Cronache 24 - Notizie Calvi
Notizie Calvi

CALVI DELL’UMBRIA – Tre persone sono state denunciate per furto aggravato e una quarta per il successivo acquisto di una cisterna rubata ad Amelia due anni fa. Un equipaggio della stazione carabinieri di Calvi dell’Umbria, nel transitare in una stradina di località Fontana Casale, notava all’interno di un terreno prospiciente una cisterna in ferro che, per fattezze e dimensioni, corrispondeva a quella della quale un anziano signore del luogo aveva denunciato il furto abbastanza tempo prima.

Infatti la cisterna, utilizzata per raccogliere le acque meteoriche da impiegare per l’irrigazione, alla fine del 2014, era stata asportata, dopo averne divelto parte della recinzione, da un terreno del denunciante adibito a vigneto ed uliveto ubicato in località San Marco.

I militari, dopo aver rintracciato il proprietario del terreno dove ritrovavano la cisterna, che era proprio quella rubata oltre 2 anni prima, dopo aver effettuato una serie di verifiche ed al termine dell’escussione di vari cittadini del posto, ricostruivano in maniera precisa la dinamica del furto del 2014.

I Carabinieri identificano pertanto le 3 persone che avevano prelevato la cisterna, che venivano deferite alla competente autorità giudiziaria per furto aggravato in concorso, e segnalavano alla stessa Procura il proprietario del terreno per averla successivamente acquistata senza verificarne la provenienza.

 

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Si intitola “I pompieri e la memoria, appunti per non dimenticare” il libro del calvese Enrico Marchionne che verrà presentato sabato alle 16 in sala del Consiglio. L’iniziativa culturale è a cura dell’Unitre Calvi-Otricoli e sarà introdotta dal professor Gianni Ripani. Il libro è un’opera autobiografica che narra i 35 anni trascorsi dall’ingegner Marchionne nel corpo nazionale, dal 1969 al 2004.

Un lungo cammino, iniziato al comando di Roma e attraversato dai servizi svolti alla scuola Avva delle Capannelle, al Comando di Sassari, al ministero dell'Interno e di nuovo al comando di Roma e alle Capannelle. Una descrizione di oltre 300 pagine in un testo denso e originale, in cui l’autore ricorda i suoi “ragazzi”, colleghi e vigili del fuoco, con i quali “ha condiviso i rischi, i sacrifici e le fatiche di un lavoro straordinario”.

L’opera, si legge nel libro, è dedicata a loro, a questi compagni di viaggio, le cui figure e imprese rischierebbero, forse, di essere perdute per sempre, come lacrime nella pioggia”. Dagli archivi riemergono fotografie, articoli di cronaca e fatti che oggi in pochi ricordano, ma che un tempo, in qualità di interventi, hanno attraversato momenti storici, purtroppo spesso tragici, dei quali Enrico Marchionne è stato testimone e protagonista insieme ai suoi vigili del fuoco.

Il libro contiene anche la breve descrizione di importanti personaggi politici, incontrati per ragioni istituzionali, e rilancia la centralità delle funzioni dei vigili del fuoco in Italia. Marchionne offre anche spunti di riflessione su quegli aspetti “politici” che troppo spesso in Italia rendono lenta e farraginosa l’amministrazione di risorse civili. Le donazioni, fa sapere il sindaco Guido Grillini, saranno devolute a favore delle attività di solidarietà della Anvvf di cui Enrico Marchionne è vice presidente nazionale.

Lorenzo Di Anselmo

Published in Cultura e Spettacolo

NARNI – Calvi dell’Umbria batte i Comuni più grandi e nella corsa al nuovo Consiglio provinciale di Terni piazza addirittura due consiglieri. E’ il Comune, tra quelli più piccoli, maggiormente rappresentato con Sandro Spaccasassi, vice sindaco e rappresentante della maggioranza, e Francesca Fiorucci, ex assessore ed esponente della minoranza. Il piccolo centro ai confini col Lazio ha un numero di consiglieri doppio rispetto a Narni e Amelia che a Palazzo Bazzani ne portano solo una a testa. Otricoli ha sfiorato il successo perché Alessandro Fani ha perso solo per tre voti. Lui però un record, suo malgrado, l’ha ottenuto, quello di aver fatto litigare il centrodestra dove le polemiche post voto continuano ad agitare le acque.

A cercare di placare gli animi si prova il coordinatore provinciale di Forza Italia e capogruppo in Consiglio comunale a Narni Sergio Bruschini. “Il percorso seguito dal centrodestra – dice - in modo particolare da Fi e Fdi, è stato quanto di più condiviso, rispettoso di unità e chiarezza. Ferranti e Pimpinelli come era da subito concertato a conoscenza di tutti anche degli altri rappresentanti della lista, erano i candidati di punta, ove far convergere le preferenze per garantirne l’elezione, gli altri avrebbero svolto un ruolo di complemento e rappresentatività territoriale.

Per questo – aggiunge - sulla scorta di questo accordo,  ad Amelia addirittura  i consiglieri di Fi hanno votato per rispetto di quanto concordato, il candidato di FDI. Ferranti, innegabile, non è stato eletto anche per dovere di correttezza degli accordi non certo per debolezza di rappresentatività. Capisco poi parlando dei problemi di Fi che in un partito ci possono essere posizioni diverse ma queste una volta discusse negli organismi preposti  e presa una decisione, quella deve esser mantenuta da tutti, possa o no piacere. Ancor più grave, poi – afferma - se addirittura si agisce affinché la  posizione si affermi comunque, giungendo a dividere il partito sulle decisioni gia assunte nel direttivo provinciale e concertato nel regionale e ovviamente nei tavoli comuni con gli alleati. Il capogruppo Ferranti –sostiene Bruschini - ha agito responsabilmente dando disponibilità di servizio a spendersi e a metterci la faccia per un'elezione che non interessava a nessuno ma che in un momento di particolare situazione politica amministrativa  su Terni poteva  rappresentare un valido riferimento di centrodestra dello stesso consiglio  comunale, in questo ente.

Con estrema correttezza, ha fatto nei modi e nei tempi, e negli organismi dovuti, tutti i passaggi per giungere alla candidatura, con il consenso di tutti anche se con dei distinguo naturalmente. Egli addirittura è  partito per proporsi proprio dal gruppo consigliare ternano che da subito gli ha dato il via libera. Ferranti è quindi più saldo che mai nel suo ruolo con il consenso del coordinatore provinciale e regionale, e del partito, per il lavoro svolto come capogruppo mai come ora positivo e propositivo  e per il comportamento tenuto responsabile e corretto. Discuteremo ovviamente, al nostro interno però, senza alimentare gossip spero, producendo quegli aggiustamenti che impediscano il reiterarsi di questi problemi che inutile nasconderlo ci sono stati. Il partito saprà rafforzarsi anche e soprattutto nelle difficoltà Questa è la scommesso principale per le altre sfide che ci attendono Narni in primis”.

 

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Facilitare l’inserimento degli immigrati e delle famiglie nel tessuto sociale calvese è l’obiettivo del progetto “Buon Natale in tutte le lingue del mondo” presentato dalla pro loco e promosso dal Comune. Ne dà notizia l’amministrazione comunale che ha deciso di sostenere l’iniziativa strutturata su una serie di incontri con tutti coloro, non italiani, che a vario titolo risiedono a Calvi dell’Umbria. La finalità è quella di conoscere le diverse etnie attraverso tradizioni, usanze e altre forme di espressione culturale. Il progetto sarà gestito dalla pro loco.  

Published in Sociale

CALVI DELL'UMBRIA - Sport, ambiente, scuola e questioni sociali sono tra i temi principali di cui si occuperà il consiglio comunale dei ragazzi entrato in vigore recentemente dopo l’approvazione del Consiglio comunale. Tra i compiti dell’assemblea giovanile quelli di esprimere pareri su ogni materia inviata dall’amministrazione comunale o fare proposte nelle materie di competenza raccordandosi con scuole e associazioni. Il consiglio dei giovani si riunisce almeno tre volte l’anno ed è composta da un sindaco e dieci consiglieri in rappresentanza delle varie fasce di età scolastica, dura due anni ed ha una giunta eletta, in seno al consiglio, formata da quattro assessori, oltre al sindaco.  

Published in Giovani

CALVI DELL’UMBRIA – Le auto corrono troppo e allora arriva l’ordinanza del sindaco. Sulla Strada del Passatore non si possono superare i 60 chilometri orari, anzi in alcuni tratti, si deve andare a 40. Lo stabilisce il primo cittadino che ha fissato il doppio limite di velocità a seguito delle segnalazioni da parte dei residenti del transito di automezzi un po’ troppo veloci.

L’ordinanza è finalizzata, spiega il sindaco nell’ordinanza, a garantire sicurezza a pedoni, residenti e automobilisti. Il sindaco ha stabilito un limite a 40 km/h nel tratto compreso fra il bivio che immette sulla SP 71 Calvi-Otricoli e il civico 10 di vocabolo San Giovanni e dal civico 23 di vocabolo Passatore fino al termine del tratto di competenza comunale. Non oltre i 60 km/h si può invece viaggiare, sempre a vocabolo Passatore, dal civico 10 al civico 23. “La misura – spiega il sindaco – è giustificata dalla presenza in alcuni tratti di abitazioni private e dall’assenza di marciapiedi in entrambi i lati”.

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRIA – Sono tanti i pendolari e i turisti che ogni giorno viaggiano in Umbria sui mezzi di trasporto pubblico ed è quindi fondamentale che la regione sia dotata di un sistema di trasporto veloce ed efficiente. Queste esigenze hanno spinto Francesco Verdinelli, assessore alla cultura del comune di Calvi dell’Umbria, a proporre l’introduzione di alcune corse autobus che garantiscano un collegamento diretto tra la cittadina umbra e Orte, snodo importante del sistema ferroviario.

Secondo Verdinelli, questa necessità nasce dal fatto che Calvi sia, attualmente, uno dei pochi paesi privo di una rete di congiungimento diretto con una stazione ferroviaria, complicando notevolmente le vite di coloro che usano il treno come principale mezzo di spostamento. Per dare un seguito alla sua iniziativa, l’assessore ha già avviato una raccolta firme finalizzata all’effettiva introduzione di un collegamento con la stazione dei treni laziale.

Le esigenze di lavoratori e turisti – spiega l’assessore – devono essere tutelate e, pertanto, anche gli orari di queste corse ipotizzate dovranno essere definite sulla base dei bisogni dei cittadini, di modo che apportino un reale vantaggio e miglioramento degli spostamenti. La proposta di Verdinelli prevede l’introduzione di quattro corse, due durante la mattina e le restanti nel pomeriggio, preferibilmente in modo da coincidere con i treni diretti a Roma o provenienti dalla capitale.

Verdinelli, nella sua petizione traccia anche un possibile itinerario del percorso compiuto dagli autobus: da Santa Maria in Neve fino a Orte, passando per Calvi e Otricoli, in modo da coprire così un’area abbastanza significativa. Quella dell’assessore è, al momento, solo una proposta, ma è auspicabile che le istituzioni si attivino per dare un seguito all’iniziativa. Essa, infatti, si propone un obiettivo importante: quello di rendere più agevole gli spostamenti di turisti e pendolari, i quali altrimenti rischiano di non essere adeguatamente tutelati.

Lorenzo Di Anselmo

Published in Cronaca

TERNI - Tutte le scuole di ogni ordine e grado sarano chiuse fino a sabato. Lo hanno deciso Regione e direzione didattica regionale durante il summit di oggi a Foligno al centro regionale di protezione civile. 

La situazione in provincia di Terni - Ad Amelia una famiglia è stata costretta ad abbandonare la propria abitazione dopo il sopralluogo dei vigili del fuoco. Nel centro storico e nelle frazioni del comune continuano le verifiche per accertare lo stato degli edifici, pubblici e privati. A fare il punto è la sindaca Laura Pernazza: “Da domenica scorsa e fino a ieri tecnici dell’amministrazione, nell’ambito delle attività svolte dai vigili del fuoco, hanno verificato le condizioni di Palazzo Petrignani, Cisterne romane, Museo, Sala Boccarini, Duomo di San Francesco.

In collaborazione con i tecnici della diocesi sono state controllate anche chiese e cappelle dei cimiteri di tutto il territorio per consentire in sicurezza lo svolgimento delle festività dei Santi e dei Defunti. Al setaccio, insieme ai responsabili Usl, anche l'Ospedale, Palazzo Colonna ed i locali del distretto sanitario”. Nella giornata di oggi inoltre, sono state effettuate nuove ispezioni su tutti i siti scolastici.

A Montefranco la sindaca Rachele Taccalozzi ha disposto la chiusura di un tratto di circa 50 metri di Via di Sotto, nel centro storico, per il pericolo derivante da un edificio danneggiato dal sisma. Il comune ha inoltre allestito, in collaborazione con la protezione civile, due punti di accoglienza con 20 posti letto. Il primo punto è stato collocato all’auditorium comunale, il secondo nell’area dello stadio di Fontechiaruccia.

I sopralluoghi di questa mattina nel centro abitato di Quadrelli (Montecastrilli) hanno portato alla chiusura di un tratto di circa 200 metri della SP 41 Settevalli per la quale c'è anche l'ordinanza del sindaco Fabio Angelucci. I tecnici della Provincia di Terni e del Comune, in coordinamento con i vigili del fuoco, hanno infatti individuato un pericolo derivante da un edificio, non abitato e prospiciente la strada, risultato danneggiato dal terremoto. Ancora da verificare è invece lo stato di un fabbricato lungo la SP 22 Carsulana.

Nel comune di Calvi dell’Umbria un tratto di strada che costeggia la chiesa di San Francesco, è percorribile soltanto in una carreggiata a causa del danneggiamento di parte dei cornicioni esterni dell’edificio religioso. Oltre a questa situazione, al momento non risultano nuove criticità sulla SP 18 Calvese.

Giulia Agostini

Published in Cronaca

TERNI – I danni più ingenti secondo i risultati dei primi sopralluoghi tecnici su strutture pubbliche e private, il terremoto li ha inferti alle chiese. A Calvi dell’Umbria è crollata la volta della chiesa di Santa Maria Maddalena che ha indotto Comune e vigili del fuoco a chiudere l’edificio. Altri forti danni ad Amelia e Guardea.

La sindaca Laura Pernazza ha infatti  dichiarato inagibile la chiesa di San Francesco e vietato per oggi, 30 ottobre, con un'ordinanza a scopo precauzionale, l’utilizzo di tutti gli altri edifici religiosi della città. “La chiesa di San Francesco – dichiara– presenta lesioni e danni agli intonaci tali da indurci a dichiararla non agibile. Per tutte le altre abbiamo registrato distaccamenti di intonaci ed altri danni che dovremmo approfondire nelle prossime ore.

Eseguiremo sopralluoghi accurati ma per oggi, visto anche il periodo a ridosso delle festività dei morti, abbiamo ritenuto necessario decretarne la chiusura”. La messa delle 11.00 già programma con il vescovo monsignor Piemontese verrà quindi svolta in piazza XXI Settembre. Anche a Guardea il sindaco Giampiero Lattanzi ha decretato l’inagibilità di due chiese. Si tratta di quella dei Santissimi apostoli Pietro e Paolo, la principale, e della chiesa di Sant’Egidio già lesionata dalle precedenti scosse sismiche. Vietate anche le lezioni di catechismo.

