Cronache 24 - Notizie Narni
Notizie Narni
Mercoledì, 18 Ottobre 2017 11:12

POLIZIA / ESPULSO UN CITTADINO RUMENO

TERNI - Era stato arrestato per cumulo di pena, dopo aver collezionato denunce ed arresti per numerosi reati: furti in abitazione e furti con destrezza alcuni dei quali commessi nella metropolitana e in strada, tutti a Milano e nell’interland milanese. Dopo l’arresto, l’allora 25enne cittadino rumeno era stato trasferito al carcere di Orvieto, da dove è uscito domenica mattina dopo aver scontato due anni. Ma nel frattempo, l’Ufficio Immigrazione della Questura di Terni aveva esaminato attentamente il suo fascicolo e ne aveva richiesto l’allontanamento dal Territorio Nazionale per motivi di pubblica sicurezza. Il Giudice Unico del Tribunale di Terni ha accolto la richiesta della Polizia di Stato ternana che ha eseguito la misura, accompagnandolo immediatamente alla frontiera area di Roma Fiumicino.

 

Published in Cronaca

TERNI – Hanno legato al letto e imbavagliata un’anziana disabile a scopo di rapina. Protagonisti due fidanzati di Terni, poco più che ventenni, arrestati dalla polizia su disposizione del gip Federico Bona Galvagno. La coppia però deve rispondere anche di altri ben nove diversi reati, in particolare furti e rapine in alcune case perpetrati secondo gli investigatori con "efferata lucidità e crudeltà" nei confronti delle vittime. Entrambi disoccupati, da ieri si trovano lui in carcere e lei, incinta, agli arresti domiciliari. Denunciate anche altre tre persone: il padre della ragazza e una giovane coppia di amici, ritenuti complici di alcuni furti. Le indagini nei confronti dei due ventenni da parte di Ufficio prevenzione generale e squadra mobile - spiega la questura - sono state avviate, sotto il coordinamento del pm Barbara Mazzullo, all'inizio dell'estate, quando gli agenti hanno raccolto elementi e prove a carico dei due.


Tre le rapine che sarebbero state commesse dai fidanzati, di cui due ai danni di anziane, oltre a furti in abitazione, in esercizi commerciali e in strada. In un'occasione, in particolare, le due coppie a bordo di un'auto, si sono affiancate ad un'altra auto guidata da una donna e, approfittando di un rallentamento, le due ragazze sono scese ed hanno cominciato a malmenare la vittima dal finestrino aperto e ad insultarla per aver "adocchiato" uno dei due ragazzi, che nel frattempo era sceso ed aveva rubato la borsa della vittima.

Ai due ventenni viene anche contestato di aver oscurato le telecamere, tagliato i fili elettrici delle sbarre ed tentato di scassinare le casse del parcheggio coperto di San Francesco, mentre in un negozio avrebbero rubato il borsello del titolare con 10.000 euro. L'ultimo episodio il 21 luglio, quando - riferisce sempre la questura - i due hanno fatto irruzione in casa di un'anziana disabile, in quel momento sola, l'hanno imbavagliata e legata al letto ed hanno rubato oro, soldi ed ad altri oggetti di valore. Dalle indagini è emerso che hanno anche tentato di vendere la refurtiva in vari compro-oro cittadini, senza riuscirvi. (ANSA).

Published in Cronaca

TERNI – Volante prima e Digos poi hanno rintracciato e denunciato due persone, lLa prima, una cittadina marocchina, che ha fatto scattare l’allarme in una profumeria del centro, dopo essere passata alla cassa ed aver pagato una confezione di fazzolettini di carta. Nella borsa, però, la polizia ha trovato due confezioni di creme antirughe, con gli involucri danneggiati per rimuovere le placche antitaccheggio. La merce è stata restituita al negozio e la donna, 47 anni, regolarmente residente a Terni ed incensurata, è stata denunciata per furto aggravato.

Più articolata l’operazione che ha portato all’altra denuncia di un reatino di 37 anni. L’uomo, già allontanato da Terni con un provvedimento del questore Messineo del 24 agosto, che gli vietava di far ritorno nel comune fino al 2020, era stato segnalato alla polizia come il probabile autore di un furto avvenuto prima vicino ad una gelateria del centro, dove era stato visto prendere il portafogli dalla borsa di una ragazza.

La vittima ha indicato ad una pattuglia della Digos, arrivata immediatamente, la via di fuga presa dall’uomo e poco dopo gli agenti lo hanno individuato e fermato in una via adiacente a Piazza Tacito. Nello zaino aveva la somma contenuta nel portafogli, trovato poi poco distante, tra la saracinesca e la vetrina di un negozio. Doppia denuncia per lui, non solo per il furto ma anche per non aver ottemperato alla misura del divieto di ritorno per tre anni a Terni.

