Cronaca
Cronaca

NARNI - In vista delle elezioni amministrative del prossimo 11 giugno, Cronache24 ha organizzato per martedì 30 maggio un confronto tra i cinque candidati alla carica di sindaco. Un’occasione unica di dibattito, che permetta ai cittadini di conoscere le proposte politiche dei candidati, il modo con cui interpretano il futuro di Narni e intendono mettere in pratica i loro programmi.

Un appuntamento che metterà di fronte il sindaco uscente Francesco de Rebotti per il centrosinistra, Eleonora Pace per Forza Italia, Fratelli d'italia, Luca Tramini per i Cinqustelle, Gianni Daniele per Tutti per Narni-Lega Narni e Luciano Novelli per Sinistra per Narni. La trasmissione sarà registrata alle 19 e 45 ed andrà in onda a partire da mercoledì mattina, 31 maggio. 

Hai una domanda che vuoi fare a tutti o a uno specifico candidato? Vuoi un chiarimento su una parte del programma, su una dichiarazione o su un qualsiasi altro aspetto attinente alla competizione politica?
Cronache24 ti permette di segnalare possibili domande che, selezionate dalla redazione, verranno riproposte ai candidati durante il dibattito.
Le domande possono essere rivolte alla redazione durante tutta la giornata di domenica 28 maggio e lunedì 29 maggio tramite:
- la mail della redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
- Facebook: inviando un messaggio privato alla nostra pagina Facebook.

NOTA: Per garantire la totale imparzialità nello svolgimento del dibattito, non verranno prese in considerazione domande proposte da qualsiasi candidato sindaco o al Consiglio comunale di qualsiasi lista.

Il confronto sarà mandato in onda e diffuso durante la mattina di mercoledì 31 maggio sul sito di Cronache24, sul nostro canale YouTube e sui social network.

 
 
 

Ci sono dall'altra vantaggi di uno stile di vita sano. Ma possibile rimedi aiutarci? E 'facile per gli americani per ottenere rimedi on-line. Com'è possibile? Di solito, se avete perso l'attrazione ad un partner specifico, rimedi come Kamagra per migliorare la potenza è improbabile per aiutarlo a tornare. A proposito di "Kamagra Oral Jelly UK" e "Kamagra Oral Jelly consegna al giorno successivo"? Quello che gli esperti parlano di "Kamagra da India"? Altra domanda che dovremmo è "Kamagra consegna al giorno successivo". Una classe comune di antidepressivi, che comprendono Lexapro, può motivo disfunzioni sessuali. Alcuni farmaci non sono adatti per le persone con alcune condizioni, e betweentimes un farmaco può essere usato solo se è preso cura supplementare. Se avete bisogno di consigli su Kamagra, uno dei medici farà farmaci accessibili che sono adatti per voi di prendere. Sarà quindi in grado di comprare il medicamento.

NARNI - In onda lo Speciale elezioni di Cronache24. A Palazzo Eroli la trasmissione con il confronto fra i cinque candidati a sindaco: Francesco de Rebotti, Eleonora Pace, Gianni Daniele, Luca Tramini e Luciano Novelli.

 

NARNI - Il siparietto più divertente lo regalano Daniele e de Rebotti. Il primo parla della Narnese e fa riferimento alle trasferte in terra toscana, il secondo lo interrompe puntito: “Guarda, Gianni, che la Narnese gioca in Eccellenza regionale”. “Si va beh, ma ti assicuro che mi raccontano di quando andava a giocare quelle gare”, fa Daniele. Uno a zero de Rebotti, rimanendo nel gergo calcistico.

Poco dopo però il sindaco uscente dilapida il vantaggio facendosi autogol. Nel bel mezzo del confronto critica l’organizzazione del dibattito, colpevole, a suo dire, di far partire le risposte sempre da lui. Sul momento non si capisce bene cosa voglia dire poi spiegherà meglio a microfoni spenti. “L’ho visto fare a Sky e in tutte le altre trasmissioni”, dirà. Ringraziando per i lusinghieri accostamenti,  la redazione gli farà però notare che la disposizione dei posti e l’ordine delle risposte era stato stabilito prima con sorteggio e con l’accordo di tutti.