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Circa 3 chilometri e mezzo di strada saranno riservati ai test di pneumatici di autovetture ed altri mezzi a motore. Ne dà notizia l’amministrazione comunale che ha approvato una delibera con al quale concede la possibilità a società private di utilizzare un tratto della Strada del Passatore per l’esecuzione delle sperimentazioni.

L’iniziativa, secondo l’ente, avrà un duplice scopo, quello di incamerare risorse per la manutenzione del manto stradale e di arricchire gli strumenti di promozione di Calvi e del territorio. La concessione temporanea del tratto di strada avverrà a seguito di corrispettivo da parte dei privati e di una richiesta preventiva al Comune.

Published in Cronaca
Martedì, 20 Settembre 2016 16:12

Calvi dell'Umbria / il Comune amplia il museo

CALVI DELL'UMBRIA - E’ di 29mila l’importo complessivo del progetto di allestimento di un’ala del monastero delle Suore Orsoline che sarà adibito a museo. L’amministrazione ha infatti approvato la fattibilità tecnica ed economica dell’intervento che ha come obiettivo quello di accogliere ulteriori opere che andranno ad arricchire l’importante collezione Chiomenti ed altre opere di autori locali contenute nel museo del monastero. I fondi necessari sono stati previsto dalla Regione Umbria a seguito di un apposito bando. 

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL’UMBRIA (redazione) - Spettacoli dal vivo, proiezioni cinematografiche, concerti, presentazioni di libri, performingarts caratterizzano la prima edizione di “Calvi festival”, iniziato sabato scorso e che andrà avanti fino al 18 settembre, organizzato dal Comune e diretto da Francesco Verdinelli. Dopo lo spettacolo del Teatro Danza “Ascoltami” in Piazza Mazzini, scritto da Antonella Granata, con l’esibizione del primo ballerino del Teatro dell’Opera di Roma Manuel Paruccini e la sua compagnia di 7 elementi, il prossimo appuntamento è fissato per il 12 agosto alle 21.15 con “Quel mattino di aprile” del regista Germano Rubbi.

Il testo ripercorre l’eccidio di Calvi dell’Umbria da parte dei nazisti durante la seconda guerra mondiale. Il 14 agosto alle 22.30, in piazzetta Sant’Andrea il concerto a cura  della banda e del coro dell’associazione Amici della Musica diretti dal maestro Angelo Bruzzese che presenterà una selezione fra i più interessanti brani degli anni ’70 e ’80. Il 16 agosto, nella sala del coro del monastero delle Orsoline alle 21.30, Chiara Tofone, con “Tre once di lana nera”, uno spettacolo-studio sul concetto della solitudine, su drammaturgia di Emanuele Principi. In scena Maria Chiara Tofone, Francesca Prete, Alessandro Sesti, per la regia di Giacomo Troianello. Il 18 agosto a partire dalle 19.00, sarà la volta dello spettacolo itinerante “Il Labirinto”, i vicoli e le piazze del paese saranno il palcoscenico naturale delle performance di artisti di strada, musicisti e performer.

Sempre il 19 agosto  si aprirà la rassegna cinematografica  dedicata al  nuovo cinema italiano a Piazza Mazzini. Il 23 e 24 agosto la rassegna cinematografica proporrà altre due proiezioni dei film programmati dall’associazione Viatores Umbro Sabini, alle 21,15 nella bellissima piazzetta Sant’Andrea. Le ultime proiezioni si svolgeranno invece il 30 e 31 agosto alle 21.15 sempre nella piazzetta Sant’Andrea, entrambe precedute da una presentazione a cura di Bruno Cisternino. All’interno del festival e nel corso delle serate sarà aperta una sottoscrizione pubblica per ultimare la risistemazione delle finestre della chiesa di San Francesco risalente al XIII° secolo.

Per l’occasione l’8 settembre alle 21,15 Daniela Poggi regalerà una sua performance- reading proprio all’interno della chiesa su testi di San Francesco accompagnata dal gruppo di musica medioevale Histriones Carbij. Il concerto finale il 18 settembre alle 21.30 in piazza Mazzini chiuderà la prima edizione. “Un festival in divenire – spiega Verdinelli - dedicato alle arti dello spettacolo, un’iniziativa in Umbria, regione che da sempre ha dedicato grande attenzione alla cultura nelle forme più diverse”.  Calvi dell'Umbria inoltre - aggiunge - è un luogo da scoprire con le sue diverse attrattive. Dagli splendidi panorami al museo del monastero delle Orsoline, la meravigliosa chiesa di San Francesco, un centro storico di rara bellezza fino alla  chiesa della piazza centrale del paese con la bellissima facciata progettata dall’architetto Ferdinando Fuga, per finire con sentieri sempre più attrezzati per passeggiate nella natura”.

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL’UMBRIA – Un senso unico alternato con semaforo sarà attivato il 25 luglio sulla SP 6 Magliansabina tra il km 14,00 e il km 15,00 nel comune di Calvi dell’Umbria. Il provvedimento durerà dalle 6.00 alle 14.00 per permettere lo svolgimento della fiera di Santa Maria in Neve.

Published in Brevi

CALVI DELL'UMBRIA - Si è svolta venerdì 13 maggio la tradizionale processione per le vie cittadine in onore del patrono San Pancrazio. L’evento religioso rientra nel programma dei festeggiamenti iniziati l’11 maggio e che culmineranno nella sfida equestre di domenica prossima con la Giostra delle Contrade. La Festa di S. Pancrazio rappresenta l’evento più importante per tutta la comunità calvese, che si riunisce in quei giorni per riaffermare le proprie radici e tradizioni. E’ una tradizione che si ripete almeno dall’inizio del XIII secolo senza aver mai subito interruzioni e ruota attorno alla figura di San Pancrazio, rappresentato dai quattro Signorini e dai quattro Stendardi. I Signorini sono bambini vestiti da soldato romano che impersonano San Pancrazio, martirizzato all’età di 14 anni, mentre gli Stendardi sono dei grandi drappi di seta su cui è dipinta l’immagine del Santo. Essi sono sorretti dai Gonfalonieri, gli altri protagonisti della Festa. La Festa aveva anche un significato politico ed economico, oltre a quello religioso: infatti essa ancora celebra il possesso da parte della Comunità Calvese della cima del Monte Rosaro, ora Monte San Pancrazio, conteso con il vicino castello di Poggio di Mezzo, oggi Poggio di Otricoli. 

San Vittore a Otricoli - A Otricoli invece si è rinnovata sempre il 13 maggio lungo le sponde del Tevere il tradizionale “Sbarco di San Vittore”, patrono e protettore di Otricoli. Intorno alle 21.00 A bordo di una barca con fiaccole e torce la figura del santo ha risalito il fiume ed è arrivata fino al porticciolo dove sbarca fra i fedeli. Non appena la statua arriva sul suolo natio inizia la rappresentazione del martire; grazie a una imponente scenografia e minuziosi costumi dell’età romana, vengono riprodotte tutte le indicibili torture affrontate dal giovane soldato convertitosi alla fede cristiana rinnegando le divinità venerate dall’Impero.

Con Vittore viene torturata una giovane cristiana, Santa Corona. Gli angeli compaiono dalle nuvole per lenire il dolore dei sacrificati, finché la morte non farà risorgere entrambi nella vita eterna in Paradiso. A conclusione del martirio, quando la testa mozzata del Santo precipita per le gradinate del patibolo, il narratore assicura la sua protezione agli otricolani di duratura fedeltà. Inizia così la camminata dei fedeli in processione verso la Chiesa Collegiata al vertice dell’altura del paese, su un sentiero tracciato da lumini e fiaccole.

 

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL'UMBRIA - Violento scontro auto - moto a Poggiolo di Calvi dell'Umbria nella prima mattinata di sabato 7 maggio. Un giovane di 20 anni, che era alla guida del mezzo a due ruote è stata trasportato all'ospedale Santa Maria di Terni dove i medici ne hanno disposto il ricovero.  La sua moto, una Kawasaki Ze 6 si è scontrata con una Peugeot 107 all'altezza di una curva. Nessuno dei due conducenti è riuscito ad evitare l'impatto. L'incidente si 6 verificato poco prima delle 8.00, sul posto 118 e vigili de, fuoco di Terni. 

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRIA (redazione) – Ha raggiunto il 65% la raccolta differenziata con il nuovo sistema porta a porta a Calvi e Otricoli. Ne hanno dato notizia il presidente dell’Asm Carlo Ottone, il sindaco di Calvi Guido Grillino e il commissario straordinario di Otricoli Lucia Raffaella Palma in occasione dell’inaugurazione di ieri del nuovo centro comunale di raccolta rifiuti.

Al taglio del nastro dell’impianto situato a San Pietro di Otricoli c’erano anche Andrea Disanto di Ati4 Umbria e i ragazzi delle scuole del territorio. Nel centro comunale di raccolta potranno essere conferiti i rifiuti differenziati e quelli delle utenze non domestiche, fino a 30 chili per azienda, del territorio calvese-otricolano.

Oltre a plastica, carta e cartone, vetro, alluminio e organico, si potranno portare anche altri tipi di rifiuti, come gli oli vegetali e animali, tutti i tipi di ingombranti (suppellettili, divani, tavoli), tutti i tipi di Raee, sia grandi che piccoli, come frigoriferi, lavastoviglie, phon e altro, le vernici, i pneumatici, i medicinali scaduti, le pile e batterie, i tubi al neon e i rifiuti inerti. Anche nel nuovo centro si potrà usufruire degli sconti sulla Tari attraverso la propria tessera sanitaria. L’apertura è prevista il lunedì dalle 8.00 alle 12.00, il giovedì dalle 14.00 alle 18.00 e il sabato dalle 8.00 alle 12.00.

Published in Ambiente

CALVI DELL’UMBRIA (redazione) - Successo e commozione ha suscitato la presentazione del libro "I partigiani non c'erano"  dello scrittore e regista narnese Germano Rubbi (Dalia edizioni) che tratta l’eccidio di Calvi dell’Umbria del 1944 da parte di un plotone nazista. L’iniziativa si è svolta nella sala del consiglio comunale alla presenza dell’autore, del sindaco Guido Grillini e dell’amministrazione.

Particolarmente colpiti i parenti delle vittime che erano presenti in sala invitati dal Comune e che hanno rivissuto con grande partecipazione emotiva quei giorni attraverso le descrizioni del romanzo. Il libro ripercorre le vicende legate allo sterminio consumatosi da parte tedesca la mattina del 13 aprile 1944, quando un plotone di esecuzione fucilò 16 persone, molti dei quali cittadini comuni, alcuni poco più che 14enni. 

Secondo i tedeschi erano sospettati di collaborare con i partigiani. La ricostruzione di quei giorni vuole che il 12 aprile un gruppo di cittadini calvesi venissero arrestati e portati nella caserma dei carabinieri per essere giustiziati sulla piazza del paese il giorno dopo da 20 soldati delle SS tedesche, senza alcun processo. I loro cadaveri furono poi abbandonati sul posto.  

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL’UMBRIA – Sedici persone,  tutte giovani, alcune di queste avevano appena 14 anni. Nessuna macchia nel loro passato, troppo giovani per poterle annoverare, troppo onesti per destare sospetti. Eppure furono massacrati da un plotone di 20 tedeschi, quasi coetanei, tutti pronti alla disperata necessità di vendersi ad un ordine dei superiori. Forse, dal punto di vista umano, la prima ed eterna domanda sarebbe quella di cosa avessero provato quei tedeschi col passare del tempo, se la loro coscienza avesse avuto il sopravvento sull’alibi del senso del dovere. Nessuno lo saprà mai. Fattostà che l’eccidio di Calvi dell’Umbria è una delle tragedie più persistenti nella memoria della guerra in provincia di Terni e in Umbria.

E oggi che l’eco delle guerre, delle stragi, delle violenze inaudite ha ricominciare ad echeggiare, quell’eccidio torna ad avere un valore diverso, non solo di ricordo ma anche di monito. Ed è probabilmente anche con questo spirito che il sindaco Guido Grillini e l’amministrazione comunale celebreranno mercoledì 13 aprile il 72esimo anno dall’eccidio di Calvi dell’Umbria con una giornata in ricordo delle vittime della feroce repressione nazista. Una repressione che ebbe iniziò senza una ragione di guerra ma con ben altre motivazioni. Era la mattina del 13 aprile 1944 quando un plotone di esecuzione nazista fucilò 16 persone, molti dei quali cittadini comuni, alcuni poco più che 14enni. 

Secondo i tedeschi erano sospettati di collaborare con i partigiani, inoltre, ricordano gli storici, la strage sarebbe stata organizzata e voluta da un colonnello fascista della guardia nazionale repubblicana che rispondeva al nome di Giunio Faustini, operante a Terni, e dai suoi figli che avrebbero agito insieme ad un altro milite della Gnr. La ricostruzione di quei giorni vuole che il 12 aprile un gruppo di cittadini calvesi venissero arrestati su indicazione proprio di Faustini e portati nella caserma dei carabinieri per essere giustiziati sulla piazza del paese il giorno dopo da 20 soldati delle SS tedesche, senza alcun processo. I loro cadaveri furono poi abbandonati sul posto.

Corr. Rover.

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA (redazione) - Serviranno per garantire e aumentare la sicurezza sulla salvaguardia del patrimonio artistico e culturale le telecamere che l’amministrazione comunale installerà al museo delle Orsoline.

Il progetto prevede una spesa di 22mila euro, cofinanziati dalla Regione dell’Umbria per 15mila euro nell’ambito della legge regionale sulla salvaguardia e valorizzazione del beni culturali. Il sistema di videosorveglianza interesserà anche l’intero percorso mussale.

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRIA (redazione) – “Bimbi in cucina, mamme in classe” si sposta a Calvi dell’Umbria e Otricoli. Il progetto di educazione alimentare rivolto ai bambini dai 5 ai 12 anni promosso dalla delegazione di Terni della Fondazione Umberto Veronesi insieme alla Provincia di Terni e con il contributo della Fondazione Carit farà infatti tappa alla scuola primaria di Otricoli dove i due Comuni hanno promosso l’iniziativa.

L’appuntamento è per domenica prossima dalle 10.00 alle 17.00 con i bambini che cucineranno piatti della tradizione italiana e gustose ricette insieme a genitori e al cuoco e divulgatore scientifico Marco Bianchi. L’obiettivo è far conoscere ai più piccoli l’importanza di una giusta alimentazione per la prevenzione dell’obesità e le malattie che troppo spesso ne conseguono. 

Published in Giovani

NARNI (redazione) – I carabinieri hanno denunciato tre persone per guida in stato di ebbrezza. Si tratta di un 35enne disoccupato ternano, un 31enne operaio di Acquasparta e un 28enne agente di commercio residente Terni. Sempre i carabinieri hanno denunciato un uomo di 66 anni di Calvi dell’Umbria trovato alla guida di una macchina sequestrata perché senza assicurazione e revisione.

