Cultura e Spettacolo
Cultura e SPettacolo

AMELIA – Corea, Olanda, Italia. Da questi tre Paesi provengono i 14 artisti in “residenza creativa” nell’amerino per l’edizione 2013 del Verdecoprente Festival. Si tratta della prima esperienza di questo tipo che si svolge sul territorio e che vede gli artisti ospiti nell’ostello di Giove. Tre Paesi così diversi uniti nell’arte, nelle radici del paesaggio e nel ricordo dell’artista sarda Maria Lai, alla quale è dedicato il progetto di Roberto Giannini e Rossella Viti, Vocabolomacchia teatro.studio (associazione Ippocampo), promotore Cresco (Coordinamento realtà della scena contemporanea).

Il Festival, giunto alla seconda edizione, inizia oggi, venerdì 20, per finire poi domenica 29, dopo aver fatto diverse tappe e lasciato dei segni, dei “solchi” nel comprensorio amerino, partendo da Lugnano in Teverina, passando per Guardea, Alviano, Giove, Penna in Teverina, Amelia.

Il via questa sera, venerdì 20, alle 21, a Lugnano in Teverina appunto, alla Fabbrica, in viale della Rimembranza. In programma “esercizi sulle 5 S”, cartigli e geografie racconti con Rossella Viti e Roberto Giannini; “Trame. Opening per parking for people”, installazione di Elena Del Signore, Giuseppe Morando, Marcella Del Signore.

La metafora delle 5 S. “S come solco, sasso, scure, sole, sale, 5 parole usate dall’artista Maria Lai per dire ciò che è necessario tanto al contadino per la coltivazione dell’ulivo quanto all’artista nel suo processo di creazione. Un’immagine così vicina alla terra umbra – spiegano gli organizzatori della manifestazione - che conduce verso le ragioni di un festival che in questo paesaggio affonda le sue radici, affermando arte, cultura e natura come ‘luoghi’ necessari alla vita. Lo spettatore come abitante dell’opera, l’artista che utilizza gli stessi strumenti del contadino nella metafora delle 5S, sono immagini guida del pensiero originale e poetico di Maria Lai, espresso in opere senza tempo”. E’ su questo che gli artisti durante il festival presenteranno i loro lavori in forma di studi, esperienze, work in progress, racconti.

Una “riscrittura dei paesaggi” attraverso le forme, i linguaggi, le poetiche della scena dal vivo, teatro, danza, musica, e delle arti contemporanee, installazioni, fotografia, video e paesaggi sonori.

Protagonisti saranno non solo gli artisti ma anche tutti gli ospiti, cittadini, associazioni, enti.

Domani, sabato 21, a Giove, nella sala polivalente, in via Po, alle 19, nel ricordo di Maria Lai; verrà proiettato il film "Ansia d'infinito", di Clarita Di Giovanni, prodotto con Stefano Gramitto Ricci. E alle 20,30 cena con gli artisti, tra racconti, presentazioni e video, a cura della Pro loco di Giove (costo 14 euro, prenotazione obbligatoria).

Domenica 22 il festival si sposterà a Guardea, nella sala del consiglio comunale (largo Mazzini 5): alle 16,30 "Maria Lai, Maria Pietra", Maria Sofia Pisu racconterà Maria Lai, dalle stanze di famiglia ai percorsi cuciti insieme; con una fiaba opera d'arte da ascoltare e toccare. Seguirà la proiezione "Trame di sogni", Maria Lai nelle fotografie di Daniela Zedda; "Nodas", la chtarra e il suono delle launeddas nella ricerca musicale di Massimo Nardi. E infine "Pane e olio" con la Maratona dell'Olio.

Il festival è realizzato anche grazie al contributo delle amministrazioni comunali che offrono patrocinio, collaborazione, spazi per le attività del festival e per il lavoro degli artisti ospiti. Con il patrocinio di Regione Umbria, Provincia e Camera di Commercio di Terni, la collaborazione di Unicoop Tirreno, Cesvol Terni, Pro loco Giove. Sponsor tecnici: Plastitex, Maratona dell’Olio, Beranzoni allestimenti industriali e l’azienda Le Crete di Giove, Sistema Museo, Uilt, Fkl, Spazio Fabbrica. Media partner Urban Experience.

