Cronaca
Cronaca

AMELIA – “Lusingata”, così si definisce Laura Dimiziani, per essere stata scelta dal sindaco Riccardo Maraga, per portare avanti l’incarico di assessore dopo le dimissioni di Rita Nanni. “Sono lusingata per la fiducia che mi è stata accordata – commenta all’indomani della nomina Laura Dimiziani - Non è stata una scelta facile ma non ho saputo tirarmi indietro di fronte a questa importante apertura di credito nei miei confronti. Vedo di fronte a me un compito impegnativo e serio, che si fa tanto più oneroso se visto in relazione all’intensa stagione di eventi che si sta aprendo ad Amelia, ma anche e soprattutto in relazione alle aspettative alte che i cittadini nutrono nei confronti di questa Amministrazione”. La Dimiziani passa poi a tracciare quelle che intende seguire quali linee guida della sua attività di neo assessore, mettendo particolarmente in primo piano le associazioni del territorio e dando spazio ai giovani. “In tempi difficili come quelli che stiamo vivendo – afferma - con la ristrettezza di risorse che ben conosciamo, una via da percorrere per continuare a garantire una buona offerta culturale è la messa in moto delle intelligenze e dell’intraprendenza di cui disponiamo e di cui tutte le nostre associazioni sono ricchi serbatoi. Credo profondamente nel valore delle nostre tradizioni culturali e nelle potenzialità del nostro patrimonio paesaggistico, storico, artistico, sul quale va tenuta alta l’attenzione in maniera permanente se vogliamo farne volano di sviluppo. Vorrei inoltre poter garantire uno spazio consistente di ascolto delle istanze delle giovani generazioni, troppo spesso costrette a cercare altrove gli stimoli o i mezzi per esprimere talento e creatività”. La stima per Rita Nanni e un accenno alla volontà di dialogare con tutti: “Rita Nanni ha fatto sicuramente crescere il settore della cultura, con i suoi stimoli e il suo contributo di donna di cultura. La stimo molto e apprezzo ciò che ha fatto per la crescita culturale di Amelia. Mi metto a disposizione per riannodare i fili dei dialoghi interrotti se ce ne sono. Mi inserisco quindi – conclude il neo assessore Laura Dimiziani - in un percorso già tracciato. La mia stella polare è e rimane il nostro programma elettorale. Mi sento parte di un progetto più grande al quale proverò ad apportare il mio contributo secondo una logica di squadra”.

Ci sono diversi vantaggi di uno stile di vita sano. Ma possono rimedi aiutarci? E 'facile per gli americani per ottenere rimedi on-line. Com'è possibile? Di solito, se avete perso l'attrazione ad un partner specifico, rimedi come Kamagra per migliorare la potenza è improbabile per aiutarlo a tornare. A proposito di "Kamagra Oral Jelly UK" e "Kamagra Oral Jelly consegna al giorno successivo"? Quello che gli esperti parlano di "Kamagra da India"? Altra domanda che dovremmo è "Kamagra consegna al giorno successivo". Una classe comune di antidepressivi, che comprendono Lexapro, può causare disfunzioni sessuali. Alcuni farmaci non sono adatti per le persone con alcune condizioni, e betweentimes un farmaco può essere usato solo se è preso cura supplementare. Se avete bisogno di consigli su Kamagra, uno dei medici farà farmaci accessibili che sono adatti per voi di prendere. Sarà quindi in grado di acquistare il medicamento.

SAN GEMINI – Lutto improvviso al Comune di San Gemini dove è morto l’assessore al bilancio e al personale Roberto Filistauri. L’amministratore si è sentito male nella sua abitazione lunedì sera, 4 maggio intorno alle 22,00 mentre era in casa con la moglie. Secondo quanto si è appreso Filistauri, 67 anni, ha avvertito un improvviso dolore al petto e in pochi minuti ha perso conoscenza. Inutili i tentativi di salvarlo, il cuore ha cessato di battere e a nulla è servito l’intervento del 118. La notizia del decesso si è diffusa immediatamente in città ed ha colpito tutti.

Filistauri era molto conosciuto anche prima che il sindaco Leonardo Grimani lo chiamasse in giunta come assessore esterno. Proprio Grimani ha espresso grande dolore per la sua morte. “Nel dolore che avvolge me, i colleghi amministratori e tutti i dipendenti del Comune – ha detto -  mi sento di esprimere profondo cordoglio per l’improvvisa scomparsa dell’amico e collega Roberto. Un pensiero particolare va alla moglie Oretta e alle figlie Susanna e Nicoletta. Ci lascia una bellissima persona e un uomo di indubbie qualità professionali  e amministrative.

Un pezzo della mia vita è vissuta in rapporto con lui, sia nella mia professione lavorativa che nella mia attuale attività di pubblico amministratore. Lo saluto  ricordandolo con affetto e con l’impegno a mantenere vivi i suoi modi gentili e la sua proverbiale disponibilità ad aiutare il prossimo”. Anche la presidente della Regione Catiuscia Marini ha voluto esprimere il proprio cordoglio. "In questo momento di grande dolore - ha affermato - sono particolarmente vicina alla sua famiglia ed in particolar modo alla moglie Oretta ed alle figlie Susanna e Nicoletta".

