Giovani
Giovani

NARNI - La movida universitaria scatena le proteste dei cittadini. Il caso scoppia al centro storico dove le notti narnesi che affascinano gli studenti, non piacciono invece ai residenti. Siamo al classico scontro fra giovani e schiamazzi da una parte, esigenza di quiete e riposo dall'altra. Di mezzo ci vanno i locali pubblici, dove i ragazzi si danno convegno fino a tarda notte fra aperitivi lunghi, cene e magari qualche brindisi di troppo.

L'ordinanza - È proprio la notte che diventa il pomo della discordia. La gente lamenta urla e schiamazzi fino alle prime luci dell'alba, protestando contro gli universitari e contro i locali che li ospitano. Il Comune ha emanato un'ordinanza che impone la chiusura dei locali alle una di notte, per cercare di evitare o di arginare, almeno, il problema.

L'assessore de Arcangelis invita alla calma - La protesta in questi giorni si è fatta ancora più forte ed è arrivata in Comune. L'assessore al commercio Marco de Arcangelis però raccomanda calma e fa appello a tutti a gestire in modo sano la questione. "Narni -dice - è una città civile, accogliente e solidale e bisogna contemperare le due esigenze: quella cioè di far divertire i nostri studenti e quella di tutelare il diritto dei narnesi alla quiete notturna. Il sindaco ha emanato l'ordinanza, ma da sola non può bastare, ci vuole altro.

La movida alla Rocca - Quello di cui è convinto l'assessore è il fatto che agli studenti vanno dati anche altri tipi di divertimento come cinema, il teatro, biblioteche, sale biliardo, concerti in aree appropriate. E per cominciare annuncia l'intesa raggiunta con i gestori della Rocca Albornoz per organizzare serate lontane dal centro storico e in grado di venire incontro alle esigenze dei giovani. Che il Comune sa bene quanto siano importanti per la città, "e non devono -precisa de Arcangelis - essere considerati né un fastidio, né solo un affare economico".

Ci sono diversi vantaggi di uno stile di vita sano. Ma possono rimedi aiutarci? E 'facile per gli americani per ottenere rimedi on-line. Com'è possibile? Di solito, se avete perso l'attrazione ad un partner specifico, rimedi come Kamagra per migliorare la potenza è improbabile per aiutarlo a tornare. A proposito di "Kamagra Oral Jelly UK" e "Kamagra Oral Jelly consegna al giorno successivo"? Quello che gli esperti parlano di "Kamagra da India"? Altra domanda che dovremmo è "Kamagra consegna al giorno successivo". Una classe comune di antidepressivi, che comprendono Lexapro, può ragione disfunzioni sessuali. Alcuni farmaci non sono adatti per le persone con alcune condizioni, e betweentimes un farmaco può essere usato solo se è preso cura supplementare. Se avete bisogno di consigli su Kamagra, uno dei medici farà farmaci accessibili che sono adatti per voi di prendere. Sarà quindi in grado di acquistare il medicamento.

TERNI - I carabinieri di Terni stanno approfoindendo un episodio accaduto giovedì pomeriggio davanti ad una scuola media di Terni dove un ragazzo di 12 anni di origini sinegalese ma residenti in città ha aggredito una sua compagnia di classe. Il ragazzo l'ha assalita da dietro e l'ha colpita alle spalle con un colpo violento. Secondo la ricostruzione fornita dagli stessi carabinieri, il giovane è stato fermato dalla madre della ragazzina che ha evitato che l'episodio potesse continuare. La stessa madre ha poi portato la figlia al pronto soccorso dove i medici l'hanno soccorsa e le hanno prestato le cure del caso. La prognosi è di 20 giorni. Secondo quanto reso noto dalle forze dell'ordine, il giovane avrebbe colpito la ragazzina perchè portava una collanina con un crocifisso. Sul caso proseguno gli accertamenti dei militari dell'arma.

NARNI - La prima polemica sul nuovo San Domenico è targata Forza Italia. Porta la firma di Sergio Bruschini, capogruppo in Comune, che agita l'allarme sicurezza sulle scuole della zona. Il problema, secondo Bruschini, è rappresentato da un nuovo paletto dissuasori che il Comune ha posto davanti al piazzale del nuovo ingresso dell'ex Casa del Popolo per impedire il transito e la sosta delle auto. Un provvedimento bocciato senza appello da Forza Italia.

