Cronache 24 - Notizie Amelia
Notizie Amelia
Giovedì, 17 Agosto 2017 11:05

AMELIA / NUOVO LOOK PER LE MURA DI PORCHIANO

AMELIA – Sono stati ripuliti dall’amministrazione comunale alcuni tratti delle antiche mura di Porchiano del Monte. Lo rende noto l’assessore ai lavori pubblici, Avio Proietti Scorsoni, che aveva dato l’input per l’esecuzione dei lavori. L’intervento ha interessato la parte ovest della cinta muraria dove sono state rimosse le erbe spontanee nate nel corso del tempo che oltre a deturpare la vista, creavano potenziali pericoli alle fessurature della struttura. “Il risultato – commenta l’assessore Proietti Scorsoni - è senz’altro positivo, cercheremo prossimamente di effettuare anche interventi strutturali nei punti dove le mura presentano le più importanti condizioni di degrado, anche strutturale al fine di recuperare un bene culturale e garantire sicurezza”. 

Published in Cronaca

AMELIA – Vallis bissa il successo del 2016 e con 20 punti si aggiudica il Palio dei Colombi grazie alle straordinarie prove del fantino narnese Diego Cipiccia e alla balestriera Eleonora Grilli. È stata anche quest'anno un'edizione bellissima con un grande spettacolo sia in campo che sulle gradinate dove era presente anche Luca  Manfredi, regista e figlio di Nino. Proprio Manfredi ha consegnato i premi assegnati che sono i seguenti: - Premio miglior corteo PLATEA - Premio Musici VALLIS - Premio miglior "angolo" CRUX BURGI - Miglior Balestriere ELEONORA GRILLI - Miglior Cavaliere DIEGO CIPICCIA

LA PRESENTAZIONE DI IERI - È il giorno del Palio, alle 21 al campo dei giochi le cinque contrade cittadine si sfideranno per la conquista del titolo che Vallis è chiamata a difendere dopo la vittoria del 2016. Ci sarà come sempre una grande folla e tutti i contradaioli dei rioni amerini. Ci sarà anche un ospite speciale: Luca Manfredi, regista, figlio di Nino Manfredi, che ha una casa nella vicina frazione di Colicello. Invitato dal sindaco, Laura Pernazza, e dal presidente dell’ente Palio, Alberto Rini, avrà anche il compito di premiare i vincitori del Palio dei Colombi al termine della gara.

I cinque fantini - A scendere in campo saranno per Vallis Diego Cipiccia, per Posterola Marco Elefante, per Platea Jacopo Rossi, per Collis, Marco Diafaldi, per Crux Burgi, Francesco Marzoli, unico cavaliere amerino in gara. La presenza di quest’ultmo però è in forse. Il fantino è infatti caduto durante le ultime prove e se non ce la farà, al suo posto correrà Filippo Quadraccia, anch’egli amerino e all’esordio assoluto.

I balestrieri - Resi noti anche i nomi dei balestrieri: Per Vallis Eleonora Grilli, per Posterola Manrico Pantaleoni, per Platea Carlo Margheriti, per Collis Siro Sparnaccini e per Crux Burgi Silvia Nocentini.

Il corteo e le premiazioni - Il palio sarà preceduto dal corteo storico che prenderà le mosse alle 17 e 30 ed attraverserà tutto il centro storico prima di giungere al campo dei giochi dove avverranno anche le premiazioni per il miglior corteo, per il miglior gruppo musici, per gli ambienti medievali e, da parte di ciascuna contrada, del contradaiolo dell’anno.

Stop ai purosangue - Per la prima volta dopo molte edizioni, il Palio dei Colombi non vedrà correre cavalli purosangue. L’ente Palio si è infatti adeguata alle nuove normative ed ha sostitutito i tradizionali cavalli con altre razze il cui utilizzo è attualmente consentito dai regolamenti nazionali. L’ordine di arrivo del 2016 era stato il seguente: Vallis, Posterola, Platea, Crux Burgi, Collis.

Published in Cultura e Spettacolo
Giovedì, 10 Agosto 2017 19:03

AMELIA / CARAMBOLA FRA TRE AUTO: 3 I FERITI

AMELIA  - Tremenda carambola giovedì pomeriggio 10 agosto lungo la 205 Amerina vicino al centro storico dove tre persone, tra cui una donna incinta, sono rimaste ferite nello schianto che ha coinvolto una Panda, una Punto e un'altra utilitaria.

Due delle auto si sono capovolte, una terza è rimasta ai bordi della carreggiata. Lo schianto ha impaurito anche gli abitanti delle case a ridosso della strada che si sono riversati lungo la 205 chiamando i soccorsi. Sul posto due ambulanze del 118 che hanno trasportato i tre feriti in ospedale.

Al momento non sembra che le loro condizioni siano gravi. Sul posto anche i vigili urbani e i carabinieri. Forti rallentamenti a che al traffico. 

Published in Cronaca

AMELIA - Asili a costi ridotti e sgravi sulla tariffa rifiuti sono le decisioni assunte dall’amministrazione comunale che ha pubblicato i bandi per l’accesso alle agevolazioni riservate a chi ha redditi bassi e particolari condizioni sociali e famigliari.

Lo rende noto l’assessore alle politiche sociali, bilancio e tributi, Antonella Sensini, che spiega il contenuto delle misure varate dalla giunta Pernazza. “I tempi di attuazione di alcuni provvedimenti si dilatano a causa di notevoli complessità burocratiche – afferma - ma il senso di responsabilità di questa amministrazione per i cittadini, soprattutto quelli più svantaggiati, è stato da sempre un punto nodale delle attività di governo. Anche gli ultimi atti deliberati vanno in questo senso”. Il bando dei voucher, attivo sino al 24 agosto, darà la possibilità a 20 famiglie con bambini tra i 3 ed i 36 mesi e con un Isee al sotto dei 18mila euro, di usufruire di una riduzione della tariffa per i servizi all'infanzia.

“Il sistema – spiega l’assessore – permetterà di pagare quanto previsto per il nido comunale e di scegliere la struttura che si preferisce, a prescindere dal reddito di cui si dispone”. Tra le condizioni che aumenteranno il punteggio c’è la presenza nel nucleo famigliare di altri figli, la condizione di nucleo monogenitoriale, una invalidità grave, l’iscrizione dei figli nelle strutture di Amelia, oppure l’anzianità di residenza.

Agevolazioni invece fino al 50% per la Tari a favore delle famiglie più fragili e con Isee molto basso per le quali la somma totale messa a disposizione dal Comune è di 10mila euro. La richiesta potrà essere presentata fino al 4 settembre compilando un apposito modulo reperibile agli uffici comunali, oppure on line sul sito del Comune. Le domande accolte andranno a generare una graduatoria i cui vincitori beneficeranno delle integrazioni o degli sgravi.

“Un altro bando pubblicato in questi giorni – informa sempre l’assessore Sensini - è la locazione dell’immobile dell'asilo nido, per il quale ci sono state ben sei manifestazioni di interesse”. L'assessore sottolinea poi che la Provincia di Terni, per conto del Comune di Amelia, ha pubblicato la gara d’appalto, valevole tre anni, del servizio mensa scolastica stanziando una cifra che sfiora il milione di euro. “Per continuare ad usufruire del servizio – ricorda la Sensini - sarà necessario essere in regola con i pagamenti degli anni pregressi o con le rateizzazioni concordate.

Il rispetto dei pagamenti dovrà essere un impegno condiviso con le famiglie – conclude - affinché tutti ne possano usufruire senza andare a discapito di nessuno. In questo modo eviteremo di generare ritardi con i pagamenti alle ditte appaltatrici e garantiremo una gestione più sana della cosa pubblica”. 

Published in Cronaca

AMELIA - Ha rischiato di tagliarsi il polso un uomo di 61 anni di Amelia che si è gravemente ferito con un vetro mentre stava facendo dei lavori in casa. L'uomo, una volta trasportato da Amelia a Terni dal servizio 118, è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico condotto con strumentazioni innovative. L'operazione, secondo quanto riferito dall'ufficio stampa dell'azienda ospedaliera, ha coinvolto nella stessa seduta l’equipe di chirurgia vascolare diretta dal dottor Fiore Ferilli e l’equipe di Microchirurgia della mano attualmente diretta dal dottor Antonio Azzarà.

"I chirurghi vascolari - dice la nota - sono riusciti a rivascolizzare la mano, suturando l’arteria radiale e quella ulnare, che erano state tranciate di netto, mentre i chirurgi della mano hanno riparato ben 11 tendini flessori e 2 nervi, il mediano e l’ulnare, e questo anche grazie all’impiego del microscopio operatorio, una nuova importante attrezzatura microchirurgica, recentemente acquistata dall’Azienda ospedaliera di Terni, che consente l’ingrandimento ottico di vasi e nervi con calibro di pochi decimi di millimetro.

Il paziente, dopo essere rimasto un giorno in Rianimazione, è stato trasferito nel reparto di Chirurgia vascolare dove è tuttora ricoverato con l’arto immobilizzato e ingessato. L’intervento è tecnicamente riuscito e i risultati sembrano essere incoraggianti, ma solo dopo aver tolto il gesso ed aver effettuato la necessaria e specifica fisioterapia - sottolineano i chirurghi - sarà possibile valutare il grado di recupero funzionale della mano".

Published in Cronaca

AMELIA - “L’obiettivo è far dialogare la ricerca contemporanea in pittura con l’archeologia, offrendo anche al pubblico una chiave di lettura diversa della rinomata collezione museale”. Lo dice l’assessore alla cultura, Federica Proietti, annunciando l’inaugurazione della mostra di Luciano Ventrone in programma il prossimo 5 agosto alle 21 al Museo civico archeologico e pinacoteca “Edilberto Rosa”. Il noto artista italiano esporrà “MATRIX. Oltre la realtà-Beyond reality” fino al 20 gennaio proponendo la produzione più recente attraverso una selezione di dipinti, in un inedito confronto con la collezione archeologica del museo. “Alcuni dei reperti conservati all’interno del museo – spiega ancora l’assessore Proietti -, in particolare i pregevoli capitelli dell’antica Ameria, sono stati di ispirazione per Ventrone, dagli inizi degli anni Ottanta, per la realizzazione di alcune delle sue famose nature morte”.

La mostra, promossa dall’assessorato alla cultura del Comune di Amelia, è organizzata dall’associazione Archivi Ventrone in collaborazione con Sistema Museo e curata da Cesare Biasini Selvaggi.

Luciano Ventrone nasce a Roma nel 1942. Nel 1983 un articolo scritto da Antonello Trombadori su “L’Europeo” induce lo storico dell’arte Federico Zeri a interessarsi dell’artista suggerendogli di affrontare il tema delle nature morte. È qui che inizia la lunga e ancora non completa ricerca sui vari aspetti della natura, catturando particolari sempre più dettagliati e quasi invisibili a “occhi bombardati da milioni di immagini”, quali sono quelli degli uomini della nostra epoca.

Il progetto espositivo sarà scandito in due tappe. Il 5 agosto s’inaugurerà la prima fase, un’anteprima ospitata al piano terra del Museo, nelle sale dedicate alle mostre temporanee. Questa anteprima comprende una selezione di 7 dipinti recenti dell’artista, oltre a 2 opere degli inizi anni Novanta, nelle quali campeggia in primo piano la raffigurazione di alcuni reperti archeologici dell’antica Ameria.

Nel prossimo autunno prenderà, invece, il via la seconda fase del progetto espositivo, con la sua estensione a un’antologica di dipinti di Ventrone (circa trenta) che saranno distribuiti nelle sale espositive ai piani superiori, in dialogo e in confronto diretto con l’ampia collezione museale. Il titolo della mostra deriva dal termine latino “matrix” (“generatrice/matrice”). In questo caso, la matrice rappresenta una sorta di realtà simulata dagli atomi che organizzano ogni cosa intorno a noi, nel mondo fisico o in natura.

I soggetti rappresentati da Ventrone, come le sue proverbiali nature morte, non vanno mai visti pertanto come tali, ma astrattamente, nella traduzione pittorica della loro struttura atomico-molecolare. Per la loro comprensione è richiesta prima un’osservazione ravvicinata, quasi da microscopio, per poi allontanarsi dai dipinti. Prendendone le distanze. Ed ecco che luce e colore assumono unità in una forma armonica e omogenea, all’improvviso riconoscibile e familiare per lo spettatore. Che lascia la mostra con un interrogativo in più: “Chi mi assicura, a questo punto, che ciò che vedo esista, oltre che nella mia testa come idea, anche nella realtà?” È questa ricerca di Ventrone “dell’inganno della realtà” che ha destato, nei decenni, l’attenzione, tra gli altri, di Federico Zeri, Sergio Zavoli, Duccio Trombadori, Marco Di Capua, Vittorio Sgarbi, Achille Bonito Oliva, Roberto Tassi, Giorgio Soavi, Edward Lucie-Smith, Evgenia Petrova, Angelo Crespi, Beatrice Buscaroli.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Turisti in crescita per il Palio dei Colombi iniziato giovedì 27 luglio e che durerà fino al 13 agosto, giorno della sfida equestre al campo dei giochi. Lo hanno detto in conferenza stampa il sindaco Laura Pernazza e il presidente dell’ente Palio, Alberto Rini, illustrando tutte le novità dell’edizione 2017. “L’aumento dei turisti – hanno detto la Pernazza e Rini – si attesta intorno al 5 per cento con un trend in aumento che ci auguriamo si mantenga tale anche quest’anno e che comunque rappresenta un fattore positivo considerando l’andamento generale in Umbria dovuto al calo post sisma”. Tra le novità più importanti quelle riguardanti il corteo storico e la corsa del 13 agosto.

“Abbiamo avviato un importante studio sul costume medievale – ha detto infatti Rini – che ci ha portato ad approfondire le tecniche di realizzazione, le tipologie e i significati. Oggi abbiamo un corteo bello sia dal punto di vista scenografico che da quello storico-rievocativo”. Per la prima volta quest’anno sfileranno anche le rappresentanze comunali. “Indosseremo gli abiti del corteo dell’ente Palio – ha informato il sindaco Pernazza – la maggior parte dei quali sono tutti nuovi.

Il corteo – ha dichiarato - è una spettacolo affascinante ed un evento molto importante perché qualifica la nostra festa, esalta i nostri volontari e le loro competenze e qualifica le contrade che sono, insieme all’ente organizzatore, l’anima di una manifestazione che cresce e che rappresenta per la città e il suo territorio uno dei principali attrattori turistici”. Confermati taverne e punti ristoro con la possibilità di gustare piatti della tradizione locale cucinati con prodotti provenienti esclusivamente delle aziende dell’amerino. Altra novità molto importante introdotta quest'anno sarà la Giornata di contrada, un giorno dedicato a ciascuna delle cinque contrade (Collis, Crux Burgi, Platea, Posterol e Vallis) nel corso del quale si potranno vivere a pieno il fascino dell'appartanenza e apprezzare la contrada setssa anche dal punto di vista storico e culturale. 

La novità della sfida equestre sarà il ricorso ai cavalli mezzosangue che sostituiranno i purosangue utilizzati finora. “Abbiamo deciso di adeguarci alle normative che puntano ad una sempre maggiore tutela degli animali”, ha spiegato Rini che poi, insieme al sindaco Pernazza, ha sottolineato anche il grande impegno per accogliere le prescrizioni del decreto Gabrielli sulla sicurezza negli spettacoli all’aperto. “Abbiamo profuso un grande sforzo organizzativo – hanno dichiarato – formando anche delle persone che opereranno appositamente per questo in sintonia con le forze dell’ordine che ringraziamo per tutto quanto hanno fatto in passato e per quello che faranno anche quest’anno per consentire alla gente di godere il Palio dei Colombi in allegria e tranquillità”.

Published in Cronaca

AMELIA - A ribadire che l'acqua dell'amerino è pulita e sicura arriva anche l'Aman che dopo la Sii interviene sul caso della presenza di tetracloroetilene. “L’acqua distribuita ai cittadini è ed è sempre stata potabile”. In un comunicato il presidente Aman, Leonello Falocco, e l’amministratore delegato, Sonia Bertocco, sottolineano infatti che i sindaci di Alviano, Amelia, Giove, Guardea, Lugnano in Teverina e Montecchio, aggiornati sull’evoluzione della presenza del tetracloroetilene, come già comunicato ai cittadini a marzo, hanno confermato che l’acqua in rete è sicura e non dannosa per la salute, come sottolineato ieri dalla Sii.

“I dati – puntualizzano presidente e ad - sono tutti pubblicati settimanalmente sul sito www.amanscpa.it. dal quale chiunque può verificare la situazione. Sempre i sindaci – informano ancora Falocco e la Bertocco - hanno ritenuto opportuno sollecitare Regione Umbria, e Arpa all’adozione dei provvedimenti di competenza per l’individuazione e rimozione delle cause che hanno provocato l’innalzamento dei valori del tetracloroetilene. La Sii – concludono - con il supporto di Aman ed in attesa che Regione ed Arpa predispongano quanto richiesto, si è fatta carico di approntare  tutte le azioni tecniche necessarie ad ulteriore tutela della qualità dell’acqua e della sua rispondenza ai parametri di legge”.

Published in Cronaca

AMELIA - Aumentano i livelli di tetracloroetilene nelle falde dell'amerino. La situazione era stata denunciata alcuni giorni fa dai sindaci del territorio che avevano chiesto ad Aman e Sii di assumere provvedimenti e proprio in questi giorni sulla vicenda è intervenuto anche il M5S con i consiglieri comunali Romano Banella e Gianfranco Chieruzzi. "Avevamo lanciato l'allarme in un comunicato congiunto con Terni a marzo - ricordano i due - riguardo il preoccupante perdurare del superamento della soglia di contaminazione nelle acque potabili emunte dai pozzi di Cerasola in località Maratta Alta che riforniscono i comuni dell’amerino e parte del comprensorio del Comune di Narni; 3 giorni dopo il Presidente della SII Stefano Puliti ed il Direttore Generale Paolo Rueca, affermavano di essere a conoscenza del fenomeno da tempo e che "l' acqua che bevono i cittadini è pulita e sicura, grazie agli interventi fatti e che faremo nel prossimo futuro installando nuovi filtri a Cerasola".

Da allora - secondo il M5S - c'è stato un rimpallo di responsabilità tra enti, Comuni, Aziende, Regione e Provincia, che non ha portato nulla in concreto, ma la situazione è notevolmente peggiorata a tal punto che, mentre a gennaio 2017 il superamento dei limiti di contaminazione previsti dal D. Lgs 31/2001 (10 mg/l) si verificava solamente in un pozzo, "a partire da giugno si è registrato un aumento significativo della concentrazione di tetracloroetilene tanto che la media delle concentrazioni supera per la prima volta il limite del D. Lgs 31/01 e all'uscita di Morellino si raggiunge il valore di 7,75 mg/l, molto vicino a tale limite", come indicato da Vilma Medori e Sonia Bertocco, rispettivamente Direttore Tecnico e A. D. di AMAN s.c.p.a., in una nota indirizzata ai vertici della Sii".

Sii che proprio lunedì 24 luglio è intervenuta per fare chiarezza sia sulla salute che sui provvedimenti che si stanno assumendo. "Stiamo sta lavorando su tre direttrici. La prima è una soluzione tecnica per continuare a mantenere l’acqua entro i parametri di salubrità e regolarità normativa grazie all’installazione di nuovi filtri e a maggiori disponibilità idriche", spiegano dal servizio idrico da dove poi, il direttore generale, Paolo Rueca, puntualizza: “L’acqua erogata è pulita e non ci sono criticità per la salute. Con ulteriori lavori su Terni abbiamo convogliato nell’amerino maggiori quantità, non ci sono in programma limitazioni all’erogazione e il nuovo filtro che entrerà in funzione tra pochi giorni servirà a dare ulteriori garanzie oltre a quelle già esistenti. 

A ottobre – spiega ancora Rueca – se ne installerà un altro che renderà il sistema di distribuzione nell’amerino indipendente da Terni e servirà anche per affrontare ulteriori eventuali innalzamenti del tetracloroetilene. L’installazione dei nuovi filtri segue quella già realizzata in altri campi pozzi del ternano sempre per affrontare la situazione inerente le concentrazioni di tetracloroetilene che, come già reso noto e comunicato dalla Sii, sia pubblicamente che agli organi competenti, è una presenza costante ed in aumento, anche se questo, grazie agli interventi tecnici del Servizio idrico, non pregiudica la salubrità dell’acqua pubblica".

La Sii ricorda anche il progetto relativo all’attività di monitoraggio, condotto dall’Arpa, sulla presenza del tetracloroetilene e sulle eventuali fonti di produzione di tale sostanza per riuscire a capire nel dettaglio cause e dinamiche di tale tipo di inquinamento. Il servizio idrico ha anche chiesto alla prefettura la convocazione di un incontro al quale partecipino anche Asm, Aman, Regione Umbria, Provincia di Terni, Comuni, Arpa e Auri.  

Published in Cronaca

AMELIA - Una storia di abusi e maltrattamenti che durava, secondo i carabinieri, da circa due anni, ossia da quando un 32enne di origine calabrese aveva cominciato a maltrattare fisicamente e psicologicamente la sua compagna, una 36enne ternana. Liti continue, riporta una nota dell’Arma, toni più che accesi e grida spesso tali da richiedere da parte del vicinato l’intervento dei carabinieri. Ieri mattina un prologo a quello che poi nessuno avrebbe creduto potesse verificarsi nella notte appena trascorsa: l’ennesima lite e la chiamata al 112 dei Carabinieri. Lite in famiglia, solito scenario, una coppia in difficoltà, un bambino a cui, costretto ad assistere ai continui litigi, viene sottratta la spensieratezza dell’infanzia. Poi tutto si ricompone, il comandante della Stazione di Amelia ed il suo vice intervenuti sul posto lasciano la famiglia a ricucire gli strappi dopo le raccomandazioni di rito. La notte successiva si arriva al fatto più grave. I carabinieri raccontano di una lite che si riaccende e di un'aggressione prima della violenza fra le mura domestiche. Un vicino chiama il 112 e fa scattare la pattuglia dei carabinieri. La donna racconta tutto ai militari: l’uomo viene accompagnato in caserma per gli approfondimenti del caso, mentre la sua compagna viene portata all’ospedale di Narni per essere sottoposta alle cure dei sanitari. In caserma la donna racconterà nel dettaglio le fasi della violenza subita, di quel rapporto a cui è stata costretta sotto la minaccia di un coltello da cucina e della ferita sul braccio con cui il compagno ha voluto a suo dire segnarla. I carabinieri della Compagnia di Amelia hanno lavorato senza sosta per ricostruire minuziosamente tutte le fasi della vicenda, effettuando i rilievi nel corso del minuzioso sopralluogo sulla scena del crimine e redigendo i relativi verbali per contestualizzare ogni sfumatura che potesse rendere chiara la triste dinamica dei fatti. Il Sostituto P.M. di turno, Pesiri della Procura della Repubblica di Terni, informato dai militari sin dalle prime luci dell’alba, non ha avuto dubbi nel concordare sulla misura restrittiva e l’uomo è stato portato al carcere di Sabbione in attesa dell’udienza di convalida per lesioni, violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia

Published in Cronaca

AMELIA – Potrebbero avere una consistente importanza i reperti archeologici recentemente tornati alla luce con gli scavi che sta eseguendo la Sovrintendenza archeologica, Belle arti e paesaggio dell’Umbria nella zona di San Pancrazio di Amelia, tra Montenero e il bivio di Penna in Teverina. A renderlo noto è l’amministrazione comunale che sta seguendo con attenzione le operazioni di scavo nell’area dove già nel 2012 era stata ritrovata un'ara con dedica ad Iside. Le ricerche sul campo hanno fatto riemergere anche due testine, una di donna adulta e una di uomo, presumibilmente un sileno (sorta di satiro) ritrovate in un agglomerato di strutture segnate da un ampio orizzonte di distruzioni probabilmente volontarie.

Da una delle estese fosse in cui sono stati ributtati materiali e strutture, secondo la Sovrintendenza, proviene un’iscrizione lapidaria su ara con cui un soldato commemora, sciogliendo il voto, una grazia ricevuta forse proprio dalla divinità titolare dell’area sacra. 

Il materiale ceramico, la cui definizione cronologica sarà fondamentale per la datazione delle fasi di vita dell’insediamento, si segnala per la diffusa presenza di forme da fuoco e contenitori per la conservazione di derrate. Si tratta di materiali tipici di ambiti residenziali coerenti con l’ipotesi di destinazione cultuale dell’area. “Su tutti i ritrovamenti – dice l’assessore alla cultura, Federica Proietti – sono in corso gli studi degli esperti. Noi, come assessorato, seguiremo, in stretto e costante rapporto con la Sovrintendenza e in collaborazione con l'ispettore di zona, Giovanni Altamore, e con il funzionario tecnologo Francesco Giordano, gli scavi anche al fine di una valorizzazione dei reperti rinvenuti presso il museo archeologico della nostra città”.

Published in Cronaca

AMELIA - Tegola pesantissima sulla giunta Pernazza. Si è infatti dimesso poco fa l'assessore Massimiliano Galli, in quota Lega, bersagliato sul web dopo il suo post sui musulmani e la Siria. L'assessore ha rassegnato le sue dimissioni scusandosi pubblicamente per le sue parole e facendo Mea culpa sia moralmente,  sia nei fatti, deecidendo di lasciare le sue deleghe rimanendo solo consigliere comunale.

 Galli aveva commentato pesantemente una notizia attaccando i musulmani nell'ambito di una discussione sulla Siria. "In Siria - aveva scritto - c'è in atto da più di 12 anni una guerra civile tra musulmerde....la differenza la fa il fatto di essere uno sciita o un sunnita...secondo il mio pensiero si dovrebbero ammazzare tutto fino all'ultimo individuo Siriano!!!!".

Un'uscita che aveva sollevato un vespaio di polemiche e di reazioni che hanno poi portato alla decisione di Galli di dimettersi. "Ho sbagliato - ha scritto poi - e di certo non saranno le righe seguenti ad attutire il mio errore. Di uomo ancor prima che di amministratore pubblico. Lungi da me l'idea di discriminare le persone in base ai connotati religiosi o di altra natura.

Ho tramutato la mia rabbia in un'offesa e la mia stizza in qualcosa da censurare.

IL SINDACO PRENDE LE DISTANZE - "Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale, prendono le distanze dal commento dell’Assessore Galli perché “ La pace, il rispetto e l’uguaglianza dei popoli e delle religioni rappresentano valori fondamentali su cui si basa la nostra azione politica.

L’Assessore Galli, in data odierna, ha rimesso le deleghe nelle mani del Sindaco che ne prende atto e, per il momento, le gestirà direttamente".

LA LETTERA DI DIMISSIONI - "Ho sbagliato. Punto. E di certo non saranno le righe seguenti ad attutire il mio errore. Di uomo ancor prima che di amministratore pubblico. Di certo non affronterò più argomenti complessi utilizzando sintesi superficiali ed espressioni colorite. Si, anche se si trattasse di una conversazione privata, come in questo caso doveva essere.

Ci sono temi che, nonostante muovino le passioni e scaldino gli animi, per poterne parlare a ragion veduta, devono essere fatti decantare un poco. Cosa che evidentemente questa volta non ho fatto. A dirla tutta sono due le cose che mi danno più dolore: aver creato anche un minimo di imbarazzo alla mia Giunta e, va da sé, al mio Sindaco e l'immagine distorta del sottoscritto che quel maledetto post rischia di generare.

E allora, forte delle mie debolezze, che riconosco e con le quali tento di combattere, voglio dirlo chiaro: lungi da me l'idea di discriminare le persone in base ai connotati religiosi o di altra natura. Non posso, non potrei. Altrimenti come avrei potuto accettare le deleghe che mi sono state affidate. In primo luogo lo Sport.

Nella mia veste di Assessore ho avuto la possibilità di organizzare lo scorso maggio una giornata dedicata alle attività sportive dove, ad essere impegnati, erano prevalentemente i bambini che vivono nel nostro comune ed altri ragazzi provenienti da fuori. Ebbene, a distanza di tempo nella mia memoria é indelebile il ricordo di quei giovani sorrisi, di quella voglia di stare insieme, di superare i propri limiti.

Perché lo sport è un eccezionale veicolo sociale di aggregazione. Quando ho accettato l'incarico ne ero ben cosciente e proprio per questo ho desiderato avere questo ruolo. Di certo non l'avrei fatto se veramente avessi delle persone di religione islamica quel giudizio. Per porre l'accento sull'assurdità di un'ennesima guerra civile - dopo le tante e inutili che la Storia ha portato con sé - ho tramutato la mia rabbia in un'offesa e la mia stizza in qualcosa da censurare.

E allora rimetto le mie deleghe da assessore pur rimanendo impegnato nell'attività di consigliere comunale dando il mio più valido supporto a questa amministrazione comunale volendo così riscattare l'immagine distorta che il commento ha provocato dimostrando che Massimiliano Galli è molto più di un commento penoso".

L'INTERVENTO DEL CAPOGRUPPO REGIONALE Emanuele Fiorini (capogruppo Lega Nord Umbria): "Massimiliano Galli ha sbagliato e ha capito di aver sbagliato. Quello che ha scritto nel suo post é grave, ma le sue parole di scusa e la consegna delle sue deleghe da assessore dicono tutto sulla sua persona. Per questo il suo comportamento dovrebbe essere da esempio in un contesto dove chi é indagato o ha scontato gli arresti domiciliari é ancora al suo posto"

Published in Cronaca

AMELIA - Il lutto cittadino è stato proclamato per oggi, 12 luglio, a partire dalle 17, dal sindaco, Laura Pernazza, in concomitanza con i funerali di mons. Lorenzo Civili, scomparso ieri all'età di 91 anni.

Vicario giudiziale del Tribunale ecclesiastico diocesano, prelato uditore della Sacra Rota romana, prelato d’onore di Sua Santità, rettore della chiesa di Santa Maria in Porta ad Amelia e canonico del Capitolo della Concattedrale di Amelia, mons. Lorenzo Civili era nato a Alviano l’8 giugno 1926 ed era stato ordinato sacerdote il 2 luglio 1950 nella Concattedrale di Amelia da mons. Vincenzo Lojali. Ha svolto i suoi studi nel seminario di Assisi dove ha conseguito la licenza in Teologia e l’ordinazione diaconale. Appena ordinato sacerdote ha proseguito gli studi accademici conseguendo la laurea in Teologia Dogmatica, la laurea in Utroque Iure e quella in Giurisprudenza.

La sua conoscenza in ambito giuridico lo ha portato a ricoprire l’incarico di giudice del Tribunale in Vaticano, di protonotario apostolico de numero, giudice del Tribunale regionale umbro e difensore del vincolo presso lo stesso Tribunale dal 1967 al 1988.

Ha svolto studi sociali ed è stato assistente alla cattedra di Diritto amministrativo all’università di Perugia fino al 1996.
All’inizio del suo ministero è stato parroco a Santa Maria di Porta e poi a Sant’Agostino di Amelia. E’ stato vicario generale della diocesi dal 1978 al 1983, membro del collegio dei consultori e delegato episcopale per la vita consacrata, priore della Confraternita della Morte e Orazione di Amelia. La camera ardente sarà aperta dalle ore 11 di mercoledì 12 luglio nella Concattedrale di Amelia. Le esequie saranno celebrate mercoledì 12 luglio alle ore 17 nella Concattedrale di Amelia.

Sempre il sindaco ha disposto la partecipazione dell’amministrazione comunale e del gonfalone del Comune ai funerali del sacerdote e l’esposizione delle bandiere a mezz’asta nella sede comunale. Oltre a disporre anche la sospensione di tutte le manifestazioni ricreative aperte al pubblico, organizzate o patrocinate dal Comune, per l’intera durata dei funerali, la Pernazza ha invitato, “nel rispetto – ha specificato - del principio costituzionale di libertà”, tutti i cittadini, le istituzioni, le autorità scolastiche, le organizzazioni sociali, culturali e commerciali, nel modo ritenuto più consono, ad esprimere il proprio cordoglio. In occasione del prossimo Consiglio comunale verrà inoltre osservato un minuto di silenzio. Un invito infine il sindaco lo ha rivolto agli esercizi commerciali, ad abbassare le saracinesche, in concomitanza con lo svolgersi della cerimonia funebre, e a tutti i dipendenti comunali ad osservare un minuto di silenzio sempre durante le esequie”.

Published in Cronaca

AMELIA – “Stiamo adoperandoci per reperire i fondi necessari a finanziarie il quarto ed ultimo stralcio dei lavori della nuova piscina comunale”. Lo annuncia l’assessore ai lavori pubblici, Avio Proietti Scorsoni, a proposito del cantiere dell’impianto natatorio costato complessivamente finora, a quanto riferisce l’assessore, 3 milioni e mezzo di euro, ai quali andranno aggiunti altri 450mila euro per l’ultima tranche dei lavori. “Oltre ad aver terminato i lavori del terzo stralcio – afferma Proietti Scorsoni - è in corso di approvazione la variante in sanatoria, resasi necessaria per superare alcuni problemi tecnici sopraggiunti.

Purtroppo non possiamo accedere ad ulteriori mutui per l’eccessivo indebitamento dell’ente e sono al vaglio diverse ipotesi per la gestione futura dell’impianto”. L’assessore ai lavori pubblici rende note anche le principali caratteristiche della nuova piscina che avrà una superficie coperta di circa 1.900 mq, una cubatura di 8mila mc con una vasca 16,5 x 25 a profondità variabile da 1,50 metri a 2,20. Otto saranno le corsie e oltre 200 i bagnanti ospitabili. La tribuna potrà contenere nelle competizioni agonistiche 300 persone, il parcheggio esterno circa 100 automezzi. Sulla copertura inclinata è stato installato un impianto fotovoltaico per il quale il privato versa un canone di affitto.

Published in Cronaca

AMELIA – Vivere Amelia critica la riorganizzazione della macchina pubblica, accusando la giunta di aver aumentato i settori e di non aver cambiato nulla rispetto al passato. “Non solo aumentano i settori – scrive in una nota il gruppo di minoranza - ma viene disegnata una struttura non lineare: la cultura resta accorpata al settore tributi e patrimonio e resta l'inutile divisione tra ragioneria e tributi.

La cosa che mai si sarebbe immaginata dal sindaco del cambiamento però è un'altra. I capi settori restano tutti ai loro posti. Nessun cambiamento. Nonostante si sia detto che la gestione pregressa è stata un fallimento su tutti i fronti non si cambia nulla. Come mai – domanda l’opposizione - se i progetti erano tutti sbagliati chi li ha firmati resta li? Come mai se il recupero dei tributi comunali non funziona e Sindaco e attuale assessore agitavano la folla sulla vicenda Tari chiedendo le teste di chi aveva sbagliato oggi che governano loro chi ha firmato le cartelle Imu e Tari resta li? Resta tutto com'era. E allora – conclude Vivere Amelia - delle due l'una. O prima andava tutto bene e non c'era nulla da cambiare oppure il cambiamento promesso è stata solo una enorme bugia elettorale”.

Published in Cronaca

AMELIA - “Prendiamo atto del programma di miglioramento delle attività di reparto e dei servizi del Santa Maria dei Laici annunciato dal direttore generale dell’Usl 2 Fiaschini”. A dirlo è l’amministrazione comunale che fa riferimento ai servizi di oncologia, riabilitazione cardiologica e chirurgia “i quali, ove realizzati – specifica l’ente - costituiranno un primo risultato, dopo anni”.

“L'amministrazione comunale, il comitato, le forze politiche e le associazioni – afferma, a nome della giunta, il vice sindaco Andrea Nunzi - tornano inoltre a sollecitare, come da intese con l'assessore alla sanità Barberini, la sinergia con l'azienda ospedaliera di Terni per l'area chirurgica e ribadiscono la necessità della realizzazione, diventata ormai urgente, del nuovo ospedale comprensoriale e della casa della salute per colmare le carenze dei servizi sanitari del comprensorio amerino. Nunzi garantisce infine anche “vigilanza attenta e puntuale sull'attuazione dei programmi e degli impegni presi tramite un confronto ed un colloquio costante con Usl2 e la Regione”.

Published in Cronaca

AMELIA - Sono definite gravissime le condizioni di uno dei due giovani rimasti feriti ieri nell'incidente che ha coinvolto l'Ape Piaggio sulla quale viaggiavano e un Tir lungo la 205 Amerina a Fornole.

Questo il bollettino medico: "Il giovane ricoverato con prognosi riservata nel reparto di Rianimazione ha subito un grave politrauma e le sue condizioni attualmente sono gravissime ma stabili. L'altro ragazzo ricoverato in Pediatria, oltre ad una lesione all'orecchio, ha riportato una frattura ad un gomito ed ha una prognosi di 40 giorni".

Published in Cronaca

AMELIA  - Terribile schianto sulla 205 Ameria a metà mattinata quando un Tir si è scontrato con una piccola Ape Piaggio. I due occupanti dell"Ape sono stati trasportati all'Ospedaletti Terni. Uno è in gravi condizioni, l'altro ha ferite più lievi. Sul posto carabinieri,  vigili del fuoco e 118. Ancora in corso gli accertamenti per capire cause e dinsmica. 

Published in Cronaca

AMELIA - Il gruppo “Sanità” del Partito Democratico comunale di Amelia, insieme al Gruppo consiliare “Vivere Amelia”, ha incontrato nella sede della Regione a Perugia l’Assessore alla Sanità Luca Barberini. In quella sede, scriove il Pd in una nota, è stato chiesto all’assessore un crono-programma credibile e vincolante per il nuovo Ospedale, e l’Assessore è stato invitato ad un incontro pubblico ad Amelia in programma per il prossimo 15 settembre, per risposte chiare e impegni altrettanto stringenti.

La delegazione PD ha ricordato quanto segue:

  • - il progetto dell’Ospedale Amelia Narni a Cammartana è degli anni ’90;
  • - si sono susseguite variazioni di progetto e di finanziamento, ma l’ospedale non c’è;
  • - allora di ospedale Todi-Marsciano e di altri ospedali del Perugino non si parlava eppure oggi ci sono;
  • - il Partito Democratico di Amelia, le Amministrazioni che si sono susseguite ad Amelia e a Narni, le forze politiche e sociali hanno sostenuto e sostengono strenuamente ogni sforzo tecnico e politico della ASL e della Regione per la realizzazione del nuovo e l’adeguamento dei servizi preesistenti
  • - non c’è più spazio però per l’attesa.

La chiarezza e la fermezza del PD di Amelia hanno portato:

- a sottolineare le aspettative motivate, ormai “storiche”, per il nuovo Ospedale

- a ribadire, inoltre, che gli interventi di miglioramento dei servizi sanitari di base sono urgenti e fortemente attesi dalla città.

"L’assessore - si legge nel comunicato - del tutto informato rispetto a quanto programmato dal Direttore Generale ASL nel senso della riorganizzazione e del miglioramento di alcuni servizi sanitari esistenti, ha assicurato che la Regione farà quanto in suo potere per realizzare il nuovo Ospedale di Narni Amelia e dimostrare concretamente equità tra territori.

Sul nuovo ospedale l’assessore ha precisato che:

  • - è un fatto ineludibile il Decreto ministeriale di autorizzazione del nuovo Ospedale;
  • - in data 27 maggio sono state avviate le procedure di esproprio da parte del Comune di Narni;
  • - si vuole accelerare la progettazione esecutiva nel fermo rispetto delle procedure di legge;
  • - verranno finanziate nei due esercizi finanziari regionali 2017-2018 le opere stradali di accesso al nuovo Ospedale;
  • - il nuovo Ospedale avrà anche una funzione importante per contenere la mobilità degli ammalati verso altre Regioni per specifici servizi, voce che attualmente costituisce un aggravio di spesa per il bilancio regionale.

La responsabilità degli Amerini è di aver usato moderazione pur di fronte ad un iter   troppo lungo per il nuovo Ospedale. All’assessore non abbiamo chiesto nuove promesse, ma la certezza dei percorsi amministrativi e tempi non procrastinabili".

Published in Cronaca

AMELIA - Un protocollo d’intesa su cibo e pianificazione del territorio per puntare sempre più su prodotti di qualità a chilometro zero. E’ quello a cui stanno lavorando il Comune di Amelia, i comuni dell’amerino e Coldiretti, Confagricoltura e Cia. Di questi innovativi temi si parlerà venerdì prossimo alle 17 a Palazzo Petrignani nel corso dell’incontro a cui parteciperanno anche l’assessore regionale all’agricoltura, Fernanda Cecchini, la sindaca di Amelia, Laura Pernazza, il presidente del Gal Ternano, Albano Agabiti, i rappresentanti dei comuni e delle associazioni di categoria.

L’iniziativa, aperta al pubblico, fa sapere una nota dell’amministrazione comunale, conclude il percorso di ricerca Capues "Cibo, ambiente, paesaggio, urbanistica, economia, sviluppo. Strategie sperimentali per la pianificazione alimentare nel comune di Amelia" sviluppato dal Comune con il coordinamento scientifico del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale e con il cofinanziamento di Regione Umbria e Fondazione Cassa di Risparmio di Terni.

In particolare si discuterà sugli elementi fondamentali della strategia che saranno descritti da Fabio Bianconi e Marco Filippucci, e della sua concretizzazione con il documento programmatico del piano regolatore, esplicitati dai coordinatori scientifico e operativo del piano stesso, Francesco Nigro e Paolo Ghirelli. “L’obiettivo – spiega la sindaca Pernazza – è quello di tratteggiare una visione concreta e operativa volta a promuovere la prossimità, secondo una strategia politica che vuole coinvolgere le aziende del territorio per innovare le norme, le reti e i luoghi”. 

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – I Cinquestelle vogliono la rescissione del contratto per la gestione dei rifiuti. Lo chiede il gruppo consigliare che con Gianfranco Chieruzzi e Romano Banella accusano quella presente e la passata amministrazione di non aver mai fatto avviare il centro raccolta eliminando, di fatto, gli sgravi in tariffa per i cittadini. “Nel regolamento del servizio, approvato nel 2012 – scrivono i due in una nota – si prevedeva per i cittadini la possibilità di uno sconto Tari da 15 a 30 euro all’anno legato al conferimento al centro raccolta. Questo servizio però non è mai entrato in vigore. Né la giunta Maraga, né quella Pernazza hanno mai accertao la sua funzionalità. Nell'interrogazione presentata nell'ultimo Consiglio comunale dello scorso giovedì 15 giugno - ricorda il Movimento 5 Stelle – abbiamo chiesto al sindaco il perché della mancata entrata in vigore di tali riduzioni.

Ci è stato risposto che l'ATI 4 ha comunicato che il servizio risulta attivo e che si sta provvedendo allo scorporo della differenziata conferita dalle utenze domestiche e non domestiche, allo scopo di poter applicare le riduzioni nella terza rata della Tari in scadenza il 30 settembre. È palesemente una presa in giro. Appare infatti già chiara il pressapochismo con la quale è stata recepita tale informazione (sarebbe bastato recarsi al centro di Raccolta e chiedere informazioni, come abbiamo fatto noi più volte), appare quanto meno strano che il sindaco non sia a conoscenza di tale disservizio, ma la cosa più fastidiosa è che chi ha fornito tale informazione ha mentito. Quali rifiuti bisogna scorporare, se al centro di raccolta comunale non sono mai stati installati né una bilancia per la pesatura, né un transponder per registrare i dati dell'utente?”.

Published in Cronaca

AMELIA - "Da un recente studio dell'IS.P.R.A. (Istituto per la Protezione e la Ricerca Ambientale al servizio del Ministero dell'Ambiente) si evince come il costante consumo di suolo comporti conseguenze sull'Ambiente, sulla Salute e sorprendentemente anche sulle tasche di noi cittadini. Infatti quando il suolo viene cementificato o asfaltato, questo perde la sua Naturalità e con essa vengono meno tutta una serie di “servizi ecosistemici”, vere e proprie ricchezze che consentono all'uomo di vivere, come: lo stoccaggio e sequestro di carbonio, la qualità dell'habitat, la produzione agricola e quella legnosa, la purificazione dell'acqua, la protezione dall'erosione, l'impollinazione, la regolazione del microclima, la rimozione del particolato e dell'ozono, etc.. Quando la natura non può più fornirci gratuitamente tutto questo, allora siamo costretti a pagarlo ed il costo è elevato ed è ora anche noto, grazie all'ISPRA. Dall'analisi dei dati ISTAT sull'andamento demografico della popolazione residente nel Comune di AMELIA dal 2001 al 2013, constatiamo che se le capacità attrattive del comune miglioreranno costantemente in modo da ripetere l'andamento demografico verificatosi in questi 13 anni, potremmo prevedere che per i prossimi 15 anni la popolazione residente aumenterà di circa 1000 unità raggiungendo la quota di 13 mila residenti, di molto inferiore alle 30 mila previste dagli standard urbanistici del PRG vigente. La V.A.S. non ci fornisce dati che ci possano indicare il numero di abitazioni nuove o da ristrutturare non utilizzate (dati necessari), in modo da confrontarli con le previsioni di espansione residenziale, ma la sensazione è che esistano numerose abitazioni disponibili e molte che potrebbero diventarlo con interventi di recupero. Crediamo quindi che si debba azzerare il consumo di suolo agricolo o poco densamente abitato, dimezzando le previsioni di sviluppo demografico e favorendo il riuso e la ristrutturazione di edifici esistenti o comunque limitando le nuove edificazioni all'interno di margini urbani ben definiti. RIDURRE L'IMPATTO AMBIENTALE DOVUTO AL TRAFFICO VEICOLARE E AI PARCHEGGI NEL CENTRO STORICO DI AMELIA Lo studio della V.A.S. per il nuovo P.R.G. prospetta di rivitalizzare il centro storico di Amelia insediando sempre più abitanti nelle strutture edilizie non utilizzate e di continuare a predisporre delle social housing, immaginando evidentemente di poter riproporre nel c.s. la vita di tanti anni fa, senza considerare le esigenze e gli stili di vita completamente mutati. Evidentemente però nel non rivitalizzato centro storico si soffre già ampiamente delle conseguenze legate al traffico veicolare ed alla bulimica necessità di parcheggio. Il traffico veicolare è per il c.s. un problema irrisolto che sembra contrapporsi alla necessità di rivitalizzazione, crediamo invece che la soluzione vada cercata in un'ipotesi di sviluppo sostenibile che non implementi l'accesso delle auto. Proponiamo che si debba provare a realizzare un grande Polo Culturale e Formativo che faccia da volano anche del sistema produttivo, per una rinascita vitale del cuore storico della nostra città, collegato al nuovo accesso meccanizzato di Porta Posterola o ad altri da farsi. Questo potrà portare poi alla necessità di alloggi per gli studenti ed una serie di servizi collegati che non comporteranno un incremento dell'accesso veicolare. Attualmente Amelia è totalmente priva di luoghi di aggregazione, di piazze che la rappresentino, pur avendone di bellissime, come ad esempio Piazza Marconi. Questi luoghi della memoria e dell'affetto cittadino sono da tempo abbandonati, occupati soltanto dalle automobili che ne distruggono anche le splendide pavimentazioni. Per cercare di restituirle alla vita della comunità abbiamo, già in altra sede, proposto di introdurre all'interno dell'Amministrazione Pubblica, prima, e dell'ospedale, poi, la figura professionale del mobility manager, attraverso il quale organizzare l'accesso veicolare al c.s. dei dipendenti, superando il concetto di mobilità individuale, in modo da ridurre notevolmente la necessità di posti auto, contribuendo, assieme all'aumento dei parcheggi fuori il c.s., all'eliminazione dei parcheggi in Piazza Marconi. Per non implementare il traffico veicolare nel c.s., proponiamo infine di prevedere la realizzazione delle nuove case popolari distribuendole fra le frazioni, utilizzando in primo luogo edifici abbandonati. Rafforzeremo così il senso policentrico del nostro territorio comunale, abbandonando quel principio di ghettizzazione del c.s. che da tempo si sta costituendo e favorendo l'integrazione sociale e funzionale. Incrementando i residenti nelle 7 frazioni, queste assumeranno maggior peso di attrazione dei servizi, comunque ad esse necessari. VALORIZZARE LE MURA Condividiamo la consapevolezza dell'immenso valore Storico – Archeologico – Rappresentativo e Affettivo delle Mura Ciclopiche e condividiamo la necessità di organizzare un sistema di parcheggi al di là del c.s., collegati anche ad un maggior numero di accessi meccanizzati, ma riteniamo assolutamente necessario prevedere intorno alle Mura un'ampia fascia verde di circa 30 metri che si sviluppi per l'intero suo perimetro e che valga anche come obiettivo programmatico, rispetto a tutto ciò che, adesso, insite all'interno di essa". Movimento Cinquestelle Amelia

Published in Filo Diretto

AMELIA - Quali segreti nasconde ancora la statuta del Germanico? Ci sono ancora cosa da scoprire soprattutto sulla sua struttura in bronzo o è già stato tutto detto. Si sa che l’opinione diffusa sia quella di una sua origine romana ma c’è una teoria, sostenuta da alcuni studiosi, che indica per la statua origini diverse, risalenti all’antica Grecia. Il busto in particolare risalirebbe a questo periodo mentre la testa, di epoca effettivamente romana, sarebbe stata montata successivamente. A fare definitiva chiarezza sarà la prestigiosa University of Southern California e il team coordinato dal noto archeologo John Pollini e della altrettanto nota archeometallurgista Phil. Alesandra Giumlia-Mair che effettuaranno una serie di analisi chimico - fisiche non invasive e un approfondito esame della Statua bronzea del Germanico ricorrendo a tecniche e metodologie innovative. A darne notizia è l’amministrazione comunale che supporterà lo stdio tramite il servizio beni culturali e che ha fornito i locali del museo "Edilberto Rosa", avendo già ottenuto tutte le necessarie autorizzazioni da parte della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell'Umbria per fare le analisi. “Tale studio - afferma l’assessore alla cultura Federica Proietti - è completamente finanziato dalla fondazione Loeb Library Grant ed avrà certamente una risonanza internazionale, non solo per il prestigioso team che effettuerà lo studio, ma anche per i risultati scientifici della ricerca e sarà un occasione importante per la promozione del nostro patrimonio storico culturale”.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – 13 giugno – Avvicinare il fisco alla collettività attraverso una serie di incontri sulla dichiarazione precompilata. Questo l’obiettivo dell’incontro che l’Agenzia delle entrate e il Comune hanno messo in programma per il 27 giugno dalle 15 alla sala Conti Paladini della biblioteca comunale. Ne dà notizia la sindaca, Laura Pernazza, che invita i ci8ttadini a partecipare “data – dice – l’importanza del tema che verrà trattato”.

Nel corso dell’incontro gli addetti delle Entrate spiegheranno la struttura della dichiarazione precompilata, prendendo in esame gli oneri indicati nel modello e nel foglio informativo, la platea di contribuenti interessata, le modalità di trasmissione e di pagamento dell’eventuale debito d’imposta e i canali di assistenza messi a disposizione.

Gli incontri fanno parte di un ciclo di appuntamenti con i contribuenti che la direzione regionale dell’Umbria sta realizzando su tutto il territorio per favorire la conoscenza e promuovere l’utilizzo della dichiarazione precompilata.

Published in Cronaca

AMELIA – 13 giugno – Otto chilometri di cavi per portare una velocità di collegamento fino a 200 megabit. E’ la rete a banda ultralarga che Tim sta installando ad Amelia e il cui progetto è stato presentato stamattina in Provincia dal responsabile Access Operations Umbria di TIM, Massimo Pollaro, e dalla sindaca Laura Pernazza. L’obiettivo, è stato detto, è quello di rendere disponibili servizi innovativi a cittadini e imprese prevedendo entro il prossimo mese di luglio di raggiungere la quasi totalità della popolazione. Per la posa dei cavi verranno utilizzate le infrastrutture esistenti sia di proprietà di TIM sia pubbliche, in accordo con l’amministrazione, come ad esempio quella per la pubblica illuminazione.

In caso di scavi, saranno utilizzate tecniche e strumentazioni innovative a basso impatto ambientale che minimizzano i tempi di intervento, l’area occupata dal cantiere, l’effrazione del suolo, il materiale asportato, il deterioramento della pavimentazione e, conseguentemente, i ripristini stradali. I lavori sono iniziati da Via Roma e toccherà prossimamente molte altre zone del comune. A partire dalla metà di agosto,secondo Tim, famiglie e imprese potranno cominciare a usufruire di connessioni con velocità fino a 200 Megabit al secondo, che miglioreranno nettamente l’esperienza della navigazione in rete da casa o dall’azienda, abilitando nuovi servizi.

Con la fibra sarà possibile accedere a contenuti anche in HD, giocare on line in modalità multiplayer in alta qualità e contemporaneamente fruire di contenuti multimediali su smartphone, tablet e smart TV. Le imprese potranno accedere a soluzioni professionali evolute sfruttandone al meglio le potenzialità, dalla telepresenza alla videosorveglianza. “Un passaggio importante – è stato sottolineato da Pollara - che apre nuove possibilità per i settori sia pubblici che privati in tematiche come la sicurezza, il monitoraggio del territorio o l’info mobilità.

Tutte nuove possibilità per un territorio comunale smart e 3.0. Soddisfatta dell’accordo con TIM la sindaca Pernazza: “permetterà – ha dichiarato - di portare ad  Amelia una rete di nuova generazione. La banda ultralarga è un elemento essenziale per lo sviluppo e per consentire a cittadini e imprese  di accedere a servizi all’avanguardia. Con questo intervento facciamo un passo in avanti nel diritto alla cittadinanza digitale”. “Anche Amelia entra nella lista delle località scelte da Tim per la realizzazione della nuova rete in fibra ottica – ha dichiarato Massimo Pollara - questa moderna infrastruttura di rete consentirà ai cittadini e alle imprese di usufruire di servizi innovativi in grado di contribuire allo sviluppo dell’economia locale e alla sempre maggiore efficienza dei servizi urbani. Si tratta di un risultato reso possibile grazie agli importanti investimenti programmati da Tim e alla collaborazione con l’amministrazione comunale”. 

Published in Cronaca

AMELIA - Un biglietto unico per il turista con l’obiettivo di metterli tutti a rete e di aumentare le affluenze turistiche. E’ l’idea presentata stamattina in Provincia dai rappresentanti istituzionali di Amelia, Lugnano in Teverina, Montecchio, Civitella del Lago e Bagnoregio (Viterbo) e dai responsabili dei sei piccoli musei che hanno deciso di unire le forze in occasione della Giornata a loro dedicata e in programma il 18 giugno. L’iniziativa punta a creare un biglietto per mettere insieme il museo Piero Taruffi di Bagnoregio, Palazzo Venturelli e la Scuderia Traguardo di Amelia, il museo civico di Lugnano in Teverina, il museo dell’olio di Montecchio e l’Ovopinto di Civitella del Lago.

A presentare il progetto c’erano, tra gli altri, il sindaco di Lugnano in Teverina, Gianluca Filiberti, il presidente del Consiglio comunale di Amelia, Leonardo Pimpinelli, Flavio Verzaro, direttore del museo Taruffi, Umbro Passone della Scuderia Traguardo, Guglielmo Antonini della famiglia proprietaria di Palazzo Venturelli e i responsabili degli altri musei. “Uniamo le forze su un territorio trasversale che abbraccia l’amerino e parte del viterbese – è stato detto da Filiberti e dagli altri intervenuti – due aree molto vicine che grazie anche ai musei possono collaborare per accrescere le presenze turistiche”.

Gli appassionati potranno così ammirare i musei ispirati ai motori, sia al Taruffi, grande e indimenticato campione, progettista, fra gli altri, anche del circuito di Suzuka in Giappone, che alla Scuderia Traguardo riscoprendo figure come quella di Tinarelli e Libero Liberati. Potranno rivivere i momenti della Grande Guerra a Lugnano o immergersi nell’arte delle uova dipinte di Civitella del Lago o, infine, ammirare il cinquecentesco Palazzo Venturelli ad Amelia e la storia della produzione dell’olio a Montecchio.   

Published in Cultura e Spettacolo

NARNI - Non c’è due senza tre ! –questo è il titolo dell’incontro che oggi omeriggio alle ore 18 nella cornice degli Scolopi a Narni vedrà il sindaco di Perugia Andrea Romizi e quello di Amelia Laura Pernazza sostenere lo sprint finale della candidata sindaco del centrodestra Eleonora Pace in vista del voto di domenica- Ma anche “il buongoverno delle città che hanno scelto di cambiare” sarebbe un buon titolo -dice Eleonora Pace- perchè Andrea e Laura rappresentano non solo la sintesi perfetta di ciò che oggi è anche alla portata dei cittadini di Narni, cioè la possibilità di liberarsi di un modo vecchio e sonnacchioso di gestione della città, ma anche la fotografia di come l’alternativa si costruisca unendo società civile con capacità politiche, perché ciò che occorre non è meno politica ma buona politica da mettere al servizio della comunità. Domenica 11 giugno a Narni la scelta non è tanto tra centrodestra e centrosinistra –specifica la candidata Sindaco- ma tra cambiamento e conservazione, tra popolo e palazzo. Questa è la sfida che abbiamo di fronte una sfida che Andrea Romizi e Laura Pernazza hanno vinto nelle urne e che soprattutto stanno vincendo ogni giorno attraverso un modo di amministrare che sta cambiando in meglio il volto delle loro città. Il ballottaggio e quindi la possibilità di scelta per i cittadini di Narni, è oramai una certezza e l’unico voto utile è quello per Eleonora Pace e per i partiti e movimenti che mi sostengono. E’ un voto utile per tre ragioni-conclude- per non disperdere voti in liste personalistiche, per non fare salti nel buio e per battere definitivamente una classe dirigente mediocre, pigra e subalterna al centralismo del PD perugino".

Published in Cronaca

AMELIA - I consiglieri di minoranza “Vivere Amelia” durante l’ultima seduta del Consiglio Comunale di Amelia hanno portato in discussione una mozione sull’area di crisi complessa: il decreto con cui il Ministero dello Sviluppo Economico ha concesso questo speciale status all’area del Ternano riguarda principalmente i Comuni di Terni e Narni, ma lo spettro di azione dello strumento finanziario comprende anche altri Comuni e riguarda i settori del manifatturiero che più hanno risentito della crisi degli ultimi anni: siderurgico, chimico e agroalimentare.

“Area di crisi complessa significa, a ben vedere, investimenti che possono arrivare sul territorio e quindi possibilità per gli operatori economici di coglierli attraverso delle specifiche azioni concrete da intraprendere, in primo luogo nel senso dell'innovazione delle proprie attività e dei processi di produzione” dichiarano i consiglieri. “Riteniamo sbagliata la risposta data dal Sindaco alla nostra mozione non tanto per noi, che ormai conosciamo il suo atteggiamento, ma più che altro per coloro che avevamo immaginato come beneficiari della nostra proposta”.

Il Sindaco di Amelia, che ha anche la delega alla Sviluppo Economico, siede con altri sedici Sindaci al Comitato Istituzionale costituito dalla Regione per il monitoraggio dei lavori dell'agenzia Invitalia, la quale su incarico del MiSE lavora al Piano di Riconversione e Riqualificazione Industriale dell'area (PRRI) per l'individuazione dei siti produttivi e delle attività da finanziare”.

“Noi” – continuano i consiglieri – “chiedevamo una cosa molto semplice ed è grave che la stessa non abbia minimamente voluto discutere sul tema, men che meno sulla nostra proposta di individuare un luogo di incontro con gli imprenditori di Amelia e del territorio per illustrare le opportunità legate a questo strumento finanziario messo a disposizione anche per Amelia ed i Comuni dell'Amerino sul segmento produttivo dell'agroalimentare (non avendo noi industria siderurgica né chimica).

I produttori di olio, vino, cereali, carni, pasta e gli operatori della filiera agrituristica, giusto per citarne alcuni, da chi potranno sapere di queste opportunità e a chi potranno indicare le priorità da rappresentare poi, tramite il Comitato, ad Invitalia, affinché questa proponga concretamente al Ministero di canalizzare sul territorio almeno alcuni investimenti?

Farà tutto il Sindaco da sola? O sarà davvero sufficiente un incontro informativo/formativo per i soggetti interessati da organizzarsi a cura dell'Ordine dei Dottori Commercialisti?

Per via di quella che riteniamo essere soltanto una rigida volontà di contrapposizione politica, non si è voluta riconoscere l'importanza di questo grande mezzo di investimento - forse davvero l'ultimo - che è stato ottenuto con un lavoro serio e condotto in rete dalle istituzioni e che potrebbe giovare anche al sistema economico e produttivo del nostro territorio.

Auspichiamo che si riesca a cogliere comunque in qualche modo questa opportunità, ma riteniamo di dover dar conto con preoccupazione di quanto accaduto e dichiarato in Consiglio”.

 

Gruppo consiliare Vivere Amelia

Published in Filo Diretto

AMELIA - Oltre 1 milione di euro di investimenti per le più avanzate tecniche sia di costruzione che di trattamento dei fanghi e un’utenza di circa 4mila abitanti. E’ il nuovo depuratore di Cecanibbio di Amelia che sostituisce il vecchio impianto e che verrà inaugurato martedì 6 giugno, alle 11. Al taglio del nastro interverranno il presidente della Sii, Stefano Puliti, l’amministratore delegato della Sii, Alessandro Carfì, il direttore generale della Sii, Paolo Rueca, il presidente dell’Auri Umbria, Cristian Betti, i rappresentanti della Regione Umbria, il presidente della Provincia di Terni, Giampiero Lattanzi, il sindaco di Amelia, Laura Pernazza, i sindaci e i rappresentanti dei comuni del territorio, l’amministratore delegato di Aman, Sonia Bertocco, i rappresentanti di Asm e della Consulta dei consumatori.

Published in Cronaca

AMELIA – Chiusura in grande stile per “Ciclopica, Giganti in Collina”, il festival di filosofia che da giovedì a domenica ha animato la città. Ospite della giornata conclusiva è stato infatti Massimo Cacciari, filosofo, ex sindaco di Venezia, nonché personaggio noto al grande pubblico anche per le sue frequenti apparizioni televisive. La sua fama ha attirato un grande numero di persone, tra esperti, studenti, appassionati o semplici curiosi, accorsi in massa a Piazza Lojali per assistere al suo intervento pomeridiano incentrato sull’Umanesimo.

Il festival, organizzato dall’associazione culturale Amelia Ciclopica, è ormai giunto alla terza edizione, confermandosi un importante appuntamento culturale non solo a livello locale. Ottima, infatti, la risposta del pubblico, che ha partecipato con interesse ai quattro giorni di intensi appuntamenti, dibattiti e incontri di vario tipo. “Iniziamo ad avere un pubblico non soltanto amerino, e questo è un segnale positivo”, spiega in un’intervista a Cronache24 il direttore artistico del festival Giacomo Petrarca. La dimostrazione, insomma, che il festival cresce anno dopo anno, offrendo un programma ricco e variegato, sia per i temi affrontati che per gli ospiti coinvolti.