Per ulteriori informazioni 0744/902749; 339/6675815; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Ci sono diversi vantaggi di uno stile di vita sano. Ma possono rimedi aiutarci? E 'facile per gli americani per ottenere rimedi on-line. Com'è possibile? Di solito, se avete perso l'attrazione ad un partner specifico, rimedi come Kamagra per migliorare la potenza è improbabile per aiutarlo a tornare. A proposito di "Kamagra Oral Jelly UK" e "Kamagra Oral Jelly consegna al giorno successivo"? Quello che gli esperti parlano di "Kamagra da India"? Altra domanda che dovremmo è "Kamagra consegna al giorno successivo". Una classe comune di antidepressivi, che comprendono Lexapro, può motivo disfunzioni sessuali. Alcuni farmaci non sono adatti per le persone con alcune condizioni, e betweentimes un farmaco può essere usato solo se è preso cura supplementare. Se avete bisogno di consigli su Kamagra, uno dei medici farà farmaci accessibili che sono adatti per voi di prendere. Sarà quindi in grado di comprare il medicamento.

NARNI – Grandi ospiti, suggestioni e tanta emozione per la prima dell’Alvinio Misciano Festival, organizzato dall’associazione “Talenti d’Arte” in collaborazione con l’associazione Musicanimus, la associazione “Repubblica di Narni” e il Comune di Narni e dedicato alla figura del grande tenore narnese che per decenni ha calcato i più importanti teatri italiani e al quale la città è ancora molto legata. Sabato 5 aprile al teatro comunale Manini il primo concerto è stato accompagnato anche dal quasi tutto esaurito.

Successo anche di pubblico e tanto ospiti - Tanta gente ad ascoltare l’Orchestra “Talenti d’Arte”, venticinque professionisti con esperienze pluriennali in formazioni orchestrali e solistiche, diretta dal maestro Marco Gatti. Tra gli ospiti l’unica figlia del tenore, Maria Cristina, ma anche autorità e personalità del mondo dello spettacolo e della cultura, come il regista e autore televisivo Cino Tortorella, il soprano Anita Cerquetti che fu protagonista di opere liriche memorabili al fianco dell’artista e alla quale il teatro ha tributato un lungo applauso.

Al Manini c’erano anche il baritono Carlo Alberto Guidantoni che, giovane promessa, si esibì a Spoleto nel 1960 accanto al maestro Misciano e il soprano Caterina Contenti. Affascinante il video di apertura del concerto che ha diffuso le immagini di Misciano e una serata che in generale è stata perfettamente all’altezza delle aspettative. I Talenti d’Arte hanno suonato Salieri, Sinfonia veneziana; Mozart, Concerto n. 4 per corno e orchestra. Solista era Gabriele Falcioni, arie d’opera interpretate da Maria Laura Martorana (Soprano), Paolo Macedonio (Tenore), Leonardo Galeazzi (Baritono), musiche di Donizetti, Mozart, Puccini.

Il plauso dell'assessore Giombolini - Non ha voluto far mancare il suo apprezzamento anche l'assessore alla cultura del Comune di Narni Gianni Giombolini che si è congratulato con l'organizzazione ed ha sottolineato l'importanza della valorizzazione del grande artista per la città. “Alvinio Misciano - ha detto - rappresenta una grande riscoperta per la nostra città e questa manifestazione è un’iniziativa di straordinario valore artistico ma anche didattico”.

Prossimi appuntamenti - sabato 31 maggio, alle 21, sempre al “Giuseppe Manini”: “Vita e opere del  tenore Alvinio Misciano”; “La serva padrona” di Giovan Battista Pergolesi, con Maria Laura Martorana (Soprano), Leonardo Galeazzi (Baritono). Domenica 29 giugno, ore 18, Auditorium di San Domenico: Storia e carriera di Alvinio Misciano; “Il maestro di Cappella” di Domenico Cimarosa, Leonardo Galeazzi (Baritono).

