Cronache 24 - Notizie Narni
Notizie Narni

NARNI – All’insediamento del nuovo Consiglio comunale ci sarà, probabilmente andrà avanti ancora per qualche mese ma poi ufficializzera’ ciò che ha già deciso e annunciato. Gianni Daniele lascerà la politica, si dimettera’ da consigliere comunale e lascerà il posto alla prima dei non eletti, quella Cecilia Cari, ex presidente di Narninsieme , che aveva lasciato l’incarico di guida dei commercianti di Narni Scalo proprio per puntare a Palazzo del Podestà.

Lo stesso Daniele conferma la sua scelta che è anche il tramonto di un’idea, di un progetto e di un obiettivo di Tpn: quello di conquistare la poltrona di sindaco. “Il motivo – dice – è il risultato elettorale che ha comunque bocciato la mia candidatura a sindaco, improponibile tra cinque anni considerato anche la mia non più giovane età”. Brucia, a sentire le parole di Daniele, il risultato dei Cinquestelle.

Se si fa un conto spicciolo si vede che i voti presi da Tramini si avvicinano molto, in termini numerici (un migliaio ), a quelli persi da Tpn e dal suo candidato a sindaco. Forse è per questo che Daniele si lascia andare a questa considerazione: “Ma il movimento civico andrà avanti come alternativa al bipolarismo partitico , M5s permettendo, perché a Narni non sembrano all'altezza”.

Published in Cronaca

NARNI - Ci siamo, è arrivato il giorno tanto atteso, anzi per essere precisi sta per arrivare la sera tanto attesa, perché sarà quella che oggi, 24 giugno, terrà a battesimo la prima edizione della Rivincita. Alle 22 al San Girolamo Mezule, Fraporta e Santa Maria si incroceranno di nuovo, 4 giorni dopo la sfida della 49esima edizione. Un'edizione che propone per la prima volta il bis, il raddoppio della Corsa, .a Rivincita, come ormai è comunemente riconosciuta e praticamente battezzata. Inutile nascondere che c’è grande attesa e tanta curiosità per questa sfida inedita che ripropone la gara della seconda domenica di maggio per dare appunto la possibilità a chi non ha vinto a maggio di farlo a giugno o a chi ha vinto a maggio di bissare il successo a giugno facendo cappotto, come si usa dire al Palio di Siena quando una contrada vince sia a luglio che ad agosto. Queste le tornate: PRIMA TORNATA: Mezule: Mirko Concetti su Quappelle Fraporta: Luca Paterni su Receptivo Santa Maria: Diego Cipiccia su Carlotta Spirit SECONDA TORNATA: Mezule: Ernesto Santirosi su Notte Fatale Fraporta: Jacopo Rossi su Filba Candramjga Santa Maria: Marco Elefante su Regina Carolina TERZA TORNATA: Mezule: Fabrizio Fani su Amaldra Fraporta: Alessandro Scoccione su London Eye Santa Maria: Tommaso Suadoni su Velida

Published in Cultura e Spettacolo
Venerdì, 23 Giugno 2017 21:14

NARNI / RUBA SOLDI A UN COLLEGA: ARRESTATO

NARNI - Arrestato per aver rubato soldi a un collega di lavoro ma è stato scoperto dopo un servizio di controllo. L’attività era stata organizzata dai Carabinieri della Stazione di Narni (TR) che due giorni prima avevano ricevuto la denuncia di un 45enne del luogo che lamentava la sottrazione in più occasioni di denaro contante dal proprio portafoglio mentre era riposto all’interno dell’armadietto dello spogliatoio del suo posto di lavoro. I militari, dopo aver effettuato un accurato sopralluogo dei locali della ditta, predisponevano un servizio “invisibile” di osservazione e controllo che gli permetteva di bloccare il 54enne, originario di Narni (TR) e con precedenti di polizia, con ancora in mano la banconota che aveva “soffiato” dal portafoglio del collega denunciante. L’uomo, che con i precedenti furti si era impossessato di circa 3.500 €, veniva arrestato per furto aggravato ed, al termine delle relative verbalizzazioni, sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione. Nella giornata odierna, al termine del rito direttissimo nel corso del quale l’arresto veniva convalidato e l’udienza rinviata ai primi del prossimo mese, il giudice applicava nei suoi confronti la misura cautelare dell’obbligo di firma 3 volte alla settimana presso l’Arma di Narni (TR). Continua l’impegno dei Carabinieri, con tutte le sue componenti operative, nel contrasto ai reati contro il patrimonio già di per sé particolarmente invisi ai cittadini ed ancor più in questo caso in quanto commesso sul luogo di lavoro ed in danno di un collega.