Ci sono diversi vantaggi di uno stile di vita sano. Ma possono rimedi aiutarci? E 'facile per gli americani per ottenere rimedi on-line. Com'è possibile? Di solito, se avete perso l'attrazione ad un partner specifico, rimedi come Kamagra per migliorare la potenza è improbabile per aiutarlo a tornare. A proposito di "Kamagra Oral Jelly UK" e "Kamagra Oral Jelly consegna al giorno successivo"? Quello che gli esperti parlano di "Kamagra da India"? Altra domanda che dovremmo è "Kamagra consegna al giorno successivo". Una classe comune di antidepressivi, che comprendono Lexapro, può causare disfunzioni sesso. Alcuni medicina non sono adatti per le persone con alcune condizioni, e betweentimes un farmaco può essere usato solo se è preso cura supplementare. Se avete bisogno di consigli su Kamagra, uno dei medici farà farmaci accessibili che sono adatti per voi di prendere. Sarà quindi in grado di acquistare il medicamento.

Published in Cronaca

TERNI - Bravata da minorenni, in cinque, quasi tutti con meno di 18 anni, finiscono per essere denunciati dalla polizia per aver provocato danni alla propria scuola. Un atto vandalico che è costato loro molto caro a spese dell'istiuto professionale Sandro Pertini Sonda dove hanno rubato addirittura alcuni computer. Secondo quanto riferisce la questura, al termine di una serata “brava” al parco, passata a bere alcolici, i giovani hanno deciso di cimentarsi con un furto, prendendo di mira proprio la loro scuola.

Forzando una finestra perimetrale, i quattro avrebbero preso le chiavi del laboratorio di informatica rubando in tutto sette pc e nascondendoli negli zaini; dopo la fuga, li avevano nascosti al parco Rosselli, dove poi sono stati ritrovati. Sono stati tutti denunciati per furto alla Procura Minorile. Gli agenti hanno seguito uno di loro che portava sulle spalle un voluminoso zainetto e lo hanno fermato proprio mentre cercava di disfarsene: all’interno c'erano quattro computer portatili nuovi.

Il ragazzo, portato in questura, alla presenza dei genitori in quanto minore, ha consegnato il cellulare agli agenti che, grazie al registro delle chiamate, sono risaliti agli componenti del gruppo: altri quattro minori, tra i 16 ed i 17 anni, ed un 18enne. Sono stati tutti rintracciati e accompagnati in questura, dove, davanti ai genitori, hanno ammesso le loro responsabilità.

Published in Cronaca

TERNI – La squadra mobile diretta dal commissario capo Davide Caldarozzi ha individuato e denunciato lo straniero che qualche giorno fa aveva ceduto una dose di stupefacente ad una giovane ternana che era andata in overdose. Lo rende noto la questura di Terni che rendiconta anche i risultati delle attività di controllo. Trentacinque persone controllate, 14 delle quali con precedenti di polizia, e tre espulsioni sono il risultato dell’ennesima attività della polizia che ha passato la setaccio tutta la città, dal centro storico alla periferia.

I servizi sono stati estesi anche ai parchi cittadini e durante i controlli ai giardini della Passeggiata e di Parco Ciaurro sono stati rintracciati alcuni stranieri irregolari: un minore del Senegal privo di documenti che è stato affidato ai familiari, un cittadino del Gambia di 30 anni e due marocchini di 30 e 34 anni, sono stati invece portati all’ufficio Immigrazione per l’adozione dei relativi provvedimenti espulsivi.

“L’attività di controllo intensificata, come disposto dal questore Antonino Messineo con l’impiego, già da tempo, di ulteriori equipaggi della Squadra Volante e con l’ausilio pressoché quotidiano del Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche per il pattugliamento della città – spiega una nota della questura - si è estrinsecata ieri sera con servizi ulteriormente potenziati e attuati da 7 equipaggi, che hanno controllato la città partendo da Piazza della Repubblica ed allargandosi a cerchi concentrici, muovendosi in raggio d’azione fino ad arrivare alla prima periferia”.

“Le zone non accessibili alle auto – si legge ancora nel comunicato - sono state monitorate da due pattuglie appiedate che hanno raggiunto i vicoli del centro storico, dove gli agenti sono passati tra i tavoli dei locali traboccanti di clienti in queste calde sere estive”. Tutte le operazioni, precisa la questura, sono state dirette dal dirigente dell’ufficio prevenzione e soccorso pubblico, il vice questore aggiunto Enrico Aragona, che insieme al suo personale ha identificato 35 persone, di cui 14 sono risultati con precedenti di polizia.

Published in Cronaca
Pagina 1 di 151
EOF