Cronaca
Cronaca

TERNI La Lega Nord Umbria chiama tutti a raccolta e organizza dei pullman in partenza da vari punti della regione per la manifestazione nazionale di domenica 8 novembre a Bologna. All'evento, lanciato e organizzato dal segretario federale Matteo Salvini, hanno dato la loro adesione molti esponenti e leader nazionali di partito da Maroni a Berlusconi e Giorgia Meloni.

"Genitori, studenti, insegnanti, agricoltori, commercianti, autotrasportatori - è la nota dell'ufficio stampa del Carroccio - e poi, associazioni sportive dilettantistiche, pensionati, infermieri e tecnici sanitari e ancora medici, invalidi civili e poliziotti. Per dirla in una parola: cittadini. Sono tutti invitati alla manifestazione della Lega Nord in programma domenica 8 novembre: l'appuntamento è a Bologna dalle ore 12 in piazza Maggiore insieme con il Segretario federale, Matteo Salvini.

Dall'Umbria sono stati previsti dei pullman alla volta di Bologna con partenze da Terni, Spoleto, Foligno, Todi, Collepepe, Città di Castello e Ponte San Giovanni (Perugia). E' possibile prenotarsi o chiedere informazioni ai numeri di telefono 333/1708128 - 338/1908304 - 02/66234234 e sul internet www.liberiamoci.com

Perchè partecipare? Forse sarebbe più giusto chiedersi perché “non” partecipare – dichiara il senatore e commissario regionale per l'Umbria della Lega Nord, Stefano Candiani – Ci sono almeno un milione di buoni motivi per scendere in piazza con Salvini al grido “Liberiamoci e ripartiamo”. Liberiamoci dal governo delle tasse e dell'invasione. Lo stato italiano è un mostruoso apparato burocratico con 1900 leggi fiscali e la tassazione sulle aziende e sulle persone di fatto supera il 70 per cento, mentre noi proponiamo una aliquota unica del 15 per cento.

Liberiamoci dall'invasione straniera nelle nostre terre – prosegue il senatore – Basta privilegi a chi non paga tasse ed è persino clandestino. Attraverso una politica di regole certe, respingimenti e difesa delle frontiere, aiuti e accordi nei paesi d'origine torneranno sicurezza e legalità. Liberiamoci dai ladri di pensioni e di lavoro – continua – e facciamo ripartire il lavoro per le donne, per i giovani, per tutti quelli che sono rimasti disoccupati. Aboliamo l'infame legge Fornero, restituiamo quanto è stato sottratto ai pensionati, premiamo le aziende che non delocalizzano e ridiamo lavoro ai nostri ragazzi. Liberiamoci dalla dittatura delle multinazionali – conclude Candiani – le norme europee danneggiano sempre più le nostre produzioni. Difendiamo la qualità del made in Italy, le filiere italiane, le nostre produzioni agricole. Ripartiamo dai piccoli, consumiamo i prodotti della nostra terra”.

 

TERNI - Il Generale di Corpo d’Armata Ilio Ciceri, Comandante del Comando Interregionale Carabinieri “Podgora” di Roma, ha raggiunto l’Umbria dove ieri mattina ha visitato dapprima il Comando Provinciale di Terni e successivamente la Compagnia di Todi. Nel corso della visita nel capoluogo ternano il Comandante Provinciale, Colonnello Giovanni CAPASSO, dopo aver illustrato all’alto Ufficiale la situazione economica, sociale e dell’ordine e della sicurezza pubblica della provincia, si è soffermato sulle tante attività istituzionali portate avanti dai reparti dipendenti analizzando anche la situazione infrastrutturale dei Comandi Arma del territorio. Al termine di un accurato giro dei vari locali di questa sede, il Gen. C.A. CICERI ha concluso la visita incontrando una rappresentanza del personale di ogni ordine e grado dei reparti del Comando Provinciale.

