Cronache 24 - Notizie Narni
Notizie Narni

NARNI - “L’unica vera alternativa al centrosinistra siamo noi”. Eleonora Pace non ha dubbi e forte del risultato ottenuto (“che – stigmatizza – ci riempie di orgoglio”) si leva qualche sassolino dalle scarpe contro Cinquestelle, Tpn e loro alleati. “Il centrosinistra alla guida della città – dichiara - vince con il suo minimo storico mostrando un’emorragia di voti considerevole soprattutto nelle aree popolari e salvandosi in extremis solo grazie ad una miglior capacità di esercizio del potere ed alla pessima performance del Movimento 5 Stelle.

Resta l’amarezza nel constatare come il nostro appello per la creazione di quella “coalizione del cambiamento” da noi tante volte invocata, potesse essere la chiave giusta in grado di provocare quella suggestione utile a strappare con maggior credibilità i voti necessari e costringere il centrosinistra al turno di ballottaggio. L’egocentrismo di qualche civico trasformatosi in politico – attacca la Pace - e la miopia di forze politiche mascherate da civiche che hanno indossato il “burqua” nascondendo simboli ed identità, ha impedito che si creasse quella suggestione attrattiva tipica delle grandi coalizioni capaci di intercettare consensi indipendentemente dalle somme algebriche di ognuno”. La Pace ricorda poi che Forza Italia-Fratelli d’Italia ha portato in Consiglio il maggior numero di eletti fra le opposizioni. “Tra astensionismo e rassegnazione – osserva - ha prevalso quel profilo basso del futuro di Narni che noi avevamo indicato come il giogo dal quale la città doveva liberarsi”.

Published in Cronaca

NARNI – “Se vinceremo noi il ballottaggio, porteremo un cambiamento non solo a Narni ma in tutta l’Umbria”. A dirlo è Luca Tramini nel suo appello al voto come candidato dei Cinquestelle. “Siamo consapevoli – dice Tramini - della buona campagna della Pace (visti gli standard del PD), come la buona volontà di Tutti per Narni, ma non siamo gli unici a sapere che qualora ci fosse un ballottaggio non riuscirebbero in alcun modo a portare avanti le loro idee, chi per debolezza politica, chi per i pochi sistemi di riferimento e il poco entusiasmo già mostrato in passato, ritrovandoci ancora una giunta disorganizzata e comandata dal Pd.

Questo passo importante potrà essere fatto solo da noi. I dati parlano chiaro, anche a livello nazionale nel 2016 il Movimento 5 stelle su 20 città che hanno raggiunto il ballottaggio, ha portato a casa addirittura 19 vittorie. Questi risultati sono possibili grazie ai cittadini che hanno riconosciuto l’effettiva novità e non solo un vuoto slogan di partito”.

Published in Cronaca

NARNI – Tutela ambientale, riqualificazione urbana, riorganizzazione dei servizi e della pubblica amministrazione, sostegno alle piccole realtà economiche e sviluppo del turismo. Sono questi i punti principali del programma del Movimento 5 Stelle a Narni, presentato ieri sera alla scuola media L.Valli dal candidato sindaco Luca Tramini, che ha illustrato le idee centrali del progetto pentastellato per la città.

Narni, secondo i cinque stelle, deve diventare una città “vivibile, ecosostenibile, intelligente e accessibile alle persone disabili”. Secondo Tramini, occorre innanzitutto cambiare la prospettiva con cui si affronta le gestione dei rifiuti: “I rifiuti sono una risorsa, non un problema – ha detto il candidato sindaco – e devono essere considerati come una materia in grado di alimentare un sistema di economica circolare”. Per permettere una migliore gestione dei rifiuti, Tramini ha lanciato inoltre lo slogan “rifiuti zero”, una strategia che miri a diminuire la quantità di rifiuti prodotti, anche attraverso una prevenzione che riduca lo spreco alimentare.

Città, cultura e turismo costituiscono altri perni del programma narnese del Movimento. In quest’ottica, il M5S individua nel gemellaggio con altre città uno strumento importante di crescita: “Narni è una città storica, un gemellaggio con altre realtà simili può costituire un ponte importante per nuovi sviluppi”, ha affermato il candidato sindaco. A livello burocratico-amministrativo, il Movimento mira invece a una complessiva riorganizzazione della macchina amministrativa pubblica, attraverso interventi come un rafforzamento dei servizi online e uno snellimento della burocrazia.

Ciò che Tramini ha spesso voluto sottolineare riguarda l’assenza, a suo avviso, di una progettualità che coordini gli interventi nei vari settori secondo una prospettiva estesa e condivisa. “Le nostre proposte mirano a creare una rete nei vari ambiti che possa mettere a sistema tutte le nostre potenzialità”, ha concluso Tramini.

