Cronache 24 - Notizie Narni
Notizie Narni

NARNI - Dopo quello di Fratelli d'Italia, Eleonora Pace, adesso anche il capogruppo di Forza Italia, Sergio Bruschini, attacca sulla visita di Matteo Renzi a Narni. Bruschini se la prende soprattutto con due cose. La prima è il fatto che Renzi non abbia visitato Terni ("là, del resto - dice - tira una brutta aria"), la seconda è la questione ex Sgl Carbon. "Ti chiamano a fare  da testimonial ad una impresa ove forse non ti hanno detto - afferma Bruschini - che  la mala gestione della precedente vertenza è stata opera dello stesso sindaco e dagli stessi assessori, tutti targati Pdche ora ti accompagnano in quella stessa mensa foriera di tante belle parole. Il resto sono commenti che non le perdonano di avere mancato alla parola data in più occasioni e non perdonano l’inutilità dell’ operato politico del suo governo".  

Published in Cronaca

NARNI - Il capogruppo di Forza Italia Sergio Bruschini lancia una proposta per i cani. "Una scheda completa - dice - ove sono riassunte tutte le caratteristiche del cane a partire dalla foto dello stesso,fino al codice della chippatura eseguita dalla asl.

Il tutto poi - aggiunge - pubblicato via web in una sorta di forum social ove chiunque puo visionare i cani ed attivare la procedura di adozione".

Published in Cronaca

NARNI – Alcuni genitori di bambini che frequentano l’asilo Gianni Rodari hanno scattato delle foto ritraenti vistose crepe all’interno dei locali. A sollevare il caso è Forza Italia che definisce la situazione preoccupante e chiede se siano stati fatti sopralluoghi per verificare l’entità dei danni. Non si sa se queste crepe siano su muri portanti o fondelli, come invece sostiene Forza Italia, e se si siano verificate a seguito del sisma ovvero ci fossero anche prima, fattostà che, secondo quanto riferito dal capogruppo comunale di Fi, Sergio Bruschini, si troverebbero negli interni e nei bagni dell’asilo dello Scalo. “Ci sono pericoli per i bambini? – si chiede Bruschini - gli eventi sismici potrebbero anche ripetersi ed anche dei fondelli malmessi potrebbero essere causa di crolli con effetti molto gravi. L’amministrazione de Rebotti si è riempita la bocca di roboanti misure di prevenzione sulle scuole, dove sta la sua solerzia in questo caso?”.

 

Published in Cronaca

NARNI - Iniziano tra le polemiche i lavori di messa in sicurezza sismica della scuola elementare Sandro Pertini di Narni Scalo. L'intervento, da oltre 800mila euro finanziati dallo stato grazie al progetto redatto dall'ufficio tecnico comunale, prevede una serie di opere che dovranno innalzare il livello di sicurezza dell'edificio, abbassando quello di vulnerabilità sismica. Tema ormai ricorrente, quello del terremoto di cui oggi, 24 agosto, si ricorda il dramma provocato dal sisma di Amatrice e da quelli a seguire che hanno fatto grandi danni anche in Umbria. Durante il cantiere la scuola non potrà essere aperta e quindi gli studenti verranno trasferiti altrove e precisamente alla scuola media Luigi Valli che si trova vicino alla Pertini.

Alcuni genitori, come spesso accade quando si parla di scuola, si sono subito allarmati ed hanno innescato la protesta per il trasloco a cui saranno sottoposti i propri figli, aprendo di fatto la domanda se sia preferibile mettere al sicuro una scuola o rischiare un temporaneo sovraffollamento di alunni. Il Comune non ha avuto dubbi ed ha optato per la prima ipotesi avviando il cantiere che durerà qualche mese. Sull'argomento però, e anche qui come spesso accade quando si parla di scuola, interviene anche la politica. Il capogruppo di Forza Italia, Sergio Bruschini, bacchetta infatti il sindaco, sottolineando che la scuola media non ha le autorizzazioni necessarie per ospitare tutti quei ragazzi. 

Published in Cronaca

NARNI – “Il Comune deve investire di più sulla protezione civile”. Lo dice il capogruppo di Forza Italia Sergio bruschini, adesso, a bocce ferme dopo l’incendio di sabato scorso che poteva anche essere molto più grave di quanto è stato ma che mai negli ultimi anni era arrivato a sfiorare le case. In una di queste, a Via XX Settembre ha anche bruciato una persiana. Le reazioni a quell’incendio non sono mancate. Da una parte il sindaco, Francesco de Rebotti, che ha ringraziato i vigili del fuoco, i volontari della Prociv ed i cittadini che hanno dato una mano, dall’altro la Prociv stessa che ha lanciato il grido d’allarme sui controlli del territorio e poi le ipotesi e i dubbi sulle cause del rogo. Doloso? Colposo? Del tutto accidentale? Nessuno lo sa, nessuno ha detto nulla in proposito a distanza di una settimana e soprattutto difficilmente qualcuno potrà trovare una causa certa.

Dopo l’incendio però sulla vicenda è intervenuto anche il capogruppo di Forza Italia che ha rimproverato il sindaco per la sua diretta facebook ed ha auspicato più attenzione alla sicurezza. “Premetto come già fatto anche nei social – dice - il ringraziamento in modo particolare ai volontari della Prociv poi a chi per lavoro è preposto ai vigili del fuoco alle forze dell’ordine insomma a tutte le istituzioni attive per l operazione di spegnimento dell’incendio a Narni. Non mi unisco però al coro di osanna perché sulla protezione civile Narni è molto indietro. Il Comune spende solo 5mila euro l’anno e non c’è un Coc (Centro operativo comunale), a Orvieto, ad esempio, è molto diverso”. Bruschini lamenta il fatto che per la sicurezza antincendi il sindaco abbia solo emanato un’ordinanza vietare l’accensione di fiamme all’aperto “ma – attacca – non c’è un piano di controllo e coordinamento.

Un grazie alla Prociv che però non è protezione civile comunale anche se spesso ne viene frainteso il ruolo. Ecco – aggiunge - allora il sindaco e l'assessore siano meno comparse, non si adoperino a reggere le manichette, per questo c’è chi è preposto e probabilmente invece la loro presenza, bella sui social per campagna di pubblicità e progresso, è anche da intralcio alle operazioni di intervento. I loro posto, il loro lavoro dovrebbe svilupparsi nelle istituzioni, dando mezzi, organizzando strutture, piani e prove di emergenza e protezione. Cosa che invece non fanno”.

Published in Cronaca
Pagina 1 di 21
EOF