Invece di eliminarli - dice Bruschini - i problemi si sicurezza li aumenta. Quella zona permetteva infatti ai pulmini della scuola di sostare e far scendere senza problemi i bambini e offriva uno spazio anche alle auto dei genitori che si fermavano solo il tempo necessario per far scendere i figli. Adesso invece il pulmino dovrà fermarsi un salita oppure il conducente scendere e togliere e rimettere ogni volta il paletto e le auto dove capita. Era meglio non mettercelo quel paletto e fare le multe a chi parcheggiava a lungo ma il sindaco ha scelto una strada diversa e sarà ricordato come l'impalettatore visto quanti ne ha messi in giro per Narni". 

TERNI – Sono stati oltre 1200 gli studenti del territorio provinciale che anche quest'anno, ad aprile-maggio, hanno fatto visita agli impianti idrici grazie al progetto educativo “Percorsi ambientali” nell’ambito della campagna sull'uso sostenibile della risorsa acqua e la conoscenza del ciclo dei rifiuti promossa da Auri e Servizio idrico insieme ad Asm, Umbriadue, Cosp e Acea. Gli studenti di ogni ordine e grado hanno visitato le sorgenti naturali e gli impianti di depurazione e distribuzione dell'acqua e di trattamento dei rifiuti.

Tra i siti visitati la storica sorgente della Lupa di Arrone, gli impianti di depurazione di Gabelletta di Terni, Narni (Funaria), Orvieto Centrale, Cecanibbio di Amelia, l'acquedotto romano di Narni, gli impianti di fitodepurazione di Vigne di Narni e Tenaglie di Montecchio e, per i rifiuti, la discarica di Orvieto e i centri di raccolta di Terni, Narni e Orvieto.

Sono stati due mesi di intenso lavoro e di impegno da parte delle scuole, delle direzioni didattiche, dei circa 130 insegnanti e 30 tecnici ed esperti delle aziende coinvolte che hanno consentito ai ragazzi di conoscere da vicino le tematiche ambientali sulle quali istituzioni e aziende sono impegnate quotidianamente, con l’obiettivo di accrescere la sensibilità e il rispetto dei giovani verso l'ambiente e la qualità della vita.

 

Ci sono dall'altra vantaggi di uno stile di vita sano. Ma possono rimedi aiutarci? E 'facile per gli americani per ottenere rimedi on-line. Com'è possibile? Di solito, se avete perso l'attrazione ad un partner specifico, rimedi come Kamagra per migliorare la potenza è improbabile per aiutarlo a tornare. A proposito di "Kamagra Oral Jelly UK" e "Kamagra Oral Jelly consegna al giorno successivo"? Quello che gli esperti parlano di "Kamagra da India"? Altra domanda che dovremmo è "Kamagra consegna al giorno successivo". Una classe comune di antidepressivi, che comprendono Lexapro, può causare disfunzioni sessuali. Alcuni medicina non sono adatti per le persone con alcune condizioni, e betweentimes un farmaco può essere usato solo se è preso cura supplementare. Se avete bisogno di consigli su Kamagra, uno dei medici farà medicina accessibili che sono adatti per voi di prendere. Sarà quindi in grado di acquistare il medicamento.

TERNI - Bravata da minorenni, in cinque, quasi tutti con meno di 18 anni, finiscono per essere denunciati dalla polizia per aver provocato danni alla propria scuola. Un atto vandalico che è costato loro molto caro a spese dell'istiuto professionale Sandro Pertini Sonda dove hanno rubato addirittura alcuni computer. Secondo quanto riferisce la questura, al termine di una serata “brava” al parco, passata a bere alcolici, i giovani hanno deciso di cimentarsi con un furto, prendendo di mira proprio la loro scuola.

Forzando una finestra perimetrale, i quattro avrebbero preso le chiavi del laboratorio di informatica rubando in tutto sette pc e nascondendoli negli zaini; dopo la fuga, li avevano nascosti al parco Rosselli, dove poi sono stati ritrovati. Sono stati tutti denunciati per furto alla Procura Minorile. Gli agenti hanno seguito uno di loro che portava sulle spalle un voluminoso zainetto e lo hanno fermato proprio mentre cercava di disfarsene: all’interno c'erano quattro computer portatili nuovi.

Il ragazzo, portato in questura, alla presenza dei genitori in quanto minore, ha consegnato il cellulare agli agenti che, grazie al registro delle chiamate, sono risaliti agli componenti del gruppo: altri quattro minori, tra i 16 ed i 17 anni, ed un 18enne. Sono stati tutti rintracciati e accompagnati in questura, dove, davanti ai genitori, hanno ammesso le loro responsabilità.

Pagina 1 di 4
EOF