NARNI-AMELIA / MORIA DI PICCIONI, SCATTA L'ALLERTA: "ESAMI IN CORSO SU ALCUNI ESEMPLARI"

NARNI-AMELIA / MORIA DI PICCIONI, SCATTA L'ALLERTA: "ESAMI IN CORSO SU ALCUNI ESEMPLARI"

Giovedì, 05 Ottobre 2017 09:34 Written by 
in Cronaca
Tagged under

NARNI-AMELIA – Una serie di decessi tra i piccioni si sta verificando fra Narni ed Amelia. Esemplari di volatili morti si trovano in diversi punti dei due centri storici in numero molto più consistente rispetto a quanto avviene solitamente. Carcasse sono state trovate nei vicoli, ai lati di alcune piazze e a Narni all’interno della fontana di Piazza dei Priori. Il caso è anomalo e su di esso stanno indagando le autorità preposte. La conferma arriva dai due sindaci, Francesco de Rebotti e Laura Pernazza che hanno già avvisato i carabinieri forestali.

Dalla loro chiamata è scattata tutta la profilassi che cha compreso il prelevamento di alcuni campioni e le successive analisi che l’istituto zooprofilattico di Terni sta eseguendo su alcuni dei piccioni morti. Per avere la risposta ufficiale ci vorranno almeno sette giorni perché si stanno facendo esami riguardanti una possibile infezione virale. L’ipotesi fra gli esperti è proprio quella di un virus che possa essersi diffuso fra i volatili fino a decretare la morte di alcuni di loro. Pietro Valentini Marano, veterinario dell’Usl 2 spiega: “I piccioni erano animali da allevamento ma oggi vivono allo stato selvaggio, girano nelle campagne per cercare cibo e potrebbero aver preso qualche virus, oppure possono essere loro a diffonderlo.

Non ci sono problemi per le persone, questi tipi di virus sono frequenti nei volatili, magari un po’ meno n ei piccioni, ma non sono in grado di creare complicanze per l’uomo”. “Abbiamo allertato subito le autorità competenti – dicono sia de Rebotti che la Pernazza – prima di tutto i carabinieri forestali che poi hanno fatto scattare le dovute procedure, ora attendiamo la risposta delle analisi”. “Inizialmente – aggiunge poi la Pernazza – avevamo pensato ad un avvelenamento, ma quando poi abbiamo saputo che le morti si verificavano anche a Narni, allora la prospettiva è cambiata”. La stessa cosa la afferma Valentini Marano. “Effettivamente mi sento di escludere l’avvelenamento perché è difficile pensare che vi sia qualcuno che si muove tra Narni e Amelia. Ora l’unica cosa è attendere l’esito degli accertamenti”.

©Riproduzione riservata
Millennium
EOF