L’uomo, incurante dei divieti, se ne circolava tranquillamente per il paese. I Montecastrilli invece è stata denunciata una 40enne che guidava sotto l’effetto di droghe. Nella sua vettura è stata trovata una dose di eroina. Le operazioni, fa sapere un comunicato dell'Arma, sono frutto della forte intensificazione dei controlli con la presenza di pattuglie su tutto il territorio provinciale. 

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - E’ stato istituito il senso unico alternato regolato da movieri sulla SP 6 Magliansabina nel comune di Calvi dell’Umbria per consentire il taglio di un pino di grosse dimensioni. Il provvedimento durerà fino al 20 febbraio ed è legato alle condizioni meteo. Le operazioni verranno infatti svolte soltanto in assenza di piogge o di particolari condizioni meteorologiche avverse. L’istituzione del senso unico sarà effettiva soltanto durante i lavori. 

Published in Brevi

CALVI DELL’UMBRIA (redazione) – Una zona 30 km orari è stata istituita dal Comune di Calvi dell’Umbria per garantire sicurezza ai cittadini e a coloro che viaggiano lungo le strade. Il provvedimento è scattato per le strade comunali di Striano, Collignano, San Pietro e San Silvestro. 

Published in Brevi

CALVI DELL’UMBRIA – Sono iniziati lunedì scorso i lavori di rifacimento delle strade comunali di Striano e Colle Morella dove l’amministrazione ha varato un progetto di rifacimento del manto stradale e di aumento della sicurezza per chi viaggia. A tale proposito, l’amministrazione fa sapere che il traffico sulle due strade sarà chiuso fino al termine del lavori.

Published in Brevi

CALVI DELL’UMBRIA – E’ stato finanziato il restauro di pregiate opere pittoriche all’interno dell’ ex monastero delle Orsoline. I lavori, informa il Comune, partiranno a breve. Le opere in questione sono una scultura lignea policroma, raffigurante il crocefisso e risalente al XVmo secolo e un dipinto ad olio su tavola di Camillo Angelucci del XVImo secolo sul tema della Pentecoste.

A rendere nota la notizia è stata la stessa amministrazione che ha recentemente deliberato i lavori in stretta collaborazione con la Sovrintendenza e con la Fondazione Cassa di Risparmio di Terni finanziatrice del progetto di recupero. I lavori sono stati aggiudicati ad una ditta di Spoleto attraverso la centrale unica di committenza della Provincia di Terni.

Ma le novità non si fermano qui. Sempre all’interno dell’ex monastero delle Orsoline sarà infatti realizzata una piccola sala teatrale da utilizzare per spettacoli, concerti e proiezioni. Il Comune ha approvato il progetto di realizzazione dello spazio teatrale utilizzando un finanziamento di circa 4mila e 300 euro stanziate dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Terni, nell’ambito di interventi di promozione culturale e recupero di beni artistici. La sala sarà dotata di amplificazione, di un palcoscenico modulare e di luci tecniche. Altri materiali e allestimenti consentiranno la fruizione a cittadini, artisti, musicisti e compagnie teatrali.

M.L.L.

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL'UMBRIA (redazione) - Sono in via di miglioramento le condizioni dell'80enne di Calvi dell’Umbria rimasto ferito accidentalmente all'addome domenica mattina, 27 dicembre, mentre stava pulendo il fucile da caccia nella propria abitazione.

Secondo una nota del Santa Maria l'uomo potrà essere presto trasferito dalla rianimazione al reparto di riferimento. Sull'episodio intanto indagano i carabinieri di Amelia, che da subito, anche in base alla testimonianza della moglie dell'80enne, hanno ipotizzato che lo sparo sia partito accidentalmente. 

La cronaca dei fatti - Era convinto che il fucile fosse scarico ma non era così e infatti mentre lo stava pulendo gli ha partito un colpo che lo ha preso all'addome. È successo a un uomo di 80 anni domenica mattina, 27 dicembre, a Calvi dell'Umbria intorno alle 11,30, quando l'anziano si trovava dentro la sua cantina dove stava pulendo l'arma, probabilmebte un fucile da caccia.

Non si era però accorto che in canna era rimasta una cartuccia. Ad un certo punto per cause ancora ignote, è partito un colpo che lo ha ferito allo stomaco. Ad avvertire il 118 è stata la moglie che ha per prima udito le urla del marito e una volta in cantina si è resa conto di quanto successo. L'ottantenne è stata trasportato al Santa Maria di Terni dove è stato operato d'urgenza per essere poi trasferito in intensiva con prognosi riservata.

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Si è aggrappata alla tovaglia che era sul tavolo da cucina ed ha tirato verso di sé. Sopra c'era però una pentola con dell'acqua bollente che le è finita addosso. È accaduto ad una bambina di 14 mesi residente a Calvi dell'Umbria. La piccola è stata soccorsa dal 118 di Rieti e Perugia dopo che la mamma aveva chiamato di corsa chiedendo aiuto.

Ma il personale medico ha visto che la situazione era molto grave ed ha deciso di far trasportare la bambina in un centro specializzato. Così è partito anche l'elisoccorso del 118 he è atterrato nella vicina Magliano Sabina. La bambina è stata fatta salire sul velivolo che si è poi diretto verso il centro grande ustionati Sant'Eugenio di Roma, dove la piccola è stata presa subito in consegna. Quella di domenica 27 dicembre è stata una giornata terribile per la piccola cittadina umbra. Poco prima infatti un anziano si era inavvertitamente sparato un colpo allo stomaco mentre stava pulendo il proprio fucile da caccia. Le sue condizioni restano molto gravi.

Corrado Roversi

 

 

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRIA – Sport e scuole sono le priorità nell’agenda delle opere pubbliche del Comune di Calvi. La giunta ha infatti approvato il piano triennale 2016-2018 prevedendo una spesa di oltre 280mila euro per due interventi. L’investimento più consistente riguarda il campo di calcio dove l’amministrazione ha previsto quasi 150mila e 500 euro per la messa a norma e l’efficientamento energetico della struttura. Con altre 130mila euro invece verrà eseguita la riqualificazione e la messa a norma della scuola materna di località San Carlo. 

Lavori a Montecastrilli - Ammontano invece a 34.500 euro i lavori di sistemazione urgente della frana lungo la strada di Valligione a Montecastrilli. Il progetto e l’intervento, approvati dalla giunta comunale, prevedono infatti opere di risanamento e di consolidamento del fronte franoso, con la rimozione di materiale per circa 30 metri di lunghezza. Il consolidamento del fronte franoso verrà garantito da un’opera in scogliera in pietra naturale che dovrà assicurare anche la tenuta della strada. 

Corrado Roversi

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Proseguono gli appuntamenti organizzati dall’Unitre di Calvi e Otricoli. Sabato 21 novembre, alle 16, nella sala del vecchio Comune, a Calvi dell’Umbria, ci sarà la proiezione del film “Il vangelo secondo Matteo” di Pierpaolo Pasolini.

Published in Brevi
Mercoledì, 04 Novembre 2015 18:10

Calvi dell'Umbria / Dibattito su salute e ambiente

CALVI DELL'UMBRIA (redazione) - Si parlerà di ambiente e salute sabato 7novembre alla sala consigliare del Comune dove è in programma alle 17,00 un convegno che rientra nella campagna di sensibilizzazione sanitaria patrocinata dall’amministrazione comunale. Saranno presenti i dottori Massimo Formica, Volfango Perotti e Marilina Piscolla con il coordinamento di Viviana Ferrami, presidente del comitato umbro Mcs.

Inquinamento ambientale, utilizzo indiscriminato di sostanze tossiche di natura petrolchimica  in  tutte  le  attività  lavorative e  agricole,  aumento  di  tumori, malattie del sangue, malattie degenerative,   neurodegenerative  e  Sensibilità Chimica multipla (Mcs), sono, secondo gli organizzatori, in stretta  connessione  con l’ambiente di vita, di  lavoro e con l’alimentazione.

Published in Ambiente

TERNI - E’ stato inaugurato lo scorso fine settimana il nuovo Cammino dei protomartiri francescani ed è già meta di pellegrinaggi e incontri di fede, ma anche di camminate all’insegna della natura e dell’arte del territorio ternano.

Altri appuntamenti a breve saranno il cammino da Colle d’Oro al Santuario dei protomartiri presso la Chiesa di Sant’Antonio a Terni, domenica 25 ottobre, a partire dalle ore 14,30, un breve pellegrinaggio adatto a tutti e di facile percorrenza. Tra la fine di ottobre e la prima metà di novembre seguiranno poi altri incontri sul territorio per presentare il Cammino ai cittadini dei paesi coinvolti: il 31 ottobre a Stroncone (ore 16,00), il 7 novembre a San Gemini (ore 17,00) per chiudere il 14 novembre a Calvi dell’Umbria.

Il periodo migliore per percorrerlo è, ovviamente, a partire dalla primavera fino a settembre inoltrato, ma lo si può fare anche negli altri mesi. Potrebbe forse essere più difficile trovare strutture disponibili nelle quali sostare, tuttavia non sarà difficile organizzarsi. Anche noi di Cronache24 percorriamo virtualmente, tappa per tappa, il cammino. Si parte da Terni, esattamente dalla chiesa di Santa Maria della Pace per arrivare, al termine della prima tappa al convento di San Francesco a Stroncone, dopo aver percorso 11 km, in mezzo alla natura.

Il percorso, in questo caso è caratterizzato da continui sali e scendi, che lo rendono un po’ impegnativo, ma anche naturalisticamente interessante. Dal punto di vista artistico, la chiesa di Santa Maria della Pace accoglie il pellegrino con l’imponente ciclo pittorico sui Protomartiri Francescani dell’artista Stefano di Stasio, ottimo input per affrontare il pellegrinaggio. Quindi, si visitano i resti dell’antica abbazia benedettina di San Benedetto in Fundis e il monastero di San Simeone, ove oggi ha sede la comunità religiosa dei Ricostruttori nella Preghiera.

Al termine si arriva a Stroncone, città natale del protomartire francescano Sant’Ottone e uno dei borghi medioevali più belli dell’Umbria, dove il punto di arrivo è rappresentato dal convento di San Francesco, del XIII secolo. Da Stroncone si riparte alla volta di Calvi dell’Umbria, dove si arriva dopo circa 22 km. Anche questa tappa si svolge in mezzo alla natura e, come la precedente, è abbastanza impegnativa nella prima parte per via dei continui sali e scendi tra le colline e per la forte ascesa di un passo prima di entrare a Calvi.

Lungo il cammino, si fa tappa ad Aguzzo, la città natale di Sant’Accursio e si visita l’eremo di Sant’Urbano (il Sacro Speco), in cui San Francesco soggiornò a lungo e che è noto come la “Cana dell’Umbria”, perché qui il Poverello tramutò l’acqua in vino. Il percorso di questa seconda tappa si conclude a Calvi dell’Umbria, la città di San Berardo, precisamente nella chiesa di Santa Maria Assunta, dove si conserva un presepe monumentale in terracotta del Cinquecento, unico in Umbria.

La terza tappa, la più lunga con i suoi 28,5 km, arriva a Narni è anche la più ricca di luoghi di interesse. Partiti da Calvi, la prima sosta è a Schifanoia, per visitare l’antica abbazia benedettina di San Michele Arcangelo. Quindi, si prosegue verso Narni, bellissima cittadina medievale, che merita una sosta un po’ più lunga per visitare la chiesa di Santa Prudenziana, di origine romana, il complesso benedettino di Castel Sant’Angelo in Massa, la maestosa Rocca Albornoz, la cattedrale, per finire con la Chiesa di San Francesco, meta finale di questa tappa.

Da un borgo medievale all’altro, la tappa successiva ci porta da Narni a San Gemini, città natale di San Pietro. 18 km in mezzo alla campagna, con la possibilità di visitare la meravigliosa abbazia di San Cassiano, del secolo X, dove il tempo sembra essersi fermato l’antico santuario della Madonna del Ponte, luogo frequentato dai pellegrini sin dall’antichità, il santuario di Santa Maria della Quercia e il caratteristico borgo di San Gemini, dove il percorso si chiude alla chiesa di San Francesco.

Penultima tappa del cammino da Sangemini a Cesi, una dei percorsi più brevi (12 km), ma più impegnativi a causa della ripida ascesa all’eremo di Portaria e della successiva discesa a Cesi, entrambe lungo sentieri di montagna.

Lungo il percorso si visita lo splendido sito archeologico di Carsulae, antica città romana lungo la Via Flaminia. Si può sostare all’eremo, detto anche la Romita di Cesi, dove un frate minore, sostenuto da un gruppo di volontari, ha riportato all’antico splendore uno dei più importanti conventi francescani della regione, Luogo in cui si dice che Francesco compose la prima versione del Cantico delle Creature.

Anche Cesi offre molti spunti per una visita all’insegna della storia. La tappa si chiude alla chiesa di Santa Maria Assunta. Da Cesi, quindi, si ritorna a Terni, dove il cammino dei Protomartiri francescani si chiude nella chiesa di Sant’Antonio, dopo 11 km abbastanza facili, quasi tutti su asfalto. Lungo il percorso si visita il santuario di Santa Maria dell’Oro, dove sorgeva l’antico convento francescano costruito per volontà di San Bernardino da Siena. La meta finale del pellegrinaggio è, come abbiamo detto la chiesa di Sant’Antonio di Padova, oggi santuario Antoniano dei Protomartiri, dove sono conservate le reliquie dei Santi.

Ma chi sono i protomartiri francescani a cui è dedicato questo cammino? Cinque frati minori, Berardo, suddiacono, Ottone e Pietro, sacerdoti, Accursio e Adiuto, frati laici, tutti provenienti dai borghi del ternano dove San Francesco aveva a lungo predicato. Furono i primi missionari francescani, inviati dallo stesso San Francesco nelle terre dei Saraceni, probabilmente durante il Capitolo del 1219.

Recatisi dapprima in Spagna, quindi in Marocco, il loro zelo nella predicazione del Vangelo –accompagnato probabilmente da un’inadeguata formazione missionaria- non fu ben visto dai Musulmani di quelle terre che, più volte li imprigionarono e, alla fine, li decapitarono. Era il 16 gennaio 1220, giorno che tutt’oggi è loro dedicato. Le loro salme furono portate a Coimbra, in Portogallo, dove si dice che Sant’Antonio (poi conosciuto come Sant’Antonio da Padova) fu ispirato proprio dal martirio di questi frati ad entrare nell’ordine francescano. Canonizzati il 7 agosto 1481 da papa Sisto IV, le loro spoglie sono venerate nella chiesa di Sant’Antonio da Padova a Terni dal 13 giugno 2010. Per informazioni pratiche sulla credenziale, l’accoglienza, le mappe e quanto altro possa servire per organizzare al meglio il cammino consigliamo di visitare, oltre che il sito www.camminoprotomartiri.it anche quello della Compagnia dei Romei a questo link: http://www.compagniadeiromei.it/index.php/nascoscto/contatti/60-contatti.