La forza di questa manifestazione sta proprio nel riuscire a spaziare tra vari ambiti facendo sempre riferimento a un medesimo filo conduttore. L’argomento principale di questa terza edizione è stato quello della “parola”, elemento dalle mille sfaccettature e implicazioni. Si è passati, così, dal rapporto tra parola e utopia analizzato dallo scrittore Maurizio Maggiani alla parola che diventa turpiloquio; dalla parola come strumento di inganno su cui hanno discusso Monica Centanni e Vincenzo Vitiello alla parola nel linguaggio politico, su cui hanno invece conversato Giacomo Marramao e il giornalista Antonio Gnoli.

Personaggi diversi, insomma, per formazione, competenze e ambiti privilegiati di studio, così come diverse sono state le discipline che hanno trovato spazio durante la rassegna culturale. Ovviamente la filosofia, disciplina alla base di ogni incontro, ma anche la letteratura moderna, l’epica classica, il cinema, il fumetto e il teatro. L’evento conclusivo del festival, infatti, è stato la rappresentazione della celebre opera “Romeo e Giulietta” nell’adattamento di Sylvia Milton e Davide Gasparro.

Rigorosamente dentro il centro storico le sedi scelte per gli eventi. Location suggestive, tra chiostri, piazze e palazzi storici, che hanno contribuito ad aumentare il fascino di un festival di per sé già stimolante. Questo, del resto, rientra a pieno nello spirito e nelle intenzioni dell’associazione Ciclopica. “Il fine principale del festival e della nostra attività – ci racconta ancora Petrarca – è la riscoperta e la valorizzazione del centro storico, portando le persone in luoghi che non conoscono o che solitamente non frequentano”.

Lorenzo Di Anselmo

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA - Domenica 4 giugno, la giornata dei Ciclopi inizia alle 11:00, al Museo Archeologico di Amelia con il laboratorio per bambini (3 – 8 anni): Facciamo che ero… Polifemo (a cura di Sistema Museo - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Alle 11:30, tutti al Chiostro di Palazzo Colonna (in caso di pioggia, nelle Antiche cantine) per l’incontro gastro-filosofico (in collaborazione con AmeliaDoc) Mangia ciò che (non) sei!: Andrea Tagliapietra (storico delle idee) e Massimo Donà (filosofo) dialogheranno con Marco Bonifazi (filosofo e scrittore). Alle 16:30 in Piazza Lojali (in caso di pioggia, all’interno del Duomo), si parla delle insidie del linguaggio: La parola polemica. Inganni e autoinganni del potere vedrà confrontarsi il filosofo Giacomo Marramao con il giornalista Antonio Gnoli. Subito dopo, alle 18:00, e sempre in Piazza Lojali, sarà la volta de La parola ritrovata. Dialogo sull’Umanesimo: il filosofo Massimo Cacciari dialogherà con Raphael Ebgi (filosofo) e Giacomo Petrarca (filosofo). Segue aperitivo a cura di AmeliaDoc. Il gran finale dell’edizione è alle 21:00: sul palco del Teatro Sociale andrà in scena Romeo e Giulietta con la compagnia teatrale BezoarT diretta da Davide Gasparro – in collaborazione con il Piccolo Festival Teatrale di Bagnara di Romagna (è previsto un contributo d’ingresso). La mostra dell’artista Alessandro Prayer sarà aperta, come tutti i giorni, dalle 11:00 alle 13:00 e dalla 17:00 alle 23:00, presso l’Atelier del Ciclope. La rassegna di bozzetti di costumi Dal teatro alla televisione sarà visitabile, negli spazi espositivi della Galleria ‘Il Granaio’, dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 19.30.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Una giornata di studi sulle mura poligonali con tecnici, esperti e rappresentanti istituzionali. “Ipsa ruina docet. L’analisi archeologica ed il rilievo integrato al servizio della rigenerazione urbana”, è il titolo dell’incontro organizzato per il 9 giugno dal Centro studi storici di Terni in collaborazione con il Comune di Amelia e in programma alla sala dello Zodiaco di Palazzo Petrignani a partire dalle 9.

Parteciperanno la sindaca, Laura Pernazza, Marica Mercalli, soprintendente archeologica, Belle arti e Paesaggio dell’Umbria, Daniele Baldassarre, del Centro studi Opera poligonale di Alatri e Francesco Scoppola, direttore generale, Educazione e ricerca del ministero dei Beni culturali. Oltre a fare il punto sugli scavi nella zona delle mura, si parlerà anche di tecniche per la conservazione delle mura, dei documenti ottocenteschi sulla cinta muraria e delle indagini eseguite con sistemi georadar e geolettrici.

Published in Cronaca

AMELIA - Si apre oggi, 1° giugno, "Ciclopica. Giganti in collina", il festival di filosofia giunto alla sua terza edizione. Il dialogo filosofico e letterario sarà movimentato dalle voci di molti studiosi, scrittori e artisti, di diversa provenienza e formazione. Il tema che, come un filo delicato, terrà insieme questa rete di dibattiti sarà quello della parola, del nome e della loro insita ambiguità. Nessuno vive in terra senza nome. Così disse Alcinoo a Ulisse, nel libro VIII dell'Odissea, nel chiedergli il suo nome. Il nome dimmi. Qual è il tuo nome?  

Giovedì 1 giugno, il pomeriggio di apertura sarà musicale: alle 18:00, nella Sala dello Zodiaco di Palazzo Petrignani, si terrà Ouverture Ciclopica 2017: Il Pianista Viaggiatore, concerto aperitivo con il maestro Leo Sanfelice e le sue ‘canzonette’ strampalate – in collaborazione con AmeliaDoc.

Alle 21:30 ci si sposterà al Chiostro Boccarini (in caso di pioggia, nella Sala Boccarini) per La parola e l’utopia – incontro con Maurizio Maggiani. Un viaggio panoramico e una riflessione sulla funzione del linguaggio, guidati dalle parole dello scrittore, Premio Strega 2005 per Il viaggiatore notturno e autore del recentissimo La zecca e la rosa: vivario di un naturalista domestico.

La mostra dell’artista Alessandro Prayer sarà aperta, come tutti i giorni, dalle 11:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 23:00, presso l’Atelier del Ciclope. La rassegna di bozzetti di costumi Dal teatro alla televisione sarà visitabile, negli spazi espositivi della Galleria ‘Il Granaio’, dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 19.30.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – 29 maggio – Amelia – E’ andata ad uno studente di origini indiane, Harjot Kauldhar, della seconda A, la borsa di studio in memoria di Andrea Pantaleoni, lo studente dell’Istituto omnicomprensivo di Amelia, morto nel 1992 in un tragico incidente stradale e di cui il concorso porta il nome. Il premio è stato consegnato sabato scorso, dalla famiglia del ragazzo deceduto, nell’aula magna della scuola, alla presenza della sindaca, Laura Pernazza, dell’assessore comunale alla scuola, Federica Proietti, della dirigente scolastica, Graziella Cacafave e della consigliera comunale di Penna in Teverina Lynette Traditi.

La figura di Pantaleoni è stata ricordata dalla Pernazza e dall’insegnate Goffredo Miliacca, che lo ha avuto come studente. Entrambi hanno ricordato che la volontà di istituire questo premio fu dei compagni per onorarne la memoria. “La borsa di studio – ha aggiunto la Pernazza - premia la dedizione negli studi ed io auguro al vincitore di poter realizzare i suoi sogni, affinché questo sia solo il primo passo verso un brillante futuro. E’ molto importante – ha proseguito la sindaca - il fatto che Harjot sia un ragazzo proveniente dall’India, perché dimostra  come  la scuola rappresenti un luogo di integrazione positiva e produttiva, dove lo scambio tra culture diverse non può che costituire un vantaggio”.  

Published in Cronaca

AMELIA - “Abbiamo cercato di realizzare un intervento che da un lato mettese in sicurezza il tratto di mura che furono interessate dal crollo del 2006 e dall’altro lasciare alla città un intervento il meno impattante possibile nei confronti del paesaggio amerino e del suo esteso e ricco centro storico”. Così l’assessore regionale alle opere pubbliche, Giuseppe Chianella, ha presentato lo stato dei lavori di recupero della cinta muraria di Amelia attraverso il consolidamento statico e restauro del tratto di mura tra Torre dell'Ascensore e Postierla Romana, in un incontro aperto con la cittadinanza, che si è svolto questa mattina, venerdì 26 maggio, ad Amelia. All’incontro erano presenti anche il sindaco Laura Pernazza e l’assessore comunale Avio Proietti Scorsoni, i tecnici della Soprintendenza, del Comune, gli ingegneri Alberto Merini e Paolo Felici della Regione Umbria, che hanno seguito i lavori, e l’impresa realizzatrice.

“E’ un‘occasione per presentare i lavori che si stanno realizzando e restituire alla città il tratto di mura lato Torre dell'Ascensore – ha spiegato Chianella -. Si è trattato di un lavoro particolarmente complesso che ha visto impegnati al massimo Regione e Comune di Amelia soprattutto dopo che il crollo per un tratto della lunghezza di circa 25-30 metri obbligò la sospensione dei lavori di consolidamento in corso e l’inizio immediato delle opere di somma urgenza per la messa in sicurezza del resto delle mura e dell’area della frana.

Durante l’esecuzione dello scavo poi – ha ricordato l’assessore - affiorarono importanti reperti storici per cui la Soprintendenza Archeologica estese alcuni saggi in profondità da cui si ebbe ulteriore conferma della presenza di reperti che comportarono una notevole estensione degli scavi archeologici e l’importanza dei reperti ha fortemente influito sullo sviluppo dei lavori rendendo impossibile, ad esempio,  eseguire la paratia a monte delle mura e conseguentemente facendo venir meno l’utilità della copertura che avrebbe dovuto proteggere gli scavi da eseguire tra le mura e la paratia fino alla fondazione delle mura ciclopiche. Queste variazioni hanno portato nel tempo a rendere superfluo il mantenimento della copertura in acciaio come quella realizzata che aveva carattere provvisorio”.

“Tanto è vero – ha sottolineato l’assessore Chianella - che l’Amministrazione comunale, con il parere favorevole della Soprintendenza, ha manifestato più volte l’esigenza di smontare tale struttura per annullare l’effetto impattante di questa al centro storico di Amelia. La Regione destinò per questi scopi  un finanziamento di 1.160.000 euro e a fine 2015 vennero appaltati i lavori, che prevedono lo smontaggio della copertura metallica, lo scavo stratigrafico a monte delle mura nei tratti oggetto di consolidamento; la pulitura e trattamento superficiale dei muri medievali; i drenaggi e le tirantature, la pulizia dei prospetti, lo scavo delle macerie del crollo con operazione stratigrafica e la sistemazione al piede del primo tratto di muro e ristringimento cantiere. La fine dei lavori – ha concluso Chianella - è prevista per il prossimo mese di settembre 2017”.

Nel pomeriggio poi è stata convocata la prima riunione del nuovo Comitato Tecnico Scientifico che sarà istituito con il fine di supportare gli interventi futuri, anche di ricostruzione, delle mura di Amelia.

Published in Cronaca

AMELIA - Ha superato quota 20mila ingressi il Parco dei Dinosauri allestito a Porchiano del Monte dalla Wonderworld Entertainment in collaborazione con il Comune di Amelia. A darne l’annuncio è la sindaca, Laura Pernazza, che elogia l’organizzazione e parla di grande successo dell’iniziativa. ”Il pubblico molto numeroso – dice – è motivo di soddisfazione e di orgoglio per aver dato vita ad un’iniziativa che è risultata importante, come era nelle nostre previsioni, e che forse è anche andata oltre le più rosee aspettative risultando significativa anche per l’affluenza turistica in città. Il merito è degli organizzatori e della loro qualità e dei tanti amerini che hanno dato il loro contributo. Voglio ringraziare, in questo senso, tra gli altri, l’associazione “Noi amici per Leo”, che ha sta dando una grandissima mano alla riuscita dell’evento”.  

Il Parco dei Dinosauri sarà aperto ancora fino al 28 maggio nella zona attigua all’area verde Mattia Girelli. Fra gli animali a grandezza naturale che possono essere visti dai bambini, il Tirannosauro Rex, il Brontosauro, il Velociraptor, il Triceratopo, lo Spinosauro e il Plesiosauro, reso famoso dal mostro di Lochness. Oltre alla ricostruzione dei dinosauri, i visitatori potranno ammirare veri reperti ossei e uova che saranno esposti al museo civico all’interno di apposite teche.

Published in Cronaca

AMELIA – Si è sfiorata la tragedia in Piazza XXI Settembre. Un’incidente stradale fortunatamente senza feriti si è verificato nel tardo pomeriggio di mercoledì 24 maggio ed ha coinvolto due automobili, con una di queste che ha terminato la corsa rovinosamente contro la porta di un bar presente nella piazza. La prontezza di due ragazzi, seduti al tavolo nello stesso preciso luogo, a saltare via e la fortuna del caso ha evitato sicuramente il peggio.

A rimanere coinvolte nell’incidente sono state due auto. La prima, una Lancia Y proveniente da Via Rimembranze, che sembrerebbe dalle testimonianze raccolte non abbia rispettato lo stop si è scontrata con la seconda una Nissan Qashqai che proveniva da Via Orvieto e non ha potuto evitare prima di centrare la parte posteriore dell’utilitaria e poi finire contro la porta d’ingresso del bar.

Sul posto si sono portati i carabinieri per i rilevamenti. 

Published in Cronaca

AMELIA - Cantine Aperte fa tappa anche nel territorio amerino con tre cantine che partecipano all'iniziativa 2017. Pare confermarsi, già con qualche giorno di anticipo, uno degli eventi di maggior attrattiva per il territorio umbro. Diversi i gruppi organizzati che arriveranno a visitare le cantine con l’autobus, con l’obiettivo di godersi al massimo il piacere del vino regionale in piena sicurezza. Anche le prenotazioni per le cene A tavola con il vignaiolo nelle cantine che propongono abbinamenti vino-cibo di qualità registrano quasi il tutto esaurito.

Moltissime le richieste da fuori regione. Un intero fine settimana, il prossimo, dedicato al vino umbro, ma anche al suo territorio, con la possibilità per i wine lovers di trascorrere una vacanza all’aria aperta, a contatto con la natura, l’arte e la qualità dell’enogastronomia locale. Ed è proprio per permettere un’esperienza a 360 gradi della ricchezza della regione che il Movimento Turismo del Vino ha stretto, a partire da questa venticinquesima edizione di Cantine Aperte, partnership con operatori turistici della regione, in grado di proporre un’offerta variegata e per tutti i gusti. Che sarà poi possibile replicare tutto l’anno.

56, dunque, le Cantine aperte dell’Umbria pronte ad accogliere gli enoturisti sabato 27 e domenica 28 maggio, di cui 17 hanno in programma la tradizionale e gettonatissima cena. E per non perdersi niente delle tante attività in calendario, quest’anno si può scaricare, oltre alla app ufficiale di MTV Umbria, anche l’App PG Up, l’applicazione per smartphone e tablet su cui consultare programmi, appuntamenti, informazioni e indicazioni.  Entrambi sono facilmente scaricabili da App Store e Google Play e sono completamente gratuite.

Per le degustazioni di vino nelle Cantine Aperte sarà necessario acquistare il tradizionale calice con tasca portabicchiere firmato AIRC al costo di 5 euro, il cui incasso sarà interamente devoluto per la ricerca contro il cancro, nell’ambito di una borsa di studio intitolata a MTV e destinata ad uno studio dell’Università degli Studi di Perugia sull’Epatocarcinoma. Insieme al calice sarà disponibile l’Enometro, il misuratore di degustazioni firmato MiPIACY, che dà diritto a quattro degustazioni, anche in cantine diverse. Ogni cantina, quindi, propone attività varie, gratuite o a pagamento. Molte le animazioni per i bambini, al fine di favorire una vacanza a misura di famiglia. 

Per coloro che volessero godere di un’esperienza unica legata alla qualità del vino umbro, ricordiamo in particolare le degustazioni guidate, realizzate a cura dell’Associazione A Tavola con Bacco sabato 27 presso le cantine Pucciarella e Chiorri (su prenotazione all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) e la MTV Experience firmata Montefalco Wine, da prenotare all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Torna dal primo al 4 giugno Ciclopica. Giganti in Collina festival dedicato alla letteratura, alla filosofia e all’arte giunto alla terza edizione ricca di incontri, conferenze, dibattiti e eventi. Il dialogo filosofico e letterario sarà movimentato dalle voci di molti studiosi, scrittori e artisti, di diversa provenienza e formazione. Il tema che, come un filo delicato, terrà insieme questa rete di dibattiti sarà quello della parola, del nome e della loro insita ambiguità. Nessuno vive in terra senza nome. Così disse Alcinoo a Ulisse, nel libro VIII dell'Odissea, nel chiedergli il suo nome. Il nome dimmi. Qual è il tuo nome? 

'Ciclopica – Giganti in Collina', nell'edizione 2017, vuole rievocare il Ciclope per eccellenza, il gigante che «non con la forza» viene ucciso, ma con l'inganno del nome. Dalla parola doppia di un eroe controverso, alla parola figurata dei fumetti di oggi, dalla «parola mala» del linguaggio vissuto, alla parola musicata della più nobile delle arti, fino alla parola «mangiata», che ci entra dentro e ci fa essere ciò che siamo. E, per concludere, la parola del potere, che può ingannare e può salvare, fino alla parola del linguaggio riscoperto, rinato, riformato, dell'Italia dell'Umanesimo.

Tra i protagonisti di questa terza edizione ci saranno Maurizio Maggiani (scrittore), Giuseppe Palumbo (fumettista), Giacomo Marramao (filosofo), Gennaro Carillo (filosofo), Massimo Donà (filosofo), Leo Sanfelice (musicista), Andrea Tagliapietra (storico delle idee), Monica Centanni (grecista), Vincenzo Vitiello (filosofo), Enrica Lisciani Petrini (filosofa), Massimo Cacciari (filosofo) e molti altri.

Non mancheranno parole cantate, né parole recitate. A percorrere le suggestioni del panorama musicale italiano, ibridato dai ritmi della bossa nova, sarà – Patrizia Laquidara, accompagnata dal liuto di Ilaria Fantin. Novità della III edizione sarà l'apertura del Teatro Sociale di Amelia, per ospitare uno spettacolo più che mai in tema: «Cosa c'è in un nome? Ciò che chiamiamo rosa anche con un altro nome conserva sempre il suo profumo». Il Romeo e Giulietta della compagnia teatrale BezoarT, per la regia di Davide Gasparro.

Uno spazio speciale sarà riservato all’arte e alla fotografia, con l’esposizione artistica di Alessandro Prayer, presso ‘L’Atelier del Ciclope’. Come ogni anno sarnno organizzati laboratori per i bambini presso il Museo Archeologico. L’edizione 2017 vedrà inoltre la partnership, ormai consolidata, con l’evento enogastronomico AmeliaDoc, una delle più importanti realtà di promozione e valorizzazione del patrimonio enologico in Umbria (che si terrà dal 9 all’11 giugno). L’associazione AmeliaCiclopica nasce dall’incontro delle ambizioni e delle esperienze in giro per il mondo di alcuni giovani di Amelia, intenzionati a fare della città un polo culturale competitivo, moderno e visionario. La promozione del territorio di origine passa attraverso la contaminazione delle arti, la collina diventa lo spazio di confluenza di queste energie.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Sarà il saggio di Lorenzo Castellani "Il Potere Vuoto. Le democrazie liberali e il ventunesimo secolo" a chiudere il Maggio dei Libri 2017. L’appuntamento è per domani alle 17 alla biblioteca comunale alla presenza dell’autore e dell’assessore alla cultura, Federica Proietti. Il saggio tratta dei cambiamenti in atto a livello geopolitico e del ruolo che, a fronte di tali mutamenti, potranno ricoprire le democrazie liberali. “Un appuntamento importante – commenta l’assessore Proietti – che tratta di temi delicati e di grande attualità seppur in maniera semplice e chiara per renderli comprensibili al grande pubblico”. Lorenzo Castellani è ricercatore e divulgatore di scienze politiche con all’attivo importanti incarichi come, tra gli altri, la direzione scientifica della prestigiosa Fondazione Einaudi.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – maggio – Yuri Frezzotti e Luca Fortunati della classe quinta dell’ITT, indirizzo chimica e materiali, dell’Omnicomprensivo Amelia, sono tra i primi dieci nella classifica regionale dei Giochi della chimica, tipologia C (triennio indirizzo chimico). Ad annunciarlo è l’assessore all’istruzione, Federica Proietti, che in una nota esprime le sue felicitazioni ai due studenti per il risultato ottenuto. “Conferma e avvalora la qualità del nostro istituto –dice la Proietti - ho sempre sostenuto con fermezza, non solo adesso come assessore, ma ancor prima come ex insegnante della stessa scuola e degli stessi ragazzi premiati, che l’offerta formativa, compresi gli altri indirizzi economico e turistico, fosse un’ ottima scelta dopo la scuola superiore di primo grado.

I ragazzi possono studiare in un ambiente accogliente e tranquillo, fornito di ottimi laboratori, sempre in contatto con le nostre città gemellate, con tantissimi progetti per i ragazzi. Devo riconoscere, però – ammette l’assessore - che non sempre è stato dato il giusto valore, riconoscimento e fiducia a questa scuola da parte delle nostre famiglie amerine che spesso si rivolgono ad altri istituti superiori solo perché pensano, erroneamente, che in una città più grande l’offerta sia maggiore”. I due studenti sono stati premiati presso il dipartimento di chimica biologia e biotecnologia dell’Università di Perugia.

Frezzotti si è classificato terzo dopo uno studente di Foligno e uno di Perugia. “Merito di questo risultato va prima di tutto ai ragazzi – commenta ancora la Proietti – ma anche alla dirigente, Graziella Cacafave, e a tutti i docenti per il lavoro e l’impegno che ogni giorno dedicano ai ragazzi. L’augurio è che questo traguardo sia per loro solo l’inizio di una grande carriera, un augurio che chiaramente mi sento di rivolgere a tutti gli studenti della scuola”.

Published in Giovani

NARNI -Fasce orarie ancora più ampie per venire incontro alle esigenze degli utenti. E’ questo l’obiettivo della Sii che ha deciso di potenziare, estendendoli, gli orari di apertura degli uffici commerciali di Narni e Amelia. La scelta, spiega una nota del Servizio idrico, rientra anche, fra l’altro, nel contesto delle nuove metodologie adottate di recente dal Servizio idrico in ottemperanza alle disposizioni dell’Aeegsi che hanno imposto ai gestori in tutta Italia nuove modalità di fatturazione delle bollette idriche.

Per dare risposte ancora più puntuali alle domande degli utenti, aumentate in questa fase di avvio delle nuove procedure, la società ha quindi assunto la decisione di potenziare gli sportelli, ricordando tuttavia, tutte le importanti opportunità offerte dal front office on line che permette di fare la maggior parte delle operazioni da casa risparmiando tempo ed evitando eventuali code e attese agli sportelli. I nuovi orari sono per Narni: martedì 9.00 - 12.00 e giovedì’ 13.00 - 16.30. Per Amelia: lunedì: 13.00 – 16:30; mercoledì: 9.00 - 12.00; giovedì: 9.00 – 12.00

Published in Cronaca

AMELIA – L’ex presidente della Polonia, Bronisław Komorowskici, sarà l’ospite speciale del convegno internazionale "Europa tra spiritualità e politica", organizzato dal Comune di Amelia con il supporto dell'ambasciatore dell'Unione Europea presso la Santa Sede, Jan Tombiński, e di altri ambasciatori della UE. Il convegno è in programma martedì prossimo, 16 maggio, a Palazzo Petrignani dalle 10 e 30 alle 13 e si inserisce nelle iniziative per celebrare il 60esimo anniversario della firma dei Trattati di Roma. L’invito a partecipare è stato esteso  agli ambasciatori di Italia, Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Paesi Bassi e Svezia. Ci saranno infatti gli ambasciatori presso la Santa Sede: Daniele Mancini, ambasciatore d’Italia, il Conte Jean Cornet d’Elzius, ambasciatore di Belgio, Kiril Topalov, ambasciatore di Bulgaria, Pavel Vosalik, ambasciatore della Repubblica Ceca, Cecilia Bjorner, ambasciatrice di Svezia, il principe Jaime de Bourbon de Parma, ambasciatore dei Paesi Bassi.

“Il convegno – spiega la sindaca Laura Pernazza – vuole gettare idealmente un ponte ideale fra la situazione europea attuale e il significato dei  messaggi che ci hanno lasciato  i Santi Patroni d’Europa a cominciare con un umbro come San Benedetto da Norcia, per poi passare a Santi Cirillo e Metodio, a Santa Caterina da Siena, Santa Brigida di Svezia e Santa Teresa Benedetta della Croce (Edita Stein). Siamo convinti – prosegue - che una tale iniziativa e il panorama dei partecipanti espanderanno le celebrazioni della ricorrenza fuori Roma e in altre capitali europee e auspichiamo che con questo importante evento la nostra antica città,  potrà dare un contributo tangibile e lanciare un messaggio forte alle sfide attuali di un’Europa davvero integrata".

Published in Cultura e Spettacolo

TODI - L’Associazione Culturale Matavitatau propone, in collaborazione con l’Associazione Culturale Toward Sky, per la giornata di domenica 21 Maggio (partenza alle ore 9 da Todi, piazza G. Degli Atti di fronte all'ingresso della scuola media Cocchi Aosta) una passeggiata lungo il tracciato della via Amerina, l’antica via di collegamento tra i maggiori centri umbri e Roma, risalente al III secolo a.C., alla scoperta di antiche vie di comunicazione, di itinerari inconsueti e di antichi mulini.
L’escursione ha inizio dalla pineta di Montenero, caratteristico rimboschimento realizzato nel XIX sec. da Angelo Cortesi nei possedimenti che in precedenza furono degli Accursi. Il percorso segue fedelmente l’antica strada romana Amerina che in questo tratto costeggia il corso del torrente Arnata ed era detta anche “strada dei mulini”. I partecipanti scavalcheranno i due ponti dell’antico tracciato nascosti tra i boschi: il ponte della Falce e il ponte di Pesciano, oggetto di un recente intervento di restauro non ancora terminato. Il punto di arrivo della camminata è previsto al mulino Olivieri, suggestivo impianto a forza idraulica utilizzato per la molitura dei cereali e delle olive, ancora perfettamente conservato.
TIPOLOGIA: anello (strada asfaltata, strada sterrata, sentiero) 
DIFFICOLTÀ: E (escursionistico)
DISLIVELLO IN SALITA: m 150
DISLIVELLO IN DISCESA: m 150
PERCORRENZA: 4,8 km
TEMPO PREVISTO: 4h
Si consiglia abbigliamento comodo e adeguato alla stagione (pantaloni lunghi e giacca a vento), scarpe comode (consigliati scarponcini da trekking), acqua, macchina fotografica e binocolo.

Published in Cultura e Spettacolo
Lunedì, 08 Maggio 2017 08:48

AMELIA / VIA AL MAGGIO ORGANISTICO

AMELIA - E' Iniziata da Palazzo Petrignani la 43esima edizione del Festival Organistico Amerino che si è aperta con una mattinata di studi sul patrimonio organistico di Amelia e del suo territorio. All’iniziativa hanno partecipato docenti universitari, l’editore e il comitato di redazione della rivista specialistica “Arte organaria e organistica”, rappresentanti della Fondazione Carit e alcuni importanti esponenti del mondo organistico nazionale e internazionale. L’organizzazione è dell’Associazione Ameria Umbria e del Comune e si giova dell’apporto del maestro Gabriele Catalucci. “Siamo convinti – dice l’assessore alla cultura, Federica Proietti - che una così significativa manifestazione, di indubbio valore storico-culturale, riesca a stimolare una preziosa sensibilità perché l’intero patrimonio organario sia valorizzato e restituito ad una piena efficienza. E’ un appuntamento che – prosegue l’assessore - come ogni anno, riecheggia alla memoria i valori e gli interessi della tradizione del nostro territorio.

Questi incontri infatti – osserva la Proietti - propongono in ogni stagione idee originali che ruotano intorno ad uno strumento storico, composito e modulabile per antonomasia e che raccoglie in se le virtù di tutti gli strumenti. I rappresentano l’occasione che riesce a coniugare il sapore della varietà dei suoni degli organi, con il godimento suscitato dall’ammirazione degli stessi, in quanto vere opere d’arte, insieme alla sacralità dei luoghi custodi, immersi nei preziosi borghi antichi del nostro territorio. Di certo quest’anno – ricorda sempre l’assessore alla cultura - queste percezioni assumeranno un tono diverso, ancora più commovente e sentito. La perdita del Maestro Wijnand van de Pol, uomo colto, sensibile, generoso, e che si è speso per la tutela e la valorizzazione del patrimonio organario, ha lasciato un vuoto che sarà difficilmente colmabile. Lo ringraziamo per aver donato nuova linfa e vigore alla cultura musicale della città di Amelia. Un sentito ringraziamento va all’Associazione Ameria Umbra e al maestro Catalucci che con il loro costante impegno hanno garantito anche quest’anno la realizzazione di tale iniziativa, a tutti i docenti universitari e organisti che interverranno, alla Corale Amerina e all’Ensamble “Ameria Umbra” che chiuderanno il Festival nella Cattedrale di Amelia”.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – 3 maggio – Prevede anche sconti per chi visita il museo l’adesione del Comune di Amelia all’iniziativa “Scoprendo l’Umbria” in programma fino al 30 luglio alla Rocca Albornoziana – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto. Ne dà l’annuncio l’assessore alla cultura Federica Proietti la quale ricorda che “l’Umbria è una terra che reagisce agli eventi con la forza del suo patrimonio culturale. La Rocca di Spoleto – aggiunge - ospita infatti un nucleo di opere straordinarie tratte in salvo dal recente sisma del Centro Italia, grazie ad un’importante mostra, dal titolo “Tesori dalla Valnerina”, organizzata da Regione Umbria, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Archidiocesi di Spoleto-Norcia, Comune di Spoleto, Comune di Cascia, Comune di Norcia, Comune di Preci e Comune di Sant’Anatolia di Narco”.

La mostra, riferisce sempre l’assessore, è a cura di Marica Mercalli, Antonella Pinna e Rosaria Mencarelli, mentre la produzione è affidata a Sistema Museo. Sculture, dipinti, manufatti, oggetti di oreficeria, arredi e volumi sacri focalizzano il racconto, personale e partecipato, di luoghi e percorsi storici, restituendo una visione della ricchezza artistica di questo straordinario territorio.

L’evento si inserisce nel programma “Scoprendo l’Umbria”, fortemente voluto e promosso dalla Regione Umbria per sostenere e valorizzare le attività dei musei, un’esperienza autentica da vivere in oltre 170 tra musei, ecomusei e siti archeologici. “La card consegnata con il biglietto della mostra permette – sottolinea la Proietti - di ricevere biglietti ridotti e sconti in molti musei dell’Umbria indicati sul sito www.scoprendolumbria.it.

Published in Cronaca

AMELIA – Un ordigno bellico risalente alla second aguerra mondiale è stato ritrovato nel borgo di Sambucetole, vicino ad Amelia. Subito scattate le operazioni di messa in sicurezza, come riferito dalla prefettura che coordina gli interventi tramite l’unità di crisi appositamente attivata. Martedì prossimo, 9 maggio, gli artificieri del Centro Tecnico Logistico NBC di Civitavecchia in concorso con quelli del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma procederanno alle operazioni di bonifica e brillamento. Le operazioni, comunica la prefettura, inizieranno alle 8.30 e dovrebbero concludersi entro le 13. Per assicurare l’incolumità pubblica durante tutte le fasi dell’intervento è stata disposta l’interdizione dell’accesso all’area interessata fino alla conclusione delle operazioni. E’ stato inoltre disposto il divieto di sorvolo.

Published in Cronaca

AMELIA – Sono undici gli appuntamenti previsti per l’edizione numero sette del Maggio dei Libri ad Amelia. Si inizia il 7 con “La forma del bianco, tracce e segni di noi stessi sulla carta” e si va avanti fino al 23 con una serie di letture dedicate alle scuole. Il Maggio dei Libri è una campagna nazionale per la promozione della lettura, avviata nel 2011 e alla quale, come per gli anni passati, Amelia partecipa all'iniziativa, promossa dal Centro per il libro e la Lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in coincidenza con la Giornata mondiale del Libro, con proposte realizzate in collaborazione con le associazioni. “Il tema centrale di quest’anno – spiega l’assessore alla cultura Federica Proietti - è quello della lettura come strumento di  benessere al quale si affiancheranno altri tre filoni tematici: il paesaggio, gli anniversari di scrittori illustri, e la legalità.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – E’ stata rifatta in questi giorni la segnaletica orizzontale lungo le strade di Amelia. Lo ricorda la sindaca, Laura Pernazza, che sottolinea il lavoro dei tecnici e del personale della Provincia. “Vorrei ringraziargli pubblicamente – dice - perché nonostante la carenza di mezzi, cercano di assicurare la massima collaborazione per tamponare la situazione di emergenza in cui si trovano le nostre strade. Qualche giorno fa – ricorda la Pernazza - c'è stata una mobilitazione in Provincia su questo tema a cui hanno partecipato tutti i comuni.

Il rifacimento della segnaletica orizzontale è un esempio di impegno e di dedizione, avremmo di certo preferito rifare il manto stradale e poi le strisce ma la sicurezza stradale ci imponeva di dover rifare con urgenza la segnaletica, Spero che i cittadini comprendano le ragioni delle scelte e soprattutto le condizioni in cui devono lavorare queste persone a cui va la nostra solidarietà. Sempre il solito problema – aggiunge la sindaca - si cancellano le Province, si trasferiscono i fondi e si scarica tutto sui Comuni che di certo non godono di buona salute finanziaria. Le strade rappresentano una priorità per noi, speriamo quanto prima di poter dare risposte concrete in questo senso”.

Published in Cronaca

AMELIA - Si chiama “Proviamoli tutti 2017” ed è la giornata completamente dedicata al mondo dello sport che punta a coinvolgere tanti sportivi e appassionati di ogni età. L'evento è stato organizzato dal Comune di Amelia con il contributo dall'assessore allo sport, Massimiliano Galli (Lega Nord), per il giorno sabato 6 maggio.

A partire dalle ore 9.30 la piazza XXI settembre, il campo sportivo, i giardini pubblici e viale dei giardini saranno il palcoscenico di numerose attività e manifestazioni. Tra queste la “Torch Run”, cerimonia della torcia che alle ore 11 annuncerà i Giochi nazionali estivi “Special Olympics” che si svolgeranno tra il 10 e il 14 maggio. Per l'occasione la Comunità incontro “Molino Silla”, tramite il responsabile Giampaolo Nicolasi, ospiterà le due delegazioni straniere di Olanda e Ungheria: circa 18 persone tra atleti, dirigenti e tecnici.

Sempre il 6 maggio, presso l'impianto di tiro a volo de La Cavallerizza di Amelia, si svolgerà “Un giorno in pedana” con dimostrazioni e prove gratuite del tiro a piattello e del tiro con la balestra con l'ausilio di tre istruttori Federali. Sempre lo stesso giorno spazio a “Il ring scende in piazza”, torneo interregionale di pugilato promosso dall'Asd Boxe Orvieto che prenderà il via dalle ore 17.30 in piazza XXI settembre. Per tutta la giornata, grazie anche al coinvolgimento di associazioni sportive e scuole, grandi e piccoli avranno la possibilità di provare all'aperto numerose discipline come pattinaggio, pallavolo, tennis, bocce, ruzzolone, calcio, pallacanestro, artistica, karate, danza, bike, kraw maga, kickboxing, tonificazione, fino all'equitazione, badminton e tiro con l'arco.

“Si tratta di un evento che punta a coinvolgere più persone possibili nella pratica di numerosi sport – spiega l'assessore Galli (Lega Nord) – grazie anche alla collaborazione di associazioni sportive e istituti scolastici del territorio. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare a questa giornata dove lo sport non è visto come competizione, ma come veicolo sociale di aggregazione, alla riscoperta dell'attività fisica e dello stare bene”.

Published in Sport

NARNI – Polizia e carabinieri incontrano i cittadini di Narni e Amelia. Su iniziativa della prefettura e dei Comuni, infatti le forze dell’ordine hanno organizzato degli incontri pubblici per sensibilizzare i cittadini sulle misure da adottare nella prevenzione di furti, truffe e rapine. Il primo incontro si svolgerà venerdì prossimo (21 aprile) alle 17 all’auditorium della scuola media “L. Valli” di Narni Scalo. Il secondo è in programma venerdì 27 aprile ad Amelia alle 17 alla sala Conti Paladini. Scopo degli incontri, spiegano prefettura e comuni, è quello di migliorare la difesa passiva delle abitazioni, degli esercizi commerciali e delle aziende in un contesto di collaborazione tra cittadini e forze di polizia.

Published in Cronaca

AMELIA - Secondo Vivere Amelia la Tari è aumentata per le famiglie. In un comunicato la minoranza sostiene infatti che la giunta abbia apportato aumenti da pochi euro a decine di euro "fino - dice - ad aumenti tra i settanta ed i cento euro". "Un rincaro - aggiunge il comunicato - che smentisce le dichiarazioni del Sindaco che, solo qualche giorno fa, durante l'approvazione del bilancio, dichiarava che la Tari sarebbe rimasta pressoché invariata, parlando anzi di diminuzioni per le utenze domestiche comprese in una forbice tra il – 0,35% al – 1,45% a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare.

In realtà le famiglie amerine, che stupide non sono, confrontando le bollette di quest'anno e quelle dello scorso anno, si sono accorte facilmente che gli aumenti ci sono stati, eccome. Gli unici a ricevere un uovo di Pasqua leggero - dihiara l'opposizione - sono stati i ristoratori: a questa categoria, invero poco numerosa, la Giunta ha diminuito di molto le tariffe (si parla di un – 28% in bolletta. Attraverso questa operazione, però, la Giunta scarica i costi sulle famiglie. In fondo le famiglie sono tante e aumentando loro i costi i soldi in cassa entrano di sicuro: un vecchio modo di ragionare".

Published in Cronaca

AMELIA - Incidente in Via Roma, il giorno di Pasquetta, all altezza di un distributore a pochi metri da Piazza XXI settembre. Intorno alle dieci due macchine coinvolte, una panda è una lancia Ypsilon. Non ci sono stati feriti gravi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Amelia per regolare il traffico e per esegure i rilievi de caso.

Published in Cronaca

AMELIA – Sono oltre trecento i pezzi della raccolta di antichità archeologiche, che vanno dall’età arcaica al XVII secolo passando per l’epoca classica e tarda, appartenenti alla collezione Maria Gioia e Marcello Aldega, esposti da venerdì 14 aprile al museo archeologico e pinacoteca “Edilberto Rosa” di Amelia, grazie al deposito a lungo termine della Fondazione Aldega. Al taglio del nastro di inaugurazione di questa importante collezione erano presenti i rappresentanti della famiglia Aldega, il sindaco Laura Pernazza, l’assessore con delega alla cultura Federica Proietti ed i responsabili di Sistema Museo.

Collezione La nuova collezione archeologica si ascrive a produzioni magno-greche, romane imperiali e tardo-antiche ed etrusco-romane ed è composta da ceramiche, terrecotte, elementi lapidei, reperti bronzei, reperti numismatici in bronzo ed argento, gemme intagliate ed un oggetto in osso.

Quando visitare Le visite nel periodo aprile-maggio saranno possibili i venerdì e i prefestivi dalle 15 e 30 alle 18, i sabati e le domeniche dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18. Da giugno a settembre invece da giovedì a lunedì, pre festivi e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18 e 30.

“L’esposizione – dichiara l’assessore Proietti – è un importante momento per la cultura. Non si tratta di un lascito ma di un gesto esemplare, un'iniziativa scientificamente valida e catalogata, perché delle memorie private si sono unite ad un patrimonio storico e artistico della città già esistente con il solo scopo di valorizzare il tessuto e il patrimonio culturale”.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Andrea Hiermann è un austriaco che preferisce italianizzare il suo nome per farsi capire meglio. Parla un italiano un po’ stentato e preferisce esprimersi in inglese per spiegare bene che cosa sia il suo parco e perché abbia scelto di portarlo ad Amelia. Il mondo perduto degli animali preistorici sarà infatti l’attrattiva esclusiva di Porchiano del Monte dove sabato prossimo aprirà il primo parco in Umbria dedicato ai dinosauri. Il Tirannosauro Rex, il Brontosauro, il Velociraptor, il Triceratopo, lo Spinosauro e il Plesiosauro, reso famoso dal mostro di Lochness, sono solo tra i principali e più conosciuti esemplari che compongono una delle più importanti esposizioni europee di animali preistorici in resina realizzati a mano, a grandezza naturale, mai ospitato in Umbria e in provincia di Terni.

La location sarà il bosco di Porchiano del Monte, accanto al Parco Mattia, scelta dalla Wonderworld Entertainment per portare i suoi animali fino al 28 maggio. Hiermann snocciola i dati: “Il nostro parco porta decine di migliaia di visitatori ogni volta, giriamo tutta l’Italia e l’Europa e riscuotiamo sempre un buon successo”. L’ultima volta, vicino Parma, a vedere i dinosauri ci sono state oltre 40mila persone. Nei corridoi del Comune, sentiti questi numeri, qualcuno, poco prima che cominciasse la conferenza stampa giovedì mattina, 13 aprile, si è lasciato scappare un auspicio: “Ce ne arrivassero anche la metà da noi, già sarebbe un enorme successo”. Oltre alla ricostruzione dei dinosauri, i visitatori potranno ammirare veri reperti ossei e uova che saranno esposti al museo civico all’interno di apposite teche.

A presentare l’evento, patrocinato dall’amministrazione comunale, in sala del Consiglio c’erano la sindaca, Laura Pernazza, gli assessori alla cultura, Laura Proietti, e al sociale, Antonella Sensini, Hiermann, Elena Trippini, di Sistema Museo, e Lorenzo Granca dell’associazione Amici di Leo che gestisce il parco di Porchiano dedicato anche al gioco del ruzzolone. “Potevamo partire prima – ha detto la sindaca Pernazza – ma purtroppo il terremoto ci ha imposto di allungare un po’ i tempi. Tuttavia l’evento, il cui termine al momento è fissato a fine maggio, potrebbe anche essere prorogato a giugno. Siamo molto contenti di questa attrattiva – ha aggiunto - che si rivolge ai più giovani colpendo una fascia di visitatori diversa rispetto a quella a cui sono dedicate le nostre importanti bellezze storiche e culturali.

Nel parco – ha poi sottolineato la sindaca – lavoreranno anche alcuni giovani del posto e questo è un altro elemento importante soprattutto nell’ottica del problema legato all’occupazione giovanile. Molto importante – ha concluso - è anche il coinvolgimento del museo dove si potranno vedere reperti di ossa e uova vere degli antichi animali che popolano il nostro pianeta e che in questo modo arricchiscono l’offerta del museo stesso”. “E’ una bellissima attrattiva per i bambini – ha affermato l’assessore Proietti (GUARDA IL VIDEO) – e un modo per contribuire a mettere in risalto anche le frazioni del nostro territorio comunale, oltre che per implementare l’affluenza turistica”.

 

 

Published in Cronaca

AMELIA - Sono circa 100 le adesioni alla terza edizione di “Wonder Umbria” la manifestazione motociclista non agonistica in programma dal 29 aprile al 1° maggio nell’amerino e a Norcia. L’evento, organizzato da Maxi Moto Group 2.0, Comune di Amelia e Wonder Umbria, Excellence international moto tourism, avrà sede ad Amelia e toccherà anche Norcia, il 30 aprile, per portare solidarietà e turismo nelle zone colpite dal terremoto.

L’edizione 2017 è tata presentata ieri mattina, 12 aprile, alla stampa in Provincia dalla sindaca di Amelia, Laura Pernazza, e dalla presidentessa del Maxi Moto, Sandra Bonafede. “Abbiamo scelto Amelia – ha detto la Bonafede – per la sua centralità, per i suoi splendidi gioielli paesaggistici, culturali ed enogastronomici e per i rapporti esistenti con le altre amministrazioni patrocinanti e cioè i Comuni di Montefalco e Norcia”. “Seguiamo i buoni risultati ottenuti con ‘L’Umbria si rimette in moto’ – ha aggiunto la Pernazza – e cerchiamo di dare, con questa nuova iniziativa, un contributo in termini di rilancio dell’economia turistica e di solidarietà concreta”.

Il 30 aprile infatti verranno consegnati i proventi raccolti durante “L’Umbria si rimette in moto”. “Daremo i fondi – hanno detto la Pernazza e la Bonafede – al progetto Arca di I Love Norcia e alle amministrazioni comunali di Preci e Cascia. In quest’ultimo comune serviranno per ristrutturare un centro di assistenza ai disabili. Per quanto riguarda Norcia – hanno aggiunto – il ricavato della cena di beneficenza del 30 aprile sarà destinato, insieme a parte dei proventi di ‘L’Umbria si rimette in moto’, alla realizzazione di una struttura antisismica, adibita a primo rifugio per i cittadini di Norcia e del suo territorio in caso di emergenza sismica e sarà comunque un luogo di aggregazione”.

Sotto l’aspetto turistico, Wonder Umbria ha studiato una serie di itinerari per far visitare le bellezze del territorio e le eccellenze enogastronomiche. La prima tappa è Amelia-Castelbuono-Amelia, la seconda Amelia-Norcia-Amelia e la terza Amelia-Lugnano in Teverina-Amelia-Petignano e ritorno nella città del Germanico. 

Published in Cronaca

AMELIA - Saranno illuminate artisticamente, dal mattatoio alla torre dell’ascensore, le mura poligonali con il nuovo sistema di gestione privata dell’illuminazione pubblica. Ne dà notizia l’amministrazione comunale che ha recentemente concluso la gara d’appalto assegnando, come già accaduto in altri comuni del territorio, ai privati per 20 anni il compito delle manutenzioni e delle gestioni.

In tutto saranno circa 2mila le lampade che saranno sostituite dal privato, eliminando quelle attuali e installando lampade al sodio ad alta pressione per i grandi spazi e lampade al led a bassa temperatura per i centri storici. “Con il nuovo sistema – spiega l’assessore all’ambiente, Avio Proietti Scorsoni – passeremo da un consumo attuale di 950mila kilowatt a 494mila, abbattendo la bolletta annua da 211mila 885 euro a poco oltre 92mila. Gli oneri stimati per la manutenzione saranno di circa 60mila euro”.

Oltre alle mura saranno illuminati anche le facciate prospicienti Piazza Matteotti con il potenziamento dell'illuminazione nella zona della fontana di Nocicchia. Con il nuovo sistema l’amministrazione sarà dotata anche di una vettura elettrica, di un piano della pubblica illuminazione, di pannelli informativi multimediali, di pali shuffle cablati con antenne wi fi, altoparlanti e prese usb per ricarica veicoli elettrici e di pali fotovoltaici.

”I cittadini – conclude l’assessore Proietti Scorsoni - finalmente beneficeranno di una illuminazione pubblica adeguata che migliorerà anche la percezione della sicurezza e risposte sollecite alle varie segnalazioni”.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Sarà visitabile da Pasqua la torre a 12 lati che una specifica guida spiegherà ai turisti illustrandone caratteristiche e storia. A comunicarlo è Sistema Museo che gestisce il museo archeologico, Palazzo Petrignani e la cisterna romana e che ha aggiunto l’antica torre cittadina al percorso turistico. “La visita – rende noto Sistema Museo – è frutto dell’accordo stipulato con la Diocesi di Terni-Narni-Amelia in base al quale la torre sarà visitabile tutti i sabati, domeniche e festivi, con appuntamento alle 10 e 45”.

Nel nuovo pacchetto di visite sono state inserite anche la cattedrale di Santa Fermina e le chiese del centro storico, “facenti parte – spiega Sistema Museo - del progetto di valorizzazione della Diocesi che le aprirà su prenotazione o in occasione di particolari eventi”. Confermato anche quest’anno il biglietto cumulativo da due a quattro spazi, utilizzabile dal venerdì alla domenica e che si aggiunge al biglietto per il singolo spazio mussale. Sistema Museo ha inoltre definito i nuovi orari per il museo archeologico, la cisterna e Palazzo Petrignani: museo, venerdì e prefestivi dalle 15 e 30 alle 18, sabato, domenica e festivi 10-13 e 16-18. Cisterna romana, da venerdì a domenica, festivi e prefestivi 16 –19. Palazzo Petrignani da venerdì a domenica, festivi e prefestivi 14-15 e 30.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA - Un modo nuovo di raccontare l’Umbria tra Amelia e Terni, quella che ha tra i suoi gioielli Narni, Giove, Alviano, Montecchio e Amelia.  L’idea originale degli organizzatori è stata quella di invitare giornalisti di testate estere e giornalisti italiani a percorrere materialmente le strade del ternano a bordo di meravigliose auto d’epoca messa a disposizione dal club Autostoriche “Il Magnate” scuderia Traguardo di Amelia. Il bello dei paesaggi, attraversati nella due giorni intitolata “Alla scoperta delle terre dell’infinito..”, si è unito al fascino indiscusso delle belle auto stoiche messe a disposizione degli iscritti.

Lo scopo dell’evento era quello di promuovere il territorio dell’amerino che, come tutta l’Umbria, dopo il terremoto ha visto un repentino calo turistico. L’itinerario è stato ben studiato dagli organizzatori e l’accoglienza, in tutti i luoghi toccati dal tour, è stata calorosa sia da parte dei cittadini che degli amministratori, pronti ad accogliere gli operatori della stampa presentando prodotti tipici e manifestazioni folcloristiche che caratterizzano questi piccoli paesi di provincia. La prima tappa è stata alla Rocca Albornoz di Narni un vero e proprio tuffo nel medioevo, studiato e tenuto in vita dai Giochi delle Porte, che ogni anno si tengono nello ‘stadio de li giochi’ di Narni.

Poi spazio alla pregiata azienda agraria “Castello delle Regine”, oliveti, vigneti, orti e riserve di caccia chiuse in una campagna fatta di profumi e colori inebrianti. Per chi volesse passare un week end stretto nella natura in completa armonia con il mondo è possibile albergare in una delle bellissime dimore della tenuta del Castello delle Regine (40 ettari di terra). Di grande prestigioso sono i vitigni e gli ulivi presenti nella zona che permettono la lavorazione di 6.000 quintali di uva con vitigni di merlò e sangiovese.

L’olio è prevalentemente ricavato da uliveti secolari che erano già presenti nella tenuta e che oggi producono un olio extravergine di altissimo livello. La carovana nel pomeriggio si è spostata a Giove, accolta da sbandieratori e corteo storico ai piedi del bel Castello. A chiudere il giro Alviano, Guardea e Montecchio con visita all’oleificio Bartolomei, tra i più antichi dell’Umbria, che al suo interno ha un percorso didattico sull’estrazione dell’olio dal seicento fino ai giorni nostri.

Tra le bellezze del territorio da non perdere è il paese di Lugnano in Teverina e la sua bellissima chiesa Collegiata di S. Maria Assunta risalente al XII. Questo “viaggio studio” organizzato da Italyheart è stata una vera idea innovativa per far conoscere il cuore verde d’Italia in maniera pragmatica, foto, video e parole, accompagneranno gli articoli dei tanti giornalisti che hanno avuto l’occasione di partecipare. Un grazie sentito va a Umbro Passone e Giovanni Crocelli Presidente di Italyheart, che hanno reso possibile questo breve ma intenso viaggio in nicchie nascoste della Regione,  ma capaci ancora di emozionare.

Donatella Binaglia

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Il Movimento Cinquestelle tuona contro il caro estinto e protesta per i costi decisi dal Comune. “Le nuove tariffe – dicono infatti Gianfranco Chieruzzi e Romano Banella del gruppo consiliare - nonostante una riduzione del 15 per cento, approvata dalla giunta, rimangono di gran lunga ed in maniera incomparabile le più care del territorio”.

I Cinquestelle sostengono che la tumulazione in loculo costerà 240 euro contro i 110 euro di Narni ed i 66 euro di Terni, l’estumulazione da tomba con riduzione della salma ad Amelia si pagherà 530 euro contro i 265 di Terni e i 340 di Narni. Il trasferimento da loculo a loculo costerà 480 euro, 198 a Terni e Narni. “Si vuole far cassa – dicono Chieruzzi e Banella - e seppur consci delle difficoltà dell’ente, non è per noi accettabile”.

Il gruppo chiede quindi la riduzione delle tariffe di inumazione in campo comune e tumulazione in loculo, una diminuzione da 7 a 5 anni della durata del contratto, “in maniera tale – spiegano - che se dovessero migliorare le condizioni finanziarie del Comune si potrebbe procedere ad un ulteriore abbassamento delle tariffe in tempi più brevi”. Chiesta anche la salvaguardia, tramite l’esenzione dal pagamento, di tutte quelle famiglie che sono state costrette a mettere temporaneamente il proprio caro presso amici o conoscenti, “per la cronica e totale assenza – affermano - di posti nel cimitero di Amelia e non solo, in caso di successivo e definitivo trasferimento.

Vogliamo anche un prezzo ridotto per chi vuole effettuare l’operazione di estumulazione con riduzione della salma, in maniera di liberare dei posti presso i cimiteri comunali e l’avvio di una nuova procedura di gara ferma da mesi, mentre la gente continua a pagare con la vecchie ed ancora più esose tariffe”.

Published in Cronaca

AMELIA – Riaprirà dopodomani, sabato 8 aprile, lo storico Molino di Amelia. La cerimonia è prevista alle 16 e 30 a Fornole dove la Molini popolari riuniti presenterà il riavvio degli impianti dopo i lavori di ristrutturazione anche del centro stoccaggio. Ci saranno Dino Ricci, presidente della Mpr, Laura Pernazza, sindaco di Amelia, e Catiuscia Marini, presidente della Regione Umbria. Durante la cerimonia verranno illustrati i dettagli del progetto e gli obiettivi della cooperativa per il territorio amerino-narnese. “Nello stabilimento di Fornole verrà presto concentrata tutta la nostra attività molitoria – anticipano dalla Mpr – e vi verranno realizzati anche un nuovo impianto per il confezionamento e un nuovo deposito per i mezzi tecnici”.

Published in Economia

AMELIA – Già proposte in grandi e dinamiche città come New York, Toronto e Amsterdam, le “food strategies” diventano una possibilità concreta anche per il territorio amerino. Si tratta di un nuovo modo di concepire lo sviluppo di un territorio, basato sulla promozione di prodotti locali, nonché su una revisione dei ruoli dei soggetti coinvolti nei processi produttivi. È questa la strategia emersa nell’incontro che ha visto protagoniste le amministrazioni comunali dell’amerino e docenti dell’Università degli Studi di Perugia: Gaetano Martino, del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali; Fabio Bianconi e Marco Filippucci del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale.

Scopo dell’incontro è stato quello di definire i compiti che Comuni e produttori possono svolgere nell’ambito delle dinamiche aziendali, di riscoprire il loro rapporto col mercato, di promuovere uno sviluppo economico che rispetti, allo stesso tempo, le esigenze di consumatori e ambiente. “Il ruolo dei Comuni – spiega Andrea Nuzi, vicesindaco del comune di Amelia, ente promotrice dell’iniziativa – diviene quello di promuovere la concentrazione dell’offerta, l’integrazione tra le diverse fasi della filiera, lo scambio e la diffusione di innovazione, lo sviluppo di servizi di sostegno e forme di cooperazione tra realtà produttive diverse”. Un ruolo di supporto importante alle imprese, che deve trovare però una pronta sinergia nel settore privato così da valorizzare al meglio un impegno comune.

Anche i produttori privati rivestono infatti un ruolo centrale in questi tipi di processi. Innanzitutto, essi devono utilizzare strumenti e strutture che salvaguardino l’ecosistema, messo sempre più a repentaglio di fronte ai bisogni del mercato e del profitto. Il compito di coloro che operano e investono nel privato, però, è anche un altro e abbraccia una dimensione collettiva, che superi i confini dei propri interessi specifici. È lo stesso vicesindaco e proporre la realizzazione di un “nuovo patto sociale”, che favorisca iniziative di rete tra le imprese, valorizzi le risorse naturali del territorio e coinvolga le aziende agricole nei percorsi di tutela.

Tutto ciò costituisce solo un progetto ambizioso o una possibilità destinata a divenire realtà in tempi brevi? A giudicare dall’operato dell’amministrazione del comune di Amelia, che ha inserito le “food strategies” all’interno del piano regolatore, sembra davvero che si stia andando verso la seconda ipotesi, prospettando una concreta applicazione di tali strumenti. Rientra in quest’ottica l’elaborazione del "CAPUES - Cibo, ambiente, paesaggio, urbanistica, economia, sviluppo. Strategie sperimentali per la pianificazione alimentare nel Comune di Amelia", un progetto di ricerca supportato dalla Regione Umbria e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Terni. L’idea, individuata dai ricercatori di ingegneria, è quella di sviluppare un nuovo progetto urbano che ponga al centro del governo il tema del cibo.

Certo, la crisi economica si sente ancora e le risorse scarseggiano, ma la volontà sembra essere quella di guardare al futuro con innovazione, senza rinnegare una ricca tradizione, quella legata al cibo, da sempre patrimonio invidiato del territorio umbro. Tutto questo, tuttavia, senza tralasciare le esigenze paesaggistiche e urbanistiche di una città, in vista di un modello che sappia riscrivere le relazioni tra dimensione urbana e rurale.

Lorenzo Di Anselmo

Published in Cronaca

AMELIA – “In questo bilancio manca una visione, una sfida da cogliere, un obiettivo comune da raggiungere”. Lo dice il gruppo di minoranza Vivere Amelia che, come i Cinquestelle, critica la manovra varata dalla maggioranza. “Sappiamo perfettamente, e siamo stati sempre i primi a dirlo – afferma il gruppo - quando guidavamo la città, che in questi anni i bilanci degli enti locali sono stati fortemente colpiti da una serie di manovre che hanno imposto una logica sbagliata di austerità e di rigore di cui, spesso, a fare le spese sono state le politiche sociali, culturali ed educative. Ma davvero ci aspettavamo di più dalla giunta del cambiamento.

L’unico slancio – stigmatizza Vivere Amelia - è nell’attacco alle precedenti amministrazioni: troppo poco, troppo facile. Siamo invece di fronte al definitivo tramonto delle promesse elettorali con cui, solo pochi mesi fa, presentava ai cittadini.  Vediamo una preoccupante diminuzione della spesa relativa al sociale e alle politiche educative: non sappiamo di certo ancora dove si abbatteranno i tagli, ma sappiamo che altri servizi chiusi significheranno altre persone lasciate sole nelle loro difficoltà. Il nido comunale – dichiara il gruppo - è stato chiuso senza appello, nonostante la proclamata necessità di politiche attente alle famiglie.

Le associazioni, lodate in modo retorico nelle sedi pubbliche, vengono lasciate sole nel momento del sostegno reale. Le politiche culturali vengono di fatto demandate ad altri. Si pensa di vendere parte del patrimonio immobiliare di proprietà comunale: una soluzione che contraddice le prospettive disegnate in campagna elettorale. Pensiamo, ad esempio, allo smantellamento dell’ufficio di informazione e accoglienza turistica che conseguirebbe alla vendita del locale, così Amelia comincia ad attrezzarsi per diventare un distretto turistico come le Dolomiti?

Ciò che non viene tagliato – attacca ancora la minoranza - sono solo le tasse. L’addizionale Irpef resta fissa al massimo, la Tari resta sostanzialmente invariata specie per i nuclei familiari e per le attività commerciali, nonostante le plateali proteste rinfocolate da chi oggi ha la responsabilità di governare. Anzi, la percentuale della raccolta differenziata è in calo con una tendenza pericolosa per l’ambiente e in prospettiva per le tasche degli amerini.

Aumenta il costo orario del parcheggio di Piazza Matteotti, che ha funzione di servizio rispetto all’ospedale, e vengono tagliate le corse del trasporto pubblico locale: speriamo non si tratti dei Pollicino che viaggiano verso il centro storico. Quali azioni – si chiede infine l’opposizione - per le strade dissestate? Che ne è dell'urbanizzazione della zona Santa Maria-San Lorenzo? E degli impianti sportivi? Ci vuole un bagno di umiltà”.  

 

Published in Cronaca

AMELIA - Il mondo dei dinosauri rivive a Porchiano del Monte. “The world of dinosaurus”, è il titolo della spettacolare esposizione itinerante, fra le più belle d'Europa, che approda in Umbria e in provincia di Terni. Organizzata dalla Wonderworld Entertainment, con il patrocinio del Comune di Amelia, presenta un'occasione affascinante per un'uscita in famiglia, un'idea di gita che unisce avventura, conoscenza, scoperta, attrazioni ed esperienza all'aria aperta.

La mostra, che sarà aperta dal 15 aprile al 28 maggio, al Parco Mattia Giurelli, "potrà essere - dicono gli organizzatori - anche l’occasione per conoscere l’antica città di Amelia con il suo straordinario centro storico costellato da emergenze storico – artistiche, nonché per visitare la famosa statua bronzea del Germanico al Museo Archeologico".

“The world of dinosaurs” sarà aperta ogni sabato e domenica, dalle 10 alle 19 con aperture straordinarie dal 15 al 18 aprile, dal 22 al 25 aprile e il 1° maggio tutti i giorni.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Il M5S boccia il bilancio di previsione e vota no. “Ci sembra solo il frutto di un’arida visione ragionieristica – dice il capogruppo Gianfranco Chieruzzi - capace, se tutto dovesse andare bene, forse di far quadrare i numeri ma incapace di tenere insieme le persone, di far quadrare questa comunità”. Un taglio delle spese correnti, secondo i Cinquestelle che è di 682mila euro e “riguarda in particolar modo - sempre secondo l’opposizione - capitoli fondamentali e dolorosi quali il sociale, dove alcune voci di spesa vengono depennate, come ad esempio, le borse sociali, e altre ridotte all’osso, tanto da renderle inadeguate ad affrontare le problematiche che in questo settore potranno verificarsi (e molto ragionevolmente si verificheranno) nel corso dell’anno. Parliamo dei ricoveri nelle RSA e delle persone con disabilità”.

Gli stessi temi della vostra campagna elettorale – prosegue Chieruzzi rivolto alla Pernazza - sono stati completamente abbandonati: non c’è nessun taglio delle tasse all’orizzonte, né in questo né nei prossimi anni. Le entrate tributarie rimangono invariate ad eccezione dell’addizionale Irpef che pur mantenendo immutata l’aliquota vede un aumento rispetto al 2016 di 125mila euro”. Discorso a parte, Chieruzzi lo fa per la Tari dove un calo significativo dell’imposta si è avuto nel 2016 (– 196.000 euro pari all’8,88 per cento), mentre si è fermato quest’anno nonostante i risultati raggiunti con la differenziata. “Si è passati – dice - da un ammontare di oltre 2 milioni a 1 milione e 997mila euro con una riduzione praticamente irrilevante, segno che il sistema di raccolta differenziata con le attuali modalità sta raggiungendo il punto di saturazione delle sue capacità”.