Il Comandante Interregionale ha poi raggiunto la Compagnia di Todi dove, alla presenza del Gen. B. Francesco BENEDETTO, Comandante della Legione Umbria, e del Col. Paolo PICCINELLI, Comandante Provinciale di Perugia, è stato accolto dal Comandante della Compagnia tuderte, Cap. Luigi SALVATI TANAGRO. Quest’ultimo ha presentato al Gen. C.A. CICERI la situazione generale del territorio della Compagnia, che ha giurisdizione su tutta la Media Valle del Tevere, e l’attività del Reparto. Nel corso della visita il Comandante Interregionale si è poi soffermato con i militari della sede, nei vari Uffici ed infine ha incontrato il Sindaco di Todi.

Ci sono diversi vantaggi di uno stile di vita sano. Ma possibile rimedi aiutarci? E 'facile per gli americani per ottenere rimedi on-line. Com'è possibile? Di solito, se avete perso l'attrazione ad un partner specifico, rimedi come Kamagra per migliorare la potenza è improbabile per aiutarlo a tornare. A proposito di "Kamagra Oral Jelly UK" e "Kamagra Oral Jelly consegna al giorno successivo"? Quello che gli esperti parlano di "Kamagra da India"? Altra domanda che dovremmo è "Kamagra consegna al giorno successivo". Una classe comune di antidepressivi, che comprendono Lexapro, può ragione disfunzioni sesso. Alcuni farmaci non sono adatti per le persone con alcune condizioni, e betweentimes un farmaco può essere usato solo se è preso cura supplementare. Se avete bisogno di consigli su Kamagra, uno dei medici farà farmaci accessibili che sono adatti per voi di prendere. Sarà quindi in grado di acquistare il medicamento.

NARNI – C’è un’Umbria viva, che cresce, sostenendo e valorizzando le sue bellezze. È l’Umbria che i cittadini apprezzano, che le istituzioni hanno il dovere di preservare e che la Regione Umbria ha cercato, con successo, di promuovere in occasione di “Fa la cosa giusta”, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Narni era presente alla rassegna, che si è svolta a Milano tra il 10 e 12 marzo, proponendo la presentazione delle Gole del Nera e della pista ciclopedonale di recente inaugurazione. Si tratta di un progetto che, tra i cittadini narnesi, ha già ottenuto riscontri favorevoli e che ora tenta di accogliere un numero sempre maggiore di persone.

Del resto, il percorso narnese, incastonato tra reperti storico-architettonici di notevole fascino e suggestivi scorci naturali, ha tutte le carte in regola per porsi come possibile destinazione per tutti gli amanti del trekking, del verde o, semplicemente, di quello che viene definito “turismo slow”. Ossia, un nuovo modo di fare turismo, che rifiuta gli schemi rigidi dei viaggi, con le loro mete imposte, le tappe obbligate e gli orari da rispettare. Al contrario, questa nuova prospettiva di viaggio si rivolge a coloro che desiderano conoscere in profondità luoghi e culture delle zone che visitano, che amano assaporare la tradizione e le origini di certe terre, che prediligono il passo mite a quello regolato dalla pura frenesia. “Un turismo – spiega l’assessore Giombolini, che ha rappresentato l’amministrazione comunale alla rassegna milanese – a stretto contatto con la natura, a basso impatto ambientale e ad alto tasso di relazioni con gli abitanti dei posti che si visitano”.

Il percorso delle Gole del Nera rientra in un più ampio programma di cammini che abbracciano l’intera regione, come quello di Francesco, la cui meta è Assisi, o quello di Benedetto, che coinvolge anche Norcia, una città che ha estrema necessità di ripartire con forza al più presto. È come, pertanto, se i vari percorsi superassero una dimensione esclusivamente territoriale, ma si collocassero su un piano superiore, quello regionale appunto, come strumento di partecipazione comune e promozione reciproca. È lo stesso Giombolini a sottolineare come, quelle narnesi, siano iniziative sì locali, che intendono però “affiancarsi ed unirsi agli itinerari turistico-culturali, agli assi delle ciclabili regionali e ai cammini spirituali dell’Umbria”.