Maria Luisa Lucchesi

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL’UMBRIA - Domenica 11 ottobre a Calvi dell’Umbria dalle 16,00 inizierà la visita guidata alla collezione Chiomenti Vassalli ospitata all’ex monastero delle Orsoline, sede anche del museo cittadino. A seguire, alla chiesa di Santa Brigida, il concerto dell’Hermans Festival “Kappelmeister A Kothen, dedicato a Bach. Al flauto Fabio Ceccarelli, al violoncello Alessandra Montani e al clavicembalo Fabio Ciofini.  (ptn) 

Published in Brevi

CALVI DELL’UMBRIA (redazione) - Saranno il filosofo Gabriele la Porta questa sera venerdì 4 settembre e “I Circolabili” domani 5 settembre a chiudere le ultime due serate di “Calvi Estate 2015” organizzate dalla Pro loco . Una rassegna nata quest’anno ricca di eventi, 12 realizzati tra nell’arco di un mese, che ha riscosso una grande partecipazione di pubblico.

“Calvi Estate 2015” che oltre agli eventi realizzati, tra concerti, rassegna cinematografica e spettacoli teatrali, ha avviato una campagna sociale con lo scopo di raccogliere i fondi per l’acquisto di un defibrillatore,  con la partecipazione del Comune di Calvi e di tutte le associazioni calvesi, l’Avis di Calvi dell'Umbria, Pro loco, Sbandieratori Carbium, Amici d'Europa, Viatores Umbro-Sabini, Associazione amici della musica.                         

Appassionate stelle Questa sera, 4 settembre, alle ore 21, il filosofo e conduttore radiotelevisivo Gabriele la Porta presenterà “Appassionate stelle” nella Chiesa della Trinità nel centro storico. Sotto la direzione musicale di Cristian Nevola, con Enzo Garramone (attore) e Flavia Colagioia (soprano), “Gabriele La Porta  mette in scena l’amore raccontato a suo modo, con la veemenza e la passione che lo hanno contraddistinto da sempre.

Sarà un percorso – spiegano dall’organizzazione -  verso tutte le forme dell’amore. Dall’amore di coppia all’amore familiare fino a quello universale che muove, appunto, tutte le stelle. Filmati, poesie, brani musicali e testi inediti, faranno da corollario a questo viaggio di riflessione e condivisione”.

I Circolabili E’ in programma per le ore 21 e 15 di domani 5 settembre in Piazza Mazzini l’esibizione del gruppo de “I Circolabili”. Il gruppo “cerca sempre di trasformare i propri concerti in veri spettacoli integrando i nove musicisti con artisti di strada: trampolieri, giocolieri, clown, ballerini, giochi di fuoco ed action-painting.

La musica, spesso evocativa, rapisce immagini fondendole ad atmosfere circensi con contaminazioni popolari. Non ci sono barriere e la regia è a maglie larghe, esaltando così l’estro individuale e collettivo.”

Aperture straordinarie del Monastero delle Orsoline “In occasione delle attività – fanno sapere - sono previste alcune aperture straordinarie del Museo del Monastero delle Orsoline (progettato dell’architetto Ferdinando Fuga). Il museo ospita opere di artisti del calibro di Pieter Brueghel, Guido Reni, Jacob Ferdinant Voet, Pompeo Batoni, Gaspar Van Wittel, Lavinia Fontana ed altri capolavori da scoprire”.

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELLL'UMBRIA (redazione) - 19 agosto - Si intitola “Moro, i 55 giorni che cambiarono l'italia”, lo spettacolo  scritto da Ferdinando Imposimato e Ulderico Pesce che andrà in scena il 21 agosto alle 21,15 a Piazza Mazzini nell’ambito delle iniziative di Calviestate 2015. “Non l’hanno ucciso le Brigate Rosse, Moro e i ragazzi della scorta  furono uccisi dallo Stato”: questa frase è il fulcro dell’azione scenica. Un’affermazione d’impatto che, oltre a dare il via allo spettacolo sul palcoscenico Calvese ha un fondamento reale nelle indagini del giudice Imposimato che, titolare dei primi processi sul caso riguardante la morte di Aldo Moro, compare in video e interagisce con il protagonista, interpretato da Ulderico Pesce, rivelando verità terribili. come se la sua morte fosse stata già scritta, poiché necessaria ad ostacolare il dialogo politico.

A tal proposito, in una delle sue lettere, il leitmotiv dello spettacolo, Moro, avendo il sentore che alcuni degli uomini del suo stesso partito preferissero la sua morte, scriveva: “Il mio sangue ricadrà su di voi, sul partito, sul Paese. Chiedo che ai miei funerali non partecipino né Autorità dello Stato, né uomini di partito. Chiedo di essere seguito dai pochi che mi hanno voluto veramente bene e sono degni di accompagnarmi con la loro preghiera e con il loro amore”.

"Moro i 55 giorni che cambiarono l'Italia" non costituisce l’ennesima spettacolarizzazione di uno dei casi più controversi della storia moderna; il suo obiettivo primario è, piuttosto, quello di contribuire alla scoperta della verità e alla sua divulgazione, a circa quarant’anni dall’assassinio di Aldo Moro. Calviestate prosegue fino al 5 settembre con eventi, incontri letterari, teatro, musica, arte, spettacoli itineranti, cinema all'aperto. 

Published in Cultura e Spettacolo
CALVI DELL'UMBRIA - Se n'è andato per lo stesso male che aveva ucciso il sindaco Lorenzoni con il quale c'era molta amicizia. È morto per un infarto infatti don Andrea Kasimerzuk, il parroco di Calvi dell'Umbria. Aveva 49 anni e da molti teneva le redini della comunità religiosa calvese. Il sacerdote si è sentito male improvvisamente, subito soccorso, è stato portato all'ospedale dove però le sue condizioni sono subito apparse gravi. Don Andrea è peggiorato rapidamente, il suo cuore non ha retto più e la morte è giunta purtroppo in pochissimo tempo. Era molto amato in paese dove i cittadini lo stimavano, la sua scomparsa ha colpito tutti. 
 
Don Andrea, nato Ciechanowiec in Polonia l’8 febbraio del 1966, è entrato in seminario a Lomza nel 1986 dove ha svolto il primo anno di formazione per poi trasferirsi, dal 1987, nella diocesi di Terni Narni Amelia per proseguire gli studi nel Pontificio Seminario regionale umbro in Assisi, conseguendo la licenza in Teologia. E’ stato ordinato sacerdote il 29 giugno 1991.
 
Nel suo ministero sacerdotale ha animato le comunità parrocchiali a lui affidate con giovialità, semplicità, con grande spirito missionario e disponibilità verso il prossimo. E’ stato viceparroco a Santa Maria Regina in Terni nel 1991 e a San Paolo in Terni dal 1993. Nel 1997 gli è stata affidata la parrocchia di San Giovanni Battista a Terni dove è rimasto fino al 2010 per poi essere chiamato a guidare la chiesa di Calvi dell’Umbria.
 
Uomo semplice dal carattere aperto, sempre attento e disponibile verso gli altri, amava particolarmente la musica e suonava il basso.
 
La morte per una crisi cardiaca è avvenuta all’ospedale di Terni dove era stato ricoverato lunedì scorso. I funerali, presieduti dal vescovo Giuseppe Piemontese si terranno venerdì 14 agosto alle ore 10 nella piazza della chiesa parrocchiale di Calvi dell’Umbria.
 
 
Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA (redazione) -Il sindaco Guido Grillini ha inviato nei giorni scorsi una lettera ai cittadini sull’uso razionale e corretto dell’acqua potabile durante l'estate. Nella lettera Grillini invita in particolare ad evitare l’irrigazione e l’annaffiatura di orti, giardini e prati, il lavaggio di aree cortilizie e piazzali, il lavaggio privato di autoveicoli e il riempimento di piscine, fontane ornamentali, vasche da giardino. “L’acqua – scrive il sindaco - è un bene prezioso per tutti, impariamo a rispettarla e a risparmiarla. Nel frattempo stiamo impegnandoci verso il gestore

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Sarà Francesco Tricarico il fiore all’occhiello di Calvi Estate 2015 organizzata da Comune e pro loco. Lo ha annunciato oggi l’amministrazione comunale presentando le iniziative per la stagione estiva. Il cantautore milanese si esibirà il 5 agosto in Piazza Mazzini alle 21,15 presentando il suo nuovo album “Invulnerabile”. 

Published in Brevi

CALVI DELL’UMBRIA (redazione) – Aveva messo in piedi una vera e propria serra con 200 piante di marijuana, per questo un 28enne residente a Calvi dell’Umbria, ma nativo di Roma, è stato denunciato dai carabinieri per coltivazione illecita di sostanze stupefacenti.

Una scoperta avvenuta dai militari dell’arma nel pomeriggio di martedì 21 luglio, a seguito di una perquisizione legata ad un indagine che lo vedeva indagato per avere nel 2012 insieme ad un 22 di Ciampino (Rm) ceduto hashish ad un loro coetaneo. 

Perquisizione Infatti i militari hanno raggiunto l’abitazione del ragazzo nella frazione di Poggiolo Vocabolo San Savino. Il 28enne, all’arrivo dei militari, si è mostrato molto collaborativo consegnando spontaneamente una piantina di marijuana che teneva in un vaso posto nel terreno retrostante la sua abitazione.

La scoperta La minuziosa perquisizione ha però portato alla luce il vero bottino che si trovava in un locale appartato della casa attiguo al garage. Li i carabinieri hanno scoperto una serra con all’interno ventilatori, lampade, termometri e bilancini e la piantagione di marijuana, con piantine alte 20 centimetri.

Tutto il materiale all’interno della serra, comprese le piantine che saranno analizzate, è stato sequestrato dagli uomini dell’arma, mentre per il ragazzo è scattata la denuncia. 

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRA  (redazione) - Un investimento senza precedenti per la rete stradale comunale. La nuova amministrazione targata Grillini ha infatti varato un piano da oltre 745mila euro per il rifacimento del manto stradale e il miglioramento della sicurezza sulla gran parte della rete viaria. I lavori saranno finanziati dal ministero delle infrastrutture e dei trasporti con fondi del programma nazionale 6mila Campanili.

Il bando per l’individuazione delle ditte da incaricare emanato dal Comune si è chiuso sabato 18 luglio. Una volta espletate le formalità burocratiche si cominceranno i lavori. L’amministrazione ha predisposto un progetto generale finalizzato a mettere a posto numerosi tratti stradali delle località La Scorga-Colle Cera, San Carlo, San Silvestro, San Savino, Passatore, centro storico-Collegiata, San Giacomo, Collignano e Striano.

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRIA (redazione) – Si chiama “Guida di Calvi dell’Umbria” ed è stato scritto da Pino Milani il volume che sarà presentato sabato 4 luglio alle 17,00 in sala consigliare dal sindaco Guido Grillini e dall’autore stesso. A coordinare la presentazione sarà Francesco Verdinelli mentre gli interventi previsti saranno, oltre a quelli dell’autore, quelli di Francesca Fiorucci, Piernicola Pagliara e Luca Racanicchi.

Il volume, nella forma di una guida turistica, ripercorre le vicende storiche e i personaggi che hanno segnato la vita della comunità e lasciato la loro traccia nei monumenti del centro storico. Attraverso itinerari che si snodano tra gli spazi dell’abitato medievale sono rievocate le vicende di costruzione del tessuto urbano e delle sue emergenze architettoniche, ricostruendo la vita degli abitanti quale si ricava da evidenze storiche.

Il volume si articola in tre sezioni: Calvi costruita, dove si descrivono le zone del centro storico e le emergenze storico artistiche, non tralasciando la ricca pinacoteca di recente formazione; il territorio di Calvi, che individua alcuni itinerari storici fuori le mura o naturalistici nei boschi circostanti; la vita a Calvi, dedicata alle feste tradizionali della comunità.

Pino Milani ha un passato cinquantennale di architetto libero professionista e venticinquennale di docente di progettazione architettonica in istituti universitari nordamericani. Ora ha deciso di dedicarsi a tutto quello che ha tralasciato in precedenza, tra cui lo studio da cui è nata la guida. (ptn) 

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL'UMBRIA - Migliorare il sistema di distribuzione ed arrivare al superamento di tutti i problemi attualmente esistenti a Calvi dell’Umbria. E’ questo l’obiettivo del progetto avviato da Ati e Sii, in collaborazione con l’amministrazione comunale, per ottimizzare il sistema esistente e dare garanzie a cittadini e attività economiche. Il primo step del progetto, già avviato, è incentrato sulla ricerca delle perdite, mentre il 17 giugno si potenzierà il serbatoio di Santa Maria Maddalena dove viene convogliata l’acqua fornita tramite l’accordo con il consorzio Media Sabina.

I lavori, per oltre 50mila euro consentiranno di eliminare gli sfiori e quindi le dispersioni di acqua  e garantiranno maggiori disponibilità idriche con acqua più pulita e di migliore qualità. La Sii avvisa i cittadini che al termine dei lavori, nella reimmissione dell’acqua nel sistema, potrebbero verificarsi temporanee torpidità che però spariranno nel giro di poche ore.

“I lavori avviati – spiega il direttore generale Paolo Rueca – sono la prima tappa di un progetto più vasto da oltre 250mila euro che interesserà altri impianti e pozzi del sistema idrico di Calvi dell’Umbria. Per gli interventi di questi giorni – conclude il direttore generale – chiediamo un po’ di pazienza ai cittadini e ci scusiamo per gli eventuali piccoli e temporanei inconvenienti che potrebbero derivarne”. 

"Mi auguro – dichiara il neo sindaco Guido Grillini - che i lavori programmati da Ati e Sii diano finalmente avvio ad una nuova fase per quanto attiene alla distribuzione dell'acqua potabile nel nostro comune. Invito i cittadini ad aprire un credito di fiducia nei confronti del gestore che sta dimostrando di voler investire sulla nostra rete. Da parte dell'amministrazione – conclude - garantisco massima collaborazione con il gestore ma altrettanta massima vigilanza sullo sviluppo dei lavori".

David Cleri

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRIA – Il presepe monumentale in terracotta del XVI° sec., realizzato da Giacomo e Raffaele da Montereale nella chiesa della confraternita di Sant’Antonio, le cucine storiche settecentesche, il lavatoio, la spezieria e la legnaia sono la tappe del percorso previsto per chi visita il museo del monastero delle Orsoline. Proprio in questi giorni l'amministrazione comunale della nuova giunta Grillini ha cambiato gli orari di apertura, oltre che del museo stesso, anche della biblioteca comunale e dell’archivio storico. Nel mese di giugno archivio storico e biblioteca sono fruibili il martedì dalle 10,30 alle 12,30 e il sabato dalle 16,00 alle 18,00.

Maggiori info allo 0744710158   0744710119   fax  0744710159   mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Il museo delle Orsoline è invece aperto il sabato dalle 16,00 alle 19,00, la domenica e i festivi dalle 11,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,00. Info a 0744710158, call center sistema museo 199151123 (dalle 9,00 alle 15,00 servizio a pagamento dal lunedì al venerdi, escluso i festivi)  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chiara Posati

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL'UMBRIA -  Guido Grillini si gode la vittoria, il centrosinistra brinda ad un successo che non era scontato e raccoglie ciò che la giunta Nesta ha lasciato per terra dopo la scomparsa del sindaco Lorenzoni. “Calvi ha voltato pagina, sarò il sindaco di tutti, pronto a lavorare per mettere in pratica il programma”, dice Grillini nella sua prima uscita da neoi sindaco dopo le amministrative del 31 maggio quando, a capo della lista civica “Tradizione e innovazione” ha ottenuto il 54,2% dei voti.