Lorenzo Di Anselmo

Published in Cronaca

NARNI – Lo stile è quello solito, inconfondibile, targato cinque stelle: una piazza, un microfono, un palco improvvisato e nemmeno utilizzato, preferendo a qualsiasi formalità il contatto più diretto possibile coi cittadini. Così Luca Tramini, candidato sindaco del M5S, ieri sera si è presentato alla città scegliendo Piazza Garibaldi, supportato dal capogruppo in Regione Andrea Liberati e dai senatori Nicola Morra e Stefano Lucidi, che hanno scaldato i presenti con le loro invettive e provocazioni.

I quattro hanno scandito slogan e programmi all’insegna della parola d’ordine “cambiamento”, un termine tanto caro al Movimento, sfoggiato più volte, sia a livello locale che nazionale. “Non si può cambiare dall’interno di un sistema che non funziona, l’unico modo per farlo è darci una possibilità”, ha detto Tramini all’inizio del suo discorso.

Tra tutti coloro che hanno preso la parola, è stato ovviamente Tramini a concentrarsi maggiormente sul programma elettorale e sui temi narnesi, che, ha annunciato, saranno presentati ufficialmente il 29 maggio. In quell’occasione sarà possibile conoscere tutte gli elementi che ieri sera Tramini ha soltanto accennato, tra cui il potenziamento della piccola e media impresa, lo sviluppo del turismo, la creazione di un ufficio bandi europei.

Marra e Lucidi hanno invece puntato sui tradizionali cavalli di battaglia grillini: costi della politica, trasparenza, partecipazione della cittadinanza, corruzione. Su quest’ultimo tema, in particolare, l’esortazione a discuterne viene servita su un piatto d’argento dalle recenti vicende ternane che hanno visto coinvolto in primo luogo il sindaco di Terni Leopoldo di Girolamo. L’assist è troppo invitante per non essere accolto. Liberati ha parlato di “meccanismo perverso” e di “connubio tra affari e politica”, lanciando accuse verso un’intera classe dirigente.

“Siamo in una terra rossa con le colline verdi” ha esordito Morra, riprendendo il concetto del cambiamento, filo conduttore dell’esperienza penstastellata narnese. Secondo il senatore, la necessità primaria di Narni, più volte sottolineata anche da Liberati, è quella di rinnovare una classe dirigente che storicamente ha controllato la città. “Dobbiamo abbattere le incrostazioni di potere”, ha annunciato Morra guadagnandosi l’applauso dei presenti.

“Sottrarre i comuni alla partitocrazia è il primo passo da compiere, poiché sono i comuni a determinare la qualità della vita dei cittadini”, ha poi spiegato in un’intervista a Cronache24. “Narni – ha proseguito Morra durante l’intervista – è stata sempre amministrata dallo stesso partito e dallo stesso modo di gestione della cosa pubblica, con risultati però deludenti. Questo è un territorio che possiede importanti potenzialità che ha però perso le prospettive che aveva prima”.

L’ambiente è invece l’altro fattore che ha trovato ampio risalto nel corso dei vari interventi. L’ambiente, come ha ricordato lo stesso Morra, è una delle cinque stelle e costituisce dunque uno dei motivi per i quali il Movimento è sorto. Pertanto, è inevitabile che rappresenti una priorità del programma grillino, a maggior ragione in un territorio come quello narnese che, secondo lo stesso Tramini, presenta attualmente delle criticità, citate proprio dal giovane candidato: inquinamento, rete idrica, gestione dei rifiuti con annessa questione della tassa, troppo alta, secondo Tramini.

Poi è stata la volta di Liberati che ha scelto un tono più vigoroso rispetto agli altri. La sua è stata un’arringa contro tutto e tutti. A suo agio in una realtà che conosce bene e con cui ha ormai familiarità, Liberati ha ricordato che “Tramini dietro non ha nessuno che lo sostiene, soltanto i cittadini. Scegliendo lui non votate Tramini, ma votate voi stessi”.

Alla fine abbracci fra Tramini e Morra a testimonianza del sostegno pieno al giovane candidato. “Questo ragazzo parla con passione ed emozione”, ha detto il senatore rivolto alla gente, indicando Tramini.

Lorenzo Di Anselmo

Published in Cronaca

NARNI - Martedi 23 maggio alle 21.00 in Piazza Garibaldi, in occasione delle prossime elezioni amministrative, il candidato a sindaco del Movimento Cinque Stelle di Narni, Luca Tramini, presenterà a tutti i cittadini il programma elettorale. Alla presentazione parteciperanno anche i portavoce del Movimento al Senato, Nicola Morra e Stefano Lucidi, ed il portavoce dei Cinque Stelle alla Regione Umbria, Andrea Liberati.

Published in Cronaca
Pagina 1 di 24
EOF