Quello che attraversa il borgo di Stifone, la maestosa arcata del Ponte d’Augusto e l’abbazia di San Cassiano, non è l’unico percorso offerto dal territorio sia umbro che specificatamente narnese, come precisa lo stesso assessore. Il riferimento è indirizzato, ovviamente, al progetto della pista ciclabile Lungo Nera dei Laghi ideata da Umbria Lab e a quello relativo a Narnia Hiking Ring di Narni 360. Percorsi importanti, che contribuiscono a valorizzare l’intera regione e che vengono realizzati attraverso la passione e l’attenzione che associazioni e cittadini dedicano alle loro terre, come ricordato dall’assessore.

A quanto pare, l’Umbria e Narni non hanno affatto sfigurato all’evento svoltosi a FieraMilanoCity, mostrando ancora una volta le loro bellezze, storiche, culturali e naturali. I consensi ottenuti relativamente ai progetti realizzati nella regione, in particolare quello narnese, devono essere uno stimolo a proseguire su questa strada. A maggior ragione in questo periodo, in cui il dramma del terremoto, ha, se non compromesso, perlomeno ridimensionato immagine, attrattiva e turismo di tutta l’Umbria.

Lorenzo Di Anselmo

TODI - E' in programma sabato 29 aprile a partire dalle ore 16, nella sala Consiliare del Comune di Todi, il primo Congresso regionale della Lega Nord Umbria per l'elezione dei delegati che parteciperanno poi al Congresso Federale del 21 maggio a Parma, dove verrà eletto il Segretario Federale della Lega Nord. Un Congresso, quello in programma sabato, che vedrà come punto focale anche il confronto tra i militanti della Lega Nord in Umbria per la definizione degli indirizzi politici che il partito seguirà nel prossimo futuro.

“Siamo molto soddisfatti per i numeri che oggi la Lega rappresenta in Umbria – spiegano il senatore e segretario per l'Umbria, Stefano Candiani e il vice segretario Virginio Caparvi - sia per gli eletti in Regione e nelle Amministrazioni locali, sia per le adesioni al movimento che lo scorso anno ha toccato quasi 800 iscritti, con circa 200 militanti che hanno reso possibile l'apertura delle sezioni a Città di Castello, Perugia, Assisi, Foligno, Marsciano, Spoleto, Todi, Deruta, Terni, Bastia. Tutto questo senza contare gli altri gruppi che nei Comuni rappresentano ormai un chiaro punto di riferimento per molti cittadini che tramite la Lega esprimono una voglia di cambiamento e di rottura rispetto ad un sistema consociativo che troppo spesso non ha consentito una sana alternanza democratica, fossilizzando il Pd in gestioni amministrative e politiche che quando non sono caratterizzate da pressappochismo sono addirittura dannose.

Stiamo riscontrando un grande entusiasmo ai banchetti che vengono organizzati in tutta la regione – proseguono Candiani e Caparvi – e siamo fiduciosi di poter superare i 1000 iscritti in Umbria. Al voto nel Congresso – concludono i due rappresentanti leghisti – parteciperanno coloro che hanno “un'anzianità” di almeno 365 giorni di militanza. Tre anni fa gli aventi diritto erano 14, mentre adesso sono circa 70: questo da l'idea di quanto sia ampia l'aspettativa e il sostegno che la Lega trova ogni volta che si presenta tra i cittadini”