“Per la campagna elettorale – aggiunge Grillini – avevamo scelto la frase "Noi siamo pronti e voi?” che rappresenta pienamente il nostro gruppo, una vera lista civica. Oggi siamo pronti ad assumerci un’importante responsabilità nei confronti di tutti i cittadini di Calvi che hanno deciso di voltare pagina. Io e la mia squadra ringraziamo tutti quelli che hanno creduto in noi e che hanno permesso di raggiungere questo traguardo”.

Corrado Roversi

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRIA – Ribaltone a Calvi dell’Umbria dove Alfio Nesta perde lo scontro con Guido Grillini, centrosinistra,i che è il nuovo sindaco del paese. Grillini si impone con il 54,2% su Nesta che conquista solo il 42,3%. Il reggente dell’ex sindaco Lorenzoni, già assessorato ai lavori pubblici quando il compianto primo cittadino era alla guida della giunta, non ce l’ha fatta a riconfermare la propria coalizione in Comune.

Grillini, alla guida della lista civica Tradizione e innovazione, porterà sette consiglieri, Nesta (Progetto Calvi) solo 3. Il terzo contendente, Stefano Tenneroni ( Calvi, impegno, partecipazione) ha ottenuto soltanto il 3,4% ed è fuori dal Consiglio comunale.

A Giove rivince Parca - A Giove invece l’era di Alvaro Parca (Insieme per Giove) prosegue. Il sindaco uscente ha infatti ottenuto la riconferma con il 51,8% dei voti, imponendosi su Maurizio Silvestrelli (Obiettivo comune cambiare Giove) che ha comunque ottenuto un rispettabilissimo 48,1%.

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRIA – #ioleggoperché alla biblioteca comunale di Calvi dell’Umbria. Domenica 24 maggio l’iniziativa dell’Associazione italiana editori sarà infatti alla biblioteca per una serie di incontri di letture animate per i bambini. L’evento è inserito tra le iniziative promosse dal Maggio dei Libri arrivato alla sua quinta edizione e che si prefigge l'obiettivo di promuovere la lettura ad alta voce tra i bambini. (ptn)

Published in Brevi
Mercoledì, 13 Maggio 2015 09:47

Calvi / Corrono in tre per un posto di sindaco

CALVI DELL'UMBRIA - E poi si dice che la politica non tira più come una volta. A Calvi dell'Umbria il vento del disamore verso la cosa pubblica non sembra spirare se è vero che per poco meno di 2mila abitanti (sono in tutto circa 1.800) sono tre a concorrere per la poltrona di sindaco. Si tratta di Alfio Nesta, sindaco reggente uscente, a capo della lista “Progetto Calvi”, Stefano Tenneroni, che guida la lista “Calvi impegno e Partecipazione” e Guido Grillini, sostenuto infine dalla lista “Calvi Grillini tradizione e innovazione”. 

Ora,  esclusi i non aventi diritto, il corpo elettorale sarà di poco oltre i mille votanti, il che significa che chi vincerà, considerando anche l'inevitabile astensionismo. essendo piccola la torta, non lo farà certamente con un consenso strabordante, tanto più se gli elettori saranno incerti e si divideranno fra i tre. Insomma c'è il rischio reale che ad altisonanti percentuali del vincitore corrisponda in realtà qualche centinaio di voti che in un comune più grande potrebbero anche non bastare per entrare in Consiglio, figuriamoci per fare il sindaco.

Tre candidati danno l'impressione, che poi magari verrà smentita dai fatti, che ci sia non proprio un'unità di vedute nella comunità e questo accade non solo a Calvi ma anche in tanti altri piccoli comuni italiani dove la corsa al sindaco diventa una sorta di referendum su se stessi o peggio ancora uno scontro fra "tribù" del luogo. Forse le tanto reclamate e poi pubblicizzate riforme elettorali dovrebbero guardare anche alla carne viva degli italiani, ossia alla vita di tutti i giorni e prevedere qualcosa di diverso per le elezioni che si svolgono in comuni piccoli e lontani dalla grande politica e dalle attenzioni nazionali e dove invece si vive la vita quotidiana.

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Una pioggia di soldi si riverserà sulle strade. Sono quelli che stanzierà l'amministrazione comunale che ha redatto progetti per oltre 650mila euro per rifare la rete viaria di tutto il comune. L'amministrazione ha infatti approvato il programma di interventi che attingeranno dai fondi del progetto nazionale “6.000 campanili” promosso dal ministero delle infrastrutture e dei trasporti per rifare tutta la rete viaria territoriale aumentando i livelli di sicurezza per chi viaggia e agevolando il trasporto civile e commerciale. L’importo dei lavori è di circa 650mila euro e le località interessate sono quelle del centro storico, del Passatore, di Striano, di Collignano, di San Giacomo, di Poggiolo-San Savino, Scorga-Colle Cera, San Silvestro e San Carlo. Sarà la centrale unica di committenza della Provincia di Terni ad indire l’avviso di manifestazione di interesse relativo al progetto.

Published in Cronaca

NARNI - E’ stato presentato venerdì 10 aprile in sala del Consiglio, “Strade sicure”, il piano intercomunale di sicurezza stradale fra Narni, Calvi dell’Umbria e Otricoli, promosso da Aci, Polstrada, Regione Umbria e Comuni interessati con il coinvolgimento di vigili del fuoco e protezione civile. Il piano, illustrato dal presidente e dal direttore dell’Aci Terni, Mario Andrea Bartolini e Raffaele Ferriello, prevede il coinvolgimento delle scuole ed un pacchetto di risorse pari a 430mila euro.

“Saranno oltre 20 le iniziative nel corso del 2015 – hanno annunciato Bartolini e Ferriello – con corsi pratici e teorici, incontri con i giovani ma anche con coppie in attesa del primo figlio, anziani e soggetti sociali e culturali a vario titolo interessati”. Il 21 aprile è prevista una manifestazione in piazza dei Priori con un road show formativo e una serie di attività contenute nel piano nazionale della sicurezza stradale. “L’obiettivo è eliminare gli incidenti stradali e far crescere una nuova cultura della sicurezza”, è stato detto concordemente da Ferriello, Bartolini, dall’assessore regionale Stefano Vinti, dalla dirigente della Polstrada Terni Katia Grenga, dall’assessore alla scuola del Comune di Narni Piera Piantoni, dal sindaco di Calvi dell’Umbria Alfio Nesta e dal vice sindaco di Otricoli Cristiano Ceccotti. Nel corso della conferenza stampa l’assessore Vinti ha fornito i numeri riguardanti gli incidenti stradali in Umbria.

Numeri da brivido - Dal 2001 al 2013 sono stati 1.200 i morti con un costo complessivo fra danni e spese sociali e sanitarie di circa 5 miliardi di euro. Solo nel 2013 si sono registrati 61 morti e 3.500 feriti con un costo totale di 330 milioni di euro. “Sono cifre che devono far riflettere – ha detto Vinti – perché attualmente quello degli incidenti stradali è la prima causa di morte nella nostra regione. Dobbiamo fare sistema fra tutti i soggetti coinvolti per eliminare questa piaga assumendone tutti piena coscienza. La Regione sostiene Strade sicure e da tempo è impegnata su questo problema con risorse e leggi specifiche”.

“La sicurezza stradale deve essere uno stile di vita – ha affermato l’assessore Piantoni – per questo è importantissimo accrescerne la cultura nei giovani ed è fondamentale l’apporto della scuola, in primis insegnanti e dirigenti scolastici”. La dirigente della Polstrada Grenga ha insistito sul lavoro di team fra tutti i soggetti “per fare formazione – ha spiegato - ed educare i giovani a vivere in società con una qualità di vita sana e con un impegno da parte di tutti costante e continuo”. “Atti concreti producono risultati tangibili e oltre all’educazione stradale va proseguita anche la lotta al consumo di sostanze stupefacenti, soprattutto tra i giovani”, hanno infine sottolineato Nesta e Ceccotti. (ufficio stampa provincia terni) 

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Un'abitazione del centro storico, in via della Fontana, è stata interessata da un incendio nella serata di martedì 24 marzo. Nell'appartamento non c'era nessuno perchè chiuso per ristrutturazione. E' stato probabilmente un corto circuito a scatenare le fiamme anche se i vigili del fuoco chiariranno con esattezza le cause del rogo. Sul posto proprio una squadra dei pompieri della caserma di Terni che hanno impiegato circa un'ora per spegnere le fiamme e mettere la casa in sicurezza. A chiamare i soccorsi sono stati i vicini che hanno visto uscire fuoco dall'abitazione.

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Il sindaco reggente Alfio Nesta ha inviato all’ufficio stampa della Provincia di Terni una nota nella quale presenta la sua squadra in vista delle prossime elezioni comunali del 31 maggio. Si tratta di Beatrice Baiocco, Mario Benigni, Paolo Busato, Marcello Carofei, Mirko Di Basilio, Emilio Eugeni, Francesca Fiorucci, Silvia Lorenzoni, Gianni Persico e Marco Pierini. “Un gruppo di amici – afferma Nesta - ben distribuito sul territorio, scevro da ingerenze politiche e sempre disponibile”.

Fra i programmi da realizzare, Nesta ricorda quelli messi in campo con il finanziamento di 1 milione di euro per le strade comunali, all’interno del progetto nazionale 6.000 campanili, il rifacimento del parcheggio delle Poste, nuovi investimenti nelle scuole e le pavimentazioni del centro storico. Fra quelli già realizzati Nesta ricorda la sistemazione delle strade di San Vito e San Marco,  i parcheggi di Santa Maria Maddalena e di Colle Tarocco, la Torretta dell’Orologio, il nuovo percorso espositivo del museo, il sito turistico, i lavori al monastero, la palestra e la messa in sicurezza delle scuole “che puntiamo a mantenere sul nostro territorio”, conclude Nesta”.

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Verranno presentate ufficialmente sabato 21 febbraio alle 15,30 in sala del Consiglio comunale le nuove opere che fanno parte della collezione Chiomenti-Vassalli del museo delle Orsoline. Oltre ai già noti capolavori di Guido Reni, Pompeo Batoni, Pieter Brueghel il Giovane, Francesco Furini, Jacob Ferdinant Voet, Pierleone Ghezzi, andranno ad arricchire il nuovo percorso espositivo opere importanti tra cui la Veduta di Roma – il Campo Vaccino dal Campidoglio, con a sinistra la loggia dell'Aracoeli- di Gaspar Van Wittel e Ritratto del cardinale Scipione Borghese di Lavinia Fontana. Alla presentazione ci saranno il sindaco Alfio Nesta, l’assessore alla cultura Francesca Fiorucci, il vescovo di Terni, Narni e Amelia, monsig. Giuseppe Piemontese, il consigliere regionale Raffaele Nevi e Federica Zalabra, storico dell’arte all’istituto superiore per

la conservazione e il restauro. “La nuova stagione museale iniziata a febbraio – dichiara il sindaco Nesta e l’assessore Fiorucci - fa riscoprire e apprezzare un territorio ricco di emergenze artistiche e paesaggistiche che saranno per i visitatori motivo di fascinazione e indagine culturale, non solo per gli appassionati del settore ma per tutti coloro che ricercheranno con curiosità nell'esperienza museale una sorta di ricognizione nel patrimonio artistico che diventa sempre più profondamente patrimonio della collettività”. Gli orari del museo: sabato dalle 15,00 alle 18,00 e domenica dalle 11,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 18,00. (ufficio stampa provincia terni)

Published in Cultura e Spettacolo

NARNI - I Comuni di Narni, Otricoli e Calvi dell’Umbria uniscono le forze per migliorare la sicurezza stradale. E’ questo il senso dell’accordo fra i tre enti, di cui Narni è capofila, che ha permesso di partecipare al programma nazionale "Azioni Integrate per la Sicurezza Stradale" promosso dal ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Il programma prevede un investimento complessivo di 430mila euro, di cui 258mila di contributo della Regione Umbria, 147mila a carico di Narni, 7.600 euro di Calvi dell’Umbria e 17.200 di Otricoli.

L’iniziativa è strutturata su una serie di attività e progetti per migliorare la sicurezza stradale attraverso un piano intercomunale, un’analisi della sicurezza per interventi urgenti, misure urgenti sulla rete stradale ed educazione e sensibilizzazione verso gli automobilisti e le giovani generazioni. In quest’ottica la giunta comunale ha anche approvato quattro progetti legati alla viabilità per 288mila euro complessivi. Si tratta della rotatoria alla confluenza fra Strada di Sant’Anna e Strada di Marrano, l’ammodernamento di Strada della Selva, i marciapiede di Via dei Garofani e Via della Libertà a Narni Scalo e l’ammodernamento della Strada di Morellino. (ufficio stampa provincia terni) 

Published in Cronaca

Nasce Piazza Silvano Lorenzoni. Lo ha deciso l’amministrazione comunale su richiesta dei cittadini che avevano espresso la volontà di ricordare il compianto sindaco, scomparso per un malore improvviso la notte dell’8 giugno 2014. A portare il nome del primo cittadino sarà la piazza antistante l’ingresso del paese attualmente conosciuta come Piazza de Gasperi. L’amministrazione ha anche intitolato i giardini pubblici ai coniugi Pasquale Chiomenti e Donata Chiomenti Vassalli. La decisione è stata assunta quale segno di riconoscenza per la donazione delle opere pittoriche al Comune di Calvi e che sono oggi un’attrattiva culturale di alto livello per tutta l’Umbria. La decisione dà seguito alla delibera di Consiglio comunale nella quale l’assemblea elettiva aveva già stabilito l’intitolazione dei giardini.

Il Comune ha anche istituito un infopoint elettronico che fornisce in tempo reale notizie e informazioni turistiche integrandosi con i sistemi multimediali già esistenti per potenziare ulteriormente l’offerta turistica del territorio. Il nuovo servizio informazioni è stato posto all’ingresso del monastero delle Orsoline e del museo cittadino. L’amministrazione ha infatti indetto una gara per la fornitura del nuovo servizio per un importo di 1.800 euro. L’infopoint elettronico andrà ad aggiungersi agli altri strumenti multimediali di promozione turistica già attivati, come sito internet e tablet, e permetterà di accedere alle informazioni anche a coloro che non hanno smartphone o tablet stessi.

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Il museo dell’ex monastero delle Orsoline di Calvi dell’Umbria si arricchisce di nuove opere pittoriche che compongono la collezione derivante dalle donazioni Chiomenti-Vassalli. Il Consiglio comunale ha infatti deliberato l’accettazione di un’ulteriore donazione da parte dei discendenti della famiglia Chiomenti di sei nuove opere pittoriche. Le opere riguardano una tempera su pergamena dell’artista Gaspar Wan Wittel raffigurante il Campo Vaccino dal portico dell’Aracaeli, tre dipinti ad olio su tela raffiguranti due Papi e un cardinale, uno studio ad olio su tela raffigurante sempre un Papa e un disegno a penna.

