Economia
Economia

TERNI - I risultati gli danno torto ma per Claudio Ricci essere arrivato a 4 punti dalla Marini è un risultato di assoluto rilievo. E dal quartier generale di Forza Italia fanno notare che nessuno avrebbe scommesso in un simile responso delle urne alla vigilia e che non si ricorda a memoria d’uomo una situazione del genere. Stavolta insomma il centrodestra è andato davvero vicino alla vittoria. Ma torniamo a Ricci. “Abbiamo tenuto in bilico il risultato molto a lungo – afferma, significa che è stato fatto un buon lavoro, siamo competitivi anche perché eravamo tutti uniti. Ora abbiamo un programma da rispettare e da far attuare”

Fabio Paparelli si gode il suo risultato personale. E’ il primo degli eletti ternani. L’assessore regionale Pd uscente non ha avuto tutto il partito ternano dalla sua parte ma nonostante questo ha riscosso un risultato molto importante, piazzandosi addirittura quarto assoluto in tutta l’Umbria. “Questo – dice – è un risultato importante che premia l’impegno che ci abbiamo messo. Ora sotto con i programmi, non abbiamo portato tra la gente parole vuote ma impegni precisi. Lavoro, crescita, aiuti veri alle imprese e ai giovani e le due cose sono legate tra loro”.

Di risultato importante parla anche Eros Brega sempre Pd che fa notare una particolarità non scontata. “Il territorio ternano passa da 5 consiglieri sui 30 a 6 su 20 ed è oggi più rappresentato”.

Raffaele Nevi ha battuto ogni previsione, anche delle cassandre che gli profetizzavano un futuro da ex consigliere. Altro che ex, Nevi è l’unico forzista in Umbria ad entrare in Consiglio regionale, ha sbaragliato la concorrenza ed ha superato se stesso. “Personalmente sono molto soddisfatto – dichiara – ora lavorerò alla ricostruzione del centrodestra partendo dall’esperienza fatta in questi giorni con l’unità di tutte le forze”.

Su Terni l’exploit della Lega Nord non è passato inosservato ed Emanuele Fiorini lo spiega così.  “Il nostro risultato rappresenta la rabbia dei cittadini, dei commercianti e degli operai che vogliono cambiare l’Umbria. Noi porteremo tutto questo in Consiglio regionale.

Infine Andrea Liberati del M5S si dice soddisfatto ma rimanda i commenti a dopo la valutazione che il movimento farà complessivamente su come sono andate le elezioni in Italia.

NARNI – Si parlerà di lavoro e sviluppo di Narni nell’incontro odierno alle ore 18 in sala consiliare organizzato dalla lista “Progetto Narni” a sostegno della candidatura di Eleonora Pace, che vedrà tra le altre la presenza oltre a quella del candidato sindaco, di Claudio Ricci (Ex sindaco di Assisi e attuale Consigliere regionale) e di Giovanni Ceccotti (candidato della lista Progetto Narni).

“Riteniamo fondamentale che debba essere ricostruita una nuova visione del Comune, rigenerando le tante specificità territoriali di cui è ricco il territorio, perché soltanto partendo da questo presupposto si può invertire il declino sociale ed economico di Narni.

Fondamentale – proseguono dal coordinamento della lista civica – è il rilancio e l’utilizzo della aree industriali di San Liberato e Nera Montoro ed il recupero dell’area ex Spea come sede del distretto tecnologico per nuove iniziative, per lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile e le start-up, la costituzione del JobLab, laboratori per facilitare la creazione di impresa.

Altri settori su cui puntare sono il turismo e la cultura, con un nuovo piano di marketing territoriale volto a valorizzare il patrimonio storico e culturale e le numerose attrattive di Narni, il Ponte d’Augusto, Ponte Cardona e l’acquedotto della Formina, la Rocca Albornoz, Palazzo Eroli e i grandi edifici del centro storico, il teatro ottocentesco e le bellezze naturalistiche, tra cui le gole del nera. Potenziamento ulteriore del brand e progetto “Narni Città della Corsa all’Anello”.

TERNI – Progetto Terni, Terni Città futura, Terni da salvare e Il cammello hanno deciso di appoggiare la candidatura di Claudio Ricci, sindaco di Assisi. “La proposta – dicono in un comunicato congiunto - ha l’ambizione di ricostruire un tessuto sociale e politico fondato sulla responsabilità civica, nonché contribuire a mettere al centro i territori e le comunità al fine di superare le logiche dirigiste e partitocratiche che per troppo tempo hanno marginalizzato ed impoverito tutte le realtà della nostra provincia.

Si vuole costruire un percorso virtuoso che possa rimettere al centro i bisogni dei cittadini e delle comunità, superando definitivamente quella sudditanza con i centri di potere che per troppo tempo ha soffocato la crescita e lo sviluppo.  In quest’ottica, la candidatura del Sindaco di Assisi Claudio Ricci è in linea con le nostre attese e muove per ridare dignità – indistintamente – a tutti i territori regionali. Nel percorso di rinnovamento che auspichiamo riteniamo la candidatura di Claudio Ricci un segnale forte per costruire un nuovo modello di Regione”. Sabato 28 febbraio alle 12.30 all’Hotel Michelangelo di Terni saranno ufficializzate le proposte programmatiche con le quali le liste chiederanno a Ricci di governare l’Umbria per i prossimi cinque anni.

TERNI - Si è svolto sabato 7 marzo all'Hotel Michelangelo l'incontro fra cittadini e liste civiche di Terni e della provincia con Claudio Ricci per proporre e condividere gli argomenti da inserire nel programma elettorale per la conduzione della Regione Umbria nel prossimo quinquennio. L’incontro ha permesso un confronto direttamente con il candidato presidente sulle principali tematiche di attualità e indicare e proporre gli  interventi ed i progetti alla luce delle evidenti difficoltà del territorio ternano ed umbro e vista la incapacità dimostrata dagli attuali amministratori e dalla mancanza di idee e proposte che negli ultimi anni hanno portato la Regione Umbria ad una situazione così disastrata. "Riteniamo importante - dicono gli organizzatori - far sentire la nostra voce, la voce del territorio ternano e le proposte a progetti concreti per la salvaguardia e lo sviluppo della nostra provincia".

EOF