Ci sono diversi vantaggi di uno stile di vita sano. Ma possono rimedi aiutarci? E 'facile per gli americani per ottenere rimedi on-line. Com'è possibile? Di solito, se avete perso l'attrazione ad un partner specifico, rimedi come Kamagra per migliorare la potenza è improbabile per aiutarlo a tornare. A proposito di "Kamagra Oral Jelly UK" e "Kamagra Oral Jelly consegna al giorno successivo"? Quello che gli esperti parlano di "Kamagra da India"? Altra domanda che dovremmo è "Kamagra consegna al giorno successivo". Una classe comune di antidepressivi, che comprendono Lexapro, può ragione disfunzioni sessuali. Alcuni farmaci non sono adatti per le persone con alcune condizioni, e betweentimes un farmaco può essere usato solo se è preso cura supplementare. Se avete bisogno di consigli su Kamagra, uno dei medici farà medicina accessibili che sono adatti per voi di prendere. Sarà quindi in grado di comprare il medicamento.

NARNI - "Il maestro di cappella" chiudera' il 29 giugno la prima edizione del Festival Alvinio Misciano, dedicata al grande tenore italiano di rigini narnesi. Lo spettacolo andra' in scena alle 21,00 al teatro comunale Giuseppe Manini ed è un intermezzo comico composto da Domenico Cimarosa probabilmente tra il 1786 e il 1793 basato su un libretto di produzione ignota. L'operina è unica nel suo genere in quanto, diversamente da tutti gli altri intermezzi settecenteschi, vi è la presenza di un solo cantante, il maestro di cappella per l'appunto.

Proprio per la particolarità di avere un personaggio soltanto non è stata ancora scartata l'ipotesi che questo lavoro fosse stato scritto originalmente come un ampliamento di un'aria per basso o di una cantata comica. Questo intermezzo è una parodia del maestro di cappella settecentesco ed è affine come tipologia a quei lavori che satirizzavano l'ambiente teatrale, ai quali appartiene anche un altro lavoro scritto da Cimarosa nel 1786, L'impresario in angustie.

Di grande carisma e talento il baritono che interpreterà l'opera, Leonardo Galeazzi. Ha studiato canto col Baritono Carlo Guidantoni e recitazione con la regista Rita Riboni, perfezionandosi con Luis Alva, Renato Bruson, Alain Billard, Regina Resnik, Alessandro corbelli. Vincitore dei concorsi internazionali, A. Belli di Spoleto, Tito Ruffo di Pisa e Toti dal Monte di Treviso. Si è esibito al maggio Musicale Fiorentino, al Bergamo Musica Festival, al Festival di Taormina, al Festivaldi Sédières, inoltre sui teatri di Trieste, Bari, Modena, Savona, Piacenza, Rovigo, Ravenna, Sassari, Spoleto, Lucca, Reggio Calabria, Messina, Cosenza, inoltre in Giappone, Austria,Polonia,Francia, Germania. Tra i titoli più eseguiti: le nozze di Figaro, Così fan Tutte, Il matrimonio segreto, Don Pasquale, L'Elisir d'Amore, l'Italiana in Algeri, il Barbiere di Siviglia, Cenerentola, Turandot, Il furioso all'isola di Santo Domingo.

Ci sono diversi vantaggi di uno stile di vita sano. Ma possibile rimedi aiutarci? E 'facile per gli americani per ottenere rimedi on-line. Com'è possibile? Di solito, se avete perso l'attrazione ad un partner specifico, rimedi come Kamagra per migliorare la potenza è improbabile per aiutarlo a tornare. A proposito di "Kamagra Oral Jelly UK" e "Kamagra Oral Jelly consegna al giorno successivo"? Quello che gli esperti parlano di "Kamagra da India"? Altra domanda che dovremmo è "Kamagra consegna al giorno successivo". Una classe comune di antidepressivi, che comprendono Lexapro, può causare disfunzioni sessuali. Alcuni farmaci non sono adatti per le persone con alcune condizioni, e betweentimes un farmaco può essere usato solo se è preso cura supplementare. Se avete bisogno di consigli su Kamagra, uno dei medici farà medicina accessibili che sono adatti per voi di prendere. Sarà quindi in grado di acquistare il medicamento.

NARNI – Nuovo successo “fuori casa” per gli attori del centro “Il Faro”. La Compagnia teatrale del Centro Diurno “Il Faro” di Narni dell’U.O. Centri Diurni e Residenziali dell’Usl Umbria 2 ottiene la vittoria a Correggio (RE), dove, tra l’altro, già nel 2013 la Compagnia del Faro si era classificata seconda al Festival Internazionale delle Abilità differenti.