IL NODO CENTRALE DELLA TARI - Quello della Tari, per i Cinquestelle, rimane il nodo centrale da aggredire se si vuole veramente ridurre le tasse, “al di là – nota Chieruzzi - degli specchietti per le allodole come lo sbandierato accordo con il sindacato per l’aumento della fascia di esenzione Irpef da 10.000 a 10.500 euro e cosi via, perché rappresenta il tributo più pesante che devono pagare famiglie e imprese e soprattutto perché la sua insostenibilità non solo mette a rischio il bilancio delle prime e la sopravvivenza delle seconde, che quindi si ritrovano costrette a rimandare il pagamento o ad eluderlo andando così, queste somme non incassate, a gravare ulteriormente su tutta la collettività. Non avete aumentato le imposte solo perché la legge di bilancio ve lo impedisce”.

NULLA PER LA SICUREZZA – “Sulla sicurezza – sostiene il capogruppo grillino - nonostante l’ulteriore pensionamento avvenuto nel corpo di polizia municipale, oramai ridotto all’osso con la metà degli effettivi in organico, non è stato messo un singolo euro, niente ripristino o rafforzamento delle telecamere di sicurezza.

 VENDITA DEGLI IMMOBILI - Tutta la manovra si regge sul piano di vendite degli immobili comunali che presenta enormi criticità: cosi come iscritto a bilancio, risulta essere non solo inadeguato a sopperire le esigenze di cassa che ammontano a 2 milioni e 200mila euro da un lato, ma anche ampiamente sovrastimato nei valori di vendita dall’altro, considerando anche l’asfissia del mercato immobiliare e sempre ammesso che si riesca a vendere gli immobili stessi. Questo significa che molti altri beni oltre quelli previsti dovranno essere venduti. Nulla invece è previsto per migliorare le entrate comunali: dato che si evince anche dal crollo degli investimenti che si ripercuoterà, non solo sulla capacità dell’ente di dare risposte ai cittadini ma anche sulla capacità dello stesso di trarre redditività dai beni a propria disposizione. Non sono previste azioni per migliorare la capacità di riscossione dei tributi evasi, si prosegue con il carrozzone di Equitalia costoso sia per i cittadini che per i Comuni e pure inefficiente.

Non è stato nemmeno previsto l’utilizzo di software non proprietario o di “seconda mano” come previsto dall’Agenzia per l’Italia Digitale. Forse non lo sapete, ma ogni amministrazione può riutilizzare gratuitamente programmi informatici, o parti di essi, sviluppati per conto e a spese di un’altra amministrazione, adattandoli se necessario alle proprie esigenze. E in fondo, ma sicuramente non “dulcis”, quando un’amministrazione deve far fronte a una situazione così grave, chiedendo ai sui concittadini sacrifici, vendendo i gioielli di famiglia e affermando di dover centellinare ogni singolo euro secondo la logica del buon padre di famiglia, non può di converso mantenere un CDA come quello dell’AMAN, rifiutando la proposta dell’amministratore Unico, da noi più volte reiterata, e trincerandosi dietro interpretazioni di legge o questioni di buon vicinato”.

Published in Cronaca

AMELIA – Un plauso ai carabinieri forestali di Amelia viene dall’assessore all’ambiente, Avio Proietti Scorsoni, dopo l’operazione che ha portato alla denuncia di tredici persone per abbandono illegale di rifiuti. “Esprimo le mie più vive congratulazioni – dice in una nota l’assessore - sia in qualità di amministratore che come semplice cittadino per l'esito dell'operazione investigativa espletata con grande professionalità.

Spero che il risultato delle indagini, avviate su nostra segnalazione e condotte con paziente e discreta attesa da diverso tempo, possa fungere per il futuro da deterrente contro chi volesse commettere reati simili. Ora – afferma sempre Proietti Scorsoni - posso scusarmi con tutti coloro che segnalavano i rifiuti e ne sollecitavano la rimozione. Non potevo farlo prima perché ero a conoscenza delle indagini avviate da una nostra segnalazione. Ci stiamo già attivando – rende noto ancora l’assessore - per la pulizia dell' area, fronte cancello dell'isola ecologica. L'onere a nostro carico non sarà modesto poiché tra i rifiuti da smaltire c'è anche una discreta quantità di amianto.

Sono felice che il rapporto di collaborazione instaurato in questi mesi con i carabinieri forestali stia dando i risultati attesi, altri ne arriveranno per il bene di Amelia e delle frazioni. Certo – conclude - dobbiamo anche capire il motivo di tanti abbandoni e cercare di migliorare e rendere più efficace la raccolta differenziata. Sarebbe bello che le persone non gettassero più i televisori nella siepe fuori di Porta Leone IV o lungo la strada dei Cappuccini od in ogni altro luogo, e sono tanti, per paura di essere sanzionati, ma per la consapevolezza del grave danno che provocano all' ambiente e al futuro dei loro figli”.

Published in Ambiente

AMELIA – Tariffe e tributi invariati, equilibrio finanziario, attenzione alle fasce deboli sono le linee guida del bilancio di previsione 2017 approvato dal Consiglio comunale.  Un bilancio, come sottolineato in una nota dall’assessore al ramo, Antonella Sensini, che ha risentito delle ristrettezze economiche dovute alla crisi e ai tagli. “E’ una manovra importante – dice la Sensini - varata nei tempi previsti, a differenza di quanto avvenuto negli ultimi due anni, e che contiene  nuove voci relative ad azioni azioni di governo che, attraverso gare, bandi, convenzioni, contratti e concessioni consentiranno l'equilibrio tra le entrate e le uscite nel bilancio pluriennale.

Come abbiamo detto in tutte le assemblee partecipative – spiega ancora l’assessore - si tratta di un equilibrio difficile, che ci impone austerità. Noi avremmo preferito governare avendo a disposizione risorse che ci consentissero delle scelte, ma ad oggi questo bilancio ha la sindrome della "coperta troppo corta". Possiamo solo disporre del necessario per far fronte agli obblighi di legge ed a contratti assunti in passato. Da più parti ci si chiede di rimodulare, resettare il sistema e di rivoluzionare l'esistente, ma l'ente comunale vive di atti conseguenti, anche quando non si condividono le scelte pregresse. Con questo non significa che subiremo passivamente ogni decisione presa, senza cercare di modificarla o se possibile di migliorarla, ogni qual volta ne avremo l'occasione.

Stiamo governando, quindi progettiamo il nuovo, vigileremo sul passato, modificheremo ciò che non condividiamo e soprattutto attueremo il nostro programma nei tempi del mandato elettorale, come da otto mesi stiamo instancabilmente facendo. Le opposizioni – puntualizza l’assessora - hanno lamentato una carenza di fantasia ed una attitudine troppo ragionieristica nell'approccio al bilancio. Con questi numeri progettare e pianificare è un esercizio di inimmaginabile fantasia che noi stiamo mettendo.

Lo dimostrano i tanti programmi del Dup, perché, nonostante la carenza di fondi, abbiamo molte visioni che stiamo attuando anche grazie ad una serie di relazioni, che in soli otto mesi abbiamo costruito e andiamo intensificando, per trovare risorse altrove, che ci permettano di fare azioni che per molti sono semplicemente normali. Abbiamo previsto di partecipare a bandi ovunque se ne presenti l'occasione, siamo presenti a tavoli di concertazione a tutti i livelli, promuoviamo la partecipazione alla cosa pubblica attraverso ogni forma d'aggregazione, rispettiamo e sosteniamo con patrocini e garantendo spesso una presenza fisica a molte iniziative, abbiamo nominato un commissario straordinario alle belle arti e al museo archeologico di spicco come Vittorio Sgarbi e tutto questo a costo zero”.

Published in Cronaca

AMELIA - I carabinieri forestali del gruppo di Terni hanno individuato e multato 13 persone per abbandono di rifiuti, denunciandone una 14ma per raccolta e gestione illecita di rifiuti abbandonati. I controlli sono stati attivati, anche con delle videocamere, dai forestali di Amelia, sulla scorta di segnalazioni di cittadini e associazioni ambientaliste sul crescente volume di rifiuti, depositati da ignoti, che si stava accumulando nelle aree adiacenti l'ingresso del centro di raccolta comunale, a Fornaci di Amelia. Si era creata di fatto, secondo i forestali, una discarica abusiva, alimentata dai continui abbandoni sul suolo di rifiuti urbani e speciali, alcuni dei quali anche pericolosi. 

Altre 13 persone è stata inflitta un'ammenda di 600 euro ciascuno per aver illecitamente abbandonato rottami in ferro, in plastica, stampanti, monitor e vecchie televisioni. Denunciato inoltre uno straniero che raccoglieva illegalmente rifiuti anche pericolosi come apparecchiature elettriche ed elettroniche con olii esausti e clorofluorocarburo, per poi depositarli in un bosco di sua proprietà, nei pressi di Todi.

Published in Cronaca

AMELIA – “Vigileremo con costanza, come istituzione, e a differenza di quanto accadeva nel passato, su quanto avverrà, senza sconti ed indulgenze sul rispetto degli impegni assunti”. Lo dice il vice sindaco Andrea Nunzi all’indomani del Consiglio comunale unificato con Narni sul nuovo ospedale comprensoriale e sull’annuncio dell’assessore regionale Luca Barberini, dell’approvazione definitiva del progetto da parte del ministero della salute.

“Le nostre attenzioni – puntualizza Nunzi - si sostanziano soprattutto in due aspetti: Certezza dei tempi e delle risorse nella costruzione del nuovo ospedale e mantenimento e potenziamento dei servizi nell’attuale presidio fino alla completa realizzazione di quello nuovo”. Nunzi coglie anche l’occasione per ricordare che “durante la seduta di Consiglio abbiamo chiesto all’assessore regionale alla sanità e al direttore generale dell’Asl, Imolo Fiaschini, di informare le istituzioni locali sullo stato dei servizi sanitari nel comprensorio amerino-narnese”.

“Ringraziamo l’assessore regionale ed il direttore generale – aggiunge Nunzi - per aver accolto il nostro invito e soprattutto per le rassicurazioni ottenute sia  in ordine alla nuova delibera che predispone l’avvio per la costruzione del nuovo ospedale comprensoriale, sia per quanto concerne la soluzione a breve di problemi relativi al potenziamento del personale e alle prestazioni erogate: in primis il dh oncologico, il day surgery chirurgico e la riduzione dei tempi delle liste di attesa. Tuttavia gli anni trascorsi e gli impegni disattesi pesano sulla situazione attuale e  non possono cancellare i troppi  ritardi che hanno aggravato l’assetto sanitario del territorio, depotenziando l’esistente a fronte di impegni al mantenimento di servizi che invece sono stati progressivamente smantellati”. 

Published in Cronaca

AMELIA – I Cinquestelle non credono alle parole dell’assessore Barberini e sull’ospedale comprensoriale rigettano i toni, a loro dire, trionfalistici usati dalle istituzioni. “abbiamo ricordato - dicono Gianfranco Chieruzzi e Romano Banella del gruppo consiliare - che di delibere, progetti, decreti, determine e inutili carte varie ne sono passate a montagne. Ci si potrebbe costruire l’ospedale stesso o alimentare l’inceneritore di San Pellegrino che si trova a 50 metri dal sito dove dovrebbe sorgere. Vogliamo e abbiamo chiesto fatti, non solo sul nuovo ospedale, che se mai sarà, non verrà terminato, nella migliore delle ipotesi, prima di cinque o sei anni ma soprattutto sull’attuale presidio ospedaliero di Narni-Amelia e sui servizi sanitari in genere.

Non siamo – proseguono - assolutamente soddisfatti come cittadini di un territorio a cui in questi decenni è stato chiesto tanto e restituito niente, se non vacue promesse. Mancano le strutture, gli specialisti, la diagnostica. I posti letto sono sotto la soglia di legge perché il loro numero sottodimensionato serve alla nostra regione per bilanciare lo sforamento del limite che c’è nel nord dell’Umbria, così possono presentarsi di fronte al governo con i numeri in regola”. I Cinquestelle ricordano le richieste fatte sulla riapertura dell’oncologia, sulla mancanza di medici e infermieri, sulla dotazione alle ambulanze di terapie intensive, sulla riabilitazione, sulle prestazioni chirurgiche e sulla casa della salute. “Per tutta risposta – concludono - abbiamo ricevuto solo, nella migliore delle ipotesi, impegni parziali, generici e rimandati al futuro, se non il silenzio assoluto”.

Published in Cronaca

AMELIA - "Il nucleo di valutazione e verifica degli investimenti pubblici in sanità del ministero della Salute ha dato il via libero definitivo alla realizzazione del nuovo ospedale di Narni-Amelia": lo ha annunciato l'assessore regionale alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare, Luca Barberini, intervenendo ieri, 28 marzo, al Consiglio comunale dedicato ai temi della sanità. All'incontro hanno partecipato anche amministratori della città di Narni ed era presente il direttore generale della Usl Umbria 2, Imolo Fiaschini.
Nel corso della riunione - è detto in un comunicato della Regione - l'assessore Barberini ha reso noto che il nucleo di valutazione ha espresso "parere favorevole al nuovo piano finanziario presentato dalla Regione Umbria che prevede un investimento di 55 milioni di euro tutti a capitale pubblico, eliminando lo strumento del project financing inizialmente previsto".

"L'atto - ha spiegato Barberini - ci è stato notificato il primo marzo scorso e la Usl Umbria 2 ha già deliberato l'approvazione del progetto definitivo, che prevede un investimento complessivo di 55 milioni di euro, di cui 17 a carico dello Stato e 38 con risorse della Regione. Si si tratta - ha aggiunto - del più grande intervento di programmazione sanitaria nella nostra regione per i prossimi 15 anni. Il nuovo accordo di programma è stato inviato alle amministrazioni interessate per la firma digitale e, subito dopo gli adempimenti tecnici previsti dalla legge, il Comune di Narni procederà all'esproprio della terra su cui verrà costruito il nuovo ospedale, che sarà finalmente realtà".

L'assessore - prosegue il comunicato - ha ricordato che "verrà realizzato un nosocomio unico, a metà tra struttura orientata alla riabilitazione e presidio ospedaliero di territorio, con attività di piccola e media chirurgia esclusivamente in day e week-surgery, in stretta sinergia con l'Azienda ospedaliera di Terni più dedicata all'alta specializzazione, per la quale la nuova struttura sanitaria sarà un supporto importante. Saranno previsti circa 60 posti letto per la riabilitazione, 30 per l'area chirurgica articolata in Ortopedia, Ginecologia e Chirurgia generale, 20 per la medicina, 14 per la dialisi, nove posti tecnici e quattro per l'osservazione breve".

"Sarà un percorso complesso - ha spiegato Barberini - che faremo in maniera condivisa e partecipata, coinvolgendo tutti i soggetti interessati per arrivare a realizzare un polo sanitario innovativo, in grado di rispondere in maniera più efficace ai bisogni di salute del territorio, in un contesto generale profondamente cambiato, che impone la definizione di un nuovo modello di sanità dove le risposte non siano date solo attraverso gli ospedali, ma anche puntando su cure primarie, prevenzione e servizi territoriali, mettendo sempre al centro la persona e le sue difficoltà. Nel frattempo - ha concluso - gestiremo la delicata fase di transizione, dagli attuali due ospedali di Amelia e Narni all'unico polo ospedaliero, attraverso un miglioramento organizzativo e una maggiore qualificazione dei servizi, senza alcun tipo di ridimensionamento delle attività".

Published in Cronaca

AMELIA – L’area di crisi complessa deve coinvolgere in pieno anche le attività economiche amerine. Lo dice il gruppo consigliare di Vivere Amelia che ha presentato una mozione nella quale sostiene che “il Comune è doppiamente interessato dalla vicenda: in primo luogo, perché fa parte dell’area individuata beneficiaria degli strumenti finanziari che verranno messi a disposizione dall’area di crisi complessa; in secondo luogo, perché il decreto ministeriale riconosce il settore agroalimentare, per definizione il più significativo del tessuto produttivo di Amelia e dell’amerino, tra quelli che saranno interessati dal PRRI.

Il Gruppo Consiliare Vivere Amelia, attraverso una mozione che verrà discussa durante la seduta del 30 marzo prossimo, coglie l’occasione dell’avvio del percorso per sollecitare un pronunciamento del Consiglio Comunale di Amelia sul tema.

“Attraverso la mozione” dichiarano i consiglieri di minoranza “intendiamo impegnare il Sindaco e la Giunta a verificare innanzitutto le opportunità concrete per gli operatori economici di Amelia, secondo le peculiarità del tessuto economico e produttivo del territorio. Chiediamo che si coinvolgano in maniera ampia e condivisa i rappresentanti di piccole e medie imprese e gli altri soggetti sociali, al fine di cogliere i bisogni per il rilancio delle attività produttive riconducibili a quelle ricomprese nello spettro di azione dello strumento dell’area di crisi complessa.

E’ importante poi che siano rappresentate nella maniera più incisiva possibile presso il Comitato, in primo luogo, le istanze e le aspettative così raccolte e rielaborate; in secondo luogo, devono essere illustrate le possibili ragioni di attrattività del territorio amerino rispetto agli investimenti che verranno messi in campo, al fine di convogliare ad Amelia risorse da destinare alla riconversione di un settore strategico per il sistema economico locale.

Chiediamo infine all’Amministrazione di riferire periodicamente al Consiglio Comunale dell’avanzamento dei lavori del Comitato istituzionale e dell’evoluzione della vicenda e dei risultati complessivamente ottenuti secondo la strategia che, come auspichiamo, sarà condivisa dal Consiglio”.

Published in Economia

AMELIA - “Stiamo adoperandoci per riprendere i lavori nel più breve tempo possibile, considerando che per completare l’opera mancano ancora circa 300 metri di tracciato, le rotonde, i parapetti, l’illuminazione, l’asfaltatura, la segnaletica ed altri interventi accessori”. A dirlo è l’assessore ai lavori pubblici, Avio Proietti Scorsoni, a proposito della variante alla SR 205 Amerina. “Dobbiamo reperire – aggiunge l’assessore - un finanziamento integrativo che stiamo quantificando. Dalle operazioni di collaudo emerge che lo stato di abbandono sta provocando seri danni alle strutture eseguite, per cui è necessario riprendere i lavori rapidamente.

A gennaio di quest’anno – dice sempre Proietti Scorsoni - sono state avviate le operazioni per il collaudo statico delle opere propedeutiche alla successiva ripresa dei lavori. Ad oggi – riferisce - risultano eseguiti lavori per un importo di 3 milioni 556mila euro ed abbiamo ancora disponibili circa 660 mila euro. Allo stato – fa sapere sempre il titolare dei lavori pubblici - l'importo complessivo stanziato ammonta ad oltre 6 milioni e 668mila euro di cui 4 milioni e 252mila circa per lavori ed oltre 2milioni e 415mila euro per oneri aggiuntivi, come espropri, Iva, spese tecniche e così via”.

Proietti Scorsoni ha anche ripercorso le ultime vicende legate al cantiere, ricordando che i lavori sono sospesi dal 2012, anno che aveva segnato l’avvio del contenzioso con il raggruppamento temporaneo d’impresa per inadempienze ed irregolarità. “Oltre a questo – fa notare l’assessore - a ottobre 2012 furono trovati reperti archeologici nell’area della futura rotatoria vicina alle ex officine Cerasi che determinarono una sospensione dei lavori.

A dicembre poi, in corrispondenza del cimitero, si verificò un movimento franoso per il cui ripristino la Regione stanziò altri 500mila euro”. Dopo il dichiarato fallimento, da parte del tribunale, a gennaio dell’anno scorso, della società mandataria dell’Associazione temporanea di imprese, il Comune rescisse il contratto e a giugno iniziò incontri con le restanti società per verificare la possibilità di riaprire il cantiere rapidamente.

“Anche questo tentativo è naufragato a gennaio di quest’anno – informa Proietti Scorsoni – dopo che una ditta aveva deciso di non aderire all’accordo bonario proposto dal nostro avvocato. Di fratto i lavori sono fermi dal 2012 per un contenzioso. I tempi certamente non brevi per la ripresa dei lavori – puntualizza - ci hanno indotto a procedere alla messa in sicurezza del cantiere, anche per ridurre i disagi ai frontisti della nuova strada. I lavori, in corso di esecuzione, sono stati aggiudicati ad una nuova ditta per un importo di circa 40mila euro, che saranno prelevati dalla somma a disposizione. A nome mio e dell’amministrazione rivolgo le scuse ai cittadini che sopportano da molto tempo i disagi del cantiere”.

Un cantiere, secondo quanto ricostruito dall’assessore, di cui si iniziò a parlare nel 2003. L’anno dopo la Regione, era il dicembre 2004, stanziò 6 milioni di euro, il Comune fece un progetto nel 2006. A Ottobre 2008 si approvò il progetto definitivo che prevede la realizzazione di un tratto stradale di un chilometro e 700 metri, di cui circa 300 ancora da realizzare integralmente, partendo dalle ex officine Cerasi fino all’attuale rotatoria delle Nazioni sulla SP 31 per decongestionare il traffico su Piazza XXI Settembre.

L'opera, precisa l’assessore, venne appaltata ad un raggruppamento temporaneo di imprese tra cinque ditte che costituirono la" SR n. 205 Amerina Società Consortile a r.l.". I lavori iniziarono il 9 novembre 2009 per un importo di oltre 3 milioni e 586mila euro e con un termine previsto per marzo 2011. A giugno del 2011 però si approvò una variante per un importo di ulteriori 168mila euro che avrebbe dovuto determinare una nuova fine dei lavori al 30 novembre 2012. 

Published in Cronaca

AMELIA - Un’apertura straordinaria del museo e della cisterna romana è prevista per sabato e domenica prossimi in occasione del passaggio dei motociclisti di “L'Umbria si rimette in moto”, l’iniziativa promossa dal Comune di Assisi e organizzata da I Borghi più belli d’Italia Umbria, Anci Umbria, Confcommercio, Movimento turistico del vino Umbria, Strade del Vino, Strade dell’olio dop Umbria, con il sostegno di Regione, Province di Perugia e Terni, Comuni e il patrocinio della Federazione motociclistica italiana.

Per l’occasione Comune e Sistema Museo apriranno il museo archeologico fino alle 20 per consentire ai partecipanti di visitare tutte le bellezze custodite negli spazi, in particolare la statua in bronzo del Germanico. Apertura eccezionale alle 8 di domenica mattina invece per la cisterna romana di Piazza Matteotti per permetterne la visita prima della partenza per la tappa successiva, prevista intorno alle 9 e 30 da Porta Romana.

Published in Cronaca

NARNI – Rapine nei supermercato e ai bancomat a Narni, furti in centro ad Amelia. Sono questi i fenomeni che hanno riacceso in questi gironi l’allarme rosso sulla sicurezza nel narnese-amerino. La conferma arriva dal prefetto, Angela Paglia, che ha convocato un apposito comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza proprio per affrontare il problema. Il prefetto, venendo anche incontro alle richieste dei sindaci, ha chiesto alle forze dell’ordine un’intensificazione delle attività di controllo anche con il coinvolgimento della polizia locale.

“È stato inoltre concordato – informa una nota della prefettura - che i sindaci organizzeranno appositi incontri nel corso dei quali le forze di polizia spiegheranno ai cittadini le azioni di prevenzione, sensibilizzandoli, altresì, alla segnalazione tempestiva e all’attuazione di comportamenti sempre più accorti, attuando accorgimenti di difesa passiva del proprio patrimonio e non tralasciando di segnalare anomalie o vicende che li preoccupano”. Nel corso della riunione il Prefetto ha anche ricordato che la Prefettura, in collaborazione con le Forze dell’Ordine, ha realizzato una brochure con la descrizione delle truffe più frequenti avvenute sul territorio provinciale contenente tutte le buone prassi e i consigli utili per prevenire le attività illecite; il vademecum è reperibile sul sito della Prefettura.

Published in Cronaca
Venerdì, 17 Marzo 2017 21:16

AMELIA / SPARA ALLA EX E POI SI SUICIDA

AMELIA – I corpi senza vita di due giovani sui trent’anni, un uomo e una donna, sono stati trovati all’interno di una macchina ferma ai bordi della strada che va da Orte a Vasanello. Si tratta di una donna di 30 anni, Silvia Tabacchi, residente a Vasanello e di un uomo originario di Amelia, Francesco Marigliani di  31 anni. I due sono stati trovati da un ciclista di passaggio che ha poi chiamato i carabinieri di Viterbo. All'arrivo dei soccorsi i due erano gia morti. Sui loro corpi evidenti ferite da arma da fuoco che sarebbero la cause del decesso. Secondo gli inquirenti si è trattato di omicidio-suicidio. Marigliani ha prima ucciso la donna e poi si è tolto la vita.  il ragazzo avrebbe prima sparato alla compagna e poi si è tolto la vita.

L'uomo, ferroviere di professione, aveva acquistato una pistola negli ultimi giorni,a vendo recentemente acquisito anche il porto d'armi. A quanto risulta aveva avuto una relazione con la ragazza durata molto tempo, poi la storia sarebbe finita ma forse il giovane non aveva mai accettato del tutto questo epilogo. A quanto sembra sarebbe stato proprio lui a chiedere alla giovane un ultimo appuntamento per chiarire definitivamente. Purtroppo l'epilogo è stato il più tragico. Sul posto, oltre ai carabinieri anche il 118 e i famigliari.

 

Published in Cronaca

C’è preoccupazione per la presenza, e la crescita, del tetracloroetilene nella Conca ternana. La conferma, a distanza di pochi giorni dalla conferenza stampa del 10 marzo, arriva di nuovo dalla Sii che però ribadisce che le concentrazioni sono ben al di sotto della soglia di legge stabilita per il consumo umano di acqua. La stessa Sii rende poi noto che la Regione Umbria ha accolto la richiesta di convocazione di un tavolo tecnico per affrontare la questione sollevata nei giorni scorsi proprio dal presidente, Stefano Puliti, e dal direttore generale, Paolo Rueca. I vertici Sii avevano chiesto infatti un confronto per discutere insieme a Regione, Arpa e gli altri soggetti interessati, della situazione e ragionare sulle misure eventualmente da adottare per trattare il problema ed individuarne le cause.

Puliti e Rueca esprimono soddisfazione per la tempestiva decisione della Regione e ribadiscono che non si è di fronte ad un’emergenza perché i sistemi di controllo e di abbattimento degli inquinanti garantiscono ai cittadini acqua pulita quotidianamente, ciò che occorre però fare è eliminare il problema alla fonte. “Il ternano – puntualizzano ancora una volta presidente e direttore generale – non è l’unica zona in Italia interessata dal tetracloroetilene.

Questo fenomeno si registra infatti in molte altre zone ed è una presenza sicuramente antropica che nella Conca va esaminata e approfondita poiché le concentrazioni stanno aumentando specialmente in alcune aree, coinvolgendo anche il narnese-amerino”. Proprio con quei Comuni, tre giorni fa, c’è stato un incontro promosso da Sii e Aman, già annunciato nel corso della conferenza stampa di venerdì 10 marzo.

Nel corso della riunione Sii e Aman ha sottolineato che i controlli sono continui e che l’acqua è stata sempre sicura in virtù di concentrazioni di tetracloroetilene notevolmente al di sotto dei 10 mcg/l che è il limite previsto per legge. Le stesse Sii e Aman hanno anche comunicato ai sindaci che i controlli continueranno e che verranno pubblicati settimanalmente sul sito www.amanscpa.it. I sindaci hanno dato la loro disponibilità a collaborare con Sii, Aman, Regione e Arpa mettendo insieme le competenze di ciascuno per analizzare in modo sistematico il problema ed individuare azioni preventive di bonifica. Il fenomeno nelle sue attuali dimensioni, hanno ricordato Sii e Aman, è emerso a inizio gennaio ma è stato subito costantemente monitorato con analisi sia nei pozzi che nell’acqua messa in rete.

Published in Cronaca

AMELIA - I carabinieri della radiomobile di Amelia hanno arrestato per violenza sessuale un 38enne nigeriano destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per aver molestato sessualmente una studentessa alla stazione ferroviaria di Attigliano. Titolare di permesso di soggiorno per asilo politico rilasciato a Treviso, città dalla quale si era però allontanato diventando di fatto senza fissa dimora, il nigeriano, secondo la ricostruzione dei carabinieri, aveva avvicinato, all’interno del terminal ferroviario, una 19enne studentessa universitaria amerina pendolare con la capitale. L’uomo, che aveva infastidito la giovane con insistenti approcci di natura sessuale, dapprima solo verbali per poi passare alle vie di fatto, veniva messo in fuga dal tempestivo intervento in sua difesa di due uomini che attendevano il treno e che si trovavano nelle vicinanze.

Le indagini dei militari dell’Arma, subito scattate, a seguito della denuncia presentata il giorno dopo dalla ragazza, accolta nella “Stanza tutta per sé” di del comando provinciale, dove raccontava il brutto episodio di cui era stata involontaria protagonista, permettevano di dare un’identità al molestatore sessuale. L’aggressore veniva infatti riconosciuto sia dalla vittima che dai due suoi soccorritori, che i militari riuscivano a rintracciare e che confermavano la dinamica dell’evento denunciato. Il preciso quadro probatorio così raccolto dai Carabinieri veniva subito inoltrato all’autorità giudiziaria ternana che, accogliendolo, emetteva nei confronti del 38enne, già tratto in arresto nel giugno 2016 per violenza privata e lesioni commesse ai danni di una donna polacca a bordo di un convoglio ferroviario del Friuli, un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere per il reato di violenza sessuale. Il nigeriano, che veniva rintracciato ad Attigliano dai militari, veniva arrestato e portato a vocabolo Sabbione.

Published in Cronaca

TERNI - “Attualmente abbiamo solo 500 euro a disposizione per ogni istituto scolastico, siamo in forte carenza di personale e di risorse per gestire i circa mille chilometri di strade di nostra competenza, siamo sotto organico per tutte le altre funzioni fondamentali individuate dalla legge Delrio e non abbiamo certezze sulla possibilità di chiudere il bilancio”. E’ il quadro dipinto dal presidente Giampiero Lattanzi che ha illustrato ieri, 9 marzo, le linee programmatiche 2017-2019 al Consiglio provinciale. “Nella Conferenza Stato-Regioni si è recentemente stabilito – ha ricordato il presidente – di eliminare il taglio di oltre 600 milioni per le Province previsto per il 2017 ma per poter svolgere le funzioni individuate dalla legge ora occorrono altrettante risorse che speriamo il governo metta prossimamente. Su questo abbiamo il conforto del pronunciamento della corte dei conti che ha criticato i tagli imposti alle Province italiane”.

Il presidente ha anche sottolineato la riduzione di personale attuata recentemente con il passaggio di molti lavoratori ad altri enti, tra cui, in larga parte, alla Regione Umbria insieme a numerose deleghe. “Deleghe – ha detto Lattanzi – che, per quanto riguarda ad esempio ambiente, caccia, pesca e servizi per il lavoro, si stanno ridiscutendo con appositi tavoli con la Regione, vedremo a cosa porteranno”.

I dati sui dipendenti – Iniziato nel 2015, il processo di riordino è stato completato lo scorso anno. La Provincia è passata da 344 dipendenti del 2014 a 199 attuali di cui 166 sulle funzioni fondamentali e 33 ai servizi per il lavoro. “Tutto ciò – ha spiegato Lattanzi – ha imposto una drastica riorganizzazione interna e grosse difficoltà di gestione delle funzioni”. Lattanzi ha infine ricordato che, dopo l’esito del referendum del 4 dicembre le Province mantengono il proprio rango di enti costituzionali e che, alla luce di qu8esto, la legge Delrio, che era una legge transitoria, va rivista ed aggiornata”.

I consiglieri di maggioranza Giuseppe Germani e Federico Novelli hanno chiesto un’accelerazione delle interlocuzioni con la Regione per la definizione di funzioni e risorse da poter assegnare alle Province. Il consigliere, sempre di maggioranza, Renato Bartolini, ha invece auspicato un ruolo sempre più attivo della Provincia in materia di supporto ai comuni come ente di area vasta.

Gli esposti delle Province - La Provincia del Verbano Cusio Ossola ha presentato in procura, prefettura e corte dei conti, un esposto cautelativo contro "condotte illecite omissive e commissive" nei confronti del governo. L'azione, concordata con l'Unione delle Province italiane, ritiene l'esecutivo responsabile di non dare agli enti locali le risorse finanziarie per assolvere alle loro funzioni istituzionali.

A riportare la notizia è l’Ansa. La Provincia del Vco, infatti, non pare in grado di approvare il bilancio visti i continui tagli e i prelievi forzati, non ultimi l'imposta provinciale di trascrizione, l'addizionale sui rifiuti e la percentuale sulla Rc auto. Secondo la Provincia del Vco, l'esposto tende anche a sgravare amministratori e dipendenti da responsabilità penali o civili non loro.

La Provincia di Terni ha invece, come noto, proposto ricorso al Tar del Lazio contro i tagli ritenuti incostituzionali. Nel ricorso si sostiene che i tagli hanno impedito alla Provincia l’espletamento delle funzioni fondamentali e quindi l’erogazione dei servizi al cittadino. Non essendo stata approvata con il recente referendum, la riforma costituzionale, tali tagli risultano oggi ancor di più ingiustificati.

Published in Cronaca
Giovedì, 09 Marzo 2017 10:00

Amelia / Le Mura patrimonio mondiale Unesco

AMELIA - Le Mura tornano al centro dell'attenzione. Dopo il nuovo stanziamento di oltre un milione di euro da parte della Regione Umbria, adesso il Comune insegue il sogno dell'Unesco. “Stiamo lavorando per far riconoscere le Mura di Amelia come patrimonio mondiale Unesco”. Lo annuncia infatti la sindaca, Laura Pernazza, esprimendo soddisfazione per l’ulteriore finanziamento erogato dalla Regione Umbria per il recupero del bene culturale cittadino danneggiato da un crollo parziale nel 2006.

“Ho appreso con piacere – commenta la Pernazza - della destinazione di ulteriori risorse per le Mura. Ringrazio la giunta regionale e in particolare l'assessore Chianella per la sensibilità e l'attenzione dimostrata verso un bene patrimonio non solo di Amelia ma di tutta l'umanità e per il quale ci stiamo attivando al fine del riconoscimento in tal senso da parte dell'Unesco. A breve – annuncia la sindaca - organizzeremo in collaborazione con la regione un convegno sulle Mura nel quale ribadiremo il nostro interesse che quanto prima si possa giungere alla loro ricostruzione”.

Published in Cronaca

AMELIA – 8 marzo – Sgravi del 50 per cento sulla Tari per le famiglie con Isee al di sotto dei 6mila e 500 euro, aumentando l’apposito fondo comunale da 7mila e 500 euro a 10mila, aumento della fascia di esenzione Irpef dagli attuali 10mila a 10mila e 500 euro annui di reddito, nessun aumento per trasporto e mensa scolastica e asilo nido comunale, rateizzazione fino a 24 mesi del pagamento dei servizi scolastici arretrati da parte delle famiglie.

Sono queste le misure sociali più importanti stabilite dall’accordo Comune-sindacati sulla piattaforma di intesa per la contrattazione sociale e previste nel bilancio dall’amministrazione amerina. L’intesa, che fa seguito a quelle degli anni scorsi, è stata siglata dalla sindaca Laura Pernazza, dall’assessora ai servizi sociali, Antonella Sensini, da Luigino Mengaroni e Alvaro Sabatini per lo Spi-Cgil, Giorgio Piantoni, Mauro Fortunati e Umbro Bianchini per la Uilp-Uil e Giulivo Scibinetti, Gilberto Feroce, Ilio Carlini e Flavio Gonfaloni per la Fnp-Cisl.

Nel pacchetto anche l’avvio del progetto della Casa della Salute, il trasporto locale degli anziani, la lotta alle ludopatie e l’impegno ad accelerare l’iter per l’ospedale unico Narni-Amelia anche con l’organizzazione di un Consiglio comunale apposito alla presenza dell’assessore regionale alla sanità e del direttore generale dell’Usl 2. “Siamo molto soddisfatti di questo risultato – commenta la sindaca Pernazza – che viene incontro alle esigenze delle fasce più deboli della nostra comunità e prosegue la collaborazione e il dialogo con i sindacati sui temi di carattere sociale”. 

Published in Sociale
Mercoledì, 08 Marzo 2017 09:04

Amelia / Un altro milione per le Mura

AMELIA - La Giunta regionale dell'Umbria ha destinato ulteriori risorse per il consolidamento delle Mura di Amelia che consentiranno di concludere le opere di bonifica già avviate e mettere in sicurezza dal rischio idrogeologico le Mura urbiche": lo ha annunciato l'assessore regionale alle opere pubbliche, Giuseppe Chianella.

"Si tratta di un milione 100 mila euro derivanti dalla riprogrammazione delle risorse del Par FSC 2007-2013 a seguito di economie derivanti dalla realizzazione di altri interventi già conclusi e ricompresi nell'Accordo di Programma Quadro in materia di difesa del suolo.  Le risorse così reperite – ha aggiunto l'assessore - vengono ora destinate ad un'opera strategica per la stabilizzazione di questo importante Bene culturale,  in coerenza con le finalità stesse dell'Accordo.

L'intervento – ha spiegato Chianella - è finalizzato a contenere, attraverso opere di drenaggio e bonifica delle Mura urbiche di Amelia, il potenziale dissesto causato da una falda a monte del sistema murario, rilevato nel corso del monitoraggio operato dai servizi regionali. I lavori interesseranno una vasta area delle Mura che va da Porta Leone a la Torre dell'ascensore. Prosegue l'impegno della Giunta regionale – ha concluso Chianella – nella salvaguardia e nella messa in sicurezza dei Beni culturali dell'Umbria in quanto patrimonio identitario dell'intera regione".

 

Published in Cronaca

AMELIA - Sarà in nome dell’atletica l’iniziativa promossa da Comune e Athletic Lab Amelia per onorare il gemellaggio con la cittadina francese di Joigny. In occasione dell'organizzazione da parte della U.S. Joigny - Athletisme, della corsa trail del 12 marzo, un gruppo di atleti amerini si recherà in Francia. Lo rende noto l’assessore ai gemellaggi Federica Proietti che ha sostenuto l’iniziativa ed ha predisposto una serie di omaggi consistenti in prodotti locali e alcuni indumenti sportivi che saranno consegnati dalla delegazione amerina alle autorità e agli organizzatori francesi. Il gruppo sarà composto dai corridori Fabio Miliacca, Daniele Crocione e Francesca Lodato, accompagnati da Alessandro Stentella. “Ringraziamo l’Aga (Associazione gemellaggi Amelia) – dice l’assessore Proietti – per il supporto dato all’organizzazione e per i contatti presi con l'associazione francese e con la presidente dell'associazione sportiva”. “Gli atleti, come da tradizione – sottolinea l’assessore - verranno ospitati nelle famiglie del luogo e la comunità amerina contraccambierà l’invito in occasione di CorriAmelia in programma il 16 luglio”.

Published in Sport

AMELIA – L’asilo pubblico chiude ma i suoi servizi saranno garantiti anche in quello privato. E’ il succo dell’atto approvato dal Consiglio comunale sull’asilo nido Scarabocchio che per ragioni economiche è stato chiuso dall’amministrazione comunale. L’assemblea elettiva di Piazza Matteotti ha votato la mozione del Movimento Cinquestelle fatta propria anche dalla giunta Pernazza e che viene incontro soprattutto alle famiglie meno abbienti.

Si tratta, spiegano Gianfranco Chieruzzi e Romano Banella, consiglieri dei Cinquestelle, di un sistema che mantiene inalterate le garanzie e le condizioni preesistenti soprattutto per le famiglie più bisognose seguendo dei paletti. Il primo è quello che garantisce il servizio ad un numero di utenti almeno pari ai posti realmente disponibili nell’asilo pubblico prima della chiusura, e cioè almeno venti, per almeno lo stesso periodo di tempo e di monte di ore giornaliere fino ad ora assicurato.

Questo sarà possibile mediante l’applicazione di criteri di equità nella compartecipazione economica delle famiglie al costo di gestione del servizio, andando a coprire la differenza tra la retta di mercato e quella prevista dal Comune in base all’indicatore Isee, con particolare riguardo all’accoglienza e al sostegno delle bambine e dei bambini diversamente abili, di quelli con disagi socio-culturali, alle famiglie in condizioni di difficoltà. Il secondo criterio è incentrato sui controlli e le verifiche sulla qualità del servizio svolto, il terzo sulla realizzazione, singolarmente o con altri Comuni, del coordinamento del sistema dei servizi per la prima infanzia tramite i piani triennali comunali.

Quindi l’agevolazione per contribuire alla fornitura del servizio di coordinamento pedagogico, che verrà svolto in forma singola od associata dai soggetti gestori delle strutture per l’infanzia, anche come misura per calmierarne il costo e conseguentemente la retta di frequenza, facilitando alle famiglie l’accesso al servizio. “Tutto ciò – spiegano dal M5S - permetterà di superare la fine dell’esperienza dell’asilo pubblico seppellita da anni di mala gestione economica del Comune e cronica mancanza di personale, che doveva essere sempre integrato e sostituito da quello delle cooperative con un notevole aggravio dei costi, senza traumi e dando vita così ad un servizio pubblico diffuso a cui abbiamo contribuito anche materialmente visto che una piccola parte dei fondi destinati alle famiglie provengono dalla rinuncia alle nostre indennità di consiglieri in favore di un fondo ad hoc”.

Published in Sociale

AMELIA - “L’esposizione del dipinto inedito di Rubens si è dimostrata un’operazione ben riuscita”. A dichiararlo è l’assessora alla cultura, Federica Proietti, che, citando i dati di Sistema Museo, parla di circa 3mila visite al museo nei tre mesi di esposizione, compresa l’inaugurazione, con un incremento intorno al 190 per cento rispetto allo stesso periodo del 2016.

Un risultato straordinario – dice - soprattutto alla luce del crollo delle presenze registrato in tutta l’Umbria a causa degli eventi sismici di agosto e ottobre. La Proietti ricorda che la mostra, curata da Vittorio Sgarbi, commissario ai musei e monumenti per la giunta Pernazza, e promossa dal Comune di Amelia, nell’ambito delle iniziative di valorizzazione dei beni culturali della città e da Ameria Festival, coordinata da Riccardo Romagnoli, ha permesso di esporre per la prima volta al pubblico il dipinto inedito di Rubens “Allegoria della Fede. La Sibilla Persica”, proveniente da una collezione privata e riconosciuta dalla perizia di Giovanni Testori.

“Il successo della mostra – osserva ancora l’assessora - è stato confermato da grandi apprezzamenti di pubblico, stampa e critica. Molti i servizi organizzati per ogni tipo di pubblico, al fine di promuovere e far conoscere i diversi aspetti dell’opera artistica e del periodo dell’artista”. La Proietti, a tale proposito, ricorda anche il ricco calendario di approfondimenti tematici sull’epoca barocca che ha animato l’evento espositivo, “diventando – dice - un significativo fulcro di promozione culturale per la città, con argomenti che hanno spaziato dalla storia dell’arte, alla cucina, al costume, alla musica. Per studiare da vicino le opere e le architetture, visite tematiche hanno accompagnato i turisti nel museo e nel territorio per conoscere il periodo barocco riflesso nel contesto amerino”.

Visite e didattiche creative, riferisce sempre la Proietti, sono state progettate appositamente per le scuole e le famiglie, consentendo a bambini e ragazzi di avvicinarsi al dipinto ed esplorarlo in ogni suo aspetto, attraverso una particolare lettura dell’immagine adeguata alle diverse fasce di età.

“Il biglietto unico – sottolinea la titolare alla cultura - ha permesso, infine, di visitare insieme alla mostra anche il museo, la cisterna romana e Palazzo Petrignani, garantendo una fruizione completa del prezioso patrimonio culturale della città”. L’esposizione, ricorda concludendo la Proietti, è stata patrocinata da Mibact, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, nonché dalla Regione Umbria e si è avvalsa della collaborazione della Comunità Incontro.  

Published in Cultura e Spettacolo
Giovedì, 23 Febbraio 2017 17:28

Amelia / Una app per tutelare il decoro urbano

AMELIA - Una app per segnalare al Comune ciò che non va nel decoro urbano. L’iniziativa è della giunta Pernazza che ha approvato il progetto "Decoro Urbano WEDU" tramite il quale, con il web, i cittadini possono segnalare al Comune qualsiasi situazione di degrado relativa a rifiuti, vandalismo, dissesto stradale, zone verdi, segnaletica, affissioni abusive e altre situazioni di difficoltà. “E’ uno strumento on line – spiegano la sindaca Laura Pernazza e l’assessore al decoro urbano Avio Proietti Scorsoni - che consente a chiunque, sia esso cittadino o turista, di segnalare problemi all'amministrazione comunale. Possiamo equipararlo ad un social network, utile per dialogare in maniera diretta e più semplice con la pubblica amministrazione”. La app, spiegano sindaca e assessore, può essere scaricata gratuitamente su qualunque smartphone. “Questa iniziativa – riferiscono sempre i due amministratori – nasce anche da un atto consigliare presentato dal gruppo Cinquestelle. Noi lo abbiamo ritenuto un valido supporto di comunicazione ed abbiamo dislocato alla gestione della piattaforma due specifiche risorse. Vogliamo sottolineare positivamente l’iniziativa del M5S che dimostra come la minoranza possa essere propositiva e stimolante, pur mantenendo il proprio ruolo politico-istituzionale”. Restano validi, specificano sempre la Pernazza e Proietti Scorsoni, anche gli attuali mezzi più tradizionali di comunicazione tra cui le segnalazioni scritte, le mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." target="_blank">gestionemanutenzioneimpianti@comune.amelia.tr.it, il telefono (0744/9761) e tutti gli altri riferimenti telefonici pubblicati sul sito internet del Comune. 

Published in Cronaca

AMELIA - E’ stata consegnata venerdì scorso alla nuova scuola materna una lavasciuga pavimenti professionale acquistata e donata alla direzione scolastica da una ditta privata della zona. La consegna è avvenuta alla presenza della sindaca Laura Pernazza, dell’assessora all’istruzione Federica Proietti e della direttrice scolastica Graziella Cacafave e dei rappresentanti del consiglio di circolo.

La nuova macchina, fa sapere l’amministrazione comunale, permette una pulizia e un’igienizzazione dei locali giornaliera ed accurata e  soddisfa le istanze degli organi e degli operatori scolastici  che, a fronte dell’aumento  di superficie dei nuovi ambienti, avevano richiesto all’amministrazione uno sforzo finanziario per l’acquisto di adeguati mezzi per la pulizia. La ditta, fa sapere sempre il Comune, ha tenuto a sottolineare che la decisione di donare la lavasciuga è soltanto per testimoniare nei  confronti dei  bambini e dei loro genitori l’attenzione da parte di una realtà amerina che ha profonde radici sul territorio. 

Published in Cronaca

AMELIA – E’ il complesso di Sant’Angelo il secondo bene pubblico adottato dai cittadini. Dopo la rotonda delle nazioni, la cui gestione è alla contrada Collis del Palio del Colombi, la contrada Vallis ha preso in carico anche la gestione dell’antica struttura del centro storico i cui lavori di ristrutturazione, annuncia il vice sindaco Andrea Nunzi, inizieranno presto.

“L’intervento – spiega il vice sindaco – riguarderà il portone d'ingresso del complesso. Grazie all'impegno di altri volontari e al regolamento approvato dall'amministrazione comunale – osserva Nunzi - si avvia così un'altra opera di restauro del patrimonio pubblico, confermando e si rafforzando la collaborazione tra associazioni e Comune. Un connubio – conclude - utile e funzionale alla miglioria del decoro urbano, in tempi di ristrettezze per i bilanci comunali”. 

Published in Cronaca

AMELIA - Sarà Amelia ad ospitare la prima edizione del premio giornalistico internazionale “Terre de L’Infinito-Tesoro dell’Umanità”,” presentato ieri a Roma nella sede dell’Associazione Stampa Estera dove si è recata una delegazione dell’amerino composta dalla sindaca di Amelia, Laura Pernazza, dai rappresentati dei Comuni di Giove e Attigliano, dagli sbandieratori di Amelia e da una serie di produttori locali. Il premio, promosso dalla Società Italyheart e dai Comunihf del comprensorio amerino, narnese, orvietano, ha l’obiettivo di valorizzare e far conoscere nel mondo le eccellenze racchiuse tra i colli dell'Umbria della bassa valle del Tevere.

Il concorso è rivolto ai corrispondenti stranieri e mira ad ampliare la conoscenza e la riconoscibilità dello stile di vita, dell’arte, della cultura e più in generale dei valori tradizionali del territorio. Ai giornalisti non italiani il compito di raccontare le terre de L’Infinito, un raro olio extravergine di qualità, estratto dalle olive del cultivar “Raio”, piante ultrasecolari presenti esclusivamente tra i Colli Amerini e da altre cultivar tipiche dei colli Orvietani e dei colli di Assisi e Spoleto, zone di produzione tutelate dal Dop Umbria. L’Infinito “dei Fondatori“, un olio unico al mondo che non si trova in commercio, ma è riservato unicamente a persone che si sono distinte per opere e servizi fatti a beneficio dell’umanità o per il rispetto e la salvaguardia del pianeta.

“Abbiamo riscontrato un grande apprezzamento tra i giornalisti durante la conferenza stampa e questo ci convince ancor di più a puntare sulla promozione del territorio attraverso le produzioni locali e il patrimonio culturale, tradizionale ed enogastronomico”, dichiara la sindaca Pernazza che annuncia anche l’organizzazione di una due giorni ad Amelia e nell’amerino per l’8 e il 9 aprile dedicata proprio alla stampa estera.

La partecipazione al premio è gratuita, saranno presi in considerazione gli elaborati divulgati nel corso del 2017 attraverso giornali quotidiani e periodici di rilevanza nazionale nel rispettivo paese e internazionale, trasmissioni radio o televisive, trasmissioni e articoli sul web social e canali informatici, fotografia. Tra i criteri di valutazione la giuria terrà conto anche della significatività della diffusione dei media nei rispettivi paesi.

La commissione giudicatrice del premio - Oltre alla sindaca di Amelia Pernazza, la commissione è composta da Alfredo Tesio (presidente), Federico Fioravanti (segretario), Piero Badaloni, Rossend Domenech, Maarten Van Aalderen e Giovanni Crocelli (presidente Italyheart). Tra i premi in palio un weekend per due persone nelle terre de L’Infinito e una fornitura del prezioso olio. Tutti i partecipanti avranno diritto ad una confezione di “oro verde”.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA - Il gruppo consiliare Vivere Amelia esprime solidarietà ai lavoratori del gruppo Novelli dopo l'incontro al Mise del 13 febbraio scorso. "Siamo sempre stati vicini ai lavoratori e alle organizzazioni sindacali - dicono Maraca, Dimiziani e Renzi - convinti che il futuro dell'azienda sia fondamentale sia sul piano sociale sia su quello economico. Da quanto emerge rimangono dubbi e incognite sul piano industriale della società che ha rivelato la Novelli.

Quel che auspichiamo -  aggiungono - è che siano garantiti i livelli occupazionali e non vengano messi in discussione i trattamenti economici dei lavoratori e delle lavoratrici. Auspichiamo, inoltre, un piano industriale serio e solido che rafforzi il ruolo dell'azienda nel nostro territorio". 

Published in Lavoro

AMELIA -  Il Partito democratico del Circolo Comunale di Amelia ha organizzato per sabato 18 febbraio, alle 15 alla Sala Conti Palladini di Amelia, l’iniziativa pubblica "Dall’ “area di crisi complessa” all’ “area di sviluppo complessa”. Si tratta di un dibattito per discutere insieme al sen. Gianluca Rossi, all’assessore regionale Fabio Paparelli, al direttore di Sviluppumbria Mauro Agostini, a Sandro Corradi e a Carlo Emanuele Trappolino di come il concetto di “Area di crisi complessa”, possa rappresentare un’importante opportunità per reagire alla crisi economica – industriale che attanaglia ormai da tempo Terni e la sua provincia, gettando le basi per far sì che un’area di crisi complessa – appunto – possa diventare un’“Area di sviluppo complessa” nel senso dell’ammodernamento e della ricerca scientifica.

"Il territorio Terni–Narni - dice una nota del Pd - rappresenta da sempre una vocazione per il manifatturiero che nell’economia complessiva pesa il doppio (circa il 40%) della media italiana (18,5%). I settori trainanti sono il metallurgico e il chimico, dove si individuano le industrie più grandi. Il terzo settore è l’agroalimentare con il 7,3% sull’economia complessiva. Tuttavia, la recessione a livello globale degli ultimi anni ha gravato fortemente sulla capacità produttiva dei piccoli e grandi sistemi industriali, non risparmiando di certo l’Umbria e in particolare il territorio Narni – Terni.

Nel tentativo di tamponare questa situazione, da sempre l’impegno della politica sia a livello locale, che nazionale, che europeo, è stato notevole, attraverso una serie di piani di intervento o decreti volti soprattutto all’ammodernamento dei sistemi, alla ristrutturazione dei siti e alla digitalizzazione delle tecniche produttive.

Il risultato forse più importante raggiunto finora, grazie all’impegno costante del Sen. Gianluca Rossi e della Regione Umbria, è il Decreto Ministeriale del 16 ottobre 2016 che annovera il territorio Terni – Narni tra le cosiddette “aree di crisi complessa”, ovvero quelle «aree che riguardano specifici territori soggetti a recessione economica e perdita occupazionale di rilevanza nazionale e con impatto significativo sulla politica industriale nazionale, non risolvibili con risorse e strumenti di sola competenza regionale».

Grazie a questo “importante riconoscimento” da parte del Governo, l’Umbria può riniziare a sperare in termini di riconversione e riqualificazione industriale, rilancio del manifatturiero non soltanto sul territorio, ma anche su scala nazionale e internazionale, miglioramento delle condizioni di lavoro, recupero ambientale e efficientamento energetico, innovazione in ambito tecnologico e digitale. Il Decreto guarda a tutti i settori, dal metallurgico, al chimico all’agroalimentare, offrendo quindi a tutti le stesse opportunità di ripresa e sviluppo.

In più c’è da ricordare che l’area di crisi complessa non copre solo le grandi città, ma si estende anche a ben 15 comuni più piccoli, tra i quali Amelia, estendendosi quindi a un intero sistema industriale territoriale.  Attenzione, però, non si tratta di un mero assistenzialismo di Stato, ma di veri e propri investimenti sul futuro della nostra regione, al fine di fare di un’area di crisi complessa, un’ “area di sviluppo complesso”, che sia non un punto di arrivo, bensì di partenza: deve essere uno stimolo alle imprese a ripensarsi e non ad aspettare che il pubblico risolva le crisi. Lo scopo dell’iniziativa diventa proprio quello di illustrare agli operatori del settore (produttori, piccole e medie imprese, operatori agricoli, turistici) quali saranno le opportunità da sviluppare sul territorio; quali gli strumenti finanziari; quali le sfide innovative a cui sono chiamati.

Published in Economia

AMELIA – Tanta gente ha assistito ieri sera all’illuminazione architetturale delle Mura e del complesso di San Francesco, eseguite da Claudio Berrettoni in occasione delle celebrazioni del Giorno del Ricordo. “L’iniziativa molto suggestiva – dichiara la sindaca Laura Pernazza – ha riscosso un grande successo fra i cittadini ed ha coronato una giornata molto importante, iniziata nel pomeriggio al teatro sociale”. In quella sede si è svolta la commemorazione delle vittime delle Foibe e dell’esodo giuliano-dalmata alla presenza, oltre che della sindaca, anche del prefetto, Angela Pagliuca, di numerose autorità civili e militari e di Toni Concina, esule e vice sindaco in esilio del comune di Zara. “E’ la prima volta che ad Amelia si celebra la Giornata del Ricordo”, ha detto la Pernazza che ha poi aggiunto:  “non è possibile dimenticare che fu posto in atto un disegno di genocidio, condotto senza distinzioni politiche, razziali, sociali o di sesso ed età. La legge 30 marzo 2004 ha sancito l’istituzione di questa giornata speciale e questa data non deve assolutamente servire ad alimentare odi, perché la storia non è strumento di lotta politica”. Il prefetto ha invece evidenziato come “il ricordo sia un dovere di ciascuno, in modo da impedire che ignoranza e indifferenza abbiano la prevalenza. Lo si deve – ha proseguito - ai sopravvissuti e ai familiari delle vittime che coltivano la memoria di quella tragedia”. La cerimonia si è conclusa con l’esecuzione al pianoforte di alcuni brani musicali di melodie tradizionali dalmate prima della visita alle Mura illuminate.

Published in Sociale

AMELIA - Anna Mazzamauro aprirà la stagione di prosa 2017-2018 del teatro sociale. Sarà infatti la nota attrice italiana la protagonista di “Divina” in programma venerdì 24 febbraio per il primo di cinque appuntamenti in programma fino al 12 maggio. Nei panni di una popolare star televisiva, la Mazzamauro guida un cast di attori di alto livello tutti impegnati in una piece divertente ed esilarante.

Sabato 11 marzo, sarà la volta di Todi is a Small Town in The Centre of Italy scritto e diretto da Livia Ferracchiati e prodotto dal Teatro Stabile dell’Umbria con la Compagnia dei Giovani. Uno spettacolo teatrale e, insieme, un’inchiesta sui tabù e la morale ai nostri giorni, la città di Todi diventa così lo specchio della provincia italiana e dell’Italia intera.

Giovedì 30 marzo, andrà in scena uno dei testi più belli di Luigi Pirandello Il berretto a sonagli. La regia è di Valter Malosti che affronta per la prima volta il grande drammaturgo siciliano restituendo agli spettatori la forza eversiva dell’opera. Un testo vivissimo, anche grazie alla violenza beffarda della lingua, una sorta di musica espressionista e tragicomica. Bravissimi gli attori.

Venerdì 7 aprile, Paola Quattrini con tenerezza, fantasia e un irresistibile umorismo interpreta Dora, la protagonista di Oggi è già domani, la pluripremiata commedia di Willy Russell, con la prestigiosa regia di Pietro Garinei, le indimenticabili musiche di Armando Trovajoli e le canzoni di Serena Autieri.

La stagione si chiuderà venerdì 12 maggio con La cricca della banca... romana, uno spettacolo che sta ottenendo molto successo, messo in scena da Le toghe in giallo, un gruppo di magistrati e avvocati, appassionati di teatro, che da anni, con acuto senso del moderno thrilling, ricostruiscono in chiave processuale alcuni clamorosi eventi del passato recente e remoto. Giovedì scorso è intanto iniziata la campagna abbonamenti con la

prelazione riservata ai vecchi abbonati. Il Sindaco di Amelia con soddisfazione affermano: “Anche quest'anno Amelia potrà avere una stagione di prosa di qualità artistica e culturale degna d'una consolidata tradizione – commentano la sindaca Laura Pernazza e il presidente della Società Teatrale Riccardo Romagnoli - grazie alla disponibilità del Teatro Stabile dell'Umbria, la convergente volontà del Comune e della Società Teatrale, nonostante le note difficoltà finanziarie, si è potuta raggiungere una proficua intesa organizzativa che è valsa a programmare una serie di spettacoli di grande interesse.

I cinque eventi, scelti concordemente dai tre soggetti organizzatori – proseguono Pernazza e Romagnoli - si caratterizzano sia per il livello degli attori, alcuni di grande notorietà nazionale, come Anna Mazzamauro e Paola Quattrini, altri di ampio e collaudato impegno interpretativo (dall'affiatato cast coordinato da Valter Malosti al fantastico gruppo umbro della Compagnia dei Giovani del Teatro Stabile dell’Umbria), sia per l'interesse dei testi (dal capolavoro pirandelliano del "Berretto a sonagli" alla ricostruzione teatrale del processo alla Banca Romana, effettuata dai veri magistrati e avvocati dell'ormai famoso gruppo romano delle "Toghe in giallo").

Ci attendiamo pertanto un'ampia rispondenza del pubblico, che ancora una volta potrà accedere al Teatro Sociale, usufruendo di una particolare politica dei prezzi, specie per quanto riguarda i convenientissimi abbonamenti. È stato mantenuto l'apericena, che offre il consueto "piccolo ristoro" a 5 euro.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – La nomina del cda Aman finisce in Parlamento, precisamente al Senato,. Stefano Lucidi, del M5S ha infatti presentato un’interrogazione al ministro per chiedere chiarimenti circa le modalità di nomina “nel rispetto – scrive Lucidi - del decreto 175 che fissa nuovi criteri”. Il Movimento 5 Stelle, sostiene sempre il senatore umbro, aveva già sollevato la questione, a livello comunale, tramite i propri consiglieri.

“Avevamo chiesto perché non fosse stata scelta la soluzione ad amministratore unico come richiesto dal D.lgs. n. 175, il quale prevede che solo per particolari ragioni di adeguatezza organizzativa, l'assemblea della società a controllo pubblico può disporre che sia amministrata da un consiglio di amministrazione composto da più cariche.

Lo stesso Governo però non specifica quali siano queste “particolari ragioni di adeguatezza organizzativa” demandando tali specifiche ad un successivo Decreto del Presidente del Consiglio del quale ancora non ve né traccia.

Fatto sta, che ad oggi il governo lascia un vulnus legislativo importante riguardo le società pubbliche, lasciando, per il momento, a loro stesse la discrezionalità di considerarsi in quei casi particolari che permettono di avere più cariche all’interno di un cda”.

Published in Cronaca

AMELIA - E’ prevista entro febbraio la riapertura del distretto sanitario con l’esecuzione dei lavori a Palazzo Colonna resisi necessari a seguito del sisma del 30 ottobre. A darne notizia sono il vice sindaco Andrea Nunzi e l’assessore ai lavori pubblici Avio Proietti Scorsoni che ricordano gli impegni dell’amministrazione per “fare presto e restituire alla città servizi essenziali come quelli sanitari”.

Vice sindaco e assessore sottolineano anche che “con anticipo rispetto ai tempi previsti, la ditta appaltatrice ha già approntato il cantiere per il ripristino e la messa in sicurezza del portale di  ingresso dello stabile.

Entro la fine del mese di febbraio, salvo imprevisti, si prevede la riapertura al pubblico degli uffici e dei servizi principali”. Oltre a quelli sanitari, fanno presente sempre i due amministratori, riapriranno anche il servizio di pubbliche affissioni, la pro loco e la sezione cacciatori. “Un grazie per la collaborazione – concludono Nunzi e Proietti Scorsoni – all’Usl 2, in particolare al direttore generale Imolo Fiaschini”. 

Published in Cronaca

AMELIA - Aveva oltre 90 anni Igea Frezza Federici anima culturale e guida intellettuale di Amelia e degli amerini per tanti anni. E' morta ieri, 3 febbraio, dopo una lunga vita trascorsa nello sforzo di conservare memoria e storia, tramandandola allle nuove generazioni.

Cordoglio a nome personale e dell’amministrazione è espresso dalla sindaca Laura Pernazza che ha decretato un giorno di lutto cittadino. “Igea Frezza Federici – dice la Pernazza – è stata figura di riferimento instancabile per tante generazioni della nostra città.

Da sempre a difesa della conservazione della memoria e della storia amerina. L'amministrazione comunale, interpretando i sentimenti di profonda commozione ed immenso cordoglio dell'intera comunità, intende manifestare in modo tangibile e solenne il dolore per questa grave perdita e proclama il lutto cittadino per oggi, 4 febbraio, in occasione della celebrazione funebre che si svolgerà a San Francesco dalle 15 alle 17".

