Cronache 24 - Notizie Narni
Notizie Narni

TERNI - Si è presentato sul luogo di lavoro dell'ex compagna, in un locale del centro di Terni , perseguitandola e poi minacciando un altro dipendente, ritenuto l'attuale fidanzato: per questo un trentenne del posto è stato arrestato dalla squadra mobile con l'accusa di stalking. Al termine della direttissima, il giudice ha convalidato l'arresto e disposto per l'uomo il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna e dal collega che, anche di recente, era già stato minacciato.

Il trentenne - riferisce la questura - era già stato denunciato il 22 giugno per maltrattamenti ed atti persecutori, al termine di una attività d'indagine condotta anche sulla base delle testimonianze della ex compagna e di alcuni suoi colleghi di lavoro, che in più occasioni avevano assistito ai comportamenti del giovane. L'ultimo episodio è avvenuto lunedì, quando gli agenti sono riusciti ad individuarlo nei pressi del locale, in condizioni psico-fisiche risultate alterate. (ANSA).

Published in Cronaca
Venerdì, 23 Giugno 2017 21:14

NARNI / RUBA SOLDI A UN COLLEGA: ARRESTATO

NARNI - Arrestato per aver rubato soldi a un collega di lavoro ma è stato scoperto dopo un servizio di controllo. L’attività era stata organizzata dai Carabinieri della Stazione di Narni (TR) che due giorni prima avevano ricevuto la denuncia di un 45enne del luogo che lamentava la sottrazione in più occasioni di denaro contante dal proprio portafoglio mentre era riposto all’interno dell’armadietto dello spogliatoio del suo posto di lavoro. I militari, dopo aver effettuato un accurato sopralluogo dei locali della ditta, predisponevano un servizio “invisibile” di osservazione e controllo che gli permetteva di bloccare il 54enne, originario di Narni (TR) e con precedenti di polizia, con ancora in mano la banconota che aveva “soffiato” dal portafoglio del collega denunciante. L’uomo, che con i precedenti furti si era impossessato di circa 3.500 €, veniva arrestato per furto aggravato ed, al termine delle relative verbalizzazioni, sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione. Nella giornata odierna, al termine del rito direttissimo nel corso del quale l’arresto veniva convalidato e l’udienza rinviata ai primi del prossimo mese, il giudice applicava nei suoi confronti la misura cautelare dell’obbligo di firma 3 volte alla settimana presso l’Arma di Narni (TR). Continua l’impegno dei Carabinieri, con tutte le sue componenti operative, nel contrasto ai reati contro il patrimonio già di per sé particolarmente invisi ai cittadini ed ancor più in questo caso in quanto commesso sul luogo di lavoro ed in danno di un collega.

Published in Cronaca

TERNI - I Carabinieri di Ferentillo hanno arrestato un 22enne del posto per maltrattamenti in famiglia: il giovane infatti è stato raggiunto da un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Terni sulla scorta delle indagini svolte proprio dai militari di quella Stazione.

Il ragazzo, disoccupato e con precedenti di polizia, come accertato dall’Arma di Ferentillo (TR) a seguito della denuncia sporta dai familiari all’inizio del 2016, sin dal fine del 2009 aveva avuto con i propri genitori un rapporto insostenibile costellato di frequenti litigi per futili motivi che erano sfociati, nell’abito delle mura domestiche, in ripetuti episodi di violenza nei confronti della madre. La puntuale ricostruzione della triste vicenda effettuata all’A.G. da parte dei Carabinieri, che hanno monitorato attentamente dal momento della denuncia l’evolversi della situazione, ha portato all’emissione del provvedimento restrittivo nei confronti del giovane autore che è stato associato alla Casa Circondariale di Terni.

Published in Cronaca
Martedì, 13 Giugno 2017 09:30

TERNI / SPENDE SOLDI CONTRAFFATTI: ARRESTATA

TERNI – Spende soldi contraffatti, arrestata. La protagonista È stata individuata dopo un'indagine lampo della Digos, una donna di origini campane accusata di avere speso banconote contraffatte, da 20 e 100 euro, in alcuni negozi del centro di Terni. Dopo i primi casi - riferisce la Questura - i poliziotti erano già sulle sue tracce, quando, nel pomeriggio di sabato, ha provato nuovamente a spendere il denaro falso. Grazie alla tempestiva segnalazione del commerciante, la donna è stata poco dopo rintracciata in piazza della Repubblica.

Agli agenti - sempre in base a quanto si è appreso - ha mostrato la banconota incriminata, del taglio di 100 euro assicurando la sua buona fede, in quanto non si era accorta della non genuinità. Dagli accertamenti è però emerso che era in possesso di altro denaro, sempre del taglio di 20 e 100 euro, per un totale di 400 euro, che gli agenti le hanno trovato addosso e risultato anch'esso contraffatto. L'arresto, con l'accusa di possesso e spendita di banconote contraffatte, è stato convalidato durante la direttissima di stamani. Alla donna è stata applicata la misura cautelare dell'obbligo di firma.

Published in Cronaca

TERNI – Aveva più di un chilo di cocaina purissima un albanese di 43 anni, arrestato dalla polizia per detenzione a fini di spaccio. L’uomo, regolarmente residente a Terni, titolare di una carta di soggiorno per lungo periodo, è stato fermato, nella zona di Marmore, intorno alle 21, mentre in auto stava tornando a Terni.

L’auto, intestata alla compagna dell’uomo, è stata perquisita e, ben nascosto all’interno di un vano del cruscotto, gli investigatori hanno trovato un panetto di cellophane dal peso di 1,106 kg, contenente cocaina purissima, destinata verosimilmente al mercato ternano e che avrebbe “fruttato” intorno ai 400.000 euro, considerato che il prezzo di una dose si aggira sugli 80 euro. L’albanese, in Italia dal 2002, con un precedente penale risalente allo scorso anno per reati di droga, è stato arrestato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Questa operazione fa seguito ad altri importanti interventi che negli ultimi tempi hanno portato al sequestro di oltre 3 chili di sostanza stupefacente e si va ad inserire nel quadro di attività di prevenzione e di repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti nella provincia di Terni disposta, ormai da tempo, dal Questore Belfiore e articolata, oltre che in sistematici servizi di controllo, con l’impiego di unità della Squadra Volante, della Mobile, del Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche e di unità cinofile antidroga.

La mirata attività info-investigativa, condotta dalla Squadra Mobile, è volta all’eradicazione alla fonte dei canali di approvvigionamento che riforniscono gli ambienti del micro-spaccio ternano, al fine di rendere il territorio sempre più sicuro anche riguardo alla diffusione delle sostanze stupefacenti, diffusione che costituisce terreno fertile alla commissione di reati da parte di consumatori, che si rendono responsabili di furti e rapine per reperire il denaro per l’acquisto delle dosi.

Published in Cronaca
Pagina 1 di 50
EOF