Proprio sul museo e sul suo valore è intervenuto nei giorni scorsi il presidente del gruppo regionale di Forza Italia Raffaele Nevi che ha preannunciato la richiesta di intervento all'assessore regionale alla cultura Fabrizio Bracco. "Questo museo - affferma Nevi - è stato ampliato grazie alla straordinaria capacità del compianto Sindaco Lorenzoni che ha dedicato allo sviluppo di questo museo tutte le sue energie, e anche grazie alla profonda generosità dei fratelli Chiomenti. Invito tutti gli umbri a visitarlo e scriverò all’assessore Bracco affinché la Regione lo promuova per quello che è. Una eccellenza assoluta che richiama già molti visitatori da fuori regione. Sono sicuro che con una maggiore promozione, questo museo può rappresentare uno dei volani del futuro sviluppo turistico della nostra Umbria".

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL'UMBRIA - Sarà dedicata a San Giovanni Bosco la piazza la nuova piazza della frazione di Santa Maria Maddalena. La decisione dell'amministrazione comunale accoglie la petizione inviata dai residenti della zona con la quale si fa richiesta dell’intitolazione motivandola con l’importanza della figura del sacerdote molto legato alla frazione.

Nella petizione si fa menzione della presenza di San Giovanni Bosco nella sua residenza estiva di Santa Maria Maddalena dove sollecitò e seguì personalmente i lavori di costruzione della chiesa del Sacro Cuore che si affaccia proprio sulla nuova piazza e che fu inaugurata il 27 aprile del 1882. Nella lettera si ricorda inoltre la visita del presule nel 1880 quando soggiornò diversi giorni nel locale seminario incontrando i giovani seminaristi e la cittadinanza. A memoria di questi fatti ogni anno il 31 gennaio la comunità religiosa locale celebra una santa messa.

Published in Sociale

CALVI DELL'UMBRIA - L’amministrazione comunale di Calvi dell’Umbria ha approvato il progetto di intervento sulla Strada di Santa Maria Maddalena. I lavori interesseranno il rifacimento del manto stradale, particolarmente deteriorato, dall’usura e del passaggio continuo di auto e mezzi commerciali. Per consentire la regolare esecuzione dei lavori senza interruzione e senza problemi di sicurezza per la ditta e per gli automobilisti, il sindaco Alfio Nesta ha emanato un’ordinanza di chiusura temporanea del tratto interessato ai lavori dalle 23,00 di mercoledì 12 novembre alle 24 di domenica 16 novembre.

Published in Brevi

CALVI DELL’UMBRIA – I carabinieri hanno arrestato un cittadino ed hanno denunciato un suo connazionale minorenne per tentato furto aggravato in abitazione. La mattina del 14 settembre i miliari della stazione locale, insieme a quelli  dell’aliquota radiomobile, hanno tratto in arresto in flagranza di reato il rumeno, denunciando in stato di libertà il complice.

A seguito dell’intensificazione dei servizi sul territorio della Compagnia di Amelia per reprimere i furti in abitazione, la notte tra sabato 13 e domenica 14 i militari della stazione di Calvi dell’Umbria durante un controllo sono stati insospettiti in località Passatore di Calvi dell’Umbria, da un furgone parcheggiato nei pressi di un’abitazione che, dagli accertamenti eseguiti, oltre a risultare rubato, presentava la targa di un altro veicolo.

Gli stessi militari coadiuvati poi dai colleghi dell’aliquota radiomobile della compagnia, subito giunti in aiuto, hanno notato che una finestra dell’ abitazione attigua era stata forzata con un arnese da scasso e, dopo essersi introdotti all’interno, hanno sorpreso in flagranza i due rumeni mentre tentavano di portare via oggetti dalla camera da letto. Nello stesso momento un complice, alla vista dei militari, si è lanciato dalla finestra della stanza facendo perdere le tracce nella campagna circostante.

Dopo aver fermato i due rumeni, i militari hanno ritrovato all’interno del furgone parcheggiato all’esterno un’ingente quantità di materiale elettronico, quadri, casalinghi, argenteria risultati rubati poco prima in un’abitazione di Gallese (Viterbo).

L’uomo è stato quindi tratto in arresto per i reati di tentato furto aggravato in concorso e ristretto presso la camera di sicurezza della Compagnia di Amelia in attesa del rito direttissimo mentre il minore è stato deferito in stato di libertà alla procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Perugia ed affidato ai propri familiari.

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Il Comune di Calvi dell’Umbria ha attivato lo sportello informatico Suape che consente la ricezione telematica di alcuni procedimenti amministrativi per le attività produttive e per l’edilizia. In particolare, Le novità introdotte col Suape riguardano i procedimenti automatizzati relativi alla segnalazione certificata di inizio attività (Scia) per l’apertura degli esercizi di vicinato ed alla segnalazione certificata di inizio della attività edilizia.

Per la presentazione delle istanze e delle comunicazioni l’utente potrà accedere all’indirizzo http://pratiche.pa.umbria.it/calvidellumbria/alla sezione servizi” con accesso all’area “servizi on line” previo accreditamento al servizio “Fed Umbria”. Per il supporto tecnico e per le informazioni sono disponibili il numero verde 800708010 e la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  (ufficio stampa Provincia) 

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRIA – L’amministrazione comunale di Calvi dell’Umbria ha inaugurato la App Calvi Turismo che consente di mettere on line tutte le informazioni turistiche e culturali della cittadina e del territorio. La App è strutturata secondo i più moderni canoni riguardanti l’offerta turistica aggiornata e in linea con le esigenze del visitatore.

Essa contiene infatti, oltre che tutta una serie di informazioni sugli aspetti culturali, storici ed artistici, anche numerose sezioni fotografiche, video esplicativi e una particolare attenzione al Museo del Monastero delle Orsoline. Per scaricare la App basta collegarsi all'App Store tramite il link https://itunes.apple.com/us/app/calvi-turismo/id833389554?l=it&ls=1&mt=8  che è individuabile sulla home page di http://www.calviturismo.it/ .

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL’UMBRIA – C’era tutta la comunità calvese, molti sindaci del comprensorio e diverse persone dei comuni limitrofi, a dare l’ultimo saluto nel pomeriggio di mercoledì 11,  al sindaco di Calvi dell’Umbria Silvano Lorenzoni scomparso improvvisamente nella notte tra domenica 8 lunedì 9 giugno.

La giornata è iniziata alle 9 quando è stata aperta la camera ardente nella sala consiliare. Li, in quel posto, che lo ha visto come massima autorità cittadina per ben 10 anni (dal 2004 quando subentrò a Radici, ndr) oggi era un susseguirsi di persone. I membri della sua giunta, i colleghi sindaci, i rappresentanti del mondo politico, i cittadini, tutti erano li, stretti intorno alla famiglia di Lorenzoni, per far sentire la loro vicinanza.

Chiusa la camera ardente, un infinito corteo di persone, aperto dai gonfaloni dei Comuni (Calvi dell’Umbria, Otricoli, Narni, Magliano Sabina, Montebuono) e dagli sbandieratori, dalla sala consiliare hanno accompagnato il sindaco a piedi fino alla chiesa di Santa Maria Assunta, dove si è svolto il rito funebre.

La cronaca dei giorni scorsi - Un malore improvviso ha stroncato la vita del sindaco Silvano Lorenzoni. Secondo le prime notizie, il sindaco si sarebbe sentito male durante la notte dell'8 giugno. Inutili i soccorsi, il suo cuore ha cessato di battere senza lasciargli scampo.

Ad accorgersi delle condizioni di salute del sindaco è stata la moglie che ha chiamato subito i soccorsi. Lorenzoni respirava male e questo ha allarmato la donna, purtroppo però per lui non c'è stato nulla da fare. Una notizia che ha subito fatto il giro del paese, provocando dolore e sconcerto nella comunità calvese. Anche il mondo politico, è rimasto profondamente scosso dalla scomparsa di Lorenzoni.

63 anni compiuti lo scorso 22 aprile, Lorenzoni lascia una moglie e due figlie. Era al secondo mandato e sarebbe scaduto nella primavera del 2015. Ma nel 2004, anno precedente alla sua prima elezione, da allora vice sindaco, fu chiamato a ricoprire il ruolo di sindaco in seguito alla scomparsa del suo predecessore Daniele Radici. 

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Un malore improvviso ha stroncato la vita del sindaco Silvano Lorenzoni. Secondo le prime notizie, il sindaco si sarebbe sentito male durante la notte dell'8 giugno. Inutili i soccorsi, il suo cuore ha cessato di battere senza lasciargli scampo. Ad accorgersi delle condizioni di salute del sindaco è stata la moglie che ha chiamato subito i soccorsi. Lorenzoni respirava male e questo ha allarmato la donna, purtroppo però per lui non c'è stato nulla da fare. Una notizia che ha subito fatto il giro del paese, provocando dolore e sconcerto nella comunità calvese. Anche il mondo politico, è rimasto profondamente scosso dalla scomparsa di Lorenzoni.

63 anni compiuti lo scorso 22 aprile, Lorenzoni lascia una moglie e due figlie. Era al secondo mandato e sarebbe scaduto nella primavera del 2015. Ma nel 2004, anno precedente alla sua prima elezione, da allora vice sindaco, fu chiamato a ricoprire il ruolo di sindaco in seguito alla scomparsa del suo predecessore Daniele Radici. La camera ardente sarà allestita mercoledì 11 giugno nel palazzo comunale di Calvi dell’Umbria, mentre i funerali si avranno nel pomeriggio, alle ore 17,00, nella chiesa di Santa Maria Assunta. Aggiornamenti in cronaca.

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRIA – L’intero mondo politico locale è scosso per l’improvvisa scomparsa di Silvano Lorenzoni. Sono molti i messaggi di cordoglio per la scomparsa del primo cittadino di Calvi dell’Umbria, che arrivano dai rappresentanti delle varie forze politiche.

De Rebotti sconvolto – Si affida a facebook il sindaco di Narni, Francesco de Rebotti. “Nel giorno in cui tanti sindaci restano o arrivano – afferma - uno se ne va per sempre. Un uomo onesto, genuino, innamorato della sua città. Sono sconvolto per la scomparsa di Silvano Lorenzoni. Ci stringiamo intorno alla sua famiglia e a tutta la comunità di Calvi dell'Umbria”.

Dolore dal mondo del centro destra – I messaggi di cordoglio arrivano anche dal centro destra, area politica di riferimento del sindaco Lorenzoni. 

A nome mio personale – afferma Raffaele Nevi capogruppo di Forza Italia in Regione - e dei colleghi Fiammetta Modena e Rocco Valentino esprimiamo il nostro dolore per l’improvvisa scomparsa dell’amico Silvano Lorenzoni, sindaco di Calvi dell’Umbria tragicamente scomparso nella notte. Siamo vicino alla comunità calvese che tanto lo amava e alla sua splendida famiglia”.

“Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale – si legge nella nota del consigliere regionale Alfredo de Sio -  partecipa il suo dolore alla famiglia e a tutti i cittadini di Calvi dell’Umbria per la  scomparsa di Silvano Lorenzoni.

Un uomo intelligente che con le sue capacità umane aveva dato alla comunità calvese un sentimento nuovo di unità e partecipazione. Una grave perdita che ci unisce nel dolore di tutti quelli che lo hanno conosciuto e apprezzato”.

Cordoglio del Consiglio regionale – “Esprimo, - afferma la nota del presidente Eros Brega - anche a nome dell'istituzione, profondo cordoglio e affettuosa vicinanza ai familiari di Silvano Lorenzoni, sindaco di Calvi dell'Umbria”.

La famiglia, gli amici, i colleghi amministratori e i cittadini di Calvi dell'Umbria – continua Brega - perdono una persona cara e un politico capace che con intelligenza e senso profondo delle istituzioni ha dedicato tanta parte del proprio tempo al servizio del bene comune”.

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRIA - L’evento “Libri Parlanti! Quadri viventi”, organizzato in occasione del “Maggio dei libri 2014” lo scorso 31 maggio alla biblioteca comunale, ha riscosso grande successo tra il pubblico dei giovanissimi. Molti bambini hanno aderito all’iniziativa promossa dalla Società Sistema Museo, con il patrocinio del Comune di Calvi dell’Umbria.

Un percorso di lettura interattivo dalla biblioteca alla pinacoteca del museo del Monastero delle Orsoline, immersi nella meravigliosa cornice della sala del Vedutismo della Collezione Chiomenti Vassalli. Luce soffusa, musica di sottofondo con i rumori del bosco, una torcia ed un racconto letto ad alta voce, ideato appositamente per l’evento, due ragazzi catapultati attraverso un’avventura speciale, all’interno dei paesaggi della sala del Vedutismo. La torcia accompagnava la lettura, illuminando di volta in volta le scene ed i dettagli vissuti dai giovani protagonisti. Per i più piccini è seguita la lettura di una favola sulla natura, tratta da un libro “a colori”, scelto appositamente per l’iniziativa.

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL’UMBRIA – Si trova proprio a Calvi dell’Umbria uno dei più affascinanti musei pittorici del territorio ternano. Si tratta del Museo del Monastero delle Orsoline, il cui nuovo allestimento è stato inaugurato nel 2012.

Questo museo è situato all’interno del vasto complesso del monastero di cui porta il nome. La pinacoteca è collocata al pian terreno di Palazzo Ferrini, edificio costruito nel 1606 dall’omonima famiglia di notai calvesi, primo nucleo del monastero e oggi sede anche del Comune. All’interno di questa suggestiva cornice è possibile ammirare sia le opere della collezione locale, provenienti dal territorio comunale, che la Collezione Pasquale Chiomenti e Donata Chiomenti Vassalli, offerta in dono al Comune da Filippo e Carlo Chiomenti in memoria dei propri genitori. Varcato l’imponente portale d’ingresso sovrastato dallo stemma della famiglia Ferrini, ad accogliere il visitatore sono proprio due ritratti di due importanti esponenti di questa famiglia: il primo è di Demofonte Gioacchino Ferrini, vissuto nella seconda metà del XVII secolo, e l’altro di Francesco Demofonte Ferrini, datato 1683, ultimo erede maschio di questa dinastia, alla cui morte nel 1715 questo edificio divenne proprietà della Comunità di Calvi che vi fondò un monastero come da volontà testamentarie del suo predecessore Demofonte Ferrini. 

Il museo del monastero delle Orsoline, oltre alla pinacoteca, comprende nel suo percorso di visita anche le cucine storiche risalenti alla prima metà del XVIII secolo ed il presepe monumentale in terracotta della metà del XVI secolo.

Il museo è visitabile durante i weekend, il sabato dalle ore 16 alle ore 19 e la domenica e i festivi dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19. Su prenotazione è possibile inoltre visitare le numerose eccellenze artistiche che offre la città.

 

 

 

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL’UMBRIA – I carabinieri di Amelia indagano su episodio di violenza verificatosi in un’azienda di Calvi dell’Umbria dove il titolare, un imprenditore di 55 anni, è stato aggredito e malmenato da alcuni sconosciuti. L’uomo è stato colpito al volto con dei pugni ed è dovuto ricorrere alla cure del pronto soccorso, dove è stato medicato e dimesso.

