Cronaca
Cronaca

NARNI - Il corpo di un africano di 22 anni di origini eritree è stato ripescato dagli addetti della diga di Recentino che lo avevano notato impigliato nelle griglie della struttura. Il corpo, in avanzato stato di decomposizione, era stato trasportato fin là dalla corrente del fiume Nera dove molto probabilmente il giovane era caduto da solo.

Sul posto si sono recati subito i carabinieri che hanno ritrovato nella tasca dei pantaloni un documento in base al quale le forze dell'ordine sono riuscite a risalire alla sua identità. A denunciarene la scomparsa era stata una parente qualche giorno fa poi in queste ore la tragica scoperta. E' mistero al momento sulle cause della morte, l'inchiesta aperta dalla procura della repubblica di Terni, non è esclude nessuna causa, compreso il suicidio, ma prima dell'autopsia sarà difficile capirne le ragioni vere del decesso. 

Millennium
EOF