Scrittrice, animatrice culturale e intellettuale di spicco della comunità amerina, Igea Frezza Federici è stata, fra le altre cose, presidente onorario dell’Unitré, presidente dell’associazione Convegni Maria Cristina di Savoia, della San Vincenzo de Paoli e presidente onorario del Complesso bandistico Città di Amelia.

Indagatrice della memoria storica, ha speso la sua vita nell’impegno di conservare e custodire le tradizioni cercando di non far perdere le tracce del passato della sua comunità. Nell’ultimo dei suoi libri, “Le cucine della memoria”, è riuscita, con la solita sagacia e la consolidata sapienza, a coniugare la riscoperta delle radici culinarie locali con i legami storici e culturali della sua terra.

Published in Cronaca

AMELIA – Il 60enne s’era fatto una serra in piena regola utilizzando metodi artigianali. Aveva infatti creato una struttura con assi e telo di plastica riscaldandola con il calore portato dal tubo che era collegato ad una vecchia stufa a legna in ghisa. Lì dentro ci coltivava la sua bella piantagione di marijuana. A scoprirlo sono stati i carabinieri che, non senza ironia, hanno definito coltivatore diretto quell’uomo originario di Roma dentro la cui abitazione i militari della compagnia di Amelia guidata da Michele Basilio hanno trovato due chili di erba.

Inevitabile l’arresto con l’accusa di detenzione a fini di spaccio. A notare quella struttura casareccia era stata una pattuglia che sorvegliava la zona di San Concordio, nelle campagne amerine, e che ad un’irruzione aveva trovato una trentina di piante di marijuana dentro quella serra fatta a mano. L’uomo naturalmente è stato portato in carcere.

Published in Cronaca

AMELIA - Sarà una ricorrenza particolare e inedita quella del Giorno del Ricordo. Verranno infatti illuminate con un progetto architetturale di Claudio Berrettoni per sottolineare l'importanza del ricordo delle vittime delle foibe. Lo rende noto la sindaca Laura Pernazza nel comunicare le iniziative in programma per il 9 febbraio. Le celebrazioni si terranno dalle 16 e 30 al teatro sociale alla presenza del prefetto di Terni Angela Pagliuca e di Toni Concina, già sindaco di Orvieto, e attuale vice sindaco del libero Comune di Zara in esilio (http://arcipelagoadriatico.it/associazioni/libero-comune-di-zara-in-esilio/). A seguire un concerto di melodie e musiche tradizionali dalmate. “Invitiamo i cittadini a partecipare – afferma la Pernazza – per commemorare i 25mila italiani vittime delle foibe e gli esuli giuliano-dalmati. Molto affascinante sarà in oltre l’illuminazione delle mura che invitiamo tutti ad ammirare”.

Published in Cronaca

AMELIA – Non c’è accodo sull’intitolazione della nuova scuola materna, aperta il 7 gennaio scorso dall’amministrazione Pernazza. Le posizioni in Consiglio comunale sono finora state così diverse da non riuscire a trovare un accordo. A questo punto interviene il M5S che fa una proposta molto simile ad una mediazione. L’idea del meet up di Amelia è quella di dedicarla a don Sandro Bigi, “uomo semplice ed essenziale – dicono dal M5S – che ha dedicato tutta la sua vita pastorale e sociale agli altri, credenti e non, impegnandosi in molte iniziative concrete a favore dei bisognosi, dei deboli e alla formazione umana e spirituale dei giovani”.

Metterà d’accordo tutti il nome del compianto parroco scomparso di recente? “Noi proponiamo quel nome – dicono i grillini – ma suggeriamo all’attuale maggioranza di adottare una metodologia diversa, partecipata ed allargata alla cittadinanza nella scelta dell'intitolazione della nuova scuola attraverso un sondaggio, su una lista di nomi indicati dalle varie forze politiche, sia online, sul sito del comune, che cartacee, in varie sedi deputate allo scopo. Coinvolgiamo anche la dirigenza, il personale scolastico, gli alunni e le loro famiglie”.

 

Published in Cronaca

AMELIA - Il Consiglio comunale ha adottato il principio di precauzione e concertazione votando all’unanimità, sulla vicenda dell’impianto a biomasse di Giove, un ordine del giorno proposto da Vivere Amelia. Nel documento votato, l’assemblea elettiva dichiara “un impegno permanente a tenere alta la guardia su vicende che interessano direttamente la salute e l’ambiente e a favore delle mobilitazioni a tutela di questi beni”. Soddisfazione è espressa in una nota dal gruppo di minoranza. “Avremmo voluto - dichiarano i consiglieri di Vivere Amelia - che il nostro atto fosse discusso già nella seduta della settimana precedente affinché il Consiglio comunale potesse dare un sostegno forte e condiviso all’atto che la giunta di lì a poco avrebbe deliberato a sostegno del ricorso amministrativo dell’associazione Amici della Terra. In quella sede, tuttavia, non ne era stata ravvisata l’urgenza e inoltre la regola stringente dettata dalla sindaca è che non si accettano mai atti urgenti da discutere seduta stante. Tuttora non siamo d’accordo con quel diniego, ma lo accettiamo.

Abbiamo dovuto chiarire con determinazione che la nostra iniziativa non partiva da una censura della regolarità amministrativa del procedimento seguito dal Comune di Giove. Conosciamo bene l’iter amministrativo che alla fine ha messo quell’amministrazione nella condizione di dover assistere, senza poter nulla eccepire in punta di legge, all’installazione del famigerato impianto a biomasse. Tuttavia continuava ad essere importante l’idea che i gruppi consiliari si esprimessero su questa vicenda e ciò effettivamente è stato colto dai consiglieri del M5S, i quali hanno chiesto di poter emendare il testo per aggiornarlo e quindi votarlo. L’atto – conclude Vivere Amelia - parte dalla vicenda di Giove e passa attraverso la delibera del 2013 con cui il Consiglio decise di adottare il principio di precauzione e concertazione in materia di procedimenti amministrativi per l’autorizzazione di nuove attività produttive e in particolare di attività per la produzione di energia”.

Published in Ambiente

AMELIA - C’è anche il contributo economico di alcuni cittadini di Amelia nel progetto di rifacimento della scala del duomo i cui lavori sono iniziati il 25 gennaio scorso. Lo rende noto l’assessore alle opere pubbliche Avio Proietti Scorsoni che spiega nel dettaglio il tipo di intervento in esecuzione da parte del Comune. “Le operazioni di scavo – premette l’assessore - sono controllate dall'archeologo della Soprintendenza per verificare costantemente l’andamento dei lavori dal punto di vista storico-culturale.

La nuova scalinata – prosegue - sarà più stretta per lasciare maggior spazio alle fasce laterali. Questa scelta è stata dettata dalla necessità di consentire in casi di emergenza anche il transito veicolare e per facilitare quotidianamente il compito alle mamme con i passeggini e i carrelli della spesa”. Sempre stando a quanto riferisce Proietti Scorsoni, il progetto, a cura dei tecnici comunali, prevede l’utilizzo del travertino per le cordonature, dei mattoncini di cotto per i gradini e dei ciottoli per le fasce laterali, oltre all'eventuale sostituzione delle reti tecnologiche che, nel caso fosse necessario, sarà a cura dei gestori.

I lavori dureranno 30 giorni, salvo imprevisti. “Ringrazio tutti i soggetti coinvolti – dichiara l’assessore - per restituire alla città un’opera che ben si inserisce nel contesto storico e che tiene conto anche delle mutate esigenze degli abitanti”.

Published in Cronaca

AMELIA – Sta riscuotendo un notevole successo il video promozionale sulla città girato dall’amerino David Sciarrini. In un minuto e 53 secondi il filmato ritrae dall’alto il capoluogo e le zone limitrofe, grazie all’utilizzo di moderne tecniche montate su droni, e restituisce un’affascinante spaccato del territorio con excursus sul teatro sociale, sul museo civico, sulla cattedrale e sul Rio Grande e un focus sul corteo storico del Palio dei Colombi e sul gruppo degli Sbandieratori Città di Amelia.

Published in Cronaca

E’ destinata alle attività economiche del settore zootecnico di Amatrice l’iniziativa messa in piedi, per la prima volta, da allevatori della bassa Umbria e dell’alto Lazio per aiutare le aziende delle zone terremotate. Numerosi agricoltori di Narni, Calvi dell'Umbria, Otricoli, Magliano Sabina (Rieti) e Civita Castellana (Viterbo) hanno infatti raccolto centinaia di quintali di fieno, paglia e granaglie che verranno portati e consegnati sabato prossimo, 28 gennaio, a bordo di quattro camion di una ditta Civita Castellana. Il convoglio sarà coordinato dagli organizzatori, Gianfranco Menicucci ed Elipio Testa con la supervisione e l’appoggio dei sindaci dei comuni coinvolti. Iniziative simili, specificano i promotori, saranno riproposte in seguito, man mano che si verificheranno nuove disponibilità di alimenti. Quella di sabato è un’ulteriore testimonianza concreta del sostegno che i comuni hanno dato in questi mesi alle popolazioni colpite dal sisma, sia del Lazio che dell’Umbria, e va ad unirsi alle numerose raccolte di fondi e di beni utili sia per le aziende che per i privati cittadini.

Published in Cronaca

AMELIA - Il rapporto dell’uomo con il cibo e i disturbi dell’alimentazione saranno il tema della tavola rotonda che si terrà alla sala Conti Paladini sabato 21 gennaio alle 9. Ne dà notizia la sindaca Laura Pernazza che parteciperà all’incontro insieme alla vice sindaca di Giove Elisabetta Pevarello e a Maria Grazia Giannini, presidente dell’associazione Il Bucaneve che sta portando avanti, insieme all’amministrazione comunale, uno specifico progetto a Giove.

Durante la tavola rotonda si parlerà dei sintomi attraverso i quali si riconoscono le patologie legate ai disturbi alimentari, dell’importanza della prevenzione e dell’efficacia delle terapie, dell’influenza dei mass media e della rieducazione attraverso il ruolo del nutrizionista e della famiglia. “Siamo onorati come amministrazione – afferma la Pernazza - di ospitare un convegno di questo livello su un argomento molto attuale. Sono problematiche importanti su cui l'amministrazione vuole mettere particolare attenzione e la collaborazione a questa iniziativa ne è la riprova”.  

Published in Sociale

AMELIA - Verificare lo stato dei lavori in corso e valutare le possibilità di ricostruzione delle Mura: con questa finalità l’assessore regionale alle opere pubbliche, Giuseppe Chianella, ha compiuto stamani un sopralluogo al cantiere per il consolidamento delle Mura di Amelia. Chianella era accompagnato, fra gli altri, dal sindaco della città, Laura Pernazza, e dagli Architetti Maurizio Damiani e Spartaco Cappannelli della Soprintendenza archeologica per l’Umbria.

“Con lo smantellamento della copertura metallica avvenuto qualche mese fa e la prosecuzione dei lavori di consolidamento delle Mura, Amelia sta progressivamente riacquisendo tutta la sua bellezza – ha detto Chianella. Tutto il progetto di consolidamento, per un costo di un milione 160 mila euro, è stato infatti concepito nel rispetto del bene monumentale, intervenendo sia con tecniche tradizionali, che con tecniche di intervento strutturale finalizzate a contenere i meccanismi di collasso già verificatesi. Sono in corso scavi stratigrafici a tergo delle mura per scongiurare lo schiacciamento dei conci delle mura ciclopiche.

Nell’appalto – ha infatti ricordato l’assessore – era stato inserito lo smontaggio della copertura in acciaio e la conservazione dei reperti archeologici, oltre allo scavo stratigrafico necessario per alleggerire i carichi del sistema delle mura urbiche e per avviare il rinvenimento del tratto murario ciclopico crollato nel 2006.

Quest’ultimo intervento – ha concluso Chianella - è propedeutico a calibrare il successivo obiettivo di ricostruzione delle mura per le quali stiamo avviando una collaborazione fra Regione, Comune e Soprintendenza, così da reperire i finanziamenti necessari e dettare le linee guida progettuali”. Nel corso del sopralluogo l’assessore ha inoltre verificato la necessità di intervenire con una adeguata opera di drenaggio profondo al fine di eliminare la spinta dell’acqua nel tratto di mura urbiche che va dalla Postierla romana alla Torre del Sole, così da mettere in sicurezza un ulteriore tratto di mura .

Published in Cronaca

AMELIA – La caldaia non riesce a ripartire. Per cambiarla ci vogliono molti soldi e le casse comunali di questi ultimi tempi non consentono voli pindarici. Alla scuola primaria Jole Orsini la situazione è di emergenza. In questi giorni si è scatenata la protesta delle mamme dei bambini che hanno chiesto al Comune di fare qualcosa per evitare ai piccoli di fare lezione al freddo. Il meteo non ha poi aiutato viste le temperature bassissime di questi giorni e così il malcontento è aumentato.

“Se devo portare mio figlio a scuola e farlo stare con giacchetto, sciarpa, cappello e guanti allora lo tengo a casa”, tuona una mamma che ha contattato la nostra redazione. “Se il sistema non funziona – ha scritto sempre la mamma - non fate rientrare i bambini a scuola fino a che tutto non è a posto. L'aula di mio figlio segnava 7 gradi alle 12.30!”. Il problema c’è ed è confermato dalla sindaca Laura Pernazza e dall’assessore Avio Proietti Scorsoni.

“La caldaia non funziona bene – spiega la Pernazza – stiamo cercando in tutti i modi di ripararla. Sostituirla ora ci costerebbe fra i dieci e i quindicimila euro, una somma molto consistente per il Comune”. L’ultimo intervento tecnico per cercare di farla ripartire senza più fermarsi è stato fatto due giorni fa ma i risultati non sono stati esaltanti. La decisione presa è quella di sostituirla ma ci vuole tempo.

L’impianto intanto è risaltato. “Purtroppo la caldaia va in blocco ogni tre ora circa – spiega Proietti Scorsoni che sta lavorando alacremente nel tentativo di risolvere il problema - ci siamo organizzati. Ci stiamo infatti attivando per la sostituzione ma non è semplice in tempi brevissimi. Proprio oggi (ieri 10 gennaio, ndr) siamo riusciti a contattare un saldatore esperto che a breve tenterà una nuova riparazione per consentirci di arrivare alla sostituzione con più tranquillità”.

 

Published in Cronaca

AMELIA - Nuova vita per la Rotonda delle Nazioni. È stato ufficialmente inaugurato lo spazio adottato dalla contrada Collis, con tanto di taglio del nastro alla presenza del sindaco Laura Pernazza, dei rappresentanti dell'amministrazione, del priore Francesco Corvi, dei tamburini e figuranti della contrada, nel pomeriggio di sabato 7 gennaio.

Si tratta del primo caso concreto di collaborazione tra Comune e cittadini per la cura del verde pubblico, dopo l'approvazione da parte della nuova maggioranza, del regolamento che prevede l'adozione di aree e spazi verdi da parte di cittadini e associazioni.

Il sindaco Pernazza nel suo intervento ha voluto ringraziare per questa opera di miglioria del decoro urbano fatto dalla contrada Collis augurandosi che questo sia il primo esempio di collaborazione tra istituzione comunale e associazioni, a cui ne potranno seguire altri.

Il priore Francesco Corvi ha sottolineato la volontà dei membri dell'associazione di mettersi a disposizione, adottando la rotonda per migliorare, con una soluzione che comporta poca manutenzione, un punto di Amelia che rappresenta un biglietto da visita per la città.

Published in Ambiente

AMELIA – Sarà inaugurato domani pomeriggio, 7 gennaio, alle 16, il primo bene pubblico adottato dai cittadini di Amelia. Si tratta della Rotonda delle Nazioni che è stata presa in carico dalla contrada Collis del Palio dei Colombi i cui volontari hanno risistemato la rotatoria, migliorandone le caratteristiche e curandone l’arredo urbano. Spetterà ora alla contrada prendersi cura della manutenzione ordinaria della struttura. All’inaugurazione ci sarà la sindaca Laura Pernazza che taglierà il nastro insieme ai rappresentanti della contrada e ai cittadini invitati per l’occasione. “E’ la prima iniziativa – fa notare la Pernazza – che si avvia grazie al nuovo regolamento approvato dall’amministrazione comunale sulla possibilità di gestione del patrimonio pubblico da parte dei cittadini, singoli o associati”.

Il regolamento prevede la presa in carico di aree verdi, orti, arredi pubblici, piazze, vicoli e piazzette dei centri storici, marciapiedi e altri spazi pubblici o aperti al pubblico. I gestori possono essere associazioni, circoli, comitati, organizzazioni di volontariato, istituzioni scolastiche, parrocchie, enti religiosi, soggetti giuridici ed operatori commerciali. Altre iniziative possono essere legate a manutenzione ordinaria, tutela igienica, pulizia e conferimento dei rifiuti, sfalcio periodico dei prati, lavorazione del terreno ed eventuali concimazioni, cura e sistemazione delle aiuole dei cespugli e delle siepi, annaffiatura e quant’altro necessario alla tutela, cura e manutenzione. Il regolamento rende attuabile anche la riconversione e riprogettazione delle aree con la collocazione di fiori, alberi, arbusti e siepi ed inserimento di nuovi arredi urbani.   Per quanto riguarda il verde è possibile la realizzazione di orti urbani destinati alla sola coltivazione di ortaggi, piccoli frutti, fiori ed erbe aromatiche senza scopo di lucro.

Published in Cronaca

TERNI – E’ uno scontro tutto amerino quello che attende le elezioni in Provincia per il nuovo presidente. I due candidati scaldano i motori e svelano i propri programmi. Giampiero Lattanzi, attuale presidente dopo le dimissioni di Leopoldo di Girolamo e sindaco di Guardea, e Laura Pernazza, sindaca di Amelia, parlano del futuro della Provincia e di come dovrà essere anche dopo i risultati referendari che l’hanno in qualche modo rimessa in pista.

“Abbiamo garantito l’erogazione dei servizi essenziali pur in presenza di un contesto caratterizzato da enormi difficoltà dovute ai fortissimi tagli e alle grandi incertezze sul futuro delle Province”, dice Lattanzi facendo anche un bilancio del 2016 e ricordando che “strade e scuole sono stati i nostri punti di riferimento. Non eravamo in grado – spiega ancora - a causa della pesante situazione finanziaria, di poter fare investimenti consistenti o realizzare nuove opere, abbiamo però sempre cercato di garantire un servizio dignitoso ai cittadini.

Oggi – aggiunge – la situazione presenta delle prospettive diverse. Dopo gli esiti del referendum siamo in attesa di capire come le Province, che sono rimaste di rango costituzionale, possano tornare utili alle comunità di riferimento. E’ molto importante, sotto questo versante, la disponibilità dichiarata dall’assessore regionale Bartolini che ha annunciato l’avvio di un percorso che porti rapidamente ad un’intesa istituzionale tra la Regione e le due Province umbre”.

Molto positiva, per Lattanzi, è stata poi la conclusione, insieme alla Regione, del percorso di ricollocazione del personale e la salvaguardia di un corpo di polizia provinciale “che oggi più che mai – osserva - viste le problematiche ambientali, risulta importante. Adesso è il momento di accelerare sui servizi che la nuova Provincia può erogare ai territori modificando e aggiornando la legge Delrio dopo i risultati referendari per consentire alle Province di operare al meglio, soprattutto in alcune specifiche materie come strade scuole e servizi per i comuni. La Provincia è sempre di più un sicuro punto di riferimento per le politiche di area vasta.

Abbiamo varato la centrale unica di committenza che dà risposte concrete alle amministrazioni locali, garantiamo ai Comuni un’informazione istituzionale puntuale che ha fatto uscire dall’anonimato molti territori e realtà. L’indice di gradimento e di soddisfazione da parte dei Comuni è la più sicura certificazione che ciò che stiamo facendo va nella giusta direzione. Dobbiamo però continuare a lavorare.

Ci vogliono le giuste risorse e i giusti supporti istituzionali, continuando nello sforzo, già molto valido, finora profuso dagli enti regionali per costruire una Provincia nuova, al passo con i tempi, moderna, efficiente e tempestiva, nelle risposte e nelle attività. Per questo auspico per l’8 gennaio, giorno delle elezioni, una forte partecipazione al voto da parte di sindaci e consiglieri che possono dare un impulso ancora maggiore ad un ente che dovrà essere sempre più utile per i territori e le comunità”. 

Pernazza – Per la Pernazza la nuova Provincia dovrà essere “al servizio di tutti i comuni, e non solo di quelli ‘amici’”. Sarà un ente, per la sindaca di Amelia, meno costoso, meno burocratico e che pesi di meno sulle spalle dei cittadini. La sindaca ricorda poi di aver dato la propria disponibilità “al solo fine di rappresentare l’intero centrodestra, cosciente del fatto che i numeri di un’elezione, che non mi piace per niente, sono quelli che sono.

L’ho fatto – prosegue - per spirito di servizio e per evitare che il centrodestra non fosse rappresentato. Certamente sono intenzionata a svolgere una capillare campagna elettorale cercando di evidenziare le mie idee e con tale spirito chiederò a tutti i sindaci e consiglieri comunali della provincia di appoggiare un progetto di cambiamento e di rinnovamento come ho cercato di fare ad Amelia in questi primi mesi di governo. La nuova Provincia dovrà essere aperta verso l’Italia e l’Europa e coinvolgere le migliori risorse presenti sia nel territorio che al di fuori di esso per lo sviluppo del turismo, delle imprese e dell’economia in generale”.

Published in Cronaca

TERNI – Mille e trecento persone, cinque Comuni con i rispettivi sindaci, una serie di associazioni, gruppi e animatori tra cui i Re Magi da Giove, gli sbandieratori di Amelia e gli infioratori di San Gemini. Sono i numeri della spedizione che partirà dalla provincia di Terni per animare la prestigiosa sfilata 2017 di “Viva la Befana” in programma in Vaticano il 6 gennaio e che quest’anno sarà animata dai Comuni di Giove, capofila, Amelia, Acquasparta, San Gemini e Otricoli.

L’iniziativa è stata presenta ai giornalisti stamattina in Provincia dalla vice sindaca di Giove Elisabetta Pevarello, dal sindaco di Acquasparta Roberto Romani, dai vice sindaco di San Gemini, Mimma Trotti, e Otricoli Nico Nunzi, e dal presidente dell’ente Palio dei Colombi di Amelia Alberto Rini. I Comuni porteranno tre doni a Papa Francesco: un’opera in ceramica, un quadro realizzato con le tecniche dell’infioratura e un ulivo a cui saranno appesi tre contenitori di ceramica a forma di goccia, contenenti olio, vino e acqua Sangemini. Otricoli rievocherà l’antica Roma, Amelia e San Gemini il Medioevo, Giove e Acquasparta il Rinascimento.

“Per noi è un onore essere stati scelti e guidare la delegazione – ha detto la vice sindaca di Giove Pevarello. Dopo la nostra partecipazione lo scorso anno, siamo stati di nuovo contattati stavolta per organizzare tutta la manifestazione, insieme agli altri quattro comuni che hanno aderito con grande entusiasmo”.

Tutti i presenti hanno ringraziato le associazioni e i gruppi che si stanno organizzando ed impegnando per la riuscita della manifestazione. “Oltre ad essere un onore – hanno sottolineato – la sfilata di Via la Befana in Vaticano è anche un’eccezionale occasione di promozione. Ci saranno circa 100mila spettatori ai quali potremmo mostrare il meglio delle nostre terre, dal punto di vista turistico-culturale e sociale”. 

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA - “Pur essendo sorpresi per il modo in cui ne siamo venuti a conoscenza, esprimiamo soddisfazione per la decisione dell’Amministrazione Comunale di trasferire dopo le vacanze natalizie le classi della scuola dell’infanzia del Sant’Angelo presso il nuovo plesso scolastico.

Eravamo stati noi, infatti, con lettera aperta alla Sindaco, a sollecitare già da novembre questa decisione, al fine di dare una risposta alle famiglie che, all’indomani dei fatti sismici di agosto ed ottobre, esprimevano preoccupazione per i propri figli. In quella lettera proponevamo una sistemazione temporanea della viabilità per l’accesso alla struttura ed il trasloco della mobilia e del materiale didattico esistente presso il Sant’Angelo: all’epoca suscitavamo reazioni di stupore nei nostri interlocutori della maggioranza.

In questa fase di accelerazione, comunque, ci saremmo aspettati una comunicazione più efficace e capillare da parte dell’Amministrazione verso tutte le famiglie interessate, magari attraverso un’assemblea pubblica come da noi richiesto in quella stessa lettera: sarebbe stata un’occasione per condividere con tutta la cittadinanza le novità a proposito di un’opera così sentita ed attesa dalla città, ma anche per spiegare gli indirizzi per la riorganizzazione complessiva di un importante servizio come la scuola.

Oggi non possiamo non rilevare le contraddizioni emerse nella gestione di questa vicenda. Innanzitutto non vi è traccia di atti ufficiali, né di delibere di Giunta che esprimano le scelte politiche di fondo sulla questione. Inoltre, ricordiamo le affermazioni dell’Assessore ai lavori pubblici rese nel Consiglio Comunale del 29 settembre scorso a proposito dell’avanzamento dei lavori della nuova scuola: in quella sede l’assessore dichiarava che la regimazione delle acque non era idonea, che non esisteva l’accesso alla struttura né il progetto relativo e che l’Amministrazione stava valutando il da farsi; inoltre esprimeva preoccupazione per la non disponibilità degli arredi né di somme utili per l’acquisto di nuovi.

Oggi tutti questi impedimenti sembra che non esistano più: infatti, è notizia che il trasloco sarà concluso entro la fine dell’anno e che il prossimo 9 gennaio i bambini del Sant’Angelo verranno accolti nella nuova scuola, dove saranno trasferiti gli arredi già in uso.

Cosa è successo nel frattempo? L’Amministrazione in poco più di due mesi è riuscita a fare miracoli? O forse non erano vere quelle loro affermazioni e non tenevano volutamente conto di quanto già realizzato da chi li ha preceduti? Infatti il collaudo statico dell’opera è stato effettuato ad aprile 2016, così come a quella data erano già stati richiesti gli allacci delle utenze; per la sistemazione della rete fognaria c’erano già accordi con la SII; tutti i privati interessati dalla questione della viabilità di accesso erano stati coinvolti e comunque, vista la difficoltà di trovare accordi, già dal 2015 erano stati eseguiti i sopralluoghi con i tecnici della Provincia e ne erano stati contattati i rappresentanti politici per una soluzione alternativa per la strada di accesso.

Eravamo dunque nel vero quando sostenevamo che la scuola era di fatto completata e che mancavano degli interventi realizzabili in poco tempo e con una spesa già prevista nel quadro economico dell’opera: oggi ne abbiamo conferma e rivendichiamo l’esattezza delle nostre considerazioni”.

Gruppo consigliare Vivere Amelia

 

Published in La Finestra

AMELIA – Sono trascorsi sei mesi dal successo elettorale che ha permesso a Laura Pernazza di divenire sindaco di Amelia. Ora, sul finire del 2016, per la Pernazza e la sua maggioranza è tempo di tirare un primo bilancio dell’azione intrapresa e iniziare a fissare gli obiettivi per il tempo a venire, come quello di “mettere di nuovo Amelia al centro dell’amerino recuperando quel ruolo che negli ultimi tempi si è andato perdendo”.

L’occasione per tracciare questo primo resoconto è stata la conferenza stampa tenutasi nella sala del consiglio provinciale nella mattinata di venerdì 30 dicembre dove oltre al sindaco erano presenti gli assessori Avio Proietti Scorsoni (Lavori Pubblici) e Federica Proietti (Cultura), il presidente del Consiglio comunale Leonardo Pimpinelli e i consiglieri comunali Gianni Gatti e Tamara Grilli.

“Abbiamo trovato – ha spiegato la Pernazza - una situazione economico-finanziaria molto pesante anche per mancanza di politiche a lungo raggio ed abbiamo assunto scelte anche impopolari ma nell’ottica di una maggiore efficienza ed efficacia del bilancio e dell’attività amministrativa”.

Cantieri La volontà del primo cittadino di Amelia è quella di chiudere in tempi rapidi tutti i cantieri ancora aperti. Il riferimento è andato in primo luogo alla chiusura dell’asilo comunale e all’apertura della nuova scuola materna.  “Per quanto riguarda l’asilo – ha spiegato il sindaco – abbiamo attivato voucer per poter far utilizzare la struttura privata anche alle famiglie meno abbienti. La nuova materna aprirà il 9 gennaio e per farlo abbiamo trovato una soluzione temporanea per sei mesi che ci permetterà di realizzare una strada di accesso che nel progetto della passata amministrazione era mancante. Inoltre abbiamo ottenuto un finanziamento dalla Fondazione Carit di 45mila euro per i mobili e gli arredi”.

Riorganizzazione macchina comunale Uno dei punti programmatici su cui la Pernazza e la sua maggioranza hanno posto l’accento in campagna elettorale era la riorganizzazione della macchina comunale. In questo primo lasso di tempo, le prime mosse del sindaco e della maggioranza è stato il cambio del segretario comunale e dell’avvocatura e una rapida riorganizzazione del personale.  Il nostro ufficio tecnico – ha aggiunto – è stato fortemente impegnato negli ultimi tempi soprattutto nei sopralluoghi post sisma. Ne sono stati fatti 121, fra edifici pubblici e privati ma fortunatamente la situazione è sotto controllo”.

Cultura Nel corso della conferenza la Pernazza ha sottolineato il grande impegno dell’amministrazione sul piano culturale testimoniato anche dal ruolo riservato al professor Vittorio Sgarbi e all’esposizione in anteprima mondiale del dipinto di Rubens Allegoria della fede-Sibilla Persica. “Grazie al lavoro di Vittorio Sgarbi -. Ha affermato – abbiamo registrato un’impennata di visite al museo. Sono molto orgogliosa inoltre – ha concluso - di aver avviato ad Amelia il percorso della scoperta dei disegni di Leonardo da Vinci ritraenti la Cascata delle Marmore”

Statuto Spazio anche allo statuto comunale dove si susseguono le riunioni della commissione competente per arrivare alla nuova stesura che “prevedrà anche assessori esterni”.

Published in Cronaca

AMELIA – Secondo il gruppo consigliare Vivere Amelia la maggioranza si sarebbe in qualche modo appropriata di un progetto, come quello della nuova scuola dell’infanzia, in gran parte già realizzato dalla passata amministrazione Maraga. In una nota infatti, il gruppo di minoranza, intervenendo sulla prossima apertura della nuova scuola, sostiene che i collaudi, gli allacci alla rete fognaria, la viabilità e altre opere strutturali erano già state praticamente fatte dalla giunta di centrosinistra.

“Il collaudo statico dell’opera – scrive infatti Vivere Amelia - è stato effettuato ad aprile 2016, così come a quella data erano già stati richiesti gli allacci delle utenze. Per la sistemazione della rete fognaria c’erano già accordi con la Sii e tutti i privati interessati dalla questione della viabilità di accesso erano stati coinvolti e comunque, vista la difficoltà di trovare accordi, già dal 2015 erano stati eseguiti i sopralluoghi con i tecnici della Provincia e ne erano stati contattati i rappresentanti politici per una soluzione alternativa per la strada di accesso. Eravamo dunque nel vero quando sostenevamo che la scuola era di fatto completata e che mancavano degli interventi realizzabili in poco tempo e con una spesa già prevista nel quadro economico dell’opera. Oggi ne abbiamo conferma e rivendichiamo l’esattezza delle nostre considerazioni”.

Published in Cronaca

AMELIA – L’arte della cucina e della mensa barocca sarà il tema della conferenza del professor Tommaso Lucchetti, docente e storico della cultura gastronomica e dell'arte conviviale, in programma al museo domani alle diciassette. L’iniziativa culturale, che offrirà anche la degustazione di ricette barocche, rappresenta la tappa amerina del programma “Made in Christmas” ideato dal circuito Terre & Musei dell’Umbria ed è uno degli appuntamenti collaterali dedicati alla mostra “Allegoria della Fede.

La Sibilla Persica”, opera inedita di Rubens, curata da Vittorio Sgarbi. Il Barocco fa da filo conduttore ad una serie di iniziative nel campo della musica, dell’arte, della cucina, della moda e del costume, temi che accompagneranno queste festività, con momenti di approfondimento sotto la guida di esperti.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – L’hanno spuntata i fedeli. Monsignor Piemontese anche stavolta ha dovuto fare marcia indietro difronte al muro del no delle comunità di credenti. Dopo essere stato costretto, a Terni, a rinunciare al trasloco delle reliquie di San Valentino, il vescovo ha dovuto anche fare retromarcia e riaprire la cattedrale di Santa Firmina dove si celebrerà domani, la consueta messa di Natale.

La officerà il segretario particolare del vescovo, il narnese don Stefano Mazzoli, che riceverà i fedeli come sempre a mezzanotte nella chiesa della patrona. Nella lettera di concessione della cattedrale, monsignor Piemontese dice, tradendo, almeno sembra, anche un pizzico di malcontento, di aver “percepito l’angustia di alcuni fedeli che per motivi legati alla tradizione e al clima natalizio mi hanno chiesto di ritornare sulla decisione”.

Altre messe potranno essere celebrate nelle parrocchie e nelle chiese ma forse sarà l’ultima volta. Monsignor Piemontese infatti ha sì concesso la messa in cattedrale ma anche ricordato che in atto una profonda revisione dell’organizzazione complessiva della diocesi e quindi anche delle sante messe. “Esorto caldamente  – scrive infatti il capo della curia ternana nella lettera di concessione della messa di Natale – la comunità cristiana amerina, insieme a tutta la diocesi, a rivedere la propria impostazione pastorale nella prospettiva delle comunità pastorali da poco istituite.

Occorrerà ridurre la proliferazione delle sante messe e dei sacramenti nelle varie chiese, concattedrale compresa, e rivedere le modalità cristiane di celebrare le feste alla luce di criteri liturgico-pastorali e non del “si è sempre fatto così”. Insomma, sembra dire il vescovo, passi per quest’anno ma dal 2017 la musica cambierà. Accetteranno i fedeli tutti questi cambiamenti? E’ presto per dirlo, si vedrà, per il momento ad Amelia si “godono” la vittoria natalizia.  

Corr. Rover.

Published in Cronaca

AMELIA – Un vero e proprio putiferio. E’ quello che sta scatenando l’orientamento del vescovo che con ogni probabilità, a meno di clamorosi dietrofront, non permetterà di celebrerà la messa di Natale in cattedrale. L’ufficializzazione della scelta è attesa in queste ore ma sembra proprio che monsignor Piemontese abbia ormai preso la sua decisine. Prova ne sono anche le parole della sindaca Laura Pernazza che ha parlato personalmente con il capo della curia ternana.

“L’ho contattato – spiega – ed ho avuto con lui un colloquio leale e sincero. La decisione non è stata ancora presa ma se dovesse essere confermata la chiusura della cattedrale io come sindaco non posso intervenire direttamente, non ho competenze in materia, la decisione è solo del vescovo. Ci tengo però – precisa la Pernazza – a sottolineare che se monsignor Piemontese prendesse questa decisione, non lo farebbe per punto preso o per fare un dispetto agli amerini.

Una scelta del genere avrebbe le sue ragioni”. Le messe, informa la sindaca, verranno dirottate a San Francesco e in tutte le parrocchie. Contro la curia però si sono mossi anche i fedeli. Alcuni manifesti sono comparsi sui muri della città, mentre il presidente dell’associazione Amelia Diocesi Amintore Valentini Marano ha reso pubblica la lettera inviata al vescovo. “Il pensiero di vederla chiusa e spenta crea anche un sentimento di angoscia”, scrive Valentini Marano a proposito della cattedrale ed aggiunge: “ottanta anni or sono il vescovo di allora, interpretando il sentimento di fede e attaccamento degli amerini stabilì che nelle notti di Natale e Pasqua nessuna messa doveva essere celebrata nelle altre chiese della città, e così è stato fino ad oggi.

Perché recidere questi antichi legami? Sicuramente non porterà nuovi consensi di fede, anzi ne allontanerà molti. E' questo che si vuole? Lei è la nostra guida spirituale ma dovrebbe anche ascoltare la voce dei fedeli. In tutta franchezza dobbiamo dirle che lei ha avuto cattivi consigli”. Un altro caso scoppia quindi nella diocesi di Terni, Narni e Amelia dopo i fatti di Terni in occasione di San Valentino, quando i fedeli si ribellarono alla volontà del vescovo di portare via le reliquie del santo dalla chiesa a lui dedicata. In quel caso monsignor Piemontese desistette, stavolta cosa farà?  

Published in Cronaca

AMELIA - “Non c’è nessun patto del Nazareno in salsa ternana”. Laura Pernazza fa chiarezza sulla situazione politica venutasi a determinare dopo la presentazione di due liste di centrodestra per le elezioni provinciali dell’8 gennaio. “Ho dato la disponibilità ad una mia candidatura – spiega - al solo fine di rappresentare l’intero centrodestra, cosciente del fatto che i numeri di un’elezione, che non mi piace per niente, sono quelli che sono. L’ho fatto per spirito di servizio e per evitare che il centrodestra non fosse rappresentato.

Certamente sono intenzionata a svolgere una capillare campagna elettorale cercando di evidenziare le mie idee per una Provincia che sia al servizio di tutti i comuni, e non solo di quelli “amici”, che sia meno costosa, meno burocratica e che pesi di meno sulle spalle dei cittadini. Con tale spirito – aggiunge - chiederò a tutti i consiglieri comunali della provincia e a tutti i sindaci della stessa di appoggiarmi per cambiare e per rinnovare tutto come ho cercato di fare ad Amelia in questi primi mesi di governo, dando luogo ad un’apertura significativa verso l’Italia e l’Europa e coinvolgendo le migliori risorse presenti sia nel territorio che al di fuori di esso per lo sviluppo del turismo, delle imprese e dell’economia in generale”.

 

 

 

Published in Cronaca

AMELIA - Un dirigente di 46 anni del Penna in Teverina, Giorgio Sensini, è morto domenica pomeriggio durante la partita in trasferta contro il Porchiano. Sul risultato di 1 a 0 improvvisamente i calciatori sono stati richiamati dalle urla disperate provenienti dagli spalti. Il dirigente, che secondo le ricostruzioni del fatto, stava seguendo la partita su una zona rialzata. Ad un certo punto sarebbe precipitato battendo fortemente la testa. A determinarne la caduta sarebbe stato un malore, forse un infarto. Immediatamente soccorso dal 118, per il 45 enne non c'è stato purtroppo nulla da fare. La partita è stata sospesa.

Il cordoglio del sindaco Paoluzzi - Vicinanza personale e a nome dell’amministrazione comunale è espressa dal sindaco, Stefano Paoluzzi, ai famigliari del dirigente della Polisportiva Penna in Teverina deceduto ieri per un malore mentre assisteva alla gara di calcio Porchiano-Penna. “Alla famiglia vanno le nostre condoglianze – dice il sindaco- siamo vicini al loro dolore, a quello dei ragazzi del Penna e a tutta la dirigenza per la scomparsa di Giorgio, da anni sostenitore della squadra e amico di tutti i giocatori e di tutti noi”.  

Published in Cronaca

AMELIA - “Athletic Lab Amelia” e “Narni Atletica”, in collaborazione con l’Assessorato allo Sport del Comune di Amelia, organizzano per oggi, alle ore 15.30 ad Amelia presso il Centro Sportivo “Aldo Pagliaricci ” in Loc. Paticchi, una esibizione di atletica leggera, specialità Salto con Asta e Salto in Alto “indoor”. L’iniziativa, volta a promuovere e sviluppare le suddette discipline sportive nel territorio, vedrà protagonista la struttura “indoor” che sarà utilizzata per lo svolgimento degli allenamenti dei giovani atleti locali – attuali e futuri –, nonché quale struttura sportiva di supporto alle attività degli istituti scolastici del comprensorio.

Testimonial d’eccezione, la pluripremiata atleta Sara Simeoni, entrata nella storia del salto in alto mondiale: due volte primatista del mondo con 2.01 nel 1978, Campionessa Europea nel 1978 ed Olimpica (medaglia d’oro) nel 1980. Parteciperanno altresì i più importanti atleti umbri delle due specialità, tra cui, per l’asta, Giacomo Befani (Spoleto), campione mondiale master nonché importante allenatore della specialità a livello nazionale; alcune delle sue promettenti allieve, quali Francesca Zafrani (campionessa indoor cadetta) e Agnese Soli, cadetta di San Gemini (Tr), Alessandra Lazzari (azzurra delle categorie giovanili) ed Eugenio Ceban, campione universitario e già medaglia d’argento promesse, nonché e 4° ai campionati Assoluti Italiani nel 2015 con la misura di 5,05.

Per il Salto in alto, invece, è prevista la presenza di Eleonora Schertel, studentessa di origine viterbese e già tra le migliori promesse nazionali: ai campionati di società italiani di atletica leggera, infatti, tenutisi nello scorso mese di Settembre in Orvieto, contribuendo alla vittoria della gara della “finale Argento”, ha portato le ragazze umbre della propria squadra ad accedere alla massima categoria (la finale Oro che si terrà nel 2017), ambizioso traguardo e risultato “storico” per un gruppo sportivo umbro.

Prenderanno parte all’evento anche l’allievo Ludwig Schertel, nonché Atleti ed Atlete delle prove multiple - Decathlon e Pentathlon, tra cui Roberto Bartoluzzi di Perugia (tra i primi giovani della categoria Italiani), Martina Mazzola e Marin Capcelea. Nel corso della manifestazione, sarà infine possibile per i giovani presenti sperimentare, con l’ausilio dei tecnici e degli atleti, la disciplina del salto con l’asta.

“Manifesto con grande entusiasmo il plauso a tale iniziativa” – dichiara l’Assessore di Amelia Massimiliano Galli. “La promozione e lo sviluppo delle attività sportive nel territorio è uno degli obiettivi principali che intendo perseguire e sapere che il Centro Sportivo di Paticchi sarà il punto di riferimento di tanti giovani atleti che vogliono dedicarsi all’Atletica Leggera non può che essere la conferma che questa è la direzione da seguire. Un sentito ringraziamento va alle associazioni sportive promotrici dell’evento che, oltre a mettere a disposizione le loro competenze e la loro esperienza nel settore, dimostrano il reale significato della passione per lo sport e per i valori che lo stesso rappresenta”.

Published in Sport
Venerdì, 16 Dicembre 2016 13:40

Amelia / Apre la nuova scuola dell'infanzia

AMELIA - Aprirà il 9 gennaio la nuova scuola comunale dell’infanzia a località Camerata. Ne dà notizia l’assessore ai lavori pubblici, Avio Proietti Scorsoni, che sottolinea come la decisione di trasferire i bambini è stata anticipata anche in relazione al terremoto “per tranquillizzare – spiega l’assessore stesso – le famiglie comprensibilmente preoccupate, anche se l’attuale struttura di Sant’Angelo non ha subito danni strutturali”. Il trasloco della scuola inizierà martedì 27 dicembre e si concluderà giovedì 29. “Abbiamo terminato tutti gli adempimenti propedeutici ed indispensabili al trasferimento, la preside, Graziella Cacafave, ha già svolto un sopralluogo insieme alle insegnanti. Ringrazio tutti i tecnici e i responsabili comunali, la ditta esecutrice dei lavori, per l’impegno assunto, e i genitori per la pazienza e per l’aiuto che vorranno fornire alle insegnanti nelle operazioni conseguenti al trasloco che sarà eseguito con i mezzi del Comune. Spero che i bambini si possano trovare a loro agio in questa nuova struttura colorata e spaziosa senza rimpiangere la vecchia, ma amata, scuola”.

Published in Cronaca

AMELIA – Grave incidente stradale lunedì mattina 12 dicembre lungo l’Ortana dove un’auto che procedeva in direzione Orte è finita nel fossato sottostante la carreggiata facendo un volo di cinque metri. Grave una delle due persone che viaggiavano all’interno della vettura. Si tratta di una donna di 66 anni ricoverata d’urgenza all’ospedale Santa Maria di Terni dove è stato portato anche l’uomo, il padre, che era con lei. La donna ha riportato gravi ferite as un braccio ed è stata sottoposta ad intervento chirurgico, la prognosi è risrevata. Migliori invece le condizioni di salute dell'anziano padre. Sul posto vigili del fuoco, 118 e carabinieri.

Published in Cronaca

AMELIA - Un incendio ha danbneggiato una falegnameria a Porchiano del Monte. Le fiamme si sono sprigionare alle prime ore del mattino di domenica 11 dicembre e a causa del materiale presente sono divampato in pochissimi minuti. Sul posto i vigili del fuoco di Terni e Amelia che hanno inviato quattro squadre lavorando per oltre quattro ore per spegnere l'incendio e mettere in sicurezza il locale. Secondo le prime notizie emerse il rogo sarebbe scoppiato per cause accidentali. I vigili del fuoco hanno infatti escluso il dolo. Il titolare ha assicurato che l'attività riprenderà regolarmente domani.

Published in Cronaca

TERNI – Dai presepi al turismo, fino allo sviluppo. Tentano, i Comuni dell'amerino, di unire le forze per superare la crisi e creare nuove collaborazioni. La prima mossa è arrivata con il Natale di qeust'anno. Otto Comuni dell’amerino insieme per il primo concorso intercomunale riservato ai più bei presepi del territorio. E’ l’iniziativa “Presepi per le vie”, promossa dai sindaci di Amelia, Montecastrilli, Lugnano in Teverina, Guardea, Penna in Teverina, Avigliano Umbro, Montecchio e Attigliano, appoggiata dalla Provincia di Terni e presentata oggi alla stampa in sala del Consiglio provinciale.

Il concorso prevede un premio, decretato da una giuria di esperti, per i cinque migliori presepi realizzati in spazi pubblici o nelle case private, ma visibili dall’esterno, e durerà fino al 7 gennaio. E’ la prima esperienza insieme per le festività natalizie avviata dalle amministrazioni comunali del territorio amerino. “Il valore però va oltre il semplice concorso e si pone l’obiettivo di instaurare e potenziare la collaborazione fra gli enti per la promozione turistica ed economica”, è stato detto dal presidente della  Provincia, anche sindaco di Guardea, Giampiero Lattanzi, che ha anche sottolineato il ruolo di sostegno ai Comuni del nuovo ente di area vasta, dalla sindaca di Amelia Laura Pernazza, dai sindaci di Montecastrilli, Fabio Angelucci, e Lugnano in Teverina, Gianluca Filiberti, dai consiglieri comunali di Avigliano Umbro, Manlio Bertoldi, Montecchio, Monica Bracciantini, e Penna in Teverina, Simone Corvi, questi ultimi in rappresentanza dei rispettivi sindaci.

Oltre a quelli in concorso i Comuni hanno presentato anche quelli istituzionali previsti nel percorso di promozione. Ad Amelia i presepi permanenti della Santissima Annunziata e della cattedrale, a Fornole il presepe per la via, a Montecastrilli il presepe vivente di Castel dell’Aquila, a Lugnano in Teverina il presepe vivente e quello artistico alla chiesa della Collegiata, a Guardea i presepi per le vie del borgo antico, a Penna in Teverina il presepe De la Penna, ad Avigliano Umbro il presepe artigianale all’aperto, a Montecchio il presepe vivente di Tenaglie e ad Attigliano i presepi della chiesa di San Lorenzo.

 “I Comuni hanno delle opere bellissime e metterle in rete per farne un ideale percorso a disposizione dei visitatori ci è sembrata una cosa importante per promuoverli ulteriormente, sfruttandone la portata per valorizzare anche il territorio e i singoli comuni”, hanno sottolineato tutti durante la conferenza stampa, aggiungendo anche che il valore dell’iniziativa va oltre il Natale. “La collaborazione fra enti vicini per territori e tradizioni è importantissima soprattutto in un periodo di crisi e di necessità di ripensare lo sviluppo. Queste sinergie sono preziose per potenziare l’offerta turistica e dare risposte anche in termini economici”.   

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA - L’on. Antonio Tajani, primo vice presidente del Parlamento europeo, sarà presente all’inaugurazione dello “sportello Europa” sabato prossimo. A darne notizia è la sindaca Laura Pernazza che annuncia l’apertura del nuovo servizio comunale alla sala Boccarini di Piazza Vera.

“Sarà finalizzato a dare servizi alle imprese – spiega la Pernazza che taglierà il nastro a mezzogiorno - l’obiettivo è infatti realizzare al Comune una struttura di supporto per essere sempre più vicini a chi contribuisce allo sviluppo economico di Amelia e dell’intero comprensorio narnese–amerino”.

Tajani, insieme alla giunta e al Consiglio, riferisce sempre la Pernazza, sarà poi accompagnato in una visita guidata al museo civico e al dipinto di Rubens “Allegoria della Fede–La Sibilla Persica”, esposto nelle sue sale. 

Published in Cronaca
Mercoledì, 07 Dicembre 2016 16:52

Amelia / A Vittorio Sgarbi il premio Barbarossa

AMELIA - Sarà assegnato domenica prossima a Vittorio Sgarbi il 21esimo premio Barbarossa. Lo rende noto la sindaca Laura Pernazza che insieme al presidente della Società Teatrale Riccardo Romagnoli consegnerà in teatro il riconoscimento al critico d’arte in occasione del concerto “Splendori del barocco” dei Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone. Istituito nel 1995, il Barbarossa annovera molti nomi noti dell’arte, della scienza, dello spettacolo e del giornalismo che nel corso degli anni hanno ricevuto il premio. Tra questi Giorgio Albertazzi, Gigi Proietti, Terence Hill, Giovanni Minoli e Bruno Canino. Il premio viene annualmente assegnato per onorare coloro che abbiano dato lustro ai valori della tradizione civile e culturale in Italia e nel mondo. Il nome deriva dalla presenza nel Teatro Sociale del dipinto di Domenico Bruschi, raffigurante l’assedio di Amelia da parte di Federico I Barbarossa. “Vuole però essere – affermano la Pernazza e Romagnoli - un omaggio alla visione politica e culturale che la dinastia Sveva intese realizzare nel mondo occidentale, privilegiando e diffondendo la civiltà, le tradizioni e la nascente lingua del nostro Paese”.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – E’ un a specie di allarme, vestito con gli abiti degli atti consiliari, ma, a stringere, di questo sembra trattarsi. Vivere Amelia lancia infatti una richiesta all’amministrazione per capire quale sia lo stato di tutti gli edifici pubblici più importanti dopo il terremoto. Tra questi mette anche le scuole, compresa quella dell’infanzia, e chiede di sapere pure i tecnici che hanno eventualmente lavorato alle verifiche e il metodo per la loro selezione. E’ un’interrogazione lo strumento usato dal gruppo consiliare con il quale tira in ballo i sopralluoghi a ospedale, sede municipale, Cisterne Romane, Palazzo Petrignani, Complesso Boccarini, dentro il quale ci sono l’ufficio Iat, il chiostro, la sala Boccarini, il Museo Archeologico, la biblioteca e l’archivio storico. “Vogliamo sapere – dice infine Vivere Amelia – se il Comune si è attivato presso la Regione Umbria per richiedere finanziamenti o contributi straordinari resi disponibili per la messa in sicurezza degli edifici pubblici che risultino compromessi o inagibili”.

Published in Cronaca

AMELIA – Tempi e modalità di finanziamento del nuovo ospedale, tenendo però la barra dritta sul 2017, anno entro il quale i lavori devono cominciare. Lo dice l’ordine del giorno del Consiglio comunale approvato dalla maggioranza, con l’astensione della minoranza, proposto dal gruppo dei Cinquestelle. Nel documento si impegna anche la direzione generale dell’Usl a invertire la rotta dello smantellamento del Santa Maria dei Laici, “procedendo anzi – sta scritto nel testo - ad un potenziamento delle prestazioni di chirurgi ambulatoriale e di day surgery tramite il rafforzamento dei servizi in campo oculistico e l’implementazione di nuove specialità chirurgiche anche itineranti, dando attuazione alla delibera del direttore generale in maniera di utilizzare appieno le sale operatorie esistenti”. 

L’ordine del giorno intende anche garantire investimenti in termini di strutture e personale per la ricostituzione del servizio di week surgery “nel caso – dice il Consiglio - che non ci siano risposte sicure anche nei tempi riguardo alla realizzazione dell’ospedale comprensoriale”. Il documento pone poi l’attenzione sul rafforzamento della riabilitazione motoria e cardiologica e del servizio dialisi, “ripristinando la piena funzionalità dell’oncologia, inaugurata poco prima delle elezioni regionali ed attualmente non utilizzata”. L’ordine del giorno intende “incrementare e razionalizzare i servizi territoriali ed in particolar modo rispetto al progetto della Casa della salute che ad oggi, come si evince dalle delibere approvate, è un mero assembramento delle strutture già esistenti (Pes, consultorio,  uffici Usl).

Si chiede una pausa di riflessione indipendentemente dal cammino già svolto per ascoltare i cittadini, gli operatori sanitari, i medici condotti, i pediatri per costruire insieme una proposta di ampio respiro in grado per esempio di eliminare viaggi difficili se non impossibili a quella fascia di persone, spesso anziane, che devono fare degli esami diagnostici dʼurgenza. Pensare di fare un tale investimento a fondo perduto, visto che la struttura sarà costruita da un privato che manterrà la proprietà a fronte di un affitto oneroso, di circa 200mila euro l’anno per le casse pubbliche, solo per razionalizzare logisticamente i servizi offerti senza affrontare il problema di come restituire una risposta migliore alle reali esigenze sanitarie territoriali è un non senso che pagheremo per decenni”.

Il Consiglio chiede infine alla sindaca di sollecitare la Regione dell'Umbria per lo sblocco immediato dell'iter concorsuale per l'apertura della quarta farmacia e contestualmente modificarne l'ubicazione”. L’assemblea elettiva si orienta per farla a San Lorenzo. Stoccate al Pd – “Il Pd – dicono i Cinquestelle a commento del documento - nella persona dell’ex assessore Luciano Renzi, nonostante avesse avuto la mozione stessa in anticipo proprio per addivenire ad un accordo unitario nell’interesse di tutti gli amerini, i cittadini del territorio che usufruiscono dei servizi ed i lavoratori del comparto, nonostante che il testo sia stato aggiustato in maniera concorde, durante il Consiglio, proprio per accogliere le richieste dello stesso e del suo partito di non urtare la suscettibilità dei propri capi in regione, al momento del voto si è sfilato dall’accordo, forse ritenendo troppo avanzate e di buon senso le richieste in questione.

Appare quindi ancora più evidente, se mai ce ne fosse bisogno, il motivo di questi venticinque anni di ritardo nella costruzione del nuovo ospedale comprensoriale e nella riorganizzazione in maniera funzionale ed efficiente della sanità del territorio”.

Published in Cronaca

AMELIA - Sarà un bando di gara ad assegnare l’appalto per le manutenzioni della pubblica illuminazione. Lo fa sapere l’assessore ai lavori pubblici Avio Proietti Scorsoni il quale sottolinea che “l’affidamento ai privati tramite gara, già avviata prima del nostro insediamento, ci consentirà di sopperire alle carenze di organico del Comune”.

L’assessore ha anche fatto il bilancio dei suoi primi cento giorni di amministrazione. “Nonostante le poche risorse – dice - molte questioni sono state affrontate e risolte, ovviamente altre ne rimangono ancora ma stiamo facendo il possibile per riuscire ad affrontarle tutte nel migliore dei modi, tenendo naturalmente in considerazione eventuali emergenze. Ai cittadini chiediamo un po’ di pazienza”.

Proietti Scorsoni informa che le segnalazioni pervenute dai cittadini al Comune sono state fin qui oltre 300, soprattutto sul decoro urbano. “Hanno riguardato in special modo – dichiara - la sistemazione di tratti di strada, lo sfalcio dell’erba, la pulizia di piazzette, vicoli, caditoie e reti fognarie.

“Abbiamo inoltre trattato le problematiche legate a piccioni, ratti e gatti, eseguito manutenzioni agli edifici scolastici, ci siamo occupati di sicurezza pubblica e stradale, cercando di tenere in buono stato le aree verdi e occupandoci di raccolta dei rifiuti. A tutto questo si aggiungono – conclude l’assessore – gli interventi per la piscina, la scuola materna, la variante sulla 205 Amerina, i parcheggi, le mura ciclopiche, le lottizzazioni varie e i giardini, oltre naturalmente al grande lavoro, straordinario, legato alle verifiche post sisma”. 

Published in Cronaca

AMELIA - “Piena fiducia e apprezzamento per il suo lavoro” sono stati espressi stamattina in Consiglio comunale dalla sindaca Laura Pernazza a Sonia Bertocco durante la discussione sulla mozione relativa alla sua nomina ad amministratrice di Aman presentata dal gruppo Cinquestelle.

La Pernazza, in una nota di risposta alla mozione, ha sottolineato “l'elevato profilo professionale, nonché manageriale, di Sonia Bertocco come emerge, tra l'altro, in maniera limpida dalla lettura del suo curriculum vitae e dalla nota che in modo molto serio e trasparente ha voluto trasmettere alla sottoscritta e all'intero Consiglio comunale.

Questo – ha aggiunto - per chiarire ancora meglio alcuni aspetti legati al suo precedente lavoro in Ast, anche se palesemente non attinenti alla valutazione di un organo politico come il Consiglio comunale”. La sindaca ha anche ricordato che la nomina della nuova amministratrice è avvenuta attraverso un bando pubblico. “Forse qualcuno – ha affermato - voleva che si continuasse a scegliere la classe dirigente con logiche ormai superate.

Invece sotto la mia amministrazione ogni singola scelta verrà supportata da criteri inderogabili quali quelli relativi al merito, alle competenze e alle capacità, piuttosto che ai classici criteri di spartizione o di appartenenza politica. In una comunità che si rispetti – ha puntualizzato - la trasparenza è d'obbligo, a questo punto spero ormai sia chiaro a tutti chi abbiamo messo a gestire un’azienda che è patrimonio del Comune di Amelia e degli altri Comuni soci. Mi auguro – ha concluso la Pernazza - che cessino le polemiche, scaturite per vicende che non c'entrano con Amelia, in modo da lasciar lavorare il nuovo cda per poi verificarne i risultati”.  

Published in Cronaca

AMELIA – Sulla nomina di Sonia Bertocco ad amministratrice delegata di Aman, il Movimento Cinquestelle di Amelia e al Consiglio regionale chiede chiarimenti attraverso due specifiche interrogazioni. In Comune a presentarla sono stati i consiglieri Gianfranco Chieruzzi e Romano Banella, in Regione il consigliere Andrea Liberati. Nelle interrogazioni, inviate alla stampa dal M5S, si chiedono chiarimenti in merito al passato lavorativo della Bertocco.

In particolare il M5S chiede di sapere se sia vero che, "a seguito di un audit, la Bertocco fu trasferita da Aspasiel alla logistica di Ast" e se, come sostengono i due consigliere grillini, a suo carico ci fu un provvedimento di sospensione da parte dell’ex ad di Accia Speciali Morselli. Sempre nelle interrogazioni si chiede di sapere se risponda al vero che l’attuale ad di Aman non è più dipendente di Ast e se questo fosse vero "quali siano i m otivi".

Published in Cronaca

AMELIA - Giovedì 24 novembre si celebra la festa di Santa Fermina, patrona della città e copatrona della diocesi di Terni Narni Amelia. Una celebrazione che è un evento comunitario religioso e civile, un incontro annuale tra Amelia e Civitavecchia per rinsaldare il gemellaggio tra le due città nel nome della comune patrona Fermina, giovane martire del III secolo. Due saranno i principali momenti liturgici di giovedì 24 novembre: alle ore 11.15 la celebrazione nella Cattedrale con i sacerdoti di Civitavecchia, alla presenza dei pellegrini, delle autorità e rappresentanze della città laziale, insieme ai bambini del catechismo e fedeli di Amelia. Al termine ci sarà l’omaggio ai pellegrini e autorità con l’esibizione del complesso bandistico “Città di Amelia”.

Alle ore 17.30 la solenne celebrazione nella Cattedrale di Amelia sarà presieduta da padre Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia, alla presenza dei sacerdoti della diocesi e dei sindaci di Civitavecchia, Amelia, Alviano, Attigliano, Giove, Guardea, Lugnano in Teverina e Penna in Teverina, animata dalla corale “Amerina”. La celebrazione sarà preceduta alle 17 dalla rievocazione storica della pesatura e offerta dei ceri, secondo gli Statuti del 1346 e dall’accensione dei ceri con la “Fiaccola S. Fermina” portata dalle associazioni sportive di Civitavecchia. Nei tradizionali abiti del Trecento, i rappresentanti dei borghi del territorio comunale offrono alla patrona grossi ceri il cui peso equivale simbolicamente a quello dei nuclei familiari presenti nel borgo che essi amministrano.

Sarà poi consegnato il premio Santa Fermina conferito alla memoria di don Sandro Bigi per la “Cittadella della solidarietà”. Al termine verranno proclamati gli alunni vincitori del “Concorso Santa Fermina” riservato alle scuole dell’amerino. Il giorno 24 verrà allestita la Fiera del Dolce e la pesca di beneficenza nel seminario.

SANTA FERMINA
Di origini romane, Fermina si convertì giovanissima al Cristianesimo, con impegno ed entusiasmo si consacrò all’apostolato, convertendo tantissime persone, sollecitata da una fede fervida e operosa. Secondo la sua passio, che non è anteriore al sec. VI, Fermina era una vergine romana figlia dello stesso praefectus urbis, Calpurnio. Da Roma la famiglia si trasferì a Civitavecchia e quindi ad Amelia. La giovane Fermina qui visse una vita eremitica, rivolgendo ai fedeli parole di conforto esortandoli coraggiosamente alla fede e all’amore.
Un consularis Olimpiade, che aveva tentato di sedurla, fu da lei convertito e diede poi la vita per la fede. Fermina seppellì il martire in un suo fondo detto Agulianus a circa otto miglia da Amelia il 1° dicembre.

Denunciata come cristiana, Fermina fu arrestata e condotta davanti al giudice Megezio il quale, nemico acerrimo dei cristiani, la sottopose a minacce e tormenti più spietati che non spezzarono però il suo coraggioso rifiuto di rinnegare la fede cristiana. Più tardi anche lei subì il martirio. Era il 24 novembre del 304 d. C quando la giovane Fermina fu martirizzata dal Prefetto romano di Amelia, Magenzio. Dopo numerosi tormenti, appesa con i capelli alla colonna (la tradizione vuole che sia quella posta all’ingresso del Duomo), mentre veniva torturata con le fiamme, Fermina morì pregando il Signore per sé e per i suoi persecutori. Molti vedendola morire in quel modo si convertirono al Vangelo. I resti del prezioso corpo vennero segretamente sepolti con grande venerazione dai Cristiani, fuori le mura di Amelia, e vi restarono occulti per circa sei secoli. Furono ritrovati nell’anno 870 e da allora sono solennemente custoditi nella Cattedrale di Amelia.
Le si attribuiscono numerosi miracoli, uno dei quali avvenne durante la navigazione verso Civitavecchia (allora Centumcellae); una violenta tempesta che infuriava in mare sulle imbarcazioni venne placata dall’intervento miracoloso della vergine Fermina. La santa sostò per un periodo in una grotta del porto, sulla quale è stato successivamente costruito il Forte Michelangelo. Per questo è anche la protettrice dei naviganti.