A chiamare i carabinieri è stato lo stesso imprenditore che ha sporto denuncia sulla base della quale è sta avviata un’indagine che come primo elemento ha la testimonianza del diretto interessato. Gli uomini sarebbero stati a volto coperto, ma le cause dell’aggressione sono ancora ignote alle forze dell’ordine. L’assalto potrebbe essere stato messo in pratica da ladri che non si aspettavano la presenza del titolare, forse per spaventarlo, oppure potrebbe esserci stato uno scambio di persona o altri motivi, tutti al vaglio degli inquirenti.  

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - Un grosso guasto alla tubatura di adduzione a messo ko l'acquedotto del paese lasciando senz'acqua i cittadini. Il guasto per la verità è stato riparato da Media Sabina, il consorzio che gestisce buona parte della rete idrica di Calvi che viene poi rifornita d'acqua dalla Sii. Il fatto è però che, come spesso accade, durante i lavori di ripristino, nelle tubature è entrato materiale vario, soprattutto terriccio e così dai rubinetti esce acqua poco limpida.

Questa circostanza ha indotto il Comune ha emanare un'ordinanza di non potabilità, mentre sempre l'amministrazione, insieme alla Sii ha avvertito tutti i cittadini. "il Comune, prima della riattivazione dell’erogazione idrica da parte di Sii - dice una nota del servizio idrico integrato - ha emanato l'ordinanza.

L'acqua non può essere usata al momento per bere, ma dopo le analisi secondo le procedure standard, lo sarà nuovamente". La Sii ha infatti già riavviato il sistema, ma per bere l'acqua bisognerà aspettare le analisi dell'Asl. “La decisione – spiega il direttore generale Paolo Rueca – è stata assunta per tutelare i cittadini”. Il direttore sottolinea inoltre “il grande lavoro congiunto fra Sii e Comune per informare capillarmente i cittadini in merito al problema”.

Published in Cronaca

CALVI DELL'UMBRIA - (Aggiornamento delle 13.00) - I ladri hanno rubato 2500 euro dalla cassaforte del Comune. I malviventi hanno forzato una porta in legno che si trova in una parte del Monastero delle Orsoline in disuso. Hanno poi proceduto su un corridoio interno, attiguo al palazzo comunale e da lì hanno buttato giù una seconda porta in legno che conduce alle stanze del municipio. Una volta entrati, presumibilmente con un piede di porco, hanno scassinato la cassaforte ed hanno portato via i soldi che si trovavano all'interno. I ladri, per andare via, hanno ripercorso la strada attaverso la quale erano entrati. Al museo, dotato di un sistema d'allarme, non è stato rubato alcun oggetto. Sono in corso le indagini. Sul posto i carabinieri della stazione locale ed il capitano della compagnia di Amelia Michele Basilio.

Le prime ricostruzioni - Hanno rubato soldi e oggetti per un valore ancora da quantificare. Ignoti si sono introdotti la scorsa notte (tra l'11 e il 12 febbraio) nella sede del Comune di Calvi dell'Umbria, hanno aperto la cassaforte e prelevato quando di prezioso c'era al suo interno, oltre ad altri oggetti rinvenuti nel museo che si trova nell'antico monastero sede del Comune. Ad accorgersi del furto sono stati questa mattina (12 febbraio) i dipendenti comunali che hanno subito avvertito i carabinieri. Per ora gli uffici sono stati bloccati: nessuno può entrare in attesa dei rilevamenti dei militari che stanno anche interrogando uno per uno tutti i dipendenti. Seguiranno aggiornamenti in cronaca.

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRIA – Tutto pronto a Calvi dell’Umbria, per ospitare la seconda edizione di “Calvi in musica”, che si terrà alla chiesa di Santa Maria Assunta. Una rassegna concertistica che si articolerà in quattro serate a partite da sabato 28 dicembre, per concludere la sera dell’epifania, organizzata dal Comune di Calvi dell’Umbria,dall’associazione “Amici della musica”, dalla Pro loco e dalla parrocchia di Santa Maria Assunta e San Valentino.

Il primo evento “Squilli di ottoni”,è in programma per le ore 17 e 30 di sabato 28 dicembre, e vedrà l’esibizione di Antonio Mandosi e Beatrice di Mario alla tromba, mentre Gabriele Sapora e Eugenio Renzetti al trombone. Il giorno seguente, domenica 29, sempre alle 17 e 30, ci sarà “Flamenco de concierto” con Juan Lorenzo alla chitarra flamenca.

Gli altri due eventi che concluderanno “Calvi in musica”, sono in calendario per la giornata di domenica 5 e lunedì 6 gennaio. “Aspettando l’epifania” è in programma per domenica 5 gennaio alle ore 18, con l’esibizione dell’associazione corale “Roma Polifona” diretto dal maestro Renato Carlini. A chiudere, lunedì 6 gennaio alle ore 17 e 30, ci sarà il “Concerto dell’epifania” con il coro e la banda dell’associazione “Amici della musica”, diretto dal maestro Angelo Bruzzese. 

Published in La Bacheca

CALVI DELL’UMBRIA – E’ stato ribattezzato il paese dei presepi proprio per la grande varietà e presenza di statuine che colorano i suoi luoghi. Il borgo umbro, ogni anno, durante le vacanze natalizie attira migliaia di visitatori che ammirano la bellezza dei numerosi presepi che lo caratterizzano.

Il presepe monumentale -  Il più celebre è senza dubbio il presepe monumentale che si trova nella chiesa di S. Antonio e che si compone di oltre trenta personaggi in terracotta dipinta, eseguiti con estrema raffinatezza. La scena è disposta su due livelli: sul primo la natività con l'adorazione dei pastori e al piano superiore il corteo dei re magi in viaggio verso Betlemme con apposti sulla volta un coro di quattro angeli musicanti. Il presepe, realizzato nel 1545, è attribuito a Giacomo e Raffaele da Montereale, due fratelli abruzzesi stabilmente presenti in territorio sabino nel XVI secolo, chiamati in un documento storico come “li pintori del presepio”. A renderlo unico e affascinante è il modo in cui le figure sembrano quasi reali, per la dolcezza degli sguardi e la resa prospettica, ottenuta dando a quelle in primo piano dimensioni maggiori. Colpiscono in maniera particolare le figure appartenenti al mondo rurale dell’epoca. Gli orari di apertura sono: tutti i sabati dalle 15 alle 18, la domenica e festivi 11-13 e 15-18. Le aperture straordinarie sono: il 23, il 24 ed il 27 dicembre dalle 15 alle 18 ed il 26 dicembre dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Presepi artistici e murales -  Nel museo del monastero delle Orsoline sono stati allestiti inoltre 15 presepi artistici, che si possono visitare nei medesimi orari del presepe monumentale. I presepi sono stati realizzati da artisti di diverse nazionalità e senza dubbio rappresentano un grande tesoro per il piccolo borgo umbro. Nel centro storico ci sono inoltre i murales (sempre visibili) sulla natività che presentano opere moderne riguardanti la nascita di Gesù interpretata da vari artisti. Le opere sono dislocate nelle vie del paese.

Presepe vivente -  Da segnalare anche il presepe vivente che verrà messo in scena il 25 dicembre, 1 e 6 gennaio in località Bufalori a Santa Maria della Neve alle 18. Suggestione ed emozione saranno gli ingredienti dello “spettacolo” sulla natività che negli anni passati ha avuto un grande successo.  

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL’UMBRIA – Sono inziiato il 2 agosto i corsi di Tai Chi, organizzati dall’Associazione Viatores Umbro-Sabini. Gli incontri di introduzione si sono svolti alla Pinetina di Calvi e i prossimi appuntamenti sono aperti a tutti e dureranno l’intero mese di agosto.

Published in Brevi

CALVI DELL'UMBRIA – Inizia oggi, venerdì 21 giugno, e si chiude domenica 23  a Calvi dell’Umbria la “Festa europea della Musica”. Un evento organizzato dall’ associazione “Amici della Musica”, in collaborazione con il  Comune di Calvi dell’Umbria, l’associazione turistica pro loco, il centro ricreativo per anziani, la parrocchia di Santa Maria Assunta e la cooperativa sistema museo.  “L’Associazione Amici della Musica – afferma la presidente Beatrice Baiocco -  questa volta si impegna a promuovere e diffondere la cultura musicale nel territorio celebrando la “festa della musica”, allineandosi così con la ormai trentennale tradizione nata in Francia e diffusasi poi in tutto il mondo.

La musica e la sua poliedricità - continua -  sono al centro delle tre giornate in programma,  la musica dei giovani allievi della scuola dell‘associazione, la musica dei grandi professionisti del “movie brass quintet” che valorizza il meraviglioso centro storico del paese, la musica accostata alla gastronomia e la musica che racconta il passato di Calvi, con la conferenza tenuta dal maestro  Angelo Bruzzese, direttore del coro e della banda dell’associazione”.  Il calendario della festa prevede per oggi 21 giugno alle ore 17 alla chiesa di Santa Maria Assunta il saggio degli allievi della scuola di musica.

Sabato 22 alle ore 17 invece alla sala consiliare si terrà la conferenza dal titolo “la magia del suono itinerante” a cura del maestro Angelo Bruzzese. Alle 20 e 30 sempre di sabato si terrà al giardino del monastero la  sinfonia gastronomica. I piatti preferiti dai musicisti accompagnati da intrattenimento musicale e teatrale. Infine per il terzo giorno, domenica 23 giugno, alle ore 17 ci sarà la visita tematica al museo delle orsoline. Infine alle ore 19 alla piazzetta di Sora Medea si terrà il concerto al tramonto del quintetto di ottoni. 

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Amelia e Calvi del’Umbria parteciperanno sabato 23 e domenica 24 marzo alla 21esima “Giornata Fai di Primavera”, evento che prevede l’apertura di palazzi, chiese, castelli e parchi (700 tesori monumentali in tutta Italia) spesso chiusi al pubblico. Amelia parteciperà con l’apertura del Palazzo Vescovile e della Torre Dodecagonale sabato 23 dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00 e domenica 24 marzo dalle 10.00 alle 17.00, mentre Calvi aprirà il Monastero ed il giardino delle Orsoline sabato 23 dalle 14.00 alle 17.00 e domenica 24 dalle 10.00 alle 17.00.

Amelia -  “ Nelle giornate del 23 e del 24 marzo - spiega l'assessore alla cultura Laura Dimiziani - in occasione della ‘XXI Giornata Fai di Primavera’ i ragazzi della classe II B della Scuola Superiore di I Grado “A. Vera” saranno gli “Apprendisti Ciceroni®” ed accompagneranno i visitatori in un tour guidato alla scoperta del Palazzo Vescovile e della Torre Civica, i due siti che hanno studiato appositamente aderendo all'omonimo progetto di formazione che da oltre dieci anni il Fai rivolge agli studenti di ogni ordine e grado di scuola”.

Calvi dell’Umbria - Visite ed eventi anche a Calvi dell’Umbria che aprirà le porte dei suoi tesori monumentali per il fine settimana. “Per l'occasione – spiega l’assessore alla cultura Francesca Fiorucci -  sarà straordinariamente aperto e visitabile il giardino del Monastero delle Orsoline, primo luogo del cuore Fai della regione Umbria per la campagna 2012. Inoltre saranno organizzate visite guidate alla chiesa di Santa Maria Assunta, alla chiesa di Santa Brigida, all'oratorio di Sant'Antonio contenente il presepe monumentale in terracotta della prima metà del Cinquecento, al monastero delle Suore Orsoline con il coro ligneo, i lavatoi e le cucine storiche. Per l'occasione – conclude l’assessore -  l'ingresso al museo del Monastero delle Orsoline contenente la prestigiosa ‘Collezione Chiomenti-Vassalli’ sarà gratuito”.

 

 

Published in Cultura e Spettacolo

CALVI DELL’UMBRIA –  L’ascensore è fuori uso e i cittadini disabili non possono usufruire dei servizi. E' questa è la situazione che si presenta al distretto sanitario, dove tutti gli ambulatori si trovano al primo piano e risultano inaccessibili a coloro che hanno difficoltà di deambulazione. Il fatto è stato denunciato dai cittadini , arrabbiati per la situazione di disagio che sta interessando il distretto, riconsegnato alla Asl nel gennaio 2013 dopo tre anni di lavori, destinati soprattutto all’abbattimento, ed è qui il paradosso, delle barriere architettoniche.

Gli ambulatori che durante i lavori sono stati trasferiti nei locali dell’ex Comune, sono stati ristrutturati ma l’ascensore per i disabili non ha mai funzionato, nonostante il fatto che tutti i servizi, a partire da quelli ambulatoriali fino alle analisi cliniche, si trovano al primo piano. Il risultato è che i disabili e le persone con difficoltà di deambulazione e che non possono fare le scale, tra l’altro una rampa piuttosto ripida, sono costretti a rivolgersi ad altre strutture, soprattutto Narni e Magliano Sabina), non avendo la possibilità di fare neanche un semplice prelievo ematico nel distretto sanitario del loro paese. A bloccare l'ascensore pare siano problemi tecnici ancora in piedi nonostante che siano già due mesi che il distretto è stato trasferito. Quello che si chiedono i cittadini quindi è il perché, dopo questo tempo non si trovi una soluzione al problema e come mai sia stata autorizzata la riapertura del distretto se l’ascensore non funzionava. 

Published in Cronaca

AMELIA – La caccia al rapinatore seriale di parroci è terminata ieri quando i carabinieri della compagnia di Amelia hanno fatto scattare le manette ai polsi di un giovane marocchino rintracciato a Roma. L’extracomunitario è ritenuto il responsabile di quattro rapine ai danni di altrettanti sacerdoti fra Terni e Calvi dell’Umbria, luogo dove l’uomo ha messo in atto il suo ultimo colpo prima dell’arresto.

Porta infatti la data dell’11 gennaio scorso la rapina a mano armata al parroco di Calvi dal quale, sotto la minaccia di una pistola, il marocchino si era fatto consegnare 100 euro. Il parroco lo aveva ricevuto anche perché referenziato da una lettera della diocesi, ingannata da un sedicente sacerdote che aveva raccomandato il marocchino spacciandolo per giovane studente universitario in difficoltà economiche.

Il prete però non c’era cascato e alle richieste del marocchino non aveva voluto cedere, salvo poi ricredersi solo nel momento in cui il giovane gli aveva puntato contro la pistola. Le indagini condotte congiuntamente dai carabinieri di Terni, Amelia e Calvi dell’Umbria hanno portato all’arresto del marocchino che adesso dovrà rispondere dell’accusa di essere il protagonista anche delle altre rapine. Per il momento è rinchiuso a Regina Coeli.  

 

Published in Cronaca

CALVI DELL’UMBRIA – E’ caccia all’uomo che venerdì scorso ha rapinato il parroco della chiesa di Santa Maria Assunta, puntandogli una pistola alla tempia e facendosi consegnare i 100 euro che aveva in tasca. Dalle indagini condotte dai carabinieri della compagnia di Amelia è emerso che il cittadino straniero che ha rapinato il parroco, aveva agito anche a Terni dove i carabinieri stavano indagando su alcune truffe avvenute nel capoluogo nei confronti di parroci quasi con la medesima dinamica e ad opera dello stesso soggetto. Le investigazioni hanno consentito di ricondurre tutti gli episodi, tanto le truffe quanto la rapina, allo stesso cittadino straniero. I militari, proprio in queste ore, stanno procedendo all’identificazione del malvivente.

