Cronache 24 - Notizie Narni
Notizie Narni

TERNI - Un imprenditore marocchino, autorizzato al trasporto dei rifiuti, è stato denunciato dai carabinieri forestali per aver abbandonato dieci congelatori esausti in un bosco nelle vicinanze di Marmore, a Terni, risparmiando cosi sia sullo smaltimento che sui costi del viaggio per il conferimento ad un centro autorizzato, Il materiale scoperto lungo la strada statale 79 - riferisce l'Arma - era composto da grandi congelatori-espositori, solitamente utilizzati negli esercizi commerciali di surgelati, che in base alla normativa ambientale si classificano come rifiuti provenienti da apparecchiature elettriche ed elettroniche potenzialmente pericolosi per l'ambiente in quanto possono contenere 'freon', il fluido refrigerante ritenuto estremamente dannoso per l'ozono, il cui utilizzo è stato vietato dal protocollo di Montreal del 1990.

Ai congelatori erano stati rimossi i motori ed erano state abrase le etichette che riportano il numero di serie. L'esame dei rifiuti ha però fatto rilevare la matricola su un congelatore con il marchio di una nota ditta di gelati. Tramite questo dato, dopo indagini e accertamenti, i militari sono risaliti al possessore dell'elettrodomestico, una ditta di surgelati con sede a Rieti. Questa società - è stato poi accertato - aveva ceduto i congelatori all'imprenditore marocchino, che invece di procedere al loro conferimento ad un centro autorizzato li ha abbandonati nel bosco, dopo aver provveduto a rimuovere i motori per recuperare i metalli che avevano un valore commerciale. All'uomo è stato contestato il reato di gestione illecita e abbandono di rifiuti. (ansa) 

Published in Ambiente

NARNI - Coltivava nel terreno della sua abitazione quasi 50 piante di marijuana, alte anche oltre mezzo metro, un operaio di 35 anni originario della Sicilia, ma residente a Narni, denunciato dai carabinieri dopo la scoperta della piantagione. Il "coltivatore diretto" - spiega l'Arma - aveva in casa anche 300 semi e cinque grammi sempre di marijuana. Le piante sequestrate dai militari avevano invece un'altezza tra i 40 e gli 80 centimetri. Il giovane deve rispondere del reato di produzione e detenzione di sostanze stupefacenti. (ANSA).

Published in Cronaca

NARNI – Faceva praticamente il produttore di marijuana, un uomo di 64 annil, di origini spagnole, denunciato dai carabinieri di Narni dopo un controllo. I reati contestati dai militari dell’Arma sono coltivazione, produzione e detenzione di sostanze stupefacenti. L’uomo infatti, riferisce una nota dei carabinieri, utilizzando un terreno ubicato nei pressi della sua abitazione di Sant’Urbano, aveva deciso di darsi alla filiera diretta della marijuana. I carabinieri oltre a sequestrargli le 12 piante di marijuana, con altezza dai 40 agli 80 cm, che aveva in coltura gli trovavano a casa anche oltre 2mila semi e 40 grammi dello stesso stupefacente.

 

Published in Cronaca

TERNI – Altro che abbellimenti floreali in vista della bella stagione. Sul balcone di casa c’aveva infatti fatto ben altro, un 69enne che al posto dei fiori c’aveva messo una piantagione di marijuana. E’ stato individuato e denunciato dalla polizia per la violazione del testo unico sugli stupefacenti. Quattordici le piante scoperte e sequestrate dalla sezione narcotici della squadra mobile.

Published in Cronaca

TERNI - La notte scorsa il Comando Provinciale Carabinieri di Terni ha organizzato un servizio di controllo straordinario del territorio finalizzato alla prevenzione ed al contrasto dei reati predatori, in particolare dei furti in abitazione, ed al controllo della circolazione stradale. Il dispositivo, che ha coperto l’intera provincia con l’intervento di tutti i reparti dell’Arma del territorio, ha visto l’impiego combinato sia di equipaggi in divisa che in borghese con l’ausilio di una unità cinofila. Le numerose pattuglie, con un connubio di attività dinamica e statica, hanno alternato l’effettuazione di posti di controllo sulle principali vie di comunicazione e su quelle secondarie all’identificazione delle persone presenti nei luoghi e nei locali di maggiore aggregazione. L’obiettivo del servizio, in considerazione del fatto che i reati predatori sono quelli che allo stato destano la maggior preoccupazione nella popolazione e vengono spesso commessi da soggetti provenienti da fuori provincia, era quello di verificare i soggetti in transito notturno nella provincia e dare una ulteriore concreta presenza per strada delle FF.PP.. I 60 militari impiegati hanno complessivamente controllato oltre 350 persone e circa 200 veicoli. Dei 30 stranieri identificati uno è stato denunciato per non aver ottemperato all’ordine del Questore di abbandonare il territorio nazionale, mentre un altro è stato accompagnato in Questura per la redazione nei suoi confronti dell’espulsione in quanto clandestino. Sono stati controllati una decina di locali pubblici e, nel corso dell’attività di polizia stradale, elevate 10 sanzioni amministrative per 6.000 €. E’ stato deferito in stato di libertà per porto abusivo di strumenti atti ad offendere un 26enne operaio di Montecastrilli (TR) sulla cui autovettura i Carabinieri hanno trovato nascosto un manganello telescopico di oltre 40 cm. Il servizio in questione è volto a ribadire il continuo impegno dell’Arma alla massimizzazione dei servizi esterni preventivi ed alla continua presenza fra la gente.

Published in Cronaca
Pagina 1 di 31
EOF