Dopo oltre 17 secoli, Fermina è un esempio di come amare il Signore, anche in mezzo ai sacrifici, ai problemi, alle difficoltà della vita e, le celebrazioni in suo onore, mostrano, ancora oggi, l’intensa devozione che la popolazione locale da secoli destina alla propria patrona. La festa di Santa Fermina a Civitavecchia si celebra il 28 Aprile, giorno in cui giunsero nella città le reliquie donate dalla città di Amelia (28 aprile 1647).

Published in Sociale

AMELIA - Elisa Vincenzini e Sara Paolucci saranno tra le sportive e gli sportivi che verranno premiati dalla sindaca di Amelia Laura Pernazza. Ad annunciarlo è la stessa Pernazza che complimentandosi con le due atlete per i recenti risultati ottenuti nelle rispettive specialità sportive, rende nota l'intenzione di organizzare un’iniziativa per premiare atleti e atlete di Amelia.

La Vincenzini ha conquistato l’oro alla Golden Cup di Karate svoltasi a Velletri, un risultato che segue un altro oro conquistato a maggio ai campionati europei a Timosoara (Romania). La Paolucci, ginnasta dello Spring Team, ha conquistato invece la finale nazionale di specialità Torino attrezzo trave.

“Ho iniziato, insieme ai miei collaboratori, una ricognizione sulle eccellenze sportive del nostro territorio – dichiara la sindaca - per me è un onore dare a loro il giusto risalto e merito per i tanti sacrifici a cui vanno incontro anche insieme alle loro famiglie”.

Published in Sport

AMELIA - Mano testa ai produttori e piccoli imprenditori di Norcia che si trovano in difficoltà a causa del sisma che ha colpito la Valnerina Umbra. L'assessore al commercio del comune di Amelia, Massimiliano Galli (Lega Nord), si è recato proprio a Norcia per conoscere di persona la realtà di alcune aziende messe in ginocchio dal terremoto. Galli ha, quindi, proposto alla Mind Srl, organizzatrice della celebre “Maratona dell'olio”, evento di promozione dei prodotti locali, di poter inserire nel circuito almeno due stand da dedicare ad aziende norcine per la promozione dei prodotti.

“La proposta – spiega l'assessore amerino – è stata accolta con grande entusiasmo dagli organizzatori che hanno deciso di svilupparla ad Amelia e Narni. Questo vuol dire che alla prossima “Maratona dell'olio”, per quanto riguarda l'anteprima di Amelia, in programma il 24 novembre e poi a Narni, dal 25 novembre, alcune aziende di Norcia avranno la possibilità di esporre i propri prodotti. Purtroppo abbiamo posti limitati, ma in un momento di difficoltà ci è sembrato doveroso offrire il nostro contributo”.

Da parte sua il capogruppo Lega Nord Umbria, Emanuele Fiorini, chiederà alla Regione uno stanziamento di risorse per sostenere le aziende di Norcia nella degustazione, come già previsto per quelle partecipanti. “Un ringraziamento alla Mind Srl, organizzatrice dell'evento, che ha accettato la nostra proposta” conclude Fiorini.

(Nella foto una delle botteghe del centro di Norcia chiuse ed evacuate a causa del terremoto)

Published in Economia

AMELIA - Saranno trasferiti temporaneamente in altre sedi i servizi sanitari di Piazza Vera. Lo stabilisce un’ordinanza della sindaca Laura Pernazza con la quale si prende atto dell’inagibilità della porzione di edificio adibita a distretto sanitario e ad uffici Usl 2. A Narni Scalo sono stati dislocati neuropsichiatria infantile, presso la neuropsichiatria e neuropsicologia, e medicina legale e ufficio protesi, al centro di salute, dove sono state appoggiati anche l’amministrazione e il coordinamento sanitario.

Al centro salute di Amelia invece sono stati spostati la distribuzione farmaci e la commissione invalidi civili, il servizio veterinario di Narni-Amelia è stato dislocato in un altro stabile di proprietà comunale sempre in Piazza Vera, mentre a Terni è stata trasferita la gestione rifiuti speciali. Il provvedimento, spiega l’ordinanza, è stato assunto in attesa delle valutazioni della Protezioni civile.

Published in Cronaca

AMELIA – Permette l’adozione di aree verdi e spazi pubblici il nuovo regolamento approvato dal Consiglio comunale sulla gestione del patrimonio cittadino che offre la possibilità di presa in carico di aree verdi, orti, arredi pubblici, piazze, vicoli e piazzette dei centri storici, marciapiedi e altri spazi pubblici o aperti al pubblico. I gestori possono essere associazioni, circoli, comitati, organizzazioni di volontariato, istituzioni scolastiche, parrocchie, enti religiosi, soggetti giuridici ed operatori commerciali. Per quanto riguarda il verde è possibile la realizzazione di orti urbani destinati alla sola coltivazione di ortaggi, piccoli frutti, fiori ed erbe aromatiche senza scopo di lucro.

Altre iniziative possono essere legate a manutenzione ordinaria, tutela igienica, pulizia e conferimento dei rifiuti, sfalcio periodico dei prati, lavorazione del terreno ed eventuali concimazioni, cura e sistemazione delle aiuole dei cespugli e delle siepi, annaffiatura e quant’altro necessario alla tutela, cura e manutenzione. Il regolamento rende attuabile anche la riconversione e riprogettazione delle aree con la collocazione di fiori, alberi, arbusti e siepi ed inserimento di nuovi arredi urbani. “In sostanza – spiega il sindaco Laura Pernazza - con questo regolamento vogliamo offrire la possibilità di interventi di rigenerazione, recupero, manutenzione, trasformazione ed innovazione che complessivamente incidono sul miglioramento della qualità della vita nella città e creano sinergie e collaborazioni fra amministrazione e cittadini”.

Published in Cronaca

NARNI – Il terremoto dà una mano anche alla collaborazione fra il Santa Maria di Terni e gli ospedali di Narni e Amelia. L’azienda ospedaliera ha infatti chiesto all’Usl 2 di Terni di poter collocare i pazienti nella fase di  post acuzie e liberare in tal modo spazi nei reparti del Santa Maria. A renderlo noto è il diretore sanitario Sandro Fratini. “L'azienda ospedaliera – spiega - ha proposto anche di collaborare alla gestione di tali pazienti con l'invio di geriatri e altri specialisti nelle sedi periferiche per supportare i medici dei presidi. Lo stesso supporto – aggiunge Fratini - sarà garantito anche nel potenziamento dell'assistenza domiciliare, sempre per facilitare la dimissione dei pazienti dal Santa Maria”.

Il fatto è che il terremoto, sempre secondo Fratini, ha colpito la Valnerina e sta avendo riflessi importanti anche nell'azienda ospedaliera di Terni. "Nessun danno alla struttura - spiega il direttore sanitario - ma la chiusura dei piccoli ospedali, delle RSA e delle residenze per anziani ha determinato un inevitabile maggior afflusso di pazienti e soprattutto un rallentamento importante dei tempi di dimissione dei pazienti stessi, con un intasamento delle corsie. I letti nei corridoi sono ricomparsi in numero consistente  e rischiano di peggiorare con l'arrivo dell'epidemia influenzale”.

"Per ridurre al minimo l'impatto negativo di questi ultimi eventi sismici sui servizi sanitari, in termini di organizzazione, comfort e qualità globale delle prestazioni – aggiunge il direttore generale Maurizio dal Maso - stiamo cercando di mettere in campo tutte le soluzioni possibili. E richiediamo anche la preziosa collaborazione dei medici di medicina generale e dei cittadini stessi, per evitare quanto più possibile inutili afflussi al Pronto Soccorso e lasciare quindi tutti i letti a disposizione dei pazienti che hanno un bisogno di cura importante e non differibile". 

Published in Cronaca

TERNI - Tutte le scuole di ogni ordine e grado sarano chiuse fino a sabato. Lo hanno deciso Regione e direzione didattica regionale durante il summit di oggi a Foligno al centro regionale di protezione civile. 

La situazione in provincia di Terni - Ad Amelia una famiglia è stata costretta ad abbandonare la propria abitazione dopo il sopralluogo dei vigili del fuoco. Nel centro storico e nelle frazioni del comune continuano le verifiche per accertare lo stato degli edifici, pubblici e privati. A fare il punto è la sindaca Laura Pernazza: “Da domenica scorsa e fino a ieri tecnici dell’amministrazione, nell’ambito delle attività svolte dai vigili del fuoco, hanno verificato le condizioni di Palazzo Petrignani, Cisterne romane, Museo, Sala Boccarini, Duomo di San Francesco.

In collaborazione con i tecnici della diocesi sono state controllate anche chiese e cappelle dei cimiteri di tutto il territorio per consentire in sicurezza lo svolgimento delle festività dei Santi e dei Defunti. Al setaccio, insieme ai responsabili Usl, anche l'Ospedale, Palazzo Colonna ed i locali del distretto sanitario”. Nella giornata di oggi inoltre, sono state effettuate nuove ispezioni su tutti i siti scolastici.

A Montefranco la sindaca Rachele Taccalozzi ha disposto la chiusura di un tratto di circa 50 metri di Via di Sotto, nel centro storico, per il pericolo derivante da un edificio danneggiato dal sisma. Il comune ha inoltre allestito, in collaborazione con la protezione civile, due punti di accoglienza con 20 posti letto. Il primo punto è stato collocato all’auditorium comunale, il secondo nell’area dello stadio di Fontechiaruccia.

I sopralluoghi di questa mattina nel centro abitato di Quadrelli (Montecastrilli) hanno portato alla chiusura di un tratto di circa 200 metri della SP 41 Settevalli per la quale c'è anche l'ordinanza del sindaco Fabio Angelucci. I tecnici della Provincia di Terni e del Comune, in coordinamento con i vigili del fuoco, hanno infatti individuato un pericolo derivante da un edificio, non abitato e prospiciente la strada, risultato danneggiato dal terremoto. Ancora da verificare è invece lo stato di un fabbricato lungo la SP 22 Carsulana.

Nel comune di Calvi dell’Umbria un tratto di strada che costeggia la chiesa di San Francesco, è percorribile soltanto in una carreggiata a causa del danneggiamento di parte dei cornicioni esterni dell’edificio religioso. Oltre a questa situazione, al momento non risultano nuove criticità sulla SP 18 Calvese.

Giulia Agostini

Published in Cronaca
Lunedì, 31 Ottobre 2016 14:32

Terremoto / Controlli a tappeto e scongiuri

TERNI – Andranno avanti fino a domani i controlli su tutto il patrimonio immobiliare pubblico e privato. Il terremoto ha costretto tutti gli enti a rifare il giro delle scuole, delle strade, degli ospedali, degli uffici pubblici, dei monumenti e di tutte le case da cui sono giunte segnalazioni dei cittadini, dopo che tali verifiche erano già state fatte la settimana scorsa. Ma l’intensità della scossa di domenica 30 ottobre ha rimescolato le carte. Ciò che era già stato fatto non serve più. A Ferentillo i problemi più grandi con sei famiglie evacuate per sicurezza dopo che i vigli del fuoco e i tecnici comunali avevano verificato l’inagibilità delle abitazioni. Anche ad Acquasparta i vigili del fuoco hanno dovuto sistemare il campanile della chiesa che presentava una parte dell’intonaco danneggiato.

Sono inoltre iniziate stamattina le verifiche della Provincia di Terni agli edifici che ospitano le scuole superiori di tutto il territorio provinciale. I tecnici stanno controllando tutte e 36 le strutture di competenza dell’ente fra Terni, Orvieto e Narni esaminando la tenuta e le condizioni di stabilità dopo la nuova scossa di terremoto registrata ieri mattina. Analoghi sopralluoghi erano stati fatti anche la settimana scorsa dopo il primo sisma e non avevamo evidenziato alcun tipo di problema. I nuovi controlli termineranno mercoledì, così da poter autorizzare la riapertura delle scuole per il giorno successivo.

Controllate ieri anche tutte le vie di comunicazione sull’intero territorio provinciale. Il servizio viabilità, insieme alle squadre di cantonieri, hanno battuto l’intera rete stradale di competenza dell’amministrazione, concentrando l’attenzione soprattutto sulle zone più vicine alle aree della Valnerina perugina colpite dal sisma. Al termine dei sopralluoghi non sono state registrate particolari criticità. Solo in un caso, lungo la SP Calvese nel comune di Calvi dell’Umbria, si è proceduto alla disposizione di un senso unico alternato, disposto dai vigili del fuoco, in prossimità della chiesa di San Francesco. Il provvedimento si è reso necessario per il danneggiamento di una piccola parte di cornicione dell’edificio religioso e rientrerà non appena eseguiti i lavori di riparazione. Un successivo sopralluogo del Comune valuterà se la Provincia debba o meno emettere un’ordinanza. Anche a Narni, come negli altri comuni del territorio narnese-amerino, sono ricominciati stamattina, 31 ottobre, i sopralluoghi su edifici pubblici e privati nel territorio comunale.

Lo riferisce il sindaco Francesco de Rebotti secondo il quale i tecnici hanno già svolto ieri i due terzi dei controlli messi in programma. Le squadre, suddivise per compiti e funzioni, si stanno occupando di completare i controlli nelle abitazioni segnalate dai cittadini e contestualmente stanno eseguendo gli ulteriori accertamenti in scuole, edifici pubblici, chiese e cimiteri. ”E'un lavoro complesso – dichiara de Rebotti - ma che completeremo entro domani. Stiamo mobilitando tutte le risorse a disposizione. Da ieri intanto i volontari della Prociv Arci, insieme ad altri gruppi locali di volontariato, sono a Norcia per collaborare alla macchina dei soccorsi coordinata da Regione e Protezione civile nazionale. Per le segnalazione il Comune ha messo a disposizione il centralino dell’ente allo 07447471. Intanto i sindaci di Amelia e Montefranco hanno messo a disposizione posti letto. Per gli sfollati. Ad Amelia la sindaca Laura Pernazza ha reso disponibili agriturismi e case private per ospitare le persone provenienti dalle zone terremotate dell’Umbria. “Un pensiero – scrive la Pernazza in un messaggio inviato ai sindaci - va ai nostri amici di Norcia e degli altri comuni colpiti dal sisma. Vi siamo vicini e potete contare su di noi”.

Corr. Rover.

Published in Cronaca

NARNI - Il bilancio del terremoto nel narnese - amerino è certamente migliore di quello della zona di Norcia purtroppo martoriata dalla più forte scossa sismica dalla fine degli anni Settanta ad oggi ma non per questo facile da gestire .

A Narni sono state circa 100 le segnalazioni complessive giunte a Comune e protezione civile. "Ne abbiamo ricevute circa 40 - informa il coordinatore Prociv Arci Franco Ricci - le abbiamo verificare tutte ed erano di lievissima entità". Terminato anche il sopralluogo nelle scuole comunali e superiori dove non sono state rilevate criticità.

L'ordinanza del sindaco de Rebotti di chiusura degli asili fino al 2 novembre è comunque confermata come quella per i monumenti principali. Rinviata anche la partita di calcio Narnese-Subasio come tutte le altre in programma in Umbria.

Amelia e amerino - Anche ad Amelia e amerino i danni sono stati contenuti. I sindaci Laura Pernazza di Amelia e Giampiero Lattanzi di Guardea hanno dovuto chiudere alcune chiese. In particolare ad Amelia quella di San Francesco e a Guardea quelle dei Santissimi Pietro e Paolo e quella di Sant'Egidio. Problemi alla chiesa e al castello anche ad Alviano dove il sindaco Giovanni Ciardo si è riservato una decisione solo dopo ulteriori sopralluoghi.

Monumenti e musei chiusi - Molti i monumenti e i musei chiusi. Ad Amelia il museo civico, a San Venanzo il museo vulcanologico, a San Gemini il Geolab, a Montecchio l'Antiquarium. Situazione leggermente più complicata a Giove dove sono stati dichiarati inagibili il castello e una casa circostante. A Calvi dell'Umbria è crollata una porzione della chiesa di Santa Maria Maddalena.

Published in Cronaca

TERNI – I danni più ingenti secondo i risultati dei primi sopralluoghi tecnici su strutture pubbliche e private, il terremoto li ha inferti alle chiese. A Calvi dell’Umbria è crollata la volta della chiesa di Santa Maria Maddalena che ha indotto Comune e vigili del fuoco a chiudere l’edificio. Altri forti danni ad Amelia e Guardea.

La sindaca Laura Pernazza ha infatti  dichiarato inagibile la chiesa di San Francesco e vietato per oggi, 30 ottobre, con un'ordinanza a scopo precauzionale, l’utilizzo di tutti gli altri edifici religiosi della città. “La chiesa di San Francesco – dichiara– presenta lesioni e danni agli intonaci tali da indurci a dichiararla non agibile. Per tutte le altre abbiamo registrato distaccamenti di intonaci ed altri danni che dovremmo approfondire nelle prossime ore.

Eseguiremo sopralluoghi accurati ma per oggi, visto anche il periodo a ridosso delle festività dei morti, abbiamo ritenuto necessario decretarne la chiusura”. La messa delle 11.00 già programma con il vescovo monsignor Piemontese verrà quindi svolta in piazza XXI Settembre. Anche a Guardea il sindaco Giampiero Lattanzi ha decretato l’inagibilità di due chiese. Si tratta di quella dei Santissimi apostoli Pietro e Paolo, la principale, e della chiesa di Sant’Egidio già lesionata dalle precedenti scosse sismiche. Vietate anche le lezioni di catechismo.

Published in Cronaca

NARNIl  - Il sindaco Francesco de Rebotti torna a parlare del nuovo ospedale comprensoriale. “Il primo appuntamento di questa mattina tenutosi all’ospedale - dice in una nota - con la presenza della direzione sanitaria regionale, della direzione della ASL e dell’azienda ospedaliera – spiega il sindaco - rappresenta un primo passo importante nella direzione di una più puntuale, concreta e veloce attivazione di un modello integrato dei servizi ospedalieri del territorio”.

Trapela ottimismo dalle parole del sindaco concentrato nella realizzazione di un progetto definito “imprescindibile per i cittadini in primis, per il sistema sanitario regionale e per il nostro territorio”. De Rebotti fissa in modo chiaro l’obiettivo da raggiungere, ossia “il repentino rafforzamento del ruolo e dei servizi del nosocomio narnese che necessita di significativi e rapidi investimenti sul capitale professionale, sulla qualificazione delle strutture tecnologiche e sul completamento degli interventi infrastrutturali già avviati”.

Il tutto deve essere realizzato cercando di “far funzionare bene, efficientemente i nostri presidi ospedalieri del territorio” in modo che, continua de Rebotti, “dialoghino tra loro e presentino un quadro di servizi integrato all’interno del quale ciò che conta è la qualità, la velocità, la puntualità delle risposte alle domande di salute che ci pongono i cittadini e non la loro collocazione all’interno di quella o l’altra struttura”. Il nuovo ospedale di Narni-Amelia manterrà quindi una forte componente di territorialità dei servizi in integrazione con Terni, tanto da essere definito dal sindaco narnese una sorta di “Santa Maria 2”.

De Rebotti conclude spiegando che: “le richieste da parte mia sono state indirizzate al rafforzamento dell’impianto economico del progetto, da garantire attraverso un impegno finanziario pubblico di Regione ed ASL, alla presa in carica del progetto da parte delle strutture tecniche regionali e della ASL con il supporto del Comune di Narni per garantirne l’attivazione e rendere immediatamente operativo ogni passaggio”.

Giulia Agostini

Published in Cronaca

AMELIA – Il problema dei furti sta diventando una questione grave. I ripetuti colpi nelle abitazioni stanno infatti generando una vera e propria psicosi fra i cittadini ed hanno indotto la politica a mettere all’ordine del giorno la questione. Vivere Amelia chiede un potenziamento delle forze dell’ordine. “Quelle che ci sono – dice il gruppo consiliare – stanno facendo il massimo per arginare il fenomeno ma non basta”.

Vivere Amelia pressa la sindaca Laura Pernazza per chiedere al prefetto la convocazione di un comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza specifico sulla situazione di Amelia, “così da poter potenziare – dice l’opposizione - la presenza di tutte le forze di sicurezza sul nostro territorio e far vivere i cittadini in un contesto di maggiore protezione e sicurezza. La prefettura – ricorda poi sempre il gruppo - si è sempre contraddistinta per la sua sensibilità nell'accogliere tali richieste quando, in passato, si è presentato il problema e siamo certi che anche questa volta, se il sindaco accoglierà il nostro invito, farà la sua parte”.

Published in Cronaca

AMELIA - È allarme furti in città. L'arresto di pochi giorni fa da parte dei carabinieri viene infatti visto come una conferma delle preoccupazioni che stanno montando da giorni. Fra le forze politiche la tensione non è da meno, prova ne è la presa di posizione del gruppo consiliare del M5S che chiama in causa la sindaca chiedendole interventi decisi. "Pur consapevoli delle difficoltà e dell'impegno delle forze dell'ordine per contrastare questi fatti e tutelare l'incolumità dei cittadini - dicono Gianfeanco Chieruzzi e Romano Banella - chiediamo che venga fatto ogni possibile sforzo per prevenire e reprimere questi fenomeni. In particolar modo chiediamo alla sindaca, cui l'articolo 54 del TUEL "conferisce la vigilanza su tutto quanto possa interessare la pubblica sicurezza, informandone il prefetto", di attivarsi in tal senso per addivenire ad un miglior controllo del territorio e coordinamento delle forze di polizia presenti sullo stesso (carabinieri e guardia forestale), coadiuvate dai vigili urbani e se necessario ricorrendo anche all'aiuto anche della polizia di stato. Chiediamo inoltre che venga predisposto e messo in atto un piano per il controllo del territorio tramite l'utilizzo di telecamere".

Published in Cronaca

AMELIA – E’ intitolata allo scomparso cantautore napoletano Pino Daniele la 12ma edizione del Premio Musica Controcorrente, che vedrà il 29, 30 e 31 ottobre le fasi finali che si svolgeranno all’auditorium Molino Silla sede della Comunità Incontro di Amelia. Fase finale che vedrà 21 artisti contendersi il titolo, dopo una selezioni di oltre cento proposte. Ad accompagnarli artisti del calibro di Joe Amoruso amico e pianista di Pino Daniele, Mariella Nava una delle più brave autrici contemporanee, Carlotta  nota artista amerina che con “Frena” si impose in passato all’attenzione del pubblico di Sanremo e ora insegnante al C.E.T. di Mogol e Valeria Crescenzi artista ternana (vincitrice nel 2009 in occasione della quinta edizione del Premio Autore Controcorrente – Franco Califano -), che sarà accompagnata alla chitarra dal maestro Francesco Valente.

A svelare i dettagli della rassegna nazionale della canzone d’autore nazionale sono stati Sergio Garroni presidente presidente dell’associazione Musica Controcorrente e Laura Pernazza sindaco di Amelia in una conferenza stampa che si è tenuta nella mattinata di lunedì 24 ottobre alla sala del consiglio provinciale.

“Tre serate di musica e spettacolo – ha commentato Garroni – e tante canzoni rigorosamente dal vivo, dove si tributerà un omaggio a Pino Daniele ma anche in memoria del fondatore Don Pierino Gelmini della Comunità Incontro, che ospiterà l’evento”. La Pernazza dal canto suo invece ha sottolineato il sostegno del Comune di Amelia, “è dovuto – spiega il sindaco - alla volontà di valorizzare e sensibilizzare ogni espressione artistica. Si è appena concluso con successo Ameria festival e fino a domenica 8 gennaio continuerà al Museo archeologico l’esposizione dell’Allegoria della fede, opera inedita di Pieter Paul Rubens portata da Vittorio Sgarbi”.

La giuria di questa 12ma edizione sarà composta da Sergio Garroni, Joe Amoruso, Lele Barlera, Francesco Valente, Francesco Morettini, Giuseppe Anastasi, Luca Angelosanti, Leopoldo Lombardi e Maurizio Ferrario. 

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – I carabinieri di Amelia hanno arrestato per furto due rumeni di 26 e 30 anni colti in flagranza di reato mentre si trovavano in un appartamento del centro storico. Il fatto è avvenuto nella tarda serata di venerdì 21 ottobre quando i militari dell’Arma, chiamati dal proprietario, sono entrati nella casa ed hanno bloccato i malviventi prima che potessero compiere il furto e fuggire.

Il padrone avevano notato la porta aperta e insospettito aveva deciso di chiamare i carabinieri. I due ladri si erano serviti di una torcia elettrica per mezzo della quale stavano cercando oggetti di valore da rubare. Dopo la convalida dell’arresto avvenuta nel corso della direttissima tenutasi presso il tribunale di Terni, sono stati rimessi in libertà in attesa delle successive udienze.

Ma il fatto di cronaca conferma le preoccupazioni che stanno montando da giorni in città. Molte persone si sono infatti lamentate di furti o tentativi di furto soprattutto nel centro storico e nelle zone limitrofe, cosa che aveva indotto i carabinieri già da diversi giorni ad intensificare i controlli per cercare di prevenire atti criminosi.

Published in Cronaca

AMELIA – Il vice sindaco Andrea Nunzi risponde alle dichiarazioni del segretario Pd Daniele Miliacca sull’ospedale e sulle stoccate rivolte all’amministrazione comunale. “Il nuovo sindaco e la sua amministrazione – afferma Nunzi – sono in carica da pochissimo tempo e comunque il sindaco è stato sempre favorevole alla creazione del nuovo ospedale comprensoriale. Abbiamo sempre partecipato attivamente con tante altre componenti della vita sociale e politica amerina (vedi il comitato di salvaguardia dell'ospedale), alla tutela ed alla salvaguardia del nostro ospedale, in attesa della costruzione del nuovo”.

L'assessore Nunzi, dopo un incontro con il direttore generale dell’Usl2 Imolo Fiaschini ribadisce, sempre in attesa della costruzione del  nuovo ospedale, l'impegno per l’attuale ospedale. “Mantenimento di un reparto di medicina qualificato – rende noto - con un aumento dei posti di lungodegenza, e,  inoltre un servizio di chirurgia ambulatoriale programmata, attività compatibile con la struttura ospedaliera di Amelia. E' previsto  il mantenimento del servizio di riabilitazione cardiologica ed un potenziamento di quello neuromotorio.

Il già qualificato servizio di dialisi verrà incrementato a breve fino ad  un numero di dodici posti, con l'ausilio di una nuova strumentazione, già acquistata dall’Usl2 e che verrà utilizzata anche nella nuova struttura da costruire. Continuerà l'attività del servizio di chirurgia oculistica, già conosciuto ed apprezzato da molti cittadini, ed inoltre è in corso d'espletamento un concorso pubblico per la copertura di un posto di specialista in oncologia, da utilizzare in entrambe le strutture di Amelia e Narni. Il punto di primo soccorso rimane attivo nell'ospedale. Questa amministrazione – conclude Nunzi si farà garante del mantenimento dei servizi presenti nel vecchio ospedale, impegno che forse è mancato a qualche amico di casa del segretario Pd”. 

Published in Cronaca

AMELIA – Il gruppo consiliare Vivere Amelia rivendica il successo della sua interrogazione sulla vicenda dei contributi inizialmente pagati dal Comune all’assessore Galli. “Abbiamo evitato – scrive in una nota la minoranza - che venissero pagati con i soldi dei cittadini. Grazie alla nostra interrogazione, infatti, l'amministrazione si è resa conto che il Comune non deve pagare i contributi e dopo averli versati ora, grazie al nostro intervento, avrebbe chiesto all'Inps di rimborsaglieli. In consiglio vorremmo vedere gli atti che dimostrano che i cittadini amerini non dovranno pagare i contributi all'assessore. Esprimiamo inoltre – aggiunge Vivere Amelia - rammarico nel leggere che la Pernazza considera strumentale la nostra interrogazione. Evidentemente avevamo ragione visto che il sindaco ha dovuto fare retromarcia. Noi siamo chiamati a controllare che i soldi dei cittadini vengano spesi secondo legge e non vengano dati privilegi illegittimi a chi non spettano”.

Published in Cronaca

AMELIA – Dal Pd di Amelia arriva un plauso al sindaco di Narni Francesco de Rebotti dopo la sua presa di posizione sulla questione dell’ospedale comprensoriale. “Fondamentale” viene definito “l'impegno del sindaco de Rebotti sulla vicenda”. A dirlo è il segretario del Pd amerino Daniele Miliacca secondo il quale “finalmente arriviamo a quello che consideriamo non solo un forte scatto in avanti, bensì un punto di svolta chiarificatore e decisivo da parte della giunta regionale che ora diventa apice di una "cabina di regia".

La vicenda del "comprensoriale" – prosegue Miliacca - rischiava di divenire quasi secondaria rispetto ad altri temi del ternano, fatto che non avremmo potuto accettare perché, soprattutto, riteniamo la nostra idea di sanità essere fondante per offrire standard di servizi quotidiani dignitosi ed innovativi ai cittadini di un territorio comunque vasto per la provincia di Terni, senza dimenticare risvolti occupazionali consistenti.

Essenziale sarà anche – puntualizza - far partire quanto prima i lavori per la realizzazione della Casa della salute fortemente voluta dall'ex sindaco Riccardo Maraga”. Poi arriva la stoccata alla sindaca Pernazza. “Ci dispiace invece – afferma infatti Miliacca - aver dovuto appurare il totale disimpegno dell'amministrazione Pernazza che evidentemente ribadisce passivante le sue priorità, in cui non c'è menzione alcuna dell'ospedale Narni-Amelia con tutto quello che ne consegue anche per l'attuale nosocomio amerino".

Corr. Rover.

Published in Cronaca

AMELIA - Ammontano a 3mila e 300 euro i fondi raccolti nel corso dell’iniziativa “Pastaiola solidale” svoltasi domenica al chiostro Boccarini in favore delle popolazioni di Norcia colpite dal sisma. Lo rende noto la sindaca Laura Pernazza che esprime soddisfazione per la riuscita della serata organizzata dal Comune con la collaborazione delle pro loco, delle associazioni, delle attività commerciali e dei cittadini. “Siamo molto soddisfatti del successo dell’iniziativa sia per la solidarietà di tanti amerini che hanno partecipato, sia per gli aiuti concreti che grazie alla sensibilità dei cittadini, ora possiamo dare agli amici di Norcia. Voglio ringraziare tutti, dagli organizzatori a coloro che sono intervenuti, non dimenticando certamente la presenza, a noi assai gradita, del vice sindaco di Norcia Pietro Luigi Altavilla”.

Published in Cronaca

AMELIA - Dopo il recente annuncio della nascita del Comitato ternano, anche ad Amelia si costituisce il “Comitato per il No – BASTA RENZI”, denominato “Stai SereNO! - Amelia”.

Questo il comunicato inviato alla stampa:

"Il Comitato si rivolge a tutti i cittadini che ne vorranno condividere lo spirito e le finalità, al di là delle appartenenze a movimenti o partiti politici, perché se è vero che possono esistere divergenze sulle politiche di ogni giorno, è anche vero che vi può - e vi deve - essere concordia sulle regole costituzionali atte a garantire il corretto funzionamento della meccanismo democratico. La fermezza nel sostenere le “ragioni del NO”, insieme con la necessità di sensibilizzare i propri concittadini sull’effettivo contenuto e sulle reali conseguenze della c.d. “Riforma Boschi” e di aprirsi ad un serio confronto e dialogo sul punto, in unione ad un pizzico di causticità nella citazione della celeberrima battuta, muovono le intenzioni dei promotori amerini.

Ai capziosi slogan propagandistici dei fautori del “sì”, che sono arrivati persino a determinare la formulazione del quesito referendario, vogliamo rispondere con argomenti, con un deciso NO! alla Riforma Boschi che, incidendo in maniera disomogenea sul corpus normativo costituzionale, persegue in buona sostanza finalità accentratrici quanto alla forma di Stato - con riferimento alla verticalizzazione della posizione dello Stato centrale nei confronti delle Regioni -, e alla forma di governo, orientata di fatto – grazie anche all’apporto causale dato dall’Italicum – verso un “premierato assoluto”.

In evidente spregio dei principi fondamentali, quali la sovranità popolare, la rappresentatività e la tutela dei diritti sociali. Invitiamo pertanto la cittadinanza interessata a prender contatti con il Comitato e a partecipare attivamente alle iniziative che si svolgeranno nei prossimi mesi"

Published in Altro in Provincia

AMELIA – “Profondo cordoglio e dolore” è stato espresso stamattina dalla sindaca Laura Pernazza per la scomparsa, durante la notte, di suor Pia Epifani da tanti anni in servizio all’istituto delle Maestre Pie Venerini e personaggio conosciuto in città. “Solo qualche giorno fa – ricorda la sindaca - avevamo avuto il piacere di consegnarle una targa di riconoscimento per l'attività formativa ed educativa che aveva svolto ad Amelia”. Domani alle 12.00, informa la Pernazza, si terrà alla chiesa di San Francesco la benedizione della salma.

Published in Cronaca

AMELIA - “Le file agli sportelli sono molto più contenute di quanto era stato detto in maniera forse un po’ troppo allarmistica”. Ad affermarlo è la  sindaca Laura Pernazza a proposito del caso scoppiato nei giorni scorsi sulle presunte cartelle errate delle tasse. “Stiamo verificando – aggiunge – anche l’eventuale presenza di errori in alcune cartelle. Ho chiesto agli uffici un report giornaliero dettagliato sulla situazione”. Sulle polemiche per le file la Pernazza sostiene che “la loro entità è molto più contenuta di quanto era stato detto da qualche parte. Stamattina, ad esempio, abbiamo verificato la presenza di pochissime persone. Ciò non significa che non ci possano essere stati errori e proprio per questo mi sto impegnando personalmente in verifiche e monitoraggi della situazione. L’obiettivo è di correggere il servizio dove risultassero disfunzioni, rispondere in maniera tempestiva e puntuale ai cittadini e migliorare le prestazioni verso l’utenza”.  

Published in Cronaca

AMELIA - Venerdì 14 ottobre, alla Sala Conti Palladini della biblioteca comunale avrò luogo dalle ore 16.30 un seminario sui “I disturbi specifici dell'apprendimento nei bambini adottati”. L'incontro è stato promosso dall'Ordine degli Psicologi dell'Umbria in occasione dell'edizione 2016 del “Festival della Psicologia Umbria” in collaborazione con l'assessorato alla Politiche Sociali del Comune di Amelia. A tenere il seminario saranno la dott.ssa Donata Maria Spina, neuropsichiatra infantile dell'ospedale di Viareggio, da anni collaboratrice del prof. Gabriele Masi (luminare italiano della materia), e dalla dott.ssa Margarita Soledad Assettati, psicologa psicoterapeuta e Giudice Onorario in Corte d'Appello del tribunale dei minorenni di Perugia. Cosa sono i disturbi dell'apprendimento, dei quali oggi si parla molto, e quali sono le peculiarità e le cause fra i bambini adottati? I così detti DSA si manifestano come una compromissione della capacità di lettura, di scrittura e di calcolo. Riguardano bambini con un'intelligenza nella norma, che non hanno problemi sensoriali (vista, udito) o neurologici e che hanno avuto adeguate possibilità di familiarizzare con la lingua scritta. Le cause di tali disturbi sono generalmente frutto di fattori genetici e ambientali, ma come affrontarli quando si manifestano nei bambini adottati? Come ricostruire una mappa di azione partendo dal vissuto non sempre chiaro di questi bambini? Queste le proposte di riflessione del seminario, che terminerà con un dibattito finalizzato a tracciare piste concrete di azione.

Giorgio Pezza

 

Published in Giovani

AMELIA – Finalmente è arrivato il giorno del Rubens inedito. Da venerdì 14 ottobre infatti e fino all’8 gennaio alla pinacoteca Edilberto Rosa del museo archeologico sarà visitabile la mostra “Rubens. Allegoria della fede. La Sibilla Persica”. L’opera inedita, proveniente da una collezione privata, sarà esposta per la prima volta in assoluto ad Amelia, curata da Vittorio Sgarbi, recentemente nominato dall’amministrazione comunale commissario alle belle arti del territorio e che nel giorno della sua presentazione al teatro aveva dato in anteprima la notizia. 

La mostra è promossa dal Comune di Amelia, nell’ambito delle iniziative di valorizzazione dei beni culturali della città, e da Ameria Festival, l'annuale rassegna di musica, prosa e mostre d'arte, intitolata all'antico nome romano della città e coordinata da Riccardo Romagnoli. L’esposizione, che si inserisce nel quadro delle iniziative festivaliere, è patrocinata dal ministero per i Beni e Attività culturali, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, nonché dalla Regione Umbria e si avvale della collaborazione della Comunità Incontro.

La produzione è affidata alla Società Sistema Museo. L’inaugurazione è prevista per domani, 13 ottobre, alle 19.00 al museo archeologico alla presenza, oltre che di Sgarbi, della sindaca Laura Pernazza, della presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini e di numerose altre autorità istituzionali e culturali.  

Published in Cultura e Spettacolo
Mercoledì, 12 Ottobre 2016 08:58

Amelia / Sonia Bertocco nuovo ad di Aman

AMELIA – Sonia Bertocco è il nuovo amministratore delegato di Aman. L’ha eletta l’assemblea dei soci riunitasi lunedì scorso per rinnovare il consiglio di amministrazione. La Bertocco guiderà un cda ridotto rispetto al passato con soli tre membri, due in meno rispetto al passato. Gli altri due membri sono Leonello Balocco, che svolgerà le funzioni di presidente, e Sandro Patrizi che sarà il suo vice. La Bertocco è stata espressa dall’amministrazione comunale di Amelia la cui sindaca Laura Pernazza in una nota esprime felicitazioni “per aver trovato una "quadra" con tutti gli altri sindaci e di aver contemperato le esigenze di economicità e soprattutto di rinnovamento da me insistentemente portate avanti, con quelle di continuità e rappresentatività territoriale espresse dagli altri sindaci del territorio con i quali voglio fortemente collaborare nel senso della innovazione e della qualità delle scelte”.

Soddisfazione della Pernazza anche per la nomina del nuovo dg. “Sono particolarmente felice – afferma - che gli altri sindaci abbiano compreso in pieno la mia volontà di mettere alla guida della società una persona nuova, tra l'altro donna, scelta, come avevo promesso in campagna elettorale, non sulla base di un curriculum politico ma solo professionale che potesse dare un'impronta più manageriale alla gestione Aman a cui attribuisco un valore molto alto”. Nel suo curriculum la Bertocco annovera compiti direzionali in importanti realtà industriali in Italia e all’estero nel settore dei servizi e della logistica oltre che importanti riconoscimenti avuti dalla Camera di Commercio di Terni e da Confindustria   Umbria. Fa parte dell’Associazione Italiana donne dirigenti d'azienda (Aidda).

Published in Cronaca

AMELIA - L'assessore al Comune di Amelia della Lega Nord, Massimiliano Galli, esprime soddisfazione per l'approvazione in consiglio comunale delle modifiche ai periodi di residenza per l'assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. In base alle nuove regole verranno assegnati 1 punto per chi risiede ad Amelia dai 10 ai 15 anni e 2 punti a chi risiede ininterrottamente da più di 15 anni.

“E' questa la direzione verso la quale si muove da anni la Lega Nord a tutti i livelli – dichiara Galli – E' questo lo spirito che il nostro partito vuole imprimere alla nuova fase politica che si è aperta ad Amelia con le ultime amministrative. Grazie alle modifiche, infatti, si potrà dare maggiore rilievo alle esigenze degli amerini in difficoltà economica, alle famiglie bisognose, a coloro che perdono il posto di lavoro. Il percorso intrapreso si basa sul buonsenso e sul riconoscimento di una condizione di difficoltà economica ed abitativa di chi risiede da anni sul territorio. Da oggi gli amerini sanno di poter contare su di noi”

“Sappiamo, inoltre, che in Regione – conclude Galli – i consiglieri Fiorini e Mancini si stanno muovendo affinché, sempre sul tema dell'assegnazione degli alloggi popolari, ai cittadini extracomunitari sia chiesta obbligatoriamente la certificazione relativa agli immobili posseduti nello stato di provenienza, prevedendo l'esclusione per tutti coloro che possiedano unità immobiliari o si rifiutino di presentare la certificazione, così come previsto dalla legge”.

Published in Cronaca

AMELIA – I tesori artistici delle ambasciate d’Italia in Europa è il tema del convegno che si svolgerà venerdì 15 ottobre dalle 10.00 alle 17.00 alla sala dello Zodiaco di Palazzo Petrignani. Il convegno, che rappresenta la prima giornata di studi storico-artistici, tratterà le opere d’arte delle ambasciate di Berlino, Dublino, Lisbona, Londra, Parigi, Praga Stoccolma e Vienna. La sindaca Laura Pernazza aprirà i lavori ai quali parteciperanno, fra gli altri, il presidente della società teatrale Riccardo Romagnoli, il giornalista e scrittore Piero Badaloni e il direttore generale del settore istruzione e ricerca del Mibact Francesco Scoppola.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – E’ una sorta di diritto di residenza il principio introdotto dal Comune per l’assegnazione degli alloggi popolari. Chi da più tempo vive ad Amelia avrà più vantaggi nell’assegnazione delle case. Il consiglio comunale, fa sapere in una nota l’amministrazione, recependo la proposta dell’assessore ai servizi sociali Antonella Sensini, ha infatti apportato alcune modifiche ai periodi di residenza per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica.

In base alle nuove regole sarà riconosciuto 1 punto per chi risiede ad Amelia da oltre 10 anni e fino a 15 anni, mentre saranno riconosciuti 2 punti a chi risiede ininterrottamente ad Amelia da oltre 15 anni. “La misura - precisa il Comune - si inserisce nella legge regionale in base alla quale è stato pubblicato il bando per la formazione della graduatoria degli aspiranti all’assegnazione delle case popolari.

La scadenza per la presentazione delle domande, ricorda l’amministrazione, è fissata al 29 novembre. “Saranno assegnati – rende noto il Comune – situati ad Amelia e frazioni che si renderanno liberi nei prossimi due anni, corrispondenti alla validità della graduatoria stessa”. La domanda per partecipare al bando deve essere presentata compilando il modello reperibile negli uffici comunali o scaricabile dal sito www.comune.amelia.tr.it.

Published in Cronaca

AMELIA – Torna a far parlare di sé l’orto di Sant’Angelo. Stavolta sarebbero due recinzioni comparsa recentemente che, secondo Italia Nostra, impediscono la fruizione di almeno un terzo dell’area. Il recinto più vecchio, quello risalente a giugno, secondo l’associazione guidata ad Amelia da Flavia Corsano, sarebbe abusivo. “Delimita – spiega la Corsano - l’area confinante con Via della Valle, rendendo di fatto inaccessibile alla popolazione un terzo circa del terreno”. Italia Nostra chiede quindi che si intervenga immediatamente per eliminare i due manufatti. “In particolare –afferma la Corsano - si fa presente che la nostra associazione ha firmato un protocollo d’intesa per la destinazione dell’area a orto urbano per tutta la cittadinanza, ratificata dal consiglio comunale con delibera del 18 dicembre 2012. Pertanto, a nessun titolo un privato può delimitare per proprio uso il terreno. Facciamo ulteriormente presente che la nostra associazione aspetta pazientemente da mesi di essere convocata insieme ad altre associazioni per discutere con l’amministrazione comunale la destinazione più consona da dare a tutta l’area e assiste impotente, in mancanza di un intervento pubblico, al far west delle più disparate iniziative private su un bene di tutti".

Published in Ambiente

AMELIA – Sul vicenda dei versamenti previdenziali dell’assessore Galli interviene la sindaca Laura Pernazza spiegando e chiarendo i contorni della questione sollevata con un’interrogazione dal gruppo di minoranza Vivere Amelia. “Gli uffici comunali – spiega la Pernazza - si sono recati all’Inps di Terni per verificare se questo adempimento era dovuto. 

Alla luce dell'incontro,  tutto documentato, sono stati versati 600 euro. Da un approfondimento degli uffici stessi – prosegue - è emerso che la situazione era contraddittoria e che alcuni Comuni non li versavano. Pertanto alla luce di questo con email datata antecedentemente all’interrogazione della minoranza si è deciso di inoltrare domanda di rimborso che è stata già regolarmente presentata”. Poi la stoccata a Vivere Amelia: “Definire una interrogazione di questo tipo strumentale è dir poco”.  

 

Published in Cronaca

AMELIA - Per gli abitanti di Montecampano (Amelia) è pronto il nuovo acquedotto. Lo ha realizzato la Sii, in collaborazione con Ati, Aman e Comune di Amelia. Si tratta di un impianto moderno, efficiente e rispondente alle necessità della zona. La realizzazione della nuova infrastruttura idrica ha previsto il raddoppio della portata d’acqua che passa dai 2 l/s ai 5,5 l/s attuali. Il progetto ha comportato una spesa di quasi 510mila euro per ammodernare gli impianti e a risolvere i problemi di approvvigionamento idrico che interessavano l’abitato. L’intervento è consistito nella realizzazione di un nuovo serbatoio da 55 mc, di una condotta di distribuzione Fornole-Montecampano lunga 5 chilometri e di un nuovo gruppo di pressurizzazione che eviterà cali di pressione nei periodi di maggior richiesta. La presentazione del progetto è prevista ad Amelia giovedì 6 ottobre alle 16.00 in sala del consiglio comunale alla presenza del presidente della Sii Stefano Puliti, del direttore generale Paolo Rueca, del sindaco Laura Pernazza e dei rappresentanti di Ati e Aman. Si tratta di un lavoro molto importante che ha comportato un forte impegno finanziario della Sii per ammodernare la rete di distribuzione e potenziare il sevrizio ai cittadini. L’intervento rientra nel panorama dei progetti per l’amerino che Sii sta portando avanti da tempo e che, insieme a tutti gli altri del resto del territorio provinciale, hanno l’obiettivo di aumentare le disponibilità idriche, risolvere le residuali criticità ed assicurare un servizio costante e di qualità a cittadini, servizi e attività economiche.  .

Published in Cronaca

AMELIA – La periferia di Amelia è in stato di emergenza. Lo dice Italia Nostra a proposito del consumo di suolo e della cementificazione che, a parere dell’associazione, avrebbe interessato buona parte del territorio amerino. “Una situazione – dice Italia Nostra - che va affrontata con una graduale e costante azione di recupero, riqualificazione e riconversione dell’esistente. Accanto a questa azione di bonifica, è anche necessario armonizzare gli spazi pieno-vuoto della cintura periferica, ridisegnando o creando, ove possibile parcheggi, verde pubblico, strade, piazze e luoghi di socializzazione”. Gravissimo è poi definito da Italia Nostra il ritardo sul suo nuovo Prg. “Questo fatto penalizza il territorio. Il precedente piano regolatore – nota la presidente Flavia Corsano - prevedeva che la popolazione amerina crescesse da poco più di 11.000 a 30.000 anime ma questa stima si è rivelata per quello che era, una esagerazione per costruire senza limiti. Dagli anni 60 in poi, l’edilizia è stata considerata una delle principali fonti di sviluppo e questo ha prodotto la crescita incontrollata e disordinata di un doppione moderno dell’abitato, spesso costruito con criteri e materiali discutibili”.

Published in Cronaca

AMELIA – E’ di nuovo polemica sul cda dell’Aman. Il M5S tuona infatti dopo la bocciatura della propria mozione da parte della maggioranza per la riduzione a un solo amministratore del consiglio direttivo. “Il voto contrario della maggioranza, così come la volontà di rinnovare il Cda di Aman per il massimo del suo mandato cercando così di aggirare il nuovo D. lgs vigente – dice Romani Banella, consigliere comunale - è la testimonianza di ciò che dicevamo in campagna elettorale, cioè che cambiano gli attori, ma la commedia resta la stessa. Non c'è volontà di cambiamento, non si vogliono abbattere i vecchi carrozzoni, ma si mantengono i privilegi di pochi fortunati in pieno accordo con il Pd”, Banella sostiene che c’era stata la disponibilità della sindaca Pernazza a vagliare la proposta di riduzione con gli altri Comuni. “Tanto che – ricorda sempre il consigliere – avevamo ritirato la mozione di agosto, ma non è cambiato nulla”.

Published in Cronaca

AMELIA - Sabato 1 ottobre alla sala Boccarini Italia Nostra tiene un incontro sul consumo di suolo in Italia. Ci saranno Dott. Marco Parini (Presidente nazionale di Italia Nostra) Prof. Francesco Carbone (Università della Tuscia) Prof. Roberto Mancinelli (Università della Tuscia) Dott. Riccardo Picciafuoco (Forum Salviamo il Paesaggio) Chiusura lavori Avv. Gianfranco Angeli (Pres. Consiglio Regionale IN-Umbria). 

Published in Brevi

AMELIA - Padre Mauro Russo è il nuovo parroco di San Francesco. E’ stato nominato dal vescovo monsignor Piemontese ed ha preso possesso della nuova parrocchia domenica 25 settembre alla presenza dei sacerdoti della vicaria di Amelia, del vicario generale don Salvatore Ferdinandi, del generale della congregazione Società Divine Vocazioni, del sindaco di Amelia e tantissimi fedeli.
Ad animare la celebrazione il coro delle parrocchie di San Francesco, San Massimiliano Kolbe, Macchie e Zingarini e servita da una decina di ministranti delle parrocchie di Amelia. «Ha inizio un capitolo nuovo della lunga e gloriosa storia di questa comunità parrocchiale – ha detto il vescovo nell’omelia –  non solo perché viene nominato un nuovo parroco ma perchè questa comunità inserita nel corpo vivo della chiesa particolare diocesana  vuole essere protagonista del cambiamento che sta avvenendo. Questa parrocchia un tempo affidata alla cura dei francescani, poi dei salesiani e oggi dei padri vocazionisti, entra a far parte della comunità pastorale di Amelia insieme alle altre comunità pastorali della Vicaria amerina.

Questa espressione tecnica “comunità pastorali” significa più semplicemente che le parrocchie che si aprono a comunità vicine e che insieme si pongono alla sequela del Signore e vivono la vita di comunità insieme. Non piccoli mondi circoscritti e ristretti, campanili che suonano campane che disturbano altre campane, ma campane che suonano musica che diventa sinfonia con le altre comunità parrocchiali. Un percorso nuovo che dovremmo fare nostro perché è questa la prospettiva già iniziata in molte diocesi italiane».
Facendo riferimento alla specificità della comunità il vescovo ha invitato all’unità e alla comunione: «E’ importante che cresca la fraternità in questa comunità, tra le persone che il Signore ci ha donato e che ci pone accanto; che accogliate padre Mauro come padre e come fratello. Padre Mauro è un uomo di Dio, non un santo, non perfetto, ma un cristiano che fa il suo cammino di fede e vuole farlo insieme a voi. La comunità parrocchiale non è un’associazione, una società per azioni, una proloco, ma la comunità dei discepoli del Signore, comunità di fede, di speranza e di carità, gerarchicamente ordinata, guidata da un pastore al quale si deve rispetto e obbedienza».

Al termine della celebrazione padre Mauro ha salutato la sua nuova comunità parrocchiale ricordando quello che è il suo carisma vocazionale « La nostra vita è un continuo eccomi, che ci spinge sempre verso nuovi pascoli e a non rimanere chiusi. Uscire per le strade e annunciare la buona novella e l’amore di Dio, è questa la comunità cristiana. Non  comunità chiuse ma aperte come il Santo Padre ci chiede. Le mie linee pastorali sono il Vangelo e l’Evangelii Gaudium, quelle che il Papa ci ha consegnato per una nuova chiesa».
Padre Mauro è nato a Napoli nel 1975, ha emesso la professione perpetua l’8 settembre 2006 ed è stato ordinato sacerdote il 15 settembre 2007. E’laureato in teologia presso la facoltà Teologica dell’Università Pontificia Salesiana a Roma. Dopo un cammino di preghiera e discernimento, accompagnato dai Superiori maggiori, nel 2006 ha chiesto ed ottenuto, insieme alla consorella Suor Giovanna Monzo, di iniziare una nuova esperienza di vita consacrata che prende il nome di Fraternità Vocazionista della Società Divine Vocazioni Essa nasce come risposta al bisogno di una nuova evangelizzazione. La novità non tocca il contenuto del messaggio evangelico, ma l’atteggiamento, lo stile, lo sforzo e la programmazione dell’attività apostolica, ovvero l’ardore, i metodi e l’espressione di essa. Padre Mauro è anche parroco di S. Nicola di Bari in Macchie di Amelia e Coordinatore della Comunità Pastorale: S. Francesco D’Assisi, S. Massimiliano Kolbe e Sant’Agostino. (ufficio stampa diocesi)

Published in Sociale

AMELIA – Sono suor Pia Epifani e i famigliari di Maria Rosaria Grisci e Graziella Pernazza i destinatari dei riconoscimenti che la sindaca Laura Pernazza consegnerà domani alle 16.00, a nome dell’amministrazione, in occasione della cerimonia di inizio del nuovo anno scolastico in programma in sala del consiglio comunale.

Suor Pia Epifani sarà premiata per la preziosa attività svolta all’istituto delle Maestre Pie Venerini, i parenti della Grisci e della Pernazza riceveranno l’onorificenza per il valore delle due insegnanti amerine prematuramente scomparse. Durante l’incontro verrà aperta la mostra fotografica "Ricordi di Scuola - Amelia 1920-1970", composta da fotografie di scolari e insegnanti e realizzata per gentile concessione dell'associazione "Il Granaio". 

Published in Sociale
Mercoledì, 21 Settembre 2016 17:17

AMELIA / FINO AL 23 OTTOBRE AMERIA FESTIVAL

AMELIA –E’ in pieno svolgimento l’edizione 2016 di Ameria Festival, la rassegna di musica, arte e cultura che anche quest’anno porta in città e nel territorio i grandi interpreti a livello nazionale. La chicca che arricchisce ulteriormente la kermesse è costituita dalla collaborazione con Vittorio Sgarbi che porterà ad Amelia, al museo, a metà ottobre un inedito del grande pittore fiammingo Rubens, in anteprima mondiale. Tutte le info e il programma al sito http://www.ameriafestival.it.

Published in La Bacheca

AMELIA – Curioso incidente capitato ad un pony lunedì mattina 19 settembre. L’animale mentre stava camminando sui bordi di una piscina si è infatti ritrovato al suo interno. Non è chiaro se la povera bestia sia scivolata dentro magari nel tentativo di bere o se invece vi sia finita di proposito. Fattostà che il proprietario dell’animale, una volta accortosi della strana presenza in acqua ha chiamato i vigili del fuoco per poterla tirare fuori, visto che co le sue sole forze non ce l’avrebbe mai fatta. Una squadra di Amelia si è recata sul posto, ha imbracato l’animale e l’ha poi estratto dalla piscina. Tutto insomma è finito nel migliore dei modi.

Published in Cronaca

AMELIA – Si apre domani venerdì 16 settembre l’edizione 2016 di Ameria Festival. Alle 20.30 al Teatro sociale in programma una serata dedicata alla grande tradizione corale in Umbria e nel Lazio. Protagonisti tre complessi corali di grande tradizione impegnati nell’esecuzione di celebri brani classici e di famosi canti regionali.

Alla Corale Amerina diretta da Gabriele Catalucci, con Maria Teresa Ferrante al pianoforte, sarà affidato il repertorio della Polifonia Sacra con il Jesus bleibet meine Freude di Bach, l’Ave Verum di Mozart, Dear Lord and  Father of mankind di Parry e l’Ave Maria di Rossini. Il Coro Monesis di Configni, diretto da Sergio Lupatelli, interpreterà alcuni celebri canti popolari italiani: Alla mattina quando il sole (canto popolare trentino), La pastorella (canto popolare del XVI secolo), La vella lavanderina (canto popolare marchigiano), A mezzanotte in punto (canto popolare trentino), Ciuri ciuri (canto popolare siciliano).

Al Coro Polifonico di Grottaferrata, invece, diretto da Massimo Di Biagio, al pianoforte Andrea Bosso, sarà affidata l’esecuzione di alcune celeberrime arie liriche: da Nessun Dorma dalla Turandot di Puccini, a Granada di Lara, a Non più andrai farfallone amoroso da Le nozze di Figaro di Mozart o al celeberrimo Brindisi da La Traviata  di Verdi, con incursioni nella lirica di ispirazione popolare con La serenata napoletana.

Il concerto si concluderà con Dal tuo stellato soglio dal Mosé di Rossini interpretato da ben cento dei principali elementi dei tre cori diretti da Massimo Di Biagio. Il 17 settembre (ore 20.30 Teatro Sociale) sarà invece dedicato alla commedia con un capolavoro della storia del teatro americano: Andy e Norman di Neil Simon nella traduzione di Maria Teresa Petruzzi e per la regia di Marco Cavallaro con Mario Adinolfi nei panni di Andy, Marco Cavallaro stesso di Norman e Ramona Gargano in quelli di Sophie.

Un esilarante classico del teatro mondiale, in un nuovo allestimento, che vuole anche essere un omaggio alla memoria dell’indimenticabile Andrea Brambilla, il popolarissimo Zuzzurro, recentemente scomparso, che, con il partner Gaspare, dette vita a una storica edizione di questo capolavoro del maestro della commedia americana.
Domenica 18 settembre sarà invece dedicata ai tradizionali Itinerari Guidati (per orari e prenotazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) , 0744 978120): verranno aperti il Museo Archeologico e i Palazzi Storici: Palazzo Venturelli, Palazzo Geraldini e Palazzo Petrignani. Le visite sono a cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Amelia.
Fra gli eventi collaterali al Festival, presso la Sala della Ninfa del Teatro Sociale, sabato 16 settembre (fino al 23 ottobre) verrà inaugurata la Mostra personale di Grazia Cucco.

L'antico foyer del teatro, splendidamente affrescato da Domenico Bruschi, diventa suggestivo spazio espositivo per le più recenti opere di questa straordinaria pittrice, assurta a vasta e meritata  fama,  specie dopo lo straordinario successo di pubblico e di critica connesso all'esposizione milanese della grande tela "La ricchezza del mondo”, che ha rappresentato l'Umbria al padiglione Eataly dell'Expo. Sia questo quadro, sia le  altre opere presenti nell'odierna mostra sono stati ultimamente esposti a Capodistria e a Trieste.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Forza Italia dà una spinta alla sindaca per cercare di azzerare il cda di Aman, la società di gestione del servizio idrico per il territorio amerino. Ciò che chiede Forza Italia in un comunicato del direttivo provinciale è l’eliminazione dei consiglieri di amministrazione e l’istituzione di un amministratore unico. “A fronte di 23 soli dipendenti – scrive il coordinatore provinciale Sergio Bruschini – Aman ha un cda di 5 persone che costano 52.800 euro all’anno tra compensi e rimborsi. La riduzione di questo cda è indispensabile anche attuando ciò che dice il decreto Madia. Non sono più possibili dilazioni di risorse. Il sindaco ha il pieno sostegno di Forza Italia provinciale- conclude Bruschini - siamo certi che i  cittadini vogliono vedere i loro soldi spesi bene”.

 

Published in Cronaca

AMELIA - Parenti, colleghi e amici hanno ricordato Dante Ciliani, storico presidente dell'Ordine dei giornalisti dell'Umbria, a un anno dalla sua scomparsa. Lo hanno fatto ritrovandosi nonostante la pioggia davanti alla cappella di famiglia nel cimitero di Amelia.
Alla cerimonia - poi proseguita nella chiesa di San Massimiliano Kolbe - ha partecipato anche il presidente nazionale dell'Ordine dei giornalisti, Enzo Iacopino. "La presenza di tante persone - ha detto - testimonia come Dante Ciliani sia ancora ricordato e apprezzato".
Il presidente dell'Ordine dei giornalisti dell'Umbria Roberto Conticelli ha ricordato la 'Sala stampa Dante Ciliani' inaugurata a Terni e lo 'Spazio stampa' che porterà sempre il suo nome a Perugia. "Dante - ha sottolineato - continua a lavorare per i giornalisti umbri. La morte non lo ha fermato nel suo impegno in particolare per i più giovani". Un ringraziamento alla categoria è stato fatto dal fratello di Ciliani, Carlo. "Grazie - ha detto - perché si continua a tenere viva la sua memoria". (ansa)

 

Published in Cronaca

AMELIA  - Tuscia e Cina non sono mai state così vicine ad Amelia. A farle quasi toccare è l’idea dell’amministrazione comunale che sulle politiche culturali e di promozione turistica vuole puntare tutto sul rapporto con il viterbese e il Sol Levante. Basta ascoltare le dichiarazioni fatte domenica scorsa dalla sindaca Laura Pernazza e dall’assessore alla cultura Federica Proietti sugli obiettivi culturali dell’amministrazione presentando Vittorio Sgarbi.

“Amelia – hanno detto la Pernazza e la Proietti - punta a diventare un museo diffuso fruibile da tutti e che guarda culturalmente all’area della Tuscia e alla Cina”. Pernazza e Proietti hanno lanciato l’idea di Amelia come rete diffusa “grazie – hanno spiegato – al suo patrimonio di beni archeologici e culturali che l’amministrazione ha intenzione di valorizzare e promuovere adeguatamente”. Fra le iniziative nel settore culturale sono state accennate quelle riguardanti i nuovi progetti di studio al santuario di Pantanelli e alla necropoli dell’ex consorzio.

Oltre all’inserimento nel distretto turistico della Tuscia, Pernazza e Proietti hanno anche sottolineato i contatti in essere per lo sviluppo dei rapporti con la Cina nell’ambito di un polo di studi internazionali. “L’obiettivo – hanno concluso – è la valorizzazione del museo diffuso e degli itinerari archeologici tra Umbria sud e Lazio, facendo crescere ulteriormente il museo di Amelia e utilizzando le opportunità fornite dall’ art bonus, il credito di imposta, cioè, previsto dalle nuove leggi per chi decide di sovvenzionare il recupero dei beni culturali”. 

Published in Cronaca

AMELIA – Era in forma smagliante Vittorio Sgarbi domenica pomeriggio 11 settembre quando si è presentato al teatro sociale in veste di nuovo commissario alle belle arti del Comune. Scortato dal sindaco Laura Pernazza, dall’assessore alla cultura Federica Proietti e dal presidente della Società teatrale Riccardo Romagnoli, è salito sul palco come una star. Ha subito salutato Maria Grazia Cucco, artista amerina “tra le migliori in circolazione”. ha detto Sgarbi che più tardi, sempre riferendosi a lei la accostata artisticamente a Pier Matteo d’Amelia. Poi ha ricordato la sua amicizia con Romagnoli ed ha ripassato tutte le sue più importanti esperienze in giro per l’Italia come sindaco e assessore e come responsabile culturale di molte iniziative. Ha raccontato aneddoti e retroscena divertendo la platea da vero istrione.

Poi è passato a parlare di quello che farà ad Amelia e qui ha strappato applausi a scena aperta. Soprattutto quando ha annunciato che un dipinto inedito del grande pittore fiammingo Rubens sarà presentato in anteprima mondiale ad Amelia nel corso di Ameria Festival.In un teatro pieno, ha tracciato il percorso rubensiano da Roma a Fermo, passando per Amelia “dove - ha spiegato – ci sarà il fulcro di questo percorso ". Il noto criticato d'arte ha parlato delle attività che ha intenzione di avviare in città, "vista - ha detto - come centro di un percorso culturale che unisce due città legate a Rubens, ossia Roma e Fermo. Il mondo verrà a vedere il dipinto (Allegoria della fede) al Museo civico - ha dichiarato - e questo gioverà ovviamente ad Amelia che attraverso Rubens potrà non essere più una città evitabile".

