Cronache 24 - Notizie Narni
Notizie Narni

NARNI - Parla di “vittoria netta” sottolineando inoltre, non a caso, che è stata ottenuta al primo turno, il Partito democratico nell’analisi del dopo elezione che ha portato alla riconferma di Francesco de Rebotti. “Era quello che ci aspettavamo – dice il Pd in una nota - ancora una volta i cittadini hanno saputo riconoscere e apprezzare la buona amministrazione”. Il Pd sottolinea il 30 per cento raggiunto, i sei consiglieri comunali e la presenza delle donne nel nuovo Consiglio.

“La nostra affermazione – scrive il partito - è il frutto di ciò che ci distingue, ossia la capacità di essere uniti, di mettere Narni prima di tutto, di saper coniugare l'esigenza di rinnovamento con una solida esperienza di governo, di mettere in campo una squadra di qualità e con forte radicamento sul territorio”. L’affermazione del Pd narnese, osserva il partito, non può passare inosservata nemmeno a livello regionale. “Si ricomincia per proseguire ancora con più slancio e motivazioni il lavoro iniziato – conclude il partito – noi ci siamo, pronti a collaborare ovviamente con i nostri alleati, ai quali va tutto il nostro plauso, ma anche riconoscendo il prezioso ruolo delle opposizioni con le quali vorremmo dialogare”.

Published in Cronaca

NARNI - Il Pd replica ancora a Tpn sul caso Minniti. La segreteria del Partito democratico in un comunicato risponde a Sandro Amici: "Avevamo ragione noi, scrive ancora il numero tre di TPN in cerca di voti che non si trovano. Avevamo ragione su Minniti! Oltre che da noi, gli sprechi per la sicurezza del ministro sono stati segnalati dalla Corte dei Conti, ah no no!, dalla Cassazione, no no neppure da quella, allora è stato forse il famigerato TAR oppure il Consiglio di Stato o un magistrato qualsiasi, no! ah ecco ecco! a confermarlo, degli sprechi, è stata una sigla sindacale di destra che ogni giorno si scaglia contro il ministro su qualsiasi, FLP, si chiama. Per tutti i tamburi di Darkwood!, citando un fumetto caro a Narni, è come dire: avevamo ragione noi, la Juve non è da Champion league l'ha affermato anche il coordinamento dei club dell'Inter. Cari cittadini narnesi, scusateci se il ministro Minniti è l'ultimo dei vostri pensieri, anche il nostro, tutti noi siamo infatti concentrati su Narni, eccetto evidentemente Tutti per Narni che, a discapito del proprio nome, continua a pensare a Minniti. Non è che sotto sotto, Salvini ha promesso a Daniele o ad Amici un posto da ministro dell'interno nel prossimo governo a guida leghista? Si vedrà".

Published in Cronaca

NARNI - Per il Partito democratico non c'è nessun caso Minniti. In un comunicato infatti la segreteria narnese del partito rigetta le accuse di Tutti per Narni che rib attezza, non senza una punta di veleno, Tutti per Niente. Ecco la nota: "Non se la prendano, davvero, non c'è nulla di personale, ma siamo costretti ancora una volta nostro malgrado a rispondere, e solo perché chiamati in causa, rammaricandoci per l'analfabetismo istituzionale, politico e amministrativo mostrato dalla lista guidata dal trio Daniele, Salvini e Amici.

Non avendo un'idea per Narni, non avendo la capacità di criticare nel merito le nostre proposte e azioni di governo perché per farlo bisognerebbe avere progetti seri e alternative concrete, ogni giorno tentano goffamente di portare la campagna elettorale sul piano della vuota polemica: è un atteggiamento tipico di chi, consapevole di non "prendere palla", passa sistematicamente alle provocazioni, alle simulazioni, alle perdite di tempo. Ma questa non è una banale partita di calcio, qui è in ballo il bene della nostra città.

Non c'è un caso Minniti. Un ministro, di qualsiasi parte politica, ha il diritto e anche il dovere come esponente politico di partecipare a un'iniziativa del proprio partito, lo sanno tutti, è normale, accade in tutte le democrazie del mondo. La democrazia, così si chiama! Per le misure di sicurezza, ovviamente, a chi ha avesse dato fastidio vedere tanta polizia e carabinieri, si rivolga alla Prefettura di Terni e suggerisca loro come si protegge un ministro dell'interno, magari in questo sono più preparati che a elaborare proposte di governo per Narni. Tutto Per Niente insomma".

Published in Cronaca

NARNI – Gianni Daniele contesta la presenza del ministro dell’interno Minniti in città. Lo fa dalla sua sede in Piazza dei Priori chiamando i giornalisti e spiegando loro che ha già inviato un esposto alla Corte dei Conti. Il candidato sindaco di Tpn ha spiegato in una conferenza stampa la posizione sua e dello schieramento che contestano l’arrivo del ministro pochi giorni fa. “Vorrei capire – ha detto Daniele ai giornalisti – se quella presenza fosse istituzionale oppure semplicemente politica e legata alla campagna elettorale.

Noi crediamo che si debba andare a fondo, le istituzioni non si possono usare per fare campagna elettorale. Vedete – ha spiegato – se ci fosse stata un’iniziativa ufficiale e formale sulla sicurezza, tipo un convegno, una conferenza, allora si poteva anche giustificare la sua presenza ma non c’era nulla di tutto questo”. Daniele se l’è presa anche con tutta la macchina organizzativa al seguito del ministro.

“Narni è stata invasa da uomini della sicurezza, automezzi, vigilanza e quant’altro. Hanno occupato quasi tutti i posti ma soprattutto hanno parcheggiato su quelli riservati ai disabili. I parcheggi degli invalidi sono stati occupati dalle macchine del potere, l’accesso alla piazza controllato per l’arrivo del corteo ministeriale, i metal detector, i controlli al palazzo comunale. Fossimo stati loro collaboratori avremmo sconsigliato al candidato sindaco e agli altri candidati una iniziativa di questo tipo. Il ministro Minniti è venuto a Narni per il terremoto? Per l’arresto di un pericoloso boss o per la preparazione della festa del 2 giugno? Oppure è venuto per fare propaganda elettorale ai candidati del Pd locale?”.

 

Published in Cronaca

NARNI – E’ stata inaugurata ieri la sede elettorale del Partito democratico in vista delle elezioni dell'11 giugno. Il sindaco, ricandidato, Francesco de Rebotti ha tagliato il nastro del nuovo quartier generale situato in Piazza dei Priori dove vi era precedentemente un noto negozio di ottica. “E’ una struttura che ci permetterà di avere un punto di riferimento facilmente raggiungibile da tutti – ha detto de Rebotti – continuiamo a lavorare per cercare di raggiungere l’obiettivo della vittoria elettorale”.

 

Published in Cronaca
Pagina 1 di 25
EOF