Proprio il 3 maggio scorso, mentre a Narni si stava festeggiando il santo patrono Giovenale, la Compagnia del Faro, a Correggio, si è aggiudicata la vittoria del Concorso Open Danza, nell’ambito della 18° edizione del Festival, con il relativo premio di 500 euro. Vittoria decretata dalla giuria tecnica composta da Liliana Cosi, Luana Luciani, Dina Jurkeviciute.

I ragazzi, esibendosi sul palco dello splendido Teatro Asioli di Correggio, si sono confrontati con diverse compagnie provenienti da tutta Italia (da Salerno fino a Trento e Milano). La Compagnia del Faro, composta da attori/danzatori con disabilità ed educatori della cooperativa sociale Cipss, ha messo tutto il suo impegno ed entusiasmo nel rappresentare lo spettacolo di Teatro Danza “Fili”, con la regia di Cristina Rossini, video Ivo Cibocchi, costumi Manuela Amerini e luci Leonardo Mechelli.

“E' stata un’esperienza meravigliosa, da un punto di vista umano, sociale e professionale – racconta la regista Cristina Rossini - che ha permesso di confrontarci con altre realtà territoriali e di far conoscere noi e la nostra città in un contesto sociale, artistico, umano di grande portata. Un’importante soddisfazione per noi, per le famiglie e per la responsabile dr.ssa Nicoletta Valenti”.
Il laboratorio teatrale del centro è uno spazio artistico in cui i partecipanti sono liberi di esprimere emozioni e desideri, regalando allo spettatore la propria unicità.

Oltre a quella teatrale, diverse e numerose sono le attività che vengono portate avanti nella struttura diurna; laboratori operativi che riguardano la manualità, l’aspetto cognitivo-espressivo e motorio. E per alcune situazioni è stato avviato da anni un percorso lavorativo presso ditte locali, attraverso borse socio-assistenziali. Un lavoro finalizzato a far emergere e rinforzare quelle abilità utili per inserirsi in maniera attiva e partecipata nel tessuto sociale.

 

 

TERNI - E’ iniziata sabato 12 novembre la dodicesima edizione del film festival “popoli e religioni”. Un’edizione, quella di quest’anno, particolarmente ricca. Fino al 20 novembre verranno proiettati film e cortometraggi al Cityplex di Terni, mentre incontri e dibattiti saranno in programma in Bct. In programma anche proiezioni mattutine per le scuole elementari, medie e superiori, oltre ad anteprime, concerti, spettacoli, retrospettive ed eventi speciali.

“Babele” è il titolo scelto per la kermesse, organizzata dall’Istituto di studi teologici e storico-sociali di Terni in collaborazione con il Comune di Terni, la Regione Umbria, la Conferenza Episcopale Umbra e il Ministero per i beni e le attività culturali e il patrocinio della Conferenza Episcopale Italiana, la Chiesa Valdese e il Pontificio Consiglio per la cultura. La decisione di far riferimento alla mitica Torre viene spiegata da Stefania Parisi, direttore generale del festival: “ Il titolo è nato dalla riflessione sulle caratteristiche dominanti del nostro “oggi”; caratteristiche che coinvolgono tutti. Intendiamo interpretare il mito di Babele proprio nella duplice accezione, l’una negativa di confusione, caos, incomunicabilità e l’altra positiva di ricchezza delle diversità di popoli e culture”.

Il tema della Torre di Babele sarà declinato, nel corso delle nove giornate, attraverso una pluralità di significati: dalla sfida dell’uomo nell’elevarsi con la proprie forze sempre più in alto (attraverso la tecnologia, ma anche lo sport), al plurilinguismo, fino alla molteplicità dei linguaggi, non solo verbali.

In concorso ci sono 7 documentari, 6 lungometraggi e 20 cortometraggi. I film, provenienti da tutto il mondo, sono stati selezionati tra gli oltre 800 arrivati alla redazione artistica del festival.

Il compito di giudicare i lavori spetta alla giuria composta da Marialuna Cipolla, Katia Malatesta e Angelita Fiore. Oltre ai premi per le tre categorie, verranno inoltre assegnati i premi per il migliore attore, migliore attrice e migliore sceneggiatura.

Saranno tanti e importanti anche gli ospiti invitati al festival. Tra gli altri, gli attori Elio Germano, Stefano Fresi ed Edoardo Siravo.

Giulia Agostini

Pagina 1 di 2
EOF