Cronache 24 - Notizie Narni
Notizie Narni

NARNI - Il segretario del Partito democratico, Matteo Renzi, farà tappa oggi a Narni proveniente da Roma dove è partito il suo viaggio, "Destinazione Italia" che per otto settimane farà tappa nelle 107 province italiane per conoscere il territorio nazionale. Renzi scenderà dal treno alle 17 alla stazione dello Scalo e poi andrà subito alla Sgl Carbon a parlare in sala mensa con gli operai o quel che resta di loro.

Poi, prima di ripartire, si fermerà per qualche minuto anche con gli anziani di un centro sociale della zona. La tappa narnese è la prima del suo viaggio pieno di speranze alla ricerca di un nuovo rapporto con gli italiani prima delle elezioni di primavera. "Il partito in viaggio, nelle esperienze dell’Italia che lavora, che studia e che dedica con generosità una parte del proprio tempo libero agli altri, quella che si proietta verso il domani con passione, coraggio e curiosità’’, scrive Matteo Renzi nell’annunciare l’iniziativa. 

Le prime reazioni politiche - L'arrivo di Renzi non è cosa da tutti i giorni dalle parti di Narni e così la sua presenza scatena subito le opposizioni. La prima a parlare è Eleonora Pace, capogruppo di Fratelli d'Italia in Comune. "Dopo le visite della presidente della Regione Umbria Marini - dice - che tranquillizzò sul futuro dell’ospedale di Narni e pure sull’affidabilità dell’imprenditore Monachino per il rilancio della Nuova Elettrocarbonium -ricorda l’esponente di FDI- l’esperienza ci dice che i viaggi della speranza degli esponenti di primo livello del PD non portano bene perciò, tutti gli scongiuri sono consentiti e consigliati.

Chissà - conclude la Pace - se “mister promessa” oltre che contemplare ciò che resta della ex Elettrocarbonium, si farà un giro anche alla Piastra logistica Terni-Narni o nel territorio del fu “consorzio delle aree industriali” e magari anche alle acciaierie di Terni alle prese con un altro grande momento di criticità come quello del 2014, che vide però il segretario del PD, allora premier, andare in tanti luoghi colpiti dalla crisi industriale ma evitare accuratamente ogni contatto con la realtà ternana?"

Published in Cronaca

NARNI - La prima riunione politica della maggioranza si è fatta senza il Psi ossia la seconda gamba della coalizione di centrosinistra. Alla riunione c’erano tutti tranne il vice sindaco, Marco Mercuri, e i due del, gruppo consiliare, Federico Novelli, capogruppo, e Claudio Ricci. Sul tavolo c’era una questione pesantissima, quella della riorganizzazione della macchina pubblica. Al Psi non piace come la sta disegnando il Pd e per questo non si è presentato alla riunione, determinando di fatto un primo fallimento.

Ma cosa vuole il Psi? A spiegarlo è il vice sindaco. “Dobbiamo fare un passo avanti verso una qualità diversa e un livello di gestione più moderno e chiaro -spiega Mercuri - la prima cosa da fare è separare le responsabilità di bilancio dalla gestione di materie direttamente collegate. Noi - dice il vice sindaco - siamo per una gestione distinta e non come quella che c’è stata finora”. Le diplomazie sono al lavoro per cercare di ricucire lo strappo e anche se Mercuri cerca di evitare di definirla così, è in questo momento piuttosto evidente che si è di fronte alla concreta possibilità di rottura.

Tutto dipenderà in particolar modo da come sarà gestito il rapporto dirigenti - politica, il nodo sembra stare tutto lì”. E a proposito di dirigenti sono due le novità che arrivano. La prima è che Alessia Almadori, con incarico dirigenziale e non con funzioni di ruolo, potrà finalmente completare il suo passaggio al Comune di Terni, cosa che avverrà probabilmente agli inizi di ottobre. La seconda è che il Comune farà una selezione per un dirigente al quale potrà, se lo vorrà ovviamente, partecipare anche l’attuale dirigente ai lavori pubblici, Pietro Flori.