La cronaca -  Gli ha puntato una pistola alla tempia e gli ha ordinato di consegnare il denaro che aveva con sè. E' stato rapinato così don Andrea, il parroco di nazionalità polacca della chiesa di Santa Maria Assunta al quale un giovane uomo di colore ha rubato appena 100 euro, gli unici che aveva in tasca. Il terribile episodio è avvenuto a pochi passi dalla chiesa, dopo la funzione delle 18,00. Stando alle prime ricostruzioni, l’uomo di colore sarebbe stato notato poco prima della rapina in una pizzeria che si trova accanto alla chiesa in compagnia di altri ragazzi, mentre telefonava in maniera piuttosto concitata entrando ed uscendo dal locale. Secondo le prime ricostruzioni, il ragazzo sarebbe entrato nella chiesa alla fine della messa, si sarebbe avvicinato a don Andrea, asserendo di essere il nipote di un sacerdote che stava per trasferirsi in una casa di Calvi, fatto poi smentito dai carabinieri.

Il ragazzo avrebbe accompagnato il sacerdote lungo il tragitto che dalla chiesa conduce alla sua abitazione. Il parroco, insospettito da alcuni discorsi del giovane straniero, sembrerebbe che abbia detto di voler chiamare i carabinieri e a quel punto l’uomo gli ha  puntato la pistola alla tempia, intimandogli di consegnargli il denaro che aveva con sè. Il sacerdote gli ha dato i 100 euro che aveva in tasca ed il ragazzo è fuggito via. Don Andrea, impaurito, ha denunciato il rapinatore al comando dei carabinieri di Amelia che stanno conducendo le indagini sull’accaduto.

Il precedente – Non è la prima volta che a Calvi dell’Umbria viene rapinato un sacerdote. La rapina di don Andrea ha riportato infatti alla mente un altro brutto episodio avvenuto a settembre 2008 e che sconvolse il borgo umbro. Allora era stato vittima di una rapina dai risvolti tragici Luiz Da Costa, il vice parroco della chiesa di Santa Maria in Neve che era stato pugnalato allo stomaco da due malviventi che lo avevano ridotto in fin di vita, dopo aver svaligiato la sua abitazione.

I due balordi, prima di entrare nella casa del parroco, si erano introdotti  nella canonica dopo aver scassinato una porta secondaria. Non trovando oggetti di valore,  avevano deciso di entrare nella casa del sacerdote, sempre in cerca di oggetti sacri di valore. Il parroco però era stato svegliato dal rumore dei cassetti svuotati dai malviventi e si era subito recato nella stanza accanto a quella in cui dormiva per capire cosa stesse succedendo. A quel punto si era ritrovato davanti i due ladri che, in una colluttazione avevano ferito gravemente il parroco due coltellate sferrate allo stomaco. Il colpo anche allora aveva fruttato poco più di 100 euro.

 

Published in Cronaca

NARNI – Tante le iniziative in programma per questi giorni di Natale. Tra le principali segnaliamo i programmi natalizi in città con il Natale dei commercianti del centro storico e di quelli di Narni Scalo. Inoltre le rassegne di presepi a Calvi dell’Umbria e Amelia e soprattutto a Penna in Teverina con una delle più belle natività del centro Italia. Presepi anche a Otricoli all’interno del programma Magie di Natale allestito dalla pro loco con tante iniziative che stanno attirando moltissimi visitatori. Oggi (dalle 14.00 alle 19.00), domenica 23 (dalle 10.00 alle 19.00) e mercoledì 26 dicembre, giorno di Santo Stefano (dalle 14.00 alle 19.00) torneranno i mercatini della tradizione natalizia, la Casa di Babbo Natale, i presepi, la musica per il borgo e tanto divertimento che coinvolgerà i bambini e le famiglie. Tra le tante iniziative di qualità il FORNO MEDIEVALE (aperto solo di sabato), un’antica struttura dove cuoceranno focacce, pizze, ciambelle e dolci della tradizione natalizia, e LA TAVERNA DEI FOLLETTI, tutti i giorni per deliziare il palato di grandi e piccini. Per mamme e papà polenta con sugo di costolette, polenta bianca con salsicce e funghi, padellaccia con fagioli o salsicce con broccoletti ripassati e dolci tipici natalizi. Per i bambini costolette di maiale al sugo o salsicce con contorno, patatine fritte e anche per loro tanti dolci.  Oggi, domani e mercoledì 26 aprirà di nuovo le sue porte la casa di Babbo Natale dove i bambini potranno ascoltare favole seduti davanti al camino raccontate da Santa Claus, lasciare la loro letterina e colorare insieme alle animatrici nella magica atmosfera natalizia. Domenica 23 si esibirà “Musicalia “sax, voce e chitarra e mercoledì 26 il Duo Acustico “pianoforte e contrabasso”. Domenica 30 dicembre l’appuntamento sarà in Cattedrale alle 18.00 con il “Coro Gospel”, mentre martedì 1° gennaio sarà la volta della Terni Jazz Orchestra, Street Band Parade.

Domani, 23 dicembre, importante e prestigioso appuntamento per la Corale Edi Toni di San Vito. Alle 21,00, diretta come sempre dal maestro Paolo de Santis, parteciperà al Concerto conclusivo della manifestazione Internazionale "Festival dell'Avvento 2012" in programma alla basilica di San Lorenzo in Lucina a Roma. Si tratta di uno tra gli appuntamenti più attesi dell’anno nella capitale e un’ulteriore conferma della qualità e del richiamo ormai consolidato del Coro Edi Toni. Gli impegni natalizi non finiscono qui. Il 30 dicembre infatti la Corale alla basilica di Santa Maria degli Angeli ad Assisi per la manifestazione Natale in Coro organizzata dall’Arcum.

IL NUOVO ORGANO A SCHIFANOIASi svolgerà domani 23 dicembre alle ore 17 e 30 alla Chiesa di San Michele un concerto per il restauro dell'organo della Chiesa di San Giovanni Battista di Schifanoia. "Uno strumento musicale - afferma il parroco Don Andrei - risalente al 1600, la cui restaurazione è stata in parte 
sovvenzionata dalla Fondazione Carit e dalla Cei, mentre la parte spettante alla nostra parrocchia sarà ricavata con l'evento di domani, ma
difficilmente con un solo evento riusciremo a coprire l'intera somma. Per l'occasione - continua il parroco - prenderanno parte al concerto un gruppo di musicisti provenienti da Roma di fama internazionale, che si esibiranno gratuitamente. Confidiamo - in conclusione - in una partecipazione numerosa di cittadini e nella loro generosità".Si svolgerà domani 23 dicembre alle ore 17 e 30 alla Chiesa di San Michele un concerto per il restauro dell'organo della Chiesa di San
Giovanni Battista di Schifanoia. "Uno strumento musicale - afferma il parroco Don Andrei - risalente al 1600, la cui restaurazione è stata in parte sovvenzionata dalla Fondazione Carit e dalla Cei, mentre la parte spettante alla nostra parrocchia sarà ricavata con l'evento di domani, ma difficilmente con un solo evento riusciremo a coprire l'intera somma. Per l'occasione - continua il parroco - prenderanno parte al concerto un gruppo di musicisti provenienti da Roma di fama internazionale, che si esibiranno gratuitamente. Confidiamo - in conclusione - in una partecipazione numerosa di cittadini e nella loro generosità".

LUGNANO IN TEVERINA – A Lugnano vi aspetta il presepe vivente organizzato dall’associazione Clarc. E’ una delle manifestazioni più importanti all’interno del panorama artistico-culturale-religioso del ternano. L’attuale presepe conta più di 25 scene storicamente riprodotte con più di 100 costumanti e con al suo interno un percorso degustativo di prodotti tipici umbri. Particolarmente apprezzati sembrano essere le musiche storiche che accompagnano il pubblico lungo l’intero percorso e il cambio moneta effettuato all’ingresso del presepe dai soldati romani.

Published in La Bacheca

(di Elisabetta Sinibaldi) - CALVI DEL’UMBRIA - Tra i tanti luoghi fascinosi da scoprire a Calvi dell’Umbria,  si può annoverare un nobile palazzo cinquecentesco attiguo alla chiesa di Santa Maria Assunta che denuncia in facciata uno stile ispirato ai palazzi romani progettati dal Peruzzi o da Raffaello e che dichiara l’aristocrazia del proprietario. Il cartello turistico spiega al visitatore lo status sociale di chi lo fece costruire; si legge infatti: “palazzo Altemps, secolo XVI”. Marco Sittico Altemps, proprietario anche dell’omonimo edificio romano, apparteneva ad una celebre famiglia Sveva, legata da vincoli parentali con i Medici di Milano.  Venne in Italia come uomo d’armi e intervenne nella guerra contro Siena e poi nella battaglia in Ungheria contro i Turchi. Nominato dal re di Spagna cavaliere di San. Jago, non poté rifiutare, suo malgrado, di prendere la chieresia per volere dello zio Giannangelo Medici quando divenne papa Pio IV.

Tra i numerosi altri importanti incarichi, fu nunzio presso Ferdinando, legato dell’imperatore Massimiliano e vescovo di Costanza. Come mai, verrebbe da chiedersi, a Calvi dell’Umbria, che nel XVI secolo era una piccola comunità dello Stato della Chiesa, risiedeva un personaggio di tale calibro? Il palazzo è detto Altemps poiché al centro della volta del salone principale, affrescata con grottesche e scorci paesaggistici, campeggia lo stemma della casata “d’azzurro all’ariete saliente d’oro”(spiegava T. Amayden). Ciò può essere sufficiente per immaginare che la residenza sia effettivamente stata del cardinale Altemps, ma è realmente questa la verità?

Tante sono le ipotesi proposte per spiegare la presenza di Marco Sittico, alcuni lo vogliono governatore di Narni, altri ricco possidente a Calvi, altri ancora lo credono innamorato di una bella donna del luogo che sarebbe per giunta stata immortalata tra le grottesche: il cardinale passava infatti con la più grande disinvoltura dalla devozione liturgica delle funzioni religiose alla mondanità sfarzosa delle sue feste in villa.

In realtà la misteriosa nebbia che ammanta il palazzo, la sua storia e quella del suo costruttore, è stata faticosamente diradata grazie ad una lunga ricerca nell’archivio della famiglia Altemps del Duca Luigi Maria Harduin, nel castello di Gallese. Si è scoperto che il proprietario del palazzo era Giovanni Felice Salvatorio Nicolini, calvese che esercitava a Roma l’incarico di amministratore del cardinale oltre ad essere procuratore della Camera Apostolica. Alle pareti del palazzo era appesa una tela con l’albero genealogico dei Nicolini, infatti la residenza rimase della famiglia fino al 1816 quando venne acquistato da Domenico e Giuseppe Benucci, fu poi proprietà Comunale dal 1891 e comperato per asta pubblica da Alberto Maso Gilli, bisnonno degli attuali proprietari.

Gli affreschi, datati 1569, possono essere attribuiti stilisticamente a pittori fiamminghi di cui rimangono soltanto nomi senza opere, pur essendo documentati a Roma nella metà del XVI secolo. Questa ipotesi è avvalorata dal fatto che esistono dei documenti in cui Giovanni Felice Salvatorio pagava per conto del cardinale e proprio nel 1569, Annibale e Giulio Fiammingo per affreschi dipinti alla Villa Tuscolana di Frascati. È lecito pensare che si fosse servito di maestranze impiegate a casa del padrone, per adornare la sua residenza al paese, fregiandosi dell’importante stemma del cardinale che in questa maniera veniva onorato dal suo amministratore. Artisti fiamminghi erano in questo periodo molto operosi nell’Umbria meridionale: nella chiesa di Santa Maria Assunta a Calvi Cornelis Loot dipinse un affresco raffigurante la Madonna del Rosario, mentre a Terni e a Narni negli stessi anni lavoravano presumibilmente Gillis Cognet a palazzo Giocosi-Mariani e nella Chiesa di San Domenico (questo pittore sarebbe assimilabile, secondo Giovanna Sapori, allo stesso Giulio Fiammingo pagato dal Nicolini per le decorazioni alla villa Tuscolana del cardinale Altemps), e Martino Stella nel Duomo di Terni.

La storia del palazzo è affascinante tanto quanto gli affreschi del salone al piano nobile: raccontano la storia dell’Italia nel XVI secolo narrando delle guerre contro i Turchi, della battaglia di Lepanto, dei costumi di un’aristocrazia romana  intrisa di cattolicesimo ma edonistica e sensuale, dei ritrovamenti nella Domus Aurea di decorazioni tanto attraenti e affascinanti che fecero moda: le grottesche e di artigiani provenienti da lontano che a poco prezzo decoravano le ville e i palazzi di uomini ricchi e aristocratici.

Un tesoro questo, attualmente goduto dai proprietari: la famiglia Calza Bini. Tuttavia una volta all’anno le ante del portale si spalancano ai visitatori che possono percorrere le nobili stanze di questa dimora e beneficiare della bellezza dei suoi affreschi.

Per informazioni www.comunecalvidellumbria.tr.it

Published in Filo Diretto

CALVI DELL’UMBRIA -  Si chiama “La notte del labirinto”, lo spettacolo itinerante che avrà luogo per i vicoli e le piazze del paese con musica, pittura, scultura e teatro sabato prossimo a partire dalle 21. Una serata ricca di suggestioni, spettacoli, mostre e numerosi altri eventi collaterali animeranno il centro storico del borgo umbro in una notte magica. Nella notte del labirinto si potranno incontrare artisti che espongono i propri quadri, si potrà assistere a concerti di musica dal vivo, ad esibizioni di teatro e degustare dell'ottima cucina locale, per poter vivere un’emozionante esperienza nella cornice notturna di Calvi. L’inizio degli spettacoli e l’apertura della taverna “sotto le stelle” avrà luogo alle 20 e durerà fino a tarda notte. L’evento principale della serata si terrà alle 23 nella magnifica ambientazione del museo del Monastero delle Orsoline dove avrà luogo la performance finale intitolata “Museo sotto le stelle”, spettacolo di videoteatro e danza con video a cura di Francesca Ausenda, testi di Federico Fratini e Federica Calabra, per la regia di Germano Rubbi. Sarà inoltre possibile visitare l’intero percorso museale, che prevede la visita al presepe monumentale in terracotta del XVI secolo realizzato da Giacomo e Raffaele da Montereale presso la Chiesa della Confraternita di S. Antonio, ed alle cucine storiche settecentesche, al lavatoio, alla spezieria ed alla legnaia del Monastero delle Orsoline. Per informazioni: Comune di Calvi dell’Umbria tel. 0744 710158, Museo del Monastero delle Orsoline tel. 0744 710428 (giovedì e sabato dalle 16,00 alle 19,00 e domenica dalle 11,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,00).

 

 

Published in Cultura e Spettacolo
Pagina 1 di 16