NARNI / LE MOLE, BRUSCHINI: "IL COMUNE AMMETTE CHE IL BAGNO E' VIETATO PERCHE' NON SICURO"

NARNI / LE MOLE, BRUSCHINI: "IL COMUNE AMMETTE CHE IL BAGNO E' VIETATO PERCHE' NON SICURO"

Mercoledì, 09 Agosto 2017 13:49 Written by 
in Cronaca
Tagged under

NARNI – Il capogruppo di Forza Itali, Sergio Bruschini, ha scritto alla prefettura, ai carabinieri all’avvocato del Comune di Narni per chiedere interventi e delucidazioni sulla situazione della balneabilità a Le Mole. L’avvocato del Comune, Fabio Marini, ha risposto alle richieste ed ha inviato una documentazione al capogruppo forzista nella quale spiega lo stato di fatto dell’area e fornendo chiarimenti sui criteri di sicurezza mediante i quali è stato realizzato il tratto terminale del percorso ciclopedonale delle Gole del Nera. Secondo quanto reso noto da Bruschini sono stati realizzati l’innalzamento della piattaforma di rivestimento dell’esistente opera di salvaguardia, la sagomatura a doppio livello per dare maggior sicurezza ai visitatori, la separazione fra zona sopraelevata dedicata ai turisti e la sottostante area interdetta, riservata solo agli operatori mediante la realizzazione di un camminamento di servizio. E’ stata inoltre posata la fondazione superficiale con plinti di cemento armato e realizzata una balaustra. Infine sono stati messi segnali di pericolo.

“L’esistenza di opere di sopraelevazione destinate al transito dei visitatori delimitate da balaustre, unitamente alla presenza di cartelli di segnalazione del pericolo, sono elementi che – da un sommario esame delle informazioni fornite dall’ufficio tecnico – portano a garantire la sicurezza dei visitatori da possibili esondazioni provenienti dalla centrale (nel caso di funzionamento anomalo) e a dissuadere i medesimi turisti da ogni velleitaria attività di balneazione. Seguendo questa impostazione – ne deduce Bruschini - non è quindi ammessa la balneazione nel tratto del fiume Nera in località Le Mole. E’ chiaro – osserva poi - che le infrastrutture sono state realizzate per permettere solo escursioni e visite, le balaustre e piani rialzati e relative recinzioni servono proprio ad impedire l’utilizzo della vasca per fare il bagno. Da quanto risulta è presente anche un cancello che permette l’ingresso alla zona sottostante il quale dicasi risultare aperto. Chi deve provvedere a tenerlo chiuso?”.

 

©Riproduzione riservata
Millennium
EOF