Published in Cronaca

NARNI - La notizia che fa più notizia è un'ultim'ora sulla riorganizzazione della macchina comunale. Mentre pensa a comporre la giunta e a mettere d'accordo tutte le anime della maggioranza, de Rebotti starebbe pensando ad una svolta in qualche modo epocale per il Comune: riaccorpare il settore lavori pubblici con quello dell'urbanistica. Una decisione che dovrebbe coinvolgere sia i dirigenti che gli assessori.

A proposito dei primi la voce insistente che sta circolando in queste ore è quella che vorrebbe una loro decisa riduzione passando dagli attuali cinque a solo tre. Al momento è difficile capire chi saranno i due a lasciare, al massimo ci si può affidare sempre alle voci di corridoio. Queste vorrebbero la Almadori in partenza verso il Comune di Terni e Flori orientato a lasciare l'incarico dirigenziale. Sarebbe questo l'elemento che darebbe di fatto il via all'operazione accorpamento fra lavori pubblici e urbanistica sotto un unico dirigente: Antonio Zitti.

Anche dal punto di vista politico ci sarebbe una razionalizzazione con un unico assessore al quale andrebbero le due deleghe. Il più accreditato sarebbe Marco Mercuri, Psi, che avrebbe anche l'incarico di vice sindaco, una sorta di super assessore insomma che con gli incarichi pesanti che gli darebbe de Rebotti convincerebbe i socialisti a rinunciare alla richiesta di due posti in giunta.

A quel punto due andrebbero al Pd: uno sicuro a Lucarelli, l'altro forse ad una donna ma esterna, cioè non eletta. Di nomi ne girano diversi, compreso quello di Gabriella Tassi, già consigliera comunale e provinciale e attualmente membro del cda Sii. Risalgono intanto le quote delle sinistre e in particolare di Alfonso Morelli, mentre è confermato l'ingresso della Bernardini, in quota Lista de Rebotti ma non come vice sindaco. 

Published in Cronaca

NARNI - La Rivincita di sabato sera (24 giugno) sarà anticipata dal grande corteo storico, che partirà dal centro storico alle 19 e 45 per raggiungere lo stadio San Girolamo. Il corteo, ricalcherà quello presentato a maggio, con qualche novità: una piccola riduzione del numero di costumanti e la presenza di un gruppo di popolani che richiameranno in qualche modo i riti dedicati a San Giovanni Battista, santo al quale è dedicata questa edizione di giugno della Corsa all’Anello. Aprirà il corteo il suono dei musici, il gruppo delle magistrature comunali e pontificie con i propri gonfaloni e stendardi, quindi i terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria secondo l’ordine di arrivo alla Corsa all’Anello dell’anno precedente, con i gruppi delle fanfare, le autorità, le rappresentanze militari, i cavalieri della corsa, le corporazioni delle arti e le nobili casate delle antiche famiglie. Mezule, riproporrà gli abiti nuovi di tutto il gruppo musici, formato da 25 elementi tra tamburini e tubicine. Per quanto riguarda la dama degli anelli, ci sarà un gradito ritorno. Tornerà infatti ad indossare l'abito bianco e nero, come a maggio, Maria Stefania Cotini. Per il resto, le responsabili hanno fatto sapere che è stato creato un gruppo di popolani e popolane che recheranno elementi legati a San Giovanni come l’acqua e le erbe aromatiche per fare la tradizionale acqua odorosa. Santa Maria, presenterà un corteo molto simile a quello di maggio. Gli arancioviola non hanno fatto abiti nuovi ma hanno provveduto ad inserire importanti accessori sia nel gruppo degli anelli che nelle famiglie. La dama degli anelli segna un ritorno importante. L’abito di punta del corteo sarà infatti indossato da Sara Cipiccia, sorella del cavaliere Diego, che ha vinto anche importanti premi. Anche Santa Maria presenterà il gruppo dei popolani con i riferimenti al culto di San Giovanni Battista. Fraporta presenterà un corteo con molte novità. I componenti delle famiglie, così come il capo priore ed il priore andranno a cavallo. La dama degli anelli sarà Annalisa Mariotti ed il gruppo rossoblù recherà i simboli del giugno, ossia il grano ed i granchi. Attenzione anche al gruppo dei popolani che saranno introdotti da un carroccio trainato dai buoi sul quale ci sarà lo stendardo di San Giovanni, frati e chiarine. Dietro di loro il popolo crasso con famiglie e balie, e per ultimo il popolo minuto con, per fare un esempio, i mietitori, i raccoglitori di tartufi e le donne inghirlandate. In corteo anche i pellegrini ed i frati domenicani. Il corteo dell’Ente Corsa non avrà il gruppo dei popolani. Ci saranno le autorità comunali e pontificie insieme al gruppo delle dame che quest’anno è stato infoltito con la presenza delle damigelle dell’amor cortese.

Published in Cultura e Spettacolo
Pagina 1 di 896