L'iniziativa anticiperà un'altra importante “avventura” culturale, quella legata al rilancio di Pier Matteo d'Amelia, altro grande pittore nato proprio nella città delle Mura. "Faremo una mostra -ha annunciato infatti sempre Sgarbi - di questo grande artista finalmente a casa sua". E su Piermatteo Sgarbi si è soffermato richiamando la mostra che si fece a Terni al Caos. “Mi chiesero di collaborare – ha raccontato – seguirono i miei consigli poi non si fecero più sentire. Ho visto la mostra a Terni, beh, il caos è nelle loro menti per come è stato concepito quello spazio. La mostra era anche allestita bene ma non su promossa e ci andarono appena 7mila persone”.

Il commissario  alle belle arti ha poi tracciato le altre iniziative culturali in programma per la città come il miglioramento del museo e la sua promozione, il rilancio del Germanico e delle principali emergenze culturali, oltre all'ammodernamento dell'illuminazione pubblica e ad una nuova stagione di manutenzioni e recuperi artistico-urbanistici.  "È un momento molto importante per Amelia - ha dichiarato la sindaca Laura Pernazza - perché Sgarbi traccia il segno di discontinuità col passato e rappresenta in concreto la volontà di Amelia di puntare sui beni culturali per uscire dal l'anonimato e farsi notare a livello nazionale. Ringraziamo Sgarbi per la sua disponibilità e siamo certi che potrà darci quel supporto decisivo a raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti".

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Fare marcia indietro. E’ quello che chiede il partido democratico sull’asilo nido comunale, sostenendo che alla riapertura delle scuole, il servizio rimarrà chiuso. “L’asilo nido comunale, oltre ad offrire a molte famiglie la possibilità di conciliare i “tempi di vita” e di lavoro ed interpretare così al meglio una visione dinamica della società, secondo la quale i servizi educativi non possono rispondere soltanto ad una logica di convenienza economica e di mercato, ha sempre rappresentato nella nostra  storia cittadina un’ eccellenza per la prima infanzia, che doveva essere preservata e difesa anche da questa amministrazione, proprio per la qualità del servizio educativo offerto e per la professionalità delle educatrici che vi hanno operato, fattori non trascurabili.

Published in Cronaca
Giovedì, 08 Settembre 2016 14:32

Amelia / Comincia l'era Sgarbi

AMELIA - Vittorio Sgarbi si presenta alla città. Il nuovo commissario alle belle arti e ai musei illustrerà il suo programma domenica 11 settembre quando al teatro sociale incontrerà stampa e cittadini. Ad annunciarlo è stata la sindaca Laura Pernazza che per prima aveva creduto nella possibilità che Sgarbi potesse lavorare per Amelia. Il critico d'arte sarà affiancato anche dal presidente della società teatrale Riccardo Romagnoli che presenterà il programma di Ameria Festival in programma dal 16 settembre al 23 ottobre e che proporrà eventi musicali e spettacoli di prosa e mostre d’arte. La stessa Pernazza renderà note le linee direttive della nuova giunta sullo sviluppo delle attività artistico-culturali e sui riflessi economici nel territorio. 

Published in Cronaca

AMELIA - Attimi di paura sabato mattina 3 settembre lungo la 205 Amerinache passa per la frazione di Porchiano del Monte. Qui, una Mercedes ha improvvisamente preso fuoco per motivi in via di accertamento da parte dei vigili del fuoco. Due le squadre di pompieri, una di Amelia e l'altra di Terni giunte sul posto, anche perché le fiamme avevano iniziato ad attecchire anche nella vicina boscaglia rischiando di provocare un incendio di vaste proporzioni, date anche le alte temperature di questi giorni. Illeso il conducente che si è messo in salvo uscendo velocemente dell'abitacolo. Non è la prima volta in estate estate che un'auto va a fuoco spontaneamente. Poco tempo fa era successo anche a San Gemini e pure in quel caso le fiamme avevano attaccato i pini lungo la strada. Nessuna conseguenza vi fu anche in quel caso per il conducente.

Published in Cronaca

AMELIA - Suor Maria Daniela Vacca, 36 anni originaria di Guidonia (Roma), è stata ufficialmente investita del titolo di badessa del monastero di San Magno di Amelia alla presenza del vescovo di Terni, mons. Giuseppe Piemontese.

Un evento storico per la “città delle mura ciclopiche” che la comunità amerina attendeva da quasi mezzo secolo, alla quale hanno preso parte anche il sindaco, Laura Pernazza, alcuni membri della giunta comunale, e il consigliere regionale Sergio De Vincenzi.

La giovane monaca benedettina, laureata in psicologia, un passato di nuotatrice, già dal 2009 ricopre il ruolo di priora del monastero, guidando la vita religiosa e lavorativa delle consorelle. Con il grado di badessa, suor Maria Daniela Vacca conferisce al monastero di San Magno, che esiste dal 1179 e dal 1399 ospita le benedettine, una specifica indipendenza da quello centrale di Offida (Ascoli Piceno).

La badessa, in termini monastici e religiosi, è quindi equiparabile per responsabilità e autonomia decisionale all’autorità vescovile. "Oneri - dice il consigliere regionale Sergio de Vincenzi che ha partecipato alla cerimonia di insediamento - che graveranno sulle spalle di suor Maria Daniela, ma che rappresentano al contempo una possibilità di sviluppo per il monastero, soprattutto in vista di un maggiore coinvolgimento della comunità amerina nella vita e nel lavoro portato avanti dalle monache".

“Molti cittadini di Amelia – spiega la suora – non sanno nemmeno della nostra esistenza. Non ce ne facciamo un cruccio, perché la nostra regola (“prega e lavora”) ci impone la clausura e il distacco dal mondo, ma al contempo una piena comunione con le persone attraverso la preghiera. Ci sostentiamo con il lavoro della terra e quello manifatturiero.

E poi ci affidiamo alla provvidenza, che, devo dire, non manca mai”. Una presenza, quelle delle benedettine ad Amelia, non visibile agli occhi, ma vicina al cuore delle persone. “Il nostro portone – continua suor Daniela – viene aperto a tutti. Sono molte le persone che cercano conforto in momenti di difficoltà, riposo e sollievo, anche grazie alla presenza di una foresteria che mettiamo a disposizione dei nostri visitatori. Anche questo fa parte del “servizio” che offriamo a tutti coloro che ne sentano il bisogno”.

E poi un pensiero a come vorrebbe che sia il monastero nel prossimo futuro, e come potrebbe cambiare il ruolo della vita monastica ai tempi della comunicazione. “Le nostre regole, alle quali non possiamo derogare, ci impongono una vita monastica e di clausura. Ciò non toglie – conclude la badessa – che il cammino che il nostro monastero vuole intraprendere va verso una integrazione piena con la comunità amerina, che cercheremo di coinvolgere anche spiritualmente, affinché questo luogo possa rappresentare un punto di riferimento per tutta la città.

Giorgio Pezza

Published in Sociale

AMELIA – Uno schianto tremendo a metà pomeriggio di venerdì 2 settembre vicino al bivio di Capitone ha provocato la morte di una donna di 53 anni originaria dell’Ucraina ma residente a Sambucetole dove viveva con il marito. Hernandez Lyubomira, questo il nome della vittima.

L’incidente è avvenuto tra la sua vettura è un fuoristrada per cause ancora in via di accertamento. Dagli esami del sangue sull'uomo di Amelia che portava il Mitsubishi e' risultato che nel sangue c'erano concentrazioni di alcol superiori al consentito. Per lui e' scattata la denuncia per omicidio colposo.

La donna nello schianto è morta praticamente sul colpo e a nulla è servito l’intervento del 118. Lo scontro è avvenuto sulla SP 9 tra Sambucetole e Capitone al confine con Narni. Sul posto anche vigili del fuoco e carabinieri. L’uomo al volante dell’altro mezzo ha riportato lievi ferite.

Published in Cronaca
Mercoledì, 31 Agosto 2016 16:34

Amelia / Cgil contro la chiusura dell'asilo

AMELIA - La Cgil è contraria alla chiusura dell'asilo nido e alla sua esternalizzazione nel 2017. Il sindacato è uscito allo scoperto dopo la riunione avuta a inizio settimana con il sindaco Laura Pernazza. Il segretario generale Fp Cgil di Terni, Giorgio Lucci e la segreteria regionale FP Umbria, Silvia Pansolini hanno diffuso un comunicato stampa nel quale, pur apprezzando la disponibilità del sindaco ad un incontro in tempi rapidi, ribadiscono il loro no alla chiusura. "Una contrarietà - dicono - che è ancor più marcata a fronte della decisione dell’ente di erogare dei voucher per le 11 famiglie interessate all’iscrizione dei propri figli al nido, al fine di garantire la copertura della spesa tra la differenza della retta comunale e la retta di un asilo privato, almeno fino a dicembre. Nella discussione non ci è stato chiarito, peraltro, se l’erogazione dei voucher continuerà anche nel periodo gennaio-luglio 2017. Come Cgil Fp provinciale e regionale non possiamo che denunciare – proseguono – il comportamento della giunta e ribadire la nostra netta contrarietà alla decisione politica presa. Pur riconoscendo le difficoltà economiche di tutti i Comuni, alle prese con continui tagli ai trasferimenti da parte dello Stato, la scelta di finanziare il privato con soldi pubblici contrasta con le finalità di una amministrazione che dovrebbe invece garantire il mantenimento dei servizi pubblici essenziali, assicurandone la qualità, la professionalità e le competenze, finanziate con la fiscalità a carico dei cittadini".

Published in Cronaca

NARNI – Ci sarebbe una consulenza “d’oro” al Comune di Amelia assegnata a un dipendente di Narni pagato 20mila euro. Lo sostiene il gruppo consigliare Tutti per Narni che ha presentato un’interrogazione in merito per capire i risvolti della faccenda. “Se fosse vero – affermano Tpn – andrebbe ad aggiungersi a quelle note e da noi non condivise del segretario comunale di Amelia e dell’avvocato di Narni.

Ne vorremmo sapere di piu’, anzi speriamo in una smentita ufficiale da parte del nostro sindaco,ma a tutt’oggi non abbiamo risposte. Il clamore della notizia è indubbio, data la profonda crisi senza fine, il blocco degli stipendi da ormai 8 anni, la disoccupazione crescente, di   la maggiore difficoltà a trovare un lavoro, l’aumento della povertà e così via”. Tpn la mette sul piano politico, dando per scontata la correttezza delle procedure tecniche. “Possibile che non c’era nessuna altra via da percorrere’ per il comune di Amelia, eppure l’argomento consulenze e’ sensibile pure per l’autorità anticorruzione di Cantone.

Se la vicenda e’ vera, vuol dire che chi governa questi territori ritiene che siano di sua proprietà e non dei cittadini. Se la vicenda fosse vera, questo non sarebbe altro che l’ennesimo episodio al quale il modo di fare politica di questa maggioranza ci vuole abituare. Queste persone hanno dimenticato la motivazione iniziale del fare politica: l’impegno serve per promuovere lo sviluppo sociale e garantire il bene di tutti, non il contrario”.

Published in Cronaca

AMELIA – Dopo attese, voci e smentite, la nomina che conferisce a Vittorio Sgarbi un incarico culturale nella città di Amelia è effettivamente arrivata. Il noto critico d’arte, infatti, ricoprirà il ruolo di commissario generale per le belle arti e i musei del comune di Amelia. Fin dai giorni immediatamente successivi alla vittoria elettorale del neo sindaco, Laura Pernazza, era iniziata a circolare l’ipotesi che Sgarbi potesse essere nominato assessore alla cultura. Lo statuto del Comune lo aveva però impedito, ma questo non ha escluso, invece, una collaborazione tra Sgarbi e la città ormai formalizzata.

La giunta municipale in una nota esprime grande soddisfazione per il rapporto avviato, che favorirà la “costruzione di un’immagine di successo del territorio basato anche sulla presenza di stimoli culturali. La nuova giunta – prosegue il comunicato - è consapevole delle potenzialità offerte dal territorio amerino e ritiene che la presenza di una persona carismatica e di ampio spessore culturale possa essere utile per promuovere adeguatamente i beni culturali della città, caratterizzati da “eccellenze storiche, architettoniche, paesaggistiche ed ambientali di qualità”. La presenza di Sgarbi, con il suo bagaglio artistico e la sua personalità carismatica, spera insomma l’amministrazione, garantirà un importante sviluppo per la realtà culturale amerina, oltre che una maggiore rilevanza all’interno del panorama nazionale.

Che la nuova giunta stia cercando di intervenire nel settore della promozione culturale lo dimostra, inoltre, anche la recente collaborazione tra Comune e Unione Italiana Libero Teatro (Uilt). Grazie alla convenzione firmata, la Uilt cede in comodato d’uso alla biblioteca comunale “Luciano Lama”, ossia il proprio patrimonio librario, riguardante principalmente discipline come il teatro, il cinema e le arti connesse. In questo modo, la città di Amelia avrà a disposizione un maggior numero di libri e volumi, i quali andranno ad arricchire la sua offerta culturale. Questi libri potranno essere facilmente consultati dai cittadini per i propri interessi e finalità, come la conoscenza personale, la ricerca, la documentazione, lo studio o semplicemente lo svago.

Lorenzo di Anselmo

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA - Nessuno smantellamento dell'ospedale di Amelia. Lo assicura il vice sindaco Andrea Nunzi che risponde alle polemiche di questi giorni aperte da Cinquestelle e Pd. "Si tratta solo - dice - di una concessione temporanea di pochi giorni". Le ultime notizie provenienti dalla direzione Usl – aggiunge Nunzi - fanno prevedere il ritorno in sede del mammografo entro la prossima settimana per la già avvenuta riparazione di uno dei due presenti ad Orvieto.

Tutta l'operazione ha determinato, pertanto, lo spostamento di sole due sedute di visite. Il  direttore generale dell’Usl 2, Fiaschini,  ci ha preventivamente informati del trasferimento,  motivandolo con la necessità di non poter interrompere il round di screening in corso e con chiamate già effettuate all'ospedale di Orvieto dove i due mammografi hanno improvvisamente subito guasti e sono entrambi in riparazione. Della cosa non abbiamo informato la cittadinanza pensando che lo facesse direttamente l'Usl 2.

Alla luce della presenza di 3 o 4 prenotazioni a settimana, relative a pazienti provenienti dal comprensorio amerino, nonché  della preventivata assenza del mammografo di Amelia per un periodo che va da un minimo di una settimana ad un massimo di due, si sarebbe garantita la effettuazione dei 3 o 4 esami presso il mammografo di Narni, peraltro meglio raggiungibile dal resto dell'utenza prenotata proveniente dal comprensorio ternano. 

Trattandosi di una situazione temporanea, ma necessaria,  ritenendo di agire in un'ottica di collaborazione ed integrazione fra le strutture del territorio e, non ultimo, considerando l'esiguo numero degli esami  richiesti  presso  il  nostro ospedale in questo periodo estivo,  abbiamo ritenuto che  il  provvedimento preso dall' Usl 2 non ledesse  in  alcun  modo i diritti dei nostri concittadini,  né tantomeno  compromettesse il futuro della struttura ospedaliera di Amelia, ma abbiamo sin da subito messo in chiaro che avremo vigilato sugli impegni presi”. 

Published in Cronaca

AMELIA - Il mammografo dell’ospedale Santa Maria dei Laici è stato trasferito all’ospedale di Orvieto. A quanto risulta si tratterebbe di uno spostamento temporaneo in attesa che lo strumento utilizzato ad Orvieto venga riparato dopo il guasto subito. Una motivazione che però non convince i Cinquestelle che parlano invece di indebolimento di Amelia a favore di altri territori. I consiglieri comunali Gianfranco Chieruzzi e Romano Banella hanno diffuso un comunicato nel quale attaccano l’Usl 2 e l’amministrazione. “Approfittando, come nella migliore tradizione italiana, delle vacanze ferragostane - dicono i due - il mammografo è stato smontato e portato a Orvieto con la motivazione di sostituire quello guasto di quest'ultima”. Si tratterebbe, secondomil M5S di un colpo ai diritti dei cittadini di Amelia e del comprensorio “ed un’ulteriore segnale, semmai ce ne fosse bisogno - stigmatizzano - della volontà di svuotare il nostro nosocomio delle sue rimanenti funzioni e della marginalità del nostro territorio come da noi denunciato in campagna elettorale”. Sempre nel comunicato il M5S definisce questa scelta “scellerata che va a discapito in primis di tutte quelle donne, in lista anche da più di un anno per un esame presso la struttura amerina, che da ora si troveranno senza un servizio indispensabile e che dovranno essere dirottate presso altre strutture. Non ci rassicura nemmeno il fatto - aggiungono Chieruzzi e Banella - in un paese dove non c’è nulla di più definitivo che il provvisorio, che il trasferimento sia a “tempo determinato” in attesa che il macchinario dell’ospedale di Orvieto venga riparato o acquistato nuovo. Ancora più grave consideriamo il fatto che la nostra struttura ospedaliera venga considerata come un magazzino di pezzi di ricambio per la disastrata sanità umbra. In tutto questo dov'è la tanto sbandierata politica sanitaria, a difesa della struttura e dei servizi di Amelia e dell'amerino, della nuova amministrazione? Dov'è il sindaco? Dov'è l'assessore alla sanità?”

Published in Cronaca

AMELIA – Venti tra giornalisti e blogger di tutto il mondo passeranno anche per Amelia dal 22 al 26 settembre nell’ambito dell’iniziativa "Italian Wonder Ways" incentrata sul cammino dell’antica Via Amerina. Ne dà l’annuncio il sindaco Laura Pernazza che ha incontrato ieri, insieme all'assessore alla cultura Federica Proietti, la direttrice del consorzio Francesco's Ways Raffaella Rossi, una rappresentanza di alcuni Comuni interessati dalla Via Amerina, tra cui Deruta, Montecastrilli, Orte e Nepi e i rappresentanti di alcune associazioni del territorio comunale.

“E’ un progetto importante – afferma il sindaco - in cui ho creduto dal primo momento, perché rappresenta un'opportunità per far conoscere il nostro territorio, le nostre ricchezze, le nostre specialità, in chiave di promozione turistica. L'incontro – aggiunge la Pernazza - ha rappresentato uno "start", vista la ristrettezza dei tempi, per organizzare al meglio l'accoglienza. Con i Comuni a noi vicini, in particolare Montecastrilli ed Orte, è già stata improntata una base di lavoro che sarà oggetto di successive riunioni, così come altri incontri vedranno il coinvolgimento delle realtà presenti nella nostra città. L’ottica è di coinvolgere e far partecipare più soggetti possibili per lavorare a più mani e creare un'accoglienza significativa e di qualità che sarà poi descritta dai giornalisti e dai blogger nei loro siti e testate seguite da milioni di utenti”.  

Published in Cultura e Spettacolo

AMELUA - Sarà possibile pagare a rate mensili, fino a un massimo di 24, le rette scolastiche non ancora saldate. E’ quanto prevedono le modifiche al regolamento per l'accesso ai servizi scolastici decise dall’amministrazione comunale. La rateizzazione del debito sarà possibile per tutti quei nuclei familiari che presentino un Isee inferiore 20mila euro. Il provvedimento, fa sapere in una nota il Comune, rientra nell'ambito delle azioni di recupero delle rette dei servizi a domanda individuale. ”La volontà politica, considerata l'ampiezza della fascia reddituale – dichiara il sindaco Laura Pernazza - è stata quella di voler consentire a tutti, consapevoli del momento storico-economico, di poter più facilmente rientrare del debito, lasciando come estrema ratio la cancellazione dai servizi scolastici. Riteniamo che debba esserci un principio di fondo da tenere in considerazione, ovvero che chi usufruisce dei servizi a domanda individuale, deve corrispondere quanto dovuto. Non si può continuare ad assistere a quanto finora verificato, con situazioni debitorie rilevanti senza aver fatto azioni di recupero”.

Published in Cronaca

AMELIA – La contrada Vallisi vince il Palio dei Colombi numero 41. Diego Cipiccia, portacolori del rione, si aggiudica anche il titolo di miglior cavaliere, mentre per i balestrieri il premio è andato a Gianluca Proietti. E’ stato un grande spettacolo quello offerto dal palio 2016 vissuto anche sulla tensione a causa della caduta di Marco Elefante di Posterola che prima della partenza è finito sotto al cavallo. Portato via in ambulanza, il fantino narnese è stato sottoposto subito alle cure mediche. Si parla di fratture ma qualcosa in più si saprà nelle prossime ore.

Vallis si gode la vittoria dopo aver vinto lo spareggio con Posterola al termine di una dei più bei pali di sempre. Nonostante il forte vento che ha inciso sulla sfida, lo spettacolo è stato di alto livello, sia tra i fantini che tra i balestrieri. Anche un altro cavaliere è caduto. Si è trattato di Jacopo Rossi che però, fortunatamente, non ha riportato conseguenze particolari. La classifica finale ha visto prevalere Vallis con 16 punti, seguita da Posterola con 13, quindi Paltea con 12, Crux Burgi con 7 e Collis con 6. Premiati anche altri balestrireri: Roberto Piciucchi, di Vallis, Cristina Cruciali di Posterola, Paolo Corvi di Platea e Guido Urbani di Collis. Vallis ha vinto anche il premio per il miglior corteo e miglior angolo, Collis ha invece prevalso con i musici.

Published in Cultura e Spettacolo

 AMELIA - Tragedia sfiorata nel tardo pomeriggio di venerdì 5 agosto in una casa del centro. Il camino è stata la causa di un incendio che si è sprigionato per cause ancora da chiatire attaccando la cucina dove era presente un uomo. Le fiamme hanno attecchito rapidamente distruggendo mobilio e strutture. A chiamare i vigili del fuoco è stata la stessa persona al momento in casa.

Una squadra del comando di Amelia è intervenuta prontamente sul posto circoscrivenedo l'incendio e spegnendo rapidamente le fiamme. Secondo quanto reso noto dai vigili stessi, il camino veniva usato per cucinare e nell'appartamento, dichiarato inagibile, vivono sette persone, una sola delle quali era presente al momento del rogo. 

Published in Cronaca

AMELIA – Prima la riduzione delle corse di Bus Italia, poi la questione dell’asilo nido, adesso la discussione riguardante i fondi da destinare alle associazioni sui quali l’opposizione ha acceso la polemica. Il punto sono proprio i contributi economici che, secondo il gruppo consiliare “Vivere Amelia”, la nuova giunta avrebbe negato alle associazioni cittadine. In particolare, il gruppo rappresentato dall’ex primo cittadino Riccardo Maraga accusa la nuova giunta di aver tagliato quei fondi, circa 31mila euro che il vecchio consiglio comunale, nel bilancio di previsione approvato lo scorso maggio, aveva stanziato per sostenere le associazioni e l'organizzazione della stagione teatrale 2016-2017.

Secondo il sindaco Laura Pernazza, invece, la polemica sollevata è del tutto inopportuna. Quei fondi in precedenza previsti per le associazioni, sostiene la Pernazza, sarebbero dovuti in realtà entrare nelle casse comunali con i trasferimenti della tasi. Entrate, tuttavia, che non si sarebbero mai potute verificare, poiché la tasi sulla prima casa è stata eliminata, facendo venire meno, pertanto, quei soldi su cui la vecchia amministrazione contava per finanziare le organizzazioni culturali.

Secondo il sindaco insomma non si tratterebbe di tagli, bensì di una “sovrastima” effettuata dalla vecchia giunta e tenuta all’oscuro dei cittadini prima delle elezioni. Vivere Amelia però rigetta la testi e ribadisce la propria preoccupazione per la sorte di varie associazioni come la banda cittadina, l'ente Palio dei Colombi, Amelia Doc, e altre che, senza i contribuiti comunali, rischiano di non avere le risorse necessarie per promuovere eventi e iniziative. “La giunta è perfettamente consapevole dell’importanza che queste organizzazioni rivestono per il turismo, l’economia e la cultura locale”, puntualizza però la Pernazza. “Per questi motivi l’amministrazione comunale destinerà tutte le economie che si dovessero venire a creare dal bilancio proprio per rifinanziare il capitolo di spesa relativo alle associazioni”.

Lorenzo di Anselmo

Published in Cronaca

L’Ensemble Accendo sarà protagonista giovedì del concerto in onore dei 25 ex studenti della Yale University ospiti ad Amelia fino all’8 agosto. Il concerto è organizzato in collaborazione con la flautista di Terni Ginevra Petrucci, laureatasi in musica a Yale. L’esibizione vedrà la presenza anche di Dorotea Racz al violoncello e Dmitry Samogray al pianoforte. L’iniziativa del soggiorno è dell’Università di Yale insieme all’agenzia Conley & Silvers con cui collabora Madi Gandolfo che ha dal 2003 organizza corsi e soggiorni per università americane ad Amelia.

Published in Brevi

AMELIA - Tornano i furti e si rialza l'allarme. Negli ultimi giorni ad essere presa di mira è stata la frazione di Fornole dove una coppia ha trovato i ladri addirittura in casa. Uno di loro nel tentativo di scappare avrebbe anche lanciati oggetti contro i proprietari,  forse un giravite, senza colpire nessuno. L'uomo ha poi inseguito in auto i ladri senza però riuscire a fermarli. Altro furto poco dopo in un'altra casa sempre a Fornole dove invece il furto è andato a segno con la casa semi ripulita. L'allarme furti è tornato a livelli alti e c'è anche chi fra i residenti propone di organizzare ronde per sopperire alle carenze della sicurezza. 

Published in Cronaca

Riprende ad Amelia l’attività culturale e cinematografica a cura dell’ass. Oltre il Visibile, che si sposterà per due fine settimana lungo le rive (e sotto le stelle) del Rio Grande, per un’iniziativa in collaborazione con l’ass. Amici del Rio Grande. Quello che proponiamo è una selezione molto accurata di cinema d’autore contemporaneo, grandi storie commoventi, irriverenti, vere, in grado di scavare nella gioia e nel dolore con una naturalezza stupefacente. 

Si parte venerdì 29 luglioore 21.30 con una storia d’amore, un film struggente: Alabama Monroe (2012), diretto dal regista fiammingo Felix Van Groeningen, dove dietro una vicenda personale pulsa la musica bluegrass e l’atavico conflitto tra ragione e religione. 
Con una magnetica Veerle Baetens, miglior attrice europea agli European Film Awards 2013. Candidato Oscar 2014 come miglior film straniero.
“Un film europeo ispirato alla cultura folk americana, testimonianza di quanto le due culture cinematografiche possano rivelarsi profondamente complementari”.
 
A seguire, sabato 30 luglio (sempre con inizio ore 21.30), la storia privata (e vera) di un uomo qualunque che si mette contro la legge pur di tentare di rimanere vivo, lottando contro l’Aids.
Con Dallas Buyers Club (2013) assistiamo a un racconto sentimentale, tenero e crudele, che ribalta uno tra i più odiosi luoghi comuni omofobi. La pellicola ricevette sei candidature ai premi Oscar 2014, tra cui miglior film e migliore sceneggiatura originale. Conseguì il riconoscimento in tre categorie, incluse miglior attore protagonista e miglior attore non protagonista, assegnati rispettivamente a Matthew McConaughey e Jared Leto.
 
 
Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA - La Madonna di Fatima passerà per Amelia. Un evento importante che si svolgerà dal 2 al 4 agosto e che rientra nelle celebrazioni dell’Anno Santo della Misericordia e in preparazione del centenario delle apparizioni della Madonna ai tre pastorelli di Fatima (1917 – 2017). Un pellegrinaggio organizzato dall’Unitalsi nazionale e che sta coinvolgendo dal 2 aprile le varie regioni d’Italia.

Ad Amelia l’effigie della Madonna di Fatima arriverà il 2 agosto nella chiesa di S. Francesco alle 22.30 con l’accoglienza della Madonna che sarà preceduta dalle ore 20.45 dalla recita del Rosario e dalla Messa celebrata dai Padri Francescani con disponibilità dei sacerdoti per le confessioni.  Mercoledì 3 agosto alle ore 7.00 ci sarà la Messa nella cappella dell’ospedale e la visita nei reparti. Alle ore 9.00 la recita del Rosario e la Messa. Alle ore 11.00 la Madonna pellegrina verrà portata nella chiesa di San Francesco dove sarà possibile raccogliersi in preghiera per l’intera giornata che si concluderà alle ore 21.15 con la veglia di preghiera.

Giovedì 4 agosto la statua sarà trasferita dalla chiesa di San Francesco al Duomo con una processione che avrà inizio alle ore 11. Nella Concattedrale di Amelia alle ore 16 ci sarà la solenne concelebrazione presieduta da Mons. Carlo Romani, assistente Unitalsi di Terni. Saluto alla Madonna e consegna della statua all’Unitalsi di Città Della Pieve.

Corr. Rover. 

Published in Sociale

AMELIA (redazione) - Verrà smontata oggi, a seguito dei lavori già iniziati nei giorni scorsi, la copertura di acciaio degli scavi archeologici a monte delle mura. Per l’occasione saranno presenti il vice sindaco Andrea Nunzi e l’assessore ai lavori pubblici Avio Proietti Scorsoni per il Comune di Amelia, mentre la Regione fa sapere in una nota che l’assessore regionale alle opere pubbliche, Giuseppe Chianella, effettuerà un sopralluogo alle 11.00 accompagnato dall’Ing. Paolo Felici (responsabile procedimento Regione Umbria) e dal direttore dei lavori, Nando Granieri.

Laura Pernazza, impegnata in un incontro istituzionale in Regione già assunto ha delegato i suoi rappresentanti. Su quella struttura si erano concentrate molte polemiche e si era creata un'accesa discussione accesa. Il capogruppo di Vivere Amelia, l'ex sindaco Riccardo Maraga, ricorda che la Regione aveva stanziato 1 milione e 600mila euro per togliere la copertura e rimettere in sicurezza i tratti non crollati. "Al di là dell'esito del voto - dice - è sempre un orgoglio aver lavorato per il bene di Amelia e vedere i frutti realizzarsi".

Published in Cronaca

AMELIA – “Altro che tagliare, il pollicino andrebbe esteso a tutti i dipendenti comunali e dell’ospedale”. Di questo parare è Legambiente Amelia che ha bocciato il taglio delle corse agli autobus verso il quartiere di San Lorenzo e alla navetta. “Il pollicino – scrive Legambiente – è essenziale soprattutto per limitare il traffico privato che costituisce elemento di disturbo grave alla vivibilità del centro stesso”.

Secondo Legambiente inoltre la navetta ai dipendenti di Comune e ospedale “limiterebbe il parcheggio selvaggio che deturpa le vie e i vicoli del centro storico. Il taglio delle corse va contro la necessità di ridurre il traffico puntando sul reale rispetto e l'estensione della zona Ztl”. Ciò che occorre, scrive l’associazione ambientalista, è “un sistema di parcheggi esterni e l'incentivazione dei trasporti pubblici. Ci si chiede peraltro perché sia stato dismesso l'abbinamento del biglietto gratuito del pollicino con quello dei parcheggi fuori porta.

Il traffico eccessivo rende poco gradevole la fruizione del centro storico anche ai turisti, costretti a respirare smog e a “spalmarsi” contro i muri dei vicoli e in alcune zone crea un forte livello di inquinamento da benzene, come dimostrano i valori elevati registrati fino a 3 anni fa, quando l'Arpa ha brillantemente risolto il problema eliminando i rilevatori dell'inquinamento presenti nel centro storico”.

Published in Ambiente

AMELIA - Tutto è pronto per l'apertura delle manifestazioni della 41ª edizione del Palio dei colombi di Amelia. Da venerdì 22 fino al 7 agosto una serie di eventi caratterizzeranno le manifestazioni del Palio dei colombi. I primi tre giorni saranno contraddistinti dall'evento "Amelia nel Medioevo ". Con particolari ambientazioni, una parte di Città viene riportata alle atmosfere tipiche del 1346. Quest'anno il luogo prescelto sono Piazza Marconi e via Garibaldi, che verranno completamente chiuse al traffico per permettere la giusta coreografia.In tutti e tre i giorni, dalle 20 in poi degustando prodotti tipici locali, preparati dalle taverne delle contrade, si alterneranno iniziative di vario genere. Venerdì 22 ci sarà l'apertura ufficiale delle manifestazioni, con la lettura del bando e l'elezione degli anziani e dei dieci del popolo, la rievocazione dell'elezione delle più alte cariche cittadine che affiancavano il Podestà nell'amministrazione della Città, come riportato negli antichi Statuti del 1346.

Seguirà poi la presentazione del Palio che verrà assegnato il 7 agosto nella tradizionale giostra equestre e di balestra.Sabato 23 ci sarà il rinnovo del gemellaggio dei cortei storici di Amelia e Gualdo Tadino, gemellaggio nato il 17 gennaio che attraverso la "Renovatio Foederis" verrà nuovamente saldato al cospetto dei sindaci Pernazza e Preciutti.Domenica 24 invece sarà la giornata dei bambini. Si inizia alle 17 con il battesimo dei nuovi nati in Contrada, poi dalle 18 lungo tutto il percorso ci saranno giochi, divertimento, laboratori e attività per i più piccoli.Poi sarà la volta, da lunedì 25 in poi degli "angoli, scene di vita medievale", nei quali ogni contrada metterà in scena una commedia scritta e interpretata dai contradaioli stessi.Domenica 31 sarà la volta del convegno "La donna in Amelia, tra antichità al Medioevo", con relatori d'eccezione i Prof.ri Marcello Barbanera, Elisabetta Gnignera e Edoardo D'Angelo.

Dal 1 agosto inizieranno le Sfide tra contrade, dalla gara podistica "dell'assalto alla torre" nella quale su un percorso all'interno del Centro Storico, contradaioli podisti si contenderanno la vittoria all'ombra della Torre del Duomo. Poi sarà la volta del Palio d'esordio, gara equestre identica al Palio vero e proprio, ma per cavalieri "under 18". Ci sarà anche il sacro momento dell'investitura e della benedizione del cavaliere e del balestriere che gareggeranno il 7 agosto. Il 6 agosto la città si radunerà lungo le vie del centro storico e davanti a porta romana per assistere al corteo storico ed all'arrivo del podestà che giurerà dinanzi la porta sui sacri vangeli.Il 7 agosto come detto, ci sarà il Palio dei Colombi, giostra cavalleresca e gara di abilità di balestrieri.Sullo sfondo ci saranno i sapori ed i profumi tipici delle taverne delle contrade.

"E' con grande soddisfazione che ci apprestiamo a vivere queste settimane di festa per Amelia. Oltre alla preparazione degli eventi tipici della manifestazione, quest'anno abbiamo puntato sul rilancio del marchio "Palio dei COlombi" con una campagna pubblicitaria rinnovata, e con un grande lavoro che ha coinvolto tutte le sartorie delle contrade nella ricerca accurata della storicità dei vestiti e dei personaggi. Siamo sicuri che sapremo offrire un Corteo Storico rinnovato in alcuni suoi elementi ed in altri addirittura nuovo. Abbiamo aumentato ancora di più lo spessore culturale della manifestazione collaborando con il Museo Archeologico di Amelia che organizzerà molteplici iniziative.

Tra le principali, i tour su "I luoghi di Santa Fermina", quello delle "Cinque chiese delle contrade", e quello dei palazzi storici di Amelia. Con l'ausilio della professionalità delle guide museali, avremo la possibilità di conoscere tutti i segreti di questi splendidi luoghi. Insieme all'associazione Ameria Umbra proporremo i concerti aperitivo, in luoghi molto caratteristici di Amelia. Un grazie particolare va alle professioniste dell'educazione dell'infanzia dell'associazione L'Aquilone, dello Spazio Gioco Latte e Biscotti ed alla Cooperativa CIPSS, che saranno le protagoniste dell'animazione per bambini. Un doveroso ringraziamento va soprattutto ai priori e a tutti i contradaioli che stanno lavorando faticosamente per organizzare tutti questi eventi. Inviteremo i turisti a visitare la bellissima "Scuderia Traguardo". Non posso non ricordare il fondamentale aiuto e la speciale collaborazione che ci offrono il Gruppo Armata Medievale, gli Sbandieratori e musici della Città di Amelia ed il gruppo Officiales. Che dire di più se non che aspettiamo veramente tutti, per offrire una delle esperienze più belle e coinvolgenti che Amelia sa offrire, che il Palio dei Colombi abbia inizio" queste le considerazioni del presidente dell'Ente Palio Alberto Rini .

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA - Saranno ultimati entro settembre i lavori di riqualificazione di Via Civitavecchia-Piazzetta Venturelli. Lo annuncia l’assessore ai lavori pubblici Avio Proietti Scorsoni che rende noti l’importo delle opere e il tipo di intervento. I lavori, spiega l’assessore, riguardano la ripavimentazione ed hanno un costo complessivo di 30mila euro. “Purtroppo – afferma - non siamo riusciti a trovare le risorse per sostituire l’asfalto con un materiale diverso e più consono, poiché la differenza economica per apporre pietre lapidee è risultata notevole. Il nostro impegno per migliorare qualitativamente e funzionalmente il centro storico cittadino e quelli delle frazioni sarà comunque continuo”.  

Published in Cronaca

AMELIA - La vicenda dell'asilo comunale continua a tenere banco. Il sindaco Laura Pernazza ha precisato che l'amministrazione non ha assunto decisioni in merito e che non c'è alle viste una scelta di campo sulla privatizzazione della struttura. La Pernazza ha infatti puntualizzato la questione chiarendo che l'amministrazione sta rivedendo una serie di costi per cercare di far quadrare i conti attualmente in grossa difficoltà.  Fra le iniziative già prese invece c'è quella della riduzione di alcune corse degli autobus meno frequentate dai cittadini. Nel frattempo però la vicenda dell'asilo arriverà anche in consiglio comunale. A portare la sarà Vivere Amelia che ha presentato una mozione sullo "Scarabocchio", questo il nome dell'asilo. La discussione avverrà venerdì 22 luglio in occasione della seduta di consiglio. Oltre alla mozione  l’ordine del giorno peevede alcuni atti riguardanti il prelevamento dal fondo di riserva, la ratifica di una variazione di bilancio, l’assestamento e la salvaguardia degli equilibri finanziari dell’ente e il riconoscimento di alcuni debiti fuori bilancio. Prevista infine la trattazione dell’interrogazione, sempre del gruppo Vivere Amelia, sulla convenzione del Comune con il dipartimento di studi linguistico-letterari, artistico-filosofici e giuridici dell’Università della Tuscia. 

Published in Cronaca

AMELIA - Riccardo Maraga, ex sindaco di Amelia, ha chiesto le mie dimissioni da Italia Nostra in merito ad alcune opinioni personali espresse su un gruppo di Facebook. In quella sede, ho scritto un post che aveva un tono canzonatorio, in sintonia con il gruppo di FB, dove le prese in giro e le battutacce salaci si alternano a riflessioni serie. Voglio assicurare Maraga che il post non voleva assolutamente essere offensivo, ho il massimo rispetto per la cultura contadina e operaia locale, tant’è che ho scelto di vivere su un pezzo di terra amerina.

Quando affermo che le ideologie hanno avuto un peso nelle scelte urbanistiche (e quindi estetiche) di questa città credo di dire, magari senza i dovuti distinguo (per carità, nessuno è depositario della verità), una cosa largamente condivisibile. Mi dispiace che abbia voluto decontestualizzare le mie affermazioni ed usarle per attaccare una associazione che tenta da anni di promuovere una seria riflessione sul paesaggio amerino e il futuro sviluppo del territorio.

In quanto privata cittadina ho, però, il diritto di esprimere le mie opinioni politiche e anzi, dichiarandole pubblicamente consento a tutti di valutare la mia imparzialità quando parlo a nome di IN. Non posso però accettare che si dica che la sezione di Amelia di Italia Nostra ha posizioni partigiane nei confronti di una certa parte politica. IN ha sempre dato la sua disponibilità a collaborare con la passata amministrazione, nello spirito di sussidiarietà che è tra le finalità dell'associazione. Maraga è testimone che sul Rio Grande la sottoscritta ha più volte chiesto un incontro per trovare una soluzione condivisa. Sull'Orto di Sant'Angelo IN ha firmato una convenzione con il Comune, collaborando con un'associazione molto vicina alla passata amministrazione e proprio recentemente ha donato all’orto due panchine nuove per arredare quello spazio.

Ove abbia ritenuto necessario, l’associazione ha preso posizioni critiche sull’operato e sulle scelte della passata giunta e continuerà a farlo con qualsiasi amministrazione, indipendentemente dall’appartenenza partitica. In occasione della recente campagna elettorale, IN ha tenuto un basso profilo proprio per non essere coinvolta nella contesa elettorale e quindi le accuse di partigianeria sembrano onestamente esagerate.

 Flavia Corsano, presidente Italia Nostra Amelia

Published in Filo Diretto

AMELIA  - Il Comune continua a fare i conti con le "secche" di bilancio e a cercare di trovare soluzioni. Il primo provvedimento ufficialmente assunto è il taglio di alcune corse di Bus Italia. "Il costo annuo del servizio - dichiara in una comunicato in cui annuncia il provvedimento Laura Pernazza - è di euro 250.590,28 di cui euro 82.694,50 a carico del Comune e euro 167.895,78 a carico della Regione.

La Soc. Busitalia, non trovandosi nelle condizioni di poter ridurre l’importo contrattuale a prescindere, ha proposto per ottimizzare i costi, una riduzione provvisoria, sino al 20 Agosto delle corse della linea 3, negli orari ove il servizio è scarsamente utilizzato ed una rivisitazione del servizio festivo per tutte le linee 1-2 e 3 sino 31.12.2016. I nuovi orari sono consultabili presso il punto informativo vicino alle mura, all’interno dei pulmini e da Lunedì, sul sito ufficiale del Comune di Amelia.

Siamo consapevoli - dichiara il sindacl - che i tagli provocheranno disagi ai cittadini ma purtroppo, con tutta la buona volontà, non possiamo agire diversamente per contenere il nostro disavanzo. Sono scelte difficili ma necessarie per ottenere risparmi funzionali alla positiva chiusura del bilancio. Naturalmente saremo disponibili ad esaminare tutte quelle criticità derivanti dall’inevitabile cambiamento. Chi amministra deve trovare il coraggio di prendere decisioni anche impopolari purché finalizzate ad ottenere risultati concreti e sostenibili". 

Published in Cronaca

AMELIA - Sono ripresi in questi giorni i lavori di restauro della facciata della concattedrale di Santa Firmina di Amelia, con il  finanziamento della Regione dell’Umbria pari a 400 mila euro,​ relativo ai fondi del terremoto 1997 di cui al D.G.R. n. 740/2015. I lavori, progettati dallo Studio LS degli architetti Paolo Leonelli e Mario Struzzi con la supervisione della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, consisteranno nella messa in sicurezza del paramento murario e il restauro degli elementi ornamentali del fronte realizzato nel 1877 dall’architetto Francesco Antonini e dall’ingegnere Luigi Percossi.

Il primo stralcio dei lavori, relativo alla parte sommitale, era già stato completato con un complesso intervento di restauro che ha comportato il consolidamento, la sostituzione e la reintegrazione degli elementi fittili, sia strumentali che decorativi, che ha preceduto la successiva pulitura dei paramenti. Con la medesima sequenza di operazioni si procederà per la parte inferiore che sarà completata entro la fine dell’estate quando i ponteggi saranno rimossi.

L’intervento proseguirà con minore disagio e limitatamente al finanziamento, nella fiancata destra e nelle coperture del primo livello. Tale lavoro, oltre a garantire la conservazione della facciata, unica nel suo genere per tecnica e monumentalità, restituirà alla vista uno dei paesaggi più belli dell’Umbria in cui svetta la concattedrale amerina, luogo carico di memorie e custode della memoria religiosa locale e dei martiri Firmina e Olimpiade.

Published in Cronaca

AMELIA  - Il sindaco Laura Pernazza chiederà alla Regione un contributo per eventi legati alle calamità.  Lo ha annunciato la stessa Pernazza dopo aver  constatato i danni relativi al maltempo di domenica scorsa. Secondo il sindaco, le forte alluvione ha causato una situazione grave che il Comune non è in grado di affrontare con le sole proprie forze economico - finanziarie.  Nell'eventualità che la Regione accolga la richiesta proveniente da Amelia, i fondi serviranno anche per sistemare la scuola materna allagata sempre durante le forti piogge di domenica e per la quale si è aperta una grande polemica in città.  

Published in Cronaca

AMELIA  - Entra acqua nella nuova scuola materna e scoppia la polemica. E' successo in occasione del nubifragio di domenica 10 luglio quando le violenti piogge sono penetrate nella struttura, allagandone alcune parti. Sul caso si è accesa una forte discussione che ha coinvolto l'amministrazione, l'ex sindaco,  quello attuale e il M5S.

Il consigliere comunale Romano Banella del meet up Cinquestelle ha chiesto di chiarire chi si assumerebbe le responsabilità in caso di nuovi problemi. "I tecnici che hanno concepito, avallato ed approvato il progetto - afferma Banella - non hanno minimamente considerato di basare l'edificio su di un piano rialzato? Il direttore dei lavori perché non è intervenuto?" Banella ha chiesto anche l'entità dei danni e chiarimenti sulla eventualità che ci siano ritardi sulla riapertura per il nuovo anno scolastico.

 "Su chi graveranno - conclude poi - i lavori di ripristino dell'edificio? Sul caso interviene anche l'ex sindaco Maraga che si sente chiamato in causa. "Abbiamo terminato k lavori in 8 mesi - dice - e non abbiamo scelto noi la collocazione della scuola. Il sindaco, che è autorità comunale di protezione civile, ha il dovere di mettere intorno ad un tavolo i soggetti interessati: il responsabile del procedimento, il direttore dei lavori, la ditta appaltatrice ed eventualmente il collaudatore tecnico-amministrativo e capire se occorre migliorare il sistema di drenaggio".

Il sindaco Laura Pernazza e la giunta, insieme ai tecnici, hanno fatto un primo sopralluogo per verificare la situazione è vedere come intervenire per risolvere il problema in tempi rapidi consentendo alla scuola di aprire in tempo utile per l'avvio del nuovo anno scolastico. 

Published in Cronaca

AMELIA – “Abbiamo fronteggiato l’emergenza con tempismo ed efficienza”. Ad affermarlo sono il sindaco Laura Pernazza e l’assessore ai lavori pubblici Avio Proietti Scorsoni in merito all’ondata di maltempo che ha colpito il territorio amerino ieri pomeriggio. Sindaco e assessore hanno fatto il punto della situazione sulle principali problematicità elencando le strade e le strutture maggiormente colpite dalle piogge. Tra queste le sale mussali che hanno subito infiltrazioni, una piccola frana vicino alla caserma dei vigili del fuoco, detriti trascinati da acqua e vento in Via Nocicchia, la strada provinciale interrotta temporaneamente da rami ed alberi caduti, la torre e la cattedrale danneggiate da una scarica atmosferica. Infine un grosso ramo caduto sulla provinciale per Orvieto. A collaborare alle attività di ripristino e di bonifica delle zone danneggiate anche gli addetti alla viabilità del circolo amerino della Provincia di Terni che hanno lavorato a fianco dei vigili del fuoco, dei vigili urbani, del sindaco, degli assessori. “A tutti – dichiarano ancora la Pernazza e Proietti Scorsoni – va un sentito ringraziamento”. La viabilità è tornata regolare intorno alle 20.00.

Published in Cronaca

TERNI - Un nubifragio equatoriale si è abbattuto sulla Conca ternana nel pomeriggio di domenica 10 luglio. Intense piogge e potenti raffiche di vento hanno flagellato il territorio per oltre due ore creando disagi ai cittadini e alla circolazione veicolare.  Molte le chiamate ai vigili del fuoco da Terni, Narni e Amelia soprattutto per alberi caduti, alcuni anche sulle strade, e per qualche allagamento di cantine e scantinati. Non si registrano gravi danni a cose o persone ma per i pompieri non è stata una tranquilla domenica estiva. 

Published in Cronaca

AMELIA – Sono tutte donne le presidenti delle tre commissioni consiliari permanenti del Comune di Amelia, elette nel corso della prima seduta delle commissioni consiliari. Presidente della Prima commissione (affari generali e istituzionali) è stata eletta all’unanimità Laura Dimiziani (Vivere Amelia), mentre Elisa Di Nicola (Per Amelia) è stata scelta, sempre all’unanimità, come vice presidente. Gli altri membri sono Gianfranco Chieruzzi (M5S), Tamara Grilli (Per Amelia) e Bruno Guerrini (Per Amelia). Presidente della Seconda commissione consiliare (finanze e bilancio) è Stefania Perotti (Per Amelia), designata sempre con voto unanime, allo stesso modo del vice presidente che è l’ex sindaco Riccardo Maraga (Vivere Amelia). Gianfranco Chieruzzi, Tamara Grilli e Giovanni Gatti (Per Amelia) gli altri componenti. Alla presidenza della Terza commissione (assetto del territorio) è stata infine eletta con unanimità Tamara Grilli, mentre sempre all’unanimità è stato eletto vice presidente Romano Banella (M5S). I restanti membri sono Luciano Renzi (Vivere Amelia), Bruno Guerrini e Stefania Perotti (Per Amelia).

Published in Cronaca

AMELIA - Nell’anno santo della Misericordia sarà aperta dal vescovo Giuseppe Piemontese la Porta Santa anche presso la Comunità Incontro di Molino Silla di Amelia, la quarta nella diocesi di Terni-Narni-Amelia. Dopo la Porta Santa della Cattedrale di Terni, quella dell’ospedale “Santa Maria” e della Casa Circondariale di Terni, domenica 10 luglio sarà la volta di Amelia. Alle ore 11 avrà inizio la cerimonia presso la cappella che custodisce la tomba del fondatore della Comunità Incontro don Pierino Gelmini, dove si svolgeranno i riti introduttivi e dove sarà aperta la Porta Santa, quella d’ingresso alla cappella, che resterà aperta fino al 15 agosto. Seguirà il pellegrinaggio verso l’auditorium della Comunità Incontro dove si terrà la concelebrazione eucaristica del vescovo con i sacerdoti dell’amerino e della diocesi.

Nella giornata di visita delle famiglie dei giovani ospiti della Comunità Incontro grande sarà la partecipazione a questo evento che celebra il Giubileo della Misericordia in particolare per coloro che vivono nelle “periferie esistenziali”, come è solito definire papa Francesco le tante forme sofferenza, solitudine, emarginazione. Un segno di condivisione e di partecipazione ad una “amnistia spirituale” che rappresenta un grande momento di uguaglianza per gli uomini «tutti peccatori, perché tutti sbagliano – ricorda il vescovo Piemontese -, ma che hanno la possibilità di ricominciare la loro vita perché Dio non si stanca mai di perdonare. In questo anno santo chi vuole ha la possibilità di incontrare il Signore, di avere perdonati tutti i suoi peccati e di ricomunicare da capo, di superare le debolezze e di stabilire con gli altri rapporti di misericordia che significa tornare ad avere cuore verso chi è in difficoltà e verso chi è sofferente». 

«L’anno santo della Misericordia – aggiunge il presule – ci educa alla compassione, alla umanità, per farci sperimentare il perdono, l’amnistia e la misericordia di Dio e dei nostri fratelli, compagni di cammino. Il Signore ci invita alla mensa dell’Eucarestia e della carità, dove siamo commensali e nello stesso tempo servitori di umanità, di misericordia e di condivisione dei beni materiali e spirituali. In questo anno giubilare la misericordia si identifica con “la mano benedicente del sacerdote, che a nome di Dio ripete centinaia e centinaia di volte: io ti assolvo! all’uomo e alla donna smarriti, che fiduciosi del perdono del Padre non si arrendono alle debolezze del male, che vanno debellate con l’umiltà e col costante abbandono fiducioso alla grazia di Dio. Misericordia è il perdono donato a chi è debitore verso di noi, dopo aver sperimentato a nostra volta la gioia del perdono di Gesù.

Misericordia è ritrovarci attorno alla mensa del Signore per impararne la Lui il significato e per nutrirci del pane della vita che ci insegnerà a sperimentare la gioia della misericordia». Per vivere e ottenere l’indulgenza i fedeli sono chiamati a compiere un breve pellegrinaggio verso la porta santa, aperta in ogni Cattedrale o nelle chiese stabilite dal Vescovo diocesano, come segno del desiderio profondo di vera conversione, unito, anzitutto, al Sacramento della Riconciliazione e alla celebrazione della santa Eucaristia con una riflessione sulla misericordia. Sarà necessario accompagnare queste celebrazioni con la professione di fede e con la preghiera per il Papa e per le sue intenzioni per il bene della Chiesa e del mondo intero L’esperienza della misericordia diventa visibile nella testimonianza di segni concreti di misericordia e ogni volta che un fedele vivrà una o più di queste opere in prima persona otterrà l’indulgenza giubilare.

 

Published in Sociale

AMELIA - Pizza in terrazza alla Casa del Sole di Amelia, centro educativo, culturale e sportivo di Arciragazzi, per sostenere le numerose attività educative con i ragazzi e di solidarietà con le famiglie. Appuntamento domani, sabato 9 luglio, alle 20, quando i volontari della Casa del Sole organizzeranno la pizza di autofinanziamento per continuare ad aiutare i bambini a crescere insieme nella città che cambia.

Published in Brevi
Venerdì, 08 Luglio 2016 07:43

Amelia / Arriva la fiction "In arte Nino"

AMELIA – Il centro storico ed in particolare il teatro sociale e il seminario interdiocesano saranno le location delle scene che saranno girate sabato prossimo ad Amelia per la fiction “In arte Nino” sulla vita di Nino Manfredi, per la regia di Luca Manfredi e l’interpretazione dell’attore Elio Germano. La fiction toccherà anche Amelia dopo Terni e Narni e, riferisce il sindaco Laura Pernazza, sarà un’occasione di promozione per la città.

“Luca Manfredi – afferma infatti il sindaco - è particolarmente legato ad Amelia e siamo felicissimi di accogliere lui, il cast e la troupe per raccontare, tra l’altro, la vita di un personaggio che rappresenta un’icona del cinema italiano. Come amministrazione comunale abbiamo cercato, nei limiti delle nostre possibilità, di supportare la produzione affinché tutto si svolga nel migliore dei modi. Siamo consapevoli che durante le riprese potranno crearsi dei problemi con la viabilità, che interesseranno soprattutto il parcheggio di Via della Pineta, area sterrata, lato di Porta Leone IV, Piazza Lojali e Piazza Matteotti, lato ingresso del Comune. Confidiamo nella collaborazione e nella pazienza dei nostri concittadini”.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Il Meet up Cinquestelle di Amelia chiede l’azzeramento del consiglio di ammi9nistrazione di Aman lasciando soltanto un amministratore unico. Gianfranco Chieruzzi, capogruppo consiliare, entra infatti nel dibattito cogliendo l’occasione del rinnovo delle cariche per le quali il Comune ha emanato un bando per selezionare curriculum dei cinque componenti attuali del cda.

“Ognuna di queste figure attualmente – dice – è in quota a un determinato Comune e relativa forza politica che oggi ci costa ben 52.800 euro l’anno tra compensi e rimborsi. Sinceramente troppo per una società che ha solo 23 dipendenti e che sostanzialmente per conto del Sii. si occupa in esclusiva della gestione e manutenzione della rete idrica. Questo deve essere il primo passo per una ulteriore azione di riduzione generalizzata dei costi di consulenza che nel 2015 ammontavano a 65.827 euro a cui si devono aggiungere altri 17.500 di costo del collegio sindacale”.

Da qui nasce la proposta di un amministratore unico rivedendo anche gli incarichi di consulenza “sia sotto il profilo economico – afferma Chieruzzi - che della loro effettiva utilità e soprattutto affidati con bando di gara. I risparmi così ottenuti devono essere utilizzati per stabilizzare il personale a tempo determinato o effettuare nuove assunzioni di maestranze ove necessario”. Chieruzzi conclude facendo riferimento agli aspetti economici nel rapporto Sii-Aman. “L’intesa – afferma - prevede il rientro dei crediti che quest’ultima vanta sulla prima per ben 3.239.454 euro al 31/12/2014, in rate semestrali per ben 15 anni”.

 

Published in Cronaca

Uno spettacolo teatrale e una rassegna cinematografica per il fine settimana dell’associazione Oltre il Visibile di Amelia, ospitata nel Chiostro di San Francesco. Si parte domani, giovedì 7 luglio, ore 21.30 con Nonni avi – emigrante di mezzo, di e con Salvatore Motta (regia di Gianluca Barbadori e Salvatore Motta - Co-produzione con il Colectivo Errante di Bogotá). Racconta il “sogno americano” di Turi, emigrante italiano a cavallo del terzo millennio e in mezzo a tre culture: italiana, statunitense, colombiana.Brandelli di memoria, aneddoti, leggende familiari, canti popolari danno corpo alla storia narrata attraverso i ricordi del nonno e gli echi della tradizione siciliana.

Il giorno successivo prende il via la rassegna Different every time - Cinema contemporaneo e mondo presente, con cui, attraverso i film selezionati, sperimentare differenti linguaggi e possibilità espressive: il cinema come un territorio di scambio con altre forme di sapere e di immaginario. Venerdì 8 luglio, ore 21.30, proiezione di Dio esiste e vive a bruxelles (Le tout nouveau Testament), un film del 2015 diretto dal geniale regista Jaco Van Dormael, una commedia surreale in cui Dio è un vero e proprio personaggio che vive a Bruxelles (e la figlia scrive un Nuovissimo Testamento per la salvezza dell’umanità).

Sabato 9 luglio, sempre con inizio ore 21.30, La famiglia bélier, un film francese del 2014, diretto da Éric Lartigau: la storia di una sedicenne che vive in una famiglia dove tutti tranne lei sono sordi, e quando scopre di avere una bellissima voce deve trovare il coraggio di dire ai genitori che vuole andare a Parigi per studiare canto. L’iniziativa dell’associazione Oltre il Visibile si avvale della collaborazione del Comune di Amelia e del supporto di una serie di sponsor privati.

 

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Otto persone tutte campane sono state denunciate dai carabinieri di Amelia per le truffe on lime. Tramite annunci online fittizi, gli otto erano riusciti a raggirare alcuni cittadini in cerca di affari sui siti internet dedicati. La scoperta è arrivata al termine di una complessa indagine partita dalla denuncia di una donna del posto.

Essendo intenzionata a trascorrere le proprie vacanze in una località di villeggiatura abruzzese, la donna, racconta l’Arma, aveva contattato un inserzionista privato che, dopo aver ricevuto una discreta somma di denaro su carta prepagata, aveva fatto perdere le proprie tracce, eliminando il finto annuncio di locazione dell'immobile.

Dopo una lunga serie di riscontri, gli investigatori hanno appurato che dietro la truffa si nascondevano, in concorso tra loro, gli otto indagati campani, già autori di truffe analoghe in varie regioni d'Italia.
I carabinieri invitano a porre molta attenzioni in merito agli annunci pubblicati su internet e a non versare come anticipo o caparra somme di danaro su carte prepagate di persone sconosciute. (ANSA).

 

Published in Cronaca

AMELIA - Potrebbe essere affidato ai privati l'asilo comunale. Verso questa ipotesi si starebbe orientando l'amministrazione nel tentativo di contenere i costi. Ma contro questa soluzione si schiera il meet up Cinquestelle che in un comunicato "respinge con forza ogni accostamento che pare emergere tra la morosità nel pagamento delle rette (quali? Di quanti anni stiamo parlando? Cosa si è fatto o si pensa di fare per affrontare questa situazione?) e l’annuncio della privatizzazione dell’asilo nido.

Non si può appena insediati - dicono i Cinquestelle - senza ancora aver preso visione dei problemi e delle soluzioni nella loro complessità su una questione così dedicata agire, questa volta si, con la mera mentalità del revisore dei conti annunciando tagli e portando avanti ricette riciclate dalla vecchia giunta.

Il Movimento 5 Stelle - prosegue il comunicato - rifiuta quindi questa fretta sospetta, che serve solo a destabilizzare le famiglie, tra l’altro visti i tempi di attuazione di un provvedimento del genere del tutto fuori luogo, e chiede che si avvii un confronto sincero, trasparente e nelle sedi opportune, sui conti pubblici ed i servizi erogati dal Comune, senza adagiarsi su ricette preconfezionate dove a pagare per gli errori degli altri è sempre il cittadino".

Published in Cronaca

AMELIA - Arrivano i soldi per la facciata del duomo e la minoranza di Vivere Amelia ne rivendica il merito. In un comunicato dice infatti che i 400mila euro stanziati dalla Regione sono frutto del lavoro fatto dall'ex giunta Maraga.

"Siamo soddisfatti - dice Vivere Amelia - che oggi siano finalmente partiti i lavori di completamento del restuaro e di rimozione delle impalcature: si tratta di interventi che consentiranno di migliorare l'aspetto non solo del Duomo e dell'intero centro storico amerino, ma anche lo skyline di Amelia.

Ringraziamo ancora la presidente della Regione Umbria Marini per l'attenzione dimostrata al nostro territorio e siamo contenti che questo sia uno dei tanti frutti che la nostra amministrazione lascia alla città". 

Published in Cronaca

AMELIA - E' stata una notte di terrore quella passata da un inglese di 68 anni che si è perso improvvisamente non facendo  più ritorno a casa. L'allarme era scattato poco dopo le 23, quando la macchina delle ricerche si è messa in moto per cercare di rintracciare lo scomparso. Nessuna avvisaglia preventiva, nessun biglietto magari lasciato a vista, nessuna motivazione apparente che potesse giustificare la causa dell'allontamento. E soprattutto nessuna traccia. Carabinieri e vigili del fuoco hanno battuto le zone intorno al centro cittadino in lungo e in largo per ore fino a che intorno alle 3 e mezzo del mattino l'inglese non è ricomparso. Lo hanno trovato i soccorsi in una via del centro, in stato confusionale ma senza danni fisici. E' stato riportato a casa ponendo fine ad un incubo. 

Published in Cronaca

AMELIA - "Con la Regione vogliamo dialogare, spero solo che ci sia la stessa disponibilità dall'altra parte". Laura Pernazza mette subito le cose in chiaro e mentre deve fare i conti con i soldi, vuole intessere sin da subito una rete istituzionale dalla quale, questa è la sua tesi,  Amelia non può prescindere. "Il fatto che abbia vinto il centrodestra - puntualizza - non vuol dire che la città si isolera' dal resto della regione, la Marini sa già che c'è la volontà di dialogare e collaborare, del resto credo che questo sia nell'interesse stesso della Regione". Il fatto della collaborazione è doppiamente importante. "Ci siamo accorti - rivela il sindaco - che in cassa non ci sono soldi, molti debitori sono insolventi e  ci sono parecchie tasse non pagate. Mancano anche 200 mila euro di rette dell'asilo che probabilmente dovremmo privatizzare". 