Published in Cronaca

NARNI - "Sempre più spesso capita che ciò che viene spacciato per nuovo si rivela poi peggio ma molto peggio del vecchio". Eleonora Pace di Fratelli d'Italia, replica al Pd ed interviene sul caso Bruschini. Ecco il testo del comunicato: " Avremmo volentieri fatto a meno di commentare le parole scomposte dei piccoli scrivani del PD narnese che probabilmente approfittando del Sindaco in missione balneare hanno pensato bene di ritagliarsi un po’ di visibilità nell’attività a loro più appropriata quella del del “ruggito del coniglio”. Così Eleonora Pace capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale al comune di Narni e candidata sindaco della coalizione di centrodestra risponde alle invettive del partito democratico. Sono bastati pochi giorni per capire che il “Lillo 2 “invece che caratterizzarsi per il quinquennio del fare si incamminava ad essere ancora una volta la consiliatura “del dire” poco o forse niente, viste le linee programmatiche presentate dal sindaco che per riempire il vuoto pneumatico delle sue proposte, dopo qualche giorno ha pensato bene di affidarsi al tentativo inutile e maldestro di attaccare la sottoscritta per interposta persona. Ho guidato orgogliosamente una coalizione fondando la nostra proposta politica sulle idee e sulla sfida al confronto, indipendentemente dal ruolo che la città ci avrebbe assegnato e ho tentato di ribadirlo in quell’aborto di dibattito che ci è stato consentito di fare al momento dell’insediamento, ma purtroppo è stato come lavare la testa ai somari; solo tempo sprecato. Altro che Pace o Bruschini e chi guida cosa –prosegue la capogruppo di Fdi - il problema è purtroppo un altro e cioè la presunzione di pensare che nessuno debba controllare la vostra attività e men che meno fare luce sulle tante, troppe zone d’ombra che hanno caratterizzato e continuano a caratterizzare il vostro modo “naif” di governare la città. La vostra formula di governo è l’arroganza del potere della quale siete totalmente impregnati e con la quale avete affossato Narni per decenni. Un’arroganza pigra che si rifugia nell’invettiva offensiva per nascondere l’ignoranza delle regole e che attacca tutti coloro che osano criticare il vostro modello di partito che si fa stato. I nuovi ventriloqui del sindaco tra comparse assurte a prime donne, vecchi arnesi dietro le quinte e nuovi ruffiani, hanno semplicemente sostituito il “cerchio magico” con un “cerchio tragico” per incapacità ed insipienza. Ne prendiamo atto con una ancor più netta consapevolezza di dover essere nei prossimi cinque anni la voce di tanti che si sentono e sono diversi da voi: tranquilli, nessuna parentesi ROSA ma la certezza di dover contrastare il continuismo GRIGIO di questo Sindaco. Se qualcuno pensava di poter contare in questo quinquennio su cortigiani od “opposizioni intelligenti”, nel senso di inclini ad essere morbide e malleabili, lo voglio rassicurare che né la sottoscritta né Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale rappresentano quel tipo di opposizione se ne facciano una ragione. Saremo come una goccia cinese nel denunciare tutte le inefficienze, le incapacità e le linee grigie di cui si dovesse far artefice questa maggioranza-conclude Eleonora Pace- e, viste le premesse, siamo certi che avremo molto da lavorare".

Published in Cronaca

NARNI – Lo scontro è ormai totale tra Pd e Forza Italia. Dopo il duro attacco del Partito democratico a Sergio Bruschini, arriva l’altrettanto dura risposta del coordinamento comunale di Forza Italia che replica alle accuse e contrattacca. “Rieccoli (ma se ne erano mai andati?) in perfetto stile stalinista – scrive il coordinamento - arriva un comunicato della segreteria comunale del Pd di Narni contro il nostro capogruppo Sergio Bruschini. Il metodo è sempre lo stesso, quando un avversario non riesci a combatterlo politicamente si intraprende la via della denigrazione personale.

