale che ha pubblicato i bandi per l’accesso alle agevolazioni riservate a chi ha redditi bassi e particolari condizioni sociali e famigliari.

Lo rende noto l’assessore alle politiche sociali, bilancio e tributi, Antonella Sensini, che spiega il contenuto delle misure varate dalla giunta Pernazza. “I tempi di attuazione di alcuni provvedimenti si dilatano a causa di notevoli complessità burocratiche – afferma - ma il senso di responsabilità di questa amministrazione per i cittadini, soprattutto quelli più svantaggiati, è stato da sempre un punto nodale delle attività di governo. Anche gli ultimi atti deliberati vanno in questo senso”. Il bando dei voucher, attivo sino al 24 agosto, darà la possibilità a 20 famiglie con bambini tra i 3 ed i 36 mesi e con un Isee al sotto dei 18mila euro, di usufruire di una riduzione della tariffa per i servizi all'infanzia.

“Il sistema – spiega l’assessore – permetterà di pagare quanto previsto per il nido comunale e di scegliere la struttura che si preferisce, a prescindere dal reddito di cui si dispone”. Tra le condizioni che aumenteranno il punteggio c’è la presenza nel nucleo famigliare di altri figli, la condizione di nucleo monogenitoriale, una invalidità grave, l’iscrizione dei figli nelle strutture di Amelia, oppure l’anzianità di residenza.

Agevolazioni invece fino al 50% per la Tari a favore delle famiglie più fragili e con Isee molto basso per le quali la somma totale messa a disposizione dal Comune è di 10mila euro. La richiesta potrà essere presentata fino al 4 settembre compilando un apposito modulo reperibile agli uffici comunali, oppure on line sul sito del Comune. Le domande accolte andranno a generare una graduatoria i cui vincitori beneficeranno delle integrazioni o degli sgravi.

“Un altro bando pubblicato in questi giorni – informa sempre l’assessore Sensini - è la locazione dell’immobile dell'asilo nido, per il quale ci sono state ben sei manifestazioni di interesse”. L'assessore sottolinea poi che la Provincia di Terni, per conto del Comune di Amelia, ha pubblicato la gara d’appalto, valevole tre anni, del servizio mensa scolastica stanziando una cifra che sfiora il milione di euro. “Per continuare ad usufruire del servizio – ricorda la Sensini - sarà necessario essere in regola con i pagamenti degli anni pregressi o con le rateizzazioni concordate.

Il rispetto dei pagamenti dovrà essere un impegno condiviso con le famiglie – conclude - affinché tutti ne possano usufruire senza andare a discapito di nessuno. In questo modo eviteremo di generare ritardi con i pagamenti alle ditte appaltatrici e garantiremo una gestione più sana della cosa pubblica”. 

Published in Cronaca
Pagina 1 di 30
EOF