Published in Cronaca

AMELIA - Ha preso il via ufficialmente giovedì 23 giugno la nuova consiliatura guidata dal neo sindaco Pernazza. La giunta è stata presentata dal sindaco durante la prImage seduta del consiglio comunale. Ecco i nomi e le deleghe: Laura Pernazza: Sviluppo economico, Turismo, Rapporti Istituzionali, Rapporti con Europa, Società Partecipate; Andrea Nunzi (Vice Sindaco): Urbanistica, Redazione del nuovo Prg, Sanità, Patrimonio; Leonardo Pimpinelli: Presidente del Consiglio comunale con delega all'Associazionismo; Avio Proietti Scorsoni: Edilizia Pubblica e Privata, Viabilità, Lavori Pubblici, Decoro Urbano, Ambiente, Protezione Civile, Polizia Municipale, Trasporti; Antonella Sensini: Bilancio, Tributi, Servizi Sociali, Politiche di Genere, Semplificazione amministrativa, Informatica; Massimiliano Galli: Commercio, Sport, Artigianato, Agricoltura; Giovanni Gatti: Consigliere comunale con delega alle Frazioni; Federica Proietti: Cultura, Pubblica Istruzione, Politiche Giovanili, Gemellaggi, Rapporti con l'Università, Personale.

Published in Cronaca

AMELIA - Incompatibile perché ha una pendenza in corso con il Comune. Per questa ragione Giuseppina Mancini si è subito dimessa da consigliera dei Cinquestelle. Proprio un comunicato del Meet Up spiega la vicenda.  "Vogliamo ringraziare Giuseppina - dice la nota - per l’impegno profuso fin dal primo giorno al nostro fianco e per il risultato ottenuto durante la campagna elettorale. Accettiamo con dispiacere le sue dimissioni, insieme a tutti quelli che l’hanno votata ed hanno votato per noi ma allo stesso tempo con l’orgoglio e la serenità di chi ha deciso di fare la cosa più giusta.

Giuseppina Mancini lascia come ha spiegato oggi nelle sue dimissioni consegnate nelle mani del Sindaco, causa incompatibilità (art. 63 D.Leg. 267/2000), per una lite pendente con il Comune che si trascina da anni per dei danni subiti alla sua proprietà, riconosciuti già da una perizia del tribunale. 

Vogliamo sottolineare come la cittadina Giuseppina oltre il danno di una condotta incurante dei diritti dei cittadini e dei pubblici denari, abbia subito anche la beffa di vedersi privare del proprio diritto di elettorato passivo, ritenendo eticamente impraticabile ogni possibile soluzione a posteriori della vicenda, pur prevista dalla legge, che possa anche solo apparire come lesiva dei principi del Movimento e dell’integrità della propria persona.

Riteniamo questo gesto oltre che coraggioso e moralmente ineccepibile, il segno di una concezione ed una pratica della politica differente verso tutti quei cittadini che si aspettano parità di trattamento indipendentemente dalla loro posizione. Noi del Movimento continueremo a lottare per un’Italia più giusta e Romano Banella insieme a Giuseppina lo faranno con noi, grazie.

Published in Cronaca
Mercoledì, 22 Giugno 2016 17:45

Amelia / Comincia l'era Pernazza

AMELIA - Comincia la nuova consiliatura a targa Laura Pernazza che apre ufficialmente la prima era a firma centrodestra nel comune. È fissata infatti per domani, 23 giugno alle 17.30 la prima seduta del nuovo consiglio comunale. All'ordine del giorno la convalida degli eletti e la nomina di presidente e vice del consiglio. Il nuovo sindaco Laura Pernazza comunicherà i componenti della Giunta. Previste anche la surroga di un consigliere dimissionario, Giuseppa Mancini, e la composizione della commissione elettorale e delle commissioni consiliari permanenti.

Published in Cronaca

AMELIA  - A due settimana dalla clamorosa sconfitta, l'ex sindaco Riccardo Maraga coglie l'occasione dei risultati fortemente negativi del PD ai ballottaggi di ieri per tornare sui motivi che hanno determinato la vittoria di Laura Pernazza.

Secondo Maraga c'è nell'aria una generale voglia di cambiamento che ha visto la vittoria del M5S in molte città,  tra cui Roma e Torino, e che ad Amelia ha ottenuto un risultato importante.

Ma la sconfitta amerina ha anche altri motivi, due in particolare. "Abbiamo perso - afferma in un post sul suo profilo Facebook - per via delle opere pubbliche non realizzate e per il mancato avvio dell'ospedale unico, mentre i due attuali di Amelia e Narni subiscono un innegabile depotenziato.  Il Pd deve riflettere a tutti i livelli". 

Published in Cronaca

AMELIA – Grande festa per i 65 anni di sacerdozio di don Renzo Civili. L'anniversario è stato celebrato domenica scorsa in cattedrale alla presenza di tantissimi fedeli che hanno vluto presenziare a questo appuntamento dato l'affetto nutrito nei confronti del parroco. Era presente anche il sindaco Laura Pernazza che ha definito don Renzo "un punto di riferimento per tutta la città. Ha sempre dedicato – ha affermato il sindaco - quella attenzione, dedizione, approfondimento e amore che lo contraddistinguono, a partire dai complessi e delicati incarichi che ricopre e ha ricoperto di Protonotario Apostolico, Giudice della Sacra Rota, Professore universitario fino a quello più umile di servitore del Signore.

Un impegno profuso non solo nell’ambito religioso, ma anche in quello civile. La sua preziosa attività di studi storici è stata fondamentale per la nascita delle rievocazioni storiche ad Amelia. Dal fermento creato da mons. Civili si è potuta espandere l’attività dell’allora pro loco, a tutta una serie di giornate di rievocazione medievale che hanno fondato la loro storicità sugli studi da lui compiuti. Per questo è stato anche nominato socio onorario dell’Ente Palio dei Colombi. A nome anche dell’amministrazione comunale vorrei ringraziare mons. Civili per quello che ha fatto e che farà per la nostra città”.  

Published in Sociale

AMELIA - Lo scontro fra sindacati e cda dell'azienda rischia fi ripercuotersi sulla tenuta complessiva del sito. La pensa così sulla Novelli il sindaco Laura Pernazza che in una nota esprime forti preoccupazioni sul futuro dell'azienda e dei 100 lavoratori. "Auspico - dice il sindaco - un'azione unitaria, sotto il coordinamento della Regione, sul Ministero affinché si torni intorno al tavolo e si possa trovare l'accordo nelnel rispetto degli impegni presi dalle parti in sede governativa.Esprimo altresì vicinanza ai lavoratori del gruppo che sono in apprensione per il loro posto di lavoro". 

Anche la Regione sta seguendo la vicenda in maniera capillare. "La Regione Umbria sta seguendo con grande attenzione e preoccupazione l'evolversi della vicenda - dice il vice presidente Fabio Paparelli - riteniamo necessario che tutti, ciascuno per la propria parte e competenza, lavorino per il conseguimento dell'obiettivo comune rappresentato dalla salvaguardia della prospettiva aziendale  e dei livelli occupazionali. In tal senso ribadiamo la necessità, già espressa attraverso una richiesta di incontro inviata l'8 giugno 2016 e ribadita e riconfermata in data odierna, che sia convocato al Mise il tavolo nazionale". 

Published in Lavoro

AMELIA – Il primo colpo della giunta Pernazza è l’arrivo di Vittorio Sgarbi che sarà assessore con delega alla cultura. La conferma è arrivata proprio dal noto critico d’arte che durante un intervento a La Zanzara di Cruciali ha comunicato la decisione di accettare l’incarico offertogli dal nuovo sindaco. Sgarbi non potrà però prendere subito possesso delle sue deleghe. Prima dovrà attendere la modifica dello statuto che non prevede la possibilità di ricorrere ad assessori esterni per la giunta amerina.

Per lui è il terzo assessorato contemporaneo in Italia, avendo già incarichi dello stesso genere a Cosenza e Urbino, resta da capire se il suo sarà un incarico concreto, visti gli impegni o se sarà invece più una sorta di bella presenza e di opportunità data la notorietà e le vastissime conoscenze in giro per l’Italia. Sia come sia, Sgarbi occuperà uno dei cinque posti disponibili nell’esecutivo di Laura Pernazza, posti che diventano di fatto tre, perché oltre al suo, anche un altro è già occupato. Quello di Andrea Nunzi che sarà vice sindaco.

 

Published in Cronaca

AMELIA - Viticoltura ed enologia di qualità tornano protagonisti in questi giorni nell’Amerino. Prosegue infatti, da giovedì 9 a domenica 12, la “settimana di eccellenti degustazioni” dell’undicesima edizione di Ameliadoc, promossa dall’omonima associazione. E quest’anno la rassegna enologica dell’Umbria meridionale si arricchisce con “Ciclopica”, il festival di letteratura, filosofia e arte. “Partnership – spiegano gli organizzatori - che punta a far conoscere e valorizzare la bellezza del nostro territorio”. Esperti, addetti ai lavori e semplici appassionati si immergono nell’atmosfera conviviale, tra percorsi tematici, degustazioni, cooking contest, laboratori, concerti.

Il programma degli eventi, ad Amelia:

Giovedì 9, alle 21.30, a Palazzo Farrattini, “Quando il vino è poesia” (ingresso € 5): i giardini del Cinquecentesco Palazzo ospiteranno la degustazione di spumante Nerosé della cantina La Madeleine e il Recital di Poesia a cura dell’Associazione “Il Granaio”. I brani scelti avranno come tema il vino e la recitazione sarà accompagnata da musica dal vivo.

Venerdì 10, alle 19.30, nella stessa location, Chef Academy Cooking Contest (ingresso € 35): il resident Chef Paolo Trippini (Ristorante Trippini Civitella del Lago, Chef JRE) e gli Chef Maurizio Di Mario (Chef per un giorno La7) e Fares Issa, guideranno due brigate di studenti della Chef Academy nella preparazione di un menù. Il pubblico assaggerà tutti i piatti e deciderà, votando, la brigata vincitrice.

Sabato 11, alle 17.30, nella pinacoteca E.Rosa, “Ameliadoc incontra i vini di Loreto Aprutino (ingresso € 30): Trebbiano, Cerasuolo e Montepulciano d’Abruzzo saranno i protagonisti della degustazione, nelle interpretazioni d’autore delle cantine De Fermo, Torre de’ Beati e Valentini. La degustazione sarà guidata da Giampaolo Gravina che incontrerà i tre moschettieri del vino loretese: Francesco Paolo Valentini, icona del vino d’autore, erede di una lunga e prestigiosa tradizione familiare che ha consegnato alla storia del vino bottiglie indimenticabili e in qualche caso leggendarie; Fausto Albanesi, titolare della cantina Torre de’ Beati, con la moglie Adriana Galasso, affiatati protagonisti di una consolidata realtà produttiva dell’Abruzzo d’autore; Stefano Papetti già capace di far apprezzare la variegata proposta della cantina De Fermo nei più selettivi contesti del vino bio”.

Domenica 12, dalle ore 11 fino alla sera, al chiostro San Francesco, (ingresso libero - sacchetta e bicchiere per le degustazioni € 15): sarà possibile selezionare gli assaggi tra le circa 150 etichette prodotte nei comprensori Amerino e Orvietano dalle cantine presenti e degustare prodotti tipici della tradizione gastronomica del territorio.

Sempre domenica 12, visita animata per bambini dai 3 agli 8 anni, al museo archeologico, alle 16.30 ed alle 18, (ingresso € 3, durata 1 ora): “PER...BACCO!”, vivace visita al museo, per far conoscere ai bambini la figura mitologica di Bacco attraverso i reperti archeologici; l’operatore accompagnerà i bambini di fronte alle opere e racconterà il mito di Bacco. Seguiranno attività di laboratorio e un baccanale a base di vino, fogli e pennelli. Per informazioni e prenotazioni: 0744/978120, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Per ulteriori informazioni, per prenotare la partecipazione agli eventi e/o acquistare i ticket d’ingresso www.ameliadoc.it oppure 0744/978586.

V.T. 

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Riccardo Maraga ha stretto la mano di Laura Pernazza nella notte delle elezioni e s’è beccato anche un “rimprovero” dalla neo sindaca perché non era andato a congratularsi con lei. Che era una serataccia si vedeva dal volto suo e dei suoi collaboratori che assistevano moggi al passaggio del corteo vociante dei vincitori lungo Via della Repubblica. “Non è la prima volta che prendo batoste significative ma mi sono sempre rialzato con determinazione”. Lo dice, Maraga, affidando il suo pensiero a facebook. Dal suo profilo ufficiale lancia messaggi cercando di abbozzare anche i motivi della sconfitta. Significativo è il fatto che poche ore dopo la sconfitta, proprio sul suo profilo pubblica foto di lui con il figlio e con la moglie, forse a dire a tutti che i valori della famiglia contano più di ogni altra cosa.

“Nessuno mi ha fatto mai sconti, né ho mai cercato scorciatoie ma sempre l'impegno”, scrive. In questi cinque anni – continua poi - ho dato tutto me stesso alla nostra Amelia con impegno, onestà e passione. Non rimpiango nulla e sto ricevendo tanti attestati di stima e affetto”. Poi va alla ricerca di una spiegazione. “Difficile dire perché abbiamo perso. Di certo c'è un vento nazionale che favorisce il voto di cambiamento e sfavorisce chi amministra. Ad Amelia, poi, ci sono alcune problematiche irrisolte da anni che in una fase di grande difficoltà economica abbiamo cercato di risolvere ma che hanno minato la fiducia in chi amministra il comune. Ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto e dato fiducia. Non mollero' – avverte - sia chiaro. Troppa gente crede ancora in me. Meglio perdere che essere un sindaco di minoranza, forte in consiglio comunale ma non rappresentativo dei cittadini. Metterò lo stesso impegno di sempre in Consiglio comunale per rappresentare tutti i nostri elettori e i cittadini che vorranno continuare a dialogare con noi”. Il finale è perentorio. “Chi pensa che me ne vado con la coda tra le gambe mi conosce ben poco”.

Corr. Rover.

 

Published in Cronaca

AMELIA – Ci sono stati cori da stadio lungo le vie del centro, in piena notte. C’è un video diffuso sulla rete che ritrae i militanti di Per Amelia che “scortano” Laura Pernazza in piena notte cantando a squarciagola. La neo sindaco si ferma davanti al quartier generale di Vivere Amelia. Di fuori c’è Riccardo Maraga e gli uomini dello staff elettorale. La Pernazza e l’ex sindaco si scambiano un saluto, una sorta diu passaggio di consegne improvvisato e di cui probabilmente Maraga avrebbe fatto volentieri a meno in quel frangente. Sono quasi le tre del mattino e le facce sono stanche, sia di chi ha perso che di chi ha vinto.

Il corteo riparte sotto gli sguardi moggi dei militanti del Pd. Da oggi Laura Pernazza è il nuovo sindaco di Amelia. “A chi me lo diceva che avrei vinto rispondevo con un sorriso un po’ ironico o scaramantico, fate voi – dice con un filo di voce, di primo mattina, poco dopo la sbronza elettorale che l’ha portata a Piazza Matteotti – abbiamo vinto per nostro grande merito e un po’ anche per colpa loro”, ammette lei commentando a caldo la vittoria.

In effetti, i dati confermano che la presenza di Sinistramelia di Nadia Moretti ha inciso in qualche modo sull’esito elettorale, sancendo quella spaccatura dentro la quale si è inserito il M5S, che ha fatto un exploit con 1.536 voti e probabilmente due consiglieri comunali, oltre a Chieruzzi anche Banella. Oltre a Maraga, dovrebbero entrare per Vivere Amelia, anche l’ex assessore Dimizioani e Renzi, mentre per Per Amelia ci sarebbero, oltre alla Pernazza, Grilli, Perotti, Galli, Guerrini, Sensini, Pimpinelli, Proietti, Proietti Scorzoni, Gatti, di Nicola e Nunzi, alcuni di questi andranno a fare l’assessore, come probabilmente Andrea Nunzi che ha preso circa 600 preferenze.

I commenti - “E’ stata una vittoria storica – dice sempre la Pernazza - siamo riusciti a battere il centrosinistra che governava da tanti anni. Voglio ringraziare  - prosegue - i cittadini che ci hanno scelto, i nostri candidati e tutti i collaboratori, spetta a noi adesso dimostrare che sappiamo amministrare la città”. Fabio Angelucci, riconfermato a Montecastrilli, parla di continuità amministrativa. “Proseguiamo il lavoro già avviato per portare a compimento i tanti progetti avviati. Lo possiamo fare grazie ai cittadini che ci hanno votato con una percentuale di oltre il 66%, tra le più alte in assoluto, è un orgoglio ma anche una grande responsabilità”. Luciano Conti, eletto ad Avigliano Umbro invece, punta sull’ascolto dei cittadini.

“Francamente – dichiara - mi aspettavo qualcosa in più, ma dobbiamo rispettare la volontà degli elettori. Ora dobbiamo lavorare per convincere con i fatti coloro che non ci hanno espresso la loro preferenza. In questo contesto voglio sottolineare l’ottima affermazione del Pd e dei socialisti ma ho un rammarico per la mancata elezione delle donne, sia nella nostra lista che in quella avversaria. Abbiamo un consiglio comunale tutto al maschile”. Costi fissi, tasse, pulizia e decoro urbano saranno le primissime cose su cui lavorerà Antonio Liberati ad Otricoli. “Abbiamo intenzione – afferma - di abbattere i costi della macchina pubblica di 150mila euro l’anno, questo ci permetterà in prospettiva di diminuire la tassazione sui cittadini non rinunciando però a lavori pubblici, pulizia cittadina e manutenzioni”.

Valentino Filippetti, neo sindaco di Parrano, elogia la “forte partecipazione politica. Non era scontata – osserva – dopo il commissariamento - ora si tratta di mettere a frutto questa tensione politica, trasformarla in progetti ed iniziative. Cooperazione, collaborazione e condivisione non sono solo slogan elettorali ma il nostro programma di governo”. Andrea Garbini, riconfermato a Castel Giorgio infine, si dichiara molto soddisfatto. “Uscivamo – afferma - da un commissariamento forse legato in qualche modo anche al tema della geotermia – chi ha fatto scelte diverse determinando la caduta dell’amministrazione però non è stato premiato dai cittadini. Queste elezioni hanno ribadito che gi elettori hanno fiducia in noi”. Sulla geotermia Garbini conferma la sua posizione. “Proseguiremo la nostra battaglia contro il progetto”. 

 

Published in Cronaca

TERNI  - Il risultato più clamoroso delle amministrative arriva da Amelia dove Laura Pernazza alla guida di Per Amelia vince le elezioni e sconfigge Riccardo Maraga del PD che capeggiava Vivere Amelia. A Montecastrilli si conferma Fabio Angelucci, ad Avigliano Umbro vince Luciano Conti, ad Otricoli torna Antonio Liberati, a Castel Giorgio c'e" di nuovo Andrea Garbini e a Parranno vince Valentino Filippetti. urne chiuse a Terni ha votato il 72,85%, a Perugia il 70,54. In Umbria il calo dei votanti è stato contenuto con il 5% in meno. 5,4. Le urne si erano aperte dalle 7.00  se si sono chiuse alle 23.00.  Si sono aperte stamattina (5 giugno) le urne in sei comuni del ternano per rinnovare sindaci e consigli comunali.  Si vota ad Amelia, Montecastrilli,  Avigliano Umbro, Otricoli, Parrano e Castel Giorgio. Ecco tutte le liste e i candidati 

Amelia - Lista SinistrAmelia (candidato sindaco Nadia Moretti): Gino Biribandi, Benedetta Caderigi, Ivano Ceccarelli, Lia Ceccarelli, Tania Ceccarelli, Stefania Esposito, Salvatore Farini, Luciano Marini, Rino Massarelli, Ugo Rosati, Siretto Sparnaccini e Ilenia Zara.

Movimento 5 Stelle (candidato sindaco Gianfranco Chieruzzi): Luca Asciutti, Romano Banella, Stefano Baroncini, Roberta Boccacci, Giuseppa Giuffrida, Lorella Maroni, Marco Monzi, Gabriele Petichini, Marco Piciucchi, Andrea Proietti Scorzoni, Maria Stella Satolli, Massimiliano Spaziani, Romina Valeri e Giuseppina Mancini.

Vivere Amelia (candidato sindaco Riccardo Maraga): Laura Dimiziani, Claudia Dionisi, Patrizia Fiorentini, Antimo Giuliani, Marco Tomassini, Giampiero Stentella, Luciano Renzi, Marco Rubini, Fabio Miliacca, Remo Pernazza e Paolo Gatti, Teresa Di Lernia, Giancarlo Guerrini, Valentina Tartamelli, Domenico Nicotera e Maria Chiara Conocchia.

Per Amelia (candidato sindaco Laura Pernazza): Andrea Nunzi Andrea, Luciano Chieruzzi, Claudia Della Rosa, Elisa Di Nicola, Bianca Fieri, Francesca Romana Fortunati, Massilimiliano Galli, Giovanni Gatti detto Gianni, Tamara Grilli, Bruno Guerrini, Donatella Pernazza, Stefania Perotti, Leonardo Pimpinelli, Federica Proietti, Alvio Proietti Scorsoni, Antonella Sensini.

Amelia 2016 (candidato sindaco Raffaele De Lutio): Alessia Angeloni, Massimo Castellani, Silvana Castellani Perelli, Giulio Mancini, Goffredo Miliacca, Anna Claudia Orlandi, Maurizio Pulcianese, Giorgio Sgrigna, Luca Quintilio Valentini Marano, Michela Viola, Michele Torelli, Franca Gazzani e Zannotti Fernanda

Otricoli - Insieme è possibile (candidato sindaco Francesco Bussoletti): Franco Telloni, Andrea Scaglia, Manila Marchese, Anselmo Savina, Valerio Galliani, Susanna Proietti, Maurizio Mencarelli, Graziella Bussoni, Vittore Finistauri e Alessandro Leonelli.

Certezza e futuro (candidato sindaco Antonio Liberati): Nico Nunzi, Gianni Cifoletti, Francesca Lazzarini, Alessandro Fani, Matteo Ferramondo, Giorgio Fontana, Donatella Leonelli, Eligio Marazza, Andrea Pagliaro, Federica Pelosi.

Avigliano Umbro - Avigliano Umbro insieme (candidato sindaco Luciano Conti): Manlio Bertoldi, Luca Cricchi, Daniele Gentili, Luca Longhi, Cesare Mecarelli, Maria Grazia Mechelli, Angelo Melari, Fabio Pacifici, Roberto Pacifici, Silvia Sensini.

Aria nuova per Avigliano (candidato sindaco Daniele Marcelli): Roberto Morelli, Simone Pelini, Andrea Ranieri, Raffaele Antonini, Antony Mariani, Luca Proietti Scorsoni, Luciano Bucalossi, Manuela Piacenti.

Parrano - Parrano bene comune (candidato sindaco Valentino Filippetti): Leonardo Marcacci, Anna Maria Mechelli, Andrea Morcellini, Marcello Moretti, Sistina Sabellico, Tedeschini Isabella e Marco Trippella.

Libertà e Cambiamento (candidato sindaco Laura Duranti): Michele Bonchio, Giacomo Giulietti, Alessandro Marenghi, Laura Miscetti, Valentina Picconi, Francesca Servili, Enrico Tedeschini, Roberto Todini.

Montecastrilli - Montecastrilli siamo noi (candidato sindaco Emanuele Capradossi): Lara Altobelli, Lucilla Bettarelli, Marta Bettelli, Mario Cardoni, Roberto Manoni, Isabel Cristina Minielli, Andrea Daragnani, Anna Maria Pugnaloni, Maria Augusta Mancini, Emiliano Francia.

Insieme per il bene comune (candidato sindaco Fabio Angelucci): Diego Ceccarelli, Luca Raggi, Benedetta Baiocco, Tatiana Crespi, Riccardo Aquilini, Fabrizio Finistauri, Claudia Sensini, Federica Ferrotti, Francesco Rafanelli, Doris Antonini, Sergio Bernarducci, Andrea Carissimi.

Lega Nord (candidato sindaco Sabina Accorroni): Lorenzo Mazzola, Francesco Grespi, Claudia Chiappini, Fabio Petrucci, Luigi Fiorentino, Manila Battisti, Francesco Agnetti, Nelly Laureti, Stefano Antonietti, Anna Rita Cruccolo, Marcello Buccheri, Piero Cancelli.

Castel Giorgio - Progetto futuro (candidato sindaco Claudio Tarmati): Gabriele Anselmi, Fabrizio Batella, Simone Cinque, Rolando Equitani, Cristiano Federici, Raffaele Fiani, Roberto Morucci, Enrico Pacetti, Barbara Salvati, Marco Taschini.

Con i cittadini per Castel Giorgio (candidato sindaco Andrea Corritore): Tonino Cardinali, Fausto Fabiani, Chiara Germani, Annalisa Giulietti, Francesco Messina, Maria Teresa Nulli, Claudio Serafinelli, Fabrizio Ceccarini.

Democrazia e progresso (candidato sindaco Rodolfo Proietti): Luca Campanelli, Renzo Caprasecca, Marianna Cordelli, Pancrazio Lazzarini, Domenico Messina, Roberto Pacetti, Renato Giorgio Pagnini, Maria Cristina Pepe, Enzo Prudenzi.

Cambiamo Castel Giorgio (candidato sindaco Andrea Garbini): Gianpaolo Paglialunga, Nazzareno Ceccarelli, Luca Iachini, Christian Montesanti, Simone Plutoni, Silvio Rapaccini, Minimo Ronchini, Federica Santi, Sauro Santinami e Fabrizio

Published in Cronaca

AMELIA – Sarà dedicato a Shakespeare la seconda giornata di “Ciclopica, giganti iN collina”, festival di letteratura, filosofia e arte in svolgimento ad Amelia fino al 5 giugno. Alle 18.00 al Chiostro di Palazzo Colonna, il critico letteraRio Gilberto Sacerdoti dialogherà con il filosofo Davide Grossi su “Pazzi, buffoni e atri smisurati. Shakespeare grottesco”. Alle 21.30 invece al Chiostro Boccarini si terrà il concerto Do the Funky Giant! della Briccialdi Big Band, diretta da Fabrizio Benevelli. L’installazione artistica Infuria, di Giosuè Quadrini, sarà infine aperta, come tutti i giorni, dalle 11.00 alle 23.00, all’Atelier del Ciclope.

La mostra fotografica Totò & Fabrizi, virtù e vizi sarà visitabile, negli spazi espositivi della Galleria ‘Il Granaio’, dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 19.30. “Il dialogo filosofico e letterario – affermano in una nota gli organizzatori - è movimentato dalle voci di molti studiosi, scrittori e artisti, di diversa provenienza e formazione. Il desiderio è quello di sviluppare chiavi di lettura profonde e creative con cui studiare i cambiamenti sociali e di riflettere sul contemporaneo, utilizzando le lenti preziose che la nostra storia culturale ci lascia in custodia”. 

Corrado Roversi

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Continua il botta e risposta tra Pd e Per Amelia sui compensi dei candidati a sindaco. Daniele Miliacca, segretario del partito democratico è tornato sull’argomento replicando alla Pernazza sulle indennità del sindaco Maraga. “Non ha nulla da chiarire – dice Miliacca – perché non ha mai percepito un euro che non fosse previsto dalla legge”.

Sugli incarichi di revisore della Pernazza per alcuni enti, il Pd torna a ribadire che secondo la legge la Pernazza non può svolgere quelle funzioni. “Non è vero – replica lei – ci siamo informati direttamente da alcuni degli estensori di quella norma e ci hanno garantito che le incompatibilità non valgono per alcuni incarichi come ad esempio quelli di revisore”.

Published in Cronaca

AMELIA - Raffaele de Litio guida la lista  civica "Amelia 2016" che ha l'obiettivo dichiarato di interrompere il ciclo delle amministrazioni di centrosinistra. 1) Quali saranno le priorità se sarà sindaco? "Nelle prime settimane di un eventuale elezione a Sindaco, l'Amministrazione si concentrerebbe su tre questioni principali: a) revisione del bilancio comunale, che presenta molti punti oscuri come evidenziato anche dalla relazione dei Revisori dei conti; b) verifica dell'esatta situazione delle innumerevoli opere pubbliche incompiute, predisposizione di un ordine di priorita' nelle ripresa dei lavori, sempre che sia possibile ed opportuno riprenderli; c) avvio dei contatti necessari con gli altri Comuni del comprensorio.

E' necessario che nell'imminente accorpamento dei "piccoli Comuni" questi scelgano Amelia piuttosto che dar vita ad una entità nuova. Si tratta di una questione di vitale importanza per la nostra città! Infine e forse si tratta dell'impegno più importante, avvieremo un diverso rapporto con la cittadinanza, basato sulla trasparenza e l'informazione. In un nostro eventuale mandato, la cittadinanza non sarà mai più chiamata a ratificare decisioni prese da qualche segreteria politica"

2) Che assessori sceglierà? Giovani o esperti? Guardera' alle competenze o al curriculum politico? "Contrapposizione tra giovani ed esperti mi sembra francamente riduttiva. Ci possono essere giovani in grado di amministrare la cosa pubblica benissimo, così come "esperti" che hanno creato disastri quasi irrecuperabili. Pensiamo a chi ha commissionato le famose opere pubbliche incompiute, erano persone esperte, con alle spalle le strutture di un importantissimo partito politico. Il risultato e' sotto gli occhi di tutti.

Nel nostro caso avremo una giunta composta da persone che nella propria precedente esperienza professionale hanno dimostrato di saper ben amministrare ed andranno ai settori chiave: bilancio, turismo, fondi europei mentre altri, con una diversa esperienza in campo sociale, si occuperanno di questioni altrettanto importanti quali l'integrazione, le politiche di formazione e di sostegno. Soprattutto cercheremo di fare un lavoro di gruppo, trasparente nei confronti della popolazione".

3) Amelia deve guardare per prima cosa al comprensorio o invece a Narni, Terni e Perugia? "E'chiaro che Amelia debba guardare oltre se stessa. L'Amministrazione deve riprendere a partecipare ai tavoli di coordinamento a Terni ed a Perugia, stringere alleanze con le città' limitrofe che hanno problemi ed esigenze simili alle nostre ma deve guardare anche a Roma, a Civitavecchia ed all'estero per cogliere finalmente le potenzialità legate al turismo ed al terziario, sino ad oggi completamente ignorati dalla Amministrazione uscente, così come da quelle che l'hanno preceduta facendoci perdere le uniche possibilità di sviluppo".

4) Come mai, per un uomo con la sua storia professionale, la scelta di candidarsi a sindaco? "E' molto semplice, oltre 10 anni fa insieme a mia moglie siamo capitati per caso ad Amelia e lo stesso giorno abbiamo acquistato quella che ormai e' diventata casa nostra. All'epoca non avevamo una casa di proprietà ed eravamo alla vigilia di un trasferimento all'estero! Amici e parenti pensavano che fossimo impazziti, eravamo stati conquistati da Amelia. Abbiamo iniziato i lavori ed attraverso le maestranze abbiamo conosciuto meglio la città', poi abbiamo iniziato a venire qui in vacanza, io ho conosciuto gli amici del Magnete (un gruppo di appassionati d'auto d'epoca), il gruppo del Banditore (il mensile amerino, cui di tanto in tanto collaboro), il Teatro, il cinema, la Pro Loco di cui sono diventato Vice Presidente.

Da Ambasciatore a Lussemburgo avevo provato ad organizzare "l'anno dell'Umbria nel Gran Ducato", il cui evento centrale sarebbe dovuta essere un'esposizione di archeologica di cui il Germanico sarebbe stato il pezzo principale. Erano attesi dai 200 mila ai 300 mila visitatori. La Sovrintendenza aveva dato le autorizzazioni necessarie, i lussemburghesi avevano stanziato i circa 400 mila euro necessari ed il Governo gran ducale aveva dato la "garanzia di stato" sul trasporto dell'opera ma l'Amministrazione comunale inizio' a lavorare contro la mostra, ipotizzando che la statua non sarebbe tornata ad Amelia e parlando di possibili danni.

Le polemiche raggiunsero un livello tale che le Autorità' lussemburghesi preferirono rinunciare al progetto, che si ridusse a due soli eventi: uno spettacolo degli Sbandieratori il 24 giugno, festa nazionale del Gran Ducato alla presenza della Famiglia reale e di un numerosissimo pubblico entusiasta ed una conferenza su Narni sotterranea, seguita da una proiezione. Insomma un'occasione sprecata. Poi venne l'Expo dove aiutai alcuni imprenditori amerini a partecipare gratis nonostante che il Comune avesse ipotizzato costi altissimi. Recentemente alcuni amici mi hanno offerto di guidare una lista civica ed ho accettato, nella convinzione che Amelia abbia un gigantesco potenziale non utilizzato, un po' come tutta l'Italia. Sta a noi cittadini cercare di invertire questa tendenza, la rinascita dell'Italia dipende dai piccoli centri, ne sono assolutamente convinto".

5) Cosa c’è secondo lei nel futuro economico della città? Turismo, cultura o industria?  "Credo che il futuro di Amelia sia legato allo sviluppo del turismo culturale ma anche eno-gastronomico. Senza pero' tralasciare alcune piccole esperienze industriali. Dopo il tracollo delle industrie che avevano fatto la ricchezza di Amelia stanno emergendo alcune nuove piccole realtà, legate all'agricoltura di qualità che andrebbero sostenute adeguatamente non tanto in termini finanziari ma fornendo loro quegli incentivi immateriali ma importantissimi che solo le strutture pubbliche possono dare.

Le faccio qualche esempio: creare un Consorzio dell'amerino che garantisca un adeguato livello qualitativo, di cui potrebbero far parte produttori agricoli, trasformatori, operatori turistici, artigiani. Bisogna che la parte pubblica partecipi alle Fiere, coordini le diverse Associazioni, evitando sovrapposizioni tra le diverse iniziative. Il turismo, l'agricoltura di qualità' ed il terziario possono creare posti di lavoro e dare nuovo benessere. Il Comune deve favorire la diffusione di internet affidabile e veloce in tutto il territorio a partire proprio dal centro storico, altrimenti le imprese si installeranno altrove".

6) Cinque candidati per Amelia non sono troppi? "Cinque liste, di cui quattro di opposizione sono certamente troppe. Come riportato nei manifesti che abbiamo affisso, abbiamo cercato di favorire sino all'ultimo momento utile un'aggregazione. Avevo dato la disponibilità' a ritirare la mia candidatura, purché' si fosse trovato un candidato credibile, non coinvolto con precedenti esperienze amministrative. Purtroppo non e' stato possibile e si rischia di perdere un'occasione unica per realizzare il cambiamento necessario per uscire dalla crisi che attanaglia Amelia da oltre 10 anni e che sta diventando sempre più pesante".

7) Cosa manca alla città o cosa non ha più? "Manca di una visione per il futuro, arranca disperdendo le scarse risorse in mille rivoli e senza realizzare nessuna delle opere pubbliche avviate. Nel 2006 l'attuale Amministrazione e' stata eletta sulla base di programma che prevedeva il completamento delle opere pubbliche sospese ed il rilancio del Centro storico. Oggi nessuna delle opere pubbliche e' stata terminata, pur avendo speso altri milioni di euro, il Centro storico e' in totale abbandono, il Teatro sociale e' all'asta, la Pro Loco rischiava il fallimento travolta da un debito colossale, l'Ospedale sta lentamente morendo, le mura sono crollate e non vi e' alcun serio progetto di ricostruzione.

Per parte sua, l'Amministrazione lancia messaggi di fiducia e di ottimismo senza dare alcuna indicazione su come intende far fronte alle prossime scadenze di bilancio ed alla entrata in vigore della legge sui piccoli Comuni. Qualora Amelia perdesse definitivamente il collegamento col suo territorio, saremmo arrivati al capolinea di una storia trimillenaria".

8) Lanci un appello agli elettori - "Rivolgiamo a tutti gli elettori un fortissimo appello: abbiate il coraggio di cambiare. La crisi di Amelia ha dei responsabili precisi: chi ha amministrato negli ultimi 20 anni e chi non ha mai fatto vera opposizione. Si tratta di elezioni amministrative, bisogna scegliere chi amministrera' la nostra citta' e vi proponiamo candidati competenti, che non hanno ambizioni politiche a livello regionale o nazionale. Siamo "persone normali", provenienti da esperienze diverse ma che hanno tutte ben meritato nei propri ambiti professionali. Abbiate il coraggio di cambiare, le critiche sterili non servono a nulla. Oggi si puo' cambiare con "Amelia 2016". 

Published in Cronaca

AMELIA - Il M5S punta a fare il terzo che gode fra i due litiganti e accusa Pd e Forza Italia di essere come la coppia ormai in crisi. "lVolano gli stracci in casa Pd-Forza Italia - dice infatti Giampaolo Chieruzzi, candidato sindaco dei grillini - come quelle coppie in crisi di mezza età che dopo una vita passata insieme si "sputtanano" pubblicamente. Il sipario triste degli attori (Maraga e Pernazza) che si accusano a vicenda per le solite questioni di di posti e prebende non può che causare il rigetto dei cittadini amerini.

La verità è che PD e Forza Italia ed i loro degni compari hanno creato insieme e in perfetta sintonia un sistema marcio, basato sulla spartizione del potere e delle poltrone e chi si propone per il "cambiamento" lo fa secondo la massima gattopardesca: «Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi» Ormai è chiaro, l’unica alternativa a questo sistema di potere (ve lo ricordate il Patto del Nazareno?) è il M5S qui e in tutta Italia: fuori dai giochi, fuori dagli accordi e dalle promesse elettorali, fuori dal ricatto del lavoro". 

Published in Cronaca

AMELIA - "Vedo che il PD incomincia ad avere paura di perdere le elezioni ad Amelia e passa alla denigrazione dell’avversario politico, seconda la migliore tradizione della vecchia sinistra". A dirlo è Laura Pernazza, candidata a sindaco di Per Amelia che replica ale accuse del partito democratico. "Non hanno argomenti politici - dice la Pernazza  -  e allora attaccano sul personale insinuando che la sottoscritta farebbe politica solo per ricevere incarichi al fine di “migliorare la sua situazione professionale”.

Sugli incarichi di revisore dei conti all'Azienda Ospedaliera di Terni e, da poco, all’Arpa ("attuale compenso circa 300 euro netti al mese", precisa), la Pernazza puntualiizza che, "come ho già detto e scritto altre volte, sono stata nominata dal Consiglio regionale, per garantire il controllo nei sopraindicati enti in quota alla minoranza, sulla base di una precisa legge regionale (L.R. 11/1995) che fissa criteri di eleggibilità e incompatibilità e con una metodologia di elezione che deriva da precise scelte politiche fatte dal PD.

Quindi, quando dicono che vige un sistema senza criteri di merito, forse si rivolgono alla maggioranza in Regione? Forse questa è un’altra guerra all’interno del PD? Non lo so e non mi interessa. La norma a cui si riferiscono riguarda gli organi diversi dal collegio dei revisori dei conti (Circolare Consiglio Nazionale Ordine Dottori Commercialisti del 14/12/2015), la cui retribuzione è normativamente essenziale al fine di garantire l’autonomia del controllo. Infine, per ciò che riguarda il Comune, ho rinunciato a qualsiasi compenso dal 2011.

Al contrario di altri che con la politica ci vivono, per me parla la mia storia di professionista, con un lavoro che si è andato consolidando negli anni grazie a chi ha riposto la fiducia in me e non grazie a canali preferenziali. Dato però che ci si è addentrati su questo argomento, vorrei fare io due domande al PD amerino e spero che rispondano agli amerini.

La prima è perché il sindaco, a fronte della riduzione del suo stipendio avvenuta ad inizio legislatura, successivamente lo ha fissato al massimo consentito  dalla legge? La seconda: perché il sindaco ha accantonato in bilancio l’indennità di fine mandato come se avesse percepito lo stipendio massimo per tutti gli anni della sua carica e non in base all’effettivo importo corrisposto come per legge?"

Published in Cronaca

AMELIA – Si infiamma la campagna elettorale con il Pd che difende Maraga dopo gli attacchi della Pernazza sulla presenza alla cena di un cooperativa. Il Partito democratico ha diffuso una nota nella quale difende Maraga e contrattacca sugli incarichi della Pernazza. “E’ dal 2010 ad oggi, revisore dei conti dell'Arpa Umbria, come le stessa dice pubblicamente – scrive il Pd – in effetti viene nominata ininterrottamente dal 2010 ad oggi dal Consiglio regionale, su nomina politica del suo partito Forza Italia, membro del collegio sindacale dell'Azienda Ospedaliera di Terni dal 2010 al 2015 e del collegio di revisori dei conti dell'Arpa oggi. La questione, già sollevata in Consiglio Comunale dai nostri eletti, è sicuramente discutibile sul piano politico.

Molti giovani professionisti, oggi, vedono di fronte a loro un vero e proprio muro nel poter aspirare ad ottenere quegli incarichi che potrebbero farli crescere professionalmente ed economicamente. Invece vige un sistema senza criteri di merito. Gli amerini potrebbero anche ragionevolmente chiedersi se l'impegno politico della Pernazza sia ispirato a ragioni ideali e di servizio o sia, al contrario, interessato a migliorare la propria situazione professionale.

L'art. 5, comma 5 del dl 78/2010 – prosegue il Pd - afferma che "Ferme le incompatibilita' previste dalla normativa vigente, nei confronti dei   titolari di cariche   elettive, lo svolgimento   di qualsiasi incarico conferito dalle pubbliche amministrazioni di cui al comma 3 dell'articolo 1   della legge 31 dicembre 2009 n.196, inclusa la   partecipazione ad organi collegiali di qualsiasi tipo, puo' dar luogo esclusivamente al   rimborso delle spese sostenute; eventuali gettoni di presenza non possono superare l'importo di 30 euro a seduta". La Pernazza era già consigliere comunale quando la legge è entrata in vigore e, a quanto risulta dall'albo degli incarichi presente nel sito dell'azienda ospedaliera di Terni, ha continuato a percepire i compensi. Chiediamo, dunque, alla Pernazza di chiarire agli amerini se ha svolto quei due ruoli gratuitamente oppure percependo compensi”.

Published in Cronaca

AMELIA - Italia Nostra ha inviato al Comune di Amelia i propri commenti in merito alla Relazione di Sintesi del Documento Programmatico del Nuovo PRG/Parte strutturale di Amelia. Scadevano infatti in questi giorni i termini per presentare eventuali commenti al DP approvato il 22 aprile dal Consiglio Comunale e pubblicato il 28 sul sito del Comune. IN esprime la propria soddisfazione perché si è finalmente intrapreso il processo di elaborazione del PRG ma rimane molto preoccupata per gli effetti delle perequazioni, premialità e compensazioni previste dalla nuova legge regionale di Governo del Territorio. Infatti, accanto alle enunciazioni di principio di consumo zero di territorio, permialità e compensazioni suonano come un escamotage per continuare indisturbati a cementificare e lottizzare.

Ci auguriamo, quindi, che in sede attuativa gli amministratori scelgano di limitare al massimo tali possibilità. Per IN le premialità legittime sono il cambiamento di destinazione d’uso, l’apertura di finestre o porte (ove non si intervenga su edifici vincolati o su prospetti di interesse paesaggistico), l’esonero dal pagamento delle concessioni edilizie, l’apertura di passi carrai, le recinsioni (ove consentite dal codice della strada), etc. Infatti, se si persegue con coerenza l’idea di non voler più consumare territorio, la premialità non può prevedere aumento della cubatura esistente. Esempi pratici degli effetti della premialità sono l’ex Molino Cooperativo e l’ex Officina Cannetto, che hanno prodotto un innalzamento fuori limite del ristrutturato e creato dei mostri che schiacciano con la loro mole le case limitrofe.

Dagli anni 70 in poi, l’edilizia è stata considerata una delle principali fonti di sviluppo del territorio e questo ha prodotto la crescita incontrollata e disordinata della parte moderna dell’abitato, spesso costruita con criteri e materiali discutibili. Il risultato è che oggi siamo costretti a parlare di emergenza per la periferia di Amelia, una situazione che va affrontata con una graduale e costante azione di recupero, riqualificazione e riconversione dell’esistente. Accanto a questa azione di bonifica, è anche necessario armonizzare gli spazi vuoti interclusi nell’abitato moderno, creando ove possibile parcheggi, verde pubblico, strade, piazze e luoghi di socializzazione. Il precedente PRG aveva previsto un trend demografico poi rivelatosi del tutto sballato. Ci auguriamo che questa volta si tenga conto che la popolazione amerina è destinata a contrarsi. Per questo suggeriamo di prendere in esame il fabbisogno edificatorio degli ultimi 5 anni e basare il dimensionamento su questi dati oggettivi.

Suggeriamo inoltre di inserire nel PRG l’indicazione dei Piani Urbanistici Esecutivi (PUE) già in programma o in fase di ideazione. In questo modo si armonizzato tutti gli interventi futuri, con una corretta programmazione territoriale. La procedura di elaborazione del PRG consentirà di riflettere sull’assetto territoriale di Amelia per creare le premesse di uno sviluppo sostenibile. Bisogna quindi che l’Amministrazione si impegni di più a divulgare i contenuti del PRG, informando il cittadino, dandogli tutti gli strumenti per comprendere e visualizzare gli impatti concreti del PRG. Si deve discutere intorno ad un tavolo dove siano dispiegate le carte e ogni aspetto reso comprensibile anche ai non addetti ai lavori. Il PRG è di tutti e deve essere basato su scelte razionali, sostenibili, consapevoli e condivise. Sappiamo anche che quando sono in gioco interessi economici diventa estremamente difficile mantenere questo approccio lineare e trasparente e per questo vigileremo affinché questi principi siano applicati con coerenza.

Published in La Finestra

AMELIA (redazioen) – Antonio Pennacchi (scrittore), Giulio Giorello (filosofo), Nadia Fusini (critica letteraria), Vitaliano Trevisan (scrittore), Donatella Di Cesare (filosofa), Yahya Pallavicini (imam), Massimo Donà (filosofo), Marino Sinibaldi (direttore di Radio 3) sono gli ospiti principali della seconda edizione di “Ciclopica. Giganti in Collina 2016 – Festival di Letteratura, Filosofia e Arte” che si svolgerà ad Amelia, dal 2 al 5 giugno.Il programma è stato pèresnetato ieri alla Sala Partecipazione di Palazzo Cesaroni da Giacomo Petrarca, presidente dell’associazione AmeliaCiclopica, dal vicepresidente David Passerini e dalla responsabile della segreteria organizzativa Maria Virginia Leonori.

I quattro giorni di dialogo filosofico e letterario saranno movimentati dalle voci di molti studiosi, scrittori e artisti. Alcuni nomi, tra agli altri: Tutti si ritroveranno in collina, per riflettere sul contemporaneo, utilizzando le lenti preziose che la nostra storia culturale ci lascia in custodia. Tanti gli appuntamenti dedicati alle scuole e i concerti dal vivo. Si inizia il 2 giugno con i Decostruttori Postmodernisti – le letture teatrali e gli incontri enogastromici. Con alcune partnership d’eccezione, tra cui quelle con Ameliadoc e con la Fondazione Lungarotti, Ciclopica conferma il suo auspicio, già evidente nella prima edizione, a fare rete con le altre realtà territoriali e ad integrare le compenze. “L’immagine dei Giganti che risalgono la Collina contiene già un riferimento alla nostra filosofia – ha spiegato Petrarca – un movimento verso l’alto, le figure colossali e la vetta dolce di una “montagna malriuscita”. La riflessione è impegno, anche nella sproporzione, a “cercare un mondo più nuovo”, come scrive Tennyson nella nostra poesia-simbolo di quest’anno, Ulysses». Programma ed altre info su http://www.ameliaciclopica.it/press-area/ .

Published in Cultura e Spettacolo

TERNI (redazione) – “La centrale unica di committenza è uno strumento di grande utilità per i Comuni, per quelli di più ridotte dimensioni diventa un servizio fondamentale”. Lo hanno detto stamattina il presidente Leopoldo di Girolamo e il vice presidente Giampiero Lattanzi nel corso di una riunione convocata con i comuni del territorio provinciale per fare il punto della situazione sulla centrale unica di committenza anche alla luce delle nuove disposizioni normative sugli appalti. “La Provincia – hanno affermato di Girolamo e Lattanzi – vuole proseguire l’erogazione del servizio potenziandolo dove necessario. Per fare questo dobbiamo capire quali siano le esigenze delle amministrazioni comunali in modo da tarare la nostra struttura e dare ai Comuni un servizio sempre più efficace ed utile.

La centrale di committenza – hanno proseguito presidente e vice – è uno dei nodi fondamentali del nuovo ente, così come disegnato dalle leggi di riforma, finora i Comuni che vi hanno fatto ricorso hanno giudicato le prestazioni in maniera molto positiva. Noi vogliamo continuare a svolgere questo servizio migliorandolo ulteriormente”. Ai Comuni è stato fornito un questionario in base al quale verrà fatto il quadro delle esigenze e delle necessità, ente per ente, relativamente al settore della gestione degli appalti pubblici. “In base alle risultanze – hanno puntualizzato di Girolamo e Lattanzi – adegueremo la nostra struttura”. L’amministrazione redigerà un regolamento apposito per la gestione e il funzionamento della centrale di committenza che sarà adeguato alle normative vigenti e specificherà nel dettaglio l’erogazione del servizio e il rapporto con gli enti comunali. 

Published in Economia

TERNI– Ammonta ad oltre 6 milioni di euro il totale degli investimenti 2015 su miglioramento delle reti e dei sistemi di depurazione. Si tratta di progetti approvati e affidati dalla Sii, grazie anche al cofinanziamento della Regione Umbria e della Comunità Europea. Gli interventi sono finalizzati al proseguimento dei programmi di miglioramento complessivo del sistema idrico provinciale già avviati da anni e portati avanti su tutto il territorio provinciale.

Allo stesso modo, anche quelli approvati nel 2015 riguarderanno tutte le aree della provincia su cui la Sii ha competenza. In particolare i progetti riguardano il riordino del sistema di raccolta e trattamento dei reflui e la realizzazione delle stazioni di sollevamento e di collettamento delle acque reflue, l’adeguamento di alcuni impianti di depurazione e altri di adduzione idrica. Ulteriori importanti interventi sono previsti per il sistema di collegamento acquedottistico Ternano-Amerino.

Published in Cronaca
Lunedì, 23 Maggio 2016 16:08

Amelia / Uomo di 76 anni si toglie la vita

AMELIA – Un uomo di 76 anni è stato trovato morto in un capanno agricolo di sua proprietà dai vigili del fuoco. L’ipotesi principali al termine dei rilievi parla di probabile suicidio. L’uomo si sarebbe impiccato per motivi ancora ignoti.

Published in Brevi

AMELIA - È polemica sulla cena della cooperativa alla quale ha partecipato Riccardo Maraga. La candidata di Per Amelia Laura Pernazza accusa infatti Sandro Corsi, presidente della Actl, di aver fatto una cena elettorale invitando un solo candidato. "Corsi - dice la Pernazza in un comunicato - vanta diversi contratti di appalto con il Comune di Amelia, a mezzo della cooperativa Alis facente parte del gruppo, alcuni dei quali in scadenza al prossimo 30 giugno.

Poche sere fa ha offerto una cena in piena campagna elettorale, in un ristorante di Amelia, ai propri soci lavoratori, invitando a partecipare il Sindaco Maraga. Lo stesso sindaco che naturalmente durante la cena e' intervenuto con un discorso sulla situazione politica amerina, con il chiaro scopo di fare campagna elettorale a quindici giorni dalle elezioni.

Noi vorremmo che il mondo imprenditoriale in particolare quello legato alla cooperazione si mantenesse terzo rispetto alla politica e stigmatizziamo che il sindaco vi abbia partecipato. Il comune ha l'obbligo etico prima ancora che giuridico di essere lontano dagli interessi particolari e di essere rigoroso sui controlli verso le ditte che hanno appalti con il Comune stesso. Al pubblico - conclude - compete di fare gli interessi dei cittadini e non creare imprese di Serie A e imprese di Serie B". 

Published in Cronaca

AMELIA – Sarà l’organista Gustav Auzinger il protagonista del concerto di domenica prossima alle 18.00 nella chiesa di San Magno in occasione del Maggio Organistico Amerino giunto alla sua 42esima edizione. Auzinger ha iniziato gli studi musicali con Peter Planyavsky. Ha quindi studiato musica sacra, pedagogia della musica e organo sotto la guida di Michael Radulescu alla Scuola musicale superiore di Vienna. Ha approfondito i suoi studi in Italia, Svizzera ed Olanda. Molteplici sono le sue attività in campo musicale. E’ organista degli organi storici della chiesa di Sant´Anna a Steinbruch (1727) e nel castello di Neuhaus (ca. 1625). E’ docente di organo al Conservatorio per la musica sacra di Linz.

Ha un´intensa attività concertistica ed è stato invitato a far parte della giuria di concorsi nazionali e internazionali. Organizza, inoltre, corsi di perfezionamento su tre strumenti che si trovano nella grande sala della sua casa a Pürnstein (organo storico italiano, organo storico austriaco e nuovo organo Pirchner in stile barocco) ma anche in numerosi paesi europei, in Asia e negli Stati Uniti. Ha curato molti progetti per la costruzione ed il restauro di organi in Austria, ha effettuato varie registrazioni per la radio e la televisione ed ha inciso diversi cd.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Finiscono di nuovo in prefettura le diatribe politico-istituzionali in consiglio comunale. Laura Pernazza, candidata sindaco di Per Amelia ha infatti inviato una nuova comunicazione al prefetto per contestare il presunto mancato rispetto delle regole da parte del sindaco e della maggioranza. Questa volta c’era in ballo la discussione sul bilancio di previsione 2016. “Il Consiglio comunale – sostiene la Pernazza - è stato infatti in origine convocato per venerdì 20 maggio, ultimo dei venti giorni di proroga concessi dalla legge, non rispettando i cinque giorni previsti dall’articolo 24 comma 6 del regolamento.

Chi amministra Amelia ultimamente non è nuovo a questi atteggiamenti di mancato rispetto del corretto funzionamento del Consiglio comunale e dei diritti dei consiglieri di minoranza. Dopo la mia comunicazione di esposto al Prefetto, è arrivata nella giornata odierna la nuova convocazione della seduta prevista per il 26 maggio, superando così il limite massimo dei venti giorni dopo il 30 di aprile per l’approvazione del bilancio di previsione”.

Published in Cronaca

AMELIA – SinistrAmelia è un po’ una specie di costola del centrosinistra amerino, rappresenta quella scissione che paventata anche a livello nazionale, l’anima (una delle tante per la verità) della sinistra italiana meno incline a gestire e più di lotta che di governo. Ad Amelia quella sinistra ha scelto di andare da sola e di staccarsi dal Pd di Maraga. Nadia Moretti guida la lista e prova a sedersi sulla poltrona di sindaco dopo aver fatto la stessa esperienza a Lugnano in Teverina.

1) Quali saranno le priorità se sarai sindaco? Le priorità se diventassi sindaco saranno: riorganizzazione della macchina amministrativa, prendere visione dello stato di avanzamento dei lavori pubblici, il decoro urbano.

2) Che assessori sceglieresti? Giovani o esperti? Guarderai alle 
competenze o al curriculum politico?
Sceglierei assessori che abbiano voglia di lavorare sodo. Giovani e meno giovani perché la competenza e l’esperienza di vita vera sono imprescindibili.

3) Amelia deve guardare per prima cosa al comprensorio o invece a 
Narni, Terni e Perugia?
La città di Amelia deve ripensare al suo ruolo strategico territoriale. La sua storia, la sua posizione geografica di collegamento con la fascia dell'orvietano e con il Lazio offrono la possibilità di ricostruire un ruolo centrale in una logica di area vasta: Integrazione dei servizi, pianificazione ambientale e turistica sono elementi preminenti sui quali sviluppare una collaborazione di rete  con i territori ad est ed a sud della città. Solo rimettendo la città al centro di una pianificazione allargata e condivisa che comprenda i Comuni di Lugnano in Teverina, Guardea, Baschi fino ad arrivare ad Orvieto potremmo rimettere in moto un economia locale e di rete in grado di restituire un peso politico su scala provinciale e rilanciare il tessuto economico, turistico ed occupazionale.

4) Perché avete deciso di mollare Maraga e andare per conto vostro? Il progetto di SinistrAmelia parte da alcuni presupposti fondamentali: occorre ridestare una partecipazione vera della cittadinanza alla vita politica unitamente ad una necessità di offrire un’idea di governo alternativa. In questo senso il giudizio che diamo su gli ultimi cinque anni di amministrazione è ampiamente negativo ed inadeguato rispetto alla progressiva marginalizzazione che il territorio ha subito a causa di una scarsa lungimiranza e subalternità politica. Il tema della sanità è emblematico di come si sono gestiti i nodi strategici: aldilà dei proclami e della propaganda sull'immediata realizzazione dell'ospedale comprensoriale non si può che riscontrate il silente assenso del Partito Democratico locale rispetto alle decisioni assunte dalla regione Umbria. Nel momento in cui il nuovo piano sanitario regionale fu varato si sarebbe dovuta aprire una durissima vertenza nei confronti della regione; Si è invece  preferito tacere assumendo acriticamente scelte calate dall'alto che hanno definitivamente azzerato le nostre specificità territoriali. Si è deciso di sacrificare i servizi in nome di equilibri di potere che nulla hanno a che fare con gli interessi reali degli amerini. Da questo punto di vista, l'unità tra le forze politiche che hanno avuto il coraggio di guardare oltre gli equilibri istituzionali e le componenti civiche più dinamiche hanno dato luogo ad un progetto che si pone la sfida di ricostruire un idea di governo a sinistra alternativo alle politiche di restringimento della spesa pubblica e dei servizi. 

5)  Che cosa dovrà essere Amelia in futuro? Il futuro di Amelia dipenderà dalla sua capacità di rilanciarsi attraverso i suoi punti di forza: difesa del patrimonio artistico ed architettonico per costruire una filiera turistica di qualità collegata con la presenza di una specificità agroalimentare di qualità sono i capisaldi su cui ricostruire identità, lavoro e ricchezza per il territorio

6) Da Lugnano ad Amelia, analogie e differenze? Viviamo sullo stesso territorio dove i nostri antenati hanno lasciato eredità prestigiose sia a livello territoriale che monumentale. Mi rendo conto che un pese come Lugnano per qualcuno non può essere paragonato ad Amelia ma stà di fatto che le problematiche sono le stesse. La differenza sta sul metodo che si ha nell’ amministrare e le priorità a cui si vuole dare corso.

7) L’ospedale nuovo è ancora una priorità? L'ospedale deve continuare ad essere una priorità. Lo diciamo non come slogan ma come legittima necessità del territorio: non possiamo tollerare che il cittadino che ha bisogno di prestazioni mediche specifiche sia costretto a spostarsi nella regione per effettuare diagnosi ed interventi. Siamo ben consci della difficoltà di questo progetto, affossato da una pianificazione che ci ha escluso, pertanto la priorità sarà quella di difendere i presidi sanitari esistenti e potenziarli e di riaprire una discussione istituzionale su come i trasferimenti dello stato in tema di sanità vengono indirizzati. Andremo fino in fondo per dimostrare che è possibile predisporre una pianificazione di spesa differente. 

8)  Cinque liste per una cittadina piccola come Amelia: ma non sono troppe?
Viviamo in una fase di grande disillusione popolare verso la politica. L'aumento delle liste che si contendono il governo del territorio è in linea con una tendenza più complessiva di frantumazione degli schieramenti che hanno contraddistinto la seconda repubblica. Questo fatto non deve essere considerato esclusivamente negativo. Rinnovare la politica significa anche aprirsi alle istanza civiche di rinnovamento, rispetto alle quali le componenti innovative come SinistrAmelia giocano un ruolo fondamentale: dobbiamo assorbire il dissenso trasformandolo in una spinta costituente per un nuovo paradigma della partecipazione che deve svilupparsi in senso orizzontale e trasparente. In questo senso l'aumento dell'offerta politica genera una prospettiva di nuova partecipazione il cui obiettivo ultimo è quello di ridestare la coscienza civica e l'impegno pubblico. 

9) Tasse e rifiuti: quali sono le tue ricette? Purtroppo i comuni hanno poco margine nell’applicare le tasse visto che oramai sono diventati gli esattori di uno Stato che vessa i cittadini senza preoccuparsi nessuna politica seria di recupero sull’evasione fiscale. Noi ci impegneremo nella rimodulazione delle tariffe con sgravi verso le famiglie che hanno redditi bassi e imprenditori che presenteranno progetti seri a lungo termine. Per la raccolta dei rifiuti pretenderemo che si applichi la tariffa puntuale e collaboreremo con i cittadini al fine di creare la cultura del rifiuto zero.

Published in Cronaca

AMELIA – Laura Pernazza stavolta cerca il colpo grosso e alla guida di “Per Amelia” tenta la scalata a Piazza Matteotti cercando di sedersi sulla poltrona di sindaco.

 1)    Quali saranno le priorità se sarai sindaco?

 C’è un gran lavoro da fare e per questo dovremo rimboccarci le maniche io e la mia squadra, avendo ben in testa che occorre iniziare a lavorare dal giorno seguente. Le priorità individuate che ho espresso il giorno della mia presentazione possono essere riassunte in cinque punti. Riorganizzazione della macchina comunale, completamento delle opere pubbliche iniziate, massima attenzione alla viabilità e al decoro, incentivazione del turismo e la diminuzione della tassazione. Ricordo infatti a tutti come ad Amelia la sinistra mantiene al massimo l’addizionale comunale che è dello 0,8%, mentre noi abbiamo in mente di alleggerire la pressione fiscale, operando un’attenta verifica di ciascun centro di spesa. Particolare attenzione sarà rivolta all’incentivazione del turismo, agevolando al massimo chi decide di investire sul nostro territorio. Abbiamo la fortuna di avere un ambiente meraviglioso e dobbiamo puntare all’innalzamento della qualità dell’offerta turistica. Un’altra delle nostre priorità sarà quella di istituire un Ufficio Europa permanente per l’assistenza alla progettazione per l’accesso ai fondi pubblici.

2) Che assessori sceglierai? Giovani o esperti? Guarderai alle competenze o al curriculum politico?

Le scelte che farò nell’individuare le persone a cui affidare il ruolo di Assessore, saranno dettate dal rispetto delle professionalità, delle competenze . È necessario coinvolgere nel governo cittadino le migliori risorse della Città ed è per questo che mi impegno, in caso di vittoria, a modificare lo statuto e il regolamento per consentire di nominare Assessori esterni.

3) Amelia deve guardare per prima cosa al comprensorio o invece a Narni, Terni e Perugia?

Amelia deve andare oltre e guardare all’Europa. La nostra città deve diventare protagonista e quindi non può guardare solamente al comprensorio amerino o a Narni, Terni e Perugia, deve andare oltre i confini regionali. Siamo nel 2016 e non possiamo rimanere relegati a ruota di scorta dell’Umbra, dobbiamo crescere ed ampliare i nostri confini. L’ho affermato il giorno della conferenza di presentazione della mia candidatura e lo ribadisco. L’Europa è una grande opportunità che è però poco sfruttata, non è come la descrivono in molti solo vincoli, rigidità e burocrazia. Amelia infine dovrà confrontarsi senza timori con la Regione. Non si può stare zitti perché se si critica la Regione hai concluso la carriera politica. Se c'è da criticare si deve criticare e se c'è da ringraziare si ringrazia. Io collaborerò anche con la Regione ma con la schiena dritta.