Il confronto è scorso via tra idee, slogan, proposte, frecciatine più o meno mirate e anche qualche accenno di polemica. Toni, look e stili decisamente diversi tra i vari candidati, ognuno a suo modo peculiare. Semplice camicia, e dunque presenza non certo da copertina, per De Rebotti, Novelli e Tramini, mentre Daniele e Pace, ognuno a suo modo, sfoggiano un look più elegante e maggiormente scenico.
 
Poiché si sa, pure l’occhio vuole la sua parte quando ci sono di mezzo le telecamere. Elementi, questi, non marginali, poiché rispecchiano gli atteggiamenti tenuti dai candidati: gestualità, rigore espressivo o maggiore eccentricità, attenzione all’immagine di sé o soltanto alle proprie parole. Si passa, così, dall’approccio pacato, composto di Daniele e Novelli, a quello più serio di de Rebotti; da quello esuberantè e  senza strafare come ci si potrebbe aspettare da un candidato del M5S, di Tramini, a quello molto spesso arrembante della Pace.  Simpatico il siparietto tra de Rebotti e Pace, capitati fianco a fianco nello schieramento dei candidati a seguito del sorteggio. Il sindaco uscente, nel lasciare la parola alla candidata del centrodestra, si dimentica spesso di passarle il microfono.
 
La Pace sfrutra l'assist e ci gioca: “Fino alla fine non vuole lasciarmi il testimone, non si arrende”, sottolinea scherzando rivolgendosi a de Rebotti e strizzando l’occhio alla telecamera. Il curioso gioco del sorteggio genera altri effetti. Tramini, per esempio, annuisce maggiormente quando parla Novelli, collocato al suo fianco, rispetto agli altri tre candidati, più lontani, probabilmente non solo a livello fisico. Pace e de Rebotti, invece, sembrano mostrare un feeling insolito quando a parlare è soprattutto Tramini, uniti da una medesima disapprovazione nei confronti dei temi del giovane grillino soprattutto i bandi europei che ripete come un mantra. De Rebotti sulla materia è preparato non si fa mai cogliere in fallo, risponde senza sbavature dimostrando di conoscere a fondo le questioni. Lo aiutano i cinque anni passati a Palazzo del Podestà.
 
“Lo so, torno sempre lì”, anticipa Tramini appena avverte un brusio di disapprovazione, mostrando un accenno d’irritazione. La pacatezza di Daniele, invece, non si smentisce nemmeno quando la sua scelta di correre separato dal centrodestra e sostenuto dalla Lega Narni viene criticata dalla Pace. Il candidato Tpn respedisce al mittente le accuse, difendendo le sue posizioni. Alla fine, ognuno resta fermo sulle sue convinzioni (e provocazioni).
 
Ma, in fondo, si tratta di ordinaria bagarre politica. Tra i diversi temi trattati, che hanno spaziato dal lavoro, alla cultura, passando per il rapporto tra centro storico e frazioni fino ad arrivare al rilancio del patrimonio culturale ed artistico della città, il maggiormente sentito da tutti gli sfidanti è stato sicuramente quello legato alla sanità. Argomento molto delicato sul quale si è accentuato ancor più il distacco tra la posizione di de Rebotti che ha difeso il lavoro fatto e quella di tutti gli altri candidati che hanno invece denunciato le mancanze legandole anche alla politica regionale. Molto interessante anche la diversità di visioni sulla situazione economica del territorio e sulle possibili alternative per il rilancio.
 
Se dalla parte dei nuovi volti, infatti, sarebbe in atto un netto declino della politica industriale, da sempre trainante dell'economia locale, recuperabile essenzialmente con un maggiore investimento di energie in altri ambiti, tipo quello turistico, culturale o agricolo, dall'altro lato si ritiene necessario continuare ad incentivare e potenziare le medie e grandi industrie accompagnate da settori innovativi come il turismo "che però - ha sottolineato de Rebotti - non può bastare". Sulle materie strettamente inerenti le elezioni e la politica, si è notato un distacco tra le diverse posizioni. Se da un lato c'è la speranza di un sovvertimento delle parti o almeno di un ballottaggio, dall'altra si è puntato sulla continuità. Una netta spaccatura, insomma, tra chi predica l'innovazione e chi difende quel che c'è.
 
Millennium
EOF