“La Lega Nord è un partito che in Consiglio regionale ha saputo raccogliere e ascoltare le istanze dei territori dell'Umbria, palesemente mal governati da un potere arroccato della sinistra, volto alla conservazione delle poltrone più che a disegnare un progetto di futuro per la Regione – sono le dichiarazioni dei consiglieri regionali Emanuele Fiorini e Valerio Mancini – Gli impegni presi in campagna elettorale vengono portati avanti coerentemente. Tra le nostre priorità ci sono la difesa delle fasce deboli, come anziani e disabili, la legge sulle case popolari, la sicurezza, il tema del lavoro e della valorizzazione dell'agricoltura e del territorio. Il Congresso rappresenta un'occasione seria di confronto, libero e costruttivo, dal quale attendiamo e vorremo far emergere le linee programmatiche per il congresso nazionale del 21 maggio, ma, ancora di più, costituire le prime basi di una proposta di governo regionale per l'Umbria, consapevoli che c'è tanto lavoro da fare, ma consapevoli anche della vicinanza dei cittadini e dei simpatizzanti che hanno voglia di cambiamento e di riprendere in mano il proprio futuro”.

ACQUASPARTA – Centotrenta eventi in tutta l’Umbria da mettere in rete per farne un cartellone unico in grado di promuovere i territori e rilanciare il turismo dopo gli effetti negativi del terremoto. E’ la grande iniziativa lanciata ieri dai Borghi più Belli d’Italia Umbria riuniti a Palazzo Cesi di Acquasparta per l’assemblea di approvazione del bilancio consuntivo e dei programmi per il prossimo futuro. “Abbiamo messo in campo un’eccezionale sinergia fra i tutti i Comuni umbri aderenti ai Borghi – dice il presidente Antonio Luna – per stilare un calendario di iniziative condiviso fra tutte le realtà regionali”. Feste, manifestazioni, eventi, spettacoli, rievocazioni storiche, tutto in un’unica offerta per dare modo ai turisti di orientarsi in chiave moderna e godere a pieno delle bellezze dell’Umbria. “Ciascun turista – spiega ancora Luna – potrà avere in tempo reale la mappa delle iniziative che si svolgono in un dato periodo dell’anno nella nostra regione e così poter apprezzare l’Umbria complessivamente, anche attraverso i suoi magnifici eventi”. Il passo successivo, dopo l’approvazione di ieri, sarà quello di coinvolgere gli enti istituzionali, prima di tutto la Regione ma anche l’Anci Umbria e gli altri enti. “Non si può parlare di condivisione – sottolinea infatti Luna – senza pensare a fare squadra anche con la Regione dell’Umbria e con gli altri enti rappresentativi dei Comuni, perché la promozione si fa bene se si lavora insieme”. Quella di ieri è stata una giornata importante anche per Acquasparta. L’associazione dei Borghi più Belli d’Italia Umbria ha infatti assegnato al Comune ternano il ruolo di tenutario dell’archivio documentario dell’associazione. “E’ una scelta – ha detto sempre il presidente Luna – che rappresenta e prosegue la nostra filosofia di gestione policentrica che garantisce ai territori il giusto protagonismo. In questo solco si inserisce infatti anche il fatto che Castiglion del Lago gestisce la tesoreria”. Nel corso di una breve cerimonia il presidente ha consegnato al sindaco di Acquasparta, Roberto Romani, i faldoni contenenti gli attuali 150 documenti cartacei dell’associazione ai quali si aggiungono altri 250 documenti in formato digitale. Tutto il materiale attuale sarà ovviamente arricchito dalla successiva produzione documentaria che verrà consegnata, di volta in volta, ad Acquasparta. “E’ per noi un onore e un’ importante responsabilità tenere a curare l’archivio documentale dei Borghi più Belli d’Italia – ha dichiarato il sindaco Romani – è una decisione che conferma la gestione condivisa dell’associazione e che ci vede assolutamente d’accordo con questo modo di impostare le attività. E’ infatti la sinergia tra tutti i Comuni e i territori che crea le necessarie condizioni per fare bene e per dare forza a tutti”.

Pagina 1 di 5
Millennium
EOF