Cronache 24 - Notizie Narni
Notizie Narni

NARNI - Sta per passare un altro treno  ma anche stavolta la fermata Narnia rischia di essere baipassata. E' la preoccupazione di Tutti per Narni che con Gianni Daniele ricorda come nel 2018 uscirà nelle sale il nuovo film della saga delle Cronache di Narnia ma la città non è pronta ad accogliere i turisti. La lista delle doglianze di Daniele è lunga. Parte dalla Rocca "che - dice - resta la grande incompiuta nonostante il suo restauro sia costato 20 milioni", si prosegue con la pro loco "chiusa - denuncia Daniele - nei fine settimana e senza nessuno che parli inglese.

Narni non è nelle guide per camperisti nonostante questo settore sia in espansione, non c'è alcuna azione sui tour operator per fare inserire la città e il suo territorio in circuiti più ampi e mancano adeguati collegamenti con le frazioni che hanno borghi meravigliosi e che dopo le elezioni sono state abbandonate a se stesse. 

Chiediamo a quest’amministrazione - prosegue Daniele - un cambio di passo, iniziando a credere finalmente in un settore come quello del turismo, in forte ascesa anche nel nostro territorio, ma sempre delegato all'iniziativa di singoli. L’assoluta superficialità con la quale si affrontano problematiche del genere, la si può evincere da quanto sta accadendo in questi giorni a, dove da una parte si parla di un nuovo tipo di illuminazione nel centro storico ma contemporaneamente si fanno accendere i lampioni dalle 14 perché non funzionano i crepuscolari, con un ingente spreco di risorse pubbliche".

Published in Cronaca

NARNI – Piccata risposta del Pd narnese alle polemiche di Fratelli d’Itali e Forza Italia sulla visita di Renzi alla ex Sgl Carbon. In una nota infatti il gruppo consiliare del Partito democratico afferma di essere “dispiaciuto nel notare quanta sofferenza ma anche maliziosa curiosità abbia provocato ai personaggi del centrodestra narnese questa visita. Ci dispiace – aggiunge il Pd - perché in una normale vita politica e democratica è anomalo prendersela tanto con le forze politiche e chi le rappresenta quando fanno quello che dovrebbero fare quotidianamente, ascoltare, confrontarsi, essere presenti nel territorio.

Mai ci siamo sognati e mai ci sogneremo di commentare la presenza di autorevolissimi personaggi del centrodestra o di altre forze politiche. Sono passati più o meno recentemente la Meloni, Di Battista, Fico e a memoria Storace,  Alemanno e diversi altri. Abbiamo sempre considerato queste presenze positivamente e un occasione per militanti e cittadini di ascoltare e confrontarsi. Lo abbiamo fatto anche nelle occasioni, numerose, alla Sgl”.

Il gruppo prosegue dicendo poi di aver notato la presenza di accigliati osservatori di centrodestra (“distinguibili – scrivono i renziani nel comunicato - per le evidenti parentele), militanti dei cinquestelle a fare le foto della “scandalosa” pedana per disabili voluta e a carico dell’organizzazione del treno. “Tanta gente normale è vento perchè aveva voglia di conoscere quello che è, piaccia o no, un personaggio di rilievo della politica italiana. Quando c’è stata proposta questa opportunità, l’abbiamo voluta utilizzare per dare spinta alla ripartenza della fabbrica e abbiamo chiesto impegno al governo. Tutto qua, il resto è sinceramente chiacchiericcio e noia di chi, sotto sotto, avrebbe voluto esserci e invece continua a vivacchiare di luce riflessa”.

Published in Cronaca

NARNI - Ventitrè milioni di investimento in tre anni, aumento della produzione e posti di lavoro fra 100 e 120. E' il piano a grandi linee disegnato da Gousorce, la multinazionale che ieri ha incontrato di nuovo le istituzioni locali e regionali per ripresentare il piano già annunciato. Dal vertice al Mise infatti non sono emerse grandi novità. I cinesi hanno ribadito che vogliono investire, i sindacati e le istituzioni invece che vogliono un piano industriale più dettagliato che non si fermi agli annunci ma che vada a fondo. Le parti sono rimaste sulle loro posizioni, Gousorce che chiede fiducia, Comune, Regione, Cgil, Cisl e Uil che sono sulle spine per capire come si svilupperà la strategia industriale e commerciale della ex Sgl Carbon, ceduta recentemente dai tedeschi. Qualcosa di più chiaro è stato chiesto anche per Narni 1, il vecchio impianto a ridosso dello Scalo che non rientra nella strategia di rilancio industriale e produttivo di Gousorce e che infatti è stato acquistato da un'altra società sempre in rapporto però con la prima. Cosa ci farà di quell'area ancora non è chiaro.  

Published in Lavoro

NARNI - Un intervento innovativo di efficientamento energetico interesserà la scuola per l’infanzia Gianni Rodari, scelta come sede pilota a livello nazionale. Lo annuncia l’amministrazione comunale che attiverà una serie di soluzioni all’avanguardia per l’adeguamento sismico, il risparmio energetico ed il miglioramento dell’ambiente didattico. L’iniziativa rientra nel progetto europeo “Prominent med - Public procurement of Innovation boosting green growth in MED area”, presentato e approvato nell’ambito del Programma Interreg MED, e che ha l’obiettivo di promuovere la capacità d’innovazione dei territori delle regioni dell’area mediterranea per conseguire una crescita intelligente e sostenibile tramite la promozione di forme di appalto innovative.

“Lo strumento – informa il vice sindaco Marco Mercuri – prevede una procedura di appalto pubblico che attiverà oltre 200mila euro di investimenti”. L’iniziativa sarà presentata il 25 ottobre alle 16 alla sede di Sviluppumbria Terni dall’agenzia regionale e dal Comune di Narni ad avvierà la fase di consultazione aperta di mercato nell’ambito della quale tutte le imprese e gli operatori economici, su scala nazionale ed europea, saranno chiamati a collaborare con il Comune nel definire le migliori soluzioni applicabili per rispondere alle specifiche esigenze identificate.  

Published in Cronaca

NARNI - Dopo quello di Fratelli d'Italia, Eleonora Pace, adesso anche il capogruppo di Forza Italia, Sergio Bruschini, attacca sulla visita di Matteo Renzi a Narni. Bruschini se la prende soprattutto con due cose. La prima è il fatto che Renzi non abbia visitato Terni ("là, del resto - dice - tira una brutta aria"), la seconda è la questione ex Sgl Carbon. "Ti chiamano a fare  da testimonial ad una impresa ove forse non ti hanno detto - afferma Bruschini - che  la mala gestione della precedente vertenza è stata opera dello stesso sindaco e dagli stessi assessori, tutti targati Pdche ora ti accompagnano in quella stessa mensa foriera di tante belle parole. Il resto sono commenti che non le perdonano di avere mancato alla parola data in più occasioni e non perdonano l’inutilità dell’ operato politico del suo governo".  

Published in Cronaca
Pagina 1 di 859
EOF