Nel comunicato non si legge (perché non c’è) un minimo riferimento alle vicende politico-amministrative che Bruschini sollecita, come suo dovere, ogni giorno. Del resto – nota Forza Italia - per fare proposte politiche bisogna averle e negli ultimi anni da quelle parti non se ne è vista la presenza, nel mentre si attardano a scrivere comunicati cialtroneschi gli sfugge la situazione della nostra comunità ridotta ormai alla miseria causa la loro ignavia”.

Forza Italia elenca la lista delle lagnanze: “Come non ricordare  le loro responsabilità su Elettro, Castello S. Girolamo, assenza di un progetto minimo sulla piazza logistica dopo essere sconsideratamente usciti dal centro di Orte per consegnarci ancora di più al perugino,  i 2 milioni di euro di debito che  noi cittadini narnesi paghiamo all’Asit,la barzelletta dell’ospedale, il fallimento del consorzio delle aree industriali con debiti a non finire, un canile che non vede mai la luce ed intanto privati incamerano risorse che non riversano al comune sul fotovoltaico, e quanto può essere ancora lungo l’elenco?. Lo abbiamo capito, sollevarvi ogni giorno questi problemi come Bruschini fa vi manda fuori di testa ma con queste vostre cialtronerie non riuscirete ad intimidirci, anzi, e questa volta non sarà più solo.Certo per voi Narni non era da bere ma da mangiare, ve la siete finita”.

La miseria di voti con cui avete ottenuto la vittoria, combattuta fino all’ultima promessa – scrive ancora Forza Italia - la dice lunga sulla vostra tenuta, sulla qualità della proposta, sulla vostra qualità, avete perso dieci punti in cinque anni. Per denigrare una persona ci vogliono le carte in regola e voi non le avete, vi invitiamo a guardare a casa vostra prima di parlare di fatti personali, e non solo a Narni ma anche nei dintorni, parlate di politica se ne siete capaci. Visto il periodo – conclude il coordinamento - potremmo liquidare il vostro documento con una battuta classica: il sole fa brutti scherzi. Ma no, purtroppo ci rendiamo conto che il sole non c’entra niente: questo è proprio quello che “caccia” casa”.

Published in Cronaca

NARNI - "Risolto l’equivoco Pace, durato qualche mese, compresa ovviamente la stagione di campagna elettorale". Il Pd attacca duramente il consigliere comunale di Forza Italia Sergio Bruschini e in un comunicato lo acausa di aver già annientato Eleonora Pace che bene aveva fatto come candidata del centrodestra.

Proprio quel centrodestra che, secondo il Pd, è stato, è e sarà roba di Bruschini che, come sempre, disconosce e emargina chi prova a fargli minimamente ombra, ovviamente, con la sua nota caratteristica, il non aver mai risolto il suo problema ancestrale, la sua insoddisfatta voglia di riscatto da un passato inglorioso che lo rende così nervoso e inutilmente protagonista su tutto, come un jukebox disponibile ad ogni lamentela, legittima o meno.

Consigliere che - prosegue il partito democratico - da candidato a sindaco ha avuto il risultato più basso della storia del centro destra ma continua ad avere bisogno dei riflettori accesi solo e soltanto su di lui. Evidentemente un genio incompreso a Narni di cui non ricordiamo imprese memorabili da amministratore. Ma tant’è facciamo finta anche noi che sia un altro, non lo stesso di qualche anno fa così gli diamo una mano anche noi.

Destino veramente amaro comunque per colui che nella prima repubblica era un giovane politico del centrosinistra, rampante, della Narni da bere. Ci dispiace per la povera candidata a sindaco Eleonora Pace, che tanto impegno ha messo e che si dovrà accontentare di fare la comparsa accanto allo stagionato brontosaurus o tirannosaurus del centro destra narnese.

Chiarito l’equivoco appunto, ristabilite le gerarchie. Come direbbe il poeta, una brevissima, fatua e illusoria parentesi rosa tra le parole “tramo”.

Published in Cronaca
Pagina 1 di 23
EOF