OTRICOLI / VIAGGIO NEL TEMPO CON L'EXPEDITIO V FLMINIA

OTRICOLI / VIAGGIO NEL TEMPO CON L'EXPEDITIO V FLMINIA

Mercoledì, 04 Ottobre 2017 18:05 Written by 

OTRICOLI – I parchi archeologici di Carsulae e Ocricolum e i luoghi di interesse storico dell’antica Narnia saranno le tappe di Expeditio V Flaminia, l’evento promosso  dal Comune di Otricoli e dalla cooperativa Gea, in collaborazione con i Comuni di Narni e Terni e il sostegno della Fondazione Carit. L’inizioativa è in programma dal 6 all’8 ottobre e vede il coinvolgimento anche delle scuole di Acquasparta e Massa Martana per ripercorre la storia della via Flaminia in uno degli anni che la videro protagonista con il passaggio delle legioni del futuro imperatore Vespasiano, della storia dell’anno dei quattro imperatori, il 69 d.C. Giunta alla sua quinta edizione, Expeditio Flaminia è organizzato da Anticae viae insieme ad associazione culturale Ocriculum e con l a partecipazione di associazioni di rievocazione da tutta Italia: Svodales mamartei, Contubernio piceno, Leg I minervia, Leg III gallica, Leg XVI, Leg XXII ppf.

UNA STORIA DA RACCONTARE - Morto l’imperatore Nerone, con la fine della dinastia Giulio-Claudia, l’impero piombò in un’aspra guerra civile che viene definita dalla storia come “anno dei quattro imperatori”.

Nel 69 d.C. si succedettero, infatti, ben quattro principi: Galba, successore di Nerone, poi ucciso dai pretoriani; Otone sconfitto a Betriacum (nei pressi di Cremona)i; Vitellio di nuovo sconfitto a Betriacum; Vespasiano che, acclamato dalle legioni orientali, per mano del suo generale Marco Antonio Primo, scese verso Roma facendo nascere, di fatto, il tempo della dinastia Flavia.

Come attesta Tacito, una volta sconfitto il grosso delle truppe a Betriacum, passati gli appennini, Antonio Primo si fermò a Carsulae in attesa del resto delle legioni. A Narnia erano disposte le forze di Vitellio che, venute a sapere della disfatta, non crearono problemi al passaggio di Antonio il quale, giunto il tempo dei Saturnali, si fermò a Ocriculum a rendere onore agli dei di Roma.

Una storia vecchia quasi duemila anni e l’ambizione di raccontarla in tre giorni dedicati all’identità storica della nostra terra con obiettivi: promozione turistica e divulgazione culturale.

> OBIETTIVO TURISMO (E NETWORK) - L’evento, integrato nel più ampio progetto “Archeo Land For All” teso a promuovere (e a rendere inclusivo) il Parco Archeologico di Ocriculum nell’ambito del network delle città lungo la via Flaminia, intende essere un contenuto di promozione del territorio. Per questo integra anche un’attività di educational dove sono stati invitati 8 direttori didattici provenienti da tutta Italia che potranno godere, oltre che del tema della rievocazione, anche di tutte quelle che sono le eccellenze del nostro territorio (Visita guidata a Ocriculum, Visita a Bosco Cardona e Narni Sotterranea, Visita guidata a Carsulae e a Palazzo Cesi).

> OBIETTIVO CULTURA - Fulcro dell’evento sarà il passaggio delle legioni di Antonio Primo la cui ricostruzione, attraverso la marcia di alcuni tratti della via Flaminia, darà il modo per introdurre delle attività di divulgazione legate alla storia:

La Flaminia come via di passaggio delle legioni, ma anche di commercianti e semplici viaggiatori (con didattiche per grandi e bambini);

Il ruolo delle legioni: militare ma, soprattutto, civile (con il coinvolgimento di luoghi quali il Ponte d’Augusto e l’Acquedotto della Formina dove saranno realizzate delle scene teatralizzate e didattiche);

Il cibo al tempo di Roma.

L’EVENTO - Un evento che vede coinvolte (con prologo il 4 e 5 nelle scuole di Massa Martana e Acqasparta) cinque città del nostro territorio:

(il 4-5 ottobre presso le scuole di Massa Martana e Acquasparta) - un prologo didattico per le quinte elementari e le prime medie che racconterà la storia della via Flaminia e l’importanza per la nascita dei borghi di VICVS MARTIS (Massa Martana) e AD AQVAS PARTAS (Acquasparta);

(il 6 ottobre a Carsuale) - Expeditio V: Flaminia. A partire dalle 11.00, sino alle 16.00, nella parte antistante il Centro Visite U. Ciotti  - la ricostruzione di un piccolo campo romano con didattiche sul soldato romano, l’agrimensore, il viaggiatore e il commerciante lungo la via Flaminia;

(il 7 ottobre a Narni) - Expeditio V: Flaminia. La marcia delle legioni di Antonio Primo (con partenza alle 10.00 da Narni Scalo, passaggio alle 11.00 al Ponte d’Augusto, arrivo alle 12.00 presso Auditorium San Domenico); la ricostruzione di un campo romano (nella zona di fianco l’Auditorium San Domenico); l’escursione presso il ponte d’Augusto con scena teatralizzata alle 11.00; l’escursione al Bosco Cardona con scene teatralizzate alle 16.15; una incredibile Cena Romana offerta dalla Cooperativa Iride (presso la Taverna degli Anelli a Narni).

(l’ 8 ottobre a Otricoli) - Expeditio V: Flaminia. La marcia delle legioni di Antonio Primo (con partenza alle 10.00 da Gualdo di Narni e arrivo al Parco Archeologico di Ocriculum alle 12.30); la ricostruzione di un campo romano e la vita di un municipio romano (nei pressi delle terme di Ocriculum); il festeggiamento dei Saturnalia nel pomeriggio.

©Riproduzione riservata
EOF