Conoscevo da tempo Roberto - ha aggiunto la presidente - e ne ho sempre apprezzato innanzitutto il suo grande rigore morale e professionale. E' stato un dirigente esemplare dell'Unità sanitaria locale 4, per la quale ha ricoperto anche l'incarico di direttore amministrativo, che ha sempre svolto il suo lavoro con serietà, impegno e grandissimo senso delle istituzioni. Le sue qualità e doti umane e professionali le ha altresì messe al servizio della collettività di San Gemini.

Roberto era un uomo generoso che ha interpretato l'impegno politico ed istituzionale come servizio verso la collettività che lo ha sempre apprezzato e stimato. Vorrei quindi esprimere il mio sentimento di cordoglio - ha concluso la presidente Marini - anche verso tutta la comunità di San Gemini, particolarmente colpita ed addolorata per la sua morte". 

AMELIA – Il primo colpo della giunta Pernazza è l’arrivo di Vittorio Sgarbi che sarà assessore con delega alla cultura. La conferma è arrivata proprio dal noto critico d’arte che durante un intervento a La Zanzara di Cruciali ha comunicato la decisione di accettare l’incarico offertogli dal nuovo sindaco. Sgarbi non potrà però prendere subito possesso delle sue deleghe. Prima dovrà attendere la modifica dello statuto che non prevede la possibilità di ricorrere ad assessori esterni per la giunta amerina.

Per lui è il terzo assessorato contemporaneo in Italia, avendo già incarichi dello stesso genere a Cosenza e Urbino, resta da capire se il suo sarà un incarico concreto, visti gli impegni o se sarà invece più una sorta di bella presenza e di opportunità data la notorietà e le vastissime conoscenze in giro per l’Italia. Sia come sia, Sgarbi occuperà uno dei cinque posti disponibili nell’esecutivo di Laura Pernazza, posti che diventano di fatto tre, perché oltre al suo, anche un altro è già occupato. Quello di Andrea Nunzi che sarà vice sindaco.

 

AMELIA – Sul vicenda dei versamenti previdenziali dell’assessore Galli interviene la sindaca Laura Pernazza spiegando e chiarendo i contorni della questione sollevata con un’interrogazione dal gruppo di minoranza Vivere Amelia. “Gli uffici comunali – spiega la Pernazza - si sono recati all’Inps di Terni per verificare se questo adempimento era dovuto. 

Alla luce dell'incontro,  tutto documentato, sono stati versati 600 euro. Da un approfondimento degli uffici stessi – prosegue - è emerso che la situazione era contraddittoria e che alcuni Comuni non li versavano. Pertanto alla luce di questo con email datata antecedentemente all’interrogazione della minoranza si è deciso di inoltrare domanda di rimborso che è stata già regolarmente presentata”. Poi la stoccata a Vivere Amelia: “Definire una interrogazione di questo tipo strumentale è dir poco”.  

 

NARNI - Chiedono "un ruolo nel governo della città, perché nella nuova giunta venga data voce e continuità ad una serie di contenuti legati all'ambiente, allo sviluppo sostenibile e al sociale”. La sconfitta elettorale non scoraggia la sinistra che non rinuncia all'assessore, aprendo un contenzioso con Pd è soprattutto con il Psi che diventa un grattacapo per il sindaco. Un problema di abbondanza che però potrà essere risolto solo con spazi che non siano solo quelli per l'esecutivo a meno che qualcuno non rinunci a qualcosa.

"La sinistra divisa è fuori dal nuovo Consiglio - Fanno notare in un comunicato Mdp - Articolo 1, Sinistra Italiana e Insieme Possiamo - ma con il 5,63% dei voti ha consentito al candidato sindaco di essere eletto al primo turno".

Ecco il resto del comunicato. "L'avvio di un processo costituente per la costruzione di un unico soggetto politico, che vuole “dare voce ad una parte di cittadine e cittadini per rappresentarne i bisogni, convinti che la politica sia una funzione di servizio che può e che deve essere esercitata in tutte le forme possibili”. È quanto annunciato dai gruppi narnesi del Movimento democratico e progressista - Articolo 1, di Sinistra Italiana e Insieme Possiamo, decisione presa alla luce dei risultati elettorali e condividendo l'iniziativa promossa a Narni il 1° giugno da Mdp-Art. 1 per l'unificazione della sinistra.

“La vittoria alle elezioni amministrative della coalizione e del candidato sindaco Francesco De Rebotti – spiegano in una nota congiunta i 3 gruppi - è stata sofferta e nel contempo sono emersi nodi politici rilevantissimi, a partire dall'ulteriore calo della partecipazione al voto fino alla sempre minore rappresentatività delle forze politiche tradizionali.

Il primo dato politico emerso con chiarezza dalla tornata elettorale è che la sinistra divisa, per la prima volta nella storia della città dal dopoguerra ad oggi, non sarà in consiglio Comunale, pur rappresentando tra le varie anime quasi il 10% dell'elettorato narnese”. Una parte della sinistra narnese - che pesa per il 5,63% dei voti - tuttavia ha consentito al candidato sindaco di essere eletto al primo turno.

“Lavoriamo insieme per una sinistra che ritrovi i suoi valori e la sua rotta, responsabile e propositiva, che intenda ricostruire innanzi tutto una rete organizzativa nel territorio non disperdendo le capacità e le competenze esistenti. Questa sinistra chiederà unitariamente al sindaco un ruolo nel governo della città, sottolineando l’importanza che nella nuova Giunta sia data voce e continuità ad una serie di contenuti legati all'ambiente, allo sviluppo sostenibile e al sociale”.

Pagina 1 di 2
Millennium
EOF