4) Tasse e sicurezza. Sono queste le priorità o ce ne sono anche altre?

La tassazione, come ho affermato precedentemente, è troppo elevata e a dimostrazione di questo ci sono i dati che mostrano una diminuzione del reddito pro capite degli amerini del 5,7% quindi occorre impegnarsi con tutte le forze per contrastare questo impoverimento. La sicurezza al giorno d’oggi è molto importante e i cittadini sentono sempre più il bisogno di sentirsi sicuri nella propria città. Ma non va dimenticato lo sviluppo economico di Amelia, non possiamo infatti assistere a questa fuga dei nostri ragazzi che sono costretti a cercare fortuna fuori. Dobbiamo attirare investimenti nuovi e incentivare gli imprenditori che ci sono a investire di più.

5) Cosa pensi del nuovo ospedale Narni-Amelia?

Sono scorsi fiumi di parole su questo nuovo ospedale comprensoriale. Sono decenni che assistiamo agli annunci che danno sempre per imminente l’avvio dei lavori. Ritengo invece terminata l’era degli annunci. Basta parole, non si possono continuare a prendere in giro i cittadini, si deve passare ai fatti. Quell'ospedale è necessario. Nel frattempo assistiamo ad una perdita continua di servizi dell’attuale struttura , nonostante gli impegni assunti dal nostro Sindaco, basti pensare all’oncologia ferma da tre anni e alla chirurgia.

 6) Sei riuscita a fa convergere su di te tutto il centrodestra, non era scontato, cosa ne pensi?

Lo ritengo certamente importante. Vorrei però di sottolineare come “Per Amelia” vada oltre e giorno dopo giorno vede sempre più il coinvolgimento di molte persone che non si sono mai occupate di politica. Il minimo comun denominatore è rappresentato dal voler dare un futuro diverso, un futuro migliore alla città in cui viviamo noi, hanno vissuto i nostri padri e vivranno i nostri figli. 

7) Su cosa e su quale settore economico dovrà puntare Amelia da qui a 10  anni?

Come ho già avuto modo di scrivere pocanzi, noi volgiamo fare del turismo una vera e propria industria. Abbiamo un modello in mente, quello rappresentato dalle Regioni del nord. E’ l’esatto esempio di come creare “industria” turistica senza distruggere, al contrario, valorizzando e salvaguardando l’ambiente in cui vivono. Ci siamo allora domandati il perché non possa essere realizzato qualcosa di simile anche qui. E’ un lavoro intenso che alla fine, una volta portato a termine, saprà dare i suoi frutti e la nostra città non potrà che uscirne rafforzata. Cosi come non possiamo dimenticare la vocazione agroalimentare del territorio amerino su cui dobbiamo puntare nel futuro per creare nuova occupazione. Per questo non posso che giudicare positivo l’investimento dei Molini Popolari Riuniti che hanno scelto i locali dell’ex Molino di Fornole per la lavorazione del grano tenero.

8) Temi l’astensionismo?

L’astensionismo è uno dei fattori da non dover sottovalutare in questa tornata elettorale. Io per questo mi sento di rivolgere un appello a tutti coloro che non vogliono andare a votare, affinché si rechino alle urne e scelgano la lista “Per Amelia” che è la vera alternativa al governo della città. Il non votare di fatto sarebbe contribuire alla riconferma di Maraga.

 

Published in Cronaca

AMELIA - Riccardo Maraga ci riprova e a capo della lista Vivere Amelia cerca il bis sulla poltrona di sindaco

1) Quali saranno le priorità se sarai sindaco?

Un mandato amministrativo di cinque anni è un tempo sufficiente per entrare in pieno nella funzione di Sindaco e ti consente, nel caso di rielezione per il secondo mandato, di non sprecare nemmeno un giorno dopo l'insediamento ma di lavorare da subito con continuità. Le priorità saranno il completamento nel primo biennio di mandato delle opere pubbliche in corso delle quali due, la Scuola dell'infanzia e il PUC 2, sono di fatto in ultimazione, e lavorare per la vivibilità della città e delle frazioni.Intendo, poi, proporre un pacchetto di misure che incentivino chi vuole investire ad Amelia.

2) Che assessori sceglierai? Giovani o esperti? Guarderai alle competenze o al curriculum politico?

Come sempre ci confronteremo con spirito collegiale e cercheremo di valorizzare tutta la squadra al meglio, dando a ciascuno un ruolo che lo faccia sentire parte di un progetto comune, come avvenuto in questi cinque anni. I criteri per la scelta della giunta possono essere molti. Ciò che chi aspira a fare l'assessore dovrà garantire è, innanzitutto, l'impegno e la disponibilità all'ascolto nei confronti dei cittadini. Poi, ovviamente, è importante valorizzare le competenze di ciascuno.

3) Amelia deve guardare per prima cosa al comprensorio o invece a Narni, Terni e Perugia?

Amelia deve continuare a guardare ad entrambi. Il territorio amerino è un valore importante. Amelia è più forte nello scacchiere regionale se si pone come capofila del territorio. Ma il territorio da solo non va da nessuna parte. Dobbiamo agire in squadra con il resto del territorio ternano e dialogare in modo proficuo con Perugia come abbiamo fatto in questi anni. Amelia, al contrario di quanto affermano molti, in questi anni ha saputo imporsi sul livello regionale e ottenere importanti finanziamenti.Penso al fondo di 1.150.000 € per le Mura, ai soldi per il Rio Grande, agli stanziamenti regionale per urbanizzare la zona artigianale di Fornaci e al contirbuto della Regione per la vita del Museo Archoelogico, alla Casa della Salute.

4) Questa volta il Pd ti appoggia compatto, ma rifondazione andrà da sola, potrebbe essere un rischio?

Con Rifondazione Comunista non si sono prodotto strappi. L'assessore di quel partito è ancora nella mia giunta. Noi non abbiamo chiuso le porte al PRC ma sono stati loro a preferire la via autonoma ritenendo ormai impossibile essere in coalizione con il Pd per ragioni di carattere sostanzialmente nazionale. A mio modesto avviso è un errore politico perchè si può incidere solo stando dentro e non fuori. Non credo sia un rischio enorme. Spero che la gente della sinistra sappia distinguere il livello nazionale da quello locale e dare valore alle cose fatte in questi anni e al nostro programma.

5) Ti senti ancora “il giovane sindaco”?

Di certo sono ancora di gran lunga il più giovane candidato! Tantissimi giovani che conosco continuano ad incoraggiarmi ad andare avanti. Sono giovane a livello anagrafico ma rispetto a 5 anni fa molto più consapevole del ruolo che rivesto. Credo di poter avere dalla mia parte l'età giovane ma anche una importante esperienza alle spalle.

6) Il Puc è ancora una grande opportunità per Amelia? Lo è anche il nuovo ospedale?

Il Puc è una grande opportunità perchè costituirà una parziale soluzione a due problemi fondamentali della parte alta del centro storico: la carenza di parcheggi e le difficoltà di accesso attraverso la mobilità alternativa. Il Chiostro Sant'Agostino diventerà, poi, il cuore pulsante della vita nella parte alta dell'acropoli con la presenza di 8 alloggi di edilizia sociale, la sede Inps, la sede dell'Agenzia delle Entrate e importanti sedi associative.

Abbiamo, inoltre, varato una misura premiale per chi apre attività nel centro storico: niente Tari per 2 anni dall'apertura. L'auspicio è che tali interventi riportino movimento nel centro storico e, conseguentemente, attività. Il Nuovo ospedale è un impegno preciso della Regione: è l'unico tassello che manca da mettere a punto nella riorganizzazione della rete ospedaliera regionale. Consentirà di superare i due ospedali attuali e di sgravare l'azienda Ospedaliera di Terni. La comunità amerina è compatta nella volontà di non fare un passo indietro rispetto a questo obiettivo: di questa posizione sono stato garante in questi cinque anni e l'iter è andato avanti. Farò lo stesso in futuro.

7) Dall’orvietano emerge la richiesta di superare la discarica, sei d’accordo?

La differenziata ad Amelia sta funzionando secondo le aspettative? La differenziata sta procedendo con livelli ben superiori alle aspettative. Ci aspettavamo di raggiungere quota 65% nel 2016 e invece siamo ben sopra l'80%. Questo risultato dimostra che abbiamo introdotto il metodo giusto per massimizzare il risultato e che la popolazione amerina ha colto con collaborazione ed entusiasmo la sfida. Superare la discarica è possibile ma solo se tutti i territori fanno come noi e cioè fanno la differenziata sul serio.

A quel punto, quando la frazione indifferenziata diventa minimale, si possono anche studiare metodologie diverse per trattare l'indifferenziato. In alcuni territori l'indifferenziato viene trasformato in materiali inerti ad uso edile e diventa, così, un ricavo. Di certo non si può volere tutto e il contrario di tutto. Se non vogliamo inceneritori e discariche, ed io sono d'accordo, allora dobbiamo fare la differenziata come si deve. Ad Amelia lo stiamo facendo.

8) Di cosa ha bisogno in due parole Amelia?

Amelia ha bisogno di persone serie e competenti che lavorino esclusivamente per l'interesse della città con spirito costruttivo.

9) Oltre ai cinque anni di esperienza politico-amministrativa hai un ruolo importante nel Pd regionale. Come li utilizzerai se sarai sindaco?

Utilizzerò l'esperienza maturata per lavorare subito per il bene di Amelia. Non possiamo permetterci di perdere tempo. Io posso garantire che nemmeno un giorno verrà sprecato. Il ruolo nel Pd regionale lo userò per evitare l'isolamento di Amelia. Attualmente sono un amministratore ma resto e resterò una persona che ama la politica e che non si vergognerà mai di avere una tessera di partito in tasca. Rifiuto l'idea che destra e sinistra siano categorie antistoriche. Io non ho mai dubitato da che parte stare.

Published in Cronaca

Amelia – Adesso è ufficiale. Dopo i tentennamenti dei giorni scorsi altre due liste con altrettanti candidati sono state presentate in vista delle amministrative del 5 giugno. A Maraga, Pernazza e Chieruzzi si aggiungono Nadia Antoni con una lista di siniosyta e Raffaele de Lutio di una lista civica. Si vota anche a Otricoli, dove il Comune è commissariato, Montecastrilli, Avigliano Umbro, anche qui un commissario, Parrano e Castelgiorgio.

Ecco tutti i candidati:

Amelia - Lista SinistrAmelia (candidato sindaco Nadia Moretti): Gino Biribandi, Benedetta Caderigi, Ivano Ceccarelli, Lia Ceccarelli, Tania Ceccarelli, Stefania Esposito, Salvatore Farini, Luciano Marini, Rino Massarelli, Ugo Rosati, Siretto Sparnaccini e Ilenia Zara.

Movimento 5 Stelle (candidato sindaco Gianfranco Chieruzzi): Luca Asciutti, Romano Banella, Stefano Baroncini, Roberta Boccacci, Giuseppa Giuffrida, Lorella Maroni, Marco Monzi, Gabriele Petichini, Marco Piciucchi, Andrea Proietti Scorzoni, Maria Stella Satolli, Massimiliano Spaziani, Romina Valeri e Giuseppina Mancini.

Vivere Amelia (candidato sindaco Riccardo Maraga): Laura Dimiziani, Claudia Dionisi, Patrizia Fiorentini, Antimo Giuliani, Marco Tomassini, Giampiero Stentella, Luciano Renzi, Marco Rubini, Fabio Miliacca, Remo Pernazza e Paolo Gatti, Teresa Di Lernia, Giancarlo Guerrini, Valentina Tartamelli, Domenico Nicotera e Maria Chiara Conocchia.

Per Amelia (candidato sindaco Laura Pernazza): Andrea Nunzi Andrea, Luciano Chieruzzi, Claudia Della Rosa, Elisa Di Nicola, Bianca Fieri, Francesca Romana Fortunati, Massilimiliano Galli, Giovanni Gatti detto Gianni, Tamara Grilli, Bruno Guerrini, Donatella Pernazza, Stefania Perotti, Leonardo Pimpinelli, Federica Proietti, Alvio Proietti Scorsoni, Antonella Sensini.

Amelia 2016 (candidato sindaco Raffaele De Lutio): Alessia Angeloni, Massimo Castellani, Silvana Castellani Perelli, Giulio Mancini, Goffredo Miliacca, Anna Claudia Orlandi, Maurizio Pulcianese, Giorgio Sgrigna, Luca Quintilio Valentini Marano, Michela Viola, Michele Torelli, Franca Gazzani e Zannotti Fernanda

Otricoli - Insieme è possibile (candidato sindaco Francesco Bussoletti): Franco Telloni, Andrea Scaglia, Manila Marchese, Anselmo Savina, Valerio Galliani, Susanna Proietti, Maurizio Mencarelli, Graziella Bussoni, Vittore Finistauri e Alessandro Leonelli.

Certezza e futuro (candidato sindaco Antonio Liberati): Nico Nunzi, Gianni Cifoletti, Francesca Lazzarini, Alessandro Fani, Matteo Ferramondo, Giorgio Fontana, Donatella Leonelli, Eligio Marazza, Andrea Pagliaro, Federica Pelosi.

Avigliano Umbro - Avigliano Umbro insieme (candidato sindaco Luciano Conti): Manlio Bertoldi, Luca Cricchi, Daniele Gentili, Luca Longhi, Cesare Mecarelli, Maria Grazia Mechelli, Angelo Melari, Fabio Pacifici, Roberto Pacifici, Silvia Sensini.

Aria nuova per Avigliano (candidato sindaco Daniele Marcelli): Roberto Morelli, Simone Pelini, Andrea Ranieri, Raffaele Antonini, Antony Mariani, Luca Proietti Scorsoni, Luciano Bucalossi, Manuela Piacenti.

Parrano - Parrano bene comune (candidato sindaco Valentino Filippetti): Leonardo Marcacci, Anna Maria Mechelli, Andrea Morcellini, Marcello Moretti, Sistina Sabellico, Tedeschini Isabella e Marco Trippella.

Libertà e Cambiamento (candidato sindaco Laura Duranti): Michele Bonchio, Giacomo Giulietti, Alessandro Marenghi, Laura Miscetti, Valentina Picconi, Francesca Servili, Enrico Tedeschini, Roberto Todini.

Montecastrilli - Montecastrilli siamo noi (candidato sindaco Emanuele Capradossi): Lara Altobelli, Lucilla Bettarelli, Marta Bettelli, Mario Cardoni, Roberto Manoni, Isabel Cristina Minielli, Andrea Daragnani, Anna Maria Pugnaloni, Maria Augusta Mancini, Emiliano Francia.

Insieme per il bene comune (candidato sindaco Fabio Angelucci): Diego Ceccarelli, Luca Raggi, Benedetta Baiocco, Tatiana Crespi, Riccardo Aquilini, Fabrizio Finistauri, Claudia Sensini, Federica Ferrotti, Francesco Rafanelli, Doris Antonini, Sergio Bernarducci, Andrea Carissimi.

Lega Nord (candidato sindaco Sabina Accorroni): Lorenzo Mazzola, Francesco Grespi, Claudia Chiappini, Fabio Petrucci, Luigi Fiorentino, Manila Battisti, Francesco Agnetti, Nelly Laureti, Stefano Antonietti, Anna Rita Cruccolo, Marcello Buccheri, Piero Cancelli.

Castel Giorgio - Progetto futuro (candidato sindaco Claudio Tarmati): Gabriele Anselmi, Fabrizio Batella, Simone Cinque, Rolando Equitani, Cristiano Federici, Raffaele Fiani, Roberto Morucci, Enrico Pacetti, Barbara Salvati, Marco Taschini.

Con i cittadini per Castel Giorgio (candidato sindaco Andrea Corritore): Tonino Cardinali, Fausto Fabiani, Chiara Germani, Annalisa Giulietti, Francesco Messina, Maria Teresa Nulli, Claudio Serafinelli, Fabrizio Ceccarini.

Democrazia e progresso (candidato sindaco Rodolfo Proietti): Luca Campanelli, Renzo Caprasecca, Marianna Cordelli, Pancrazio Lazzarini, Domenico Messina, Roberto Pacetti, Renato Giorgio Pagnini, Maria Cristina Pepe, Enzo Prudenzi.

 Cambiamo Castel Giorgio (candidato sindaco Andrea Garbini): Gianpaolo Paglialunga, Nazzareno Ceccarelli, Luca Iachini, Christian Montesanti, Simone Plutoni, Silvio Rapaccini, Minimo Ronchini, Federica Santi, Sauro Santinami e Fabrizio

Published in Cronaca

AMELIA - Costerà meno ai cittadini di Amelia e Lugnano pagare la raccolta differenziata. Il Consiglio comunale di Amelia ha infatti approvato il nuovo piano tariffario, economico e finanziario dell’ente. Fra le novità più importanti la diminuzione del 5% della Tari per le utenze domestiche e dell’8% di quelle non domestiche. Il provvedimento è stato assunto visto l’aumento della raccolta differenziata giunta ad Amelia all’83% con il porta a porta. Anche l'assemblea elettiva di Lugnano ha fatto la stessa cosa approvando la riduzione della Tari per cittadini e attività economiche. A comunicarlo è stato il sindaco Gianluca Filiberti che ha reso anche noto l’importo della diminuzione che ammonta al 14% in meno rispetto al 2015. “Il provvedimento – spiega il sindaco – si è reso applicabile in virtù del buon risultato finora perseguito per la raccolta differenziata porta a porta e per l’oculata gestione del Centro comunale di raccolta. Ringrazio i cittadini e le imprese per l’impegno e l’attenzione mostrata. La riduzione della Tari – conclude - è una buona notizia che si aggiunge alla cancellazione della Tasi sulla prima casa già decisa dal governo”. di una oculata gestione del CCR (Centro Comunale di Raccolta). 

Published in Ambiente

AMELIA – Comincia oggi, 5 maggio, la serie di interviste ai candidati a sindaco che hanno già ufficializzato alla stampa la loro discesa in campo. L’ordine seguito è stato pensato utilizzando quello alfabetico per cognome, ritenendolo un metodo oggettivo e tra i più usati in circostanze come queste e anche in altre. Cominciamo quindi la carrellata con Gianfranco Chieruzzi del Movimento Cinquestelle.

I grillini per la prima volta si presentano per contendere la poltrona di sindaco allo storico blocco di centrosinistra che caratterizza da molti anni l’amministrazione amerina. Chieruzzi, 45 anni, guida la lista dei Cinquestelle.

Quali saranno le priorità se sarai sindaco? “La prima sarà verificare i conti del Comune che presentano dati allarmanti così da capire bene la reale situazione che andremo a gestire. Dopodiché la razionalizzazione della macchina amministrativa, l'eliminazione degli sprechi e tanto, tanto olio di gomito. Si deve cominciare a lavorare inoltre su una nuova idea di città con al centro il decoro e la valorizzazione delle peculiarità e delle potenzialità del patrimonio, per migliorare la qualità della vita e delineare un modello di sviluppo fondato sul turismo come fine ed al tempo stesso volano delle altre attività”.

2) Che assessori sceglierai? Giovani o esperti? Guarderai alle competenze o al curriculum politico?
“Siamo un gruppo coeso, senza personalismi e senza nessuna passata esperienza diretta in politica. Quindi la scelta sarà fatta in base alle competenze e alla disponibilità di ciascuno. Inoltre uno dei punti del nostro programma sarà la possibilità di avere assessori esterni anche per il nostro Comune cambiando lo statuto”.

3) Amelia deve guardare per prima cosa al comprensorio o invece a Narni, Terni e Perugia? 
“E' Perugia che deve cominciare a guardare a questo territorio riconoscendogli pari dignità in termini di attenzione, finanziamenti e servizi con le altre zone dell'Umbria. Terni rappresenta uno sbocco lavorativo per molti amerini ma possiede caratteristiche diverse dalle nostre. Volendo noi ripartire da uno sviluppo che metta in rete l'agricoltura, l'ambiente, il patrimonio, l'artigianato artistico, l'enogastronomia, l'impresa culturale, le associazioni, lo sport, in funzione turistica ed in un’ottica di distretto, guarderemo a tutti quei comuni che con caratteristiche simili alle nostre vorranno aderire a questo progetto”.

4) La tua candidatura non è passata per le consultazioni on line, ti senti un “politico vecchia maniera”? 
In realtà nei piccoli comuni questa è la norma. La mia candidatura è il frutto della fiducia e della decisione del gruppo a cui orgogliosamente appartengo”.

5) Di cosa ha bisogno Amelia?
“Le persone vorrebbero vedere il risultato delle tasse che pagano, una città che funzioni ed avere una speranza per il proprio futuro e quello dei loro figli. Quindi Amelia ha bisogno di una classe dirigente diversa non più basata sul clientelismo e non mi riferisco solo a chi ci ha governato ma anche all'inesistente minoranza”.

6) Gli amerini sono pronti per un’esperienza amministrativa diversa?
“Gli amerini sono pronti ad altri cinque anni così? Se le urne diranno questo chiedo almeno a chi li avrà votati di risparmiarci le lamentele in futuro”.

7) Nel caso serva, sarai disposto a trovare collaborazioni con altre forze politiche in Consiglio? 
“Come diciamo sempre le idee non hanno colore ma sono solo buone o cattive. Su questo quindi la massima apertura”.

8) L’ospedale unico è ancora un’opportunità?
“In un territorio che vede i comuni fino a Guardea e Montecchio privi di un presidio ospedaliero e con quello di Terni al collasso in termini di capacità, parlerei più di necessità che di opportunità. Necessità ed opportunità comunque ignorate da una Regione che, dopo venticinque anni di promesse mai mantenute e di annunci elettorali, soldi non ne vuole mettere o quasi in questo progetto”.

 

Published in Cronaca

AMELIA – Tante le iniziative di animazione, oltre al rinnovarsi di una cerimonia istituzionale, che da venerdì 6 a domenica 8, coinvolgeranno tutti per celebrare ad Amelia il decennale del gemellaggio della città con la francese Joigny, insieme ad una delegazione istituzionale della municipalità di Joigny, al direttivo ed ai soci del CEFIJA (Comité d’échanges France Italie –Joigny Amelia). Un divertente scambio di tradizioni e cultura, a vari livelli.

Il programma:

Venerdì 6: nel pomeriggio visita guidata della città e dei principali siti culturali e dei punti panoramici e alle 21, al teatro sociale, concerto di benvenuto del complesso bandistico “Città di Amelia”.

Sabato 7: alle 10, accoglienza a Porta Romana, chiusura della Porta e consegna simbolica delle chiavi della città di Amelia al sindaco di Joigny; esibizione degli Sbandieratori e Musici “Città di Amelia” ed avvio del corteo che condurrà ospiti e cittadini fino a Piazza Matteotti e in Municipio; alle 11.30, nella sala consiliare, si svolgerà la cerimonia istituzionale di rinnovo del Patto di Gemellaggio; alle 18, in Cattedrale, nell’ambito del Maggio Organistico Amerino, concerto a cura di Ameria Umbra e Corale Amerina; alle 21, a Porta Leone, tradizionale “focaraccio” a cura della Contrada Crux Burgi.

Domenica 8: alle 10, in piazza Marconi: esibizione di tiro con la balestra a cura del Gruppo Armata Medievale, mercatino storico delle Contrade e rievocazione dell’elezione degli Anziani secondo gli Statuti cittadini del 1346 a cura dell’Ente Palio dei Colombi; alle 12, da Piazza Marconi: passeggiata di trekking urbano e naturalistico con i podisti di Asd Athletic Lab fino al parco fluviale urbano del Rio Grande alla scoperta del paesaggio amerino; nel pomeriggio passeggiata pomeridiana presso il parco.

Per l’organizzazione, da dicembre è attivo un tavolo di lavoro a cui siedono, insieme all’amministrazione comunale e all’Associazione Gemellaggi Amelia (AGA), le associazioni cittadine che hanno espresso disponibilità ad essere coinvolte nei momenti di accoglienza ed animazione: il Complesso Bandistico “Città di Amelia”, la Società Teatrale, gli Sbandieratori e Musici “Città di Amelia”, Ameria Umbra e la Corale Amerina, l’Ente Palio dei Colombi e tutte le Contrade, il Gruppo Armata Medievale “Città di Amelia”, gli Amici del Rio Grande, Asd Athletic Lab, la Sistema Museo ed AmeliaDoc.

 

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Riccardo Maraga ha presentato lunedì 2 maggio al museo cittadino la sua candidatura a sindaco, tentando di conquistare il suo secondo mandato. Sarà a capo di una lista che si chiama “Vivere Amelia” e che punta su economia, ambiente, turismo, cultura e rilancio produttivo. Ma presentandosi agli elettori Maraga ha anche detto di voler rifiutare ogni discussione e polemica sui temi dell’onestà. “Non intendiamo affrontare – ha detto - la contesa elettorale sull’argomento dell’onestà e per questo non daremo seguito a chi intende ricondurre il dibattito pubblico su questo campo: chi ha notizia di illeciti conosce anche le competenti sedi a cui rivolgersi”. Un messaggio forse rivolto soprattutto ai grillino.

“Cultura e turismo – ha poi insistito - riteniamo che siano assolutamente necessari per il rilancio dell’economia ma non sufficienti: occorre insistere sulla strada di una possibile ricucitura del complessivo tessuto produttivo amerino, e in questo senso l’investimento della Molini Popolari Riuniti sul sito dell’ex molino cooperativo è un segnale positivo che è stato da noi incoraggiato”. Il sindaco ha anche presentato il simbolo della sua lista. “Il nostro logo – ha spiegato - in cui spiccano i colori della nostra bandiera, rappresenta in primo piano il profilo più conosciuto della nostra Città; il sole sullo sfondo rappresenta il progresso ed i suoi sette raggi simboleggiano le nostre frazioni, che dovranno rimanere parimenti centrali nel perimetro della prossima azione amministrativa. Come nome abbiamo scelto “Vivere Amelia”, perché il nostro impegno principale sarà la vivibilità, la qualità della vita degli amerini e delle amerine. Lavoreremo insieme per questo progetto comune, senza isolare Amelia dal dialogo con le altre istituzioni ed intendendo la politica come luogo di impegno, non come occasione per procacciarsi affari”.

Gli appuntamenti - Intanto è iniziata lunedì sera la campagna elettorale con i primi due incontri, a Macchie (sala del Dominio Collettivo) alle ore 18 e a Fornole (sala Piazza degli Artigiani) alle ore 21, la presentazione del rendiconto di fine mandato, che nel frattempo sta raggiungendo le case degli amerini. Si proseguirà nei prossimi giorni secondo il seguente calendario: martedì 3 maggio ore 18 Foce (circolo Proloco), ore 21 Sambucetole (sala Dominio Collettivo); mercoledì 4 maggio ore 18 Collicello (sala Proloco), ore 21 Amelia (sala Conti Palladini); giovedì 5 maggio ore 18 Porchiano (circolo Proloco), ore 21 Montecampano (Casa del Popolo)

Published in Cronaca

AMELIA – Verrà potenziato con altri quattro posti letto il servizio dialisi all’ospedale Santa Maria dei Laici. La struttura colmerà il gap esistente attualmente che costringeva molti amerini a recarsi ad Orvieto. La dialisi si aggiunge al potenziamento delle sedute di chirurgia oculistica, alla riabilitazione cardiologia, a quella ortopedica e neuromotoria e al rifacimento della facciata dell’ospedale. Giudizio positivo del sindaco Riccardo Maraga: “il nuovo reparto – dice infatti – fornirà un servizio molto sentito e utile ed è frutto del continuo dialogo tra amministrazione e Usl 2. Presto avremo anche la Casa della Salute, la prima in provincia di Terni”.

Published in Cronaca

AMELIA – Sono 68 le famiglie firmatarie della richiesta per l’istituzione di scuole materne, elementari e medie, basate sul metodo d’insegnamento di Maria Montessori. La notizia è stata data dalle famiglie stesse che si rivolgono in questi giorni ai candidati a sindaco per le prossime elezioni amministrative. Quello che chiedono le famiglie è che anche Amelia possa avere un sistema scolastico basato anche su questo metodo, come avviene in molte altre città, Terni compresa.

“Le nostre richieste – dicono con un po’ di amarezza – finora sono state respinte, eppure ci sono tante famiglie pronte ad iscrivere i propri figli”. Il totale dei bambini rappresentati dalle famiglie firmatarie, riferiscono i portavoce del gruppo di genitori,  sono 80 distribuiti equamente tra nido, materna e prima elementare, ossia circa il 14% dei bambini iscritti alla scuola materna e circa l’8% di quelli che nel settembre 2016 entreranno in prima elementare ad Amelia. Il 10% dei firmatari risultano provenienti dai comuni limitrofi di Lugnano, Penna, Giove ed Avigliano Umbro.

C’è anche una seconda petizione che è stata sottoscritta da oltre 100 cittadini dove si esprimeva un generico sostegno alla creazione della Montessori. “La crescita dell’offerta formativa – dicono - rappresenta una ricchezza per l’intera città di Amelia. A settembre tre giovanissimi alunni amerini varcheranno le porte dell’istituto Brin, nuova sede della scuola Montessori di Terni. Ci resta il rammarico di non essere riusciti a trasmettere alle istituzioni di una città come Amelia la portata di questa opportunità di integrazione formativa. I genitori dei restanti 76 alunni, che per ora restano nel circolo didattico di Amelia, soffrono l’amarezza di essersi visti negato il diritto di scelta del metodo didattico da offrire al proprio figlio nella propria comunità di appartenenza”.

Published in Giovani

AMELIA  – (redazione) Dal virtuale al reale.  Gli amministratori del seguitissimo gruppo facebook “Notizie da Amelia e dall’Amerino” hanno dato a tutti appuntamento a sabato 30 aprile alle ore 15 all’iniziativa “S’io fossi  Sindaco”. La sala boccarini sarà quindi il luogo di confronto tra i candidati sindaco che si sfideranno per la fascia tricolore della città del Germanico.

Sul palco siederanno sicuramente il sindaco uscente Riccardo Maraga per la lista di centrosinistra, la candidata della lista civica “Per Amelia” Laura Pernazza, il candidato del Movimento 5 Stelle Gianfranco Chieruzzi, Nadia Moretti ex sindaco di Lugnano in Teverina in capo ad una lista sostenuta da Rifondazione comunista e infine il quinto candidato, l’ambasciatore Raffaele De Lutio, che ha comunicato nella serata di giovedì agli organizzatori, la conferma della sua partecipazione.

La giornata pensata dagli organizzatori seguirà uno schema ben preciso, con tanto di regolamento inviato ai candidati. A moderare il dibattito sarà il giornalista del Corriere dell’Umbria Pierluigi Sbaraglia. Ogni candidato avrà inizialmente 5 minuti per la presentazione. Seguirà una domanda uguale per tutti, mentre un'altra domanda sarà fatta dal moderatore diversa per ogni candidato.

Poi spazio al pubblico. Infatti, qui viene l’interessante, dalla platea partirà una domanda per ogni candidato. Regolamento prevede che al momento dell’entrata, chi vorrà potrà scrivere il proprio nome su un foglio e metterlo in urna. Quando sarà il momento ogni singolo candidato pescherà da questa urna e la persona estratta avrà la possibilità di rivolgere la domanda. La campagna elettorale sta entrando nel vivo.

Published in Cronaca

AMELIA – Cresce la raccolta differenziata e le tasse che pagano gli amerini sono più basse rispetto alla media nazionale. Riccardo Maraga mette sul tavolo della campagna elettorale due argomenti pesanti ritenendo la città virtuosa molto più di altre anche a livello nazionale. Maraga porta i numeri. “Amelia – afferma – ha raggiunto l’80 % di differenziata, quando la media nazionale è del 45,2”. Per quanto riguarda le tasse il sindaco fa notare che “la Tari costa 167 euro pro capite in media agli amerini, mentre in Italia il costo medio è di 213,95 euro e nel centro Italia addirittura di 233,56 euro”.

Published in Cronaca

AMELIA (redazione) – La campagna elettorale si sposta dal prefetto. Lo hanno chiamato in causa la candidata sindaco di Per Amelia Laura Pernazza e il consigliere di minoranza Andrea Nunzi. “Contestiamo – dicono i due in una nota - che nell’ultima seduta, del 22 aprile, siano stati inseriti all’ordine del giorno argomenti che non presentano il requisito dell’urgenza e dell’improrogabilità, come invece disposto dall’art. 38 comma 5 del TUEL essendo intervenuta la pubblicazione dei comizi elettorali.

Noi siamo quindi usciti dall’aula contestando questo modus operandi da parte della maggioranza che invece ha proseguito con la votazione e approvazione degli atti di seduta. Abbiamo presentato un esposto al prefetto di Terni, visto il mancato rispetto delle regole che devono assicurare il corretto funzionamento del Consiglio comunale, affinché possa attivare quegli strumenti che consentano di ristabilire il rispetto delle regole a tutela delle funzioni di tutti i consiglieri in particolare di quelli di minoranza”. Pernazza e Nunzi contestano anche la prossima seduta in programma il 29 aprile. “Ha ad oggetto – dicono - il rendiconto 2015 ma i documenti relativi sono stati pubblicati sul sito il 19 aprile e messi a disposizioni soltanto il giorno seguente, non rispettando di fatto il termine di 20 giorni previsto per la notifica ai consiglieri comunali”.

Published in Cronaca

AMELIA – L’area dell’ex mattatoio e della scuola Jole Orsini saranno riqualificate grazie ad un progetto pubblico-privato predisposto dall’amministrazione comunale. L’intervento, come ha spiegato ai cittadini pochi giorni fa il sindaco Riccardo Maraga, candidato del Pd alle amministrative di giugno, prevede la realizzazione di un parcheggio asfaltato da oltre 60 posti, l’installazione dell’illuminazione pubblica, marciapiedi e pensilina per la fermata dello scuolabus.

Verrà inoltre ripristinata la scalinata che collega Via Orvieto a Via del Mattatoio per favorire l'accesso pedonale all’edificio scolastico. I fondi necessari alle opere, riferisce l’amministrazione, saranno a carico dei privati. 

Published in Cronaca

AMELIA – “Gli spogliatoi dell’impianto sportivo del “Paticchi” in uno stato alquanto allarmante. La situazione peggiora di giorno in giorno e con il maltempo, l’acqua finisce sempre di più per penetrare all’interno”. A denunciarlo è la candidata a sindaco di “Per Amelia” Laura Pernazza.  “A nostro avviso – prosegue in una nota - una situazione che doveva essere risolta già da tempo.

Tant’è che ad aprile 2015, presentammo un interrogazione per evidenziare questo problema. Il Sindaco rispose promettendo che sarebbero stati eseguiti i lavori per risolvere tale situazione. E’ passato un anno e questa promessa è stata disattesa. La domanda a questo punto sorge spontanea, perché il sindaco dopo il suo elogio di aver chiuso il rendiconto 2015 in avanzo, non abbia allora risolto una situazione incresciosa?

I ragazzi meritano il dovuto rispetto, non possono continuare ad utilizzare degli spogliatoi in quello stato. Senza considerare infine il brutto biglietto da visita per le società sportive ospiti che quando arrivano al “Paticchi” sono messe di fronte a questo spettacolo indecoroso”.

Published in Cronaca

AMELIA – Polemiche sul rendiconto finanziario con Laura Pernazza che attacca Riccardo Maraga e le sue dichiarazioni rilasciate al termine della votazione in Consiglio. “Ci lasciano veramente senza parole – dichiara in una nota la Pernazza - parla di avanzo di gestione, di tagli di spesa, tutte belle parole, sembra quasi che il sindaco viva in una città tutta sua. La realtà invece è completamente diversa. I cittadini – prosegue - si ritrovano a far fronte ad una tassazione comunale ai massimi livelli e alla progressiva riduzione reddituale. Perché Maraga non dice infatti che ad Amelia il calo dei redditi pro capite è negativo del 5,7 per cento, nel periodo che va dal 2008 al 2015?

Ci saremo inoltre aspettati che tra tutti i dati che ha evidenziato, Maraga avesse spiegato come continui a mantenere l’addizionale comunale Irpef al massimo, ovvero allo 0,8 per cento.Il vanto suo e della sua amministrazione è di aver esentato 416 amerini, dimenticandosi però delle migliaia di cittadini che continuano a pagare il massimo”. Critiche anche alla Tari. “Siamo ai massimi livelli – attacca sempre la Pernazza - tra il 2014 e il 2015 l’aumento è stato del 31%, mentre l’aumento riferito all’arco temporale più ampio, che va dal 2011 al 2015 è stato del 75%. A noi bastano questi dati per giudicare fallimentare la gestione del Comune che non ha fatto altro che spremere sempre di più i cittadini per avere soldi con cui alimentare il consenso suo e del suo partito”.

Published in Cronaca

AMELIA – Tre sono e tre rimarranno verosimilmente fino alla fine i candidati alla poltrona di sindaco. La campagna elettorale sta per iniziare ufficialmente ad Amelia e i tre contendenti cominciano ad affilare le armi. Riccardo Maraga guida il centrosinistra, con meno sinistra rispetto al passato perché Rifondazione ha annunciato di voler andare per conto proprio anche se ancora non ha ufficializzato nulla, né lista, né candidato. Può darsi che alla fine le diplomazie riescano a trovare un accordo ma sembra davvero difficile. Si vedrà.

Riccardo Maraga è sindaco uscente, è leader del Pd locale e membro della segreteria regionale. Uno insomma che a dispetto della giovane età, appena trent’anni, ha già al suo attivo cinque anni di sindacatura e un discreta esperienza anche a livello regionale. Se da un lato il Pd stavolta è compatto su di lui, resta il nodo Rifondazione.

Laura Pernazza del centrodestra si è invece presentata sabato scorso scegliendo una location  molto cara agli amerini. Il Rio Grande, luogo suggestivo e al quale la città è legata anche emotivamente. Dal rilancio del Rio Grande la Pernazza cerca di rilanciare anche un’offerta politica diversa rispetto a quella del centrosinistra.

Gianfranco Chieruzzi, 45 anni, uomo dei Cinquestelle che per la prima volta si presentano alle elezioni. Chieruzzi ha un piccolo vanto da mostrare. Non c’è stato bisogno delle primarie on line per sceglierlo, il direttivo nazionale lo ha accettato subito accogliendo la proposta del movimento cittadino. Manca ancora oltre un mese alle amministrative ma i temi della prossima campagna elettorale sono abbastanza definiti. Il rilancio del centro storico, le opere pubbliche, la gestione dei servizi, le tasse, le strade, le scuole, la piscina e appunto il Rio Grande sono le questioni aperte, sulle quali si concentreranno i tre candidati.

Published in Cronaca
AMELIA – (redazione) Parte dal Rio Grande la sfida di Laura Pernazza alla carica di sindaco di Amelia con la lista civica “Per Amelia”.
La Pernazza, classe '72, libera professionista, attuale vice presidente del Consiglio comunale,
ha scelto il Rio Grande “perchè lo riteniamo simbolico – in apertura di discorso ha affermato l'unica donna candidata sindaco della città del germanico – dell'incapacità
di chi amministra, di saper valorizzare le nostre risorse naturali”.
Oltre mezz'ora di intervento, davanti ad una platea numerosa, toccando quelli che saranno i punti strategici dell'azione che intende portare avanti, che riguardano la diminuzione della tassazione,
il completamento delle opere iniziate, la riorganizzazione della macchina comunale, la massima attenzione alla viabilità e al decoro e incentivazione del turismo.
Proprio sul ruolo che dovrà avere il Comune, “che da solo non può fare nulla e noi, da liberali, siamo convinti che solo con il protagonismo dei privati, si possa pensare ad una nuova fase di sviluppo.
C'è bisogno, secondo noi, di mettere a sistema conoscenze e relazioni (anche attraverso gli esponenti nazionali e internazionali dei partiti che sostengono questo progetto)
che possano aiutare Amelia ad essere valorizzata dal punto di vista economico e sociale”.

Nel corso dell'intervento ha voluto porre l'accento sull'esperienza amministrativa di Ciaurro a Terni 
e quella presente di Romizi a Perugia. “
Quello che è riuscito a fare Romizi al Comune di Perugia – continua la Pernazza - partendo da una situazione
pre fallimentare è l'esempio concreto che quello che sto dicendo funziona e può portare grandi benefici, specie nel medio – lungo periodo.
Non è mancato un ringraziamento pubblico ad Andrea Nunzi, “con cui da anni collaboro e che ringrazio pubblicamente per l'impegno e la passione che ha sempre messo in campo”.
Ufficio Europa Obiettivo della Pernazza in caso di successo alle prossime elezioni è quella di avvicinare Amelia all'Europa. 
“Ho già contattato importanti imprese e professionisti oltre che dirigenti di primissimo livello delle istituzioni europee
per costruire subito progetti concreti di sviluppo. Vorremmo istituire un Ufficio Europa permanente per l'assistenza alla progettazione per l'accesso ai fondi pubblici.
L'Europa non è solo vincoli, rigidità, burocrazia ma è anche una grande opportunità che è stata poco sfruttata”.

Sindaco manager Occorre che il sindaco – ha ribadito la Pernazza - cambi approccio e operi come un vero e proprio manager
e non si limiti solo a gestire l'ordinaria amministrazione pensando più alla sua carriera politica che al futuro di Amelia”.


Candidature di diversa estrazione Durante il suo intervento ha voluto sottolineare come la lista civica Per Amelia,
“mette insieme persone di diversa estrazione, ci sono liberi professionisti, imprenditori, ex dipendenti comunali,
rappresentanti di associazioni, per la quasi totalità gente che non ha fatto politica
e non possiede tessere di partito ma animate dalla buona volontà e dalla consapevolezza che bisogna cambiare Amelia”.


Assessori esterni “Se vinceremo le elezioni – puntualizza la candidata sindaco - modificheremo lo Statuto e il regolamento
per consentire anche di poter nominare assessori esterni. Per coinvolgere nel governo cittadino le migliori risorse.
In questo mese ho già preso molti contatti, che saranno utili quando sarò sindaco”.


La nostra – ha concluso - è innanzitutto una scelta d'amore per il cambiamento, per i nostri figli, per la nostra Umbria, per Amelia.
Per Amelia perché siamo “Per” e non siamo “contro”.
Published in Cronaca

AMELIA – Verrà presentato lunedì prossimo alla città il progetto della nuova caserma dei vigili del fuoco che sarà realizzata ad Amelia grazie all’intervento di un privato individuato tramite una convenzione fra Comune e Direzione regionale dei vigili del fuoco. L’iniziativa, promossa dal Comune di Amelia e dal Corpo nazionale Vigili del Fuoco, si svolgerà alle 20.30 alla sala Conti Paladini della biblioteca comunale alla presenza, oltre che del sindaco Riccardo Maraga, del sottosegretario agli Interni Giampiero Bocci e del direttore centrale per le risorse logistiche e strumentali dei vigili del fuoco Guido Parisi. La nuova caserma amerina si inserisce in un programma di investimento pluriennale messo in campo dal Corpo dei Vigili del Fuoco in Umbria che prevede per il 2016 anche le sedi di Perugia e i distaccamenti permanenti di Spoleto e Todi. “I Vigili del Fuoco, in una realtà ricca di campagne e boschi come la nostra – osserva il sindaco Maraga - sono un presidio di sicurezza particolarmente vicino alla cittadinanza. Avere un distaccamento è stata una conquista fondamentale di cui va ringraziato in particolare l'allora sindaco Luciano Lama. In questi anni abbiamo lavorato per poter dare alla caserma un’ubicazione più opportuna dal punto di vista della viabilità e della connessione con le grandi arterie di comunicazione. L'idea ha trovato l'appoggio del sottosegretario Bocci e ci ha consentito di stipulare una convenzione con la Direzione regionale Vigili del Fuoco per individuare il privato che realizzerà la struttura con la formula innovativa del rent to buy”.

Published in Cronaca

AMELIA – Una delle primissime cose che salta agli occhi nella scelta del candidato sindaco del Movimento Cinquestelle è il fatto che non provenga dal web. Nessuna selezione tramite la rete infatti per Gianfranco Chieruzzi che invece è stato scelto direttamente, con un metodo più tradizionale. A presentarlo venerdì scorso c’erano il consigliere regionale Andrea Liberati e il senatore Stefano Lucidi che hanno ricordato come la lista abbia ottenuto la certificazione dello staff di Beppe Grillo, “passaggio fondamentale – hanno detto - comune a tutte le liste del Movimento 5 Stelle in cui vengono controllati i requisiti di candidabilità e adesione alle regole del Movimento stesso”. Amerino di nascita, 45 anni, Gianfranco Chieruzzi si è laureato in scienze politiche presso l'Università LUISS Guido Carli di Roma ed ha avuto varie esperienze professionali in ambito commerciale e finanziario.

"Ci presentiamo come cittadini liberi, dopo un percorso di aggregazione, ascolto, studio, proposta, sempre trasparente e aperto al contributo di tutti, con l’ambizione di mettersi a disposizione della collettività, per operare un profondo cambiamento della politica e delle modalità di amministrazione di Amelia." Queste le prime dichiarazioni di Chieruzzi che poi ha paragonato Amelia ad un microcosmo in cui le opere pubbliche, molte di dubbia utilità, sono per lo più rimaste incompiute, con cantieri che si perpetuano negli anni a costi crescenti, un centro storico divenuto un dormitorio, in parte disabitato nonostante la sua bellezza a discapito di una periferia allargata a dismisura con una cementificazione ipertrofica, che rischia di compromettere il patrimonio paesaggistico che dovrebbe invece essere una risorsa su cui puntare per il rilancio di Amelia."

Non sono mancati gli attacchi all'attuale classe politica definita autoreferenziale e chiusa in un cortocircuito delle idee, incapace anche solamente di immaginare uno sviluppo, che in passato ha utilizzato in maniera avventata i soldi dei cittadini lasciando un forte squilibrio dei conti pubblici al limite del dissesto. "Una classe politica di cortigiani rispetto a Perugia e Roma che non e in grado di rappresentarsi un futuro" ha continuato il candidato Sindaco del M5S "siamo rimasti indietro e nel frattempo abbiamo visto le nostre aziende chiudere una ad una. Noi cambieremo le carte in tavola, non sarà un'amministrazione del concedere all' amico, ma della logica del diritto che sostituirà quella del clientelismo."

Corr.Rover.

Published in Cronaca

AMELIA – Magari l’imminente scadenza elettorale avrà avuto il pregio di far accelerare i tempi ma sul fatto che la notizia abbia la sua grande importanza non solo per Amelia, dubbi non ce ne sono. Lunedì prossimo, 12 aprile infatti, riapre il cantiere delle Mura nella zona colpita dal crollo del 2006.

I lavori, fa sapere una nota del Comune, sono finanziati dalla Regione Umbria per un importo di 1 milione e 160mila euro ed hanno l'obiettivo di rimuovere la copertura e mettere in sicurezza i tratti di Mura adiacenti al crollo togliendo quindi le strutture di sostegno in ferro. Contestualmente verrà istituito (“come da noi richiesto”, precisa il sindaco Riccardo Maraga) un tavolo in Regione per definire come utilizzare il finanziamento di 800mila euro nel triennio 2016-2018 erogato dal ministro Franceschini.

Lo stesso Maraga sottolinea l’importanza del cantiere. “La sua ripartenza – dichiara infatti - è un fatto concreto ma anche simbolico: tanti anni di lavoro per sensibilizzare le istituzioni sull'importanza del recupero del crollo hanno prodotto i loro effetti e l'obiettivo della ricostruzione è ora più vicino”.

Published in Cronaca

AMELIA (redazione) – Tre sicuri, più un nome grosso che potrebbe spuntare all’improvviso. Parliamo delle elezioni amministrative ad Amelia per le quali si conoscono già i nomi di tre candidati a sindaco. Si tratta di Riccardo Maraga, sindaco uscente che tenta il bis, Laura Pernazza per l’opposizione e Gianfranco Chieruzzi per il Movimento Cinquestelle. Quest’ultimo sarà presentato ufficialmente venerdì 8 aprile alle 10.00 in sala del consiglio dove ci saranno anche il senatore Stefano Lucidi e il capogruppo regionale Andrea Liberati. Lo stesso Liberati anticipa uno die temi che verranno trattati durante la presentazione.  

“Quella di Amelia – dice in una nota - è la prima tra le liste dei comuni umbri che andranno al voto nelle imminenti elezioni amministrative ad essere certificata dallo staff di Beppe Grillo. Attraverso la certificazione, un passaggio fondamentale comune a tutte le liste del Movimento 5 Stelle, vengono controllati i requisiti di candidabilità e adesione alle regole del Movimento stesso”. Poi ci potrebbe essere la sorpresa, quella cioè di una candidatura di Vittorio Sgarbi che con la città ha diversi contatti. In realtà lo stesso Sgarbi ha confermato il possibile interessamento ad una sua candidatura a sindaco ma a posto diversi paletti.

Il primo dei quali riguarda le condizioni politiche. Sgarbi vorrebbe infatti una lista unica da capeggiare e vorrebbe anche Mogol, che ha il Cet vicino ad Amelia, come suo assessore, forse anche come vice sindaco. Due questioni non da poco che diventano dirimenti nell’eventuale scelta del critico d’arte di presentarsi per le amministrative. Fermo restando che c’è in ballo anche l’offerta di Assisi dove gli offrirebbero un posto da assessore.

Published in Cronaca

AMELIA (redazione) –Sono iniziati i lavori di rifacimento dell'ospedale Santa Maria dei Laici. Oltre alle facciate, gli interventi saranno anche conservativi dell’antica struttura architettonica dell’edificio. Il progetto prevede la demolizione ed il rifacimento degli intonaci, la sostituzioni di buona parte degli infissi esterni e l’installazione di nuove gronde, nuovi canali di scolo e persiane.

Particolare attenzione, in stretto coordinamento con la Sovrintendenza dell’Umbria, sarà posta agli elementi architettonici pregiati a stucco e a intonaco. “E’ un importante intervento dell’Usl2 – dichiara il sindaco Riccardo Maraga – e rappresenta una delle priorità che l'amministrazione comunale ha sollecitato alla azienda sanitaria, ritenendo da sempre che l'impegno per la realizzazione del nuovo ospedale comprensoriale non debba significare abbandono delle strutture esistenti. La facciata rinnovata – conclude Maraga - contribuisce inoltre al decoro generale del centro storico e di Piazza Matteotti che è una delle sue più belle piazze”. 

Published in Cronaca

AMELIA - Nuove food strategies sul modello di New York, Toronto e Amsterdam anche per Amelia che coniughi nuovo piano regolatore e produzione e consumo di cibo. E’ quanto sta lanciando il Comune impegnato in una pianificazione alimentare che si integri con la riduzione di consumo di suolo e con le politiche urbanistiche.

Il progetto è stato predisposto insieme al dipartimento di Ingegneria civile e ambientale dell’Università di Perugia con il supporto di Regione Umbria e Fondazione Cassa di risparmio di Terni e Narni. Il primo incontro è in programma martedì 5 febbraio alle 17.30 alla sala Conti Paladini della biblioteca comunale alla presenza del sindaco Riccardo Maraga, del vice sindaco Franco Santarelli, dei progettisti del Prg, dei docenti dell’Università e delle associazioni di categoria del settore agricolo.

“E’ la prima volta a livello nazionale – dice Santarelli - che il tema del cibo entra all'interno della questione urbanistica come strumento di valorizzazione del territorio e tutela del paesaggio. Il nuovo piano regolatore - precisa sempre il vice sindaco - è improntato al consumo di suolo zero e alla valorizzazione del territorio e delle sue produzioni”. Il cibo diviene l'elemento di connessione per una strategia integrata, che oggi può trovare concreti strumenti operativi nelle innovazioni delle smart city applicate per la produzione agricola.

Aspetti urbanistici, territoriali, turistici, economici, sociali hanno ulteriori implicazioni sulla salute, sull'inquinamento, sul rischio idrogeologico, sul lavoro, sul commercio, sulla valorizzazione delle tradizioni e della biodiversità locale, sull'identità.

Corr. Rover.

Published in Ambiente

AMELIA - La Lega Nord Umbria torna ad Amelia per incontrare i cittadini del territorio e "confrontarsi sulle varie questioni, ascoltare problemi e proposte" anche in vista delle prossime elezioni amministrative. A prendere parte all'incontro pubblico, in programma questa sera (giovedì 31) a partire dalle ore 21 nella Sala Boccarini in piazza Augusto Vera di Amelia, sarà il Consigliere regionale e capogruppo Lega Nord Umbria, Emanuele Fiorini.

Published in Brevi

AMELIA (redazione) – “Chi getta rifiuti in maniera incivile è un inquinatore ambientale ed appartiene alla stessa categoria dei piromani”. Ad affermarlo è il vice sindaco e assessore all’ambiente Franco Santarelli esprimendo grande soddisfazione per la percentuale di raccolta differenziata raggiunta dall’inizio del nuovo sistema porta a porta. “Faremo partire i controlli su chi non rispetta le regole – annuncia Santarelli – con un’attività condotta da Comune e gestore. Dopo ormai 4 mesi dall’inizio del nuovo regime le trasgressioni non saranno più tollerate e ci saranno certamente sanzioni. Tanto più – aggiunge il vice sindaco – che sul sito istituzionale c’è il calendario puntuale con l’indicazione della tipologia di   rifiuto raccolto quel giorno, in modo da non generare dubbi”. Secondo Santarelli nel territorio comunale, con dati ufficiali di febbraio 2016, la differenziata si è attestata stabilmente all’80% con quasi 45mila chili di carta, 31.580 di plastica, 29.280 di vetro, 10.400 di metallo e 4.170 di compostaggio domestico.

Published in Ambiente

AMELIA - Un incidente stradale si è verificato nel pomeriggio di sabato 19 marzo lungo la strade che attraversa la frazione di Montenero. Qui un uomo alla guida di un'utilitaria, ha perso improvvisamente il controllo della sua vettura. L'auto ha sbandato paurosamente, si è capovolta ed ha centrato un contatore del gas che si trovava ai bordi della strada. Nell'urto il conducente è rimasto ferito ed è stato trasportato all'ospedale dove le sue condizioni non sono risultate fortunatamente. Sul posto i vigili del fuoco, i carabinieri e il 118. Si temeva una fuga di gas visto che la macchina aveva colpito e distrutto il contatore ma la situazione si è rivelata meno grave del previsto.

Published in Brevi
Mercoledì, 16 Marzo 2016 17:20

Amelia / Beni culturali nella rete regionale

AMELIA (redazione) - Museo, Cisterne romane e Palazzo Petrignani sono i tre gioielli di Amelia inseriti nella rete  "Terre&Musei dell'Umbria" per la promozione del patrimonio artistico e storico-cultuirale di 12 Comuni della regione.

Published in Brevi

AMELIA (redazioen) - Valerio Massimo Manfredi sarà ospite alle 16.30 del museo di Amelia e dell’Unitrè mercoledì 16 marzo raccontando al pubblico la battaglia della foresta di Teutoburgo nell’anno 9 d.C. Nota anche come clades Variana (la disfatta di Varo). Manfredi, che sarà presentato da  Edoardo d’Angelo, direttore dei corsi dell’Unitrè, rievocherà lo scontro avvenuto in bassa Sassonia, dove l’esercito romano, guidato da Publio Quintilio Varo guerreggiò contro una coalizione di tribù germaniche comandate da Arminio il quale riuscì a annientare ben tre legioni romane, sei coorti di fanteria e tre ali di cavalleria ausiliaria stabilendo nel Reno il confine definitivo nord orientale dell’impero. Valerio Massimo Manfredi, archeologo, storico e conduttore televisivo, è tra i più importanti scrittori europei di romanzi storici. Tra i suoi successi: Alexandros, L’ultima legione, Lo scudo di Talos. Tra i saggi: La tomba di Alessandro: l’enigma e Mare greco. Il suo prossimo volume è appunto sulla battaglia di Teutoburgo. La conferenza è organizzata dall’Università della Terza Età col sostegno della Regione Umbria nell’ambito del Progetto Fili- Filo della Memoria, Patrocinio del Comune di Amelia in collaborazione con Sistema Museo, Ente Palio dei Colombi e Biblioteca Luciano Lama.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Missione compiuta per l’Amerina. Porta la firma di Leonardi la vittoria casalinga contro l’Amc98. Vittoria che in termini di classifica permette ai biancazzurri di piazzare una distanza tra loro e la zona play out dove staziona anche la formazione di Acquasparta e Montecastrilli. Con la vittoria di misura odierna, 1 a 0 il risultato finale con il gol del bomber Leonardi al 26’ del primo tempo, i ragazzi di mister Nicolai arrivano a quota 32 lunghezze in classifica. Domenica prossima altro turno casalingo per l’Amerina. Al Paticchi arriverà il Campitello in piena lotta per la testa della classifica.

Published in Sport

AMELIA - Mancata predisposizione nelle parti prospicienti il vuoto di alcune impalcature di adeguati sistemi di protezione per le cadute, nonché mancata esibizione del pi.m.u.s. (piano di montaggio uso e smontaggio). Sono questi i reati contestati dai carabinieri alla titolare di una ditta edile del reatino multata con un’ammenda di mille euro dai carabinieri della compagnia di Amelia. La scoperta è stata fatta dagli uomini dell’Arma, congiuntamente a militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Terni, nel corso di una serie di controlli per la verifica dell’adozione sui posti di lavoro delle previste misure di sicurezza.

Published in Cronaca

AMELIA – Sarà il suo paese d’origine, Amelia, ad ospitare la prima tappa del tour promozionale del libro “L’anno breve” (Rizzoli), la nuova opera della scrittrice amerina, appunto, Caterina Venturini, sabato 12, alle 17, nella biblioteca comunale. Saranno presenti insieme all’autrice, per una conversazione intorno al libro, in uscita in questi giorni, il regista Daniele Luchetti, insieme al quale la Venturini ha scritto la sceneggiatura del film “Anni felici”, Pierluigi Sbaraglia ed Elena Bourika, la quale leggerà dei brani tratti dal romanzo. Evento organizzato con la collaborazione degli assessorati alla Cultura e alle Politiche di Genere del Comune di Amelia ed inserito nella rassegna “Di libro…in libro”, che si tiene in città da novembre 2015 con appuntamenti letterari mensili in biblioteca.

L’autrice. Caterina Venturini (Amelia, 1975), un dottorato in Storia delle Scritture Femminili, ha pubblicato racconti, articoli e saggi critici su varie riviste letterarie; nel 2009 è uscito il suo primo romanzo, “Le tue stelle sono nane” (Fazi). Ha scritto con Luchetti, Rulli, Petraglia la sceneggiatura del film “Anni felici” (2013), regia di Daniele Luchetti.

“L’anno breve”. “I nuovi studenti di Ida Ragone hanno una specialità: sono anche pazienti. Pazienti che guariscono difficilmente, o mai del tutto. ‘Qui nessuno è guarito’ dice Ida alla madre – neppure noi che partivamo avvantaggiati’. Non si guarisce dalla vita, non guariscono neppure quei ‘noi’ sani, divisi irrevocabilmente dai malati dalla torre di un ospedale, nel quale Ida andrà per nove mesi a fare lezione a ragazzi che spesso non vogliono o non possono alzarsi da un letto. Cosa insegnargli di così urgente e indispensabile?

Come può insegnare qualcosa proprio lei che cambia scuola ogni anno, quando sono i suoi studenti che devono ogni giorno spiegarle tutto: le medicine che prendono, le diagnosi, le attese e i dispiaceri, e quanto poco potesse fare la scuola anche quando erano sani. Con queste domande Ida comincia il suo ennesimo anno breve, e fin da subito capisce che è lei a dover imparare, soprattutto ciò che non può fare per loro: non può pretendere che Mattia apra gli occhi fin dal mattino per studiare, né che Andrea le sorrida, o che Leila smetta di fuggire e ricominci a mangiare.

Eppure qualcosa succede, se Giulia comincia a interessarsi alle vicende di Jacopo Ortis e Franco le chiede consigli d’amore; quei ragazzi non sono poi così diversi dagli adolescenti che ha incontrato a scuola negli anni precedenti, né da com’era lei, giovane studentessa in un lontano passato che ha cercato a ogni costo di dimenticare e che ora torna del tutto inaspettato nella sua vita. Solo in ospedale, nel luogo della malattia e del non-senso, Ida capisce che la scuola può fare molto poco per gli studenti, è sempre stato così, ma proprio quel poco, non esattamente misurabile da nessuno, va fatto tutti i giorni al meglio di sé, delle proprie speranze e delle proprie fragilità. Solo quel tempo congelato in cui si lotta per la sopravvivenza, le consegna un’intensità altrove mai vissuta, mettendola a confronto con una vita che pensava di desiderare, un posto all’università e una relazione sicura, cui ora non può più dare tempo”.

Published in Cultura e Spettacolo

AMELIA – Importante riconoscimento per i cacciatori di cinghiale di Macchie. La squadra cinghiale Macchie è stata nominata infatti la “Squadra dell’anno 2016”. A decretarlo è stato il punteggio finale della seconda giornata di prove del Trofeo la “Squadra dell’anno 2016” organizzata da Swarovsky, Sky Italia in collaborazione con Canicom.

La competizione ha visto la partecipazione di tutte le squadre della penisola, articolata in due prove che hanno coinvolto 2 conduttori con una muta di 6 ausiliari in una prova di seguita in recinto di oltre 100 ettari e 2 postaioli impegnati nel tiro alla sagoma corrente con armi e munizioni fornite dall’organizzazione. I due punteggi vengono sommati e pesano in maniera equivalente sull’esito della gara.

Dopo la prima fase la Squadra Cinghiale Macchie capitanata da Riccardo Posati e Sascia Ottaviani era già in testa alla classifica grazie al lavoro esemplare degli ariegeois del cinofilo amerino che hanno raccolto ben 19 punti sui 20 totali a disposizione. Nella seconda fase i tiratori impegnati negli otto tiri disponibili hanno fissato il punteggio complessivo a 27 distaccando il secondo in classifica e aggiudicandosi il titolo.

“E’ una grande soddisfazione per noi, per il territorio e per l’ATC 3 Ternano-Orvietano che rappresento – ha commentato il presidente Leonardo Fontanella -. E’ un successo in cui a vincere è la passione e la professionalità. La squadra cinghiale Macchie è stata un esempio di organizzazione, unità e capacità di gestire e interpretare il proprio territorio, squadra che ringrazio per averci rappresentato tutti in modo cosi esemplare”.

Published in Cronaca

AMELIA (redazione) – Porto abusivo di armi e consumo di droga sono i reati connessi a due persone denunciate dai carabinieri durante il week end. Si tratta di un commerciante di Otricoli di 47 anni nella cui automobile, i carabinieri hanno trovato, ben nascosti, un coltello a serramanico con lama di 10 cm che uno sfollagente metallico retrattile di oltre mezzo metro.Il conducente veniva denunciato per detenzione abusiva di armi e per lui, così come per il pregiudicato fche viaggiava con lui, è stato proposta l’applicazione della misura del foglio di via obbligatorio.

I carabinieri hanno poi denunciato un 23enne per guida in stato di ebbrezza. Si tratta di un pregiudicato che all’esame dell’etilometro ha fatto registrare un valore di alcool nel sangue superiore a 2 g/l. A Giove segnalati una 44enne commerciante ed un 37enne falegname entrambi del luogo che avevano con loro 20 grammi di marijuana e l’occorrente per il relativo consumo. citato materiale, veniva segnala